Leggi il Topic


Indice del forumForum TecnicoCiclistica

   

Pagina 9 di 11
Vai a pagina Precedente  123...891011  Successivo
 
Sbacchettamento dell'anteriore [quali le cause]
10274233
10274233 Inviato: 22 Lug 2010 7:49
 



tech8 ha scritto:
I latini dicevano che parlare è la cosa + facile, ma a volte è meglio tacere invece di parlare e togliere ogni dubbio.


a volte infatti è meglio così: fai tesoro di quello che dici.

quando invece si conosce bene l'argomento di cui si sta parlando, condividere con gli altri la propria esperienza può essere utile a questi ultimi per comprendere i rapporti causa-effetto di ogni fenomeno dinamico ed evitare di procedere alla cieca, per tentativi.

forse è una questione d'impostazione mentale dovuta ai miei trascorsi sportivi e lavorativi ma quando rientravo o rientravano i miei piloti ai box per risolvere dei problemi di assetto, quasi mai c'era il tempo di andare "per esclusione" ed era necessario COMPRENDERE e CAPIRE quale causa meccanica era all'origine di ogni comportamento dinamico del veicolo.

il rilievo statistico secondo il quale fenomeni di shimmy sono ascrivibili nella stragrande maggioranza dei casi alla scarsa aderenza della ruota posteriore(*) è condiviso dalla... stragrande maggioranza di chi, per diletto e per lavoro, da decenni si occupa di motociclette.

*) come già detto: a causa della gomma o, meno frequentemente, della sospensione
 
10278544
10278544 Inviato: 22 Lug 2010 20:25
 

tech8 ha scritto:


fortunatamente, ogni tanto c'è qualcuno che riporta come è avvenuta la risoluzione del suo problema.

Shimming, sbacchettamenti, vibrazioni, continuo a dire che non esiste una ricetta da copia e incolla, troppi fattori possono innescare queste situazioni, e non esiste un statistica certificata che dica che il 90% dei problemi è il retrotreno, oppure il suo contrario, ogni situazione è un problema a se, che viene affrontato dai meccanici, con il metodo dell'esclusione, partendo sempre dal dato + noto, questo vale sia per i problemi della ciclistica (i più oscuri) sia per quelli riguardanti il motore.
Domenica scorsa durante la GP1, Stoner ha migliorato la sua gara da gara1 a gara2, cambiando la gomma, MA LA GOMMA ERA DELLA STESSA MARCA, MESCOLA, MISURA.

I latini dicevano che parlare è la cosa + facile, ma a volte è meglio tacere invece di parlare e togliere ogni dubbio.


ma usate in tempi diversi consumate in maniera diversa e magari anche semplicemente con una pressione diversa e sappiamo tutti quanto sia facile avere comportamenti diversi anche con la stessa gomma con pressioni diverse...
per non dire poi che ha tirato giù mezzo secondo quando lo ha passato valentino icon_asd.gif
 
10278663
10278663 Inviato: 22 Lug 2010 20:46
 

de_corsa ha scritto:

1) quale ruota?
il punto è che per essere sollecitata a serpeggiare, la ruota anteriore ha ben poca "speranza" - almeno in rettilineo - di ricevere sollecitazioni fuori asse se non è il retrotreno a fornirgliele trasformando l'area d'impronta dell'anteriore in una cerniera attorno alla quale s'imperniano le coppie destabilizzanti provenienti dal retrotreno.

inoltre non v'è alcuna differenza di comportamento generale tra una forcella con idraulica "aperta" ed una sigillata.

2)una frequenza di 15Hz è percepibile come una vibrazione di scarsissima ampiezza e non come uno sbacchetamento vero e proprio.

O.T.
3)forse è una questione d'impostazione mentale dovuta ai miei trascorsi sportivi e lavorativi ma quando rientravo o rientravano i miei piloti ai box per risolvere dei problemi di assetto, quasi mai c'era il tempo di andare "per esclusione" ed era necessario COMPRENDERE e CAPIRE quale causa meccanica era all'origine di ogni comportamento dinamico del veicolo.



1) chiedo venia ma non capisco, una spiegazione + pratica mi aiuterebbe, non mi risulta che la forcella a flauti ha lo stesso comportamento di una sigillata.
2) scarsissima è un superlativo di scarso e sono 15 colpi al secondo.

