Leggi il Topic


Indice del forumForum GeneraleConfronti e Consigli Acquisto

   

Pagina 2 di 3
Vai a pagina Precedente  123  Successivo
 
Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
16237565
16237565 Inviato: 21 Lug 2021 14:15
 

CoffeeWolf ha scritto:
Aspeto il prossimo fenomeno che ora attaccherà l'lettronica.
icon_asd.gif
Tanto lo sappiamo tutti che Marquez vince solo perché c'è quella, no?
Dici che l'elettronica fa figo? Oppure "son figo solo se guido una moto del 1995 così si che si vede chi guida veramente"? eusa_think.gif
 
16237567
16237567 Inviato: 21 Lug 2021 14:18
 

KIMO ha scritto:
Dici che l'elettronica fa figo? Oppure "son figo solo se guido una moto del 1995 così si che si vede chi guida veramente"? eusa_think.gif


Io sono un grande sostenitore dell'elettronica, anche se ho moto che non ne hanno.
Dicevo che tu parlavi del saper guidare, adesso aspetto qualcuno che dica 'che le moto di oggi non bisogna nemmeno saperle guidare perché ci pensa l'elettronica e quindi son bravi tutti'.
 
16237570
16237570 Inviato: 21 Lug 2021 14:28
 

CoffeeWolf ha scritto:
Io sono un grande sostenitore dell'elettronica, anche se ho moto che non ne hanno.
Dicevo che tu parlavi del saper guidare, adesso aspetto qualcuno che dica 'che le moto di oggi non bisogna nemmeno saperle guidare perché ci pensa l'elettronica e quindi son bravi tutti'.
Sicuro.
Meno male che così facendo il mercato delle moto ne guadagna icon_asd.gif
 
16237603
16237603 Inviato: 21 Lug 2021 16:12
 

Lario650 ha scritto:
Su strada serve la coppia più che la potenza.

Assolutamente, motivo per cui le cruiser americane, popolarmente note come cancelli, risultano alla fine dei conti godibilissime in strada.

La coppia motrice è quella che fa il lavoro sporco, la forza che sposta il peso... i cavalli sono la frequenza, il ritmo al quale riesci ad applicare quella spinta. Non servono milioni di piccoli cilindri che frullano impazziti per cacciare 200 cv, per lasciarti alle spalle asfalto e sorpassi bastano due bei cilindrozzi a corsa lunga che danno tanta tanta spinta.
Sicuramente tra i due parametri che concorrono a determinare la godibilità di un motore, la coppia è il più importante... nonché il più percepibile.

Carroll Shelby lo sapeva bene quando ha vinto il campionato internazionale FIA GT nel 1965, surclassando Enzo Ferrari e lo strapotere che avevano avuto sino ad allora le 250 GTO.
C'erano dei CBR250 sui mercati indiani, brasiliani, ecc. quadricilindrici, che per riuscire a muoversi con un frazionamento così ridotto dovevano ronzare come libellule impazzite a quasi 20.000 giri minuto!
 
16237616
16237616 Inviato: 21 Lug 2021 16:39
 

CoffeeWolf ha scritto:
Io sono un grande sostenitore dell'elettronica, anche se ho moto che non ne hanno.
Dicevo che tu parlavi del saper guidare, adesso aspetto qualcuno che dica 'che le moto di oggi non bisogna nemmeno saperle guidare perché ci pensa l'elettronica e quindi son bravi tutti'.


Le moto con elettronica top, se hai un minimo di esperienza pregressa, si guidano oggettivamente da sole a ritmi molto allegri su strada ma la soddisfazione di tenere lo stesso passo con moto senza elettronica é molto maggiore. Personalmente peró credo che il vantaggio in termini di sicurezza sia minimo perché ampiamente compensato dal fatto che puoi frenare dopo perché tanto hai l'abs cornering, puoi accelerare prima perché tanto hai il TC: puoi sempre guidare come se non li avessi ma allora ti potevi risparmiare qualche migliaio di euro icon_mrgreen.gif
 
16237621
16237621 Inviato: 21 Lug 2021 16:52
 

Hazrael88 ha scritto:
Le moto con elettronica top, se hai un minimo di esperienza pregressa, si guidano oggettivamente da sole a ritmi molto allegri su strada ma la soddisfazione di tenere lo stesso passo con moto senza elettronica é molto maggiore. Personalmente peró credo che il vantaggio in termini di sicurezza sia minimo perché ampiamente compensato dal fatto che puoi frenare dopo perché tanto hai l'abs cornering, puoi accelerare prima perché tanto hai il TC: puoi sempre guidare come se non li avessi ma allora ti potevi risparmiare qualche migliaio di euro icon_mrgreen.gif


Bisogna anche fidarsi dell'elettronica icon_mrgreen.gif
Ma forse si impara.
 
16237625
16237625 Inviato: 21 Lug 2021 17:00
 

É come quando inizi ad andare in moto: le prime volte pieghi di 20 gradi e pensi che stai per cadere poi piano piano vedi che non cadi (si spera icon_mrgreen.gif ) e pieghi sempre di piú.
 
