Leggi il Topic


Indice del forumTecnica di Guida

   

Pagina 3 di 8
Vai a pagina Precedente  12345678  Successivo
 
Utilizzo del freno posteriore [consigli]
1227494
1227494 Inviato: 23 Feb 2007 17:44
 



Efams ha scritto:
Ma come fate? Io in staccata continuo a scalare finche non sono in ingresso con una marcia che mi permetta di stare sugli 8mila giri... E se solo provo a toccare il posteriore la ruota comincia a saltellare o a bloccarsi...
Cioè alla fin fine credo che usare bene il freno motore sia la stessa cosa...
In curva se vedo che sto allargando troppo al massimo chiudo un pò il gas...
Forse sbaglio però quando tiro non lo uso mai praticamente

Poi in situazioni di bagnato o scarsa aderenza lo uso eccome icon_lol.gif


Chiudendo il gas rischi di squilibrare ulteriormente la moto, toccare il freno posteriore invece la rallenta e stabilizza... prova!!!
 
1227547
1227547 Inviato: 23 Feb 2007 17:59
 

Credo ke appena tiri un po' e usi il freno dietro e la moto comincia a scomporsi e si blocca la ruota, lo usi un po' troppo pesantemente.. icon_twisted.gif
 
1227636
1227636 Inviato: 23 Feb 2007 18:19
 

ovviamente se nn lo si tocca delicatamente il freno posteriore, la moto può cominiciare a scomporsi molto.. però può anche essere molto utile se dosato bene... icon_wink.gif
 
1229818
1229818 Inviato: 24 Feb 2007 0:51
 

Bene lo hai voluto tu... icon_biggrin.gif
Partiamo da zero quando si frena, si esercita una forza sulla ruota attraverso il disco e questa si bloccherà o rallenterà a seconda della forza che imprimiamo sul disco.
Il bloccare o rallentare la ruota dipenderà esclusivamente dall’attrito fra gomma e terreno.
Se la forza frenate che applichiamo sarà uguale o maggiore all’attrito la la ruota si blocca, se minore la ruota rallenterà.
Adesso bisogna fare alcune precisazioni:
1. l’attrito, esso è uguale al prodotto tra coefficiente (che è dato dai due materiali in questo caso gomma e asfalto) per il peso quindi maggiore è il peso e maggiore sarà l’attrito;
2. l’inerzia (in assenza di sollecitazioni un corpo tenderà a mantenere il suo stato sia esso di quiete che di moto);
3. il baricentro di un corpo è il punto di applicazione del vettore forza peso, ma a sua volta anche quello di applicazione dell’inerzia che sarà tanto maggiore quanto maggiore è la massa (il peso) del corpo.

Adesso cerchiamo di vedere come tutto questo si applica sulla nostra moto.
Se freniamo con il posteriore (rallentiamo senza bloccare quindi attrito maggiore della forza freno):
la forza che applichiamo sul freno eserciterà una forza che attraverso il sistema frenante la ruota il mozzo stesso si scaricherà a terra tramite l’attrito della gomma ed otterremo una forza contraria al senso di marcia e con punto di applicazione il punto di contatto tra gomma e asfalto.
L’applicazione di questa forza genererà una forza uguale e contraria, quindi in direzione di marcia (inerzia) che avrà punto di applicazione il baricentro della moto.
Queste due forze avendo punti di applicazione diversi creeranno un momento torcente (attraverso il telaio) con il risultato di un aumento del carico sulla ruota anteriore e una diminuzione di carico su quella posteriore e una diminuzione del peso comporterà una riduzione dell’attrito, ed è per questo che è necessario saper dosare la frenata.
Altra considerazione da fare è che il punto di applicazione della forza di reazione (inerzia) è più avanzata rispetto alla forza frenante in questo modo le forze tendono a stabilizzare la moto…..
Esatto la forza freno tira da dietro mentre la forza di reazione (l’inerzia) tira “d’avanti” e la moto è più stabile tendendo a riallinearsi al senso di marcia.