O.T.
3) + volte ti ho sentito riferire del tuo passato, sicuramente interessante sul piano umano e sportivo, così facendo una piccola ricerca, finalmente ho capito chi sei e cosa hai fatto.
interessante il tuo "curriculum motoristico", con una ventina di gare tra kart, strada, e salita, quindi con tre mezzi completamente diversi tra loro, e dove ti vede partecipare per l'ultima volta nel 2001 a 6 gare, con una Husqvarna 610, il che, questa cosa mi lascia un'attimo perplesso, sui tuoi effettivi aggiornamenti sulle nuove tecniche costruttive, sia che siano gomme, o che siano sospensioni.

ecco la scaletta:

08 aprile 3° Trofeo G. Giannettoni Molino di Quercegrossa - Fonterutoli
Castellina in Chianti (SI)
Categoria Supermotard
Husqvarna 610 SMR


05 agosto 30° Sillano - Ospitaletto
Sillano (LU)
Categoria Supermotard
Husqvarna 610 SMR


26 agosto 1a Ponte del Merse - Montieri
Montieri (GR)
Categoria Supermotard
Husqvarna 610 SMR


15 ottobre 1a prova Trofeo Moto Inverno
Autodromo del Levante - Binetto (BA)
Categoria Supermotard
Husqvarna 610 SMR
22°

29 ottobre 2a prova Trofeo Moto Inverno
Autodromo del Levante - Binetto (BA)
Categoria Supermotard
Husqvarna 610 SMR
N.C.


26 novembre 3a prova Trofeo Moto Inverno
Autodromo del Levante - Binetto (BA)
Categoria Supermotard
Husqvarna 610 SMR
15°

FINE O.T.
 
10278681
10278681 Inviato: 22 Lug 2010 20:48
 

gsrteo ha scritto:


ma usate in tempi diversi consumate in maniera diversa e magari anche semplicemente con una pressione diversa e sappiamo tutti quanto sia facile avere comportamenti diversi anche con la stessa gomma con pressioni diverse...
per non dire poi che ha tirato giù mezzo secondo quando lo ha passato valentino icon_asd.gif


guarda che è dall'inizio di questo topic che lo dico, non cerchiamo sempre il pelo nell'uovo per favore...
 
10280708
10280708 Inviato: 23 Lug 2010 9:34
 

tech8 ha scritto:


1) chiedo venia ma non capisco, una spiegazione + pratica mi aiuterebbe, non mi risulta che la forcella a flauti ha lo stesso comportamento di una sigillata.

2) scarsissima è un superlativo di scarso e sono 15 colpi al secondo.

O.T.
3) + volte ti ho sentito riferire del tuo passato, sicuramente interessante sul piano umano e sportivo, così facendo una piccola ricerca, finalmente ho capito chi sei e cosa hai fatto.
interessante il tuo "curriculum motoristico", con una ventina di gare tra kart, strada, e salita, quindi con tre mezzi completamente diversi tra loro, e dove ti vede partecipare per l'ultima volta nel 2001 a 6 gare, con una Husqvarna 610, il che, questa cosa mi lascia un'attimo perplesso, sui tuoi effettivi aggiornamenti sulle nuove tecniche costruttive, sia che siano gomme, o che siano sospensioni.
...


1) nei due casi, il lavoro svolto dalle idrauliche è il medesimo ovvero quello di smorzare le reazioni della molla favorendo l'aderenza della ruota al suolo.
i frenaggi in estensione o nei due sensi possono essere ottenuti con metodi diversi (fori calibrati o lamelle) ed in maniera più o meno accurata e progressiva in rapporto alla qualità della realizzazione ma nella sostanza non cambia nulla.
a parte questo, gli scuotimenti che generano uno sbacchettamento dello sterzo agiscono su di un piano, quello orizzontale, che non è certo controllato dalle idrauliche della sospensione ma possono esserlo solo da un eventuale frenastarzo (ammortizzatore di sterzo)

2) appunto: 15 colpi al secondo non sono percepibili come scuotimenti ma come vibrazioni.
uno sbacchettamento a 15Hz ti strapperebbe il manubrio di mano a causa dell'ampiezza del fenomeno, enormemente superiore ad una vibrazione.
per intenderci, uno sbacchettamento è così ampio da comportare uno scuotimento del manubrio di diversi gradi traducibili in diversi centimetri di spostamento delle sue estremità
mentre una vibrazione da ruota squilibrata, soprattutto se di alta frequenza (=alta velocità) molto difficilmente risulta visibile e comunque contenuta nell'ordine dei millimetri di spostamento delle estremità del manubrio.

3) le mie esperienze non sono certo limitate a quelle riportate nel mio curriculum ed in ogni caso la fisica delle forze (o meccanica che dir si voglia) che sta alla base di ogni comportamento dinamico non è cambiata di una virgola dal 2005, anno dal quale ho realmente smesso d'interessarmi di produzione motociclistica...
icon_cool.gif qualcuno che mi conosce bene dice che sono come un'enciclopedia priva degli ultimi aggiornamenti: ciò significa che ignoro solo le ultime trovate tecnologiche, non che ignoro le dinamiche che ne stanno alla base; esse sono immutabili.

a te farebbe bene una ripassata di fisica prima di affrontare discussioni meccaniche con le tue idee preconcette;
ad esempio (ma non solo) potresti indagare sui concetti di ampiezza e frequenza di un onda per non fraintendere i miei distinguo tra sbacchettamenti, ondeggiamenti e vibrazioni.

