Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 58 di 59
Vai a pagina Precedente  123...575859  Successivo
 
Gradazione olio motore: considerazioni e scelta
15725571
15725571 Inviato: 9 Nov 2016 0:19
 

Ciao, una moto datata e soprattutto con 200.000Km all'attivo, potrebbe aver bisogno di un olio di gradazione diversa da quella consigliata dal manuale, per contenere la possibile e probabile tendenza a mangiare più o meno olio.

Utilizzando un 15W-50 al posto del canonico 10W-40 potrebbe essere di aiuto in tal senso.
Considera che i grossi bicilindrici raffreddati ad aria, solitamente hanno un bel 20W-xx, per compensare la tendenza del consumo di olio.
 
15725635
15725635 Inviato: 9 Nov 2016 9:10
 

Concordo. Un olio più viscoso aiuta a ridurre eventuali perdite e protegge leggermente meglio. Se la moto non mangia assolutamente olio e non mostra trafilaggi, usare l'olio in gradazione consigliata è la scelta migliore.
 
15725980
15725980 Inviato: 9 Nov 2016 20:41
 

DueRuote ha scritto:
Concordo. Un olio più viscoso aiuta a ridurre eventuali perdite e protegge leggermente meglio. Se la moto non mangia assolutamente olio e non mostra trafilaggi, usare l'olio in gradazione consigliata è la scelta migliore.


Vi ringrazio per gli utili consigli, il motore a 200.000km non presenta cenni di consumo, gira perfettamente come un orologio svizzero, quindi ascolterò i tecnici della Honda, continuerò ad usare il Castrol GP1 10/40, come sempre. Grazie amici. Ferdy 0510_abbraccio.gif doppio_lamp_naked.gif 0510_abbraccio.gif doppio_lamp_naked.gif 0510_abbraccio.gif doppio_lamp_naked.gif
 
15726177
15726177 Inviato: 10 Nov 2016 10:24
 

ferdy ha scritto:
La mia domanda era un'altra, se è vero o meno che una moto datata, a detta di molti, debba usare olio di diversa gradazione rispetto al manuale


la gradazione deve restare quella raccomandata dal manuale, perchè indica la viscosità del fluido, in base alla quale tutto il sistema di lubrificazione è stato progettato: cambia la gradazione solo in caso di temperature estreme.

Se il motore mangia olio perchè è usurato, nessun olio può farci niente, anzi un olio troppo denso aumenterà l'usura agli avviamenti a freddo, rovinandolo ancora di più icon_smile.gif
Una volta si usava l'HPX (olio minerale densissimo) sui motori auto usurati che bruciavano olio... riduceva un po' il consumo nell'immediato, ma accelerava la "fine" del motore.

ciao

WK

PS: esperienza diretta su motore auto con fasce incollate: ho provato dal 5w30 al 10w60, e bruciava sempre 1L/1000km...
 
15733163
15733163 Inviato: 24 Nov 2016 18:52
 

wkowalski ha scritto:
la gradazione deve restare quella raccomandata dal manuale, perchè indica la viscosità del fluido, in base alla quale tutto il sistema di lubrificazione è stato progettato: cambia la gradazione solo in caso di temperature estreme.

Se il motore mangia olio perchè è usurato, nessun olio può farci niente, anzi un olio troppo denso aumenterà l'usura agli avviamenti a freddo, rovinandolo ancora di più icon_smile.gif
Una volta si usava l'HPX (olio minerale densissimo) sui motori auto usurati che bruciavano olio... riduceva un po' il consumo nell'immediato, ma accelerava la "fine" del motore.

ciao

WK

PS: esperienza diretta su motore auto con fasce incollate: ho provato dal 5w30 al 10w60, e bruciava sempre 1L/1000km...


vale anche per gli oli sintetici?
 
