Leggi il Topic


sarà vero? nuova proposta di legge alcool alla guida
7023854
7023854 Inviato: 21 Feb 2009 22:07
 



MforMatteo ha scritto:
quello che ha postato cento è secondo me la migliore analisi (e anche la più intuitiva, di sicuro la più costosa, e forse per questo sembra passare inosservata!) sul problema..

io non vorrei tirare in ballo la pedagogia (non siamo bambini!) però alcuni schemi educativi sono utili per qualsiasi cosa.. a maggior ragione se si parla di rieducare un popolo!!

inasprire continuamente le sanzioni senza peraltro offrire un reale aiuto, più che educare, favorisce solo un clima di frustrazione e sfiducia.. perchè il motto "dura lex sed lex" è sempre valido, è vero, dobbiamo adeguarci, ma abbiamo bisogno comunque che lo Stato si muova anche nella nostra direzione, iniziando a sistemare le infrastrutture, iniziando a cambiare la segnaletica (io in francia non mi sono mai perso, e sono andato dalla provenza alla camargue alla normandia! qui quando sono a Varese è un casino, prima di arrivare ad un qualsiasi paesino mi perdo trentasei volte) e a garantire dei controlli più efficaci..

certo che se si continuano ad inasprire le sentenze senza fare poco altro, l'unico risultato è quello di avere più multati, più patenti ritirate, più introiti, ma di sicuro non più sicurezza!


Di cose che non vanno, insomma, ce ne sono tante. Breve elenco (parziale): asfalto a buche, segnaletica incasinata e illeggibile, guardrail ghigliottina, (alcuni) limiti assurdi.
Poi ci sono anche: guidatori ubriachi, guidatori irrispettosi del Codice in altre maniere - e così via.
Risolvere i problemi infrastrutturali è ovviamente compito dello Stato o meglio degli Enti preposti. E che ci siano carenze è evidente.
Certificare che un guidatore abbia i requisiti psico-fisico-attitudinali tocca allo Stato (o meglio all'Ente pubblico preposto). E che ci siano carenze è evidente.
Fare rispettare le leggi tocca allo Stato (attraverso le Forze dell'Ordine e la Magistratura). E anche qui che ci siano carenze è evidente.
"Educare" tocca allo Stato? (terreno minato nel quale non mi avventuro in questa sede perché chiama in gioco considerazioni "anche" di ordine politico...)
In uno Stato di diritto a noi cittadini tocca rispettare le leggi. Punto. Quella che per me è "dura lex" per tanti altri è tutela - e sul discorso dell'alcol mi sembra che non servano spiegazioni.
Senza uscire dal seminato (i problemi della segnaletica sono reali ma in questo contesto credo siano OT): se tanti ubriachi circolano in auto e anche in moto è perché a) pochi si sentono "educati" a rispettare le leggi e tantomeno la vita propria e altrui; b) molti sanno che hanno l'impunità garantita perché in Italia i controlli sono da farsa. E aggiungo: c) perché qualcuno disposto a sostenere le loro ragioni in giro lo trovi. Al di là delle motivazioni scientifiche (che comunque ci sono), sostenere nella situazione attuale una lotta contro il limite dello 0,2 trovo che sia inopportuno se non addirittura diseducativo.
Credo invece che all'interno di un gruppo maturo come il Tinga sia necessaria una presa di posizione forte contro la guida alcolica.
 
7024083
7024083 Inviato: 21 Feb 2009 22:54
 

Gli utente del Tinga e soprattutto quelli che frequentano la sezione S&P hanno sempre sostenuto con forza il divieto di guidare in stato di ebrezza o sotto effetto di droghe. Qui non si sta dicendo il contrario ma abbassare ulteriormente il limite a 0,2 (tanto vale portarlo a 0) equivale a un'aperitivo, e quelli che fanno le stragi non le fanno perchè hanno bevuto un'aperitivo.

Personalmente possono portare il livello di tasso alcolico consentito a 0 in quanto non bevo alcolici soprattutto quando guido, ma mi è capitato di andare a cena e bere un bicchiere di vino e non sto parlando di mezza bottiglia, se dovesse passare la legge la prossima volta mi dovrò limitare all'acqua (meglio naturale icon_biggrin.gif ). Siamo seri e soprattutto sinceri almeno tra noi e non prendiamoci in giro, quanti di noi non bevono un bicchiere di vino a tavola? Riepeto che le stragi non sono causate da chi ha bevuto un bicchiere di vino!
 
