Leggi il Topic


Indice del forumForum Yamaha

   

Pagina 2 di 30
Vai a pagina Precedente  123...282930  Successivo
 
[SR 400/500] Opinioni e consigli
15066017
15066017 Inviato: 22 Lug 2014 9:09
 

ZioPigTurbo ha scritto:
Proababilmente queste moto sono anche pensate per il mercato globale,
dove l'avviamento elettrico è visto come inutile, e dove la semplicità di manutenzione è importante,
doti che sono sicuramente apprezzate nei paesi emergenti o in via di sviluppo.
insomma un pò stile royal enfield.. eusa_shifty.gif


Bhe, se fosse stato così avremmo dovuto avere un prodotto iper-economico, cosa che non è. Quanto al bicilindrico, sono d'accordo con te, ma allora ci avrei aggiunto il raffreddamento a liquido (ma si sarebbe persa la connotazione old-style, sarebbe aumentato ulteriormente il peso e sicuramente avrebbero voluto altri 500 euro).
 
15074146
15074146 Inviato: 28 Lug 2014 13:39
Oggetto: Nuova Mash 400
 

Vi segnalo questa:
Link a pagina di Moto-station.com
Estremamente simile alla Yamaha SR400 ma senza i difetti che la affliggono (prezzo, tamburo posteriore, avviamento solo a pedale).
Bisogna vedere come va, ma sembra promettere bene.
Ho visto dal vero le sorelline 125 e non sono per niente male.
Lamps!
 
15076033
15076033 Inviato: 29 Lug 2014 18:11
 

In molti criticano la presenza del solo avviamento a pedale, tuttavia credo che sia solo una questione di abitudine, d'altra parte non sono poi così gli anni in cui molte moto erano dotate solo di questo tipo di avviamento e non mi risulta che in città circolassero solo le moto dotate del magico bottoncino.

Parliamoci chiaro, il motociclista medio non spegne la propria moto a ogni partenza o sbaglio? Alla fine credo che usare questa benedetta pedivella a motore caldo e con la giusta procedura non sia poi la fine del mondo...potrebbe costituire un incentivo a non considerare la linea di stop come una rampa di lancio?
 
15076408
15076408 Inviato: 29 Lug 2014 22:19
 

wingsoftime ha scritto:
In molti criticano la presenza del solo avviamento a pedale, tuttavia credo che sia solo una questione di abitudine, d'altra parte non sono poi così gli anni in cui molte moto erano dotate solo di questo tipo di avviamento e non mi risulta che in città circolassero solo le moto dotate del magico bottoncino.

Parliamoci chiaro, il motociclista medio non spegne la propria moto a ogni partenza o sbaglio? Alla fine credo che usare questa benedetta pedivella a motore caldo e con la giusta procedura non sia poi la fine del mondo...potrebbe costituire un incentivo a non considerare la linea di stop come una rampa di lancio?


Eh, sì, ricordo con molta nostalgia la ricerca della compressione sull'XT 600 di mio fratello, cinque minuti buoni per dare la scalciata giusta e magari prendersi il sano contraccolpo successivo icon_rolleyes.gif . I monocilindrici di media cubatura sono proprio quelli che ti fanno desiderare l'avviamento elettrico. Per carità, si sopravvive anche senza, così come si sopravviva senza servosterzo, servofreno e aria condizionata... ma dopo averli avuti è un guaio tornare indietro.
 
15076853
15076853 Inviato: 30 Lug 2014 10:46
 

dalla mia esperienza automobilistica direi che l'avviamento a mano (possibile sulle 2CV)
dipende dalle condizioni e dalla manutenzione del motore.
se il motore è tenuto bene e con un ottima manutenzione, allora si avvia al primo colpo.
altrimenti diventa una dannazione. icon_asd.gif
 
15077358
15077358 Inviato: 30 Lug 2014 16:30
Oggetto: Re: Nuova Mash 400
 

FilippoC79 ha scritto:
Vi segnalo questa:
Link a pagina di Moto-station.com
Estremamente simile alla Yamaha SR400 ma senza i difetti che la affliggono (prezzo, tamburo posteriore, avviamento solo a pedale).
Bisogna vedere come va, ma sembra promettere bene.

