Leggi il Topic


Indice del forumForum GeneraleConfronti e Consigli Acquisto

   

Pagina 3 di 5
Vai a pagina Precedente  12345  Successivo
 
Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
16238131
16238131 Inviato: 24 Lug 2021 12:07
 

Continuo a non capire che problemi abbia l'andamento del mercato visto che probabilmente ci sono molti più modelli medio piccoli ora che fino a qualche anno fa. Capirei il disappunto se avessero smesso di produrre moto piccole per far posto solo a quelle potenti.

E comunque il mondo dei motori si basa da sempre sulle prestazioni come leva per la passione, altrimenti gireremmo tutti felicemente col Pandino da 60 cavalli e la moto da 40: poi che ci si possa comunque divertire è fuori discussione ma difficilmente vedo un appassionato di motori preferire qualcosa di basilare a qualcosa di davvero prestazionale, al netto di questioni economiche, di salute o fisiche.

Provo comunque tanta invidia (positiva) per coloro che riescono a divertirsi andando sempre a passeggio icon_mrgreen.gif
 
16238147
16238147 Inviato: 24 Lug 2021 16:07
 

Hazrael88 ha scritto:
Continuo a non capire che problemi abbia l'andamento del mercato visto che probabilmente ci sono molti più modelli medio piccoli ora che fino a qualche anno fa. Capirei il disappunto se avessero smesso di produrre moto piccole per far posto solo a quelle potenti.

E comunque il mondo dei motori si basa da sempre sulle prestazioni come leva per la passione, altrimenti gireremmo tutti felicemente col Pandino da 60 cavalli e la moto da 40: poi che ci si possa comunque divertire è fuori discussione ma difficilmente vedo un appassionato di motori preferire qualcosa di basilare a qualcosa di davvero prestazionale, al netto di questioni economiche, di salute o fisiche.

Provo comunque tanta invidia (positiva) per coloro che riescono a divertirsi andando sempre a passeggio icon_mrgreen.gif

in realtà no perché una moto da 40cv è capace di accelerazioni molto superiori ad una citycar da 60
quindi il paragone giusto sarebbe una moto 150cc da 11-13cv come molto diffuse in asia, sud america ed africa e vendute a cifre inferiori a 1500€

comunque tornando a noi, io ho una cb300r, da 31cv e 143kg in ordine di marcia, quindi prestazioni tranquille ma dignitose per un uso su strade che non siano l' autostrada (che non ho mai preso in moto e tendenzialmente evito anche in auto), ci ho fatto 17 mila km fino ad ora e probabilmente il top come motore sarebbe stato la honda cb500f, neanche per l' accelerazione a bassa velocità in se ma più che altro per l' allungo a velocità sostenute e al contempo poter viaggiare a giri rilassati, nonostante abbia messo un pignone anteriore con 1 dente in più.

comunque gioca a mio favore anche il fatto che vivo nel cuore delle alpi e di strade tortuose in cui divertirsi è pieno, passi di montagna pure

provai una duke 790 ma onestamente prestazioni di quel livello le trovo eccessive, cioè non in se ma più che altro il rischio di esagerare con prestazioni di quel livello (figuriamoci quelle ancora più veloci) sono troppe e il gioco non vale la candela
 
16238158
16238158 Inviato: 24 Lug 2021 18:41
 

Ma in salita come ti trovi? 300 cc hanno poca coppia...io penso che l'ideale sia una motoretta come la MT-07...la Duke 690 non la prendo in considerazione perché non mi piacciono le monocilindriche ma devo dire che quando ero a passeggio con il 1200 mi ha passato come se fossi fermo... icon_asd.gif
 
16238170
16238170 Inviato: 24 Lug 2021 21:41
 

Lario650 ha scritto:
io penso che l'ideale sia una motoretta come la MT-07...

Qui è parte del problema, chiamare motoretta una moto che ci mette 4 secondi a fare da 0 a 100 e che tocca i 200 orari. icon_cry.gif
 
16238172
16238172 Inviato: 24 Lug 2021 21:48
 

KIMO ha scritto:
E allora vai do HD e sei a posto icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif

Dipende quale, perché oltre al discorso della coppia, io metto anche l'agilità tra le cose più importanti. O più che agilità diciamo la manovrabilità nelle curve. La maggior parte delle Harley sono cruiser che toccano alla minima inclinazione, veramente da andare solo a passeggio, ma non è il mio stile. A me guidare piace, non voglio minimamente sentirmi impacciato dal mezzo che ho sotto le chiappe. Il downsizing con le prestazioni ci sta, ma la moto deve appartenermi e deve comunque affrontare la strada come dico io.
 
16238178
16238178 Inviato: 24 Lug 2021 23:47
 

ton1x ha scritto:
in realtà no perché una moto da 40cv è capace di accelerazioni molto superiori ad una citycar da 60
quindi il paragone giusto sarebbe una moto 150cc da 11-13cv come molto diffuse in asia, sud america ed africa e vendute a cifre inferiori a 1500€

comunque tornando a noi, io ho una cb300r, da 31cv e 143kg in ordine di marcia, quindi prestazioni tranquille ma dignitose per un uso su strade che non siano l' autostrada (che non ho mai preso in moto e tendenzialmente evito anche in auto), ci ho fatto 17 mila km fino ad ora e probabilmente il top come motore sarebbe stato la honda cb500f, neanche per l' accelerazione a bassa velocità in se ma più che altro per l' allungo a velocità sostenute e al contempo poter viaggiare a giri rilassati, nonostante abbia messo un pignone anteriore con 1 dente in più.

comunque gioca a mio favore anche il fatto che vivo nel cuore delle alpi e di strade tortuose in cui divertirsi è pieno, passi di montagna pure

provai una duke 790 ma onestamente prestazioni di quel livello le trovo eccessive, cioè non in se ma più che altro il rischio di esagerare con prestazioni di quel livello (figuriamoci quelle ancora più veloci) sono troppe e il gioco non vale la candela


Una moto da 200cv una macchina da 250cv manco la vede in accelerazione, quindi in proporzione è praticamente uguale.

