Leggi il Topic


Indice del forumForum Sicurezza e Prevenzione

   

Pagina 5 di 7
Vai a pagina Precedente  1234567  Successivo
 
Puntata di matrix sulla sicurezza stradale (05/03/10)
9528748
9528748 Inviato: 21 Mar 2010 23:40
 



ti capisco le tigelle con la cocacola non passano!!
però non mi hai dato una soluzione applicabile. mi spiego immagine di poter intervenire sul codice della strada, tu cosa ci metteresti per fronteggiare il problema?
 
9528867
9528867 Inviato: 22 Mar 2010 0:03
 

stiletto70 ha scritto:
ti capisco le tigelle con la cocacola non passano!!
però non mi hai dato una soluzione applicabile. mi spiego immagine di poter intervenire sul codice della strada, tu cosa ci metteresti per fronteggiare il problema?


mi spiace,ma dal lato del codice della strada oltre ad inasprire le pene(ora inevase)
per chi si rende colpevole di dolo nei confronti degli altri,sul singolo individuo non vedo
soluzioni.
a volte basta un'incazzatura qualsiasi per far ruotare la manetta.
lavorare sulle menti può sembrare facile a tavolino,perchè non si tiene conto dell'aspetto
emotivo delle persone,che sul momento posson sembrare attente,forse un pò meno a distanza.
per chiarire qualsiasi dubbio vorrei mettere l'esempio dei fedeli alll'uscita della messa di natale,ognuno muove alcuni passi di riflessione,e buoni propositi........girando l'angolo....
 
9529052
9529052 Inviato: 22 Mar 2010 2:32
 

ciao a tutti e scusate per l'ora!
Stiletto posso dire la mia opinione, poi non so se sia quella giusta._Io credo che non sarebbe sbagliato eliminare la vendita di alcolici agli autogrill, o ai raduni, pero' penso anche che se una cosa piu' la proibisci e piu' diventa una tentazione!!! Ci vuole educazione, che sia dai genitori o da chichessia!!! Sta alla persona capire che se bevi oltre una soglia puo' essere pericoloso per se' stesso e per gli altri... Sta a noi motociclisti, automobilisti, capire cosa fa' male se ci mettiamo alla guida!!!
icon_arrow.gif per motomatto: penso che le strade debbano essere mantenute come si deve...e eusa_naughty.gif alle buche eusa_naughty.gif ai guardrail assassini, eusa_naughty.gif alle strade piene di letame, sì perche' oggi mentre ero in moto c'era la mia careggiata piena di m'... quello e' anche pericoloso!!! Poi la prudenza di chi guida, deve esserci SEMPRE!!! 0509_up.gif
 
9529239
9529239 Inviato: 22 Mar 2010 8:45
 

motomatto ha scritto:


Se non conosci la strada e' esattamente cosi',senza ansia ma con la dovuta coscienza di quel che stai facendo... icon_wink.gif

Se invece la conosci bene puoi osare di piu',pero' il margine di cui parlavo sopra lo dovresti tenere comunque..... Mai,mai,mai fare una curva alla cieca senza possibilita' di correzione,se arriva il fantomatico gatto sei un peso morto destinato a schiantarsi... 0509_lucarelli.gif

Se proprio ti vuoi sfogare fatti un paio di sessioni in pista,che con un mezzo come il tuo secondo me ti diverti parecchio.... icon_wink.gif

Il margine di cui parli mi sembra che sia una cosa ovvia, e ritengo che la maggior parte dei motociclisti lo tengano.
E se lu buche sono due, una in traiettoria e una dove dovresti correggere o se latrovi vicino al gatto.
Qui nessuno chiede di usare la strada come una pista, ma ritengo che sia un diritto poter andare a spasso su du una strada il meno pericolosa possibile.
Ma tanto a nessuno importa dei motociclisti , tanto quelli vanno sempre forte e se si schiantano e sempre per colpa loro.
Ricorda però che anche il più prudente del mondo, quello che tiene il margine maggiore, può sempre sbagliare, perchè è un uomo e non una macchina e in quel caso le strutture dovrebbero aiutarlo.

doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
9529261
9529261 Inviato: 22 Mar 2010 8:51
 

stiletto70 ha scritto:


Ora torniamo alle norme: esse devono essere generali, cioè rivolte a tutti. Personalmente condivido l’attuale impianto con un tasso di 0,5 g/L e sanzioni modulate in base a diverse fasce di superamento. Condivido anche la tolleranza zero per i neopatentati e per i conducenti professionisti. Forse la norma potrebbe fare di più e qui vorrei il vostro parere. Era questo il senso del mio messaggio.
Come la vedo io?
Ritengo che le sanzioni siano troppo elevate e in taluni casi anche eccessivi e forse incostituzionali (ma non posso affermarlo con certezza non essendo un giurista). Credo che sanzioni anche più leggere ma applicate sistematicamente, comprese quelle detentive (magari in strutture specifiche pensate e costruite per questo scopo) potrebbero avere efficacia maggiore.
Io credo che si dovrebbe togliere l’alcool dagli autogrill. Perché vorrebbe dire togliere l’alcool dal luogo più vicino ai conducenti, o alle persone che sulla via della discoteca si fermano a fere il “pieno” perché è questo ciò che succede ogni sabato sera. Anni fa fu avanzata a livello giornalistico una proposta di questo tipo.. ovviamente si opposero le società che hanno in gestione le reti autostradali e le aree di servizio…lascio a voi le deduzioni..
Penso che dovrebbero essere costruite delle zone detentive dove si possono scontare i 15 gg o i 30gg, nei comuni, magari realizzati come alberghi dove i detenuti pagano come se fossero in ferie, ma non potranno lasciare il luogo e devono seguire dei percorsi di riabilitazione. In Svizzera stanno tentando qualcosa di simile. I soldi provenienti dalle infrazioni al 186 potrebbero essere destinati a queste realizzazioni. Magari in questo modo si potrebbe trovare un punto d’incontro tra sanzione ed educazione.