7024164
7024164 Inviato: 21 Feb 2009 23:11
 

ma si raga, io anche se lo abbassano a 0 confido nel buon senso delle fdo, secondo me non è che ti tolgono la patente se ti beccano con 0.2... icon_smile.gif

concordo poi che la birretta in pizzeria o il bicchiere di vino a tavola sono innocui icon_wink.gif
 
7024227
7024227 Inviato: 21 Feb 2009 23:25
 

Citazione:
concordo poi che la birretta in pizzeria o il bicchiere di vino a tavola sono innocui


E qui il punto, se abbassano il livello a 0,2 la biretta e il bicchiere di vino ce li possiamo scordare, ci resta adeguarci a quello che è la legge o se fermati per un controllo sperare nel buon senso delle F.d.O.
 
7024407
7024407 Inviato: 22 Feb 2009 0:06
 

ma infatti non ha senso...inasprire le sanzioni non ha senso perchè il vero problema non sono quelli che si bevono un bicchiere di vino a cena, nè quelli che vanno in pizzeria e si bevono una birra media!

di sicuro è la via più comoda per far cassa, mi spiace ma è questa la sostanza..

poi ovviamente è anche compito nostro adeguarci e rispettare i limiti, inequi che siano, però, dal mio punto di vista, una manovra del genere è utile quanto mettere il coprifuoco nazionale alle 9 di sera per combattere gli stupri.. boh..

volete colpire gli ubriachi al volante? i limiti di oggi sono fin troppo severi (con due birre sei già fuori..), fateli rispettare, siate più rigidi, non chiudete un occhio e via..

se si inasprisce a spron battuto e poi su 1000 persone ubriache cazziano il primo povero cristo che magari ha dato un sorso al moijto della sua ragazza.. boh
 
7024511
7024511 Inviato: 22 Feb 2009 0:40
 

In diversi Paesi europei (vedi il sito del Ministero degli Esteri) ci sono limiti a 0.2 - e sopravvivono benissimo. Per cui non mi sembra che ci sia da stracciarsi le vesti. (Certo, poi magari vengono a guidare ubriachi in Italia che per loro è il paese del bengodi dove puoi fare qualsiasi nefandezza al volante tanto non ti beccano...)
Mettere il limite a 0.2 equivarrebbe a dare un messaggio ben chiaro: PRIMA DI GUIDARE NON SI BEVE! (Tutti d'accordo?)
Però la spina nel fianco non è il limite ma la scarsità vergognosa dei controlli. Sono sicuro che fossero sicuri che fanno controlli metodici e seri (e conseguenti sanzioni) anche con il limite a 0.5 (che è una via di mezzo, non è troppo severo) molti non si arrischierebbero a bere neanche la bezza birretta.
Mi chiedo piuttosto come mai sul problema dell'alcol non sia possibile raggiungere una certa armonizzazione delle regole almeno a livello di Comunità Europea. Potrebbe essere una proposta ragionevole, no?
 
7026149
7026149 Inviato: 22 Feb 2009 13:56
 

Cento40 ha scritto:
Gli utente del Tinga e soprattutto quelli che frequentano la sezione S&P hanno sempre sostenuto con forza il divieto di guidare in stato di ebrezza o sotto effetto di droghe. Qui non si sta dicendo il contrario ma abbassare ulteriormente il limite a 0,2 (tanto vale portarlo a 0) equivale a un'aperitivo, e quelli che fanno le stragi non le fanno perchè hanno bevuto un'aperitivo.

Personalmente possono portare il livello di tasso alcolico consentito a 0 in quanto non bevo alcolici soprattutto quando guido, ma mi è capitato di andare a cena e bere un bicchiere di vino e non sto parlando di mezza bottiglia, se dovesse passare la legge la prossima volta mi dovrò limitare all'acqua (meglio naturale icon_biggrin.gif ). Siamo seri e soprattutto sinceri almeno tra noi e non prendiamoci in giro, quanti di noi non bevono un bicchiere di vino a tavola? Riepeto che le stragi non sono causate da chi ha bevuto un bicchiere di vino!