Il "problema" è che quelle prestazioni dignitose cambiano radicalmente prospettiva se guidi per un po' di tempo qualcosa di più. Quando ho venduto la R1 2011 ed ero in attesa della 2020 ho fatto qualche giro con la mia vecchia Street triple R del 2009(che ora ha mio fratello) e di motore sembrava rotta rispetto alla R1 pur avendo 100 e passa cv. Immagino che il segreto stia nell'accontentarsi o nel non provare altro.
 
16238217
16238217 Inviato: 25 Lug 2021 10:22
 

Debe ha scritto:
Qui è parte del problema, chiamare motoretta una moto che ci mette 4 secondi a fare da 0 a 100 e che tocca i 200 orari. icon_cry.gif

Ma no, non devi farti impressionare dalla scheda tecnica: è una moto nuda che raggiunge rapidamente i 140 orari ma per raggiungere i 200 serve un bel pelo e un bel pezzo di autostrada. Io ho una moto che in teoria fa i 220 ma non ho mai superato i 160 anche per via delle vibrazioni. Nei percorsi guidati di montagna puoi avere anche un 1000 ma di solito non si va oltre la terza marcia... per una media di 70-90 km orari.
 
16238219
16238219 Inviato: 25 Lug 2021 10:46
 

Lario650 ha scritto:
Ma in salita come ti trovi? 300 cc hanno poca coppia...io penso che l'ideale sia una motoretta come la MT-07...la Duke 690 non la prendo in considerazione perché non mi piacciono le monocilindriche ma devo dire che quando ero a passeggio con il 1200 mi ha passato come se fossi fermo... icon_asd.gif

beh io non arrivo a 70kg con equipaggiamento incluso quindi aiuta
il motore entra i coppia a partire da 5 mila giri quindi non serve tirare chissà quanto il collo, anche perché oltre i 9 mila è inutile spingersi ma spesso anche oltre i 7 mila, non è un piccolo bicilindrico

diciamo che sulle rette in salita dei passi di montagna fino a circa 100kmh ci si arriva senza dover tirare al massimo le marce, oltre no
 
16238221
16238221 Inviato: 25 Lug 2021 10:48
 

Hazrael88 ha scritto:
Una moto da 200cv una macchina da 250cv manco la vede in accelerazione, quindi in proporzione è praticamente uguale.

Il "problema" è che quelle prestazioni dignitose cambiano radicalmente prospettiva se guidi per un po' di tempo qualcosa di più. Quando ho venduto la R1 2011 ed ero in attesa della 2020 ho fatto qualche giro con la mia vecchia Street triple R del 2009(che ora ha mio fratello) e di motore sembrava rotta rispetto alla R1 pur avendo 100 e passa cv. Immagino che il segreto stia nell'accontentarsi o nel non provare altro.


intendiamo la stessa cosa ma detta in modo diverso

prima dicevo che non si può paragonare una moto da 40cv ad un auto da 60, perché con 40cv una moto è molto molto più scattante

stesso discorso una moto sportiva da 200cv ha l' accelerazione di una supercar da 800cv, non di un auto da 200-300
 
16238222
16238222 Inviato: 25 Lug 2021 10:50
 

Debe ha scritto:
Dipende quale, perché oltre al discorso della coppia, io metto anche l'agilità tra le cose più importanti. O più che agilità diciamo la manovrabilità nelle curve. La maggior parte delle Harley sono cruiser che toccano alla minima inclinazione, veramente da andare solo a passeggio, ma non è il mio stile. A me guidare piace, non voglio minimamente sentirmi impacciato dal mezzo che ho sotto le chiappe. Il downsizing con le prestazioni ci sta, ma la moto deve appartenermi e deve comunque affrontare la strada come dico io.

vero, quelle moto li sono piuttosto impacciate nei tornanti molto stretti

una volta salendo lo stelvio, verso la cima mi si era spenta la moto perché ho dovuto fermarmi che un auto scendendo ha occupato tutto il tornante, se avessi avuto una moto che pesava il doppio sarei caduto irrimediabilmente icon_asd.gif
 
16238226
16238226 Inviato: 25 Lug 2021 11:01
 

Proprio per questo ho cominciato il downsizing e proprio per questo voglio una moto bassa per toccare bene: mi sono trovato abbastanza impacciato in alcuni tornanti stretti da fare in prima e me la sono cavata solo grazie all'esperienza, usando sia la frizione che il freno posteriore. Molti meravigliosi posti di montagna sono sì raggiungibili da strade asfaltate, ma talmente strette da essere a proprio agio solo con una Vespa...
 
16238228
16238228 Inviato: 25 Lug 2021 11:04
 

la moto perfetta per me sarebbe stata la mia cb300r ma con il motore della cb500f icon_asd.gif senza aumentarne però ingombri e solo minimamente il peso

comunque per almeno 2 anni non se ne parla di cambiare moto, per ragioni economiche
 
16238233
16238233 Inviato: 25 Lug 2021 11:26
 

Hai pensato a una Guzzi Breva 750? È un 750 molto tranquillo con 40 CV scarsi alla ruota ma una buona coppia, in più pesa come la Honda 500 e la trovi per pochi euro.
 