Se freniamo con l’anteriore (anche qui, rallentiamo senza bloccare quindi attrito maggiore della forza freno):
la forza che applichiamo sul freno eserciterà una forza che attraverso il sistema frenante la ruota il mozzo stesso si scaricherà a terra tramite l’attrito della gomma ed otterremo una forza contraria al senso di marcia e con punto di applicazione il punto di contatto tra gomma questa volta anteriore e asfalto.
L’applicazione di questa forza genererà una forza uguale e contraria, quindi in direzione di marcia (inerzia) che avrà punto di applicazione il baricentro della moto.
Queste due forze avendo punti di applicazione diversi creeranno un momento torcente (attraverso la forcella e il telaio) con il risultato di un aumento del carico sulla ruota anteriore e un aumento dell’attrito, quindi più freniamo e più possiamo frenare, quindi minor necessità di modulare la frenata.
Cos’altro cambia rispetto alla frenata con il posteriore? Questa volta è la forza frenante ad essere più avanzata rispetto a quella di reazione (inerzia) quindi le due forza tenderanno a schiacciare il telaio/forcella…….. ci siete? Esatto fra queste due forze abbiamo una cerniera il canotto dello sterzo, il telaio ha la possibilità di ruotare su questa cerniera. Normalmente fortunatamente non succede in quanto durante la marcia la moto sta sempre allineata e di conseguenza anche le due forze sono allineate, inoltre la ruota posteriore dovrebbe andare di lato strisciando lateralmente cosa che non è possibile se la ruota sta girando, in più noi dovremmo ruotare il manubrio cosa che non viene fatta in quanto il nostro corpo stesso viene spinto in avanti (inerzia) e fa in modo che facciamo forza sul manubrio con entrambe la braccia.
Detto questo io cerco di usare sempre il freno posteriore per cercare di applicare quella forza che arretrata rispetto all’inerzia tende a stabilizzare la moto, oltre a diminuire gli spazzi d’arresto.
Naturalmente dosandolo altrimenti si ha l’effetto opposto possibile rotazione sul canotto dello sterzo. Tradotto c.u.l.o per terra e ciò non è bene.
Saro stato chiaro? Fatemi sapere.
Questo in linea generale con carico ben bilanciato fra i due assi e con condizioni di aderenza ottimali (asfalto asciutto), poi si possono studiare gli effetti in condizioni limite per esempio in curva, in leggera piega o al limite, con un carico che modifica il bilanciamento, con asfalto bagnato o sterrato.
Se vi và possiamo vedere insieme.
Ciao.
 
1229842
1229842 Inviato: 24 Feb 2007 0:57
 

icon_eek.gif icon_eek.gif icon_eek.gif icon_eek.gif icon_eek.gif wooooow!!!! ma cosa studi?
comunque sei stato davvero molto esauriente... complimenti..
mi sono solo perso qualche passaggio ma forse è xk nn è proprio l'ora adatta per leggere attentamente.. domani con calma rileggo meglio tutto..!!
grazie ancora!!!!!! icon_wink.gif
 
1229869
1229869 Inviato: 24 Feb 2007 1:05
 

Hai solo sbagliato in una cosa tu250... quando freni forte con l'anteriore capita spesso che la moto ruoti attorno al cannotto e la gomma, quasi del tutto alzata da terra, oltre che girare, strisci anche lateralmente...
Se la fai bene si chiama derapata in ingresso curva... se ti capita per sbaglio come succede a me si chiama sbandata del cavolo con conseguente riempimento delle mutande icon_lol.gif
 
1229991
1229991 Inviato: 24 Feb 2007 2:17
 

Miscia ha scritto:
Hai solo sbagliato in una cosa tu250... quando freni forte con l'anteriore capita spesso che la moto ruoti attorno al cannotto e la gomma, quasi del tutto alzata da terra, oltre che girare, strisci anche lateralmente...
Se la fai bene si chiama derapata in ingresso curva... se ti capita per sbaglio come succede a me si chiama sbandata del cavolo con conseguente riempimento delle mutande icon_lol.gif


Si ma no penso di aver sbagliato non ho affrontato la situazione.
La manovra alleggerita in quanto bloccando la ruota posteriore diminuisce l'attrito trasversale.
comunque questa manovra viene controllata da te facendo leva con li corpo sulla sella, con le braccia sul manubrio, inclinando la moto all'interno e sei tu che impedisci al retro di superare un certo limite di derapata se non sgbaglio è anche necessario controsterzare ma tutto molto molto poco.

comunque anche se so cosa sta succedendo in questo tipo di manovra di sicuro non credo di saperla eseguire, poi con il mio sistema frenante e la distribuzione dei pesi più sul posteriore non accade proprio ameno che non inchido con il posteriore.
Ci sono molti fattori e cosa più importante ci vogliono sensibilità ed equilibrio.
 