Ecco vi ho esposto il mio pensiero su questo tema; ora vorrei sentire la vostra opinione. Quella di biondob, di 42, di cento40, elektra, Parsifal_SK, bigsen,spanknapS e di tutti gli altri
Spero di essere stato sufficientemente preciso e coinciso anche se l’argomento è davvero vasto..

Ora è tardi e mi riservo per un altro giorno gli altri argomenti

Buona domenica a tutti!

Ci sono volute un paio di settimane, ma sei riuscito a dire il tuo parere senza contraddirti continuamente, ti ringrazio per questo e ti rispondo nel prossimo post
doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
9529394
9529394 Inviato: 22 Mar 2010 9:28
 

elekktra se siamo concordi che il problema esiste (segnalo articolo su corsera di ieri) allora ti invito a suggerire delle soluzioni. quanto tu dici, del tutto condivisibile, lascia la responsabilità ai singoli. io vi chiedo soluzioni generali (o proposte)
 
9529492
9529492 Inviato: 22 Mar 2010 9:49
 

Dici di voler togliere l'alcool dagli autogrill perche sono i luogni più vicini alle persone che si recano in discoteca, perfettamente inutile, se non la togli da tutti i locali. Dalle mie parti di disco ce ne sono un sacco (abito in romagna) e in tutte la maggior parte delle persone vi si recano senza percorrere l'autostrada. Proteggiamo solo queli che vengono da lontano e prendono l'autostrada e gli altri li lasciamo liberi di bere e di schiantarsi. Proviamo ad educarli sul come dove e quanto di può bere, forse è più utile.
Vuoi togliere l'alcool dai motoraduni, a cosa serve se non lo togli anche dai locali che si trovano nelle vicinanze. E poi se rimango al motoraraduno un paio di giorni perchè non posso bere il giorno prima di partire. Dici che l'uso di droga è punito dalla legge, e in che modo, drogarsi in italia non è reato penale, se ti trovano con un po di droga, uso personale e lamattina dopo sei fuori con tante scuse. Se le pattuglie con l'etilometro si mettessero fuori dai ristoranti ritirerebbero molte più patenti che fuori dalle disco, e non ai giovani, ma a persone della nostra età (io 42) e più vecchie. Dici di costyruire strutture come alberghi dove scontare i 15/30 giorni. In italia esite la condizionale, usabile da tutti gli incensurati anche per reati ben più gravi, dovresti prima togliere quella, ma in un paese garantista come il nostro , lo vedo impossibile. Ci può essere un modo per diminuire l'alcool alla guida, portare il limite a 0,0 g/l, come per altro in molti paesi più civili di noi (vedi nord europa) se bevi, non guidi, se non bevi guidi.
Il limite di 0,5 g/l è una scusa per poter bere, se guidi puoi bere, ma solo un po', il problema è che questo po' non è uguale per tutti, cambia e anche di molto in base a tanti fattori personali.Ti faccio un esempio,io a tavola bevo normalmente birra o vino, e dopo cena spesso anche un grappino, se devo andare via im moto, non bevo il grappino la sera prima e il giorno che vado in motoretta non bevo assolutamente nessun tipo do bevanda alcolica, quelle sere che vado fuori a cena, in auto ,bevo comunque un po di vino e a volte anche un grappino, e sicuramente a volte il mio tasso alcolemico sarà stato superiore (magari di poco) a 0,5. Se porti il limite a 0,0 puoi diminuire e credo anche abbastanza gli incidenti relativi alla guida in stato di ebrezza, per il semplice motivo che se devi guidare non puoi bere assolutamente niente, nemmeno il prosecchino come aperitivo. Ma per risolvere il problema dell'alcolismo tra i giovani le norme possono solo vietare l'uso di alcool su tutto il territorio nazionale e prevedere la fucilazione per chi trasgradisce. La famiglia, con l'educazione può molto di più, anche perchè può usare la reppressione molto più efficacemente dello stato. Se mio figlio viene a casa ubriaco, una volta ci può anche stare, può capitare a tutti di bere un bicchiere di troppo, se viene a casa ubriaco due sere in fila, c'è qualcosa che non funziona, quindi devo intervenire, ma subito, non è pensabile che un bel giorno mi ritrovi con un figlio alcolizzato così senza essermi mai accorto di niente prima che lo diventasse, non ci mette mica due giorni a diventare alcolista. Qualsiasi genitore che ne ha voglia si accorge se il proprio figlio ritorna a casa ubriaco, o si accorge alla mattina se la sera prima ha bevuto e se vuole ha tutto il tempo di prendere i provvedimenti del caso, se ha voglia di seguire suo figlio.Certo che è difficile, perchè se per un mese gli vieti di uscire di casa, tu stesso per un mese devi rimanere in casa a controllare che la sera non esca, non puoi andare a ballare , a mangiare fuori o al bar, quindi è più facile fargli una ramanzina e poi lasciarlo di nuovo uscire, così potra continuare a bere, ma noi non avremmo rotture di scatole, almeno fino a quando non diventerà alcolizzato. L'educazione dei giovani e l'unica cosa che può risolvere queste cose, ma l'educazione si impara dai genitori, im faniglia, non te la può insegnare lo stato d'ufficio.
 