P.S.: di gare ne ho fatte ben più di una ventina, e fino al 2002 (non 2001), senza contare quelle vissute da team-manager (fino al 2003) che per quanto riguarda le esperienze sui comportamenti dinamici di un veicolo insegnano ancor di più che le gare corse di persona.
da non dimenticare inoltre le mie esperienze di meccanico... ma alla fine quello che conta non è il messaggero (in questo caso io) e non sarei tenuto a nessuna descrizione delle mie esperienze, quello che conta è il messaggio che può essere giusto o sbagliato INDIPENDENTEMENTE dalla mia preparazione, quindi se vuoi tornare in OT è meglio per tutti che discutiamo di tecnica telaistica e non di titoli.

...

icon_rolleyes.gif comunque, visto che hai tirato in ballo i miei risultati sportivi, ci tengo a sottolineare che nella penultima gara disputata nel 2001 (risultato: Non Classificato) fui investito da un altro pilota mentre ero 2°... icon_asd.gif
 
10281612
10281612 Inviato: 23 Lug 2010 11:59
 

de_corsa ha scritto:


icon_rolleyes.gif comunque, visto che hai tirato in ballo i miei risultati sportivi, ci tengo a sottolineare che nella penultima gara disputata nel 2001 (risultato: Non Classificato) fui investito da un altro pilota mentre ero 2°... icon_asd.gif


si, eri 2° alla prima curva appena dopo la partenza, avrai fatto si e no 200mt. ma piantala lì, per favore...

vedi qual'è il tuo problema, non è che racconti balle, ma esalti talmente bene la realtà, che sembra tutto + importante di quello che è, la stessa cosa quando parli di tecnica, con la tua dialettica incomprensibile... (per me naturalmente eusa_wall.gif )

per la curiosità di chi vuole conoscere meglio il nostro de_corsa: Link a pagina di Heymotard.it
TEAM MANAGER (parolone) di una squadra corse di scooter 70. eusa_think.gif (in quale campionato?)
 
10284915
10284915 Inviato: 23 Lug 2010 20:21
 

tech8 ha scritto:


si, eri 2° alla prima curva appena dopo la partenza, avrai fatto si e no 200mt. ma piantala lì, per favore...

vedi qual'è il tuo problema, non è che racconti balle, ma esalti talmente bene la realtà, che sembra tutto + importante di quello che è, la stessa cosa quando parli di tecnica, con la tua dialettica incomprensibile... (per me naturalmente eusa_wall.gif )

per la curiosità di chi vuole conoscere meglio il nostro de_corsa: Link a pagina di Heymotard.it
TEAM MANAGER (parolone) di una squadra corse di scooter 70. eusa_think.gif (in quale campionato?)


è un peccato che tu abbia scelto di rispondere in questo modo a chi mette a disposizione la propria esperienza come fa de corsa...
ha sempre spiegato le sue ragioni punto per punto e tu per controbattere ti permetti di scrivere una cagata del genere? icon_evil.gif
se vuoi offendere ci sono gli mp, questa è una discussione interessante che stai portando su un piano che non va bene icon_evil.gif
probabilmente quello che scrivi in firma non lo metti troppo in pratica icon_rolleyes.gif

poi linkare il sito di De-corsa (che ha in firma) mi sembra proprio assurdo icon_asd.gif
 
10286845
10286845 Inviato: 24 Lug 2010 10:01
 

gsrteo ha scritto:
è un peccato che tu abbia scelto di rispondere in questo modo a chi mette a disposizione la propria esperienza come fa de corsa...
ha sempre spiegato le sue ragioni punto per punto e tu per controbattere ti permetti di scrivere una cagata del genere? ...


tech applica una tec...hnica che tutti i regimi applicano da sempre per denigrare i loro oppositori: se non possono attaccare il loro messaggio di verità - perché molto spesso Veritas odium parit (la verità suscita risentimento) - attaccano il messaggero cercando di sminuire la sua figura agli occhi degli altri.
in questo modo, nella pazza storia del mondo sono stati abbattuti sia regimi che democrazie.

ad onor del vero, caro tech - e solo per puntualizzare le tue "accuse" perché non credo si tratti di un argomentoi interessante per gli altri - ci vuole un certo mestiere anche per ritrovarsi 2° alla prima curva di una gara di rilevanza nazionale partendo dalla 3a fila, già ultraquarantenne in mezzo ad una schiera di giovani scavezzacollo...
icon_rolleyes.gif così per raccontare TUTTA la realtà e non solo la parte che TI fa comodo...