15981874
15981874 Inviato: 21 Giu 2018 12:17
 

giotek ha scritto:
La specifica API rigurdo alla classificazione della viscosità a caldo (misurata a 100 gradi) stabilisce di poter etichettare un 50 se la sua viscosità cinematica è compresa tra 16,3 e 21,9 cSt (per un 40 da 12,5 a 16,3).Le tabelle riportare nelle quali sono visualizzabili le varie viscosità a caldo servono ad immaginare che se un'olio ha viscosità 17-18-19-20 o 21 cSt, immaginando un calo di viscosità nel tempo/per l'uso...presto un 17 cSt sarà un 40 (a parità di "tenacia" nel reggere la viscosità dei vari oli)....e qua entra in ballo anche in tipo di base usata,se full o semisintetico.

Non bara nessuno,le classificazioni vengono fatte ad "olio nuovo" MA potremmo fare quache ulteriore considerazione.

1- la viscosità a 40 risente del valore della stessa a 100 per il valore dell'Indice di Viscosità dell'olio.Posto due oli 50 aventi stessa viscosità esatta a 100 gradi,poniamo 18,quello con l'I.V. più alto avrà una viscosità a 40 gradi di valore maggiore perchè in questo range di temperature la sua viscosità varia meno di valore.

Viscosità............................cSt40 gradi.................cSt 100 gradi............I.V
Motul v300 15w50.................115,7............................17,01................161
Motul 7100 20W50................124,4.............................17,7.................158
Bardahl 10w50......................131,63..........................18,74................161
Castrol P.racin1 10w50..........117................................17...................166

Volendo scrivere un qualcosa di non tecnicamente corretto si può osservare che tra i 4 oli in evidenza...il 50 più vero è il Bardahl perchè gli altri hanno viscosità a caldo molto vicine al limite della specifica 50.(da nuovi).(gli I.V. sono simili per tutti...da nuovi).

Se associassimo al SOLO valore di viscosità la capacità di "proteggere" il motore....potremmo fare considerazioni errate,il valore di HT/HS del V300 15W50 è elevatissimo e si colloca tra i top dei lubrificanti in assoluto 0510_inchino.gif 0510_inchino.gif e non ha niente a che vedere con gli altri in elenco.Quel V300 anche se non è un 50 "massiccio" proteggerà il motore alla grande anche dove rischiesto 50.Da QUESTO PUNTO DI VISTA non si può dire altrettanto del 7100 o del coso racing Castrol,questo coso 10W50 (17 a caldo da nuovo)per la viscosità che ha e la base che usa sarà il primo dei quattro a diventare un 40 anche se ha l'I.V. più alto.

Non a caso è stato fatto presenteche 10-15-20 w forniscono un'indicazione della viscosità (diamica) a freddo e SOLO osservando la gradazione a caldo possiamo fare considerazioni circa le viscosità intermedie alle varie temperature.Per esempio il Motul 7100 10W60 a 40 gradi è molto più viscoso (156,1)dello stesso 20W50 (124,4).si può quindi immaginare che per avviamenti del motore che avvengano a temperature SEMPRE superiori a 0 gradi il 20W50 offra protezione migliore (a freddo) del 10w60.Sembra un controsenso vero?

Giotek


Riprendo questo vecchio argomento che però è sempre valido e nello specifico trattato quì con competenza eccezionale.
ho un cbr1000rr del 2010 motore sensibile al consumo d'olio soprattutto se salti un tagliando icon_asd.gif
vorrei un consiglio dato che ha caldo detto motore ha un pò di consumo vorrei aumentare la viscosità, e vi chiedo visto i dati sopra riportati meglio bardahl 10w50 o motul 7100 10w60?
premetto che tendenzialmente uso la moto nella stagione calda e il periodo invernale è in letargo.
grazie
 
15981882
15981882 Inviato: 21 Giu 2018 12:29
 

Giotek mi aveva detto che per il mio vfr 800 uso stradale era meglio un bardhal per le componenti che aveva. Mentre per uso pista mi ha consigliato il V300 con la sola accortezza di cambiarlo spesso.
Io andrei di bardhal.
Curiosità, perchè non vuoi rispettare le viscosità della casa?
 
