Leggi il Topic


Indice del forumTecnica di Guida

   

Pagina 1 di 5
Vai a pagina 12345  Successivo
 
4 cilindri VS 2 [quale più difficile da guidare?]
9637977
9637977 Inviato: 8 Apr 2010 14:24
Oggetto: 4 cilindri VS 2 [quale più difficile da guidare?]
 



Ciao a tutti. Possiedo una hornet 600 k7 di cui vado fiero. Mi piace provare altre moto, quindi apporofitto sempre dei "porte aperte" dei conce per farlo. Prova e riprova sia 2 che 4 cilindri sono arrivato alla conclusione che guidando col coltello fra i denti le 4 cilindri sono più difficili da gestire per via dell'erogazione appuntita che tendono ad avere, rispetto alle 2 cilindri che spalmano la loro potenza in un arco di giri superiore e in modo più piatto. Qualcuno di voi ha la mia stessa impressione?

p.s: ci tengo a precisare che parlo di guida col coltello fra i denti su strada, magari in pista le cose sono diverse. lamps icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif
 
9638540
9638540 Inviato: 8 Apr 2010 15:34
 

boh, io credo dipenda dalla progettazione del motore...

ci saranno motori scorbutici e ignoranti e motori tranquilli e lineari in entrambe le tipologie di frazionamento...

V
 
9639549
9639549 Inviato: 8 Apr 2010 18:20
 

a parte che guidare col coltello fra i denti su strada NON SI FA... e faccio finta di non aver letto icon_rolleyes.gif

se non le sai portare sono difficile entrambe...come entrambe hanno pregi e difetti...magari con una fai meglio una cosa e peggio un'altra e viceversa icon_wink.gif
 
9644590
9644590 Inviato: 9 Apr 2010 13:47
 

"4 cilindri VS 2 ,quale più difficile da guidare? "
ti stai addentrando in un brutto ,anzi bruttissimo quesito..... icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif
io non oso dire nulla..... rotfl.gif
 
9644817
9644817 Inviato: 9 Apr 2010 14:27
 

stewe78 ha scritto:
"4 cilindri VS 2 ,quale più difficile da guidare? "
ti stai addentrando in un brutto ,anzi bruttissimo quesito..... icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif
io non oso dire nulla..... rotfl.gif


Io ho detto la mia impressione, faccio un esempio pratico: con la mia guidando col coltello fra i denti sei sempre sopra gli 8.000 giri, regime in cui pasta aprire il gas per avere un calcio nel didietro veramente notevole icon_twisted.gif icon_twisted.gif (direi che il 70% dei 102 cv che la mia bimba ha sono disponibili e concentrati da 8 a 12.000 giri), mentre guidando in monster 1100 ho avuto l'impressione di una moto efficace ma estremamente facile, sempre progressiva senza picchi esagerati. Io volevo sapere se è un'impressione mia o c'è qualcosa di fondato. Senza tener conto di appartenenze di marca etc (distinzione che tra l'altro odio da morire). icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
9645434
9645434 Inviato: 9 Apr 2010 15:51
 

bisognerebbe partire da un confronto più paritario.

tra hornet 600 e monster 1100 prestazionalmente c'è un abisso che rischia di "confondere" il semplice confronto tra diversi frazionamenti.

il monster ha più potenza, più coppia, più in basso, e una ciclistica superiore, è ovvio che a parità di passo tu ti senta più impiccato con la tua.

V
 
9645543
9645543 Inviato: 9 Apr 2010 16:10
 

hornettaro_1980 ha scritto:
...con la mia guidando col coltello fra i denti sei sempre sopra gli 8.000 giri, regime in cui pasta aprire il gas per avere un calcio nel didietro veramente notevole icon_twisted.gif icon_twisted.gif (direi che il 70% dei 102 cv che la mia bimba ha sono disponibili e concentrati da 8 a 12.000 giri)


scusa... ma non avevi una hornet 600?

ti svelo un segreto, quei cavalli sono stati dichiarati all'albero, misurati dal costruttore stesso (quindi chissà); alla ruota ne arrivano molti meno e fidati, non è un calcio in culo, è una spintarella quella che senti.

il bicilindrico è più leggero, ha più potenza ai bassi ed è più reattivo
il quadri è più pesante, ha più potenza agli alti ed è più potente in generale
tutto questo valeva prima dell'elettronica estrema; ora conta che centralina monti.
 