9529893
9529893 Inviato: 22 Mar 2010 11:08
 

icon_arrow.gif Stiletto70: 0509_up.gif

Ieri è andato in onda un aggiornamento sulla trasmissione di Report sulla sicurezza stradale:

- tutti i dati ISTAT sono MOLTO incompleti perchè fanno riferimento ai verbali delle FF.OO. che spesso sono incompleti e quasi mai analizzano le cause dell'incidente.
- avrebbe dovuto essere istituito un servizio per lo studio dell'incidentalità in Italia ma non è stato fatto.
- l'obbiettivo di dimezzare i morti entro il 2010 è stato raggiunto da molti paesi europei ma da noi nisba.
- la spesa pro capite per la SS è di 0.20€ in ITA, in Francia è di 5€ mentre il costo sociale dell'incidentalità è di 30€ a cranio, neonati compresi.
- da noi (come dice stiletto) si tende ad inasprire le pene, che fa molto effetto ma alla fine ci rimette sempre il solito sfigato che si becca la megamulta e paga per tutti gli altri, che se ne sbattono.
- i comuni non reinvestono i proventi delle multe in SS e nessuno li controlla.

Anche questa trasmissione è scaricabile dal sito RAI.

icon_arrow.gif Elektra: podcast è una trasmissione radio o tv consultabile offline (non in diretta, cioè)
 
9529901
9529901 Inviato: 22 Mar 2010 11:10
 

finalmente una proposta: condivido molto di quello che dici.
e mi fa davvero piacere che tu abbia questo grande senso di responsabilità verso i tuoi figli. su alcuni punti siamo distantima senza dubbio abbiamo la stessa visione di massima. Continuo a pensare che la mia idea degli "alberghi" sia valida, anche per dare un senso a quello che dice il codice. Ovviamente la tua osservazione sulla condizionale ha senso.
Sono d'accordo sull'importanza e la centralità dell'educazione ma credimi di genitori come te se ne vedono molto pochi in circolazione.
 
9529915
9529915 Inviato: 22 Mar 2010 11:13
 

non ho detto di inasprire le sanzioni o le pene, ma il contrario. Ho proposto un modo per applicare quelle che già esistono.
i dati istat per quanto icompleti sono quelli ufficiali. il problema è la metodologia di rilevamento e alcuni problemi terminologici. sarebbe utile l'incrocio con i dati assicurativi.
 
9529928
9529928 Inviato: 22 Mar 2010 11:15
 

ps guardate che il problema non sono le dicoteche (che tra l'altro ho frequentato) ma l'evoluzione dei comportamenti
 
9530844
9530844 Inviato: 22 Mar 2010 13:42
 

stiletto70 ha scritto:
non ho detto di inasprire le sanzioni o le pene, ma il contrario. Ho proposto un modo per applicare quelle che già esistono.


Intendevo dire che tu sottolineavi il fatto che la tendenza del legislatore è quella (facile da fare) di inasprire le pene piuttosto che (molto più complicato e costoso) di farle rispettare.

Come può essere costruttiva una sanzione, al limite del grottesco, che fino a poco tempo fa ti faceva rischiare una confisca solo per aver staccato la mano dallo sterzo, magari per regolare la visiera...
E come non ricordare quel motociclista che, invitato a spostare la moto all'interno di un parcheggio, veniva poi multato severamente per 'guida senza casco'...
 
9531447
9531447 Inviato: 22 Mar 2010 14:56
 

stiletto70 ha scritto:
ora vorrei sentire la vostra opinione. Quella di biondob, di 42, di cento40, elektra, Parsifal_SK, bigsen,spanknapS e di tutti gli altri

Bene, vedo che i toni si sono stemperati... quindi rientro nella discussione. icon_wink.gif
Il mio pensiero, come ho detto in precedenza, leggermente diverso dal tuo.
Concordo sulle cause, meno sulle contromisure.

Per lavoro (e per diletto) ho avuto occasione di girare mezza Europa (oltre a Tunisi e Mosca) e mi sono fatto una qualche idea su come altri Paesi hanno affrontato il problema delle dipendenze e le loro conseguenze.