Praticamente il Vangelo 0510_inchino.gif 0510_inchino.gif 0510_inchino.gif
Per allargare la discussione, vi invito ad andare sul post che ho aperto:
Portare la moto con l'influenza
Messaggio #7026132
 
7034751
7034751 Inviato: 23 Feb 2009 17:45
 

La recente sentenza del Giudice per le indagini preliminari (Gip) del Tribunale di Firenze che ha deciso l'assoluzione di un conducente in stato di ebbrezza perché l'etilometro non sarebbe sufficiente a provare la colpevolezza, riporta alla ribalta il tema della disciplina dell'accertamento del reato di guida in stato di ebbrezza e quindi anche di cosa succede nel caso in cui si voglia rifiutare di sottoporsi alle indagini di accertamento per la verifica del tasso alcolemico nel sangue.

Approfondimento e fonte dell'articolo..
icon_arrow.gif Link a pagina di Info-legal.it

Altro articolo interessante..
icon_arrow.gif Link a pagina di Portale.asl3.umbria.it
 
7035916
7035916 Inviato: 23 Feb 2009 20:04
 

pierluigi2 ha scritto:

Mettere il limite a 0.2 equivarrebbe a dare un messaggio ben chiaro: PRIMA DI GUIDARE NON SI BEVE! (Tutti d'accordo?)
Però la spina nel fianco non è il limite ma la scarsità vergognosa dei controlli. Sono sicuro che fossero sicuri che fanno controlli metodici e seri (e conseguenti sanzioni) anche con il limite a 0.5 (che è una via di mezzo, non è troppo severo) molti non si arrischierebbero a bere neanche la bezza birretta.

Secondo me è buona la seconda che hai detto... se si abbassa il limite ma si continua a non fare controlli il messaggio che si da è "tanto non mi beccano". Magari con lo 0.2 si riesce a fare più multe e togliere più patenti con lo stesso impiego di personale (così si possono fare dei comunicati stampa trionfali e si intasca qualche soldino extra che fa sempre comodo) ma chi è abituato a fregarsene del limite a 0.5 non perderà certo il sonno se il limite viene abbassato a 0.2, anzi così ha ancora più possibilità di passare indisturbato mentre la pattuglia sta stracciando la patente alla ragazza che ha mangiato il cioccolatino al liquore o al padre di famiglia che ha bevuto mezzo bicchiere di vino.

Invece senza bisogno di abbassare il limite, se chi guida vedesse che i controlli vengono fatti a tutte le ore e su tutte le strade (e non solo il sabato notte vicino alle discoteche) probabilmente molti ci penserebbero due volte prima di mettersi al volante ubriachi, e quelli che non dovessero pensarci si giocherebbero comunque la patente e finirebbero di essere un pericolo per tutti.



PS: io non bevo e per quello che mi riguarda possono anche portare il tasso a zero, al massimo farò a meno del colluttorio e delle eccellenti scaloppine al marsala di mia madre. Però mi piacerebbe vedere le strade ripulite da quelli che bevono troppo, e non credo che perseguitare quelli che bevono poco sia la strada giusta.
 
7036184
7036184 Inviato: 23 Feb 2009 20:34
 

Quoto Django al 100% doppio_lamp_naked.gif
 
7037701
7037701 Inviato: 23 Feb 2009 23:05
 

Credo che cambiare il limite, potrebbe, dico potrebbe, come altri hanno gia' scritto, dare un messaggio ben chiaro:l'alcool e la guida sono due cose da tenere ben distinte.Partendo da questo basilare concetto, mi e' venuto in mente che l'alcool e' una vera piaga sociale, non riguarda solo la sicurezza stradale, anche se questo e' il punto dal quale parte la nostra discussione.La questione e' sempre quella, senza una adeguata politica educativa ogni divieto e' inutile purtroppo.Bisognerebbe partire dall'assunto che bere smodatamente e' sempre dannoso e quindi improntare una campagna di sensibilizzazione seria su questo argomento.In uno stato civile si devono perseguire degli obiettivi minimi, cercando di informare e di limitare i danni derivanti da comportamenti sociali devianti, l'alcool e' uno di questi e le morti sulle strade che ne derivano sono un aspetto importante, ma non l'unico della questione.Tutto questo solo per associarmi a chi ritiene che l'abbassamento del limite, benche' in astratto giusto, non sara' la soluzione del problema.Seve uno scarto netto dove noi semplici cittadini dobbiamo imparare a portare avanti le cose in cui crediamo senza perdere la speranza di cambiare le cose:rispettare la legge ma contemporaneamente fare proseliti fra quanti, per qualunque motivo, non hanno a cuore certe questioni.
Scusate la prolissita'...
 