la pagina che hai indicato fu pubblicata all'alba della costituzione del team di cui ero titolare che ha poi seguito diversi piloti nell'ambito del Trofeo Malossi (tra cui il futuro vincitore del Trofeo "mondiale" Malossi disputato in Belgio) e di gare minori indette da altri organizzatori e parimenti riservate agli scooter ed ai DNA;
ma il team seguiva anche anche due piloti impegnati col motard (tra cui il sottoscritto) in gare di rilevanza regionale e nazionale ed ha assistito anche piloti esterni impegnati in queste ed altre discipline come il motocross.
ma al di là di questo dimentichi sempre che già PRIMA della costituzione del team, disponevo già di una competenza meccanica sufficiente per essere stato considerato a lungo un punto di riferimento nella mia zona per chiunque avesse avuto problemi di assetto con le due e con le quattro ruote.
tra l'altro sono stato anche rivenditore di parti speciali oltre che meccanico e gommista e quindi capisci che a lungo anche per mestiere mi sono occupato delle dinamiche delle motociclette.

i risultati sportivi poi, non dicono tutto della valenza di un pilota né di quella di un team: chiunque sfiori solamente l'ambiente delle corse - a tutti i livelli - impara subito che i risultati finali si ottengono ANCHE (e a volte soprattutto) grazie alla disponibilità economica ed a tanta fortuna.
purtroppo né l'una né l'altra sono equamente suddivise tra gli esseri umani e non sono neanche disponibili in quantità illimitata.
la storia è poi scritta dai vincitori e, come diceva Gilles Villeneuve, la gente si ricorderà solo di chi ha vinto un titolo mondiale (e penserà che solo lui sapeva guidare da campione...)
 
10287053
10287053 Inviato: 24 Lug 2010 11:18
 

ok, porta pazienza non voglio denigrare nessuno, e posso aver sbagliato con questo atteggiamento, chiedo scusa e chiudo l'argomento.

vorrei solo che nelle tue risposte fossi meno didattico assegnando pagelle e commenti a persone che non conosci, ma ti limitassi a prendere atto delle risposte degli altri, valutando la possibilità che ci siano soluzioni diverse a stessi problemi, inserendo argomenti come le derive, le masse disomogenee, gli squilibri dinamici e statici, trasferimenti di carico, e quant'altro con una dialettica + consona alla comprensione comune, non occorre dar foggio di proprietà di linguaggio tecnico per dimostrare la propria conoscenza, anzi con la povertà di linguaggio si educano le masse e non il contrario.

una forcella a flauti, non lavora come una a cartuccia, (si vedano le risposte nei post precedenti) primo perchè il suo funzionamento è al contrario, in compressione manda l'olio "dentro" al flauto e in estensione lo spinge "fuori" dal flauto, secondo perchè la incomprimibilità dell'olio non viene controllata con una molla meccanica quale è la piramide di lamelle, ma si tenta un controllo del movimento dell'olio attaverso 2/3 fori di passaggio con misure diverse ma come diresti tu "statiche", manca quindi il funzionamento di resistenza dinamica alla pressione esercitata dall'olio, molte volte su moto come sv e hornet del vecchio tipo, questo è causa di vibrazione allo sterzo dovuto alla risonanza della molla.
 
10290740
10290740 Inviato: 25 Lug 2010 9:00
 

tech8 ha scritto:
...

vorrei solo che nelle tue risposte fossi meno didattico assegnando pagelle e commenti a persone che non conosci, ma ti limitassi a prendere atto delle risposte degli altri, valutando la possibilità che ci siano soluzioni diverse a stessi problemi, inserendo argomenti come le derive, le masse disomogenee, gli squilibri dinamici e statici, trasferimenti di carico, e quant'altro con una dialettica + consona alla comprensione comune, non occorre dar foggio di proprietà di linguaggio tecnico per dimostrare la propria conoscenza, anzi con la povertà di linguaggio si educano le masse e non il contrario.

una forcella a flauti, non lavora come una a cartuccia, (si vedano le risposte nei post precedenti) primo perchè il suo funzionamento è al contrario, in compressione manda l'olio "dentro" al flauto e in estensione lo spinge "fuori" dal flauto, secondo perchè la incomprimibilità dell'olio non viene controllata con una molla meccanica quale è la piramide di lamelle, ma si tenta un controllo del movimento dell'olio attaverso 2/3 fori di passaggio con misure diverse ma come diresti tu "statiche", manca quindi il funzionamento di resistenza dinamica alla pressione esercitata dall'olio, molte volte su moto come sv e hornet del vecchio tipo, questo è causa di vibrazione allo sterzo dovuto alla risonanza della molla.


non mi sono reso conto di aver assegnato pagelle, forse ho solo reagito con un linguaggio aggressivo a delle accuse peregrine.
l'educazione delle masse la lascio ai media ufficiali: a me interessa dialogare con quei pochi che sanno ascoltare ed opporre - eventualmente - una critica costruttiva utilizzando una retorica garbata e rispettosa.
le masse sono stupide per definizione ed incapaci di autodeterminarsi, interessano ai dittatori, non a me.

il COME si realizzi il frenaggio delle molle ha un'importanza relativa sul comportamento di una sospensione: quello che conta è la progressione d'intervento e l'intensità dello smorzamento.
anche un ammortizzatore a frizione come quello delle moto degli anni '40 svolge sommariamente la sua funzione anche se non così tanto bene come può farlo solo un ammortizzatore dell'ultima generazione.