Generalmente NON SONO RIUSCITI ad eliminare le dipendenze...
In Danimarca ricordo i ragazzi che giravano per la citta' con il loro "six-pack" di birra gia' da meta' pomeriggio, in Finlandia adolescenti in giro in piena notte con bottiglie di grappa... e via cantando...

Quello che hanno fatto e' stato quello di provare a ridurne, limitarne la "pericolosita' sociale" alla guida.
Stessa cosa per tutte le altre infrazioni potenzialmente pericolose (ma anche quelle che non lo sono... a Salisburgo ho visto un agente della locale attendere lo scampanio delle 8:00 per estrarre il blocchetto e fare una strage delle auto ancora posteggiate).

Sono d'accordo con te (e con altri) quando si sottolinea che e' francamente inutile inasprire le sanzioni, mentre sarebbe auspicabile che venissero comminate con maggiore puntualita'.
Ha piu' effetto colpire 100 volte con sanzioni da 50 Euro che una volta con una sanzione da 5000 (specie se poi quella da 5000 colpisce una persona su 1000 tra quelle che commettono l'infrazione)

Sono meno d'accordo sull'efficacia di una politica proibizionista.
In parte per l'effetto "brivido del proibito" che immancabilmente si provoca con questa tattica.
In parte perche' non vedo niente di male nel "bere con moderazione" da parte di chi poi non deve guidare.

Sull'educazione al bere, poi, non c'e' altro che, appunto, l'ambiente educativo:
1) La famiglia
2) L'istruzione generica(scuola)
3) L'istruzione specifica (scuola guida)
4) Gli amici (che si spera abbiano acquisito l'educazione ai punti 1,2 e 3)

Scuole guida...
E' vero, spesso chi esce da una scuola guida sa "come si porta un mezzo da qui' a li'" e conosce (si spera, ma spesso non e' nemmeno cosi'(*)) le regole del traffico, la segnaletica... ma non sa gestire una situazione imprevista.
ben vengano i corsi di guida sicura... ma siamo al discorso che facevi sui guard-rail... se e' importante evitarli, e' altrettanto importante evitare di trovarsi in una situazione imprevista.
Anche perche' l'imprevisto, spesso, lo e' a causa della nostra fiducia esagerata (nei confronti del mezzo, della strada, di noi stessi e degli altri).
Quante volte, a scuola guida, si insegna a non stare troppo vicini ad un mezzo di grandi dimensioni perche' non vediamo davanti a lui e/o lui non vede noi negli specchietti?
Quante volte, a scuola guida, si insegna a ragionare in termini di "what if?":
Che succede se adesso quello davanti svolta (meglio se mi allontanno un po')?
Cosa sta facendo quello laggiu' che dovrebbe darmi la precedenza ma NON sta guardando dalla mia parte (sara' meglio che rallenti)?
La strada e' larga ma il limite e' basso... solo trappola velox o magari c'e' un incrocio poco visibile?

Non sono domande polemiche, bada... ma la scuola guida l'ho fatta 34 anni fa, e sinceramente non ricordo che me l'avessero spiegato... questi "trucchi" sono venuti con l'esperienza e con gli insegnamenti di mio padre. Magari nel tempo e' cambiato qualcosa.


Le FF.OO.... Qui leggo spesso accuse nei loro confronti... vengono accusate di essere repressive invece che educative... e secondo me e' un errore.
Si chiamano FF.OO. proprio perche' devono MANTENERE l'ordine reprimendo i comportamenti scorretti).
Puo' essere loro discrezione fare un cazziatone al ragazzino invece che smantellargli lo scooter, possono discrezionalmente limitarsi a rimbrottare la signora che fa 200 metri senzi cintur... PER UNA VOLTA.
Ma e' un "di piu'"...


(*) E se anche la conoscono, se ne fregano abbastanza, una volta che hanno "il pezzo di plastica"
 
9531499
9531499 Inviato: 22 Mar 2010 15:01
 

Personalmente credo che le norme attuali vada abbastanza bene,il problema è la consapevolezza dell'impunibilità.

Mi spiego meglio con un esempio,un trasgressore che viene "pizzicato" pensa "Che sfortuna mi hanno preso" invece il concetto che deve entrare in testa è che se non si viene beccati è "Che fortuna,l'ho sfangata",in pratica esser quasi certi di non passarla liscia.

Un sistema di "repressione" potrebbe esser un valore fisso in denaro per coprire le spese come provvedimento iniziale e non le multi salatissime che ci sono attualmente,come seconda parte servizio civile tipo CRI o VdF,quando raccolgono un pò di gente per strada forse imparano meglio! eusa_think.gif
 
9532187
9532187 Inviato: 22 Mar 2010 16:23
 

bigsen ha scritto:
Personalmente credo che le norme attuali vada abbastanza bene,il problema è la consapevolezza dell'impunibilità.


