Tecnica
Come scaldare il motore
Scritto da Davide - Pubblicato 27/02/2006 15:40
I motivi per i quali un motore deve essere scaldato e le modalità per effettuare correttamente l'operazione di riscaldamento.

Scaldare bene il motore è molto importante per non compromettere la durata del motore stesso. Quando il motore è freddo, le tolleranze di accoppiamento dei vari componenti meccanici non sono quelle previste per funzionamento a regime, il lubrificante potrebbe non aver raggiunto alcuni organi anche perché la viscosità dell'olio freddo è differente rispetto a quella di quando è in temperatura, la distribuzione delle temperature nei vari componenti non è omogenea e non da ultimo la carburazione non è quella ottimale: tutte queste condizioni concorrono a generare situazioni di rischio nel caso un motore venisse "tirato" da freddo.

Quando il motore è fermo da parecchio tempo, ad esempio da diverse settimane, gli organi meccanici sono completamente a secco, mentre chi usa la moto regolarmente può contare su una piccola lubrificazione residua sempre presente. Questo per dire che maggiore è il tempo durante il quale la moto è rimasta ferma, tanto più scrupolosa dovrà essere la nostra operazione di riscaldamento.

La fase di riscaldamento serve per fare raggiungere l'omogeneità termica ai vari componenti, infatti durante la fase di riscaldamento ci sono differenze notevoli di temperatura fra i vari organi o fra le varie parti dello stesso organo. Ad esempio, quando accendiamo la moto, il cielo del pistone si scalda immediatamente e quindi dilata mentre il cilindro dilata meno verso la base: ciò comporta una deformazione sia del cilindro che del pistone che ne potrebbero ridurre la tolleranza e ciò causerebbe un maggiore attrito in determinati punti, pertanto se facessimo girare troppo velocemente il motore, gli attriti potrebbero essere tali da danneggiarli (se non addirittura gripparli).


Vediamo ora le operazioni da effettuare per un corretto riscaldamento della moto:

  • Moto dotate di starter: lo starter arricchisce la miscela di benzina chiudendo parzialmente l'aria, varia cioè la carburazione facilitando la partenza del motore. Lo starter deve essere azionato prima di mettere in moto e disinserito non appena il motore gira regolarmente.
     
  • Moto a iniezione: in questo caso, ci pensa la centralina elettronica a regolare correttamente la carburazione


L'operazione di riscaldamento deve essere graduale ma allo stesso tempo più veloce possibile, in modo da fare raggiungere nel minor tempo possibile l'equilibrio termico al motore.

Questo ci fa subito capire che non è proprio corretto fare scaldare la moto al minimo, come invece purtroppo accade spesso: una volta messo in moto e verificato che il motore risponda correttamente all'acceleratore, è necessario partire perché il motore gira piano ma necessitando di potenza per spingere tutta la moto si scalderà più velocemente.
Dobbiamo però stare attenti a non tirare le marce in questa situazione: orientativamente, cerchiamo di non superare 1/4 del regime massimo di rotazione (cioè, ad esempio, su una moto che arriva a 12.000, giri cercheremo di non superare troppo i 3.000 giri), quindi useremo delle marce piuttosto lunghe.

L'operazione di riscaldamento, così fatta, può durare alcuni minuti, anche in dipendenza della temperatura esterna. Per chi ha il termometro, la temperatura dell'acqua a regime normalmente è poco al di sotto degli 80 gradi, attenzione però perché questa è la temperatura dell'acqua e non quella dell'olio: quando l'acqua si trova a questa temperatura, la moto dovrebbe essere pressoché calda, attendere comunque ancora un pochino in modo che la temperatura possa uniformarsi nei vari componenti, dopodiché si può iniziare a tirare.

 

Commenti degli Utenti (totali: 41)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: ellobo il 27-02-2006 17:24
Concordo sul non tirare le marce nelle partenze a freddo, sia d'estate che d'inverno.
Ho qualche perplessità sul partire, d'inverno, appena messo in moto soprattutto, dopo che la stessa è stata 8 ore magari fuori posteggiata.
Ricordo che anche l'inizione non ama l'aria fredda, soprattutto nelle partenze.
ciao
Commento di: LucaRs125 il 27-02-2006 18:17
beh io ho qualche perplessita sul cambio a 2.500.
il mio max rosso è 14k ma se da fermo cambio le marce sotto i 3k o sotto i 3.5k la moto quasi mi si spegne...