16238238
16238238 Inviato: 25 Lug 2021 11:53
 

beh per i prossimi 2 anni qualsiasi cambio moto è fuori discussione

comunque no, come moto in se non mi piace particolarmente, se devo andare su una cilindrata simile andrei direttamente sulle naked giapponesi 650-700cc
però si ha caratteristiche interessanti, è compatta, ha il cardano (niente catena lenta o sporca) però è un pò vintage per i miei gusti e quel V2 trasversale ingombra un pò troppo lateralmente

una potenza ridotta l' accetto da un motore di ridotta cilindrata ma per un 650-750 almeno 65cv li vorrei avere icon_asd.gif anche se poi in realtà non mi spingerei mai oltre i 75-80cv
 
16238254
16238254 Inviato: 25 Lug 2021 17:45
 

ansetup ha scritto:
Sono in parte d' accordo .
Solo in parte perchè , così come avviene con l' ABS nel più classico dei panic stop , dove anche andando relativamente piano , capita di trovarsi in un tale contesto a causa di altre variabili ( ad es. , salta fuori di lato chi dovrebbe darci la precedenza , magari perchè non ci ha visto ) , altrettanto si potrebbe dire del controllo di trazione , dato che anche viaggiando apparentemente piano , gli imprevisti possono sempre metterci lo zampino .
E per spiegarmi meglio , ti racconto un aneddoto .
Qualche anno fà avevo un Bandit 1250 , dotato di ABS , ma privo di controllo di trazione .
Con quello un giorno d' estate affronto una rotonda , a velocità molto bassa ( c' era parecchio traffico ) , dove a metà circa della stessa l' asfalto appariva completamente bagnato .
Penso alla classica autobotte per il lavaggio delle strade , che passando aveva lasciato una "pisciatina" .
Riduco ancora la velocità , conscio dei rischi che porta in dote l' asfalto estivo appena bagnato , che notoriamente reagisce buttando fuori tutte le schifezze assorbite in precedenza .
Ho il gas appena puntato , in terza marcia , col motore a non più di 2500 giri .
Appena metto le ruote sul tratto bagnato , il posteriore si esibisce in una scodata epica , dove sembra che il bauletto voglia sorpassare il resto della moto .
Non sò tuttora come , ma dopo 3/4 scodate a dx e sx la moto si rimette in linea , io sono seduto sul serbatoio con i piedi penzoloni ed il manubrio ancora in mano .
In qualche modo , nonostante il tremendo dolore ai gioielli di famiglia , mi spingo indietro con le braccia , scivolando di nuovo sulla sella e ritrovando così l' appoggio sulle pedane .
Mi fermo , appena in tempo per vedere 2 auto finite in testacoda dietro di me .
E solo allora realizzo che avevo scambiato della nafta per acqua .
Dopo il Bandit ho avuto per circa 8 anni una Versys 1000 , che aveva il traction control , pur se priva di piattaforma inerziale .
Traction control che io tenevo abitualmente in configurazione "bagnato" , cioè la più invasiva , tranne nelle rare occasioni in cui volevo fare l' idiota , cercando volutamente ampie "divagazioni" del posteriore .
Con quella mi è successo 2 volte di trovarmi in situazioni simili ( una volta causa ghiaccio , l' altra per olio motore perduto da un camion mentre pioveva ) .
Fortunatamente in entrambe avevo il "TC" settato in modalità "parachiappe" ( bagnato ) .
Ed in entrambe le situazioni la perdita del posteriore non è stata nemmeno parente di quella evidenziatasi col Bandit .
Il posteriore è partito ma , con una prontezza nettamente superiore a quella che è nelle mie capacità , il sistema "parachiappe" ha riportato in linea la moto .
La mia attuale moto ( KTM 390 ADV - quindi facente parte della categoria oggetto del topic ) ha la piattaforma inerziale ed un traction control più evoluto di quello avuto sulla Kawa .
Quando il sistema si attiva , lo fà in maniera molto più pronta e discreta di quanto avveniva sulla Versys .
E ci vuole molta attenzione per riuscire ad avvertirne l' intervento , ovviamente segnalato dalla relativa spia sul cruscotto .
Ho valide ragioni per credere che , con questa piccola moto da 40 CV , in contesti limite tipo quelli vissuti con le precedenti cavalcature ( di cui si può essere vittime anche con questo genere di moto ) , le capacità "salvachiappe" siano ancora migliori .



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif


Sicuramente hai ragione, e io non sono assolutamente contrario all'elettronica, anzi.
Ma poi penso ai miei esordi con la motocicletta, (prima cross poi ss, circa 35 anni fa), e la cosa che mi piaceva di più era perdere aderenza al posteriore.....
Ma appunto 35 anni fa, ero giovane, reattivo e fisicamente più preparato di ora.
Oggi se mi "va via di culo" non ho più il riflesso e il "coraggio" di tenere aperto, o almeno di non chiudere tutto, e la poesia è finita.
 
16239051
16239051 Inviato: 28 Lug 2021 21:42
Oggetto: Re: Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
 

Debe ha scritto:
In attesa dell'arrivo (sofferto) della mia nuova moto, una Moto Guzzi V7 Stone, mi rendo conto di fare sempre più pensieri e ragionamenti (e quindi mi informo, leggo articoli e guardo video) che vanno contro alla velocità, alle grandi cavallerie, all'avere moto ultradimensionate per quello che è il mondo che ci circonda e l'uso che se ne fa. Ragionamenti che vanno quindi anche contro al mio passato e alle scelte che ho fatto nella mia vita (alternate a scelte più intelligenti, ma che non ho saputo tenere nel tempo, schiavo sempre di questa fissa della potenza).

