Leggi il Topic


Indice del forumForum Yamaha

   

Pagina 3 di 30
Vai a pagina Precedente  1234...282930  Successivo
 
[SR 400/500] Opinioni e consigli
15157376
15157376 Inviato: 16 Ott 2014 19:49
 

immagini visibili ai soli utenti registrati



Di questa preparazione apprezzo solo lo scarico e specchietti, il resto non mi piace...

Per quanto riguarda i miei gusti ammetto che possono essere un po' "strani" ma non sono certo una mosca bianca...vi basti pensare che spesso faccio dei giri con un amico e le nostre due moto insieme fanno 64 anni, mentre a sommare le nostre età non si arriva a 50 anni icon_xd_2.gif.
Ho avuto modo di provare moto di tutti i tipi, e solo per citarne alcune: NSU 200 (trasmissione a cinghia di cuoio e motore a valvole contrapposte 0509_doppio_ok.gif ) del 1921, Harley-Davidson Sportster 1000, Honda CB1000R, Trimuph Rocket III e California 14000...ma le uniche che mi sono rimaste nel cuore sono state l'SR400 e la Moto Guzzi V7. Diciamo per evitare problemi non avrei mai dovuto vedere la prova della Triumph Scrambler su TgMotori.
La Bonneville per me rappresenta il canone estetico del motociclismo, e in sè è una moto bella, ma se devo essere sincere a livello di sensazioni non mi ha detto molto, da quoto lato preferisco le Guzzi. Un altro chiodo fisso che ho sono le Royal Enfield, ma finora non ho ancora avuto occasione di provarne una.

Tornando alla nostra giapponesina: di questa moto apprezzo la filosofia di fondo e il fatto che abbia consumi irrisori, cosa che molti sottovalutano (oltre a consumare poco dovrebbe pure andare forte...altrimenti è una chiavica). Credo che in città sia una bomba, mentre sui lunghi trasferimenti può lasciarmi un po' perplesso, specie se con passeggero al seguito...diciamo che la situazione può mantenersi accettabile su strade perfettamente piane.
 
15163799
15163799 Inviato: 23 Ott 2014 12:19
 

wingsoftime ha scritto:
I consumi nell'uso cittadino come sono? Per intenderci, a fare casa-lavoro arriva a fare i 25km/l?

I consumi variano con il tipo di guida. Io con la Guzzi Breva sono arrivato a 27 km/l guidando per 200 km dietro l'auto di mia moglie (...), su autostrada e statale. Da solo stavo sui 20-25 icon_asd.gif
Sia la Guzzi che la SR400 si guidano in modo tranquillo. Per la Yamaha in particolare, che ha un motore pochissimo sfruttato, i consumi dovrebbero essere molto bassi. Basta non pretendere prestazioni da sparo che non può dare, con i suoi 23 CV.
 
15205980
15205980 Inviato: 10 Dic 2014 13:45
Oggetto: Re: Yamaha SR400: moto ideale o occasione mancata?
 

mando695 ha scritto:
Fino a poco tempo fa non sapevo neanche della sua esistenza, ma quando l'ho vista ho subito pensato: è perfetta! Sto parlando della nuovissima Yamaha SR400, eccola qui.

Immagine: Link a pagina di Motoclub Tingavert

La moto nasce alla fine degli anni '70 come la versione stradale della mitica XT500, montava lo stesso motore (500cc) ed era in sostanza identica a quella che vedete in foto, ma poi era uscita di produzione (almeno in europa, a quanto ho capito in asia hanno continuato a commercializzarla) fino al 2013, quando è stata immessa quasta versione ammodernizzata sulmercato europeo.