inoltre, come già messo in evidenza almeno altre due volte, lo smorzamento messo in atto da un ammortizzatore delle sospensioni non può che avvenire che unicamente lungo la corsa dell'ammortizzatore stesso e non certo sul piano dell'asse di sterzata ove si generano i fenomeni di scuotimento laterale del sistema.

proprio per questo motivo, un errato precarico della molla POSTERIORE costituisce in genere uno delle due principali (ma non uniche) cause d'innesco di sbacchettamenyto di sterzo assieme allo stato ed alle caratteristiche della gomma posteriore.
ciò perché, ove non fossi stato ancora chiaro, (quasi solo) se la gomma posteriore perde aderenza sull'asfalto si crea quella sollecitazione sul piano orizzontale che sta alla base del fenomeno dello sbacchettamento di sterzo.

considera che il sistema moto si comporta come una cerniera articolata nello sterzo: qualsiasi sollecitazione fuori asse proveniente dal retrotreno, sia in spinta che in rilascio, si ripercuote inevitabilmente sull'avantreno che si trova costretto - dal pilota e/o dal valore dell'avancorsa - a ripristinare l'allineamento del sistema con la direzione d'avanzamento.

se questo tentativo d'allineamento provoca una risonanza tra tutti gli elemeni elastici del telaio (*) , il fenomeno assume una sua ciclicità e si può smorzare solo modificando almeno una delle forze in gioco;
quindi, allentando la presa della mano sinistra sul manubrio (la destra serve a mentenere il gas costante) si modifica in maniera significativa l'effetto delle forze agenti sul manubrio col risultato di smorzare gran parte dei fenomeni di shimmy.

provare per credere.

*) prime tra tutti gli elementi elastici e più importanti in questo caso, le carcasse delle gomme, unici elementi del sistema ad avere una considerevole cedevolezza sul piano laterale
ecco perché MOLTO SPESSO sostituendo entrambe le gomme o solo la posteriore con altre diverse per stato di usura, tipo o stagionatura, si riesce ad eliminare qualsiasi fenomeno di ondeggiamento.

immagini visibili ai soli utenti registrati

 
10411546
10411546 Inviato: 16 Ago 2010 23:22
 

data l' ora non ho potuto leggere tutte le 9 pagine ma chiedo lumi


ho uno scoter peugoet geopolis 250 che soffre di sbacchettamenti al manubrio a 60km/h in rettilineo

NON MONTO BAULETTI
Ho i contrappesi grandi del kit bauletto
la gomma anteriore e stata equilibrata
la gomma posteriore no
la gomma anteriore e stata riparata dal vecchio proprietario causa chiodo
la forcella non presenta giochi o rumori anomali
con il parabrezzino medio piccolo il fenomeno aumenta senza diminuisce


eusa_wall.gif che faccio ?
 
10411564
10411564 Inviato: 16 Ago 2010 23:27
 

ahiahiahiahiahiahiahiahiahiahiahi.....
tu vuoi svegliar il can che dorme......... icon_asd.gif
 
10412097
10412097 Inviato: 17 Ago 2010 8:59
 

tech8 ha scritto:
ahiahiahiahiahiahiahiahiahiahiahi.....
tu vuoi svegliar il can che dorme......... icon_asd.gif

de corsa mi pare una persona preparata
e se puo aiutarmi a risolvere il problema che scriva pure un poema icon_smile.gif
 
10412393
10412393 Inviato: 17 Ago 2010 10:51
 

piccolobolide ha scritto:

de corsa mi pare una persona preparata
e se puo aiutarmi a risolvere il problema che scriva pure un poema icon_smile.gif

giusto.
allora non farai fatica a trovare la risposta nelle 8 pagine precedenti, non sono state scritte per niente. icon_neutral.gif
 
10416602
10416602 Inviato: 18 Ago 2010 2:06
 

tech8 ha scritto:

giusto.
allora non farai fatica a trovare la risposta nelle 8 pagine precedenti, non sono state scritte per niente. icon_neutral.gif


si ma a me non dispiacerebbe che esaminasse il mio caso specifico icon_wink.gif
 
10416627
10416627 Inviato: 18 Ago 2010 2:20
 

piccolobolide ha scritto:
data l' ora non ho potuto leggere tutte le 9 pagine ma chiedo lumi


ho uno scoter peugoet geopolis 250 che soffre di sbacchettamenti al manubrio a 60km/h in rettilineo

NON MONTO BAULETTI
Ho i contrappesi grandi del kit bauletto
la gomma anteriore e stata equilibrata
la gomma posteriore no
la gomma anteriore e stata riparata dal vecchio proprietario causa chiodo
la forcella non presenta giochi o rumori anomali
con il parabrezzino medio piccolo il fenomeno aumenta senza diminuisce


eusa_wall.gif che faccio ?



con il parabrezzino medio piccolo il fenomeno aumenta senza diminuisce....beh mi sembra un buon indizio no???