Io direi 'certezza dell'impunibilità (o impunità)'!
La media con cui vengo fermato e controllato è 1 ogni 5 anni, o meglio, 1 ogni 100.000 km; l'ultima multa l'ho presa prima ancora della patente a punti... Sono un guidatore 'civilizzato' ma non è questo il motivo, evidentemente. Se faccio il conto delle infrazioni (da grave a molto grave) che vedo in una sola ora di tragitto casa-lavoro, credo che con le relative sanzioni si potrebbe finanziare tutto il SSNN! icon_asd.gif
 
9532993
9532993 Inviato: 22 Mar 2010 18:16
 

stiletto70 ha scritto:
finalmente una proposta: condivido molto di quello che dici.
e mi fa davvero piacere che tu abbia questo grande senso di responsabilità verso i tuoi figli. su alcuni punti siamo distantima senza dubbio abbiamo la stessa visione di massima. Continuo a pensare che la mia idea degli "alberghi" sia valida, anche per dare un senso a quello che dice il codice. Ovviamente la tua osservazione sulla condizionale ha senso.
Sono d'accordo sull'importanza e la centralità dell'educazione ma credimi di genitori come te se ne vedono molto pochi in circolazione.

Non è la prima proposta che faccio, l'ho gia fatta in altri post, solo che tu non lhai letta perchè impegnato a spostarti da una parte all'altra. icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif
Pensi di dare 15/30 giorni di vacanza obbligata a pagamento per guida in stato di ebrezza in un paese dove il consumo di droga non è nemmeno un reato. E' pura e semplice utopia, irrelizzabile, nemmeno tra mille anni.
Il problema non è l'entità delle pene, il problema è perchè la gente non rispetta il codice(io compreso). I giovani bevono e poi guidano perchè il codice glielo permette, gli dice se guidi puoi bere, ma solo un po', il prob è che quel po' non è uguale per tutti, e non è nemmeno quantificabile, in bicchieri o in tipo di bevanda alcolica.
Se i limiti di velocità fossero realmente adeguati alla strada alle condizioni del traffico e ai veicoli di oggi, molte più persone li rispetterebbero. Quanti limiti di velocità incontriamo ogni giorno che sono insensati, che servono solo per far fare cassa ai comuni o allo stato con gli autovelox? Tantissimi. Quanti soldi provenienti dalle multe vengono investiti nella manutenzione delle strade (come impone la legge) pochissimi.
Per il discorso dell'alcolismo giovanile lo stato non può niente, può solo ridurre il danno della guida in stato di ebrezza, e lo può fare solo portando il limite a 0,0 gl
 
9533120
9533120 Inviato: 22 Mar 2010 18:31
 

JH ha scritto:


- tutti i dati ISTAT sono MOLTO incompleti perchè fanno riferimento ai verbali delle FF.OO. che spesso sono incompleti e quasi mai analizzano le cause dell'incidente.
- avrebbe dovuto essere istituito un servizio per lo studio dell'incidentalità in Italia ma non è stato fatto.
- l'obbiettivo di dimezzare i morti entro il 2010 è stato raggiunto da molti paesi europei ma da noi nisba.
- la spesa pro capite per la SS è di 0.20€ in ITA, in Francia è di 5€ mentre il costo sociale dell'incidentalità è di 30€ a cranio, neonati compresi.
- da noi (come dice stiletto) si tende ad inasprire le pene, che fa molto effetto ma alla fine ci rimette sempre il solito sfigato che si becca la megamulta e paga per tutti gli altri, che se ne sbattono.
- i comuni non reinvestono i proventi delle multe in SS e nessuno li controlla

Forse, ed è solo la mia modesta opinione, se l'obbiettivo di dimezzare i morti entro il 2010 è stato raggiunto da molti paesi europei e da noi no, sarà anche perchè questi paesi spendono più soldi di noi nella menutenzione e nella cura delle strade. Io non ho girato molto all'estero, solo le alpi francesi e svizzere, ma in queste nazioni ho sempre trovato strade mediamente migliori delle nostre (non di poco, secondo me) sia nei centri urbani che fuori, certo le strade secondarie non sono magari un biliardo, ma sono meglio delle nostre strade secondarie. Non sarà il solo e unico motivo, ma credo che abbia contribuito non poco. Qui da noi se una strada è malmessa, per prima cosa si abbassa il limite di velocità, poi ci si caccia un bel autovelox, tanto per fare un po' di casseta, che non fa mai male e poi, dopo, con calma, quando ci è scappato magari qualche morto, si incomincia a pensare a come dargli una sistematina, ma mi raccomando, spesa poca e meraviglia grande. E Parlo per esperienza, dalle mie parti di strade così ce ne è più di una.
 
9535513
9535513 Inviato: 22 Mar 2010 22:30
 

biondob ha scritto:
Per il discorso dell'alcolismo giovanile lo stato non può niente, può solo ridurre il danno della guida in stato di ebrezza, e lo può fare solo portando il limite a 0,0 gl

Giovanile o senile, il problema PIU' URGENTE non e' portare il limite a 0... il problema e' fare i controlli e cominciare DAVVERO a bloccare chi e' sopra il 0,50...

In Francia il limite non e' zero, pero' sono riusciti lo stesso a ridurre la mortalita' stradale.

Sara' mica che in Francia nel 2007 hanno fatto oltre 7 milioni (7 milioni!!!) di controlli contro il 650.000 fatti in Italia?

Detto in parole povere, un francese ha una probabilita' di dover soffiare nell'etilometro UNDICI volte maggiore di un italiano...