Dicevo che quando l'ho vista per la prima volta ho pensato che fosse una moto molto interessante, e che avrebbe potuto avere successo tra quelli che, come me, pensano che usare il solito mastodontico 1200 per andare a lavoro durante l'anno e in spiaggia quando arriva l'estate è una specie di controsenso frutto della vanità del motociclista italico.
La formula di questa moto è estremamente interessante e soprattutto pressochè unica nei listini odierni: 174kg con tutti i liquidi e il pieno nel serbatoio, robusto motore monocilindrico di 400cc talmente accessibile da permettere anche a un bambino di farsi la manutenzione da solo, iniezione elettronica, sella grande e comoda anche in coppia (almeno sembrerebbe, non l'ho provata icon_asd.gif ), ruote a raggi e design gradevole.
Mi sono detto cavolo, una moto del genere potrebbe essere perfetta per andare a lavoro consumando una sciocchezza, ottima per la domenica se vado a farci un picnic fuoriporta e se vuole la può guidare anche la mia ragazza! Ci voleva una moto del genere, onesta, robusta, leggera, facile, economica, divertente, in pratica uno scooter con le marce e con un fascino che qualsiasi scooter se lo sogna!

Perchè non l'hai già comprata direte voi icon_asd.gif , e in effetti un pensierino ce l'ho fatto, ma poi mi sono informato e ho scoperto delle cose che hanno di fatto ridimensionato la prima ottima impressione che questa moto mi aveva dato.
Andando in ordine di gravità crescente (e personale), saltano subito all'occhio il freno a tamburo al posteriore, la mancanza di un portapacchi per montare un bauletto, che su questa moto è quasi indispensabile, e la potenza del motore che dispone si soli 23.2CV, ci sono rimasto male, la mia Aprilia 350 dell'86 di cavalli ne ha 34! (o almeno aveva quando è nata, ma si parla comunque di un 30% abbondante in più per un motore più piccolo). Va bene prediligere l'affidabilità, ma fare peggio di un motore di quasi 30 anni fa già di suo molto affidabile penso sia un primato mondiale!
Spulciando la scheda tecnica ho poi scoperto che la pedivella kickstarter che faceva bella mostra di se sul fianco destro della moto, e che in un primo momento mi era sembrata un'ottima idea, è anche l'unico modo per accendere la moto. Ok. Perfetto. La mia ragazza non la guiderà mai icon_asd.gif .
Come ultima nota dolente il prezzo, sicuramente si sta comprando una moto estremamente affidabile e longeva, economica nella gestione e manutenzione, ma chiedere 5.990€ per una moto del genere è un furto! Apparte il fatto che con 500€ in più si compra una Kawa ER6N nuova, questa moto aveva un senso per tutte quelle persone a cui si rivolge, perchè il segmento di mercato è quello, il motociclista smanettone non la comprerà mai, ma chi si accontenterebbe di un mezzo onesto per districarsi nel traffico cittadino e gironzolare a costo praticamente zero oggi compra uno scooter, e questa moto, che è ideale per rimpiazzarlo, costa il doppio di un SH che invece ha doppio disco avviamento elettrico sottosella bauletto start e stop e chi più ne ha ne metta.
Come ultima analisi concluderei dicendo che la moto è interessante nonostante qualche piccola pecca facilmente ovviabile (quanto sarebbe costato mettere l'avviamento elettrico?) ma il prezzo al quale viene proposta è praticamente folle vista la concorrenza agguerrita e tecnologica di qualsiasi scooterone oggi sul mercato. Potrebbe essere interessante da comprare usata, ma ovviamente considerato il listino il nuovo da rivendere chi cavolo se la compra?

Io mi sono dilungato ma voi cosa ne pensate?


Io l'ho comprata e non sapete quanto sia divertente guidarla !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Gli unici pezzi di plastica sono le guaine e le gomme sono strafelice di aver venduto la "potentissima" KAWA ERn ora viaggio a 90 all'ora con il sorriso stampato !!
Ciao a tutti e.....compratevela anche voi
 
15206074
15206074 Inviato: 10 Dic 2014 15:53
Oggetto: Re: Yamaha SR400: moto ideale o occasione mancata?
 

giannisr400 ha scritto:
Io l'ho comprata e non sapete quanto sia divertente guidarla !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Gli unici pezzi di plastica sono le guaine e le gomme sono strafelice di aver venduto la "potentissima" KAWA ERn ora viaggio a 90 all'ora con il sorriso stampato !!
Ciao a tutti e.....compratevela anche voi

Uhm. "Divertente" dici..? eusa_think.gif
 
15206222
15206222 Inviato: 10 Dic 2014 18:59
Oggetto: Re: Yamaha SR400: moto ideale o occasione mancata?
 