Se c'è una cosa che ho ben capito è che con moto molto potenti ci si sente degli dei, in strada si ha uno strapotere assoluto su qualsiasi altro mezzo, e questo dà sicuramente adrenalina, endorfine, ma anche una certa forma di autoaffermazione, una specie di droga che compensa una qualsivoglia carenza caratteriale e dalla quale siamo molto attratti. Nella mia vita ho avuto non una, bensì 3 CBR 1000RR, e anche 1 GSX 1000R. Nessuna di queste è stata acquistata nuova (conoscendomi!) e, cosa più interessante, nessuna di queste è stata mai acquistata dopo un'altra di questa stessa serie. Quello che è successo, dopo i miei primi anni motociclistici in sella a Naked come Monster e Hornet, è stato il rimbalzare dalla supersportiva alla moto con un terzo dei cavalli, dalla moto con un terzo dei cavalli alla supersportiva.

Probabilmente sarò io ad essere matto (so di non essere il solo, ma sicuramente sarò il peggiore!), ma quando guidavo la supersportiva ne capivo la follia e l'illogica logica (scusate il gioco di parole) di progettazione, e quando guidavo la moto con un terzo dei cavalli mi subentravano subito ragionamenti come "ma sono ancora troppo giovane per chiudere con la guida sportiva". Un paio di volte sono tornato al CBR subito dopo essermi lasciato dalla ragazza, quasi a dire "mi riprendo quello che è mio", ma in realtà ho capito che era solo una mancanza, il sentirsi più deboli quando si rimane da soli dopo diversi anni, compensato dal sentirsi un dio quando si monta invece in sella. Ma l'ho capito, con il tempo. Eh sì, c'è voluto tempo e un bel lavoro su me stesso, ma l'ho capito.

Adesso ho scelto la mia nuova moto, la quale spero mi porti in giro per anni, ma strizzo l'occhio e ammiro tutte quelle moto che hanno dai 30 ai 50 cavalli (e ce ne sono tantissime e sono davvero fighissime), e tutte quelle persone che ne parlano bene, senza il pregiudizio dato da questa epoca che ricerca sempre più affannata ultrapotenze e ultravelocità mai sfruttate in strada se non forse per pochissimi istanti e in autostrada. Ho intravisto un cambiamento e ne sono felice. Spero vivamente che tutto il mondo motociclistico faccia un passo indietro definitivamente.

Sarà difficile, ma io tifo davvero per loro, le piccole grandi moto.


Ammetto che anche io a 28 anni ho già in buona parte esaurito la voglia di moto sportive e moto esagerate in generale , passando oramai da 3 anni da una 848 a una più modesta CBR600 F, tutti a dirmi che è stato un errore manco fossi passato a un t-max , la realtà è che ci ho messo un po' a capirlo ma quando ti accorgi che non hai né la velocità per andare forte in pista né i soldi da investirci e che su strada non si può correre per i troppi pericoli che ci sono la supersportiva perde molto del suo fascino, la inizi a vedere con occhi diversi, più disincantati e anche i discorsi degli amici con i 1000 da 200 cavalli iniziando a farti sorridere . Alla fine non corriamo già abbastanza tutti i giorni?
Ora ho meno cavalli, una ciclistica meno raffinata ma me la godo enormemente di più utilizzandola quotidianamente visto che consuma meno la manutenzione costa meno ed è discretamente più comoda ad un passo ne veloce ne da lumaca gustandomi i tragitti e le curve. Probabilmente il prossimo passo sarà andare su una media enduro, o qualcosa di similare poiché ho una crescente esigenza di viaggiare anche in due (di recente i miei occhi si sono fermati sulla Guzzi V85TT. )
Riassumendo il mio pensiero non sono per le moto troppo piccole, ma neanche per le super sportive o moto esagerate, mi piacciono le medie sui 100 cv o qualcosa meno e di recente i miei occhi si sono fermati sulla Guzzi V85TT.
Anche perché e qua la filosofia centra poco certe maxi, sportive o endurone , sono arrivate a prezzi da nuove che per me sono pura follia .
Sul discorso un po' off-topic dell'elettronica che ho letto nei commenti mi soffermo poco, nessuna delle mie moto l'ha mai avuta e personalmente non ne ho mai neanche minimamente sentito il bisogno di averla, se c'è ben venga purché disattivabile.
Diciamo che sta all'ultimo posto sui miei criteri di scelta della moto. doppio_lamp_naked.gif
 
16239102
16239102 Inviato: 29 Lug 2021 10:11
 

La moto è emozione: quando vedo un GSX-R 1000 o anche solo 750 mi emoziono e capisco che è la moto che vorrei. Allora perché non la compro? Perché ha il culo troppo alto da terra e perché alla mia età la posizione di guida delle Supersport mi crea dolori. In più le strade non sono più libere come negli anni novanta: c'è più traffico, più rotonde, più autovelox. Resta il fatto che la moto rimane un oggetto emozionale, per cui se uno ama le supersportive è giusto che se le compri anche se su strada non servono a una beata mazza... icon_asd.gif
 
16239270
16239270 Inviato: 30 Lug 2021 1:07
 

Mi trovo assolutamente d'accordo sul discorso emozionale ma credo che tutto nella vita segua un percorso...delle tappe che ci rendono più coscienziosi e maturi.
A me ad esempio le supersport non hanno mai detto nulla, mi piacciono solo quelle anni 80/90 perche le guidava mio papà.
Però capisco chi le compra, perché gli trasmettono emozioni impareggiabili. Però credo anche che col tempo e la (si spera) saggezza, una persona cambi modo di vedere le cose. Magari si inizia a prediligere il comfort di guida, o una maggior capacità di carico rispetto alla velocità di punta e alle staccate da paura (su strada intendo)...e quindi ci si ritrova poi con l'amletico dubbio: testa o cuore?
Certo poi magari uno non ha di queste esigenze e decide di guidare supersportive, enduro, trial, o altro ancora, a vita, e va benissimo anche così.
Potessi avere 2/3 moto in garage non avrei di questi dubbi...
 
