Leggi il Topic


Indice del forumForum Moto d'EpocaForum Moto Guzzi d'epoca

   

Pagina 1 di 7
Vai a pagina 1234567  Successivo
 
Guzzi Airone Sport [impianto elettrico e collegamenti]
12758483
12758483 Inviato: 5 Dic 2011 0:19
Oggetto: Guzzi Airone Sport [impianto elettrico e collegamenti]
 

Ciao a tutti,
sono alle prese con il restauro di un Airone Sport del 1954 e mi sono piantato sulla dinamo (DN 19 GA 30/6 2000 D), in particolare sul regolatore di tensione. Le bobine di “minima” e di “massima” vanno, ma all’interno e’ avvenuto un corto circuito sulle spazzole che ha danneggiato gli isolanti di bachelite, la vite di bloccaggio, l’attacco della spazzola del positivo. Mi servirebbe l’esploso meccanico ed eventualmente la procedura di taratura ( la minima e’ un po’ alta a 6,5 e la massima stacca a 8,0 volt).
Sarei comunque grato anche solo di una foto del regolatore sano di qualcuno di voi che possiede un Airone, da’ li’ vedo di partire a ricostruirmi i pezzi. Per la taratura posso arrangiarmi.
Non voglio farmi un regolatore elettronico… e’ troppo facile, il bello e’ restaurare quello vecchio elettromeccanico.

Grazie in anticipo
Ezio
 
12761256
12761256 Inviato: 5 Dic 2011 19:31
Oggetto: dinamo guzzi airone
 

Salve a tutti.
Sono nuovo del sito. Sono appassionato di moto d'epoca. Possiedo una Guzzi Superalce,un
Nuovo falcone ed una V 35 Imola.
Ho un dubbio che vorrei qualcuno mi risolvesse.
Sulla Super Alce, così come sull'Airone, la spia rossa di carica si deve spengere dando gas, ma poi si deve riaccendere con il motore al minimo, o si accende solo a motore fermo e chiave inserita?.
A me una volta acceso il motore della Super Alce la spia si spenge, ma poi non si riaccende con il motore al minimo? E' un problema del regolatore di tensione? Eventualmente cosa fare?
Vi ringrazio se qualcuno vorrà rispondermi
 
12761487
12761487 Inviato: 5 Dic 2011 20:25
Oggetto: Re: dinamo guzzi airone
 

gigante55 ha scritto:
Salve a tutti.
Sono nuovo del sito.
Sulla Super Alce, così come sull'Airone, la spia rossa di carica si deve spengere dando gas, ma poi si deve riaccendere con il motore al minimo,
A me una volta acceso il motore della Super Alce la spia si spenge, ma poi non si riaccende con il motore al minimo? E' un problema del regolatore di tensione?


Ciao Gigante 55
Ben arrivato!!
Il funzionamento normale è il primo che hai descritto !!
Il secondo si potrebbe giustificare in due modi.....ho hai il minimo molto alto che permette ancora alla dinamo di caricare o un regolatore che essendo un pò sordastro ai bassi regimi permette alla dinamo di produrre corrente anche girando piano.....
In teoria la dinamo dovrebbe iniziare la carica attorno ai 2000 giri.....dipende dai tipi.... il rapporto fra giri motore e dinamo è di 1/1,3......fai le dovute considerazioni o con un contagiri o provando se anche al minimo da un pelino di corrente ....
Io non mi peroccuperei molto!!... Anzi!!!
Saluti
 
12761993
12761993 Inviato: 5 Dic 2011 22:00
 

Stessa cosa accaduta la Galletto 192 di un amico: la spia la minimo non si accendeva ( come dovrebbe ). Il vecchio elettrauto interpellato rispose: meglio! non toccarlo.
 