-Neo- ha scritto:
Uhm. "Divertente" dici..? eusa_think.gif


Il concetto di divertente è abbastanza soggettivo. A me personalmente diverte andare in moto a prescindere dal mezzo. Chiaramente quando si tratta di comperarne una, poi, faccio tutta un'altra serie di considerazioni. Ma se quello è il suo modo di intendere la moto, perché mai non dovrebbe divertirsi? Anche se, a mio avviso, si fanno le stesse cose e nello stesso modo ANCHE con una ER6.
 
15206351
15206351 Inviato: 10 Dic 2014 21:05
 

Diciamo che il concetto di divertimento non andrebbe inteso a senso unico, ma soprattuto andrebbe tenuto separato dal concetto di prestazioni.
Ci sono quelli che si divertono a sentire il sibilo di un quadricilindrico tirato al massimo, come quelli che godono come ricci nel sacramentarsi una gamba per accendere una moto a colpi di pedivella icon_xd_2.gif

Sicuramente questa moto ha fascino e carattere da vendere! E fra 11 mesi sarà nel mio box 0509_campione.gif 0509_campione.gif
 
15256935
15256935 Inviato: 15 Feb 2015 10:23
Oggetto: come avviare il motore della 400 SR
 

I giovani che saltano in sella senza problemi mi accoglieranno con un sorriso di compatimento ma … esistono anche i motociclisti anziani che non vogliono rinunciare alle due ruote.
Vorrei regalarmi per il mio prossimo compleanno (numero non rivelato) la Yamaha SR 400 ma ho qualche preoccupazione per l’avviamento a pedale.
Mi spiego meglio: il cavalletto a bilanciere si attiva dal lato sinistro e così pure la stampella di sostegno. Il pedale di avviamento è sul lato destro.
Io salgo in sella alla YBR 125 dal lato sinistro mentre per precauzione appoggio la moto alla stampella. Poi avvio il motore col noto pulsante.
Sulla 400 immagino tre possibili modalità di avviamento:
1) si sale in sella come di solito, si ritira la stampella, ci si appoggia sul piede sinistro e col destro si aziona il pedale di avviamento con le solite cautele nella ricerca del pms e del ricorso al decompressore;
2) si sistema la moto sul cavalletto a bilanciere, si sale in sella, si procede come sub 1);
3) si sistema la moto sul cavalletto a bilanciere stando a sinistra, si gira intorno al mezzo, si avvia il motore, si gira in direzione inversa, si sale eventualmente dopo aver appoggiato la moto alla stampella e si parte;
4) dal lato destro si fa scendere la moto dal cavalletto, ci si appoggia sul piede destro, si aziona col sinistro il pedale di avviamento, si sale dal lato destro senza contare su appoggio di sorta.
Per chi ha passato da tempo i terzi anta la manovra sub 3) è la più sicura anche se lunga e complessa; quella sub 4 sembra molto difficile.
Voi che usate la 400 con soddisfazione come vi comportate?
Grazie amici
Altair
 
15256975
15256975 Inviato: 15 Feb 2015 11:25
 

Banalmente descriverò il mio primo approccio: moto sul cavalletto laterale, salgo dal lato sinistro e tenendo un piede per terra - temevo che stando in piedi sulla pedalina il cavalletto potesse chiudersi - inizio a scalcare senza grandi risultati, dato che non riesco a fare abbastanza forza. A questo punto scendo, metto la moto sul cavalletto centrale, salgo e la accendo. In tutto ciò si deve tener conto che avevo una paura tremenda di ribaltarmi, dato che la moto era quella di un demo ride.