Il pericolo giallo... è una moto cinese, che usa un motore giapponese. (Se è vero è anche meglio perchè è più facile trovare chi ci mette le mani)

"offrirait un gros couple en bas et une belle allonge à haut régime"
(una grande coppia e un bell'allungo). Il solito problema con i generi delle parole, tutti diversi. Ma si può dire lo stesso di francese, italiano, spagnolo; il tedesco poi che ne ha tre...: der mann, die frau, das kinder...). Credo che metà del successo dell'inglese sta nel fatto di avere abolito i generi.
 
15077388
15077388 Inviato: 30 Lug 2014 16:58
 

A pranzo mi è capitato per le mani quella specie di rivista che è In Sella nella quale si recensiva la Continental GT 500 (mi pare) magnificando il fatto che con un prezzo da scooter ci si porta a casa una moto icon_rolleyes.gif .

Con 6500 euro mi compero una moto nuova ben accessoriata oppure mi cerco una vera moto d'epoca, me la restauro e magari mi rimane pure qualcosa.
 
15147574
15147574 Inviato: 6 Ott 2014 18:44
 

Non sono pratico del forum, spero di essere nel topic giusto. Ho dato una scorsa agli interventi sulla Yamaha SR400. Un mucchio di giudizi, critiche, pareri. Molti "sì, ma...". Molti "se fossi", "se avessi".
Forse sbaglio ma non ho visto alcun possessore della moto in questione.
Da giugno sono felice di guidare la mia Yamaha SR400 black. Ok ha 23 cavalli. Fa' 130 Km/h (spremuta un po' di più). Ha il freno posteriore a tamburo. E allora? L'altro giorno ero di fronte a "Gorroppu" un meraviglioso Canyon sul versante orientale della Sardegna, meta dei biker di mezza Europa per la bellezza del paesaggio. Ho parcheggiato la moto in una piazzuola e mi sono allontanato per fare foto. Risalendo ho trovato una coppia di ragazzi (trentenni), tedeschi, che fotografavano la mia Yamaha. Breve scambio di battute (in inglese). E poi il saluto da parte del ragazzo: " My compliments, you've got a really nice motorbike". "Thanks, i think so!"
Un dato che non trovate in alcun test delle riviste: andando in giro a 3500 giri fa 38 km con un litro di benzina.... Lamps
 
15147632
15147632 Inviato: 6 Ott 2014 19:44
 

Ben arrivato, parlaci per bene della tua moto, in molti siamo interessati e, parlo per me, vedendo i dati tecnici anche un po' deluso.
Anche io ho criticato questa moto molto bella a vedersi, costasa e sembrerebbe poco grintosa forse un po' pesantuccia e ti parlo da proprietario di un 250 che ad occhio e croce, da un punto di vista strettamente tecnico non è poi cosi diversa, da quanto dici l'unica cosa che mi fa rosicare è che con le mia vado sui 30km/l e lato positivo l'ho pagata più o meno la metà, per il resto non vedo grandi differenze tecniche.
Per come la vedo io con un 3-4cv in più e un mille euro in meno sarebbe stata una gran bella moto da non farsi scappare, rinnovo l'invito: parlaci della tua sr400 magari mi convinci.
 
15147637
15147637 Inviato: 6 Ott 2014 19:53
 

Finalmente qualcuno che l'ha comprata! Come ho già detto il mio impatto con l'avviamento a pedale non è stato dei migliori...ma il fatto che si possa accendere solo così è uno dei fattori che me la farà comprare 0509_doppio_ok.gif
Ma parliamoci chiaro...per un avvio d'emergenza? Sempre ammesso di riuscire a spegnerla per caso...

Altra domanda: il consumo che hai indicato a che tipo di uso si riferisce?
 
15147703
15147703 Inviato: 6 Ott 2014 20:48
 

pierdanico ha scritto:
Non sono pratico del forum, spero di essere nel topic giusto. Ho dato una scorsa agli interventi sulla Yamaha SR400. Un mucchio di giudizi, critiche, pareri. Molti "sì, ma...". Molti "se fossi", "se avessi".

Ma, guarda, non mi pare che ci sia sprecati in chissà quali fantasiose critiche giusto per friggere un po' di aria: questa moto, per quanto bella, costa cara... costa molto più di quello che offre e di alternative a più buon mercato ve ne sono diverse altre, punto. Questo è oggettivo.
Poi c'è chi può ritenerlo un acquisto insensato perchè ritiene le alternative più valide, e chi invece è innamorato di questa moto dallo stile retrò e per lui sono i soldi meglio spesi di questo mondo... e a me non interessa entrare nel merito della questione...