1230228
1230228 Inviato: 24 Feb 2007 10:53
 

Demi ha scritto:
Efams ha scritto:
Ma come fate? Io in staccata continuo a scalare finche non sono in ingresso con una marcia che mi permetta di stare sugli 8mila giri... E se solo provo a toccare il posteriore la ruota comincia a saltellare o a bloccarsi...
Cioè alla fin fine credo che usare bene il freno motore sia la stessa cosa...
In curva se vedo che sto allargando troppo al massimo chiudo un pò il gas...
Forse sbaglio però quando tiro non lo uso mai praticamente

Poi in situazioni di bagnato o scarsa aderenza lo uso eccome icon_lol.gif


Chiudendo il gas rischi di squilibrare ulteriormente la moto, toccare il freno posteriore invece la rallenta e stabilizza... prova!!!


Si infatti pensavo ad una cosa del genere... in quanto la ruota molto difficilmente si blocca per l'azione del motore...
Però in staccata sbandiera se lo tocco a malapena... in percorrenza penso proprio che sia come dici tu...
Non credo di non essere sensibile (faccio enduro)
 
1230347
1230347 Inviato: 24 Feb 2007 11:58
 

tu250 ha scritto:
Miscia ha scritto:
Hai solo sbagliato in una cosa tu250... quando freni forte con l'anteriore capita spesso che la moto ruoti attorno al cannotto e la gomma, quasi del tutto alzata da terra, oltre che girare, strisci anche lateralmente...
Se la fai bene si chiama derapata in ingresso curva... se ti capita per sbaglio come succede a me si chiama sbandata del cavolo con conseguente riempimento delle mutande icon_lol.gif


Si ma no penso di aver sbagliato non ho affrontato la situazione.
La manovra alleggerita in quanto bloccando la ruota posteriore diminuisce l'attrito trasversale.
comunque questa manovra viene controllata da te facendo leva con li corpo sulla sella, con le braccia sul manubrio, inclinando la moto all'interno e sei tu che impedisci al retro di superare un certo limite di derapata se non sgbaglio è anche necessario controsterzare ma tutto molto molto poco.

comunque anche se so cosa sta succedendo in questo tipo di manovra di sicuro non credo di saperla eseguire, poi con il mio sistema frenante e la distribuzione dei pesi più sul posteriore non accade proprio ameno che non inchido con il posteriore.
Ci sono molti fattori e cosa più importante ci vogliono sensibilità ed equilibrio.


Ho detto sbagliato perchè hai scritto che la moto rimane allineata in quanto la ruota non può scivolare lateralmente fintanto che gira e, di nuovo in questo post hai scritto che la ruota deve essere bloccata. E' qua l'errore, tu stai facendo un discorso ideale ma che non vale nella realtà. Nella realtà la ruota continua a ruotare ma nello stesso tempo comincia a scivolare lateralmente senza però bloccarsi. Non c'è una distinzione netta tra attrito volvente e radente ma sono presenti entrambi.
Per quanto riguarda il controsterzo, non si effettua assolutamente in staccata, piuttosto quando il retrotreno della moto parte diciamo che si tende a mantenere per più tempo la ruota davanti dritta per poi scendere in piega più dolcemente per evitare che le ruot si riallineino di colpo disarcionando il pilota. L'unico controsterzo che si fa in moto è quello per inserire la moto, o farla piegare, proprio nella direzione opposta, però in questo caso si controsterza ma la ruota si gira dalla parte della curva e non dalla parte opposta come nelle auto.
 
1237995
1237995 Inviato: 26 Feb 2007 1:24
 

Secondo me una toccatina ogni tanto sul freno posteriore..
 