x esempio quando la accendo la moto da sola sta alta di giri... (e nn so il xche) quindi io la moto la tengo sotto i 5k ma nn tirandola...
Commento di: Davide il 27-02-2006 18:35
Era per dare un'idea, se 1/5 è troppo poco possiamo dire 1/4 del max n. giri, 1/3 mi sembrerebbe proprio troppo...
Commento di: Davide il 28-02-2006 08:16
Ho corretto in 1/4 del regime massimo, indicando comunque che è una cosa orientativa (giusto per rendere l'idea)
Commento di: LucaRs125 il 28-02-2006 14:50
spero nn abbia frainteso la mia frase... ^^

nn c'era nulla di male, solo che x i 2T il regime dovrebbe stare piu alto... o meglio x quelli depo... poi magari quando la ripotenzio avrai ragione tu!
Commento di: Davide il 28-02-2006 14:53
Nessun problema vai tranquillo fra l'altro nella prima versione dell'articolo avevo indicato 1/4, tutto sommato mi sembra più corretto
Commento di: corry88 il 27-02-2006 19:22
davvero un bell'articolo! io lo scooter lo faccio stare fermo acceso giusto il tempo di mettermi i guanti e il casco poi parto,faccio 1Km piano poi aumento pino piano l velocità! io c'ho il termometro xò nn ci sono scritti i gradi!! come facxcio x capire quando è caldo?? se puòservire c'ho un Nrg MC2 50
Commento di: Dono il 27-02-2006 23:11
bè se hai il termostato,devi solo aspettare ke la lancetta arrivi a metà percorso
Commento di: corry88 il 01-03-2006 17:12
come??? a me a metà mi ci è arrivatas solo l'estate scorsa in salita, con lo scooter ke nn ce la faceva più!! forse nnsegna bene, xò mi pare strano... sei sicuro ke nn sia a 1/4 la temperatura ideale?
Commento di: de_corsa il 02-03-2006 07:57
Per ovviare all'inconveniente del dilavamento, da parte del lubrificante dalle superfici metalliche durante le lunghe soste del motore, è opportuno utilizzare oli ad "attrazione polare"

Questa caratteristica assicura un'adesività del lubrificante ai metalli di tipo elettrostatico, formando un velo d'olio che permane sulle superfici anche durante le lunghe soste proteggendo il motore durante le fasi di avviamento ed anche nell'utilizzo stop-and-go cittadino.

Pioniera in questo campo è stata la Bardahl che da almeno 15anni anni assicura per i suoi prodotti la caratteristica di attrazione polare grazie all'esclusiva formulazione "Polar Plus".
Ultimamente anche la Castrol promette questa virtù per alcuni suoi prodotti.

Particolarmente protettivi con le basse temperature e per le fasi di avviamento, sono gli oli a bassa viscosità a freddo, ovvero quegli oli che riportano una classificazione SAE col primo numero uguale o inferiore a 10. Ovvero 10W/50; 5W/40; 0W/30; ecc.

La temperatura di 80° per il liquido refrigerante è da considerare solo indicativa, gran parte delle valvole termostatiche si aprono non prima degli 88° e molti motori sono da considerare a normale regime termico fin'anche a 95°.
Ricordiamo che i circuiti funzionano in leggera pressione e quindi il liquido non bolle subito a 100° ma a qualcosa in più.

Sottoscrivo l'inutilità di un prolungato riscaldamento sul cavalletto ma in casi particolari può essere necessario protrarlo un pò più del solito per non costringere il motore a lavorare fuori regime.
Un esempio? Uscire in salita da un garage con temperature ambientali inferiori allo 0!

E, per finire: col motore freddo... mai de_corsa!
Commento di: marco3253 il 02-03-2006 08:48
xluca125

allora bell'articolo nessuno ci aveva mai pensato grazie ;)

io la 250 a carburatori 2 tempi la accendo con l'aria...e sale molto di giri quanto più è fredda...quindi dimezzo l'aria per farla stare più o meno sui 3000
quando scende a 1500 la tolgo...
per il resto non accellero forte finchè non raggiungo i 60 gradi almeno...e non supero i 5000 giri....
ciao!
Commento di: shasciawasabi il 08-03-2006 01:51
anke io cm luca ho un rs 125...e mi è difficile cambiare sotto i 4k!!poi se a me la temperatura sale sopra i 70gradi sembra che la sto violentando...neanche quando rimango nel traffico un ora supera gli 80!!!è normale???PS luca ma quanto ti fa la moto???é ripotenziata???a me 180 e da 0 a 100 in 4sec
Commento di: Piegone il 10-03-2006 15:33
complimenti, è un articolo molto utile..... perchè non ci ho pensato prima.....
Commento di: YODA il 23-03-2006 19:12
Anche se sono ripetitivo faccio i miei complimenti.
Pongo una domanda all'autore dell'articolo.