Piuttosto, raccontaci del perchè tu l'hai scelta e quanto l'hai pagata (eventuali sconti?).

pierdanico ha scritto:
Un dato che non trovate in alcun test delle riviste: andando in giro a 3500 giri fa 38 km con un litro di benzina.... Lamps

E ciò è molto buono icon_smile.gif
 
15147716
15147716 Inviato: 6 Ott 2014 20:59
 

Fino al 1999 guidavo una Suzuki GN250. Più leggera, consumo maggiore, avviamento elettrico, mi pare avesse 18CV. A meno di 10000Km cominciò a trasudare (eufemismo) olio.
Con la Yamaha ho già percorso 3500 Km (da Giugno) e sembra che tutte le volte mi esorti a tirarle per bene il collo. Il consumo che ho indicato è relativo a una velocità di crociera tra 80 e 90 Km/h senza mai tirare le marce. Un regime tra i 3500 e 4000 giri al minuto. Se capita di sorpassare il TIR in superstrada la moto risponde che è una bellezza. Niente vibrazioni. L'ho tirata fino a 130 Km/h e ne aveva ancora un po' rimanendo al di sotto dei 6500 giri per i 23,2 CV.
Ho partecipato a un motoraduno con esposizione di moto d'epoca e, vi assicuro che mi ha dato un notevole moto d'orgoglio il fatto che sia stata ammirata e apprezzata.
La messa in moto è facile e immediata grazie al decompressore. Mio figlio ha sedici anni, non ha mai avuto neppure un ciclomotore e la mette in moto con facilità.
La definizione di "mulo" le si addice. Ho percorso in una giornata oltre 500 Km senza che nè il mezzo nè io ne risentissimo.
Sono veramente entusiasta.
Il prezzo? 6200 messa su strada con due caschi e un giubbino tecnico compresi.
L'ho preferita alla Honda CBF 500, bicilindrica, raffreddamento a liquido, ABS e 48 CV messa su strada a 5600 euro. Tornassi indietro rifarei la stessa scelta mille volte. Ma, per capirlo, bisogna averla sotto il sedere, sentire il suono del monocilindro, il ticchettio delle valvole...
Per me 1,75 per 75 Kg i 174 Kg della moto non sono un difetto ma un pregio. Un "mulo" di ferro.
 
15148197
15148197 Inviato: 7 Ott 2014 10:46
 

pierdanico ha scritto:
L'ho preferita alla Honda CBF 500, bicilindrica

Complimenti per l'aquisto!
Anche io la preferirei a quell'ammasso di plastica manga. icon_biggrin.gif
Le critiche che vengono fatte a questa moto non sono rivolte alla sua filosofia, il "muletto infatigabile", parco nei consumi, eterno e bello.
Coloro che non apprezzano queste cose non leggono nemmeno questo topic, io per esempio ho avuto per ben 13 anni una Suzuki TU250, e ne rimpiango ancora le molte virtú (mai un problema, nonostante il motore uguale al GN).
Ci sono solo alcuni particolari che se fatti diversamente ne avrebbero ulteriormente aumentato l'appeal, senza minimamente intaccarne i pregi. E'per questo che il titolo della discussione parla di "occasione mancata", ovvero la possibilitá di fare finalmente la moto "perfetta", e mancare il bersaglio di pochissimo senza motivo apparente.
Viva il faro tondo!
Lamps!
 
15149600
15149600 Inviato: 8 Ott 2014 15:47
 

Credo che le perplessità sulla SR400 fossero quasi tutte per l'avviamento a pedale. Ma se non è difficile, allora il principale difetto sparisce.
Poi c'è il freno dietro a tamburo, e non è vero che un tamburo frena meno di un disco; forse è solo meno resistente alle lunghe frenate, in compenso non ha bisogno di manutenzione.
E poi la potenza. 23 CV e 6500 giri per un 400 sembrano pochi a chi è abituato ai motori da 10000 giri con curve di coppia appuntite. Ma qui si è scelto di privilegiare la guidabilità, con una coppia massima a 3000 giri e sicuramente grande dolcezza di erogazione, e bassi consumi (che è la tendenza attuale di tutti i costruttori, visto il prezzo della benzina).
Il prezzo di 6000 euro non è basso; è quello di certi nuovi modelli appena usciti; ma è minore del prezzo medio di una moto media.
La moto è semplice, essenziale; è la moto che prima o poi mi comprerò. Mi basterà aspettare che tutte le fisime che abbiamo sentito ne tengano basse le vendite e ne facciano calare il prezzo. Intanto tiro avanti con la mia 250 che ha circa la stessa potenza, ma bisogna tirare il motore a 9000 giri per vederla uscire
 