Morale della favola.
La moto può essere accesa comodamente tenendola sulla stampella laterale, una volta presa dimestichezza con la procedura di accensione. Ma più in generale questa moto può sempre essere avviata stando in sella.
 
15358673
15358673 Inviato: 30 Mag 2015 8:43
 

cè la voglia e il desiderio di ritornare a moto semplici, con cognizioni moderne, dve il divertimento è metterci le mani, dve tt è semplice visibile e facilmente raggiungibile, il limiti di queste moto, e usarle con prudenza, il mio concetto cilindrate giuste....500 750 max e semplicità ho una virago 750 xv dve l'elettronica manco esiste dve si accendono i fari e si usa l'aria x avviarla se necessaria , ne sono orgoglioso .....
 
15417308
15417308 Inviato: 31 Lug 2015 1:38
 

E' una moto che fanno da più di 30 anni. Se non è mai uscita di produzione vuol dire che va benissimo ed è sempre richiesta. Va bene tutto, dall'avviamento al freno a tamburo, dal motore alle prestazioni. Il problema è che se una Suzuki Inazuma bicilindrico a liquido con due freni a disco e avviamento elettrico costa 4.000 euro questa ne dovrebbe costare 3.500. Costasse 3.500 l'avrei già comprata. Non capisco perchè dovrei pagarla il doppio di quanto la pagano in Asia... mica è un pezzo d'antiquariato. E' regolarmente in produzione... Gli impianti ormai li hanno ammortizzati almeno 10 volte. La comprerei subito ma per principio non la compro perchè E' UNA TRUFFA. Vale la metà di quello che costa.
Quando comunicheranno poi il prezzo della XSR700 credo che riderò per una settimana. Scommettiamo che la mettono minimo a 8.000??? Praticamente è una MT07 che ha perso i pezzi e che l'anno scorso costava 5.600...
 
15493935
15493935 Inviato: 12 Nov 2015 15:32
 

La moto mi piace. Prossima settimana all'eicma me la guardo bene, se son rose fioriranno.
Bruno
 
15493946
15493946 Inviato: 12 Nov 2015 15:50
 

Link a pagina di Youtu.be

Intanto goditi anche questo filmato, giusto per vederla mentre prende vita.
Sfortunatamente non la mia, ma quella messa a disposizione per i demo-ride !
 
15496547
15496547 Inviato: 16 Nov 2015 15:32
 

La SR 400 costa 6000 euro. Con meno si può comprare una Royal Enfield 500 Bullet Electra con l'avviamento elettrico, che è altrettanto vintage e molto più bella, se piace il genere.

immagini visibili ai soli utenti registrati

 
15496574
15496574 Inviato: 16 Nov 2015 16:11
 

Le Royale Enfield hanno fascino da vendere, poi quel motore è molto più ricco di storia rispetto a quello della SR400, infatti un 500 corsa lunga ad aste e bilancieri ha ben poco ad invidiare quanto a carisma!
Tuttavia la qualità generale è ancora distante da quella che i giapponesi possono offrire...
 
15496913
15496913 Inviato: 17 Nov 2015 1:02
 

Tuttavia la qualità generale è ancora distante da quella che i giapponesi possono offrire...
In effetti l'avevo presa in considerazione, ma, pare, non sia affidabilissima. Voi che ne dite.
Bruno
 
15497077
15497077 Inviato: 17 Nov 2015 10:57
 

Anche ci sta scappando un bell'OT non posso negarti una risposta icon_mrgreen.gif
Le Royal Enfield sono moto affidabili in generale, ma a quanto pare sono le piccole cose che ti fregano come minuterie poco resistenti o cavi che si spezzano facilmente, poi le cromature (le poche presenti) sono molto delicate e tendono a ossidarsi facilmente mentre il terminale di scarico tende ad assumere un brutto colore bluastro dopo poco tempo.
Girando su internet ho letto anche di supporti del serbatoio rotti e problemi al decompressore automatico.