9648883
9648883 Inviato: 10 Apr 2010 7:23
 

nerowolfe79 ha scritto:
bisognerebbe partire da un confronto più paritario.

tra hornet 600 e monster 1100 prestazionalmente c'è un abisso che rischia di "confondere" il semplice confronto tra diversi frazionamenti.

il monster ha più potenza, più coppia, più in basso, e una ciclistica superiore, è ovvio che a parità di passo tu ti senta più impiccato con la tua.

V


E' quello che penso anch'io, non puoi paragonare il motore di un Hornet con quello di un Monster 1100!!! icon_wink.gif
 
9649170
9649170 Inviato: 10 Apr 2010 9:46
 

Se vuoi andare forte avere quattro o due cilindri non è importantissimo dato che la difficoltà maggiore del correre risiede nel gestire la traiettoria, la frenata e la ciclistica in generale. Poi è ovvio che correre con un 125 2T dove hai una finestrella di 2mila giri sfruttabili costringe a ricorrere molto più spesso al cambio rispetto a guidare una moto che tira da bestia per 6mila giri che però ha il problema del dosare correttamente il gas.. ma secondo me la difficoltà maggiore non è tanto nel gestire il motore, soprattutto in strada dove di motore se ne usa sempre e comunque poco.

Quello che sicuramente è vero è che quando vai a passeggio a bassi regimi un quattro cilindri ti consente di distrarti maggiormente rispetto ad un pompone in cui devi stare sempre attentissimo a quanto apri la manetta, ed è anche per questo motivo che spesso iniziare con un 4 cilindri è meno traumatico che farlo con 2.
 
9649443
9649443 Inviato: 10 Apr 2010 11:20
 

Ti dico le differenze che ho notato io:

- freno motore: il bicilindrico lo ha molto forte, e questa cosa può essere forse utile, ma ti devi abituare. Se sei abituato al quadri, il freno motore ti rompe a bestia !!!! Poi magari adegui la tua guida al freno motore, ma inizialmente a me faceva venire le palpitazioni cardiache icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif , ogni volta che lasciavo il gas la moto mi sembrava si fermasse !!!! icon_eek.gif Poi magari impari a mettere la marcia adatta per evitarlo, a mixarlo col freno normale, ma appunto nella guida col coltelo frai denti diciamo che in entrata curva ti costringe a tenere il gas comunque aperto.

- uscita di curva: ecco, lì il bicilindrico si riscatta, quello che ti fa perdere in entrata, forse te lo fa guadagnare in uscita di curva. Anche lì, ovviamente, si tratta anche di vedere la cilindrata, la coppia, ecc. ecc, però da metà curva in poi un micro-vantaggio rispetto al quadri lo dà.

Io che sono abituato al quadri, nella guida come dici tu col coltello frai denti in strada, se dovessi guidare un bicilindrico, penso che inizialmente, per abitudine, cercherei di quadrizzarlo icon_mrgreen.gif , cioè terrei una marcia alta in entrata per evitare l'odioso freno motore, e poi scalerei in curva per sfruttare la spinta del bicilindrico in uscita.

Poi scenderei e mi farei ridare subito la mia perché mi sarei già rotto le .... icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif
 
9649561
9649561 Inviato: 10 Apr 2010 11:48
 

Beh, è tutta una questione di coppia ed erogazione... Facendo un raffronto tra bicilindrici con una bella potenza ( 140cv ) e 4cilindri con la stessa potenza... Con i primi hai un'erogazione molto corposa della potenza su tutto l'arco di utilizzo... Ti trovi facilmente ai 160-170 in 3a con l'anteriore che galleggia... Con i 4 cilindri l'erogazione è molto più lineare, molto più controllabile, in 3a l'anteriore è sempre ben piantato al terreno, ti sembra di correre di meno salvo poi abbassare lo sguado e vedere cifre paurose sul tachimetro...
Poi il discorso del freno motore dipende un po' anche da come è stato settato il motore, mi ricordo di aver provato il 1200 motomorini ed è completamente privo di freno motore, dicono per una scelta progettuale, solo che poi mi ti capitava di entrare nelle rotonde in 1a e l'apertura del gas in uscita non è delle più simpatiche icon_asd.gif
Comunque in generale si, i bi cilindrici hanno più coppia per uscire dalle curve e più freno motore in ingresso...
Questo è un bene in generale, ma fa diventare più complicato mantenere una guida pulita e lineare... eusa_wall.gif
 