16239324
16239324 Inviato: 30 Lug 2021 14:13
 

Vader ha scritto:
Mi trovo assolutamente d'accordo sul discorso emozionale ma credo che tutto nella vita segua un percorso...delle tappe che ci rendono più coscienziosi e maturi.
A me ad esempio le supersport non hanno mai detto nulla, mi piacciono solo quelle anni 80/90 perche le guidava mio papà.
Però capisco chi le compra, perché gli trasmettono emozioni impareggiabili. Però credo anche che col tempo e la (si spera) saggezza, una persona cambi modo di vedere le cose. Magari si inizia a prediligere il comfort di guida, o una maggior capacità di carico rispetto alla velocità di punta e alle staccate da paura (su strada intendo)...e quindi ci si ritrova poi con l'amletico dubbio: testa o cuore?
Certo poi magari uno non ha di queste esigenze e decide di guidare supersportive, enduro, trial, o altro ancora, a vita, e va benissimo anche così.
Potessi avere 2/3 moto in garage non avrei di questi dubbi...


Tempo fa in pista vidi un signore che a 57 anni ancora non voleva mollare la sua sportiva, se è contento lui chi siamo noi per dire il contrario? icon_asd.gif
Io ad esempio a 28 anni ho già chiuso con le sportive e la prossima sarà sicuramente una moto molto più votata alla strada e alla passeggiata, dipende molto come uno vede le cose, correndo tutto il giorno per lavoro ( e intendo correndo nel vero senso della parola con il mio furgoncino) , ho voglia quando vado in moto solo di godermela e basta , senza fretta ne ansia da prestazione...
 
16239332
16239332 Inviato: 30 Lug 2021 15:29
 

Carreira ha scritto:
Tempo fa in pista vidi un signore che a 57 anni ancora non voleva mollare la sua sportiva, se è contento lui chi siamo noi per dire il contrario? icon_asd.gif
Io ad esempio a 28 anni ho già chiuso con le sportive e la prossima sarà sicuramente una moto molto più votata alla strada e alla passeggiata, dipende molto come uno vede le cose, correndo tutto il giorno per lavoro ( e intendo correndo nel vero senso della parola con il mio furgoncino) , ho voglia quando vado in moto solo di godermela e basta , senza fretta ne ansia da prestazione...


Ma infatti ognuno è libero di fare come più gli aggrada, dico solo che col tempo magari uno apprezza cose differenti rispetto alla velocità pura, ma non è detto che sia così per tutti, ed il mondo è bello proprio per questo
 
16239339
16239339 Inviato: 30 Lug 2021 15:43
 

Carreira ha scritto:
Tempo fa in pista vidi un signore che a 57 anni ancora non voleva mollare la sua sportiva, se è contento lui chi siamo noi per dire il contrario? icon_asd.gif
Solo? Se pensi che chi mi ha venduto il CBR aveva 70 anni e lo ha venduto perchè la moglie si era stufata di sapere che andava a fare gli sparoni sul lago..... Lui faceva gare di salita... ho visto anche degli articoli. icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif
 
16239431
16239431 Inviato: 31 Lug 2021 10:17
 

KIMO ha scritto:
Solo? Se pensi che chi mi ha venduto il CBR aveva 70 anni e lo ha venduto perchè la moglie si era stufata di sapere che andava a fare gli sparoni sul lago..... Lui faceva gare di salita... ho visto anche degli articoli. icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif

bisognerebbe fargli un filmino su youtube. icon_asd.gif
 
16239440
16239440 Inviato: 31 Lug 2021 10:45
Oggetto: Re: Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
 

Carreira ha scritto:
su strada non si può correre per i troppi pericoli che ci sono la supersportiva perde molto del suo fascino, la inizi a vedere con occhi diversi, più disincantati e anche i discorsi degli amici con i 1000 da 200 cavalli iniziando a farti sorridere . Alla fine non corriamo già abbastanza tutti i giorni? Ora ho meno cavalli, una ciclistica meno raffinata ma me la godo enormemente di più

Ma non solo per il fatto dei pericoli e quindi del mancato utilizzo a pieno di una cosa progettata per fare altro da quello che poi in realtà ci si fa, ma anche e soprattutto per il "come" tutto ciò venga fatto: posizione di guida scomoda con palle e pisello schiacciati contro il serbatoio, gambe piegate troppo, braccia, spalle e polsi sovraccaricati fino al fastidiosissimo formicolio delle mani, passeggero che bestemmia e che spesso (a meno che non sia una grandissima appassionata e costi quel che costi) te ne limita l'uso in coppia, quindi l'uso totale, infastidimento psicologico (almeno, a me accadeva) dal traffico, perché non puoi andare a cannone e ti tocca stare in continuo on/off dietro alle vetture o ai camion che ti fanno 50-60 all'ora dove non puoi sorpassare, e una serie di altre cose come anche il calore veramente eccessivo quando la moto non riesce ad andare e quindi a raffreddarsi come dovrebbe. È libertà questa? Che poi... è libertà stare costantemente nell'illegalità del superamento dei limiti? Perché non mi venite a dire che con una supersportiva state nei limiti perché a parte rafforzare maggiormente il concetto contrario del suo acquisto, mi direste una bugia grossa come una casa. Io stavo nei limiti probabilmente solo dentro il giardino di casa, prima di uscire dal cancello, poi diventa tecnicamente impossibile.

Carreira ha scritto:
Riassumendo il mio pensiero non sono per le moto troppo piccole, ma neanche per le super sportive o moto esagerate, mi piacciono le medie sui 100 cv o qualcosa meno e di recente i miei occhi si sono fermati sulla Guzzi V85TT.

Già il fatto che una moto da 100CV venga considerata una "media" te la dice lunga...