16237629
16237629 Inviato: 21 Lug 2021 17:06
 

Io sinceramente non ho mai fatto caso ad elettronica o varie.
Io salgo e vado. MI adatto al tipo di moto che ho sotto al sedere.
E son passato attraverso quasi ogni tipo di moto.
Boh... forse mi faccio meno menate icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif
 
16237632
16237632 Inviato: 21 Lug 2021 17:13
 

Beh se guidi una moto con elettronica ottima come se non avesse elettronica non succede nulla, sprechi solo potenziale. Sul contrario diciamo che non ci metterei la mano sul fuoco icon_asd.gif
 
16237635
16237635 Inviato: 21 Lug 2021 17:19
 

Hazrael88 ha scritto:
Beh se guidi una moto con elettronica ottima come se non avesse elettronica non succede nulla, sprechi solo potenziale. Sul contrario diciamo che non ci metterei la mano sul fuoco icon_asd.gif
In che senso? Va che la prima ninja che ho avuto non aveva nessun TC.. eppure, dopo qualche impennata, e qualche derapata (anche non voluta) comprendi come si guida.
E così pure la R6 che avevo.
Poi le R1 aveva qualcosa in più, ma di sicuro no TC. IN pista infatti era tutto uno scodare icon_lol.gif
i 2 Vstrom manco a parlarne...ma zeta, cbr...nemmeno. Bandit men che meno. Eppure non mi sono mai impastato. Certo a volte ho visto i sorci verdi per qualche manovra al limite.
Il Tracer lo vedo molto equipaggiato. Ma l'abs non l'ho mai sentito. Se metto al mappa a mi si impenna comunque... Poi sprecare potenziale? NON usare mai l'abs (nel senso di non arrivare mai al limite di una frenata secondo te è sprecare potenziale?). Il TC si inserisce e non lo tolgo certo.. ma questa son 115cv... l'r1 ne aveva 180 e senza tc...non è che mi si sia mai ribaltata... eppure fidati che i numeri li faceva. Entro limiti umani, ma li faceva.
poi... se pensi che non abbia mai guidato moto, sei sulla strada sbagliata icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif
MI ripeto.. e sarò pesante su sta cosa.. secondo me la moto è tutto un: sali, guida ... ambientati... prava... sbaglia anche... e poi parla.
Non parla, parla e poi FOOOORSE sali e chissàcomeguidi.
Vecchio stampo? forse... ma chissene. Sto bene così icon_asd.gif
 
16237640
16237640 Inviato: 21 Lug 2021 17:23
 

KIMO ha scritto:

Il Tracer lo vedo molto equipaggiato. Ma l'abs non l'ho mai sentito. .


Io della Tracer '18 che ho avuto in un giro un po' sportivo ho sentito abs, tc e insulti vari icon_rolleyes.gif
Però una volta il TC mi ha salvato laddove io non credevo di perdere aderenza (o forse non l'avrei persa uguale? boh).
 
16237643
16237643 Inviato: 21 Lug 2021 17:26
 

CoffeeWolf ha scritto:
Io della Tracer '18 che ho avuto in un giro un po' sportivo ho sentito abs, tc e insulti vari icon_rolleyes.gif
Però una volta il TC mi ha salvato laddove io non credevo di perdere aderenza (o forse non l'avrei persa uguale? boh).
boh.. ripeto..poi non so nemmeno dove e quando si inserisce. Perchè io piego come con l'r1 (con le maledizioni di chi mi sta dietro che mi insulta ricordandomi che non ho più la mia amata).... magari prima o poi mi salverà. Non lo nego.
Ma mi ripeto (e che palle ripetermi...mi annoio da solo): non baso TUTTO sull'elettronica ad ogni costo.
E non comprendo come si possa amare una moto in base a quello che ha di più o di meno.
A me piace salire ed andare.
Poi vedo come guidarla.
Amo pure la 250 della mia compagna...anche se sembro un orsetto sul triciclo quando la guido
 
16237644
16237644 Inviato: 21 Lug 2021 17:27
 

comunque, siamo OT da un bel po' icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif basta con sta storia elettronica si elettronica no.
Amiamo le moto, bon icon_redface.gif icon_redface.gif icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif
 
16237648
16237648 Inviato: 21 Lug 2021 17:42
 

KIMO ha scritto:
boh.. ripeto..poi non so nemmeno dove e quando si inserisce. Perchè io piego come con l'r1 (con le maledizioni di chi mi sta dietro che mi insulta ricordandomi che non ho più la mia amata).... magari prima o poi mi salverà. Non lo nego.
Ma mi ripeto (e che palle ripetermi...mi annoio da solo): non baso TUTTO sull'elettronica ad ogni costo.
E non comprendo come si possa amare una moto in base a quello che ha di più o di meno.
A me piace salire ed andare.
Poi vedo come guidarla.
Amo pure la 250 della mia compagna...anche se sembro un orsetto sul triciclo quando la guido


Condivido in realtà. Per la Tracer, boh, io non ci ho trovato questo gran feeling, ma in tanti la usano amandola, quindi evidentemente il problema ero io, non lei.
 
16237655
16237655 Inviato: 21 Lug 2021 18:10
 

KIMO ha scritto:
In che senso?


Se sai che la moto puó scodare, impennare, bloccare in frenata ti comporti diversamente che se non devi tenere queste cose in considerazione. Se queste cose non le devi tenere in considerazione perché ci pensa l'elettronica ma guidi come se potessero succedere allora stai sprecando potenziale.
 