1238506
1238506 Inviato: 26 Feb 2007 11:41
 

Miscia!!!!! icon_mad.gif

Ma devo per forza di cose aver sbagliatpo qualcosa? icon_eek.gif

secondo me non hai letto con attenzione. icon_twisted.gif
 
1238955
1238955 Inviato: 26 Feb 2007 13:43
 

tu250 ha scritto:
Miscia!!!!! icon_mad.gif

Ma devo per forza di cose aver sbagliatpo qualcosa? icon_eek.gif

secondo me non hai letto con attenzione. icon_twisted.gif


No ho letto con attenzione e non hai sbagliato nulla, hai solo scritto un'inesattezza ecco. La ruota posteriore può uscire dall'allineamento con quella anteriore anche senza bloccarsi, tutto qua icon_smile.gif
 
1244236
1244236 Inviato: 27 Feb 2007 14:48
 

io lo uso sempre la frenata la accompagno anche con il freno posteriore mi sembra di controllare meglio la moto, questa domenica invece ho fatto la fesseria di andarci troppo pesante, risultato sbacchettata del posteriore in ingresso curva per fortuna strada libera! il fatto è ke anche se sei abituato ad usare il freno posteriore e un attimo sbagliare! forse è meglio proprio dimenticarsi ke esiste!!!
 
1248735
1248735 Inviato: 28 Feb 2007 13:09
 

Miscia ha scritto:
tu250 ha scritto:
Miscia!!!!! icon_mad.gif

Ma devo per forza di cose aver sbagliatpo qualcosa? icon_eek.gif

secondo me non hai letto con attenzione. icon_twisted.gif


No ho letto con attenzione e non hai sbagliato nulla, hai solo scritto un'inesattezza ecco. La ruota posteriore può uscire dall'allineamento con quella anteriore anche senza bloccarsi, tutto qua icon_smile.gif


icon_redface.gif icon_wink.gif
pallam e non ci capam.
Non ho mai detto il contrario, ho solo detto che frenare con il posteriore tende ad riallineare non che obbliga l'allineamento.
Senza contare che queste di cui stiamo parlando non sono gli unici fattori di equilibrio ne tanto meno le uniche forze in gioco.
 
1250575
1250575 Inviato: 28 Feb 2007 18:47
 

il freno posteriore nelle moto con frizione antisaltellamento è quasi d'obbligo usarlo.....prima lo si poteva usare in curva per una correzione o uscendo di curva, controllando la potenza della moto(roba di fino)....oppure pelandolo sul bagnato aiutando l' anteriore...con la frizione ant.saltellamento è un gioco....fa (quasi )tutto lei.....ci sarebbe troppo da dire su quest' ultima icon_wink.gif icon_wink.gif icon_wink.gif icon_wink.gif
 
1309968
1309968 Inviato: 13 Mar 2007 18:49
 

Efams ha scritto:

Si infatti pensavo ad una cosa del genere... in quanto la ruota molto difficilmente si blocca per l'azione del motore...


dipende dal motore ...su un bicilindrico senza antisaltellamento non è così remoto che una marcia di troppo inchiodi la ruota dietro ... anche su un mono di cubatura sostanziosa... icon_wink.gif
 
1313062
1313062 Inviato: 14 Mar 2007 12:39
 

Vorrei precisare che se sei in curva e vuoi correggere, premendo il posteriore non è che RADDRIZZI ma al contrario ti permette di chiudere la curva, a differenza dell'anteriore (che raddrizza, appunto).
A me è capitato un paio di volte di arrivare in curva lungo, ma forse ho premuto un po' troppo il posteriore ed ha scodinzolato..
......la cosa che non ho mai capito è perchè, dopo aver toccato il posteriore, la ruota dietro continua a scodinzolare nonostante lo molli...scondinzola come se lo tenessi premuto, si blocca!
E' normale?
 
1313154
1313154 Inviato: 14 Mar 2007 13:00
 

ORKID ha scritto:
Vorrei precisare che se sei in curva e vuoi correggere, premendo il posteriore non è che RADDRIZZI ma al contrario ti permette di chiudere la curva, a differenza dell'anteriore (che raddrizza, appunto).
A me è capitato un paio di volte di arrivare in curva lungo, ma forse ho premuto un po' troppo il posteriore ed ha scodinzolato..
......la cosa che non ho mai capito è perchè, dopo aver toccato il posteriore, la ruota dietro continua a scodinzolare nonostante lo molli...scondinzola come se lo tenessi premuto, si blocca!
E' normale?