Lario650 ha scritto:
La moto è emozione: quando vedo un GSX-R 1000 o anche solo 750 mi emoziono e capisco che è la moto che vorrei. Allora perché non la compro? Perché ha il culo troppo alto da terra e perché alla mia età la posizione di guida delle Supersport mi crea dolori. In più le strade non sono più libere come negli anni novanta: c'è più traffico, più rotonde, più autovelox. Resta il fatto che la moto rimane un oggetto emozionale, per cui se uno ama le supersportive è giusto che se le compri anche se su strada non servono a una beata mazza... icon_asd.gif

Ma tutto dipende da cosa sia alla base della tua emotività, cosa generi l'emozione di cui parli. Vedere una cosa e desiderarla solo avendola vista non è qualcosa di buono. Una cosa va provata e conosciuta bene per capire se davvero fa per noi. Se soffri di dolori semplicemente standoci in sella, allora non penso che la ameresti. Chiaramente, se anche così sono le supersportive ad emozionarti più di qualunque altra moto, allora sai cosa fa per te, nonostante i dolori.

Vader ha scritto:
A me ad esempio le supersport non hanno mai detto nulla, mi piacciono solo quelle anni 80/90 perche le guidava mio papà. Però capisco chi le compra, perché gli trasmettono emozioni impareggiabili.

Ma "impareggiabili" poi perché? Per me sono impareggiabili le emozioni che provengono da tutt'altro utilizzo di una moto: i percorsi, i panorami, il relax della guida, la libertà, il vento addosso, il contatto con la natura e via discorrendo. L'emozione che dà una supersportiva è impareggiabile dentro una pista, dove non ci sono panorami, natura o relax. Che si chiamino "moto" entrambe le cose già mi fa sorridere, perché di fatto parliamo di due cose completamente, ma davvero completamente diverse. Pensiamo ad una Ducati Panigale e ad una Harley Davidson Street Bob: vi sembrano due oggetti che possano avere lo stesso nome? Poi ovviamente ribadisco, per non essere frainteso: dipende da persona a persona e anche dall'utilizzo che se ne fa di una cosa. C'è chi vuole la moto da 25mila euro e poi uscirci solo la domenica e da solo, chi la moto sotto ai 10mila euro ma farci 40-50mila km all'anno, da solo, in compagnia e ovunque. Tra le due cose per me non c'è paragone logico, anche a livello di discutere la passione stessa, ma capisco chi non la pensa come me.
 
16239454
16239454 Inviato: 31 Lug 2021 12:52
 

Siamo tutti diversi e ciascuno di noi trae piacere da cose diverse.

Questo diamolo per assodato: altrimenti non si spiegherebbe un parco circolante che va dalla Guzzi Airone maniacalmente restaurata alla HD Fat Boy, passando per la Kawa H2R e la Husqvarna 701.

Parlando per me, da giovani si è attratti dai missili a due ruote.
Per le botte di adrenalina di cui si va a caccia da ragazzi, per lo status symbol, per la competizione con gli amici, per la smania da cifre tecniche. D'altra parte, da giovani ci si sente immortali: sono in salute, ho i riflessi, sono bravo a guidare, quindi vado a missile e non mi succede niente. Ahah guarda quanti fermoni per strada, vi passo tutti a velocità warp!

Poi, vuoi per la maturazione, vuoi per qualche spavento con o senza danni, vuoi perché qualche amico si è fatto male... si cambia un po' prospettiva e si nota che dietro la curva ci può essere un ostacolo, che il fondo stradale è pieno di schifezze, che gli altri non sono "ostacoli fermi da evitare" ma gente che fa manovre inaspettate.
Poi magari si capisce anche che il bello non sono i 250 di tachimetro sudando freddo sul rettilineo della statale dietro casa; ma la bella spinta ai bassi regimi che ti fa uscire comodo dalla curva, la posizione di guida non impiccata, i particolari ben rifiniti che ti fanno dire "ma che bella moto sto guidando!", l'agilità in città che ti fa prendere la moto volentieri anche per andare al cinema o in ufficio.

O per altri, la capacità di carico, la protezione dal brutto tempo, la facilità nel portare un passeggero e viaggiare per centinaia di km.

A me comunque, ora che ho passato i 50, la massima goduria la dà una moto comoda con una bella palata di coppia. Non cerco più la velocità, di cui non mi frega un tubo (sarà che mi hanno tolto 2 volte la patente a forza di telelaser e autovelox), ma godo come un matto quando posso gustarmi una bella ripresa dai bassi, con il motore che spinge ma senza crearmi problemi di guida o raggiungere velocità improbabili.

Lo ammetto, a volte è godurioso anche, quando arriva da dietro il solito imbecille sfanalante in macchina, aprire il gas e lasciarlo sul posto, per poi magari rientrare tranquillo a destra e guardarlo sfanalare come un idiota quello davanti. icon_asd.gif

Ma sopratutto mi piace prendere la moto per fare qualsiasi cosa, starci comodo, sentirla borbottare, guardare cosa ho intorno e gustarmi il viaggio, per corto che sia.

Parlo per me e non giudico chi la pensa diversamente.
 
16239457
16239457 Inviato: 31 Lug 2021 13:23
 

Esatto è quello che è successo a me: da giovane mi sentivo immortale, andavo come un pazzo e sognavo le sportive degli anni novanta, dal GSX-R al Ducati 851. Poi a parte il GSX-R che ho avuto, per il resto non ho più comprato moto da 100 CV. Resta il fatto che quando al semaforo mi si affianca una Supersport mi viene sempre un po' di invidia...se il mondo fosse disabitato potrei tranquillamente accontentarmi di un V7 ma poi quando mi passa una Brutale a cannone ci rimango male...la colpa è sempre degli altri... icon_asd.gif
 
16239485
16239485 Inviato: 31 Lug 2021 17:34
Oggetto: Re: Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
 

Debe ha scritto:
Già il fatto che una moto da 100CV venga considerata una "media" te la dice lunga...

