Leggi il Topic


Indice del forumTecnica di Guida

   

Pagina 4 di 5
Vai a pagina Precedente  12345  Successivo
 
Uso del freno motore [come sfruttarlo al meglio??]
13852210
13852210 Inviato: 16 Ott 2012 19:38
 



positive ha scritto:


Posso dissentire? icon_biggrin.gif

In strada secondo la mia modesta esperienza (poco più di 10K Km) non è necessario. Cioè ritengo sia a discrezione di chi guida. Prima quando avevo la fissa di raschiare la saponetta era d'obbligo dopodichè non se ne fa nulla di muoversi sulla sella, mica siamo in pista. Stessa cosa per i piedi. Sta cosa delle punte sulle pedane si legge ovunque ma se guardi i piloti veri solo il piede interno alla curva è sulla punta, in rettilineo stanno entrambi a metà suola.

guarda io mi muovo sempre abbastanza e sinceramente non riesco a vedere quelli che fanno le curve senza muoversi, mi sembrano dei bacchi... detto questo io non ho detto che bisogna per forza tirare fuori metri di gamba e raschiar per forza.. dico solo che secondo me bisogna muoversi... anche dei piedi non dicevo niente.. comunque il fatto delle punte vale ovviamente solo per la pedana interna, su cui deve gravare la maggior parte del peso del corpo... la pedana esterna è praticamente ininfluente... comunque io guido alzandomi spesso dalla sella e caricando molto la pedana interna... in questo modo, tra l'altro, si migliora di molto il grip sul pneumatico anteriore e si ha un controlla maggiore della moto (bada bene che non sto dicendo che bisogna esasperare il movimento appendendosi fuori dalla moto... dico solo che non bisogna guidare stando fermi... se fosse così mi sarei comprato uno scooter, una turistica, un harley, ecc.. ma non una sportiva/naked) 0509_up.gif
 
13852230
13852230 Inviato: 16 Ott 2012 19:44
 

Quoto, la guida di corpo è necessaria ad andature particolarmente sostenute.
 
13852233
13852233 Inviato: 16 Ott 2012 19:45
 

Si certo come ho detto pure io prima lavoravo parecchio però per strada ormai lo ritengo scenico, bello da vedere ma poco funzionale.

Più che per giovare degli effetti da te descritti io lo uso come un sensore nel senso che quando il ginocchio raschia sto entrando in un area critica e il livello di sensibilità va alzato. Una cosa cosi per strada non dovrebbe succedere.

Inoltre non sporgendoti pieghi di più quindi è anche un pelo più divertente magari effettivamente a discapito di un po' di sicurezza ma alla fine solo il fatto di salire in sella accetti deliberatamente certi pericoli. icon_smile.gif
 
13852251
13852251 Inviato: 16 Ott 2012 19:49
 

positive ha scritto:
Si certo come ho detto pure io prima lavoravo parecchio però per strada ormai lo ritengo scenico, bello da vedere ma poco funzionale.

Più che per giovare degli effetti da te descritti io lo uso come un sensore nel senso che quando il ginocchio raschia sto entrando in un area critica e il livello di sensibilità va alzato. Una cosa cosi per strada non dovrebbe succedere.

Inoltre non sporgendoti pieghi di più quindi è anche un pelo più divertente magari effettivamente a discapito di un po' di sicurezza ma alla fine solo il fatto di salire in sella accetti deliberatamente certi pericoli. icon_smile.gif

bè guarda non son molto d'accordo... quelli si accettan quando si va in pista... se vado in strada, anche a passo sostenuto (che non vuol dire che cerco il limite... vuol dire che vado allegro perchè c'è una bella strada), non voglio cadere!
 
13852278
13852278 Inviato: 16 Ott 2012 19:56
 

Lollo620 ha scritto:
positive ha scritto:
Si certo come ho detto pure io prima lavoravo parecchio però per strada ormai lo ritengo scenico, bello da vedere ma poco funzionale.

Più che per giovare degli effetti da te descritti io lo uso come un sensore nel senso che quando il ginocchio raschia sto entrando in un area critica e il livello di sensibilità va alzato. Una cosa cosi per strada non dovrebbe succedere.

