Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo
 
Scooter 2t a alcool
7076455
7076455 Inviato: 1 Mar 2009 16:51
Oggetto: Scooter 2t a alcool
 

salve a tutti.
In questi giorni mi è venuta la felice idea di fare andare un vecchio zip 50cc 2t a carburatore con una alimentazione di solo alcool. L'acool che voglio utilizzare io e l'alcool etilico denaturato per capirci quello rosa che trovate al supermercato. Volevo spiegato in maniera chiara i cambiamenti che devo fare al mio zippino.
Inoltre volevo sapere come decolorare l'alcool e che olio usare.
Un sltra idea un pò pazza era quella di ottenere l'alcool dalla fermentazione delle arance se possibile... Se si può fare mi potete spiegare come per favore o comunque che cosa usare se voglio fare l'alcool in casa???
scusate se ci sono topic simili ma nessuno parla chiaramente del 2t.
Vi prego rispondete numerosi e aiutatemi.
Grazie
 
7076483
7076483 Inviato: 1 Mar 2009 16:55
 

come mai questa idea' 0509_si_picchiano.gif 0509_si_picchiano.gif 0509_si_picchiano.gif 0510_inchino.gif ti stimo. (nn ho idea di come aiutarti)
 
7076485
7076485 Inviato: 1 Mar 2009 16:56
 

topic doppio ...... icon_evil.gif usa la funzione cerca chee una volta o due si è parlato molto bee di sto argomento
 
7076513
7076513 Inviato: 1 Mar 2009 17:02
 

non ho la piu pallida idea di come fare... non è meglio usare la benzina? 0509_si_picchiano.gif 0509_si_picchiano.gif
 
7076585
7076585 Inviato: 1 Mar 2009 17:13
 
 
7076706
7076706 Inviato: 1 Mar 2009 17:35
 

si ma nessuno prende in considerazione l'idea di crearlo in casa e nessuno prende in considerazione un 2t
 
7076729
7076729 Inviato: 1 Mar 2009 17:38
 

e sottolineo il fatto che io voglio sostituirlo del tutto alla benzina non voglio miscelarlo con la benza per creare un qualche additivo
 
7076730
7076730 Inviato: 1 Mar 2009 17:38
 

secondo me non serve a niente perchè un litro di alcol costa molto di piu di un litro di benzina,e poi con lalcol ci vuole molto piu olio nella carburazione
 
7076922
7076922 Inviato: 1 Mar 2009 18:05
 

veramente l'alcool quello rosa costa 80cent. al litro e la benza 1.15€ al litro ma comunque mi inquina meno e perché mi vuoi togliere questa soddisfazione???
 
7077502
7077502 Inviato: 1 Mar 2009 19:22
 

Solamente che il motore se funziona ad alcool consuma il doppio rispetto alla benzina,
quindi 0.80 euro /litro x 2 = 1.60 euro/litro in quanto il rapporto stechiometrico e' di 7 a 1 invece di 14 a 1 della benzina.
Inoltre la colorazione rosa lascia dei depositi che in pochissimo tempo ostruisce i getti.
E ancora l'alcool corrode la lega d' alluminio , e soprattutto la zama con cui sono costruiti i carburatori
per le emissioni sono d'accordo con te
 
7078026
7078026 Inviato: 1 Mar 2009 20:23
 

...si è parlato già altre volte riguardo queste conversioni...


Il problema principale sui propulsori due tempi consiste nella lubrificazione, che in questi propulsori è a perdere: risulta quindi necessario trovare un lubrificante capace di miscelarsi in maniera corretta al carburante... eusa_think.gif

...cosa abbastanza complessa se si considera che il lubrificante è idrofobo mentre il carburante idrofilo! l'alcool a 90° così come viene comunemente venduto è in soluzione al 90 percento con acqua ed agenti denaturanti. In linea di massima l'etanolo è un'ottimo solvente, ma la presenza di acqua fa si che si comporti come una sostanza totalmente lipofoba: è impossibile creare miscele senza che si formino delle emulsioni...
eusa_eh.gif
D'altro canto è possibile utilizzare lubrificanti idrofili, come quelli a base di olio di ricino ampiamente usati in ambito modellistico, dove il carburante principalmente utilizzato consiste in una miscela di nitrometano ed etanolo... eusa_shifty.gif

Ho sentito dire che la presenza di toluene, xilene o acetone possano facilitare la miscelazione di due sostanze dissimili, ma non sono a conoscenza diretta dei possibili risultati...