Però sul loro fascino non si discute!

Per quanto riguarda una questione meramente economica fra il modello base royal e l'sr400 ballano 1000 euro giusti giusti, tuttavia per avere finiture simili in casa royal bisogna spostarsi su modelli più costosi, tipo la Chrome, che ha lo stesso prezzo della giapponese.
Discorso diverso per la Continental GT, che costa circa 6300 euro, ma è anche costruita in maniera totalmente diversa rispetto alle Bullet classiche, ma anche in questo caso non mancano certi scivoloni sulle finiture.

Per completezza di informazioni ti rimando al numero di motociclismo del giugno 2014 che contiene una comparativa fra i due modelli.

doppio_lamp_naked.gif
 
15497115
15497115 Inviato: 17 Nov 2015 11:49
 

braun48 ha scritto:
Tuttavia la qualità generale è ancora distante da quella che i giapponesi possono offrire...
In effetti l'avevo presa in considerazione, ma, pare, non sia affidabilissima. Voi che ne dite.
Bruno

Secondo me è tutta questione di fortuna... se deve capitarti la moto sfigata può essere giapponese, italiana o tedesca ma passerai più tempo in officina che in strada. Credo che uno debba provare la moto e vedere come ci si trova... se ti piace così a pelle non potrai resistere e la prendi, anche perchè la Royal Enfield di fascino ne ha davvero da vendere!!
Magari avrai paura che capiti qualche guasto ma non saprai resistere e soprassederai! 0509_up.gif 0509_up.gif
 
15504037
15504037 Inviato: 26 Nov 2015 20:44
 

Ok, vista, piaciuta, ordinata: arrivo entro prima quindicina di dicembre. Ho scaricato on line il manualetto di uso e manutenzione ed ero curioso di sentire pierdanico, come proprietario di SR (o altri) quale gradazione di olio usa, dato che il libretto riporta diversi tipi: 10W 30, 10W 40, 10W 50 ecc. Con altri tipi di moto o scooter (ER 6, vespa ecc.) la gradazione era una, secca.
Bruno
 
15504126
15504126 Inviato: 26 Nov 2015 22:29
 
 
15505048
15505048 Inviato: 28 Nov 2015 10:56
 

Per il nostro clima (nord Italia) credo vada benissimo il 10W 40. Sul libretto non riporta l'olio di partenza.
Bruno
 
15505061
15505061 Inviato: 28 Nov 2015 11:38
 

La logica è che in base alla temperatura atmosferica "media" si dovrebbe scegliere l'olio motore, io sulla mia Honda uso il 10W 50 e non ho mai avuto problemi.

La nostra cara SR è pur sempre una moto concepita quasi 40 anni fa e il fatto che sia raffreddata ad aria la rende particolarmente sensibile alla temperatura esterna, di conseguenza usare l'olio sbagliato potrebbe far soffrire non poco il motore...non dimentichiamoci che nei motori raffreddati ad aria anche l'olio contribuisce al raffreddamento.
Pensa che il radiatore dell'olio dell'Honda che ho menzionato prima d'estate diventa bollente dopo pochi minuti mentre in pieno inverno dopo anche 6 o 7 km è appena tiepido!
 
15522013
15522013 Inviato: 26 Dic 2015 20:34
 

Bene, arrivata. Attendo libretto, targa e...bel tempo.
Bruno
 
15522018
15522018 Inviato: 26 Dic 2015 20:47
 

Ottimo! Attendiamo le impressioni a caldo!
Io sono giunto alla conclusione che comprerò il modello dedicato al 60° anniversario...nonostante costi 200 sacchi in più...
 