Inoltre non sporgendoti pieghi di più quindi è anche un pelo più divertente magari effettivamente a discapito di un po' di sicurezza ma alla fine solo il fatto di salire in sella accetti deliberatamente certi pericoli. icon_smile.gif

bè guarda non son molto d'accordo... quelli si accettan quando si va in pista... se vado in strada, anche a passo sostenuto (che non vuol dire che cerco il limite... vuol dire che vado allegro perchè c'è una bella strada), non voglio cadere!


Si vabbè devo ancora conoscerlo quello che quando sale in moto, pista o strada che sia voglia cadere. icon_wink.gif

Io credo che in strada se l'esito di un'eventuale caduta è sancito dalla postura del corpo in sella stai esagerando oppure hai sbagliato qualcos'altro. IMHO
 
13852295
13852295 Inviato: 16 Ott 2012 20:02
 

bè in pista non è che uno voglia cadere, ma magari decide di fare quella curva un po' più veloce di come la logica gli suggerisce per cercare di andare un po' più forte e se cade, bè pazienza.. fa parte del gioco 0509_up.gif
sul discorso strada sono mezzo d'accordo... nel senso che è vero che se piego e cado perchè ho spinto troppo poco sulla pedana stavo andando chiaramente troppo forte ( c'è la pista per quello icon_wink.gif ), però è anche vero che una postura "stile scopa di legno" (tanto per capirci) limita il controllo del mezzo, per cui magari prendo un buco in piega e cado, non perchè stavo piegando tanto, ma perchè il movimento del corpo ha mosso la moto e son caduto... magari se stavo seduto diversamente (o meglio) "in piedi" sulla pedana interna non cadevo...
 
13852313
13852313 Inviato: 16 Ott 2012 20:08
 

A sto punto mi verrebbe da pensare che ci sia da tenere conto come variabile anche il mezzo.

Nel senso che io non sento più questa necessità per strada e non ritengo di essere un fermone. Sarà stata la fortuna (ma abbiam parlato di strade buone no?) sarà la moto ma non sento perdite di anteriore durante le pieghe, anzi avvolte ho una certa impressione che inizi ad allargarsi il posteriore ma non avverto pericolo.

Ad ogni modo non credo sia il caso del nostro hornettista, almeno alle prime uscite superare i famosi 5000 giri sembrerà già tanto, figuriamoci mettere mezzo culo di fuori. icon_wink.gif
 
13852467
13852467 Inviato: 16 Ott 2012 20:54
 

positive ha scritto:
A sto punto mi verrebbe da pensare che ci sia da tenere conto come variabile anche il mezzo.

Nel senso che io non sento più questa necessità per strada e non ritengo di essere un fermone. Sarà stata la fortuna (ma abbiam parlato di strade buone no?) sarà la moto ma non sento perdite di anteriore durante le pieghe, anzi avvolte ho una certa impressione che inizi ad allargarsi il posteriore ma non avverto pericolo.

Ad ogni modo non credo sia il caso del nostro hornettista, almeno alle prime uscite superare i famosi 5000 giri sembrerà già tanto, figuriamoci mettere mezzo culo di fuori. icon_wink.gif

si si d'accordo... era un suggerimento... comunque (e non è il caso dell'hornet) se non carico un po' la pedana e spingo sul manubrio la mia moto và proprio dritta... è bella dura da buttar giù.. ha una guida un po' vecchiotta... forse è anche questo che mi predispone ad una guida più fisica...
 
13852506
13852506 Inviato: 16 Ott 2012 21:10
 

Avevo sentito questo delle Ducati, volevo provare la 999 che mi dicevano fosse cosi ma non ho mai avuto l'occasione... 0510_sad.gif
 
13855061
13855061 Inviato: 17 Ott 2012 19:49
 

Per favore, il topic è relativo all'uso Freno motore, quindi cerchiamo di non andare OT, grazie.
 