12763366
12763366 Inviato: 6 Dic 2011 10:35
Oggetto: Re: Guzzi Airone Sport [dinamo e regolatore di tensione]
 

aironez ha scritto:
Ciao a tutti,
sono alle prese con il restauro di un Airone Sport del 1954 e mi sono piantato sulla dinamo (DN 19 GA 30/6 2000 D), in particolare sul regolatore di tensione. Le bobine di “minima” e di “massima” vanno, ma all’interno e’ avvenuto un corto circuito sulle spazzole che ha danneggiato gli isolanti di bachelite, la vite di bloccaggio, l’attacco della spazzola del positivo. Mi servirebbe l’esploso meccanico ed eventualmente la procedura di taratura ( la minima e’ un po’ alta a 6,5 e la massima stacca a 8,0 volt).
Sarei comunque grato anche solo di una foto del regolatore sano di qualcuno di voi che possiede un Airone, da’ li’ vedo di partire a ricostruirmi i pezzi. Per la taratura posso arrangiarmi.
Non voglio farmi un regolatore elettronico… e’ troppo facile, il bello e’ restaurare quello vecchio elettromeccanico.

Grazie in anticipo
Ezio


Ciao Ezio
Non avendo l'esploso ti posto delle foto di una Marelli con regolatore simile al tuo....se ti può essere utile....
Ci aggiornerai anche tu con foto il procedere degli interessanti lavori e successiva taratura

Link a pagina di Tinypic.com
Link a pagina di Tinypic.com
Link a pagina di Tinypic.com
Link a pagina di Tinypic.com
Link a pagina di Tinypic.com

Saluti
 
12765358
12765358 Inviato: 6 Dic 2011 20:38
Oggetto: spia ricarica batteria
 

Scusate tutti ma non avendo letto le risposte che mi avete dato, ho aperto un nuovo topic con le stesse domande.
Precisando però, e la cosa mi preoccupa, che talora anche appena spento il motore e tenendo la chiave inserita, la spia non si riaccende. Se però sconnetto un attimo la batteria e poi la riattacco la spia si accende di nuovo. Non vorrei che il regolatore per qualche motivo non si sconnette e si ha una inversione di corrente dalla batteria alla dinamo, con il rischio di creare qualche danno.
Saluti a tutti
 
12765494
12765494 Inviato: 6 Dic 2011 21:06
 
 
12772293
12772293 Inviato: 9 Dic 2011 0:39
 

Grazie Alessandro,
delle foto della dinamo .. purtroppo e' un po' diversa dalla mia proprio nella parte che si e' danneggiata. Trovi que le foto della mia, e' il regolatore smontatto dalla carcassa della dinamo.


Link a pagina di I41.tinypic.com
Link a pagina di I43.tinypic.com
Link a pagina di I41.tinypic.com
Link a pagina di I44.tinypic.com

non so se i link sono giusti.

Questa e' una operazione da fare se si vuole verificare le tensioni di minima e di massima. Dopo aver smontato il regolatore si collega alle spazzole un alimentatore stabilizzato con la tensione di uscita regolabile tra 3 e 8-10 volts. Dopodiche' si collega in parallelo un tester digitale abbastanza preciso sulla scala dei 12 o 20 volt fondoscala.

alzando lentamente la tensione si vedra' la bobina di minima scattare intorno ai 6,3 - 6,5 e quella di massima tra 7,2-8,0 Volt. Sarebbe meglio evitare che la tensione di massima vada sopra i 7,5 Volt.
Quando la bobina di minima scatta la massa ed il positivodella dinamo vanno in parallelo alla batteria (in particolare e' la massa della dinamo che viene collegata alla batteria). Se la tensione di massima e' troppo alta la corrente che fluisce tra dinamo e batteria puo' far surriscaldare gli avvolgimenti della dinamo bruciandoli.
Per la taratura (credo che si debba riposizionare le lamelle dei contatti... ma qui ci vorrebbe qualcuno che lo ha gia' fatto... io sto provando
Ciao
Ezio
 
12774551
12774551 Inviato: 9 Dic 2011 20:17
Oggetto: Spia di ricarica
 

Caro gigante 55
Se non ti si accende la spia di ricarca potrebbe essere dovuto proprio alla bobina di minima che non si stacca quando fermi il motore. Prova a staccare il filo 51, se si accende e' quello.
Non provoca gravi inconvenienti tranne scaricarti la batteria ... Metti un amperometro da 10 amper in serie al positivo e negativo.. Se hai tutto spento e passa corrente vuol dire che hai delle perdite e gli avvolgimenti della dinamo e delle bobine ti scaricano la batteria.
Ciao
Ezio
 