15981888
15981888 Inviato: 21 Giu 2018 12:41
 

MAK1 ha scritto:
dato che ha caldo detto motore ha un pò di consumo vorrei aumentare la viscosità, e vi chiedo visto i dati sopra riportati meglio bardahl 10w50 o motul 7100 10w60?


a parte l'acca icon_smile.gif resta sulla viscosità consigliata dalla casa, aumentarla non riduce il consumo d'olio e porta altri problemi come la maggiore usura all'avviamento.

ciao

WK
 
15981890
15981890 Inviato: 21 Giu 2018 13:03
 

wkowalski ha scritto:
porta altri problemi come la maggiore usura all'avviamento.



Solo se anche la gradazione a freddo cambia. Se sono entrambi 10W (in teoria) a freddo hanno la stessa viscosita'.
 
15983325
15983325 Inviato: 26 Giu 2018 11:42
 

la viscosità data dalla casa è 10w30 è penso sia generalizzata, perchè chi abita in california rispetto a chi abita in inghilterra vive due situazioni climatiche molto diverse con una differenza di temperature di oltre 40 gradi.
In centro Italia abbiamo inverni sotto lo zero e temperature estive anche di 38 gradi, dato che uso la moto esclusivamente in estate ritengo che una maggiore viscosità a caldo tutela meglio il mio motore, inoltre dovrebbe consumarne meno.
 
15983326
15983326 Inviato: 26 Giu 2018 11:50
 

MAK1 ha scritto:
la viscosità data dalla casa è 10w30 è penso sia generalizzata, perchè chi abita in california rispetto a chi abita in inghilterra vive due situazioni climatiche molto diverse con una differenza di temperature di oltre 40 gradi.
In centro Italia abbiamo inverni sotto lo zero e temperature estive anche di 38 gradi, dato che uso la moto esclusivamente in estate ritengo che una maggiore viscosità a caldo tutela meglio il mio motore, inoltre dovrebbe consumarne meno.

Beh la casa se non sbaglio riporta 10W30 o 10W40 da manuale, il 40 per le temperature più alte. Io ho messo il 40 sperando che funzioni correttamente icon_wink.gif
 
15983387
15983387 Inviato: 26 Giu 2018 15:41
 

MAK1 ha scritto:
ritengo che una maggiore viscosità a caldo tutela meglio il mio motore, inoltre dovrebbe consumarne meno.


non è detto, sia per l'usura che per il consumo... se guardi in giro, c'è una generale tendenza ad abbassare la viscosità degli olii (sulle auto sono arrivati allo 0w16...) perchè con gli attuali olii sintetici la protezione dall'usura è sempre eccellente, e una maggiore viscosità fa solo consumare più carburante e aumenta l'usura all'avviamento. Anche per il consumo di olio, non è detto che aumentando la viscosità diminuisca... se mangia olio c'è un problema meccanico che nessun olio al mondo può risolvere. Come scrivevo sopra, in un'auto con le fasce andate sono arrivato a metterci il 10w60 (raccomandato: 5w30), ma il consumo è rimasto lo stesso identico.

ciao

WK
 
15983665
15983665 Inviato: 27 Giu 2018 11:20
 

si in effetti eusa_think.gif
resto sul 10w40 e cerco di esssere preciso con i cambi d'olio ogni 3/4mila km
grazie dei consigli 0509_up.gif
 
15984105
15984105 Inviato: 28 Giu 2018 17:06
 

Le auto girano più lentamente, non hanno la frizione in bagno d'olio, hanno il cambio con lubrificazione separata. Possono usare additivi che non è possibile usare sulle moto, inoltre l'olio non è sottoposto al taglio delle catene dei polimeri, che fa scendere la viscosità e non è sottoposto all'inquinamento da frizione, fenomeni che portano a cambio olio più frequenti. Inoltre i motori auto generalmente non riescono a salire e scendere di giri come una moto e sono termicamente più stabili, motivo per cui è possibile impiegare olei con viscosità più limitate, sia come valore, che come intervallo di valori.

Se l'olio moto non è PAO, fate bene a metterne uno lievemente più viscoso, perché tanto il cambio romperà le catene dei polimeri e, dopo 1000km, un 10w40 è già un 5w30.
 