16237708
16237708 Inviato: 21 Lug 2021 23:27
 

Probabilmente l'ultima volta che sono scivolato, con l'ABS non sarebbe successo, di sicuro anche se la mia moto non ha 100 CV non la consiglio a un principiante. Del resto nessuno di noi potrebbe guidare un Guzzi Falcone o semplicemente il primo V7 del 1967 coi freni a tamburo, arriveremmo lunghi alla prima rotonda. Ogni epoca ha la sua tecnologia e io sto appunto guidando una moto d'epoca, i giovani è giusto che guidino le moto attuali e cominciando per gradi dal 125 4 tempi al bicilindrico 500 da 50 CV...
 
16237767
16237767 Inviato: 22 Lug 2021 9:26
 

Hazrael88 ha scritto:
Se sai che la moto puó scodare, impennare, bloccare in frenata ti comporti diversamente che se non devi tenere queste cose in considerazione. Se queste cose non le devi tenere in considerazione perché ci pensa l'elettronica ma guidi come se potessero succedere allora stai sprecando potenziale.
e perchè mai sto SPRECANDO potenziale?
Io la vedo diversamente.
Se guido come se non ci fossero ma ci sono, tanto meglio. Intervengono e non me ne rendo conto.
Non comprendo il tuo termine "sprecare potenziale".
 
16237778
16237778 Inviato: 22 Lug 2021 10:05
 

KIMO ha scritto:
e perchè mai sto SPRECANDO potenziale?
Io la vedo diversamente.
Se guido come se non ci fossero ma ci sono, tanto meglio. Intervengono e non me ne rendo conto.
Non comprendo il tuo termine "sprecare potenziale".


R1 a Misano. Al curvone se non hai tc e controlli magari non apri proprio a fuoco e ti tieni un po'. Se ce li hai puoi farlo e, anzi, dovresti per girare forte. Ecco cosa dice icon_smile.gif
 
16237782
16237782 Inviato: 22 Lug 2021 10:11
 

CoffeeWolf ha scritto:
R1 a Misano. Al curvone se non hai tc e controlli magari non apri proprio a fuoco e ti tieni un po'. Se ce li hai puoi farlo e, anzi, dovresti per girare forte. Ecco cosa dice icon_smile.gif
Si ok, ma tutto il discorso non era incentrato solo sulle SS. Dato che ormai tutte queste tecnologie stanno spopolando anche sulle Touring e le Sport Tourer.
Quindi mi ripeto: dove sto sprecando in strada questa cosa?
Chi ha parlato di pista?
Continuo a non comprendere un intervento che poco c'azzecca con quello che stavamo dicendo.
Tutto qui

E comunque, io in pista la sentivo spesso scodare .. e vabbuò.
Se li ho, intervengono.
Se non li ho, mi adeguo.
Per questo dico che non comprendo.

MA forse sto facendo il punto sulla mia comprensione (o meno) della lingua e delle sue sfumature icon_lol.gif
 
16237826
16237826 Inviato: 22 Lug 2021 12:26
 

KIMO ha scritto:
e perchè mai sto SPRECANDO potenziale?
Io la vedo diversamente.
Se guido come se non ci fossero ma ci sono, tanto meglio. Intervengono e non me ne rendo conto.
Non comprendo il tuo termine "sprecare potenziale".


Esatto, ma se guidi come se ci fossero e non ci sono allora sono volatili per diabetici. Vale anche in strada e per tutti i tipi di moto(la RS che ho ora di certo non é una SS) ma ovviamente per le moto con molti cavalli il discorso TC si nota di piú.

Si spreca potenziale perché se tu parzializzi il gas come se il TC non ci fosse o sei Stoner, e quindi forse lavori meglio del TC, oppure stai dando meno gas di quello che potresti.
 
16237855
16237855 Inviato: 22 Lug 2021 15:25
 

Tanto per riportare il discorso in tema con il topic , mi aggancio al discorso relativo agli aiuti elettronici .
Che sulle moto della categoria in oggetto sono ancora poco diffusi .
Ma che a me fà molto piacere avere , se possibile .
Non ho grossi problemi a gestire un posteriore che pattina in accelerazione , a maggior ragione su una moto con meno di 40 CV alla ruota .
Allora a cosa mi serve il controllo di trazione sulla "Kappina" ?
E l' ABS con funzione cornering ?
Non certo per camminare più forte , anzi .
Per come sono tarati questi sistemi sulla gamma di moto in oggetto , probabilmente il pilota scafato tenderà ad escluderli ( se possibile ) , in situazioni dove si voglia sfruttare tutto il potenziale a disposizione .
Ma su strada non si cammina sempre per sfruttare tutto il potenziale .
E in ogni altro contesto d' uso , servono però a stare più sereni , consci del fatto che si può contare sempre su "qualcosa" che ci salva le chiappe in situazioni potenzialmente pericolose .
E purtroppo su strada capitano più spesso di quanto vorremmo .
Questi sistemi non sono mai distratti , non hanno "giornate no" , non scambiano una chiazza di nafta per acqua , non hanno bisogno di vedere le condizioni del fondo per adeguarsi .
La gamma di moto in oggetto è molto gettonata da un' utenza non molto esperta che , anche grazie a questi sistemi , potrà correre meno rischi in fase di apprendistato .
Magari , anche grazie a loro , si risparmieranno un pò di capelli bianchi .



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16237860
16237860 Inviato: 22 Lug 2021 16:03
 

Su strada ci sono il ghiaietto, l'acqua di irrigazione, linee di mezzeria verniciate ecc...tutte cose che possono far perdere aderenza immediatamente. È vero che all'inizio la tecnologia è pensata per la pista, ma poi si trasferisce su strada.
 