12776183
12776183 Inviato: 10 Dic 2011 10:07
 
 
12776192
12776192 Inviato: 10 Dic 2011 10:17
 
 
12779450
12779450 Inviato: 11 Dic 2011 12:23
 

Grazie Alessandro,
Cerco della bakelite e mi metto al lavoro. Vi faccio sapere per la taratura sia statica a banco che dinamica facendo girare la dinamo.... Vediamo come variano le tensioni cambiando anche carico.
Ciao
Ezio
 
12862673
12862673 Inviato: 5 Gen 2012 17:12
 

Caro Alessandro,
come promesso vi racconto il restauro della dinamo (DN 19 GA 30/6 2000 D) di un Airone Sport del 1954. Grazie alle foto di Alessandro ho recuperato dei vecchi fogli di bachelite da 0,5 mm e da 2 mm ed ho ricostruito il blocco di supporto dei contatti (vedi foto). Dopodiche’ sono passato alla taratura del complesso regolatore che si compone di due bobine una di “minima” ed una di “massima”.
La bobina di “minima” e’ in realta’ un solenoide che muove un contatto quando la tensione generata dalla dinamo raggiunge un valore tale da cominciare a caricare la batteria (in questo caso 6,3 Volt per la batteria al piombo dell’Airone). Quando tale solenoide scatta (tipicamente il motore gira sui 1200-1500 giri) si spegne la luce spia sul faro di funzionamento a batteria ed inizia a fluire corrente dalla dinamo alla batteria, prima la tensione e’ piu’ bassa e l’uscita della dinamo e’ scollegata dall’impianto elettrico.
La bobina di “massima” e’ un soleonoide che invece apre un contatto che riduce la corrente di eccitazione della bobina in modo da tenere la tensione di carica della batteria sotto un valore massimo che e’ di 7,5 Volt per l’Airone. Tale valore e’ critico perche’ se la tensione sale troppo la corrente che scorre negli avvolgimenti della dinamo puo’ essere tale da bruciarla, specie se la batteria risulta scarica.

La taratura puo’ essere fatta in molti modi, quello che descrivero nel seguito mi e’ sembrato il piu’ accurato e realizzabile senza grosse attrezzature.

Taratura Statica
Per prima cosa si smonta la dinamo e si separa il regolatore dal rotore e dagli avvolgimenti di eccitazione. A banco di usa un alimentatore con tensione regolabile tra 3 e 10 Volt collegato alle spazzole (una delle due e’ a massa). In parallelo si collega un tester elettronico come misuratore di tensione. Variando a passi di 0,3 Volt si fa salire la tensione. Arrivati intorno a 6-6,3 Volt si dovrebbe vedere commutare la bobina di “minima” (quella a destra nella foto), salendo ancora verso 7,5-8,0 Volt dovrebbe commutare quella di “massima” (a sinistra). Essendo il regolatore a vuoto senza carico i valori di soglia sono piu’ alti di quelli nominali.

Se i valori di commutazione non sono quelli sopra cominciano i dolori. In particolare se le ancorette dei solenoidi non si muovono del tutto significa che ci sono dei fili interrotti o addirittura il solenoide potrebbe essere fuso. Bisogna andare a controllare la continuita’ dei fili e riavvolgere tutto con lo stesso tipo di filo di rame…. Si trova ma non e’ un lavoro semplice.

Se le ancorette commutano ma le soglie di tensione sono sbagliate bisogna procedere aalla taratura. Ci sono vari punti dove intervenire:
Bobina di “minima”:
a) Per prima cosa pulire i contatti sia con spray (uso il G20) o con della carta vetro da 600.
b) Smontare le due vitine sopra l’ancoretta si vedra’ che allentandole l’ancoretta scorre di circa 1-1,5mm in avanti od indietro. Avvicinandola al solenoide ed allungandola la tensione diminuisce, avvicinandola all’armatura la tensione sale … attenzione che ad un certo punto la ancoretta si blocca. Gli spostamenti devono essere di qualche decimo di millimetro.
c) Si puo’ anche piegare (di poco) le mollette dei contatti recuperando l’usura degli anni … e’ una operazione delicata.
Bobina di “massima”:
d) Per prima cosa pulire i contatti sia con spray (uso il G20) o con della carta vetro da 600.
e) Esiste su alcuni modelli una ulteriore vitina che agisce sulla molletta di recupero della ancoretta e permette di fare la taratura abbastanza bene, altrimenti procedere come prima.
f) Smontare le due vitine sopra l’ancoretta si vedra’ che allentandole l’ancoretta scorre di circa 1-1,5mm in avanti od indietro. Avvicinandola al solenoide ed allungandola la tensione diminuisce, avvicinandola all’armatura la tensione sale … attenzione che ad un certo punto la ancoretta si blocca. Gli spostamenti devono essere di qualche decimo di millimetro.
g) Si puo’ anche piegare (di poco) le mollette dei contatti recuperando l’usura degli anni … e’ una operazione delicata.