Comunque molti scooter hanno questo problema. Controlla pressione delle gomme e stato degli ammortizzatori posteriori

PS quanto pesi?
 
10417542
10417542 Inviato: 18 Ago 2010 12:37
 

ciao ti ringrazio per la risposta

peso 60kg le gomme sono delle pirelli gts
 
10489726
10489726 Inviato: 31 Ago 2010 14:59
 

de_corsa ha scritto:


non metto in dubbio la tua esperienza, anche se a occhio e croce dovrebbe essere un quarto della mia... icon_mrgreen.gif

scherzi a parte, quando la gomma anteriore subisce una difformità di usura del battistrada (tipica, ad esempio, dei Michelin Macadam) possono verificarsi - di conseguenza - serpeggiamenti o, peggio, sbacchettamenti "appoggiando" la moto in curva sopratutto ad inclinazioni inferiori a quelle massime raggiungibili ma molto difficilmente queste difformità causeranno oscillazioni o sbacchettamenti in rettilineo: questi sono per lo più da ascrivere a problematiche legate alla gomma posteriore (anche se si avvertono davanti!)

quando, diversamente, la gomma anteriore (può succedere anche questo!) subisce un distacco del battistrada ed in alcuni punti si formano effettivamente delle gobbette (es.: Avon radiali della vecchia generazione: AM22, AV27) è anche possibile che si verifichino delle anomalie di stabilità in rettilineo ma, esattamente come per le difformità, si tratta di scuotimenti di frequenza piuttosto alta, che non generano vere e proprie perdite di aderenza.

in definitiva il discorso è proprio qui: perché avvenga uno sbacchettamento in rettilineo, QUALE NE SIA LA CAUSA, è necessaria una perdita di aderenza della gomma POSTERIORE (o un recupero di gioco del forcellone), altrimenti siamo in presenza di vibrazioni, chattering, tutto quello che ti pare ma non di sbacchettamenti o shimmy nel senso ortodosso del termine... anzi: dei due termini visto che si tratta di fenomeni un pò diversi tra loro!!


ciao de_corsa, davvero competente!
Senti, non ho capito però questa tua ultima distinzione tra shimmy e sbacchettamento perché da come ne parli in precedenza i due termini sembrano sinonimi. Puoi spiegarmi meglio?
Grazie
d
 
10490999
10490999 Inviato: 31 Ago 2010 19:19
 

ma, cos'è lo sbacchettamento????
 
10493692
10493692 Inviato: 1 Set 2010 9:33
 

LG125 ha scritto:
ma, cos'è lo sbacchettamento????


Ciao lo sbacchettamento, o shimmy (se appunto i due termini li consideriamo equivalenti), è detto anche wooble, o meglio si definisce wooble nel caso delle motociclette:

immagini visibili ai soli utenti registrati



Sto facendo alcune ricerche sui disturbi di guida in motocicletta e sto trovando un pò di materiale, prima o poi riuscirò a far tornare i conti...
ciao
 
10494146
10494146 Inviato: 1 Set 2010 10:52
 

Fino a quando il piano della ruota è parallelo a quello longitudinale contenente la direzione
del moto del telaio non si desta nessuna vibrazione, ma non appena un qualsiasi evento causa
una deviazione nella direzione delle ruote, ovvero si verifica una accelerazione trasversale del
telaio, si può verificare il fenomeno in esame. Una volta che l’oscillazione di shimmy ha
avuto origine, la sua ampiezza può diminuire col tempo fino ad annullarsi, ovvero aumentare
e persistere, a seconda che ci si trovi in un campo rispettivamente di stabilità o instabilità del
sistema.
 
10497370
10497370 Inviato: 1 Set 2010 19:43
 

Grazie mille, mi si sono chiarite tutte le idee!! icon_cool.gif icon_cool.gif icon_cool.gif
 
10498191
10498191 Inviato: 1 Set 2010 21:45
 

dinocorse ha scritto:
Fino a quando il piano della ruota è parallelo a quello longitudinale contenente la direzione
del moto del telaio non si desta nessuna vibrazione, ma non appena un qualsiasi evento causa
una deviazione nella direzione delle ruote, ovvero si verifica una accelerazione trasversale del
telaio, si può verificare il fenomeno in esame. Una volta che l’oscillazione di shimmy ha
avuto origine, la sua ampiezza può diminuire col tempo fino ad annullarsi, ovvero aumentare
e persistere, a seconda che ci si trovi in un campo rispettivamente di stabilità o instabilità del
sistema.

scusa dinocorse, hai qualche relazione con l'Univeristà di Napoli? sei stato uno dei candidati alla tesi di laurea "INFLUENZA DELLA FLESSIBILITA' STRUTTURALE DELL'AVANTRENO SULLA DINAMICA DEL MOTOCICLO" anno di grazia 2004-2005?