16237861
16237861 Inviato: 22 Lug 2021 16:08
 

Lario650 ha scritto:
Su strada ci sono il ghiaietto, l'acqua di irrigazione, linee di mezzeria verniciate ecc...tutte cose che possono far perdere aderenza immediatamente. È vero che all'inizio la tecnologia è pensata per la pista, ma poi si trasferisce su strada.
Cose che ci sono sempre state.
Se c'è ghiaia, perdi aderenza al di là del TC o di altri controlli. Perchè la moto scende comunque.
Se c'è acqua, da che mondo è mondo io rallento di colpo e le curve dopo, sull'asciutto, le faccio con molta attenzione. Le righe pittate sono strapericolose da sempre e se sono umide, tutti i controlli che vuoi, ma il lungo lo fai comunque.
E poi, come ho detto prima, oltre che essere fuori topic, NON sono contrario a queste cose. Assolutamente. Anzi, ben venga qualsivoglia tecnologia, son solo contento.
Ma rimane il fatto, come ho scritto, riscritto e ripetuto in altri 50 topic uguali, che si deve saper guidare indipendentemente da qualsiasi aiuto. Poi quando ci sono, aiutano e servono.
Ma se non sai portare una moto perchè "hai paura" oppure sei incerto... Hai voglia ad avere il TC o altre cosine.
Poi, mi ripeto anche nel dire che siamo OT.
icon_mrgreen.gif
Io amo tutte le moto: da 25CV a 180CV. (oltre non lo so perchè non le ho mai guidate) icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif
 
16237895
16237895 Inviato: 22 Lug 2021 17:49
 

ansetup ha scritto:
Tanto per riportare il discorso in tema con il topic , mi aggancio al discorso relativo agli aiuti elettronici .
Che sulle moto della categoria in oggetto sono ancora poco diffusi .
Ma che a me fà molto piacere avere , se possibile .
Non ho grossi problemi a gestire un posteriore che pattina in accelerazione , a maggior ragione su una moto con meno di 40 CV alla ruota .
Allora a cosa mi serve il controllo di trazione sulla "Kappina" ?
E l' ABS con funzione cornering ?
Non certo per camminare più forte , anzi .
Per come sono tarati questi sistemi sulla gamma di moto in oggetto , probabilmente il pilota scafato tenderà ad escluderli ( se possibile ) , in situazioni dove si voglia sfruttare tutto il potenziale a disposizione .
Ma su strada non si cammina sempre per sfruttare tutto il potenziale .
E in ogni altro contesto d' uso , servono però a stare più sereni , consci del fatto che si può contare sempre su "qualcosa" che ci salva le chiappe in situazioni potenzialmente pericolose .
E purtroppo su strada capitano più spesso di quanto vorremmo .
Questi sistemi non sono mai distratti , non hanno "giornate no" , non scambiano una chiazza di nafta per acqua , non hanno bisogno di vedere le condizioni del fondo per adeguarsi .
La gamma di moto in oggetto è molto gettonata da un' utenza non molto esperta che , anche grazie a questi sistemi , potrà correre meno rischi in fase di apprendistato .
Magari , anche grazie a loro , si risparmieranno un pò di capelli bianchi .



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif

Beh beh... io sono sempre dell'idea che una cosa è utile se serve. Se non serve ricordiamoci che tutto ciò che c'è può rompersi... e ha un costo... oltre che una complicazione manutentiva icon_biggrin.gif
 
16237923
16237923 Inviato: 22 Lug 2021 22:05
 

-Neo- ha scritto:
Beh beh... io sono sempre dell'idea che una cosa è utile se serve. Se non serve ricordiamoci che tutto ciò che c'è può rompersi... e ha un costo... oltre che una complicazione manutentiva icon_biggrin.gif



Opinione rispettabilissima , anche se......
Il problema principale nell' accettare l' utilità di questi sistemi , è proprio il fatto che non sono necessari nella stragrande maggioranza delle situazioni di guida quotidiane .
Andrebbero considerati alla stessa stregua ( ad es. ) dell' airbag .
Sembra non esserci e non servire , fino a quando non si sbatte .
Oppure come le gomme tubeless .
Per decenni abbiamo guidato ( e gareggiato ) con le camere d' aria .
Una foratura ad alta velocità e si rischiava , nel migliore dei casi , di ritrovarsi il pneumatico a terra in pochi attimi .
Nel peggiore che questo si stallonasse ben prima dell' arresto .
Visto che si parla di moto relativamente poco prestanti , è lecito pensare che possano interessare soprattutto ad utilizzatori relativamente poco esperti .
E questa cosa , secondo me , rende il loro utilizzo su queste moto ancor più importante .
Anche a me è sempre piaciuta la meccanica semplice e razionale , sia per una questione di affidabilità , sia per una questione di semplicità manutentiva .
Ma sull' utilità dei sistemi in oggetto non ho ormai alcun dubbio .
E proprio per questo ne accetto la relativa complessità .
40 CV sono sufficienti per mettere in difficoltà un pilota poco esperto , in certi contesti d' uso ( ad es. , pavè bagnato ) .
Per non parlare dell' ABS Cornering .
Da quando guido le moto , mi vengono in mente almeno 4/5 occasioni in cui , se lo avessi avuto , mi sarei risparmiato una chiusura dell' avantreno .
Situazione in cui è possibile trovarsi anche con moto di questa categoria .
Ho dovuto violentarmi , per provarne l' efficacia ( è la mia prima moto ad averlo ) .
Ma da ora in avanti credo che sarà una discriminante fondamentale , nella scelta di una moto .