13892847
13892847 Inviato: 31 Ott 2012 13:29
 

il freno motore è uno dei tanti motivi per cui ho preferito la moto allo scooter

la comodità di impostare la curva e lasciare fare il resto alla moto senza dover correggere sempre la traiettoria (cosa che mi è sempre capitata guidando lo scooter) è davvero una figata, così come frenare "solo per fermarsi" quando si va tranquilli è una vera figata.
Tra l'altro col mezzo che sto usando senza il freno motore...non frena rotfl.gif
 
15055571
15055571 Inviato: 14 Lug 2014 8:16
Oggetto: Freno motore, come funziona?
 

Nota automatica: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generati dalla fusione di due topic.
______________

Ciao a tutti ragazzi, vi scrivo per chiedervi delle delucidazioni, ovvero, come si usa il freno motore?
Ho da poco una ninja 250r e sto cercando di usare il più possibile il freno motore, per capirne il funzionamento e per preservare le pasticche ma non ho ben chiaro il funzionamento.
Solitamente per fermarmi ad un semaforo o simili in qualsiasi marcia mi trovo tiro i freni e quando la moto sta per spegnersi tiro la frizione e scalo fino alla prima per poi ripartire, la sequenza è:

-4 marcia
-freno
-frizione e passo direttamente alla 1
-lascio frizione e riparto

Ovviamente in questo caso il freno motore non lo uso, le poche volte che ho provato mi si è bloccato il posteriore scalando di una sola marcia! come faccio ad abbassare velocemente i giri del motore? spiegatemi tutto per favore icon_neutral.gif

doppio_lamp.gif
 
15055590
15055590 Inviato: 14 Lug 2014 8:36
 

il freno motore a differenza degli autobus/camion dove è generato da una farfalla apposita si ha semplicemente chiudendo il gas e facendo in modo che sia la trasmissione a trascinare il motore e non il motore la trasmissione.
Sui mono a carburatore è vigorosissimo e serio. Un pò meno su motori iperfrazionati.
Negli ultimi motori ad iniezione il freno motore è molto ridotto perchè le centraline per le stupidate sull'inquinamento lo limitano. Inoltre per non spegnere i catalizzatori in discesa viene fornito sempre un goccio di carburante.
Dulcis in fundu i minimi stupidamente alti delle moto moderne lo riducono.
Quando tu lo vuoi usare il freno motore è sufficente chiudere completamente di colpo il gas e nulla di più.
Quando i giri sono molto scesi scali UNA ed una sola marcia. Può essere necessario dare un colpetto di gas durante la discesa della marcia per non fare sbattere la catena primaria,che non tutti i motori hanno. Poi di nuovo gas chiuso e la lasci rallentare.
Il posteriore non si blocca,e se lo fa è per un decimo di secondo ,senti solo un mezzo stridio della ruota,poi gira di nuovo.
Scalare tutte le marce e poi mollare la frizione è pericoloso,puoi strappare i denti della cinghia dentata di trasmissione o fare deragliare la catena. Inoltre danneggi il parastrappi,mandi il motore fuorigiri e rischi di trovarti per terra. Poi dipende molto da COME lo fai,io personalmente per fermarmi in poco spazio ho fatto un terza prima con l'harley oltre ad attaccarmi ai freni e 250 kg di traverso non sono la cosa più piacevole al mondo. Ma non sono caduto!
NON togliere il contatto e NON premere run stop salvo VERI casi di emergenza (entrambi i freni partiti,capita una volta ogni 150 anni)
 
15055605
15055605 Inviato: 14 Lug 2014 8:48
 
 
15055608
15055608 Inviato: 14 Lug 2014 8:50
 

Forse mi sono spiegato male, le marce le scalo tutte insieme e rilascio la frizione quando sono completamente fermo, per ripartire in prima!
Ho del freno motore lasciando il gas solamente in prima e seconda, già dalla terza non ce n'è! E se lascio il gas i giri ci mettono un eternità a scendere per poter scalare, se ad esempio fossi in 4 a 8000 giri, dovrei aspettare parecchio per poter scalare in terza senza bloccaggio!
 