Fatta la taratura statica si passa a quella dinamica:
Si rimonta la dinamo completamente senza coperchio e si attaccano due fili alle uscite della dinamo (51 e 61). Si collega il tester a queste uscite.
Collegare l’alimentatore (6V max 2 Amper) alle spazzole della dinamo rispettando la polarita’ e se tutto funziona correttamente questa deve cominciare a girare lentamente.
Dopodiche’ usare un trapano che arrivi almeno a 2000 giri collegato all’albero della dinamo con una chiave a bussola da 14 ed un adattatore per chiave a bussola da avvitatore. Adesso la tensione la da’ la dinamo girando con il trapano e non serve piu’ l’alimentatore.
Collegare il tester tra massa e 61 e cominciare a far girare il trapano.
a) si vedra’ la tensione salire con il numero di giri ( se si possiede un trapano con il contagiri e’ perfetto) e si vedra’ prima scattare la bobina di “minima” e poi quella di “massima” su dei valori di soglia circa mezzo Volt piu’ bassi rispetto alla taratura statica.
b) Controllare che al massimo dei giri la tensione non salga troppo oltre i valori di taratura della bobina di massima.
c) Poi si attacca il tester tra massa e 51 e si vede che funzioni la bobina di “minima”. A basso numero di giri si leggera’ zero, superando i 1000 giri la bobina scatta e collega il 51 alla spazzola pertanto si comincera’ a vedere la tensione di uscita a partire da circa 6 Volt.
Arrivati a questo punto ci siamo … il tutto funziona si puo’ chiudere il coperchio del regolatore e montare sulla moto. Se sbaglaite i fili 51 con il 61 si puo’ accorgersene perche’ non si accende la lampada spia.

Se a dinamo non gira, la tensione e’ bassa nonostante la taratura statica sia stata fatta a regola d’arte, significa che ci sono problemi al rotore alle spazzole o all’avvolgimento di eccitazione … e sono dolori.

Ciao
Ezio

Link a pagina di Tinypic.com
Link a pagina di Tinypic.com
Link a pagina di Tinypic.com
Link a pagina di Tinypic.com
 
12864321
12864321 Inviato: 5 Gen 2012 23:55
 

Ciao Aironez
Bellissima spiegazione !!! non vedo l'ora di provare GRAZIE !!!!
Ho qualche perplessità con il risultato che ottieni nella prova dinamica collegando il tester fra 61 e massa........
Saluti
 
12866826
12866826 Inviato: 6 Gen 2012 22:03
 

Alessandro,
se hai bisogno di qualche chiarimento ulteriore fammi sapere. Il 61 e' collegato direttamente alla spazzola e finche' la tensione e' bassa fluisce corrente dalla batteria alla dinamo attraverso la lampada spia.
La dinamo ha un comportamento non lineare, nel senso che fino a a 700-800 giri la tensione si tiene bassa e quindi la lampada spia e' accesa, poi sale rapidamente e fa scattare la bobina di minima facendo spegnere la lampada spia e collegando la spazzola al 51 cioe' alla batteria direttamente.
Sarebbe bellissimo avere le curve (tensione corrente) di progetto della Marelli ... ho cercato in rete ed ai mercatini (Imola-Novegro) ma non ho trovato nulla di questo livello tecnico.
Oggi ho rimontato dinamo, carter, volano e carburatore. domani spero di avviare il mostro con un serbatoio di benzina di recupero. Il suo originale ha dentro qualche chilo di ruggine.

speriamo bene
Ciao
Ezio
 
12867074
12867074 Inviato: 6 Gen 2012 23:19
 

Ciao Ezio
Grazie, così ho capito meglio !!!
Per il serbatoio con pazienza la ruggine si stacca e poi con i prodotti moderni fai un serbatoio OK!!
Per staccare la ruggine il metodo grossolano per me più idoneo è farlo girare con dentro una catenella !! Alcuni consigliano dei dadi e bulloni o pimbi da caccia.
Ti invio un MP
Saluti
 
12872387
12872387 Inviato: 8 Gen 2012 17:24
 

aironez ha scritto:
Alessandro,
Il suo originale ha dentro qualche chilo di ruggine.