Quali di questi oli sceglieresti per un motore 4 tempi raffredato a liquido in corfomazione a V quattro cilindri, frizione in bagno d'olio.

Un 10W40 o un 15W50

Personalmente preferirei il 15W50 per il semplice motivo che ad alte temperatura un 50 preserva maggioremente il motore.
Per contro il 15 e più denso alle basse temperature per partenze a freddo, ma non certo se il mezzo è tenuto in garage intorno ad una temperatura mai inferiore a 10°.

Viscosita cinematica del 15W50 a 100°C cst 19.1
Viscosità cinematica del 10W40 a 100°C cst 15.0

Viscosità HTHS a 150 °C cP 4.8 per il 15W50
Viscosità HTHS a 150 °C cP 4.1 per il 10W40.

Attendo un tuo consiglio aggiungendo una domanda.
Che temperatura mediamente raggiunge l'olio in un motore quando è caldo, oppure il suo rang di temperatura.

Grazie
YODA
Commento di: Davide il 24-03-2006 08:32
Guarda per la scelta dell'olio devi guardare questo articolo
Commento di: Geo87 il 03-09-2007 18:17
Solo che lo sappiate, il regolamento della circolazione Svizzera dice di partire appena motore acceso se no c'è rischio multa (anche se fino ad ora nn ne ho ancora vista una!)
Commento di: nykola il 19-10-2007 16:44
solo in Svizzera potevamo avere una legge tanto scassamaroni riguardo l'inquinamento!!!
Commento di: emigos il 10-12-2009 14:51
ahahaha.... è vero...
Commento di: Ospite il 18-11-2007 17:52
Scusatemi, sulla mia bmw è presente una levetta che fa salire di giri il motore per l'avviamento a freddo (non so come si chiama)... Tirandola il motore raggiunge i 3000 giri e il limitatore entra a circa 7000 giri o poco più! Sono quasi a metà dei giri consentiti quando la accendo... Quindi rischio di rovinare tutto??
Commento di: markillo il 27-11-2007 12:46
penso sia la cosiddetta "aria" che serve proprio per fare partire i motori e farli riscaldare nelle moto/auto di quache anno fa, pure nelle ZZR (max 12000giri) porta il motore a 4500/5000giri
Commento di: AssenzioPuro il 30-12-2007 14:13
Si chiama "starter" ed in pratica tiene la moto accellerata al posto nostro. Si deve regolare a mano (alzandolo ed abbassandolo) fin quando (dopo alcuni minuti) risuciamo a sentire che il motore riesce a girare al minimo senza spegnersi (parlo di moto con accese a freddo).
Commento di: idra21 il 01-02-2008 18:02
ma la mia zzr invece? per scaldare? quando l'accendo ed è fredda il motore fa qualche giro fracco...quanto devo aspettare per scaldare in maniera corretta? Visto che cmq non c'è levetta dell'aria o null'altro...e poi volevo anche chiedervi, è normale che la moto sia sempre ad un regime di 1350 giri? Grazie per lo spazio e scusatemi se chiedo delle cose logiche ma...io sono un novellino ;)
Commento di: mikesangui il 21-02-2008 11:57
Scusate.. io ho un BMW R850 GS, nel libretto istruzioni c'è scritto di lasciare l'aria tirata finchè il motore non è caldo, e di partire subito (essendo raffreddato ad aria), Quindi devo lasciare lo starter attaccato per un bel po' perchè per dire motore caldo penso si intenda almeno la seconda tacca di riscaldamento dell olio..
Qui però si dice di staccare subito lo starter.. perchè?
Commento di: motobook il 07-01-2010 17:28
la mia a 1/4 dei giri di rotazione, ma manco si muove...contando che arriva a 11 giri dovrei stare sui 2500..impossibile
Commento di: tuttunaparola il 20-03-2010 02:49
a me arriva a 9 giri a quanti giri dovrei andare?a 2000?il minimo a me è a 1500 hahahaha....io purtroppo ho il problema del garage in salita e ogni volta è una pugnalata...cmq io (sbagliando) la lascio al minimo x molto tempo quando fa freddo almeno 2/3 minuti x la vestizione...mi correggerò!!!
Commento di: stratocasterluk il 19-01-2010 19:54
Ciao a tutti io ho una TZR 50, nuova... la tengo in garage, ma fa ugualmente freddo... il problema è che appena la accendo devo farla girare un pochino a giri alti in folle, purtroppo, perchè sennò, sia con lo starter tirato che senza mi si spegne immediatamente... invece se do 3 o 4 accelerate (max 4000 giri su un totale di 10000, che è dove mi cominciano i fuorigiri), la moto rimane accesa e posso partire... sennò proprio mi si spegne di botto! cosa mi consigliate di fare?!
Commento di: TartarUgo il 07-03-2010 22:47
Ce lo mettono anche alle nuove lo starter? Se c'è attivalo-disattivalo manualmente per tenere il regime attorno ai 2000giri/min per alcuni secondi; poi disattivalo e con una acceleratina (senza arricchitore inserito) ripulisci il collettore dall'eccesso in carburazione.
Io facevo così coi miei 2T.
Commento di: yamaha_andrea il 07-12-2010 21:44
articolo interessante, però mi rimane un dubbio: io ho una moto 2tempi che uso raramente quando fa freddo, se fuori la temperatura è intorno allo 0, o comunque fredda, io lascio scaldare la moto ferma anche 5 o 10 minuti, al minimo o accelerando leggermente a colpetti, per sentire se risponde da "moto calda", è quindi una procedura dannosa per il motore?
Commento di: Desmorosso il 07-01-2011 14:59
Ciao yamaha_andrea, io riscaldo la mia Ducati 800 SS sempre e comunque, a prescindere dalla temperatura esterna (che dalle mie parti, poi, non è mai troppo rigida!). La riscaldo da fermo, tirando la leva dello starter finchè l'olio non raggiunge i 50°, poi chiudo la leva dello starter, e parto, senza tirare troppo all'inizio, finchè il motore e le gomme non si sono scaldate bene.
Lo raccomanda Ducati sul libretto di manutenzione, e seguendo con disciplina quotidiana questa indicazione, il motore va come un orologio Svizzero! L'intera operazione non supera i 6-7 minuti
Commento di: marazico il 09-03-2011 20:40
Vorrei far scaldare al piu' presto il motore ma per uscire dal mio box ho una notevole salita che mi comporta di dare abbastanza gas e quindi potenza e alle volte forse li supero i 3000 giri e quindi 1/4 dei giri.
Commento di: dieghito77 il 05-08-2011 15:05
il mio garage è interrato quindi appena accendo la moto ho uno scivolo molto molto ripido da fare con la moto totalmente fredda...che posso fare? la scaldo per qualche minuto in più da ferma? rovino la moto? (hornet 2011)