Comunque, su di un bel motorini ad etanolo, puoi fare un sacco di upgrades, grazie alle incredibili caratteristiche del carburante...

Sovralimentazione, abbassamento della testata, lavorazioni più "spinte" dei travasi...ricordo che il numero di ottano dell'etanolo è di circa 120, potere calorifico di un quaranta percento inferiore a quello delle comuni benzine...

Ci sono da prendere in considerazione le caratteristiche del carburante di partenza, quelle del propulsore e quelle del carburante da voler utilizzare...

Oh, non proviamo a mettere direttamente l'alcool rosa nel serbatoio: si slaverebbe totalmente il meato di lubrificante-> grippatona assicurata eusa_naughty.gif

Spero di essere stato utile ^^
 
7078254
7078254 Inviato: 1 Mar 2009 20:46
 

il conteminimo sei grande grazie di tutto ma illuminami un po di piu... io so dell'olio klotz dove lo trovo, me lo consigli???... Comunque dato ke l'alcool etilico ha una temperatura di ebollizzione di 78 °c se lo distillo si potrebbe separare l'acqua dall'alcool... peccato che e una noia mortale e che non dispongo degli strumenti necessari... comunque vi prego datemi ancora consigli sopratutto tu il conteminimo dato ke sei un mago in qst cose 0509_up.gif 0510_inchino.gif 0510_help.gif
 
7120046
7120046 Inviato: 7 Mar 2009 11:55
 

Vi parlo per esperienza personale... Feci andare la mia vespa ad alcol per una settimana..
Fare ciò è molto semplice: almeno per rendersi conto che l'esperimento è possibile, basta ostruire l'aspirazione fin quando il motore giri regolarmente a tutti i regimi..
Oppure puoi comprare un getto massimo più grande del 60 % circa.
L'olio che utilizzai costava 7 euro al litro ed era ottimo, olio di ricino degommato comprato in un negozio per modellismo, che si miscelava perfettamente con l'alcol 90°. Sapevo che con questo tipo di olio si doveva fare una miscela al 5%, ma dopo aver notato l'immensa nube di fumo bianco che usciva dallo scarico (che non era vapore, anzi, lo era in parte icon_asd.gif ) decisi di scendere per gradi, e mi sono accorto che la miscela poteva essere fatta al 2%, esattamente come quando miscelavo l'olio normale per la benzina, e non c'è stato nessun grippaggio (e le marce le tiravo per bene icon_xd_2.gif ).

Per decolorare io usai il metodo dell'alluminio immerso direttamente nell'alcol, ma il procedimento è abbastanza lungo e non decolora perfettamente. Facevo molto prima a pulire il carburatore quando si sporcava icon_asd.gif

Parlando di risparmio invece, beh, non ce n'è. O almeno per me cosi è stato (devo comunque ammettere che il mio è stato un esperimento abbastanza rudimentale, senza calcoli troppo precisi e senza alcun tipo di modifiche al motore).

Come già è stato detto dal conteminimo, l'uso dell'alcol denaturato a 90° come carburante è molto interessante dal punto di vista prestazionale.
In primis perchè ha un potere calorifico molto minore della benzina, e quindi il motore lavora a temperature più basse anche in condizioni di lavoro gravose.
Oltre a questo c'è da ricordare la doppia funzione che ricopre l'acqua presente nell'alcol:
- è una sorta di "raffreddamento a perdere" che raffredda ancora di più il motore assorbendo calore dalla combustione.
- è una specie di turbo che migliora le prestazioni, in quanto riscaldandosi evapora, ed evaporando si espande di circa 1600 volte rispetto a quando era allo stato liquido.

Che dire più.. Ah, inquina molto molto di meno icon_biggrin.gif
 
7121474
7121474 Inviato: 7 Mar 2009 16:21
 

ilconteminimo ha scritto:

Comunque, su di un bel motorini ad etanolo, puoi fare un sacco di upgrades, grazie alle incredibili caratteristiche del carburante...

Sovralimentazione, abbassamento della testata, lavorazioni più "spinte" dei travasi...ricordo che il numero di ottano dell'etanolo è di circa 120, potere calorifico di un quaranta percento inferiore a quello delle comuni benzine...


questo è la parte che porta il vantaggio, in particolare il maggior rapporto di compressione possibile, che aumenta le prestazioni e di conseguenza diminuisce l'apertura necessaria per ottenere la stessa potenza e si recuperà un po' sui consumi.
 