9660679
9660679 Inviato: 12 Apr 2010 14:01
 

brusca ha scritto:
hornettaro_1980 ha scritto:
...con la mia guidando col coltello fra i denti sei sempre sopra gli 8.000 giri, regime in cui pasta aprire il gas per avere un calcio nel didietro veramente notevole icon_twisted.gif icon_twisted.gif (direi che il 70% dei 102 cv che la mia bimba ha sono disponibili e concentrati da 8 a 12.000 giri)


scusa... ma non avevi una hornet 600?

ti svelo un segreto, quei cavalli sono stati dichiarati all'albero, misurati dal costruttore stesso (quindi chissà); alla ruota ne arrivano molti meno e fidati, non è un calcio in culo, è una spintarella quella che senti.

il bicilindrico è più leggero, ha più potenza ai bassi ed è più reattivo
il quadri è più pesante, ha più potenza agli alti ed è più potente in generale
tutto questo valeva prima dell'elettronica estrema; ora conta che centralina monti.


Ti svelo un segreto. Tutte le potenze dichiarate sono dichiarate all'albero e tutte le potenze dichiarate sono dichiarate della case costruttrici. Vale per la mia e vale per la monster 1100 e fidati è lo stesso anche per la tua. A me il monster 1100 non ha impressionato per potenze e come già detto l'ho trovato più semplice della mia.
Sarà che, come ha detto un utente, per andare forte col monster sul misto (per via della ciclistica e della coppia a disposizione) non ci vuole chissà cosa, mentre con la mia devi essere sempre più al limite. Lamps
 
9668019
9668019 Inviato: 13 Apr 2010 13:53
 

be io non ho esperienza con 4 ma vi posso dire che con la mia sv 650 soli cv72 devi dosare l'accelleratore in quanto gia a 4000/4500 è in coppia massima vero ti da molto freno motore quindi bisogna imparare a dosarlo anche in decellerazione e ti da anche un forte on off
io penso che con 2 cilindri lavorando a bassi regimi devi sbagliare meno ed impari ad avere più sensibilità
 
9668224
9668224 Inviato: 13 Apr 2010 14:12
 

hornettaro_1980 ha scritto:


Ti svelo un segreto. Tutte le potenze dichiarate sono dichiarate all'albero e tutte le potenze dichiarate sono dichiarate della case costruttrici. Vale per la mia e vale per la monster 1100 e fidati è lo stesso anche per la tua. A me il monster 1100 non ha impressionato per potenze e come già detto l'ho trovato più semplice della mia.
Sarà che, come ha detto un utente, per andare forte col monster sul misto (per via della ciclistica e della coppia a disposizione) non ci vuole chissà cosa, mentre con la mia devi essere sempre più al limite. Lamps


la mia l'ho fatta provare al banco icon_wink.gif

la hornet l'ho avuta anche io... e ce l'ha la mia fidanzatina... quindi sento puzza di chiacchiera... ma il mondo è bello perchè è vario e di motogiglisti da giornaletto è pieno icon_biggrin.gif
 
9680362
9680362 Inviato: 15 Apr 2010 0:02
 

brusca ha scritto:
hornettaro_1980 ha scritto:


Ti svelo un segreto. Tutte le potenze dichiarate sono dichiarate all'albero e tutte le potenze dichiarate sono dichiarate della case costruttrici. Vale per la mia e vale per la monster 1100 e fidati è lo stesso anche per la tua. A me il monster 1100 non ha impressionato per potenze e come già detto l'ho trovato più semplice della mia.
Sarà che, come ha detto un utente, per andare forte col monster sul misto (per via della ciclistica e della coppia a disposizione) non ci vuole chissà cosa, mentre con la mia devi essere sempre più al limite. Lamps


la mia l'ho fatta provare al banco icon_wink.gif

la hornet l'ho avuta anche io... e ce l'ha la mia fidanzatina... quindi sento puzza di chiacchiera... ma il mondo è bello perchè è vario e di motogiglisti da giornaletto è pieno icon_biggrin.gif


Tu devi rileggere i tuoi interventi e i toni con cui intervieni, poi rileggi le minchiate che spari e poi dimmi chi fa chiacchiere e chi è motociclista da giornaletto. Con questo chiudo la polemica aperta da te.

p.s: quando ti relazioni con le persone cerca di farlo in termini meno provocatori e vedi di fare meno il saputello che un vaffa è sempre a portata di mano. Se non sei capace di intervenire coerentemente in una discussione limitati a leggere e basta.
 