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16238064
16238064 Inviato: 23 Lug 2021 20:10
 

Dico la mia. Se per strada entrano in funzione i controlli elettronici è perché stai andando troppo forte.
O più forte di quello che tu sai fare.

Mentre penso che l'ABS sia ottimo, soprattutto le ultime generazioni, perché il mio è uno dei primi, (la moto è del 2005.....) ed avendo provato ABS recenti, direi che ha fatto un bel salto in avanti come funzionamento e soprattutto tempi di risposta.
 
16238075
16238075 Inviato: 23 Lug 2021 21:50
 

pazuto ha scritto:
Dico la mia. Se per strada entrano in funzione i controlli elettronici è perché stai andando troppo forte.
O più forte di quello che tu sai fare.

Mentre penso che l'ABS sia ottimo, soprattutto le ultime generazioni, perché il mio è uno dei primi, (la moto è del 2005.....) ed avendo provato ABS recenti, direi che ha fatto un bel salto in avanti come funzionamento e soprattutto tempi di risposta.



Sono in parte d' accordo .
Solo in parte perchè , così come avviene con l' ABS nel più classico dei panic stop , dove anche andando relativamente piano , capita di trovarsi in un tale contesto a causa di altre variabili ( ad es. , salta fuori di lato chi dovrebbe darci la precedenza , magari perchè non ci ha visto ) , altrettanto si potrebbe dire del controllo di trazione , dato che anche viaggiando apparentemente piano , gli imprevisti possono sempre metterci lo zampino .
E per spiegarmi meglio , ti racconto un aneddoto .
Qualche anno fà avevo un Bandit 1250 , dotato di ABS , ma privo di controllo di trazione .
Con quello un giorno d' estate affronto una rotonda , a velocità molto bassa ( c' era parecchio traffico ) , dove a metà circa della stessa l' asfalto appariva completamente bagnato .
Penso alla classica autobotte per il lavaggio delle strade , che passando aveva lasciato una "pisciatina" .
Riduco ancora la velocità , conscio dei rischi che porta in dote l' asfalto estivo appena bagnato , che notoriamente reagisce buttando fuori tutte le schifezze assorbite in precedenza .
Ho il gas appena puntato , in terza marcia , col motore a non più di 2500 giri .
Appena metto le ruote sul tratto bagnato , il posteriore si esibisce in una scodata epica , dove sembra che il bauletto voglia sorpassare il resto della moto .
Non sò tuttora come , ma dopo 3/4 scodate a dx e sx la moto si rimette in linea , io sono seduto sul serbatoio con i piedi penzoloni ed il manubrio ancora in mano .
In qualche modo , nonostante il tremendo dolore ai gioielli di famiglia , mi spingo indietro con le braccia , scivolando di nuovo sulla sella e ritrovando così l' appoggio sulle pedane .
Mi fermo , appena in tempo per vedere 2 auto finite in testacoda dietro di me .
E solo allora realizzo che avevo scambiato della nafta per acqua .
Dopo il Bandit ho avuto per circa 8 anni una Versys 1000 , che aveva il traction control , pur se priva di piattaforma inerziale .
Traction control che io tenevo abitualmente in configurazione "bagnato" , cioè la più invasiva , tranne nelle rare occasioni in cui volevo fare l' idiota , cercando volutamente ampie "divagazioni" del posteriore .
Con quella mi è successo 2 volte di trovarmi in situazioni simili ( una volta causa ghiaccio , l' altra per olio motore perduto da un camion mentre pioveva ) .
Fortunatamente in entrambe avevo il "TC" settato in modalità "parachiappe" ( bagnato ) .
Ed in entrambe le situazioni la perdita del posteriore non è stata nemmeno parente di quella evidenziatasi col Bandit .
Il posteriore è partito ma , con una prontezza nettamente superiore a quella che è nelle mie capacità , il sistema "parachiappe" ha riportato in linea la moto .
La mia attuale moto ( KTM 390 ADV - quindi facente parte della categoria oggetto del topic ) ha la piattaforma inerziale ed un traction control più evoluto di quello avuto sulla Kawa .
Quando il sistema si attiva , lo fà in maniera molto più pronta e discreta di quanto avveniva sulla Versys .
E ci vuole molta attenzione per riuscire ad avvertirne l' intervento , ovviamente segnalato dalla relativa spia sul cruscotto .
Ho valide ragioni per credere che , con questa piccola moto da 40 CV , in contesti limite tipo quelli vissuti con le precedenti cavalcature ( di cui si può essere vittime anche con questo genere di moto ) , le capacità "salvachiappe" siano ancora migliori .



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16238083
16238083 Inviato: 23 Lug 2021 23:16
Oggetto: Re: Dai 30 ai 50 cavalli, piccole grandi moto
 

Beh, innanzitutto grazie a tutti, sono contento che questa discussione sia di grande interesse. Provo a rispondere a qualcuno le cui parole mi sono rimaste più impresse, senza nulla togliere agli altri che ringrazio di cuore.

-Neo- ha scritto:

Probabilmente prima, in virtù della curiosità, ci tieni a sperimentare... vuoi vedere fino a che punto si è spinto tecnicamente l'uomo nella progettazione di un mezzo. La moto è bella da guidare a prescindere, in tutte le sue forme, però poi cominci a cercare la qualità ed il piacere alla guida.