Se posso.......
Probabilmente dipende da più fattori, però uno dei quali potrebbe essere che anche la ruora ha una sua inerzia e anche dopo che hai mollato il freno lei ci metta un po prima di riprendere la rotazione.
Un'altra potrebbe essere che si inneschi un'oscillazione dovuta anche alla tua postura che cerca di riequilibrare la sbandata.
Hai mai visto quando durante una derapata la ruota posteriore si punta e il pilota viene catapultato all'esterno?
Una cosa del genere solo che non essendo molto intraversato lo sbalzo si rimpalla a destra e sinistra.
Una volta mi è successo in auto (non guidavo io) un maggiolone (trazione post.) ha fatto certe sbandate. icon_eek.gif Puro panico c'era una scarpata sulla destra. icon_eek.gif
 
1314722
1314722 Inviato: 14 Mar 2007 18:45
 

ORKID ha scritto:
Vorrei precisare che se sei in curva e vuoi correggere, premendo il posteriore non è che RADDRIZZI ma al contrario ti permette di chiudere la curva, a differenza dell'anteriore (che raddrizza, appunto).
A me è capitato un paio di volte di arrivare in curva lungo, ma forse ho premuto un po' troppo il posteriore ed ha scodinzolato..
......la cosa che non ho mai capito è perchè, dopo aver toccato il posteriore, la ruota dietro continua a scodinzolare nonostante lo molli...scondinzola come se lo tenessi premuto, si blocca!
E' normale?


Non è una cosa semplice da spiegare, e come gia detto dipende da tante cose!!!

Credo che il fatti di scodinzolare è l'effetto del mono che pompa, ovviamente tu sarai ormai in uscita di curva e quindi in accelerazione, con un mono gia diciamo "instabile" per l'effetto della frenata, gli aggiungi la forza dell'accelerazione, il mono lavora e lavorando ti da la sensazione di quesco scodinzolamento!
 
1322084
1322084 Inviato: 16 Mar 2007 0:14
Oggetto: Re: Utilizzo del freno posteriore
 

Rotax ha scritto:
yappoz ha scritto:
motopoppante ha scritto:
... ma se ce l'hanno messo un motivo ci sarà? quando è utile e quando
se ti si rompesse quello anteriore con cosa freni in caso di emergenza???? icon_cool.gif

Giusta osservazione.
Quoto!


Ecco, bravi! Secondo me, quella è l'unica situazione in cui il freno posteriore può essere usato in sicurezza. Per tutte le altre, solo e sempre l'anteriore! icon_wink.gif
 
1325809
1325809 Inviato: 16 Mar 2007 20:31
Oggetto: esperienza personale
 

magari sbaglio..ma ho avuto un incidente proprio perchè affidandomi all anteriore,dovendo frenare IN EMERGENZA da circa 60km/h e pur essendo dritto ho frenato con l anteriore,risultato,sterzo chiuso e io a terra.
Da allora freno in emergenza con il posteriore,preferisco che muova il culo anzichè trovarmi per terra senza nemmeno rendermene conto,sempre accompagnato dall anteriore per carità,ma anche per rallentare,li uso entrambi,50-50 a volte 60-posteriore 40 anteriore,sarà paura che ne so,ma mi trovo meglio,certo,se fai l animale e blocchi il posteriore è uguale,ma abituandotici a usarlo sai quando sta per bloccare,e quindi essendo già al limite allora pinzo di piu di quanto stia già facendo con l anteriore..ma magari sbaglio,in pista non ci sono ancora andato,ma anche andando forte il piede dx lo tengo metà sulla pendana e metà sul freno,gli stivali son fatti apposta,anche se sò della storia di dover premere sulla pedana.
 
1332766
1332766 Inviato: 18 Mar 2007 19:11
 

in genere uso il posteriore per frenare in emergenza CON l'anteriore, ma anche, in curva, per tenere la catena leggermente in tiro, in modo da essere più pronto e più regolare in uscita. icon_cool.gif
 
3526129
3526129 Inviato: 28 Gen 2008 17:57
 

Io lo uso quasi sempre... se poi il ritmo è alto non saprei come fare senza.
 