Se porti il limite a zero ma poi continui a NON controllare o controllare poco l'unico risultato che ottieni e' che chi beveva il bicchiere di frizzantino non lo berra' piu', e chi era abituato a sfondarsi di alcool e guidare con l'alcool a 2 continuera' a farlo... se "per sfiga" lo fermano che differenza fa (per lui) che il limite sia 0 o 1,5?
 
9535711
9535711 Inviato: 22 Mar 2010 22:50
 

biondob ha scritto:

Il margine di cui parli mi sembra che sia una cosa ovvia, e ritengo che la maggior parte dei motociclisti lo tengano.
E se lu buche sono due, una in traiettoria e una dove dovresti correggere o se latrovi vicino al gatto.
Qui nessuno chiede di usare la strada come una pista, ma ritengo che sia un diritto poter andare a spasso su du una strada il meno pericolosa possibile.
Ma tanto a nessuno importa dei motociclisti , tanto quelli vanno sempre forte e se si schiantano e sempre per colpa loro.
Ricorda però che anche il più prudente del mondo, quello che tiene il margine maggiore, può sempre sbagliare, perchè è un uomo e non una macchina e in quel caso le strutture dovrebbero aiutarlo.

doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif


Forse,anzi,senz'altro mi sono spiegato male... icon_wink.gif

Non e' che io goda a fare strade martoriate (e dalle mie parti lo sono spaventosamente) pero' se una strada e' malconcia bisogna che ti ci adegui c'e' poco da fare,poi se trovi a centro curva due crateri,il gatto,il lupo,la capra e i cavoli sei fritto a qualsiasi andatura o quasi.

Chiedere strade tenute in condizioni decenti non e' giusto,e' sacrosanto,quello che volevo far intendere io e che pensavo di aver scritto fin dall'inizio e' che non vorrei che questo diventasse un "alibi",come "il deficente che guida col cellulare e ti inchioda davanti" piuttosto che "il vecchio col cappello che ti taglia la strada" come ho spesso letto in questo Forum,loro sei destinato ad incrociarli prima o poi,sta' alla tua sensibilita' di guida nel senso piu' ampio capire in che situazione ti trovi per evitare di farti del male.... icon_wink.gif
 
9536014
9536014 Inviato: 22 Mar 2010 23:27
 

che strano,ci siamo evoluti,e allo stesso tempo,
siam più ignoranti(senso dispregiativo) di quando si ignorava(conoscenze)ma si rispettava
il prossimo.
un esempio? tutti quelli che se la svignano dopo un qualsiasi sinistro.
saran mica tutti ubriachi,forse un tantino egoisti sì,magari quando parlano usano pure parole forbite.


icon_arrow.gif motomatto.....sposo il tuo pensiero
 
9536202
9536202 Inviato: 22 Mar 2010 23:56
 

Quante volte, a scuola guida, si insegna a non stare troppo vicini ad un mezzo di grandi dimensioni perche' non vediamo davanti a lui e/o lui non vede noi negli specchietti? ______
icon_arrow.gif 42 pero' hai ragione!!!! A questo non ci avevo pensato!!!Infatti a scuola guida ti insegnano solo il principio di come guidare, il resto e' tutta esperienza!!! Quoto vivamente 42 0509_doppio_ok.gif Queste cose sono importanti, parlarne e' importante!!!! 0509_up.gif Saper andare in moto e' anche prevedere certe mosse !!!
icon_arrow.gif biondo hai ragione su questo :Qui da noi se una strada è malmessa, per prima cosa si abbassa il limite di velocità, poi ci si caccia un bel autovelox, tanto per fare un po' di casseta, che non fa mai male e poi, dopo, con calma, quando ci è scappato magari qualche morto, si incomincia a pensare a come dargli una sistematina, ma mi raccomando, spesa poca e meraviglia grande.
icon_arrow.gif stiletto che fare? Siamo in italia ed e' detto tutto 0509_mitra.gif 0509_mitra.gif 0509_mitra.gif Resta a noi difenderci come possiamo pero' e' vero che se ti arriva un ubriaco addosso la cosa mi fa' incaxxare!!!!!!! 0509_si_picchiano.gif 0509_si_picchiano.gif 0509_si_picchiano.gif Non ti dico quanti incidenti sono successi qui, e ho perso un amico per questo, era in bici, non in moto, un'auto l'ha travolto 0510_sad.gif 0510_sad.gif 0510_sad.gif Ora non c'e' piu' piccolo Matteo!!!!
Come dice biondob dovrebbero aumentare i controlli... anzi, devono !!!!
icon_arrow.gif jh grazie per chiarimento 0509_up.gif
 