Questo è verissimo, ma nella mia storia personale questa cosa non è avvenuta un giorno "poi", ma costantemente a ritmi alterni in tutti i miei cambi moto, a partire diciamo da 11-12 anni fa (guido la moto da quando avevo 18 anni, ovvero 18 anni fa). Già a 16 anni andavo in giro in Vespa e l'amavo. Amavo la spensieratezza, il ritmo lento, il canto del motore che borbotta, che ti fa sentire che c'è, che non sei solo, ma che è come se andassi in giro con un'amica, una ragazza, una fedele compagna di battaglie. E tutto il mondo intorno a te diventa più grande, più bello. Laddove con la moto impiegavo 1h, in Vespa ne impiegavo 2. Ma mi sentivo come se stessi scrivendo la storia, e questo è impagabile.

-Neo- ha scritto:

Ho avuto tante moto che tra i 200 ed i 300 km/h erano emozionanti al punto da drizzarti i peli sulle braccia e farti urlare nel casco, ma se trovi quella che ti emoziona altrettanto soltanto mettendola in moto e portandola a spasso a 50 km/h... hai vinto.

Esattamente. Ed oltre a questo, credo che parte della faccenda sarebbe da riscrivere in questo modo: "se ti emozioni andando a spasso a 50km/h hai vinto", a prescindere dal mezzo. Se poi il mezzo è il TUO mezzo, allora è felicità. Ho sempre ricercato un rapporto "carnale" con il mezzo che mi portava in giro, spesso ci ho anche parlato, come fosse una persona. Ma è con le Vespe (usate anche in seguito) che questo succedeva, oppure con le moto più pacate, come ad esempio la V7 che avevo qualche anno fa. Con i motoroni da 180 cavalli non è mai stato amore: non amavo il mezzo, ma il potere che avevo, e quando è così è logico che dopo un po', se sei un passionale vero, la metti in vendita.

CoffeeWolf ha scritto:

Oggi vedo tendenze assolutiste: o ti fai un 390 da 45 cv o una super-enduro o super-crossover da oltre 160 cv. Le 'sportive' di classe media non sono sportive vere, se vuoi la carenata seria ha 200 cv.**...
Per questo dico che vedo estremismi e questo mi spiace.

Perché il cervello dell'uomo è più soddisfatto negli estremi, è una cosa che cerca in tutti i campi. Se uno ama andare in moto, per come credo che davvero uno debba amare andare in moto, allora qualsiasi moto è quella giusta.

XFer ha scritto:

Come dicevo altrove, io adesso trovo il piacere massimo andando in giro con la mia inglesina da 55cv.
E' un tale piacere che mi vengono i crampi dai sorrisi che faccio sotto il casco.

Conosco benissimo questa situazione, è favolosa.

XFer ha scritto:

Non so se capita/capitava anche a te, ma non riesco ad andare a spasso con le sportive; viene sempre da dare il gas... ne hai bisogno, non ti senti appagato se non dai il gas. E stai scomodo, e ti manca qualcosa e allora dai il gas.

Assolutamente. Ci ho provato tante volte ad andare a passeggio con la supersportiva perché di moto una ne ho sempre avuta, ma non sempre ho voglia di andare a scannare, anzi, ma non c'è verso: dopo un po' senti appunto la scomodità, senti che il passeggio è quasi l'attesa, la quiete prima della tempesta, e sai che prima o poi, per qualsiasi ragione (uno davanti a te che va piano, un camion che ti impalla la visuale, uno che ti ha sorpassato, ecc.) giri e parti. E lì entri nella tua dimensione. O più che tua, SUA, sua della moto. È giusto così, non sono moto per andare a passeggio. È per questo che mai più nella vita ne comprerei un'altra.

XFer ha scritto:

Ma i cavalli non ti bastano mai, e poi non ti basta la ciclistica, e poi proviamo altre gomme, e i freni potrebbero essere più modulabili, e la forcella non scorre a dovere, e la rapportatura, e lo scarico, e la centralina, e gli alleggerimenti, e....

No, questo invece mai, anzi. Se i cavalli non ti bastano mai per strada e con una supersportiva, le cose sono due: o non sai guidare una cippa o sei Marc Marquez. Come fanno a non bastarti 170, 180, 200 cavalli, che ti fanno schizzare da 0 a 100 nel tempo di pensarlo, da 100 a 200 in un nanosecondo, e ne hai ancora 100 che arrivano quando vuoi? Ma dove ci vai se non in autostrada? E idem per i discorsi di rapportatura, centralina, alleggerimenti... ma davvero un utente medio, un appassionato che non è un professionista, ha necessità in strada di fare modifiche a bolidi simili? Sono fermamente convinto di no. Sono convinto che quelle persone, con un 600 al posto di un 1000, andrebbero 10 volte meglio e si divertirebbero anche molto di più.

Blueyes ha scritto:

un paio di miei amici che quest'anno si sono comprati moto da 180cv e 20/25k€ (!!!) di spesa ciascuno. E quanto la menano su quello che dici tu, la ciclistica, la piega, l'erogazione non bastano mai e blablablabla...sono diventati noiosissimi.
Ho l'impressione anche io che il mondo dei motociclisti si stia polarizzando sempre di più tra potenze umane e missilistiche, ma ho anche l'impressione che questi ultimi siano in fase calante.