15149724
15149724 Inviato: 8 Ott 2014 18:04
 

Non vogliatemene, ma io continuo ad essere perplesso sul pacchetto moto offerto dalla SR 400. Sui gusti e sulle esigenze non discuto, anch'io sono uno di quelli che s'è dovuto comperare una moto con un surplus di cavalleria e cilindrata (nonché di peso e costi) perché il mercato offriva veramente poco e tutto sommato è sempre un peccato dover criticare pesantemente una moto in un segmento in cui ci sono molte poche concorrenti.

Che l'oggetto sia bello, come detto, è una questione di gusti. Che vada bene per chi la compra mi pare oggettivo (e sennò che la comprerebbe a fare), che consumi poco è un bene . Che non ci sia bisogno di avere minimo una moto con 100 cv e 600 cc è un concetto che con me sfonda una porta aperta ma, detto questo:

Che l'avviamento a pedale sia facile è ottimo, ma questo non giustifica l'assenza dell'avviamento elettrico se non per contenere i costi. S'accenderà al primo colpo ma se mi si spegne la moto in mezzo al traffico premere su un bottoncino cromato è assai più pratico che scalciare su una pedivella. Si sopravvive anche senza, per carità, ma allora perché non eliminare il telecomando dalle televisioni che almeno così si fa un po' di moto?

Che un tamburo freni quanto un disco ci può anche stare ma, di norma, il difetto dei tamburi oltre la resistenza alla fatica è la scarsa modularità. Inoltre con il tamburo addio abs. Per carità, ho guidato moto con freni a tamburo e sono sopravvissuto, ma un discreto disco fa le stesse cose meglio e non credo che ci sarebbero stati problemi, anche estetici, a metterlo, a meno di non tornare al punto 1 (costi).

Che alla fine da un 400 cc, ancorché monocilindrico e raffreddato ad aria, si sia tirata fuori sufficiente coppia per muoversi mi sembra il minimo indispensabile, altrimenti sarebbe difficile giustificare una velocità di punta così risibile in rapporto alla cilindrata. D'accordo che non è una moto nata per correre, d'accordo che esistono i limiti e d'accordo che il motore è un mulo che gira basso, tuttavia se devo fare un trasferimento in strade a scorrimento veloce il motore sarà sempre vicino al suo limite. Alla fin fine una moto come la CBR 250 ha un motore equiparabile come prestazioni pur con una cilindrata ben più ridotta. Ma alla fine secondo me il motore è l'ultimo dei problemi.

Secondo me il problema rimane nel rapporto prezzo/dotazioni. La moto costa quanto una XT 660 e 1000 euro più di un Ktm Duke, moto che hanno dotazioni migliori, e non ne faccio un problema di prestazioni. E' chiaro che se poi uno cerca il ticchettare delle valvole o l'avviamento solo a pedale magari non bada a spese, ma personalmente ritengo che il posizionamento economico in abbinamento alle economie che sono state fatte nei particolari ridurrà questa moto ad essere un prodotto di nicchia e di qui il rammarico dell'occasione perduta. Personalmente se oggi mi vendessero un'auto con le marce non sincronizzate, con due posti veri e due di fortuna e il bagagliaio occupato quasi per intero dal serbatoio per 20k euro avrei qualche difficoltà a comperarla per quanto possa essere nostalgioco dell'auto che avevo da bambino.
 