3527665
3527665 Inviato: 28 Gen 2008 20:22
Oggetto: Re: Utilizzo del freno posteriore
 

kingcarl ha scritto:
Ecco, bravi! Secondo me, quella è l'unica situazione in cui il freno posteriore può essere usato in sicurezza. Per tutte le altre, solo e sempre l'anteriore! icon_wink.gif


Dissento in toto. Io uso abitualmente entrambi i freni e gli spazi di arresto si riducono parecchio - lo faccio anche perché prendendo l'abitudine, in emergenza verrà automatico (quando non hai tempo per pensare, fai quello che viene più normale).

Non bloccare il posteriore è semplicemente questione di abitudine - all'inizio ogni volta che lo toccavo lasciavo gomma per terra, poi ci ho fatto la sensibilità....
D'altra parte è un po' come la frizione - all'inizio ogni volta che la tocchi sbagli, poi pian piano impari.
 
3532378
3532378 Inviato: 29 Gen 2008 12:22
 

anche se non dovrei farlo io vivo di posteriore l anteriore e troppo potente e se lo schiaccio tutto volo via(l ho fatto quando stavo a 5km/h e ho fatto un inchiodata pazzesca)comunque quello dietro puo servirti per rellentare in caso di curva o qualcos altro
 
3611242
3611242 Inviato: 7 Feb 2008 10:56
 

Ragazzi, nelle autovetture succede la stessa cosa, solo che la pressione dell'olio viene regolata automaticamente dalla pompa dei freni, con un incremento maggiore sull'avantreno, cosicchè le ruote posteriori "accompagnano" la frenana (anche le vetture con "ABS") fanno la stessa cosa.
Sulla moto è tutto un po diverso atteso che la "pompa dei freni" la fa il pilota con la sua esperienza e con le varie difficoltà che dovessero di volta in vola presentarsi durante la guida dosando il freno posteriore in proporzione alla frenata anteriore, il trucco è quello di mantenere in perfetto equilibrio la moto sull'asfalto in tutte le condizioni "è qui che vi voglio" quindi ogni riferimento a persone e fatti è puramente casuale, i consigli possono essere tanti, come tante sono le esperienze personali, poichè ognuno di noi ha il proprio stile di guida.
Ecco perchè non tutti potranno essere "Schumacher per le auto" e/o "Valentino Rossi per le moto" a buon intenditor poche parole.
Un caro saluto a voi tutti.
 
3611450
3611450 Inviato: 7 Feb 2008 11:27
 

Siculo_Rs50 ha scritto:
anche se non dovrei farlo io vivo di posteriore l anteriore e troppo potente e se lo schiaccio tutto volo via(l ho fatto quando stavo a 5km/h e ho fatto un inchiodata pazzesca)comunque quello dietro puo servirti per rellentare in caso di curva o qualcos altro


icon_neutral.gif Ma hai il dna 50?

Impara a frenare con l'anteriore. Altrimenti una volta che ti trovi con una moto di grossa cilindrata, più pesante... ti fai male. Usando solo il freno dietro hai spazi di frenata 4, 5 volte più lunghi!!
 
3929481
3929481 Inviato: 16 Mar 2008 16:49
 

io uso il freno posteriore ad ogni staccata e vi posso dire che si riducono di molto gli spazzi di frenata.Provate a superare in staccata(stessa moto stesso peso e gomme)uno che usa bene i due freni,poi mi dite
 
3930108
3930108 Inviato: 16 Mar 2008 19:08
 

il freno dietro io lo uso sempre semplicemente perchè sommare la frenata dell'anteriore con la frenata al posteriore riduce gli spazi ed anche se dietro si alleggerisce a causa del trasferimento di carico, (che si cerca sempre di mitigare spostandosi indietro sulla sella magari),quel poco è sempre utile a diminuire gli spazi di frenata specialmente in emergenza icon_wink.gif
 
3976122
3976122 Inviato: 21 Mar 2008 16:05
Oggetto: Re: Utilizzo del freno posteriore
 

yappoz ha scritto:
se ti si rompesse il filo di quello anteriore con cosa freni in caso di emergenza???? icon_cool.gif


IL FILO???????????!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ma è una Vespa?
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 3 di 8
Vai a pagina Precedente  12345678  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumTecnica di Guida

Forums ©