grazie mille!!!
Commento di: auro99 il 12-08-2011 09:19
visto che ho uno scooter 150 cc quando parto da casa per raggiungere il posto di lavoro accendo lo scuter e prima di chiudere la porta del garage ed aprire il cancello di casa e la vestizione casco etc.etc, diciamo passano un paio di minuti.
Durante i primi duo o tre KM viaggio intornio ai 60-70 Km-orari poi prendo una discesa di circa 1km e quando tolgo il gas la moto scoppietta( cambiato candela, olio motore e olio trasmissione) chiedo consiglio.
Commento di: numberone_83 il 17-05-2012 17:59
Sinceramente d'inverno pur con temperature poco di sotto lo 0° (abito in pr di Roma) sono costretto ad accendere con l'aria tirata e tenerla tale, a moto ferma almeno x 5 minuti se non d +! Ossia fino a che non si stabilizzano i giri sui 3500. Ho provato a darle meno tempo ma il motore fa i capricci, saltella e si spegne. Al contrario scaldandola a dovere posso partire senza che il motore si lamenti. L'esatto contrario dei vicini...
Per fortuna ora è estate e tempo 1 minuto è pronta, non faccio in tempo a mettere il casco e guanti!
Ah, dimenticavo, ho una SV-650 del 2000.
Sarà normale???
Commento di: 6Husky9 il 26-12-2012 13:14