Nel caso affermativo potresti spiegare con parole + povere il concetto che hai scritto?
grazie.
 
10498219
10498219 Inviato: 1 Set 2010 21:49
 

LG125 ha scritto:
Grazie mille, mi si sono chiarite tutte le idee!! icon_cool.gif icon_cool.gif icon_cool.gif


a me no, ma sun gnurant, tu invece hai capito al volo? anche l'accelerazione trasversale del telaio? 0510_inchino.gif
 
10498997
10498997 Inviato: 1 Set 2010 23:22
 

tech8 ha scritto:


a me no, ma sun gnurant, tu invece hai capito al volo? anche l'accelerazione trasversale del telaio? 0510_inchino.gif


ciao, beh per sapere le cose bisogna studiarsele, e piuttosto che scrivere in italiano approssimativo, meglio usare quello di fonti qualificate.
L'importante è capire quello che si legge, e quello che ti ho riportato l'ho capito fin troppo bene, anzi direi che ho fatto molti altri passi avanti.
Le forze che agiscono su un motoveicolo in movimento e quindi anche sulle sue ruote sono quelle di un piano tridimensionale:
forza longitudinale: accelerazione e decelerazione (frenata)
Forza verticale: forza peso
Forza trasversale: forza centrifuga, forza centripeta, effetto giroscopico, forza del vento
Ciauuu
 
10499837
10499837 Inviato: 2 Set 2010 8:15
 

caro amico dinodecorse, il fatto di informarsi e ammirevole, lo faccio anch'io, un po' meno il fatto di riportare spezzoni di testi presi qua e la su internet, perchè se è vero che queste persone hanno fatto ricerca e portato avanti una disamina degli effetti, è altrettanto vero che l'hanno fatto o lo fanno in un contesto diverso dal forum, qui si parla all'ingegnere, ma si parla anche al diplomato nelle medie inferiori che poco sa delle accelerazioni e dei suoi vettori.
Allora a mio parere è inutile partire con topic di questa natura perchè non hanno nessuna utilità ai fini pratici, diventa tutta teoria, e allunghiamo la storia e riscaldiamo la minestra. 0510_saluto.gif
 
10499840
10499840 Inviato: 2 Set 2010 8:16
 

tech8 ha scritto:
caro amico dinodecorse, il fatto di informarsi e ammirevole, lo faccio anch'io, un po' meno il fatto di riportare spezzoni di testi presi qua e la su internet, perchè se è vero che queste persone hanno fatto ricerca e portato avanti una disamina degli effetti, è altrettanto vero che l'hanno fatto o lo fanno in un contesto diverso dal forum, qui si parla all'ingegnere, ma si parla anche al diplomato nelle medie inferiori che poco sa delle accelerazioni e dei suoi vettori.
Allora a mio parere è inutile partire con topic di questa natura perchè non hanno nessuna utilità ai fini pratici, diventa tutta teoria, e allunghiamo la storia e riscaldiamo la minestra. 0510_saluto.gif

guarda che li di ingegneristico non c'è scritto proprio niente, è italiano semplice semplice...
Inoltre la mia era una richiesta tecnica di approfondimento a de_corsa, se l'argomento non ti interessava non eri obbligato a seguire il topic...
ciao
 
10501894
10501894 Inviato: 2 Set 2010 14:41
 

dinocorse ha scritto:

Senti, non ho capito però questa tua ultima distinzione tra shimmy e sbacchettamento perché da come ne parli in precedenza i due termini sembrano sinonimi. Puoi spiegarmi meglio?
Grazie
d


sono sinonimi infatti se si considerano come manifestazione sia per quanto riguarda le cause che gli effetti
ma nell'accezione comune (in pratica nel gergo che si usa comunemente in pista e tra motociclisti) quando si parla di shimmy s'intende descrivere un fenomeno ciclico abbastanza controllabile mentre con "sbacchettata" s'intende in genere descrivere una reazione più violenta e spesso causa di conseguenze... drammatiche!
è possibile infatti far cessare immediatamente lo shimmy allentando la presa dalla manopola sinistra ma è poco raccomandabile cercare di fare lo stesso se l'avantreno subisce una violenta sbacchettata!!

è quindi solo una distinzione fatta in base all'intensità del fenomeno
tutto qui icon_wink.gif
 
10502175
10502175 Inviato: 2 Set 2010 15:15
 

grazie de_corsa!
 
10502725
10502725 Inviato: 2 Set 2010 16:45
 

Ciao a tutti, ho iniziato a leggere "per scherzo" il topic e...sono arrivato all'ultima pagina!