15522297
15522297 Inviato: 27 Dic 2015 14:13
 

A caldo? Bè, una cosa è sicura, per percorrere un certo numero di chilometri attenderò la primavera icon_cry.gif , al momento sono abbastanza saturo con naso e gola, non vorrei aggiungere altro. Comunque, appena mi consegnano la targa (prima quindicina di gennaio), non mancherò di segnalare le mie impressioni. La giallina dell'anniversario è gradevole (vista all'eicma), devo dire di averci fatto un pensierino, la mia è grigia.
Bruno
 
15522304
15522304 Inviato: 27 Dic 2015 14:31
 

Personalmente trovo che la colorazione grigia mortifichi eccessivamente questo modello, quella nera è senza dubbio più legante ma un po' troppo austera, invece quella gialla sembra fare un salto negli anni '70 e solo i cerchi verniciati di nero non riescono proprio a piacermi.
in ogni caso la colorazione anniversario sarà disponibile per il solo 2016 e questo conferirà un certo valore aggiunto alla moto, dato che oltre alla scarsa diffusione del modello una livrea in edizione limitata contribuirà rendere questa sr400 un'ottimo pezzo da collezione.
 
15524402
15524402 Inviato: 30 Dic 2015 21:16
 

Oggi primo giro...del cortile icon_mrgreen.gif ; come già detto, immatricolazione e targa dopo il 15 gennaio icon_sad.gif .
Con 'levetta', 'finestrella' e pistone al posto giusto..via..una bella zampata. Accesa al primo colpo. Che dire, è affascinante nel suono e nella forma: ho percorso ben cinquecento metri icon_mrgreen.gif prima di spegnere e ritirare nel box. Prove di fissaggio della borsa tubolare givi che sulla vespa stava bene, qui sta magnificamente e poi smontaggio della sella (due viti) per vedere gli attacchi batteria. Credo purtroppo di non poter collegare il cavetto fisso per facilitare la ricarica e che mi faceva così comodo su vespa e er6; la batteria ha un attacco diverso, con uno spinottone contenente il fusibile e non vedo come possa collegarci il cavetto.
Bruno
 
15538014
15538014 Inviato: 20 Gen 2016 21:17
 

Targa e assicurazione a posto, via per il primo giro. Fa freddino, quindi mi limito a una quarantina di km.
'Anticamente' (dal '78 all'81) ho avuto un morini 250 mono, quindi mi paragono con questa (oltretutto anche lei solo accensione a pedivella), anzichè l'ER6 venduta quattro anni fa (seguita da una vespa 300). Per cubatura piuttosto ridotta, il morini non scalciava e accendeva subito, esattamente come la sr, anzi la sr ancora meglio, più dolce. Specchietti a posto e poi, che dire, va che è un piacere; impressioni di guida? Tira bene in basso, docile e ben manovrabile (il tamburo dietro frena meglio del disco post. della kawa), le marce silenziose e precise e il suono del motore è decisamente amabile, per il resto occorre viaggiarci. Credo di aver centrato l'obiettivo per le mie tranquille gite, moto attraente e godevole.
Bruno
 
15542236
15542236 Inviato: 26 Gen 2016 19:42
 

250 km, va che è una bomba e mi dà parecchia soddisfazione. Postura perfetta (sono alto 1.82) con vista: il fanalone rotondo (finalmente) e la strumentazione cromata sono appaganti, completano con un bel vedere la melodia che arriva dal basso e soddisfa l'udito. Per la prima volta non sento la necessità di un cupolino, anche perchè gli 80 del rodaggio a 3500 giri icon_asd.gif non mi trascinano certamente indietro. Dopo anni mi ritrovo con una vera motocicletta, meglio tardi che mai
Bruno
 
15542257
15542257 Inviato: 26 Gen 2016 20:06
 

Domanda stupida: ha il minimo un po' altino, vero?
 
15542762
15542762 Inviato: 27 Gen 2016 13:08
 

Non è quello del Falcone icon_biggrin.gif , ma sicuramente non alto. L'accensione è istantanea e, come già detto, la seduta ottima.
Bruno
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 3 di 30
Vai a pagina Precedente  1234...282930  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Yamaha

Forums ©