9680701
9680701 Inviato: 15 Apr 2010 7:53
 

Il mio parere è che, fatte salve le differenze tra motore e motore, il bicilindrico abbia una risposta un po' più brusca in accelerazione e sia comunque un po' più difficile da guidare rispetto ai 4 cilindri che in uscita di curva sono sicuramente più facili da gestire per via di un' erogazione molto più lineare. In particolare i nuovi bicilindrici molto spinti assomigliano molto di più a 4 che a 2 cilindri. Ad esempio la ducati streetfighter, ha si un motore cattivissimo ma se provi a spalancare il gas sotto i 4000 giri strappa e scalcia in maniera impressionante, al confronto i 4 cilindri sembrano motori elettrici. In compenso il 2 cilindri ha un indubbio vantaggio in peso e ingombri che non è poco. In un altro topic però ho posto l' attenzione su una cosa. Come mai in tutte le riviste nella prova di ripresa in sesta da 50 km/h quasi tutti i 4 cilindri fanno meglio dei 2? In teoria è una prova che dovrebbe essere il regno dei 2 cilindri e invece non è così. Ho posto il quesito cercando una spiegazione tecnica, ma le uniche risposte sono state del tenore che sono balle o che le case dei 4 cilindri comprano i tester mentre quelle dei bicilindrici subiscono i risultati truccati senza battere ciglio. Però non ho avuto le risposte tecniche che invece cercavo. E' possibile che sia la risposta più brusca al gas che faccia sembrare il bicilindrico così superiore in ripresa ma in realtà la migliore linearità del 4 non faccia in realtà percepire la reale spinta?
Grazie
Max
 
9680717
9680717 Inviato: 15 Apr 2010 7:57
 

Discussione impossibile secondo me...

Personalmente posso dire che io sono nato con i piccoli 2 tempi e sono cresciuto a 4 cilindri 600 e dintorni, e dei 600 tipo Hornet o CBRF mi piace il fatto di avere due motori:
con uno ci vai a spasso, ci giri in città e stai tranquillo quando trovi i "sanpietrini" bagnati (purtroppo da noi ce ne sono tanti) e non stai col pensiero di intraversarti ad ogni svolta quando piove; l'altro motore lo tiri fuori non cambiando marcia e facendola entrare in coppia ogni volta che hai voglia di fare lo "sborone" e sfidare le leggi ed il buon senso (parlo sempre di utilizzo stradale, la pista è un'altra cosa).

A proposito di arco di utilizzo, il CBRF 600 ha una spinta adrenalinica dai 7000 ai 13000 giri, ovvero un range di coppia piena di 6000 giri; un bicilindrico mi spinge forte dai 3000 ai 10000 giri (forse), con un range di 7000 giri: non è poi così diversa la questione.

Parlando di pista, (parlo da spettatore), la differenza sul giro in Superbike tra una Ducati e una 4 cilindri è dell'ordine dei centesimi di secondo, e comunque con l'inevitabile fattore umano a fare buona parte della differenza...

Penso di aver buttato un bel po' di benzina sul fuoco di una discussione che suona un po' come "Chi la vuole cotta e chi la vuole cruda" "Bionda o mora" "Roma e Lazio" e così via...

Lamps a tutti doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
9681314
9681314 Inviato: 15 Apr 2010 10:02
 

Argomento molto interessante. Dico la mia anche se non credo possa essere di grande contributo.
Lo faccio sulla base di un paragone più pertinente (credo) cioè due honda che ho avuto: Honda 650 bicil (sebbene anno 1985) e CBF 600 quadri.
A parte la notevole differenza di peso (320kg a vuoto la prima e 195 la seconda) e la trasmissione (cardano e catena) posso dire che
- partenza:
nonostante il peso, la prima bruciava l'asfalto ed essere ai 90kmh ero un attimo. Con la seconda, gli scooter mi lasciano al palo...
- stabilità:
forse per via del peso, la prima pur ballando assai (ammortizzatori?) era stabile e la velocità dei 170-180 pareva inferiore al reale dove la seconda è simile anche se un pelo più malleabile e gestibile.
- regimi:
con la prima era un continuo cambiare, con la seconda posso fare una curva in terza dove altri girano in prima o seconda.
curva:
non direi di differenze significative se non che con la prima a causa del cardano il freno post NON era da usare in enrata (e io il vizio ce l'ho!) mentre con la seconda mi viene più facile piegare. Scontata l'uscita dalla curva con più elasticità e aggressività per la prima...