7038799
7038799 Inviato: 24 Feb 2009 1:43
 

Questa legge serve a colpire le persone sobrie.
Chi ha pensato questa legge o e mentalmente malato oppure lo ha fatto a scopo di lucro.
icon_neutral.gif
 
7061554
7061554 Inviato: 27 Feb 2009 0:54
 

Scusate tanto ma...
a) c'è forse tra i frequentatori di questo forum qualcuno che crede che una modica quantità di alcol (diciamo quella che corrisponde al fatidico 0.2-0.3) MIGLIORI le performance psicofisiche? Perché il dubbio viene... (nel dubbio: studi scientifici hanno stradimostrato che ciò non è vero)
b) In alcuni Paesi (Austria se non erro, forse Francia) il limite per i guidatori PROFESSIONALI (camion, texi ecc) e/o per i NEOPATENTATI è 0.1. Secondo voi perché?
 
7061656
7061656 Inviato: 27 Feb 2009 1:11
 

pierluigi2 ha scritto:
Scusate tanto ma...
a) c'è forse tra i frequentatori di questo forum qualcuno che crede che una modica quantità di alcol (diciamo quella che corrisponde al fatidico 0.2-0.3) MIGLIORI le performance psicofisiche? Perché il dubbio viene... (nel dubbio: studi scientifici hanno stradimostrato che ciò non è vero)


In che senso migliori scusa? Non l'ho capita molto bene questo punto icon_asd.gif
 
7062441
7062441 Inviato: 27 Feb 2009 10:03
 

Senza dilungarmi troppo:
molti sostengono che bevendo "poco" la capacità di guida non viene influenzata. Questo è comunque un errore perché l'alcol, per poco che sia, aumenta i tempi di reazione e riduce la vigilanza e IL SENSO DI PERCEZIONE DEL PERICOLO (quanti bevono "per darsi coraggio"?). Quindi non vorrei che qualcuno pensi che bevendo un po' si diventa immortali - come scherzando, quando si era giovani e incoscienti (ebbene sì) un mio caro amico diceva...
Già a 0.2 i test sono in grado di individuare una riduzione delle performance (lavori scientifici - riferimenti postati da me in qualche altro forum).
 
7062694
7062694 Inviato: 27 Feb 2009 10:48
 

Pieluigi ha ragione. Non c'è il minimo dubbio. Però bisogna considerare che tutto influisce sulla guida. Se io pasteggio come un caimano, senza toccare una sola goccia d'alcool e poi mi metto alla guida, buona parte del mio sangue sarà impegnata nella digestione e i miei riflessi saranno rallentati ma sarò perfettamente a posto con la legge. E allora, come la mettiamo, vietiamo il cibo prima della guida. E poi a che cosa toccherà. Ribadisco, i limiti ci sono e sono severi: facciamoli rispettare senza tendere al ridicolo. doppio_lamp_naked.gif
 
7062757
7062757 Inviato: 27 Feb 2009 10:56
 

si sfiora il ridicolo, con un paio di bicchieri di vino hai lo stesso calo delle capacita' psicofisiche che si ha a fine giornata lavorativa (per un lavoro d'ufficio, forse per un lavoro fisico anche di piu'), allora vietiamo di andare in macchina al lavoro, o in vacanza, mi sembra assurdo.
Sono pienamente d'accordo che guidare in stato di ebbrezza sia un comportamento da perseguire e punire ma piuttosto che un controllo sul tasso alcolemico io prima di tutto farei un controllo delle capacita' fisiche del guidatore (come avviene in america). Trovo un'idiozia che io non possa bere due birre ad una grigliata perche' per legge sarei considerato ubriaco se venissi fermato da una pattuglia, quando invece dopo un'intera giornata davanti a un pc la vista e' di gran lunga piu' affaticata e fatico a mantenere alta l'attenzione.
 