La + grossa sono d'accordo con Alessandro la puoi levare mettendo dei pezzi di catena tenuti da un filo per recuperarli, poi con una aspirapolvere tiri su la polvere che si è staccata.
Come secondo passo, ti suggerisco di metterci dell' acido muriatico con concentrazione minima del35% da fare esclusivamente all'aperto per via dei fumi ( ovviamente nocivi per la salute ).
 
12873394
12873394 Inviato: 8 Gen 2012 22:07
 

Alessandro,
si anche io uso una catena inox, pero' darci una passata a secco non lo avevo ancora fatto e mi sembra una buona idea.

Poi di solito uso i seguenti passi:

a) pulizia con catenella + solvente alla nitro (1 litro)
b) sbattimento con catenella e fosfatante (2 litri).
c) lavaggio con acqua.
d) fissaggio della ruggine con Fertan (e' un convertitore tanninico) per una settimana.
e) lavaggio con acqua.
d) lavaggio con alcool
e) asciugatura
f) resinatura con i soliti prodotti in circolazione.

hai consigli

Ciao
Ezio
 
12873473
12873473 Inviato: 8 Gen 2012 22:21
 
 
12873700
12873700 Inviato: 8 Gen 2012 23:08
 

aironez ha scritto:
Alessandro,
si anche io uso una catena inox, pero' darci una passata a secco non lo avevo ancora fatto e mi sembra una buona idea.

Poi di solito uso i seguenti passi:

a) pulizia con catenella + solvente alla nitro (1 litro)
b) sbattimento con catenella e fosfatante (2 litri).
c) lavaggio con acqua.
d) fissaggio della ruggine con Fertan (e' un convertitore tanninico) per una settimana.
e) lavaggio con acqua.
d) lavaggio con alcool
e) asciugatura
f) resinatura con i soliti prodotti in circolazione.

hai consigli

Ciao
Ezio

Ciao Aironez
Ha ragione Gippi....rientriamo nei ranghi!!
Ti ho mandato un MP ieri.........clicca sulla bustina che traballa e lampeggia !!
Saluti
 
12900124
12900124 Inviato: 16 Gen 2012 19:36
 

Saluti a tutti,
riguardo il regolatore di tensione, leggendo la bella recensione di Aironez, c'è da
specificare, oltre la tensione di chiusura contatto dell'interrutore di minima (circa
6.5V), anche la tensione di apertura dello stesso contato, circa 5.5V.
Su un regolatore, non è correttamente tarato, può succedere che il contatto di minima
chiuda intorno ai 6.5V e riapra a tensione troppo bassa es. 3V.
In questo caso, la lampadina spia sul fanale (61), si spegne appena il motore accelera,
ma non si accende più contribuendo alla scarica parziale della batteria verso la
dinamo.
Nei casi peggiori, quando la lampadina spia non si accende neanche a motore spento,
la corrente che circola attraverso l'indotto della dinamo, specie se la bateria è efficiente
e carica, è elevata, può creare danni all'impianto elettrico (sezione fili non ben
adeguata o fusibile bateria di valore troppo grosso) o surriscaldare l'avvolgimento
interessato dell'indotto (la bobina di campo della dinamo è più resistente).
Stessa cosa, può succedere invertendo i collegamenti dinamo, portare il positivo
batteria (51) sul 61 dinamo.
Per quanto riguarda l'interruttore di massima, la tensione di apertura contatto, deve
essere tarata non a vuoto, collegare alla dinamo un piccolo carico, basta anche una lampadina da 6V 3-5W (quelle usate per le luci di posizione), il motivo è questo:
L'interruttore di massima, quando arriva alla tensione di circa 7.5V si apre levando
l'alimentazione alla bobina di campo (eccitazione dinamo), in questo momento la dinamo
non dà più corrente e l'interruttore si richiude e così via. Questa condizione si verifica
centinaia di volte in un secondo (in elettronica viene chiamato switching).
Questa situazione di chisura e apertura contatto, genera una tensione/disturbo a bassissima corrente che si somma a quella generata dalla dinamo, sfalsando la lettura
con un volmetro rispetto la tensione reale.
Attenzione a quando i regolatori hanno i contatti troppo usurati o sono stati manomessi ,
i contati radrizzati a lima e carta vetrata poi, spesso perdono la parallelicità (specie sul
contatto di max tensione) e daranno problemi in futuro.
Spostare l'ancoretta rispetto la posizione impostata dalla fabbrica o gli spessori tra ancoreta e telaio, significa cambiare l'isteresi, specie su quello di minima; Anzichè chiudere/aprire con tensione </= 1V, può diventare di 3-4V.
Il regolatore è da considerare guasto.
I regolatori elettronici, se ben progettati (non è deto sia tanto facile a farli bene), sono
oggi da considerarsi migliori e si possono installare come l'originale sotto il coperchio
della dinamo.
Per informazione:
Sulle Guzzi 250/500, la spia dinamo sul faro deve accendersi quando il motore è o ritorna al minimo.
 