15984168
15984168 Inviato: 28 Giu 2018 20:05
 

Canyon_500 ha scritto:
Le auto girano più lentamente, non hanno la frizione in bagno d'olio, hanno il cambio con lubrificazione separata. Possono usare additivi che non è possibile usare sulle moto, inoltre l'olio non è sottoposto al taglio delle catene dei polimeri, che fa scendere la viscosità e non è sottoposto all'inquinamento da frizione, fenomeni che portano a cambio olio più frequenti. Inoltre i motori auto generalmente non riescono a salire e scendere di giri come una moto e sono termicamente più stabili, motivo per cui è possibile impiegare olei con viscosità più limitate, sia come valore, che come intervallo di valori.

Se l'olio moto non è PAO, fate bene a metterne uno lievemente più viscoso, perché tanto il cambio romperà le catene dei
polimeri e, dopo 1000km, un 10w40 è già un 5w30.


Allora non ho torto a pensare di mettere un 10w50?
 
15984301
15984301 Inviato: 29 Giu 2018 8:44
 

Se l'olio non è sintetico con base "PAO" (esistono anche i sintetici minerali idrogenati, esteri vegetali e olei riciclati, tutti si chiamano sintetici), le catene dei polimeri che lo costituiscono, a causa dell'azione di taglio operata dagli ingranaggi del cambio, si spezzano e l'olio perde viscosità. E' del tutto normale, per una moto, usare in estate un w50, che tanto dopo 1000 km sarà un w40. Ovviamente è una indicazione di massima. Solo una analisi può stabilirlo con certezza. Che poi il motore giri ugualmente bene anche con un w30 è pure probabile. Io ho montato il termometro dell'olio e da quello capisco se l'olio va bene. Se la temperatura sale, l'olio non va bene. Nella mia moto, la temperatura olio arriva normalmente a 80 gradi, con picchi di 90 sui passi di montagna, in salita, con passeggero. L'olio quindi va bene. Ed attualmente è un 10w40 semisintetico, che quindi è già da tempo un 5w30. Ma la moto non consuma olio e quindi va bene così. Al prossimo cambio userò olio PAO 5W50 e vedremo cosa varierà, se varierà. Ad ogni modo io ancora non ho trovato un olio moto che non perda viscosità dopo 500-1000km. Anche perché finora non avevo mai acquistato olei sicuramente PAO. Alla fine sono andato a leggere le schede di sicurezza e ho ordinato l'olio che indicava basi PAO. Normalmente nessuno dice quali basi usa.
 
15984319
15984319 Inviato: 29 Giu 2018 9:36
 

io per il CBR1000 uso Motul V300 gradazione10W40 perchè consigliata dalla casa però faccio anche cambi frequenti, massimo 1000km. Visti gli stress che ha il motore in pista...
 
15984375
15984375 Inviato: 29 Giu 2018 11:36
 

Canyon_500 ha scritto:
Se l'olio moto non è PAO, fate bene a metterne uno lievemente più viscoso, perché tanto il cambio romperà le catene dei polimeri e, dopo 1000km, un 10w40 è già un 5w30.


chi progetta le moto lo sa, e se raccomandano 10w30, devi usare 10w30, non c'è motivo di fare altrimenti.

ciao

WK

PS: anche per auto poco tranquille che girano a regimi da moto, tipo il carrera turbo s, ormai raccomandano lo 0w40 icon_smile.gif E poi anche sul peggiore catramone turbodiesel, considera che i turbo girano a 100.000 giri/min e passa...
 
15984396
15984396 Inviato: 29 Giu 2018 12:00
 

wkowalski ha scritto:
chi progetta le moto lo sa, e se raccomandano 10w30, devi usare 10w30, non c'è motivo di fare altrimenti.

ciao

WK

PS: anche per auto poco tranquille che girano a regimi da moto, tipo il carrera turbo s, ormai raccomandano lo 0w40 icon_smile.gif E poi anche sul peggiore catramone turbodiesel, considera che i turbo girano a 100.000 giri/min e passa...