7121656
7121656 Inviato: 7 Mar 2009 17:01
 

fabio91lc ha scritto:

questo è la parte che porta il vantaggio, in particolare il maggior rapporto di compressione possibile, che aumenta le prestazioni e di conseguenza diminuisce l'apertura necessaria per ottenere la stessa potenza e si recuperà un po' sui consumi.


Si però ricorda che un maggior rapporto di compressione derivante dall'abbassamento della testata riduce la velocità massima raggiungibile icon_wink.gif
 
7126335
7126335 Inviato: 8 Mar 2009 14:56
 

Chesterfield ha scritto:


Si però ricorda che un maggior rapporto di compressione derivante dall'abbassamento della testata riduce la velocità massima raggiungibile icon_wink.gif


perchè? se aumenti la potenza aumenta anche la velocità massima, o sbaglio?
 
7127746
7127746 Inviato: 8 Mar 2009 19:52
 

fabio91lc ha scritto:


perchè? se aumenti la potenza aumenta anche la velocità massima, o sbaglio?



Scusatemi, ma a parità di regime di rotazione a meno che non si modifichino i rapporti della trasmissione la velocità in uscita è per forza di cose identica, in qualsiasi condizione...

Di certo potrà variare il tempo necessario a raggiungere il regime massimo di rotazione a pieno carico, provare per credere! icon_cool.gif

C'è poi da considerare l'effetto raffreddamento ad acqua a perdere: la temperatura in camera viene sempre mantenuta entro certi valori, in più il calore assorbito dall'acqua in camera di combustione permette al liquido di evaporare, portando ad un suo aumento di volume di 1600 volte...fate poi due conti con le leggi dei gas perfetti, e noterete che bel vantaggio icon_biggrin.gif

...per il resto, ça va sans dire...! eusa_whistle.gif
 
7128252
7128252 Inviato: 8 Mar 2009 20:56
 

Chesterfield ha scritto:


Si però ricorda che un maggior rapporto di compressione derivante dall'abbassamento della testata riduce la velocità massima raggiungibile icon_wink.gif

Ne sei proprio sicuro?
 
7128283
7128283 Inviato: 8 Mar 2009 21:00
 

ilconteminimo ha scritto:



Scusatemi, ma a parità di regime di rotazione a meno che non si modifichino i rapporti della trasmissione la velocità in uscita è per forza di cose identica, in qualsiasi condizione...


Secondo me c'entra anche la coppia motrice sviluppata a quel regime di rotazione, che potrebbe essere diversa tra alimentazione a benzina od alcol.
 
7128307
7128307 Inviato: 8 Mar 2009 21:04
 

snowstorm ha scritto:
Solamente che il motore se funziona ad alcool consuma il doppio rispetto alla benzina,
quindi 0.80 euro /litro x 2 = 1.60 euro/litro in quanto il rapporto stechiometrico e' di 7 a 1 invece di 14 a 1 della benzina.
Inoltre la colorazione rosa lascia dei depositi che in pochissimo tempo ostruisce i getti.
E ancora l'alcool corrode la lega d' alluminio , e soprattutto la zama con cui sono costruiti i carburatori
per le emissioni sono d'accordo con te

Scusa,
a me il rapp. stechiometrico risulta 9 per l'etanolo e 6 per il metanolo, concordo sul resto.
 
7132136
7132136 Inviato: 9 Mar 2009 14:50
 

fabio91lc ha scritto:


perchè? se aumenti la potenza aumenta anche la velocità massima, o sbaglio?


Non aumenta la potenza, aumenta la coppia ad un determinato numero di giri...
 
7136142
7136142 Inviato: 9 Mar 2009 22:00
 

sono andato a rivedermi i sacri testi ,
effettivamente il rapporto stechiometrico etanolo e' di 9 e quello del metanolo 6.4
 
7139863
7139863 Inviato: 10 Mar 2009 15:13
 

Chesterfield ha scritto:


Non aumenta la potenza, aumenta la coppia ad un determinato numero di giri...


Ma la potenza, che tra l'altro è un valore istantaneo è uguale alla coppia torcente per il regime di rotazione...no?

E poi, non ci interessa quale sia la "forza" in uscita, ma il regime di rotazione: la prima ci dirà se ed in quanto tempo raggiungere una determinata velocità, il secondo a quanto equivarrà questo valore icon_smile.gif
 
7141870
7141870 Inviato: 10 Mar 2009 19:21
 

ilconteminimo ha scritto:


Ma la potenza, che tra l'altro è un valore istantaneo è uguale alla coppia torcente per il regime di rotazione...no?