15152592
15152592 Inviato: 11 Ott 2014 17:16
 

tibbs ha scritto:
Secondo me il problema rimane nel rapporto prezzo/dotazioni. La moto costa quanto una XT 660 e 1000 euro più di un Ktm Duke, moto che hanno dotazioni migliori, e non ne faccio un problema di prestazioni. E' chiaro che se poi uno cerca il ticchettare delle valvole o l'avviamento solo a pedale magari non bada a spese, ma personalmente ritengo che il posizionamento economico in abbinamento alle economie che sono state fatte nei particolari ridurrà questa moto ad essere un prodotto di nicchia e di qui il rammarico dell'occasione perduta. Personalmente se oggi mi vendessero un'auto con le marce non sincronizzate, con due posti veri e due di fortuna e il bagagliaio occupato quasi per intero dal serbatoio per 20k euro avrei qualche difficoltà a comperarla per quanto possa essere nostalgioco dell'auto che avevo da bambino.


Non posso che condividere le questioni relative al rapporto prezzo/dotazioni, facendo però una precisazione: anche se la dotazione di base è spartana (è paragonabile a quella di una qualsiasi moto anni '70/'80) si ha in mano una moto realizzata in maniera qualitativamente superiore rispetto alle sue dirette concorrenti, infatti basta pensare alla cura dedicata a certi particolari come parafanghi in metallo cromato (sicuramente più costosi da realizzare della striminzita unghietta in plastica presenta sulla Duke).
Le prestazioni come detto e stradetto sono quelle di un motore vecchio conciato in maniera tale da rientrare nelle norme anti-inquinamento; per curiosità il nuovo TU250X (non commercializzato in Italia) sviluppa
16 cv, mentre la vecchia versione che anche noi abbiamo conosciuto ne sviluppava 20, il tutto perché sul nuovo modello è stata adottata una testa a due valvole, mentre quella vecchia ne aveva 4. Detto questo penso il passaggio ad una testa a quattro valvole sarebbe stato un passaggio gradito anche sulla SR400.

Tornando al prezzo sono fermamente convinto che la sua eccessività sia legata al posizionamento voluto da Yamaha per il nostro mercato: l'SR400 deve essere una moto per pochi, stop.
Al posto di far riferimento alla solidità e alla economicità di funzionamento, preferiscono puntare sul suo fascino e sulle infinite possibilità di personalizzazione...come se stessero vendendo un soprammobile e non un mezzo di trasporto 0509_down.gif
Fa niente se siamo qui a parlare di una moto in vendita da decenni con numeri di produzione alti...da noi la presentano come un giocattolino elitario e così deve essere percepita.

Un mezzo di trasporto nato vecchio e costoso è una fregatura, un oggetto ludico con caratteristiche di altri tempi, anche se costosetto, è una rarità.
 
15152937
15152937 Inviato: 12 Ott 2014 10:45
 

"Un mezzo di trasporto nato vecchio e costoso è una fregatura, un oggetto ludico con caratteristiche di altri tempi, anche se costosetto, è una rarità."

Sostanzialmente la penso come te. Come ho scritto sopra io sono possessore della SR400. Mi piace parlare nel merito e farlo senza paragonare l'oggetto in discussione con altri. Ma: della CBF Honda ho già detto, prestazioni al doppio ma moto dozzinale. Prezzo alto per la SR400. Certo! mi sarebbe piaciuto più di chiunque altro pagarla 2000 euro in meno. Cioè quanto, ad esempio, la Suzuki Inazuma 250. Fatta in China, inguardabile, però mi passa in velocità! Porca miseria...
Ok non mi dilungo. Dico solo che ogni volta che mi fermo a fare rifornimento c'è un appassionato che mi ferma e mi chiede dove l'abbia scovata. L'ultimo era un preparatore che mi ha chiesto, con gli occhi che gli luccicavano, se volessi trasformarla. Quando ho fatto il tagliando, sono arrivati colleghi sessantenni del meccanico e l'accarezzavano con gli sguardi. Ma davvero qualcuno pensa sia un problema migliorarne la velocità? Mi risponda però ad un'unica domanda: perchè?
 
15152948
15152948 Inviato: 12 Ott 2014 11:10
 

Guarda viaggiamo sulla stessa lunghezza d'onda, se poi tieni conto del fatto che l'anno prossimo, università permettendo tie.gif , la comprerò anche io...
Sul prezzo ti do ancora ragione, anzi sono convinto che come al solito tante lamentele siano fatte per partito preso, tuttavia ci sono circa 1'000 euro MATEMATICAMENTE ingiustificati (sempre ammesso che abbia fatto i conti giusti) che avanzano tenendo in considerazione tutte le spese che gravano su una moto d'importazione.