Insomma, non ho detto granchè se non quello che già di dice sempre. In città e sul misto meglio un bici che è più scattante e ti aiuta nei numerosi stop and go e non riscontrando grandi differenze per l'uso turistico, forse la vera differenza è in pista (velocità elevate ma qui non ho esperienza, dunque taccio) ????...
Ritengo fondamentale comunque che la scelta di una moto debba tenere conto dell'uso che se ne fa. Io non guido mai col coltello tra i denti ma la uso quotidianamente in ogni stagione dunque posso dire che anche un quadri "morbido" è un buon compromesso.

cià,
kurt62
 
9683993
9683993 Inviato: 15 Apr 2010 17:11
 

Io ho un SV650S, quindi bicilindrico e l'ho scelta tra le 600 perché preferivo risparmiare soldini e avere 70CV da usare in strada sempre, invece di "buttare" i miei soldi per averne 100 e poterli usare solo quando tiro la prima agli 80km/h e la seconda ai 110km/h.
Però dei 4 cilindri che ho provato ho molto apprezzato la linearità ai bassi che ti consente una comoda andatura turistica quando viaggi in due e ti guardi intorno e l'urlo che hanno quando li spingi, praticamente quoto Tenebra.
Non essendo uno che smanetta molto, però, non saprei dire quale sia migliore nell'uso spinto su strada.
Condivido comunque quello che già è stato detto sul freno motore delle 2 cil.
 
9686964
9686964 Inviato: 15 Apr 2010 23:10
 

paxemax ha scritto:
Come mai in tutte le riviste nella prova di ripresa in sesta da 50 km/h quasi tutti i 4 cilindri fanno meglio dei 2? In teoria è una prova che dovrebbe essere il regno dei 2 cilindri e invece non è così. Ho posto il quesito cercando una spiegazione tecnica, ma le uniche risposte sono state del tenore che sono balle o che le case dei 4 cilindri comprano i tester mentre quelle dei bicilindrici subiscono i risultati truccati senza battere ciglio. Però non ho avuto le risposte tecniche che invece cercavo. E' possibile che sia la risposta più brusca al gas che faccia sembrare il bicilindrico così superiore in ripresa ma in realtà la migliore linearità del 4 non faccia in realtà percepire la reale spinta?
Grazie
Max

Come al solito secondo me la verità sta nel mezzo. Prima cosa non credo che ci siano bicilindrici spinti che tengano la 6a a 50Km/h. Sicuramente a quei regimi strappano da paura, se per caso i tester cercano di fare riprese senza strappi aiutandosi con frizione e parzializzando molto il gas allora si potrebbe capire lo svantaggio. Poi anche per esperienza personale credo che la linearità dei 4cilindri nasconda un po' le loro prestazioni. M'è capitato recentemente di provare la brutale in una prova su strada, la seconda non mi sono azzardato a tirarla, ho tirato il collo alla terza e inserito dentro un pezzo di 4a e la sensazione che ho avuto era quella che non fosse poi così veloce. Però poi guardando la strumentazione ho letto una cifra con un 2** iniziale... ... ...insomma sarà la ciclistica piantata, sarà l'assenza di vibrazioni ma mi dava molto poco il senso della velocità rispetto ad un bicilindrico.
 