9536317
9536317 Inviato: 23 Mar 2010 0:09
 

elekktra ha scritto:
Quante volte, a scuola guida, si insegna a non stare troppo vicini ad un mezzo di grandi dimensioni perche' non vediamo davanti a lui e/o lui non vede noi negli specchietti? ______
icon_arrow.gif 42 pero' hai ragione!!!! A questo non ci avevo pensato!!!Infatti a scuola guida ti insegnano solo il principio di come guidare, il resto e' tutta esperienza!!! Quoto vivamente 42 0509_doppio_ok.gif Queste cose sono importanti, parlarne e' importante!!!! 0509_up.gif Saper andare in moto e' anche prevedere certe mosse !!!
icon_arrow.gif biondo hai ragione su questo :Qui da noi se una strada è malmessa, per prima cosa si abbassa il limite di velocità, poi ci si caccia un bel autovelox, tanto per fare un po' di casseta, che non fa mai male e poi, dopo, con calma, quando ci è scappato magari qualche morto, si incomincia a pensare a come dargli una sistematina, ma mi raccomando, spesa poca e meraviglia grande.
icon_arrow.gif stiletto che fare? Siamo in italia ed e' detto tutto 0509_mitra.gif 0509_mitra.gif 0509_mitra.gif Resta a noi arrdifenderci come possiamo pero' e' vero che se ti iva un ubriaco addosso la cosa mi fa' incaxxare!!!!!!! ^?k: 0509_si_picchiano.gif 0509_si_picchiano.gif Non ti dico quanti incidenti sono successi qui, e ho perso un amico per questo, era in bici, non in moto, un'auto l'ha travolto 0510_sad.gif 0510_sad.gif 0510_sad.gif Ora non c'e' piu' piccolo Matteo!!!!
Come dice biondob dovrebbero aumentare i controlli... anzi, devono !!!!
icon_arrow.gif jh grazie per chiarimento 0509_up.gif


ricordi quel romeno* ubriaco fradicio che col furgone uccise due pedoni nel marchigiano.
mi pare lo volessero rilasciare,poi ci furono forti proteste e venne trattenuto.
in questo paese regna l'impunità,più la fai grossa e meglio te la cavi,intervengon avvocati in cerca di pubblicità,processi logorroici e pene ridicole.
se sei un povero disperato che ruba per sopravvivere ti fanno un sedere tanto,
non fai notizia.

le leggi esistono,si prestano però spesso a miriadi di interpretazioni.
sei colpevole di omicidio ti fai 20 anni senza se senza ma.
per gli altri vale il proverbio male non fare paura non avere.

ps,non rispondetemi che faccio populismo.......ultimamente si usa come olio nell'insalata

*citazione senza sfondo razziale,fatta per facilitare le memorie

Ultima modifica di LIZ259 il 23 Mar 2010 0:19, modificato 1 volta in totale
 
9536345
9536345 Inviato: 23 Mar 2010 0:15
 

Il discorso è che ormai quasi sempre si passa dalla parte del torto anche se si ha ragione! icon_rolleyes.gif

Quindi le fughe sono figlie sia di questo ragionamento,sia del fatto che gli esempi impuniti portano a pensare "perchè no!" con le ormai ovvie conseguenze! icon_rolleyes.gif
 
9536381
9536381 Inviato: 23 Mar 2010 0:24
 

bigsen ha scritto:
Il discorso è che ormai quasi sempre si passa dalla parte del torto anche se si ha ragione! icon_rolleyes.gif

Quindi le fughe sono figlie sia di questo ragionamento,sia del fatto che gli esempi impuniti portano a pensare "perchè no!" con le ormai ovvie conseguenze! icon_rolleyes.gif


ma se si fugge si và dal torto di sicuro.
credo che chi fugge si senta sporco dentro e non voglia rogne.
và in parallelo l'indifferenza di coloro che davanti a un pestaggio in pieno centro tirano dritto
per non invischiarsi.
e quì stiletto trova un aggancio relativo all'evoluzione dei comportamenti sociali.
 
9540190
9540190 Inviato: 23 Mar 2010 17:09
 

42 ha scritto:

Giovanile o senile, il problema PIU' URGENTE non e' portare il limite a 0... il problema e' fare i controlli e cominciare DAVVERO a bloccare chi e' sopra il 0,50...

In Francia il limite non e' zero, pero' sono riusciti lo stesso a ridurre la mortalita' stradale.

Sara' mica che in Francia nel 2007 hanno fatto oltre 7 milioni (7 milioni!!!) di controlli contro il 650.000 fatti in Italia?

Detto in parole povere, un francese ha una probabilita' di dover soffiare nell'etilometro UNDICI volte maggiore di un italiano...


Se porti il limite a zero ma poi continui a NON controllare o controllare poco l'unico risultato che ottieni e' che chi beveva il bicchiere di frizzantino non lo berra' piu', e chi era abituato a sfondarsi di alcool e guidare con l'alcool a 2 continuera' a farlo... se "per sfiga" lo fermano che differenza fa (per lui) che il limite sia 0 o 1,5?

Sono d'accordissimo sul aumento dei controlli, anche perchè in italia la probabilità di soffiare nell'etilometro è una ogni 114 (o 142, non ricordo precisamente) anni. E poi dalle mie parti se eviti certe strade, in certi giorni e certi orari (ne fine settimana estivi dalle 20.00 alle 05.00) mi sa che la probalità è anche una ogni mille anni.
Però penso che portare il limite a zero, toglierebbe tutti quelli che girano a 0,6 0,7 0,8
e poi credo che sia anche utile per tutti quelli, che non sono certo degli ubriaconi e magari a cena hanno bevuto un mezzo bicchiere in più e hanno il tasso leggermente superiore al limite a non farsi ritirare la patente, nel senso che non ti devi più preoccupare di aver bevuto troppo per il semplice motivo che se devi guidare non puoi bere. Poi quello che si mette al volante al limite del coma etilico, a lui che ci sia o meno un limite non gliene può fregare di meno, quindi secondo me bisogna prima di tutto tanarlo(come giustamente dicevi con i controlli) e poi ritiragli la patente a vita.
 