Comunque sarei curioso di sapere come si comporta in un uso quotidiano e costante, ma soprattutto se ti è mai successo di doverla accendere al volo.
Pur avendola provata (fidatevi...non sarei mai sceso) avrò sperimentato si e no un terzo di ciò che questa moto è.
 
15152954
15152954 Inviato: 12 Ott 2014 11:17
 

Certo 23 CV sono pochini, principalmente perchè il numero massimo di giri è limitato, ma se lo è vuol dire che la coppia è più alta in basso, e non sarà mai la coppia di un 250 perchè la coppia è proporzionale alla cilindrata.

D'accordo sul fatto che è una moto di nicchia, per chi non bada alle prestazioni ma all'estetica e allo stile, e quella è una bella moto, confrontabile se mai con una Royal Enfield, o con certe custom molto più pesanti e costose, con motori enormi di potenza trascurabile.

La Yamaha ce l'aveva già lì pronta e non le è costato quasi niente metterla fuori (anzi hanno dovuto togliere l'avviamento elettrico...) per fare un piacere ai nostalgici amanti delle moto essenziali.
Ne venderà poche, salvo che nei primi tempi ai soliti modaioli che se ne libereranno presto per passare a qualche altra moto di moda. Basterà aspettare un anno e se ne troverà un mucchio poco usate a 4000 euro...
 
15152962
15152962 Inviato: 12 Ott 2014 11:28
 

gatobrujo ha scritto:
La Yamaha ce l'aveva già lì pronta e non le è costato quasi niente metterla fuori (anzi hanno dovuto togliere l'avviamento elettrico...) per fare un piacere ai nostalgici amanti delle moto essenziali.


A dire il vero l'avviamento elettrico non c'è mai stato
 
15153176
15153176 Inviato: 12 Ott 2014 18:05
 

"Comunque sarei curioso di sapere come si comporta in un uso quotidiano e costante, ma soprattutto se ti è mai successo di doverla accendere al volo. "

Credimi, è solo un piacere metterla in moto. Quando hai fatto pratica, necessita dello stesso tempo che ci vuole pigiando un bottone. Io non guardo più la finestrella che mi dice che il pistone è al punto giusto. La decompressione si sente, un "calcio" alla pedivella e peccato per il casco che non ti fa gustare in pieno il "suono" del monocilindro.
Monocilindrico, appunto, coppia bassa, erogazione dolce. Tranquillo, a me non si è mai spenta nel traffico!!
Gatobrujo:
Sì, aspetta. L'anno prossimo te la vendo a 4000 euro. Magari anche a 3500 ok? Chiaro che scherzo... Ma chi la compra è per tenersela. Ho passato i 50 anni, non mi è mai importato di moda o tendenze figurati oggi alla mia età!

Ultima modifica di pierdanico il 12 Ott 2014 20:18, modificato 4 volte in totale
 
15153203
15153203 Inviato: 12 Ott 2014 18:28
 

Se qualcuno mi dice come si fa vorrei caricare una foto... Magari sull'avatar...
 
15153211
15153211 Inviato: 12 Ott 2014 18:37
 

pierdanico ha scritto:
Se qualcuno mi dice come si fa vorrei caricare una foto... Magari sull'avatar...

Per l'avatar vai in alto in cima al forum, clic su "Il tuo proflo", si apre una pagina, clic su "Imposta profilo e i dati del forum", ti si apre una pagina, vai in fondo alla pagina e l'ultimo pannello serve per caricare l'avatar che però dev'essere massimo di dimesioni 120x120 pixel e non oltre i 18kb di peso.
Se hai problemi a ridimensionare le foto ti posso aiutare io, mi mandi una mail e ci metto 10 secondi.

Se vuoi caricare una foto nella discussione, tasto "rispondi", quindi "carica immagine" e selezoni il file dal tuo computer... puoi provare, ma ricordo che l'ulima volta che adoperai questa funzione qualche tempo fa doveva esserci qualche problema in quanto non caricava correttamente, ora non so se abbiano risolto.
 
15153224
15153224 Inviato: 12 Ott 2014 18:59
 

immagini visibili ai soli utenti registrati


Per l'avatar ho provato la procedura prima e dopo il tuo suggerimento ma non va... grazie comunque. Lamps.