Io non giudico le scelte, ognuno deve prendere ciò che gli fa battere il cuore, che gli dà gusto, come dicono in Romagna. Però sentire parlare dei non professionisti sulla ciclistica di mezzi che sono ad un livello di ingegneria assurda, mi fa rabbrividire. Più che noiosi io avrei detto "fenomeni". Ma questa è l'Italia: tutti allenatori quando ci sono gli europei, tutti virologi con il covid, ecc. ecc., non mi dici niente di nuovo. Il problema della polarizzazione è proprio l'incremento di potenza, perché la forbice a livello di cavalli è sempre più grande perché sempre più grandi sono le cavallerie che buttan fuori. È il mercato che indirizza le persone, non viceversa. Per il mondo della strada a due ruote, potevamo benissimo fermarci a quota 100 (CV) e sarebbe tutto stato pazzesco comunque (la mia Hornet faceva 240... e non era una supersportiva). Siamo voluti andare oltre perché per vincere sul mercato come faccio? Tiro fuori la moto da 120CV, perché è molto più semplice pubblicizzare un semplice dato più grande di un altro, che non andare a spiegare e a far capire una serie di possibili migliorie tecniche che potrebbero esserci su una moto fatta oggi, rispetto alle moto del passato. E così via.

KIMO ha scritto:

Con una sportiva il gas ci sta. Avendo avuto R6, ninja, R1, cbr.. ti posso dire... Non puoi non dare gas, per come è fatta la moto ed il motore.

Eh, già. Se uno potesse, avrebbe già preso 2 piccioni con una fava. Per quanto non mi piaccia per niente guidare piano moto con una coppia molto in alto, capirei comunque la scelta di tanti.

Hazrael88 ha scritto:
Premesso che sono anche d'accordo su alcuni concetti, non capisco perchè in Italia (magari è così anche da altre parti ma per quel poco che ho potuto osservare molto meno) sia necessario per essere soddisfatti che anche tutti gli altri subiscano le stesse limitazioni che noi vogliamo imporci. Non ti piacciono più per mille ragioni, anche condivisibili, le supersportive da 200cv? Bene, non le comprare, ma perchè devi sperare che il mondo motociclistico faccia un passo indietro? A te cosa cambia se altre persone a cui quelle moto piacciono le comprano? Personalmente le moto con veramente pochi cv mi annoiano ma non per questo spero che smettano di produrle perchè so che esistono persone a cui piacciono.

No, allora, non è così. Il mio non è un VOGLIO, ma semplicemente una mia preferenza, un mio pensiero. Le passioni sono molto belle da condividere (i forum ne sono un esempio) e lei stessa si alimenta da questa condivisione. Sono contrario all'andamento del mercato, non alle scelte delle persone. Quelle non le giudico, mai. Ma giudico invece le scelte di un mercato che invece di instaurare il gusto "sano" della moto alle persone (le persone erano appassionate anche quando le moto avevano massimo 30-40 cavalli), si mettono a produrre moto sempre più potenti e performanti. È logico che con i titoloni ovunque, la pubblicità e quant'altro, l'essere umano senta sua quella direzione e si lasci prendere dal sogno di avere la moto da 200CV. Il punto è che in strada (non parlo della pista, lì è tutto concesso, lì devi fare i tempi, devi essere il più veloce e non c'è cavallo che tenga) 200CV sono follia e sono inutilizzabili. Questo è un dato di fatto. Ed è su questo che a me piacerebbe discutere, non certo sulla persona appassionata che decide di comprare una moto simile. La passione è passione, ripeto, non la giudico. Non giudicherei nemmeno uno che compra la moto e la mette in salotto senza usarla mai, perché ognuno si emoziona a modo suo ed è giusto così. Dico solo che un mondo che facesse un passo indietro, sarebbe un mondo più simile a me, un mondo dove IO vivrei meglio.

Hazrael88 ha scritto:
trovo ipocrita che chi ha guidato fino a poco fa supersportive e poi per sui motivi personali (che ripeto, possono anche essere condivisibili) è passato ad altro speri che il mondo motociclistico faccia definitivamente un passo indietro.

L'ipocrisia non c'entra niente. Se sai quello che significa la parola ipocrisia. Cito da Wikipedia: L'ipocrisia è un atteggiamento, comportamento o vizio di una persona che volontariamente finge di possedere credenze, opinioni, virtù, ideali, sentimenti, emozioni che in realtà non possiede. Essa si manifesta quando la persona tenta di ingannare altre persone con tali affermazioni, ed è quindi una sorta di bugia.
Io non fingo niente e neanche ho questo pensiero da 2gg, ma da sempre. Mi sono sempre fatto affascinare dalla supersportiva perché la supersportiva è potere, è velocità, è ebrezza, ma al tempo stesso già sapevo quando la prendevo che quello "non ero io". Sono discorsi profondi che vanno al di là del concetto di moto, spero che capirai. Ma di sicuro non è ipocrisia: è quello che penso ed è quello che ho sempre pensato. Ipocrisia sarebbe se facessi questi discorsi e poi andassi a 270 orari ogni giorno deridendo tutti quelli che vanno a 70-80.

Hazrael88 ha scritto:

"Si sa che la gente dá buoni consigli se non puó piú dare cattivo esempio": a me la cosa suona molto simile, nel senso che finché per te (generico) la cosa é stata bella e divertente tutto ok, poi sei stato "illuminato" e allora nessuno puó fare piú quello che tu facevi prima. Purtroppo non é la prima persona a cui sento fare questo "ragionamento".