Ciao, è vero che i costruttori da qualche anno virano su gradazioni basse, ma sono in un certo senso costretti dalle stringenti imposizioni di mercato, che vogliono abbattere i consumi di carburante e di emissioni inquinanti.
Sicuramente la qualità dei lubrificanti è aumentata, anche se con la "scorciatoia autorizzata" degli olii hydrocracking occorre essere cauti ...
Conosco amici che con tagliandi di intervallo lunghi (30.000Km) hanno fatto il funerale alle turbine (sia motori diesel che benzina).
 
15984398
15984398 Inviato: 29 Giu 2018 12:05
 

bognagol ha scritto:
io per il CBR1000 uso Motul V300 gradazione10W40 perchè consigliata dalla casa però faccio anche cambi frequenti, massimo 1000km. Visti gli stress che ha il motore in pista...


Ciao, fai benissimo!
Considera anche il Silkolene pro 4 10w40 xp (estere), meno "blasonato" del Motul, si trova a prezzi competitivi ed ha specifica API SM/SN, come tutte le gradazioni con la tecnologia XP.
 
15984418
15984418 Inviato: 29 Giu 2018 12:51
 

sinceramente speravo fosse più facile scegliere un olio e la rispettiva gradazione, invece vedo che ci sono un enormità di variabili icon_confused.gif
 
15984466
15984466 Inviato: 29 Giu 2018 14:49
 

Le variabili ci sono, ma sarebbe più semplice gestirle se solo le case ti dicessero quali sono gli ingredienti dell'olio e in quali percentuali. Poiché non lo fanno, allora ognuno pensa di avere una opinione in merito, anche se è basata solo su "marketing speak".

P.S. ho proprio una auto benzina turbo e, per aver messo una volta un olio non adatto, ho cotto una turbina in meno di una settimana. Quindi direi che conosco l'argomento turbine. Ma comunque la turbina non taglia le catene dei polimeri, come fa il cambio delle moto. La turbina cuoce l'olio. Se l'olio non regge le alte temperature, carbonizza, ostruendo i passaggi e quindi facendo distruggere la turbina. Che comunque non c'entra nulla con le moto. Anche i politici sanno che le leggi sono idiote, ma le devono comunque fare, per giustificare la propria esistenza. E lo stesso si applica alle prescrizioni delle case motociclistiche. Spesso sono frutto di accordi, non di ragionamenti logici. Le aziende aspirano a fare profitti per gli azionisti, non a fare il bene del cliente. Se pensate diversamente, non avete mai lavorato in una grande azienda e quindi non sapete.
 
15984525
15984525 Inviato: 29 Giu 2018 19:01
 

MAK1 ha scritto:
sinceramente speravo fosse più facile scegliere un olio e la rispettiva gradazione, invece vedo che ci sono un enormità di variabili icon_confused.gif

Ciao, è facile se non si vuole approfondire l' argomento.
Restando in tema di olio da moto, per utilizzo stradale e motori in condizioni d'uso normali, difficilmente si avranno problemi come rotture meccaniche derivate da scarsa o cattiva lubrificazione.

Le cose cambiano se l' uso del motore è "intenso", ecco che allora occorre prestare più attenzione a quale olio usare.
Nel corso degli anni una corretta manutenzione del mezzo (tagliando olio e filltro regolari), potranno garantire una buona salute del motore. Ovviamente l'uso di olii di qualità superiore, permetterà di ottenere una maggiore pulizia del motore, e una maggiore protezione dello stesso.

Un olio economico perderà le proprie caratteristiche di viscosità velocemente, a differenza di un olio di qualità, che grazie alla base ed al pacchetto di additivi, è in grado di mantenere una ottima performance.

Se poi per passione si vuole "entrare" nel discorso, si possono valutare le tecnologie attuali che permettono di ottenere olii di qualità. In breve gli olii con base PAOIV, quelli base estere e quelli derivati dal gas.
Tralasciamo quelli con base hydrocracking, che sono sintetici solo sulla carta.