15055668
15055668 Inviato: 14 Lug 2014 9:35
 

Beh rallenta fino a 3-4000 giri e poi scalane una alla volta, lascia la frizione lentamente così eviti bloccaggi. Scala sempre una marcia alla volta mentre rallenti, non tutte insieme quando sei fermo (non dovrebbe succedere niente, però...) icon_smile.gif
 
15055674
15055674 Inviato: 14 Lug 2014 9:41
 

Secondo me stai facendo un po' di confusione: il freno motore lo senti vigoroso scalando e RILASCIANDO la frizione MENTRE sei in movimento, se ti fermi prima di mollare la leva hai usato solo I freni propriamente detti e gli attriti. Ovviamente la cosa va' fatta con attenzione per evitare fuorigiri e capottamenti, quindi frena e scala contemporaneamente, hai presente Eduard di Joe Bar?
 
15055676
15055676 Inviato: 14 Lug 2014 9:43
 

Yuzzi94 ha scritto:
Forse mi sono spiegato male, le marce le scalo tutte insieme e rilascio la frizione quando sono completamente fermo, per ripartire in prima!
Ho del freno motore lasciando il gas solamente in prima e seconda, già dalla terza non ce n'è! E se lascio il gas i giri ci mettono un eternità a scendere per poter scalare, se ad esempio fossi in 4 a 8000 giri, dovrei aspettare parecchio per poter scalare in terza senza bloccaggio!


Se ti stai avvicinado al semaforo in 4, molli il gas peli il freno anteriore e vedi che la moto rallenta di molto, scali terza, se il freno motore non basta peli di nuovo il freno e scali seconda e poi prima! Così sfrutti a pieno il freno motore e hai la moto sempre "in presa" e mai libera come quando hai la frizione tirata, è più sicuro ed è il metodo più corretto! Considera che se per caso, mentre ti avvicini al semaforo a frizione tirata, per un imprevisito hai bisgono di dare un colpo di gas che fai? icon_asd.gif

Non ho mai provato il ninja 250 ma mi pare strano non abbia freno motore, ovvimente a marce alte l'effetto del freno motore diminuisce rispetto alle marce più basse!! 0509_up.gif
 
15055703
15055703 Inviato: 14 Lug 2014 10:02
 

Credo di aver capito, quindi prima freno per ridurre i giri e poi scalo, ma non ci metto un'eternità ad arrivare in prima così?
 
15055718
15055718 Inviato: 14 Lug 2014 10:09
 

Dipende da quanto freni.
Hai presente gli scooter? Bene, loro sono senza freno motore, o lo hanno in modo trascurabile, a causa della trasmissione CVT e ti fermi solo di freni.
La cosa fondamentale e' capire quando e quante marce scalare in rapporto a quanto si sta pinzando per evitare bloccaggi del posteriore, bisogna fare esperienza con calma e sangue freddo.
E, un'altra cosa: se mentre freni pensi a quanto si consumano le pastiglie la cosa puo' diventare poco salutare, credimi.
 
15055735
15055735 Inviato: 14 Lug 2014 10:15
 

Io avvicinandomi ad un semaforo freno normalmente con ant e post, semplicemente quando i giri sono troppo bassi per la marcia in cui mi trovo scalo una marcia per non far spegnere la moto.
Concordo con chi dice che non è corretto frenare con la frizione tirata, in quel modo non hai controllo sulla moto e sulla ruota posteriore in particolare, il motore deve essere sempre in presa, per quanto possibile ovviamente
 
15055746
15055746 Inviato: 14 Lug 2014 10:22
 

E a livello di tempistiche di frenata (escludendo frenate di emergenza) quale delle due è più rapida? Solo freni o freni e scalate?
 
15055812
15055812 Inviato: 14 Lug 2014 11:12
 

Le frenate durano alcuni secondi in entrambi i casi, sfruttando il freno motore stressi meno i freni nella guida sportiva con conseguente minor consumo degli stessi.

Da quanto ce l'hai la moto?
 