E poi, non ci interessa quale sia la "forza" in uscita, ma il regime di rotazione: la prima ci dirà se ed in quanto tempo raggiungere una determinata velocità, il secondo a quanto equivarrà questo valore icon_smile.gif


La potenza in cv è la coppia in kgm, moltiplicata per il numero di giri (al secondo), moltipl 2, moltipl 3,14 ed il tutto diviso 75.

Il regime di rotazione deve avere dietro la "forza" sennò al variare del carico tende a fermarsi.
 
7142899
7142899 Inviato: 10 Mar 2009 21:12
 

sulzer ha scritto:


Il regime di rotazione deve avere dietro la "forza" sennò al variare del carico tende a fermarsi.


questo è quello che volevo dire. ovviamente se hai una moto che già raggiunge il regime massimo di rotazione in ultima marcia, o a variatore totalmente aperto nel caso di uno scooter, aumentando la potenza ma non il numero di giri non aumenterà la velocità massima. invece se in ultima marcia la potenza non è sufficiente a portare la moto al massimo dei giri perchè gli attriti sono troppo elevati un aumento di potenza porterà la moto a regimi più elevati e quindi velovità più alta.
 
7157050
7157050 Inviato: 12 Mar 2009 17:33
 

Scusate mi sono rivisto un paio di cose e si, l'abbassamento della testata comporta un aumento di coppia e potenza icon_mrgreen.gif
Però comunque a favore dei regimi medio-bassi. Mi ricordavo di aver letto da qualche parte che l'abbassamento della testata comportava una diminuzione della velocità massima perchè venivano modificate le turbolenze in camera...
Devo controllare quando ho tempo icon_smile.gif
 
7157714
7157714 Inviato: 12 Mar 2009 19:15
 

Chesterfield ha scritto:
Scusate mi sono rivisto un paio di cose e si, l'abbassamento della testata comporta un aumento di coppia e potenza icon_mrgreen.gif
Però comunque a favore dei regimi medio-bassi. Mi ricordavo di aver letto da qualche parte che l'abbassamento della testata comportava una diminuzione della velocità massima perchè venivano modificate le turbolenze in camera...
Devo controllare quando ho tempo icon_smile.gif

Non so cosa intendi per velocità massima che diminuisce all’aumentare del rapporto di compressione, l‘unica velocità (a parer mio) che “potrebbe” diminuire è quella della propagazione del fronte di fiamma, ma solo a fronte di significativa variazione del disegno della camera di combustione, che non verrebbe più a trovarsi nella forma ottimale (pensata in sede di progetto) per ottenere la turbolenza voluta e volta ad ottenere la massima velocità di propagazione del fronte di fiamma. L’unica controindicazione all’aumento del rapporto di compressione (entro i limiti della detonazione) sono le maggiori perdite meccaniche, in termini di energia spesa, per andare a comprimere la carica fresca e, in caso di mono e bicilindrici, una marcata ruvidità nell’erogazione, ruvidità inversamente proporzionale a numero e disposizione dei cilindri, oltre all’entità della massa volanica.
 
7159003
7159003 Inviato: 12 Mar 2009 21:56
 

ruvidità che è molto più bassa in un motore 2t che lavora a regimi piuttosto elevati.
da considerare anche il fatto che uno scooter lavora a regime quasi costante e sono assenti le riprese da bassi regimi...
 
7180663
7180663 Inviato: 16 Mar 2009 17:08
 

innanzi tutto grazie a tutti, comunque ho comprato una bottiglia di alcool perche mi serviva a casa e ce scritto verbenia pe pulizia ed è 70° posso usare questo o magari posso prendere quello 90° e aggiungere acqua fino a farlo divetare 70°... aiuto comunque ditemi tutto quello che sapete... l'esperimento lo faccio in estate x adesso nn o tempo
 
7191437
7191437 Inviato: 17 Mar 2009 23:05
 

no no devi usare quello a 90° rosa. l'ideale sarebbe quello a 95° ma costerebbe troppo, quindi ci si adatta col denaturato, portato cioè a 90° aggiungendo acqua, che premette il funzionamento del motore e in più puoi sfruttare l'espansione volumetrica dell'acqua contenuta al suo interno.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©