Ultima modifica di pierdanico il 12 Ott 2014 19:04, modificato 1 volta in totale
 
15153230
15153230 Inviato: 12 Ott 2014 19:03
 

immagini visibili ai soli utenti registrati

 
15153335
15153335 Inviato: 12 Ott 2014 21:05
 

Complimenti, quella grigia è bella ma anche nera ha il suo perché!
Personalmente farei solo poche modifiche mirate: frecce a "siluro" non troppo piccole, specchietti tondi, terminale di scarico a bottiglia stile Bonneville e eliminazione dell'orrendo tubo dell'ais (per intenderci è quello cromato che parte dal collettore di scarico). Per il resto la trovo perfetta.

A differenza di altri nuovi modelli questa è pressoché impossibile da provare presso i concessionari nelle occasioni ufficiali, e spesso l'importatore si "dimentica" di fornirla per i demo-ride...
 
15153425
15153425 Inviato: 12 Ott 2014 22:56
 

pierdanico ha scritto:
Ma davvero qualcuno pensa sia un problema migliorarne la velocità? Mi risponda però ad un'unica domanda: perchè?


Citazione:
tuttavia se devo fare un trasferimento in strade a scorrimento veloce il motore sarà sempre vicino al suo limite.


Un 125 moderno ha 11kw (15cv) e probabilmente nonostante tutto è un motore strozzato che potrebbe dare di più.

Io credo che se uno ha voglia di passeggiare, come d'altra parte faccio io, non c'è bisogno di una moto che non corre: semplicemente basta dosare il gas e sapere d'avere un minimo di riserva per poter fare un sorpasso in souplesse. Come dicevo in altri miei interventi, io non contesto la potenza o la coppia, ma la cilindrata con la quale è ottenuta, la spartanità e il prezzo a cui questa spartanità è imposta.

I particolari saranno anche belli, ma Yamaha non è nuova a simili rapporti prezzo/qualità. Si prenda la YBR 250, fatta in Brasile (mica in Giappone) e venduta a 5000 euro.

Comunque, tolte le mie considerazioni, mi fa piacere che ci sia gente che l'apprezzi e la guidi, perché l'importante credo sia trarre delle buone sensazioni da quello che si fa. Però non vogliatemi male se io riesco a trarre le medesime sensazioni da un modello dozzinale come una ER6.
 
15154496
15154496 Inviato: 13 Ott 2014 23:13
 

I consumi nell'uso cittadino come sono? Per intenderci, a fare casa-lavoro arriva a fare i 25km/l?
 
15154501
15154501 Inviato: 13 Ott 2014 23:21
 

Visto i presupposti 25km/l dovrebbe farli senza tanti problemi, prima si parlava di 38km/l
 
15157105
15157105 Inviato: 16 Ott 2014 17:07
 

Qualche giorno che non entravo...
Il consumo dipende sempre da come si usa il gas prescindendo se si è nel traffico cittadino o in strada libera. Da possessore della SR400 ho indicato il consumo più basso. Ho conteggiato anche in un uso misto (urbano e extraurbano) e non è scesa mai sotto i 30 Km/l. Ma non tiro le marce, raramente vado oltre 3000/3500 giri. E' una mia filosofia di utilizzo e molti non la condivideranno ma non scrivo sciocchezze.
@Wingsoftime:
Apprezzo quello che scrivi e il tuo gusto per la moto. Mi meraviglia sia espresso da parte di uno studente universitario. Nel senso che mi aspetterei rivolgesse la sua attenzione su altri modelli. Bella idea quella dello scarico stile Bonneville. Frecce e specchietti mi lasciano perplesso. Posso consigliarti, se ancora non lo hai fatto la lettura del libro "Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta"? Un'ultima considerazione per la simpatia nei tuoi confronti. Per me esisteva un'unica alternativa: Triumph Bonneville...
Avendo letto tutte le critiche mi son detto voglio tirarle veramente il collo (prima e ultima volta): ha toccato 140 Km/h.
@tibbs:
Viaggiamo in due su superstrada tranquillamente a 100/ 110 Km/h e ne ha ancora per i sorpassi. Se poi avessi avuto come target una velocità di percorrenza di 150 Km/h ci sono molte altre moto, qualcuna anche meno costosa.
Non voglio annoiare. Ma chi è curioso può chiedere. Lamps
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 30
Vai a pagina Precedente  123...282930  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Yamaha

Forums ©