15055816
15055816 Inviato: 14 Lug 2014 11:17
 

La uso da un mesetto, non ho neanche la patente icon_asd.gif giro con il foglio rosa e devo ancora prendere bene confidenza col mezzo
 
15055830
15055830 Inviato: 14 Lug 2014 11:26
 

Non ho poi molta più esperienza di te, comunque queste cose si imparano con tempo e kilometri! icon_smile.gif
 
15056516
15056516 Inviato: 14 Lug 2014 20:16
 

Big1995 ha scritto:
Le frenate durano alcuni secondi in entrambi i casi, sfruttando il freno motore stressi meno i freni nella guida sportiva con conseguente minor consumo degli stessi.

Da quanto ce l'hai la moto?


Se passeggi, o poco più puoi usare il freno motore, nella guida sportiva, quella dove si frena relativamente forte, il freno motore non serve a un piffero per rallentare la moto.

doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
15056572
15056572 Inviato: 14 Lug 2014 21:09
 

Per sportiva intendevo il "poco più", "quella dove si frena forte" è per la pista.
 
15057132
15057132 Inviato: 15 Lug 2014 10:42
 

Quando vado a 130Km/h il freno motore mi è completamente inutile, i freni fanno il 90% della forza frenante
 
15058730
15058730 Inviato: 16 Lug 2014 12:53
 

Yuzzi94 ha scritto:
Quando vado a 130Km/h il freno motore mi è completamente inutile, i freni fanno il 90% della forza frenante


Direi proprio di no.

Comunque la sostanza è che devi frenare e CONTEMPORANEAMENTE scalare le marce rilasciando la frizione tra una scalata e l'altra, quello è il freno motore. Scalare in questo modo ti aiuta a rallentare prima e ad avere la moto nella marcia "giusta" per affrontare la curva successiva o la ripartenza.
Il regime di giri e la gradualità con la quale rilasci la frizione determinano il bloccaggio o meno della ruota posteriore.

Frenare e scalare tutte le marce insieme tenendo la frizione tirata non ti da controllo sulla moto ed è una cosa che trovo decisamente sbagliata.

doppio_lamp.gif
 
15060911
15060911 Inviato: 17 Lug 2014 21:10
 

Visto che sei un novellino eusa_whistle.gif
prova ad allenarti così:

Fase 1: viaggia tranquillo e molla di colpo tutto l'acceleratore, sntirai che la moto rallenta per un po' edopo "scivola" avanti libera; ti accorgerai che la frenata è più accentuauta alle marce basse, viceversa lo "scivolamento" è più evidente con le marce alte;

Fase 2: come sopra, ma frena leggermente e quando sei poco sotto il regime a cui di solito (in accelerazione) passi alla marcia superiore, scala una marcia ed accompagna dolcemente con la frizione ed il freno anteriore. Devi stare attento che se senti che, mollando la frizione, il motore sale troppo di giri allora devi riprendere la frizione per un attimo e rallentare coi freni.
Il motore sale di giri e la moto rallenta molto più decisamente.
Con l'esperienza imparerai a combinare frenata e scalata in maniera sempre più precisa senza per questo bloccare la ruota posteriore.

Quando si usa il freno motore?
1) quando hai tutto il tempo che vuoi per fermarti, tipicamente arrivare al semaforo rosso.
Io in genere comincio col posteriore e poi uso il 100% di freno motore (molto morbido, quasi quando sento che la moto "scivola") usando i freni per completare la fermata.
2) nella guida sul misto. In questo caso il rallentamento è comzndato dai freni, ma prima di entrare in curva scali una o due marce (o 3 o 4 icon_asd.gif ) per avere il rapporto giusto in uscita e percorrere tutta la traiettoria in tiro: mai tirare la frizione mentre percorri la curva.
3) nelle lunghe discese, tipicmante passi alpini o simili. Non per risparmiare le pstiglie ma per evitare il surriscaldamento dei dischi che potrebbero perdere efficienza.

Ovviamente tutte le prove si fanno su strade POCO frequentate e consapevoli dei propri limiti.
Ti auguro di diventare un vero esperto di freno motore, ma di non avere mai bisogno di usarlo nelle frenate di emergenza.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 4 di 5
Vai a pagina Precedente  12345  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumTecnica di Guida

Forums ©