12946316
12946316 Inviato: 30 Gen 2012 10:11
 

Saluti a tutti e un ringraziamento particolare ad aironez per la sua guida: mi ha permesso di mettere a punto il regolatore della dinamo del mio Airone che aveva starato l'interrutore di minima (quello di massima invece era ok). Si chiudeva a 5 volt e si apriva a 4,5 con il risultato che la batteria si scaricava sulla dinamo specialmente quando girava ai bassi regimi...adesso invece è tutto a posto: con il motore al minimo si accende la spia salvando la carica della batteria.
Io, però, per regolare la tensione dell'interrurore di minima ho agito in modo diverso da aironez: spostando avanti e indietro l'ancoretta come suggerito nella guida non riuscivo a trovare il punto giusto...o la tensione di chiusura contatti era troppo bassa (4.5 - 5 v), oppure era troppo alta (6.5 - 7 v).
Allora ho provato ad agire sulla linguetta di appoggio della molletta dell'ancoretta (quella indicata dalla freccia nella foto sotto presa in prestito dal post di alessandro1352):

immagini visibili ai soli utenti registrati



se la tensione di chiusura bobina di minima è bassa, allontanando leggermente la linguetta dal telaio si carica di più la molletta dell'ancoretta che quindi oppone più resistenza al magnete della bobina che lo attira alzando di fatto la tensione di commutazione, viceversa se si avvicina la linguetta al telaio si toglie carico alla molletta, oppone meno resistenza alla bobina che lo attira e quindi si abbassa la tensione di commutazione. Gli spostamenti devono essere molto piccoli, nell'ordine dei decimi di millimetro, ma la regolazione così effettuata risulta molto più agevole e precisa e soprattutto non si altera il differenziale tra tensione di apertura e chiusura della bobina di minima.

Inoltre tutta l'operazione sono riuscito a farla senza smontare la dinamo dalla moto e senza togliere il regolatore dalla dinamo stessa: ho solo scollegato un capo dell'avvolgimento statore e sollevato i carboncini dall'indotto. Questo per far sì che la corrente dell'alimentatore necessario per fare la regolazione non incontrasse nessuna resistenza da parte degli avvolgimenti.
Saluti
Daniele
 
12946467
12946467 Inviato: 30 Gen 2012 11:06
 

Il modo corretto per tarare l'interruttore di minima del regolatore, è agire su quel
lamierino, come hai fatto.
Agire sull'ancoretta, significa starare il regolatore; spostare l'ancoreta avanti o
indietro è aumentare o ridurre l'isteresi tra apertura/chiusura contatti.
Inoltre, ti consiglio di fare una verifica con un volmetro, del corretto funzionamento
della dinamo in funzione. Con l'alimentatore, puoi fare delle verifiche in linea di massima, devi vedere in pratica, a dinamo montata o fatta girare con un (es.) trapano, se tutto corrisponde.
 