Io il "cattivo esempio" lo posso dare ancora benissimo, ma sono io ad aver deciso che non è cosa mia, che non sono io. Io sono "quello della Vespa", ho animo poetico e mi emoziono molto più con poco che con molto, in ogni ambito della vita. Amo le cose più piccole, più semplici. So come gustarmele e me le gusto. Nelle cose invece troppo grandi, troppo potenti, troppo tutto, percepisco molta freddezza, meno senso di "affetto", se ci intendiamo. E non è che nessuno può fare quello che io facevo prima, ognuno può fare quello che vuole, spero di non essere frainteso ancora su questo argomento perché non sono affatto così come tu mi descrivi con le tue parole. Qui parliamo di potenze esagerate, potenze non sfruttabili in strada. Per questo dico che spero che il mondo faccia un passo indietro, perché per me è triste (nel senso che mi rattristo IO e SOLO IO) che la passione per la moto non sia più la vera passione per la moto, ma una passione per la potenza dichiarata.

ansetup ha scritto:

E' così scattata la scintilla , perchè mi son reso conto che con la razionale "motina da 40 CV" , da noi venduta soprattutto ai neopatentati A2 , riuscivo a tenere il passo tenuto abitualmente con la Versys .

Esattamente il discorso che ho fatto in un'altra discussione. Quello di cui ti accorgi è che PER STRADA (logicamente la pista è un altro mondo), le andature che riesci a tenere hanno un certo limite. Questo limite è raggiungibile e raggiunto con cavallerie decisamente più basse di quelle più grandi. Una sportiva da 90CV in pista prende non so quanto da una che ne ha 180, ma in strada no. In strada non hai gli spazi e non hai i tempi per poter girare tutta la manopola come si fa in pista, e allora cosa cambia tra girare la manopola di 1/2 con una moto da 180CV e girarla tutta con una moto da 90? Niente, le due moto andranno allo stesso modo. Ma la moto da 90CV sarà più leggera, più agile, più gestibile, quindi probabilmente addirittura preferibile da chi ricerca in strada la performance. Poi, mettiamo anche che la moto da 180CV in alcune circostanze può essere un'altra cosa rispetto a quella da 90, anche in strada, ma percentualmente per quanto tempo del tuo tempo in moto questo accade? Per il 5%? Ha senso allora avere una moto che per il 95% del tempo va allo stesso modo di una con la metà dei cavalli? Per me no, ma ad ogni modo non giudico le scelte. E soprattutto: non è sulla moto da scegliere che si deve investire il proprio tempo, ma sul nostro sapersi divertire. A 100 all'ora si può essere la persona più felice del mondo, basta sapere come fare.

Lario650 ha scritto:

su strada per dare la paga a parecchie moto basta un SV650 o similari... semmai la cosiddetta maturità consiste nel saper godersi la moto senza il desiderio di dare la paga a qualcuno.

Per quanto io sia il creatore della discussione e ami l'andatura da passeggio o da passeggio/allegro, in questo caso devo darti contro. Non sono molto d'accordo sull'associazione della maturità con la velocità. La moto è la moto, la velocità è nel dna di questo mezzo fin dal suo inizio, è nell'istinto dell'uomo. Ma ad oggi abbiamo raggiunto e superato abbondantemente quello che per me sarebbe dovuto essere il limite, perché oggi abbiamo mezzi che superano e di molto quella che può essere la sfruttabilità in strada. E non parlo certo di codice, eh. Si può sempre provare gusto dando la paga a qualcuno, ma la paga va data in strada, non leggendo la scheda tecnica alla voce "potenza". FARE è molto diverso da AVERE. Nel primo caso c'è l'autenticità e il fatto compiuto, nell'altro è solo senso del potere.

Mamadou88 ha scritto:

Se bisogna viaggiare molto in autostrada minimo 100cv. se a 130 bisogna sorpassare una fila di camion e lasciarsi dietro le solite bmw e mercedes che viaggiano a 180 direi che la supersportiva e' quasi obbligatoria. Sono d'accordo anch'io, per le passeggiate agroturistiche meglio una Guzzi V7 comoda con 45cv.

"Minimo 100CV" mi sembra un'affermazione un po' forte. Con 100CV si possono fare anche i 250 con certe moto. Che questo rappresenti un minimo mi sembra un po' eccessivo. Quando avevo la V7 (ah, a proposito, la V7 di ora di cavalli ne ha 65 e quella di prima 52), potevo arrivare a 180 in autostrada. Di cavalli ne avevo la metà dei 100 minimi che dici tu, però 180 erano già 50 oltre al limite. Poi secondo me se hai una moto e poi fai l'autostrada, hai già sbagliato. Ma questo chiaramente è un discorso mio, per come vivo la moto io.

-Neo- ha scritto:

Sicuramente tra i due parametri che concorrono a determinare la godibilità di un motore, la coppia è il più importante... nonché il più percepibile.

Assolutamente d'accordo. Tra coppia e potenza c'è un abisso, tutto chiaramente a favore della prima.
 
16238119
16238119 Inviato: 24 Lug 2021 9:34
 

E allora vai do HD e sei a posto icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif
 
16238130
16238130 Inviato: 24 Lug 2021 12:01
 

Le HD sono troppo lunghe e pesanti per le strade di montagna italiane...io non so come sono le montagne degli Usa...
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 3
Vai a pagina Precedente  123  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum GeneraleConfronti e Consigli Acquisto

Forums ©