Ciao Davide volevo chiederti come scaldare la mia moto... Ho un husky 2012 2t depo e ho incominciato a tirarla da quando avevo 300 km, adesso ne ho 630... Io la scaldo in questo modo: aria tirata quando sento che incomincia a scendere di giri chiudo e do qualche colpettino di gas... Poi per 4 o 5 km non la tiro (Max 4 o 5000 giri) fino ad arrivare gradualmente sui 7 km percorsi a tirarla in pieno.... Finche scoreggia all'inizio vado piano poi quando smette gradualmente accellero sente piu... Ma superati i 6000 o 6500 giri la moto sembra gratti leggermente... Ho collegato questo fatto al depotenziamento, ma Poi ieri leggo e vedo in un topic che se di inverno non metto i cartoni davanti al radiatore la moto non si scalderà mai e tende a grattare perche con il freddo che c'è il radiatore assorbe aria fredda e il motore non fa in tempo a scaldarsi.... Proprio quello che è successo a me ma come detto prima io Collegavo il tutto al depotenziento... L'ho rovinata??? Ora ho messo i cartoni... Ma ho sempre trattato la moto in modo maniacale! Sono un Po inesperto e non ne so tanto, non vorrei averla rovinata... Sono piu di 300km che faccio così... Mi potresti dire come scaldarla? E soprattutto se l'ho rovinata? Scusa le mille domande! Ma mi sto cagando sotto!!! Piango Piango Piango
Commento di: Davide il 26-12-2012 16:52
Ciao, ti conviene chiedere nel forum, essendo un problema specifico della moto...
Commento di: 6Husky9 il 27-12-2012 00:54
te non ne sai niente? no perchè se mi potresti rispondere mi faresti un grande favore, anche perchè sul forum mi arrivano sempre risposte diverse (ho gia chiesto, ma nessuno dice cose uguali)... Inchino
Commento di: 88davide88 il 27-03-2013 15:57
Ciao a tutti,

volevo fare una domanda: dato che io la moto la tengo in un garage sotto casa e quindi per uscire dal garage devo fare una salita con pendenza di 35° circa, a freddo può essere un problema?
Commento di: Infedele il 02-10-2013 13:29
Domanda sempre riguardando il "quarto" di giri, per uno che il contagiri non ce l'ha, come sarebbe più corretto regolarsi? Smile
Commento di: Allrossx il 23-01-2014 16:49
Salve ogni mattina faccio con la mia moto una percorrenza di circa 9 Km e ho l'abitudine di farla scaldare al minimo per diversi minuti,
ho letto nell'articolo che questo procedimento è sbagliato, perchè? Quali rischi corro?
Forse questo è riferito ai motori 4T raffreddati a liquido in quanto il motore scaldandosi lentamente, sta più tempo in funzione con olio che scorre "male"?
Ho un 2T dotato di starter, raffreddato ad aria e cambio manuale..
Grazie anticipamente Doppio Lamp Naked
Commento di: cuneoman il 12-03-2017 10:52
Vorrei fosse chiaro il significato di questo post:

L' importante è non far andare il motore troppo su di giri quando è freddo, perchè non è ancora ben lubrificato in modo uniforme ma sopratutto PERCHE' AVENDO PARTI MOLTO CALDE E ALTRE MOLTO MENO si rischiano attriti che possono danneggiare il motore!!
Mi spiego, il metallo si dilata con il calore. Se una parte è molto calda e si dilata, rischia di sfregare su una che non ha raggiunto quella temperatura e che quindi non si è ancora dilatata. In peimis il pistone ed il cilindro per intenderci (la parte superiore del cilindro e la testa scaldano in fretta, meno rapidamente la parte inferiore dello stesso)

Questo vale per tutti i motori a scoppio (compreso il Wankel!)
Commento di: cuneoman il 12-03-2017 11:15
In più si dice giustamente che conviene far scaldare il motore NON lasciando il motore al minimo prima di partire, ma viaggiando ad un regime non troppo elevato (per i motivi che ho appena detto)!
PERCHE?

Perchè al minimo il motore ci metterà più tempo a scaldare e quindi si "rovinerà" un pò di più!!
Se viaggiamo ad un regime moderato, medio-basso, si produrrà un pò più di calore che porterà il motore in temperatura un pò prima.

inoltre aggiungo:
- RISPARMIAMO BENZINA PERCHE' NON L'ABBIAMO SPRECATA PER QUEL PERIODO CHE IL MOTORE E' RIMASTO AL MINIMO
- NON TIRARE LE MARCE E NON SFORZARE IL MOTORE SOTTO DI GIRI (Non bisogna esagerare dal lato opposto! Non state sotto di giri quasi a imballare e poi dare tutto il gas, non sforzate il motore insomma!! Bastano pochi minuti e poi potete sfruttare il motore come fate sempre!)
- SE IL MOTORE E' MOLTO FREDDO, AD ESEMPIO IN INVERNO CON LA MOTO PARCHEGGIATA FUORI, (dai 2-3 gradi sopra zero in giù) VA BENE LASCIARE GIRARE AL MINIMO IL MOTORE PER ALCUNI SECONDI (30-40, dipende dalle temperature esterne, dal motore ecc.). Questo è perchè lo shock termico è maggiore, quindi diamo più gradualità nel scaldarlo
- TIRARE LE MARCE A FREDDO FA MALISSIMO AL MOTORE, NON FATELO!! Riguardo invece al far scaldare il moto al minimo perchè avete sempre fatto così.... Non è sbagliato, è solo meno efficiente!