12946565
12946565 Inviato: 30 Gen 2012 11:38
 

luciano16 ha scritto:

...Inoltre, ti consiglio di fare una verifica con un volmetro, del corretto funzionamento
della dinamo in funzione...

per la regolazione ho collegato ovviamente il tester per verificare a che voltaggio avveniva l'effettiva chiusura dei contatti dell'interrutore di minima e il conseguente passaggio di corrente al polo 51 della batteria.
luciano16 ha scritto:
...devi vedere in pratica, a dinamo montata o fatta girare con un (es.) trapano, se tutto corrisponde...

Questa verifica l'avevo fatta qualche tempo fa con la strumentazione e sempre a dinamo montata ed è proprio in quella occasione che avevo verificato il non corretto funzionamento dell'interrutore di minima che mi faceva scaricare velocemente la batteria....pensavo di doverla smontare e mandare da qualche elettrauto "di vecchio stampo" (a trovarne uno, pero!) per farla sistemare, ma leggendo questa discussione penso di essere riuscito a ripristinare il corretto funzionamento. Lo smontaggio lo tengo proprio come ultima ratio nel caso, dopo averla usata un pò, dovesse risultare non ancora a punto.
 
12946614
12946614 Inviato: 30 Gen 2012 11:51
 

...fai bene Girodan,
se si può evitare di smontare la dinamo è meglio.
Solo nei casi dove la manutenzione è generale, sei obbligato a "tirarla giù".
Come avrai già fatto, controllare la tensione max (interrutore di massima)
che deve essere rilevata con dinamo in funzione sotto carico (anche non max),
per i motivi che ho descritto precedentemente in altro post.
 
12946827
12946827 Inviato: 30 Gen 2012 12:49
 

luciano16 ha scritto:
...Come avrai già fatto, controllare la tensione max (interrutore di massima)
che deve essere rilevata con dinamo in funzione sotto carico...

Si certo...lo feci come prima cosa quando mi accorsi che la batteria si scaricava durante l'uso della moto...l'interrutore di massima è stato facile, visto che si pùo agire sulla vite di regolazione..l'intuizione per sistemare querllo di minima me l'ha data questa discussione.
Ciao.

P.S.

Già che ci sono vi chiedo se per caso sapete dove trovare i morsetti 51 e 61 del coperchio dinamo, visto che i miei non sono in buone condizioni e vorrei cambiarli.
 
12947535
12947535 Inviato: 30 Gen 2012 15:47
 

Cambiare i morsetti 51, 61 non è facile, inquanto, sono fissati sul supporto
isolante come rivetti. Se è il grano in ottone puoi sostituirlo o, se possibile,
aggiustarlo, per la vite femmina, devi cercare di utilizzare le originali.
Sono molto rovinati i tuoi morsetti?
 
12947968
12947968 Inviato: 30 Gen 2012 17:51
 

Praticamente si é quasi staccato l'isolante e per timore di contatti accidentali ho collegato i fili internamente al coperchio con 2 mammuth. Vorrei ripristinare però i suoi, ma non saprei dove trovarli...ho visto che il loro fissaggi è simile a quello dei rivetti, ma sr li trovo contavo di riuscire in qualche modo a montarli. Li ho cercati anche ai mercatini, ma nisba...
 
12948039
12948039 Inviato: 30 Gen 2012 18:16
 

Se il morsetto non è traballante, puoi provare a isolarlo con un pezzo di tubetto
sterlig, se li fai rifare con il tornio, devi sempre rivettarli e isolarli.
Forse, in qualche mercatino puoi trovare il coperchietto con i morsetti ok.
 
12948122
12948122 Inviato: 30 Gen 2012 18:39
 

luciano16 ha scritto:
...Forse, in qualche mercatino puoi trovare il coperchietto con i morsetti ok.

Purtroppo i suoi sono molto traballanti... icon_confused.gif in effetti su un mercatino un coperchio l'avevo trovato in condizioni discrete, ma il venditore mi sparò 60 euro icon_eek.gif !! Speravo che qualcuno li replicasse in qualche modo ma se non si trovano in giro credo che chiederò ad un'amico che ha il tornio di farmeli partendo dal tondino di ottone...grazie comunque.

Ultima modifica di girodan il 30 Gen 2012 18:55, modificato 2 volte in totale
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 7
Vai a pagina 1234567  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Moto d'EpocaForum Moto Guzzi d'epoca

Forums ©