9687333
9687333 Inviato: 16 Apr 2010 1:33
 

Nemesys ha scritto:

Come al solito secondo me la verità sta nel mezzo. Prima cosa non credo che ci siano bicilindrici spinti che tengano la 6a a 50Km/h. Sicuramente a quei regimi strappano da paura, se per caso i tester cercano di fare riprese senza strappi aiutandosi con frizione e parzializzando molto il gas allora si potrebbe capire lo svantaggio. Poi anche per esperienza personale credo che la linearità dei 4 cilindri nasconda un po' le loro prestazioni. M'è capitato recentemente di provare la brutale in una prova su strada, la seconda non mi sono azzardato a tirarla, ho tirato il collo alla terza e inserito dentro un pezzo di 4a e la sensazione che ho avuto era quella che non fosse poi così veloce. Però poi guardando la strumentazione ho letto una cifra con un 2** iniziale... ... ...insomma sarà la ciclistica piantata, sarà l'assenza di vibrazioni ma mi dava molto poco il senso della velocità rispetto ad un bicilindrico.


Effettivamente riprendere in sesta da 50 km/h è una cosa che su strada normalmente non si fa, però rispetto a quello che tutti pensiamo il fatto che i 4 cilindri facciano quasi sempre meglio dei 2 è piuttosto sorprendente. Sicuramente il rifiuto al pieno gas a bassissimi regimi dei twin è una parte della spiegazione, così come lo è il fatto che la lineare erogazione dei 4 in basso rispetto alla maggiore ruvidezza dei 2 ti fa percepire meno la spinta che invece numeri alla mano non è così inferiore.
Quanto alla brutale ho avuto modo di provare a fondo la nuova 990 di un amico con cui ho fatto un bellissimo giro mercoledì della scorsa settimana. Lì non è questione di sensazioni. Complice anche la rapportatura piuttosto corta quello è un motore che ha tutti i pregi perchè è molto pronto in basso , ma ha allungo e buona qualità di erogazione. Gran motore e gran moto la brutale, anche perchè rispetto alla 989 questa è decisamente più trattabile sia nel motore che nella ciclistica senza essere meno veloce.
Max
 
9687713
9687713 Inviato: 16 Apr 2010 8:35
 

paxemax ha scritto:

...
Come mai in tutte le riviste nella prova di ripresa in sesta da 50 km/h quasi tutti i 4 cilindri fanno meglio dei 2? In teoria è una prova che dovrebbe essere il regno dei 2 cilindri e invece non è così.
Grazie
Max


al di la delle preferenze delle riviste, la risposta al tuo quesito dovrebbe essere che il biclindrico, quando e' sotto coppia, e' veramente morto, un po' come quello che succede alle auto td. riprende dai bassi, quasi subito, ma c'e' quel "quasi". se in strada, proprio perche' sei disattento, ti trovi con una marcia bassissima, e strappa, o gli dai un colpettino di frizione, o per una volta tiri via una marcia (e sei gia' su una ruota...) icon_mrgreen.gif .
ma nelle prove questo penso non lo si possa fare. se a 50km h quel motore strappa ed e' quasi spento, ai tester non frega nulla e stanno anche 3 secondi con il motore che affoga prima che si riprenda. il 4, soprattutto quelli nuovi che sono molto migliorati, invece ha sempre un po' di spunto, anche ai 3000 giri. poco, ma ce l'ha. 15 anni fa' i 4 cilindri non erano cosi'. ora si'. a me non piace il 4c, pero' sono motori tuttofare.
 
9688339
9688339 Inviato: 16 Apr 2010 10:56
 

Un bicilindrico è molto piu' stancante di un quattro..almeno in linea di massima...però forse nel misto stretto è molto piu' divertente. 0509_banana.gif

Io ho iniziato con un bicilindrico per caso...non sapevo che moto comprare e mi hanno consigliato un Monster 600 ( da qualche anno ho fatto l'upgrade al 1000)...ma il dubbio mi è sempre rimasto....abituato al mio ogni volta che provo un quattro cilindri mi sembra di andare su uno scooter ( dico in termini di erogazione)...e mi chiedo come sia possibile andare in quarta a velocità bassissime senza che saltelli o singhiozzi niente...una magia...però... eusa_think.gif

Forse il 3 è una bella sintesi....anzi sicuramente...( per me)
 