9541034
9541034 Inviato: 23 Mar 2010 19:06
 

LIZ259 ha scritto:


ma se si fugge si và dal torto di sicuro.
credo che chi fugge si senta sporco dentro e non voglia rogne.
và in parallelo l'indifferenza di coloro che davanti a un pestaggio in pieno centro tirano dritto
per non invischiarsi.
e quì stiletto trova un aggancio relativo all'evoluzione dei comportamenti sociali.


Verissimo,però anche se sei pulito a volte ti ritrovi la colpa e non sai come è successo,quindi se un'episodio del genere è capitato a te o a un tuo amico arrivi a pensare...

"Colpa per colpa,scappo...se mi và bene non mi beccano,se mi và male dico che non me ne sono accorto"

Questo perchè abbiamo regole che tutelano i trasgressori e non le vittime! icon_rolleyes.gif
 
9541784
9541784 Inviato: 23 Mar 2010 20:21
 

biondob ha scritto:

Sono d'accordissimo sul aumento dei controlli, anche perchè in italia la probabilità di soffiare nell'etilometro è una ogni 114 (o 142, non ricordo precisamente) anni. E poi dalle mie parti se eviti certe strade, in certi giorni e certi orari (ne fine settimana estivi dalle 20.00 alle 05.00) mi sa che la probalità è anche una ogni mille anni.
Però penso che portare il limite a zero, toglierebbe tutti quelli che girano a 0,6 0,7 0,8
e poi credo che sia anche utile per tutti quelli, che non sono certo degli ubriaconi e magari a cena hanno bevuto un mezzo bicchiere in più e hanno il tasso leggermente superiore al limite a non farsi ritirare la patente, nel senso che non ti devi più preoccupare di aver bevuto troppo per il semplice motivo che se devi guidare non puoi bere. Poi quello che si mette al volante al limite del coma etilico, a lui che ci sia o meno un limite non gliene può fregare di meno, quindi secondo me bisogna prima di tutto tanarlo(come giustamente dicevi con i controlli) e poi ritiragli la patente a vita.


agganciandomi al tuo discorso.
ma pensate veramente che quelli con 0,60 siano da ritenersi pericolosi.
mio fratello (49 anni e assicurazione in straprima) pochi giorni fà in auto ,nell'armeggiare col cellulare ha "tirato" a destra facendo sù tutta la fiancata sua è di un altro mezzo in parcheggio lungo la via.
e se c'era un pedone al posto del veicolo?
quindi l'alcol è solo uno dei problemi,il più comodo su cui puntare il dito.
comunque lui è sceso e con quel senso di responsabilità inculcato(a volte duramente) dai genitori,ha messo il suo numero di cell sotto le spazzole del parabrezza del veicolo coinvolto.
 
9543023
9543023 Inviato: 23 Mar 2010 22:20
 

stiletto70 ha scritto:
ti capisco le tigelle con la cocacola non passano!!
però non mi hai dato una soluzione applicabile. mi spiego immagine di poter intervenire sul codice della strada, tu cosa ci metteresti per fronteggiare il problema?


Certezza della pena! Ti assicuro che se fosse applicata sempre e senza sorta di scappatoie basta e avanza
 
9544033
9544033 Inviato: 24 Mar 2010 1:51
 

Mi sono assentato per due giorni e mi ritrovo con un sacco di materiale da lggere!!! 0509_pernacchia.gif ottimo e interessante!!
ora è un po tardino ma mi ripromtto di dedicavi la serata di domani. Tema le autoscuole: perche e come dovrebbero fuzionare meglio!
poi però non mi dite che sono di parte!! icon_twisted.gif
 
9544043
9544043 Inviato: 24 Mar 2010 1:59
 

LIZ259 ha scritto:


agganciandomi al tuo discorso.
ma pensate veramente che quelli con 0,60 siano da ritenersi pericolosi.
mio fratello (49 anni e assicurazione in straprima) pochi giorni fà in auto ,nell'armeggiare col cellulare ha "tirato" a destra facendo sù tutta la fiancata sua è di un altro mezzo in parcheggio lungo la via.
e se c'era un pedone al posto del veicolo?
quindi l'alcol è solo uno dei problemi,il più comodo su cui puntare il dito.
comunque lui è sceso e con quel senso di responsabilità inculcato(a volte duramente) dai genitori,ha messo il suo numero di cell sotto le spazzole del parabrezza del veicolo coinvolto.


iFrancesi, decisamete piu avanti di noi sull'argomento hanno calcolato che crivere un sms equivale ad avere un tasso alcolemico pari a 2g/lit, praticamenta alla soglia del coma etilico
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 5 di 7
Vai a pagina Precedente  1234567  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Sicurezza e Prevenzione

Forums ©