Dipende dall' utilizzo e dal pilota..
-MOTO COMODE - sopratutto per gli over 40 con problemi agli ossi. icon_rolleyes.gif
Scooterone - 125/300 per la citta e qualche gita
Moto 50cv - Moto turistica per chi non ha fretta. In citta' la potenza e' notevole lo 0-100 in 6 secondi.
Moto 100cv - Moto turistica a lungo raggio. Ottima anche in autostrada.
Moto 150cv - In autostrada e' meglio. Aprire tutto il gas in sesta a 120 per raggiungere i 200 quando dietro hai l'imprentitore o lo spacciatore col mercedes a 180 ha il suo perche'.
-MOTO SCOMODE - fanno tanto racing per i giovani sani e forti. icon_rolleyes.gif
replica 125 - a 16 anni per vantarsi con i compagni di squola.
moto 50cv - mi abituo alla guida sognando la R1
moto 100cv - gia e' abbastanza racing ma e' piu economia e leggera del mille,
moto 200cv - sono al top delle prestazioni per chi vuol sentirsi come in motoGP
- MOTO CUSTOM - la moto degli arricchiti o presunti tali. icon_rolleyes.gif
peso sotto i 220kg sono i coloni delle ammericane costano meno ma vanno uguale.
peso oltre 300kg le compri per far scena oppure per fare milioni di km. Ma e' obbligatorio stappare lo scarico per rompere i c******i a piu' gente possibile.
- MOTO CROSS -
servono per saltare i fossi o per distruggere le piantagioni nei campi. Meglio gli ammortizzatori lunghi e il peso ridotto piuttosto che potenze record. Tanto comunque per rompermi tutti gli ossi mi posso lanciare a tutta velocita' anche in discesa.
 
16239504
16239504 Inviato: 31 Lug 2021 19:06
 

Geniale... icon_asd.gif
Purtroppo ho più di 40 anni ma voglio ancora fare il giovane racing con il risultato che dopo due ore torno a casa pieno di dolori... icon_asd.gif
Comunque adesso capisco chi possiede una o più moto d'epoca: sono le moto che ha desiderato da giovane. Le moto attuali non riesco a farmele piacere a meno che non siano delle costosissime opere d'arte tipo Panigale o F4...
 
16239509
16239509 Inviato: 31 Lug 2021 20:13
Oggetto: Re: Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
 

Mamadou88 ha scritto:
Dipende dall' utilizzo e dal pilota..
-MOTO COMODE - sopratutto per gli over 40 con problemi agli ossi. icon_rolleyes.gif
Scooterone - 125/300 per la citta e qualche gita
Moto 50cv - Moto turistica per chi non ha fretta. In citta' la potenza e' notevole lo 0-100 in 6 secondi.
Moto 100cv - Moto turistica a lungo raggio. Ottima anche in autostrada.
Moto 150cv - In autostrada e' meglio. Aprire tutto il gas in sesta a 120 per raggiungere i 200 quando dietro hai l'imprentitore o lo spacciatore col mercedes a 180 ha il suo perche'.
-MOTO SCOMODE - fanno tanto racing per i giovani sani e forti. icon_rolleyes.gif
replica 125 - a 16 anni per vantarsi con i compagni di squola.
moto 50cv - mi abituo alla guida sognando la R1
moto 100cv - gia e' abbastanza racing ma e' piu economia e leggera del mille,
moto 200cv - sono al top delle prestazioni per chi vuol sentirsi come in motoGP
- MOTO CUSTOM - la moto degli arricchiti o presunti tali. icon_rolleyes.gif
peso sotto i 220kg sono i coloni delle ammericane costano meno ma vanno uguale.
peso oltre 300kg le compri per far scena oppure per fare milioni di km. Ma e' obbligatorio stappare lo scarico per rompere i c******i a piu' gente possibile.
- MOTO CROSS -
servono per saltare i fossi o per distruggere le piantagioni nei campi. Meglio gli ammortizzatori lunghi e il peso ridotto piuttosto che potenze record. Tanto comunque per rompermi tutti gli ossi mi posso lanciare a tutta velocita' anche in discesa.



icon_asd.gif icon_asd.gif Nessuna delle mie due moto rientra nelle categorie. Sono salvo icon_asd.gif
 
16239620
16239620 Inviato: 1 Ago 2021 23:49
Oggetto: Re: Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
 

Debe ha scritto:
Carreira ha scritto:
su strada non si può correre per i troppi pericoli che ci sono la supersportiva perde molto del suo fascino, la inizi a vedere con occhi diversi, più disincantati e anche i discorsi degli amici con i 1000 da 200 cavalli iniziando a farti sorridere . Alla fine non corriamo già abbastanza tutti i giorni? Ora ho meno cavalli, una ciclistica meno raffinata ma me la godo enormemente di più

Ma non solo per il fatto dei pericoli e quindi del mancato utilizzo a pieno di una cosa progettata per fare altro da quello che poi in realtà ci si fa, ma anche e soprattutto per il "come" tutto ciò venga fatto: posizione di guida scomoda con palle e pisello schiacciati contro il serbatoio, gambe piegate troppo, braccia, spalle e polsi sovraccaricati fino al fastidiosissimo formicolio delle mani, passeggero che bestemmia e che spesso (a meno che non sia una grandissima appassionata e costi quel che costi) te ne limita l'uso in coppia, quindi l'uso totale, infastidimento psicologico (almeno, a me accadeva) dal traffico, perché non puoi andare a cannone e ti tocca stare in continuo on/off dietro alle vetture o ai camion che ti fanno 50-60 all'ora dove non puoi sorpassare, e una serie di altre cose come anche il calore veramente eccessivo quando la moto non riesce ad andare e quindi a raffreddarsi come dovrebbe. È libertà questa? Che poi... è libertà stare costantemente nell'illegalità del superamento dei limiti? Perché non mi venite a dire che con una supersportiva state nei limiti perché a parte rafforzare maggiormente il concetto contrario del suo acquisto, mi direste una bugia grossa come una casa. Io stavo nei limiti probabilmente solo dentro il giardino di casa, prima di uscire dal cancello, poi diventa tecnicamente impossibile.