9688670
9688670 Inviato: 16 Apr 2010 11:52
 

Correggetemi se sbaglio, ma io pensavo che l'accelerazione fosse proporzionale alla coppia del motore, e non alla potenza, che invece va come l'accelerazione moltiplicata per la velocità. eusa_think.gif
Cioè più coppia si ha e più la moto accelera, ma se la potenza è poca significa che la moto non è in grado di mantenere questa accelerazione a velocità più elevate.
Quindi osservando ad esempio i grafici di potenza e coppia di SV650 ( Link a pagina di Akrapovic.com ) e Hornet ( Link a pagina di Akrapovic.com ) immagino che un 2 cilindri sia più scattante e raggiunga una accelerazione massima più elevata ma riesca a mantenerla per un breve tragitto, e così in poco tempo venga sorpassato dal 4 cilindri non appena si aumenta un po' la velocità.
Il nostro corpo avverte proprio l'accelerazione e non la velocità (se non osservando i platani che sfrecciano a dx e sx) e quindi percepisce che il 2 cil. ha più spinta.
 
9689051
9689051 Inviato: 16 Apr 2010 13:03
 

jackcomeback ha scritto:
Correggetemi se sbaglio, ma io pensavo che l'accelerazione fosse proporzionale alla coppia del motore, e non alla potenza, che invece va come l'accelerazione moltiplicata per la velocità. eusa_think.gif
Cioè più coppia si ha e più la moto accelera, ma se la potenza è poca significa che la moto non è in grado di mantenere questa accelerazione a velocità più elevate.
Quindi osservando ad esempio i grafici di potenza e coppia di SV650 ( Link a pagina di Akrapovic.com ) e Hornet ( Link a pagina di Akrapovic.com ) immagino che un 2 cilindri sia più scattante e raggiunga una accelerazione massima più elevata ma riesca a mantenerla per un breve tragitto, e così in poco tempo venga sorpassato dal 4 cilindri non appena si aumenta un po' la velocità.
Il nostro corpo avverte proprio l'accelerazione e non la velocità (se non osservando i platani che sfrecciano a dx e sx) e quindi percepisce che il 2 cil. ha più spinta.


Spiegazione - secondo me - per grandi linee corretta.
Sicuramente i grafici sono molto esplicativi. Prendete come punto di riferimento la curva rossa.
A 4000 giri una SV sviluppa 55Nm di coppia abbondanti. La hornet "solo" 47. C'è una bella differenza.
In cosa si traduce?
Dovete pensare che la moto "sviluppa" una certa forza (spinta) che la fa accelerare. Più la spinta è consistente e "condensata" e maggiore è l'accelerazione del veicolo.
Di fatto l'accelerazione da quei 4000 giri fino al massimo di coppia raggiungibile dalla SV è un po' più rapida rispetto alla Honda, ma ad un certo punto la Suzuki paga lo scotto dei 20cv in meno della Hornet.

Attenzione, qui non si sta facendo a chi ce l'ha più lungo.
Per la mia esperienza personale (scarsa ma sufficientemente significativa) a parità di cilindrata i bicilindrici hanno solo un leggero vantaggio nella prima accelerazione poi l'esuberanza della potenza del 4 si fa sentire.
A parità di potenza le prestazioni sono teoricamente identiche (per forza, la potenza massima è la stessa) ma si ravvisa semplicemente la maggiore accelerazione del 2 rispetto al 4 dovuta alla curva di coppia inizialmente più ripida.
D'altronte, quale motore è più scattante di un monocilindrico? A riprova del fatto che l'erogazione di coppia è molto diversa tra frazionamento e frazionamento e condiziona pesantemente l'accelerazione risultante.

Qual'è il migliore da usare per strada?
Secondo me si tratta semplicemente di gusti e di qualche differenza "caratteristica" del propulsore in sè.
Ad esempio a me piace molto avere una discreta spinta iniziale, mi piacciono le vibrazioni e il suono tipico del 2 cil.
Se dovessi cambiare con un 4 cilindri lo farei sicuramente per la linearità di erogazione anche dai bassissimi regimi e per il comfort generale di marcia.
 
9689998
9689998 Inviato: 16 Apr 2010 15:05
 

Io ho avuto sia un bicilidrico, che ora un 600 4.
Il motivo per cui a 50Km in 6°, a parità di cilidrata, un 4 è meglio di un 2, è, come ha già detto qualcuno, dovuto al fatto che il 2 strappa sotto.. in 6° per 1.000 - 1.500 giri e forse anche più è inutilizzabile.
la differenza il 2 la fa in mezzo, sia con le marce alte che ancora di più con le intermedie. 2°, 3° e 4°. che sono poi le marce utilizzate correttamente.
con le marce alte in quel frangente il 2 non esprime la sua superiorità, superiorità che emerge appena sotto i medi, e si perde in alto.
su strada un 4 che gira tra i 4.000 ed i 9.000 giri è molto facile... certi 2 in quel frangente non ti fanno rendere conto di quanto stai andando... oltre i 9.000 il 4 è senzaltro più adrenalinico e difficile da gestire.
 