In questa lunga discussione, si trovano tutte le informazioni per poter scegliere il lubrificante più adatto. 0509_up.gif
 
16009827
16009827 Inviato: 17 Set 2018 20:19
 

Rispolvero il topic per una domanda niubbissima icon_rolleyes.gif
L'anno scorso ho acquistato qualche confezione di Bardhal XTS C60 10W40 e me ne è rimasta una e 3/4.
Ora, dovendo provvedere al tagliando annuale, ho appena acquistato i restanti 2 litri ma nella confezione nuova...qual'è quindi la domanda direte voi? Nella descrizione cita:
"Nuova GAMMA MPlus
L’intensificazione della collaborazione tra Bardahl Italia e Bardahl USA ha portato alla nascita del progetto mPlus.
Una sigla che identificherà linee di prodotti (auto e moto) dedicate alla fascia di mercato premium, ovvero oltre i migliori standard.
La firma mPlus accompagna i prodotti top di gamma ad alto contenuto tecnologico di Bardahl e verrà prodotta da Maroil per l’intero mercato Europeo.
I prodotti mPlus si differenziano da quelli standard presenti sul mercato Europeo in quanto sono caratterizzati dall’utilizzo dei migliori pacchetti di additivazione e da una severa selezione di tutti i componenti formulativi e, nel caso specifico degli olii motore, dell’esclusiva molecola POLAR PLUS che garantisce eccezionali performance in condizioni critiche e gravose di impiego."
Io penso che anche mischiandoli non cambierebbe nulla.... voi che ne pensate? E' solo una trovata commerciale? eusa_think.gif
 
16009864
16009864 Inviato: 17 Set 2018 23:43
 

solo una trovata commerciale no, altrimenti dichiarerebbero una cosa falsa ,ma mischiandoli non comprometterai nulla, pensa che almeno mezzo litro del vecchio olio resta dentro al motore in ogni caso
 
16009906
16009906 Inviato: 18 Set 2018 0:22
 

Ciao, per avere una risposta certa ti conviene contattare la Bardahl.

Ma sempre di XT-S si parla e non succede nulla.
 
16009930
16009930 Inviato: 18 Set 2018 8:32
 

samurai ha scritto:
Io penso che anche mischiandoli non cambierebbe nulla


pensi bene... uno dei presupposti fondamentali delle norme API è che gli olii marchiati API siano miscibili con qualsiasi altro olio marchiato API.

ciao

WK
 
16009933
16009933 Inviato: 18 Set 2018 8:37
 

Ok, quindi anche secondo voi, posso andare tranquillo icon_biggrin.gif
 
16010032
16010032 Inviato: 18 Set 2018 14:08
 

Non succede nulla, mischiandoli. Cioè, succede che uno si rende conto delle stupidaggini scritte sulle confezioni, perché tranne in rari casi, nessuno neanche utilizza l'olio portandolo a esaurimento. Viene sempre cambiato quando è ancora come minimo decente e quindi che vuoi che conti un qualche percentuale di differenza, dovuta al mescolamento con altri olei? Di certo olio+olio non fa colla distruggi motori.
 
16035599
16035599 Inviato: 21 Dic 2018 22:14
 

Premetto che non l'ho letta tutta la discussione,
ma alcuni passaggi mi hanno fatto riflettere.

L'olio proposto da Bmw ad esempio ha un costo elevato e prestazioni,boh,
forse perfettibili,
perlomeno a me il funzionamento del cambio non risulta sempre omogeneo
con il variare delle condizioni.

Di fatto,sento voci e ripetersi di pareri riguardo le grandi prestazioni offerte dal royal purple,
è veramente necessario usare un olio da 30€ al litro?

Premetto che sulla vecchia moto,fazer 600,
usavo olio a caso con le specifiche richiesta da Yamaha,
poi verso gli 80.000km avendo qualche difficoltà in più con il cambio a livello di precisione e inserimento,
avendo letto del famoso XTC sintetico ho fatto un giro di quello
ma il cambio non è migliorato,praticamente di nulla.

Per la moto attuale,Bmw prevede 5w40 quindi il royal purple non sarebbe utilizzabile... (10w40)
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 58 di 59
Vai a pagina Precedente  123...575859  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©