Direi che l'argomento "sospensioni" è il più sensibile ed importante in una moto...sono del parere che sia completamente inutile parlare di "power commander", "gipro" e quant'altro se la nostra moto non possiede una ciclistica a punto..mah.. eusa_think.gif

Ho visto che si è parlato (anche in modo "acceso.. 0509_mitra.gif .. icon_asd.gif ) sia di sospensioni che di pneumatici e vorrei chiarirmi le idee su due cose, prendendo anche spunto da alcune affermazioni di de_corsa..

icon_arrow.gif 1

de_corsa ha scritto:


2) .................. sai bene che col bagnato le pressioni si AUMENTANO, allo scopo di diminuire la superfice d'impronta (= maggior pressione specifica a parità di massa, allo scopo di scongiurare l'aquaplaning e migliorare l'aderenza) e di evitare la chiusura (per schiacciamento) degli intagli di drenaggio all'interno dell'area d'impronta.
il discorso che fai è privo di senso: d'estate le pressioni si alzano, lo insegnano perfino alla scuola guida...
se non lo fai, soprattutto in pista, le mescole tendono a surriscaldare e ad andare fuori dal loro range termico (mai visto una mescola virare al viola/blu?)
gran parte del calore prodotto da una gomma, infatti, proviene dalla flessione del suo fianco e non solo dal suo attrito sull'asfalto.



...più ci penso e meno ne capisco...sarò duro di cervello, forse.. tutti gli amici che vanno in pista mi dicono "prima di girare ho abbassato la pressione delle gomme di.." eusa_think.gif ...io sono uno di quei "deficienti" icon_rolleyes.gif icon_asd.gif che hanno sempre gonfiato le gomme come il libretto "uso e manutenzione" consigliava (tranne sulla mia XX dove, testualmente, Mamma Honda dice di fare 2.9/2.9, io mi regolo a 2.5 ant/2.9 post), facendo un uso della moto prevalentemente sportivo/turistico, spesso a pieno/pienissimo carico...tornando a "bomba" perchè sgonfiare la gomma, aumentando così l'area di impronta e quindi il riscaldamento? Alla fine le gomme non raggiungeranno comunque la temperatura d'esercizio che avrebbero partendo già con una base di pressione più alta? eusa_wall.gif
Mi sembra che de_corsa, nella citazione qui sopra, dica l'esatto contrario..o forse non ho capito bene?

Caso personale: lo scorso anno sono andato per la prima volta (ma adesso sono già 3) al Nurburgring...moto gommata con coperture tipicamente sport/tourer (Pirelli Angel), pressione non variata (mi sentivo un "marziano"..tutti che sgonfiavano le gomme..)..al 3° di 4 giri i fianchi avevano preso la tipica sfumatura bluastra; cosa sarebbe successo se avessi ridotto la pressione (o forse il "blu" era dovuto al fatto che la mescola era stata messa comunque "alla frusta")?
Il 12 agosto scorso ci sono tornato per l'ultima volta (per ora.. icon_asd.gif ), coperture diverse (Sportec M3 della Metzeler), pressione lasciata come sempre, risultato...diverso! Dopo 4 giri (per chi non lo sapesse sono 84 km..) le coperture non risultavano in alcun modo "stanche"...e non sono andato proprio lento, anzi.. alla fine 'sta storia dell' abbassamento della pressione in pista non la capisco proprio..

de_corsa ha scritto:


infine, ribadisco che a pieno carico in estate e sulle autostrade tedesche (quindi parliamo ESCLUSIVAMENTE di condizioni limite) con le pressioni 2,5 e 2,9 consigliate dalle Case si viaggia una meraviglia e soprattutto nella massima sicurezza, con qualsiasi moto stradale!
provare per credere icon_wink.gif


0509_up.gif 0509_up.gif hai perfettamente ragione, provare per credere! Siamo appena tornati dalla Germania, con XX stracarica (pilota icon_redface.gif + passeggera da soli sono 150 kg, poi attaccaci 3 bauli Givi pieni all'inverosimile icon_asd.gif + zaino supplementare e borsa serbatoio icon_rolleyes.gif ) il comportamento sulle autobahn tedesche ad alta velocità era ESEMPLARE.. 0509_up.gif

icon_arrow.gif 2 nell'ultima scorribanda al Nurburgring, oltre ad avere girato con gomme a pressione "standard", avevo anche il precarico del mono aumentato per supplire al forte carico di viaggio...inutile dire che, viaggiando da solo, il mezzo era molto (troppo) più rigido, anche perchè avevo anche incrementato il freno idraulico...ed ecco la domanda:
E' CORRETTO, a parità di idraulica, mettere in relazione una variazione in aumento del precarico molla con un incremento del freno idraulico? Quale effetto si ottiene operando in tal modo?

icon_arrow.gif 3 - un eventuale sottosterzo può essere legato anche ad una eccessiva rigidità del mono (oltre che all'incapacità icon_redface.gif del "pilota".. icon_asd.gif )?

Grazie 0510_inchino.gif in anticipo a de_corsa e a chiunque vorrà dire la sua...chiedo scusa per il gergo poco tecnico! icon_redface.gif icon_redface.gif

doppio_lamp.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 9 di 11
Vai a pagina Precedente  123...891011  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum TecnicoCiclistica

Forums ©