9690216
9690216 Inviato: 16 Apr 2010 15:36
 

Quoto un po' tutti...

a proposito di tiro in basso ai medi e agli alti, la Z750 (io ne avevo una 2006) aveva una bella spinta consistente già dai 2000 giri e continuava a spingere forte fino alla zona rossa del contagiri, però io nell'uso quotidiano e sul bagnato (ma quanto ha piovuto quest'inverno???) mi sento più tranquillo con un motore fluido, ma poco energico ai regimi più bassi come il CBRF o l'Hornet 06 Honda.

Tornando alla domanda del Topic, ritengo che il 4 cilindri di media cilindrata sia più facile da guidare del 2 e difficilmente ti metta in situazioni difficili da gestire a meno che tu non gli tiri il collo, mentre per quanto riguarda le emozioni o l'efficacia in strada o su pista tutto dipende dai gusti personali e dal carattere della moto.

doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
9691431
9691431 Inviato: 16 Apr 2010 18:43
 

ciroferrara ha scritto:
Io ho avuto sia un bicilidrico, che ora un 600 4.
Il motivo per cui a 50Km in 6°, a parità di cilidrata, un 4 è meglio di un 2, è, come ha già detto qualcuno, dovuto al fatto che il 2 strappa sotto.. in 6° per 1.000 - 1.500 giri e forse anche più è inutilizzabile.
la differenza il 2 la fa in mezzo, sia con le marce alte che ancora di più con le intermedie. 2°, 3° e 4°. che sono poi le marce utilizzate correttamente.
con le marce alte in quel frangente il 2 non esprime la sua superiorità, superiorità che emerge appena sotto i medi, e si perde in alto.
su strada un 4 che gira tra i 4.000 ed i 9.000 giri è molto facile... certi 2 in quel frangente non ti fanno rendere conto di quanto stai andando... oltre i 9.000 il 4 è senzaltro più adrenalinico e difficile da gestire.


Qua cade proprio la mia domanda. Se parliamo di medi regimi il bicilindrico è senza dubbio più difficile da gestire, però se andiamo col 4 cilindri da 8.000 giri a salire penso che diventi più difficile di un bicilindrico, proprio perchè dagli 8.000 al limitatore il 4 è spaventosamente adrenalinico (anche con cavallaggi non esagerati). Quello che mi premeva sapere è quale delle 2 è più difficile andando forte e non in generale. Tutti voi avete fatto delle disamine ottime e dettagliate sulla differenze e le peculiarità d'entrambi, adesso sviluppiamo l'argomento premettendo che stiamo parlando di una guida col coltello fra i denti, quindi con il 4 in linea sempre in coppia e il bici pure. La discussione si fa veramente molto molto interessante!!! icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif doppio_lamp_naked.gif
 
9695589
9695589 Inviato: 17 Apr 2010 15:39
 

Non ho esperienza a sufficenza per risolvere il quesito quindi aspetto anch'io i pareri di chi ne sa di più, ma faccio notare che se si paragona un 2 cil. con un 4 della stessa cilindrata, gli alti regimi del 4, a parità di marcia inserita, comportano anche maggiori velocità e già questo lo fa sembrare più difficile da gestire su strada.
 
9696946
9696946 Inviato: 17 Apr 2010 20:10
 

Silas ha scritto:
........
Io che sono abituato al quadri, nella guida come dici tu col coltello frai denti in strada, se dovessi guidare un bicilindrico, penso che inizialmente, per abitudine, cercherei di quadrizzarlo icon_mrgreen.gif , cioè terrei una marcia alta in entrata per evitare l'odioso freno motore, e poi scalerei in curva per sfruttare la spinta del bicilindrico in uscita.

Poi scenderei e mi farei ridare subito la mia perché mi sarei già rotto le .... icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif


icon_rolleyes.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 5
Vai a pagina 12345  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumTecnica di Guida

Forums ©