Carreira ha scritto:
Riassumendo il mio pensiero non sono per le moto troppo piccole, ma neanche per le super sportive o moto esagerate, mi piacciono le medie sui 100 cv o qualcosa meno e di recente i miei occhi si sono fermati sulla Guzzi V85TT.

Già il fatto che una moto da 100CV venga considerata una "media" te la dice lunga...

Lario650 ha scritto:
La moto è emozione: quando vedo un GSX-R 1000 o anche solo 750 mi emoziono e capisco che è la moto che vorrei. Allora perché non la compro? Perché ha il culo troppo alto da terra e perché alla mia età la posizione di guida delle Supersport mi crea dolori. In più le strade non sono più libere come negli anni novanta: c'è più traffico, più rotonde, più autovelox. Resta il fatto che la moto rimane un oggetto emozionale, per cui se uno ama le supersportive è giusto che se le compri anche se su strada non servono a una beata mazza... icon_asd.gif

Ma tutto dipende da cosa sia alla base della tua emotività, cosa generi l'emozione di cui parli. Vedere una cosa e desiderarla solo avendola vista non è qualcosa di buono. Una cosa va provata e conosciuta bene per capire se davvero fa per noi. Se soffri di dolori semplicemente standoci in sella, allora non penso che la ameresti. Chiaramente, se anche così sono le supersportive ad emozionarti più di qualunque altra moto, allora sai cosa fa per te, nonostante i dolori.

Vader ha scritto:
A me ad esempio le supersport non hanno mai detto nulla, mi piacciono solo quelle anni 80/90 perche le guidava mio papà. Però capisco chi le compra, perché gli trasmettono emozioni impareggiabili.

Ma "impareggiabili" poi perché? Per me sono impareggiabili le emozioni che provengono da tutt'altro utilizzo di una moto: i percorsi, i panorami, il relax della guida, la libertà, il vento addosso, il contatto con la natura e via discorrendo. L'emozione che dà una supersportiva è impareggiabile dentro una pista, dove non ci sono panorami, natura o relax. Che si chiamino "moto" entrambe le cose già mi fa sorridere, perché di fatto parliamo di due cose completamente, ma davvero completamente diverse. Pensiamo ad una Ducati Panigale e ad una Harley Davidson Street Bob: vi sembrano due oggetti che possano avere lo stesso nome? Poi ovviamente ribadisco, per non essere frainteso: dipende da persona a persona e anche dall'utilizzo che se ne fa di una cosa. C'è chi vuole la moto da 25mila euro e poi uscirci solo la domenica e da solo, chi la moto sotto ai 10mila euro ma farci 40-50mila km all'anno, da solo, in compagnia e ovunque. Tra le due cose per me non c'è paragone logico, anche a livello di discutere la passione stessa, ma capisco chi non la pensa come me.


Nei limiti non ci stai manco con le moto da 50cv considerando che quando va di lusso il limite è 90 ma molto più spesso è 70 se non 50.

Le moto da 100 cv sono considerate medie da una ventina d'anni: le varie hornet 600,z750,fz6, street triple avevano bene o male quella potenza ed erano tutte affiancate da modelli più grossi e potenti.

Il paragone logico non c'è se decidi di ignorare il fattore economico che nella maggior parte dei casi è alla base delle scelte di chi deve valurare come spendere i propri soldi e di conseguenza fa scendere a compromessi con la passione. Quello che prende la moto da meno di 10 mila euro per farci 50mila km di sicuro non lo fa perché la ritiene meglio di quella da 25mila euro.
 
16239736
16239736 Inviato: 2 Ago 2021 17:16
Oggetto: Re: Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
 

Hazrael88 ha scritto:
Nei limiti non ci stai manco con le moto da 50cv considerando che quando va di lusso il limite è 90 ma molto più spesso è 70 se non 50.

Le moto da 100 cv sono considerate medie da una ventina d'anni: le varie hornet 600,z750,fz6, street triple avevano bene o male quella potenza ed erano tutte affiancate da modelli più grossi e potenti.

Il paragone logico non c'è se decidi di ignorare il fattore economico che nella maggior parte dei casi è alla base delle scelte di chi deve valurare come spendere i propri soldi e di conseguenza fa scendere a compromessi con la passione. Quello che prende la moto da meno di 10 mila euro per farci 50mila km di sicuro non lo fa perché la ritiene meglio di quella da 25mila euro.

vero, la mia moto non arriva a 50 (nemmeno a 40cv) e salvo ovviamente contesti urbani con un numero importante di mezzi e persone in circolazione, si è sempre un pò sopra, se in auto attraversando un paesino faccio i 50-55 in moto faccio 60-65 oppure dove c' è il limite dei 70 stessa cosa
il limite dei 90 lo rispetto già di più perché per vari motivi sopra i 100 si inizia a viaggiare meno rilassati per come è predisposta la mia moto, chiaro se avessi un mezzo più potente e protettivo dal aria anche il limite dei 90 diventerebbe un 100-110
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 3 di 5
Vai a pagina Precedente  12345  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum GeneraleConfronti e Consigli Acquisto

Forums ©