7079432
7079432 Inviato: 1 Mar 2009 22:45
 

jabhack ha scritto:
si sfiora il ridicolo, con un paio di bicchieri di vino hai lo stesso calo delle capacita' psicofisiche che si ha a fine giornata lavorativa (per un lavoro d'ufficio, forse per un lavoro fisico anche di piu'), allora vietiamo di andare in macchina al lavoro, o in vacanza, mi sembra assurdo.
Sono pienamente d'accordo che guidare in stato di ebbrezza sia un comportamento da perseguire e punire ma piuttosto che un controllo sul tasso alcolemico io prima di tutto farei un controllo delle capacita' fisiche del guidatore (come avviene in america). Trovo un'idiozia che io non possa bere due birre ad una grigliata perche' per legge sarei considerato ubriaco se venissi fermato da una pattuglia, quando invece dopo un'intera giornata davanti a un pc la vista e' di gran lunga piu' affaticata e fatico a mantenere alta l'attenzione.

Tra poco ci vieteranno anche di fornicare.............se gli verrà in mente che riduce i rilessi.o quantaltro!!!!!!!!!
 
7086568
7086568 Inviato: 2 Mar 2009 22:45
 

Ho dato una scorsa veloce agli interventi precedenti e non mi sembra di aver letto niente di quanto scrivo.
Non voglio entrare in merito ai valori che ci impongono (e che ritengo demenziali) ma c'è una clausola che non sopporto e parlo del sequestro della moto.
Discorrendo con un amico avvocato (credo che ce ne saranno nel forum che possono confermare) sono venuto a sapere che se si viene fermati con un valore superiore allo 0,5% scatta il sequestro del mezzo che viene messo all'asta.
Tutto questo se la moto è intestata al guidatore al quale è notificato il fatto.
Trovo che questo comportamento sia anticostituzionale per una serie di motivi: c'è discriminazione tra auto e moto, infatti per l'auto la procedura prevede la messa all'asta se il conducente supera il 1,5% e non lo 0,5%.
Volevo fare anche un'altra considerazione: auto e moto sono considerati beni immobili, allora perchè lo stato non legifera per sequestrare casa o altro?
Ho 56 anni e mi sono stancato di vivere in questa repubblica di raddrizzabanane, per ora l'unica protesta è stata quella di stracciare la tessera di motociclismo che non ci difende più ed è dalla parte di chi è al potere 0509_down.gif 0509_down.gif 0509_down.gif 0509_down.gif 0509_down.gif 0509_vergognati.gif 0509_vergognati.gif
Gli utenti della strada sono mucche da mungere e spremere. VERGOGNA 0509_vergognati.gif 0509_vergognati.gif


PS: per l'amico che confida nella comprensione delle forze dell'ordine: a mio figlio camionista è stata ritirata la patente per una birra media e un mon cheri. La birra è stata bevuta alle 21 e il controllo è stato fatto alle 0,30. cioè 3 ore e mezza dopo.
Fai i tuoi conti....... eusa_think.gif
 
7086598
7086598 Inviato: 2 Mar 2009 22:46
 

A questo punto penso che mi chiamerò fuori dal dibattito. Sta prendendo una piega che, in maniera molto personale e con tutto il rispetto, fatico a condividere.
Forse qualcuno avrà intuito che ho ragioni per così dire personali per sostenere il concetto di tolleranza alcolica zero per chi guida - in generale (moto, auto, TIR, tram, bus). Al di là comunque di un approccio guidato dall'emotività, sono convinto che chiunque circola con un mezzo potenzialmente letale per sé e per gli altri lo debba fare in condizioni psicofisiche adeguate. Sta alla responsabilità di tutti non mettersi alla guida se si è febbricitanti o assonnati per non parlare dell'uso di droghe, e non mi sembra il caso di aprire un forum per discutere sul problema dei colpi di sonno (che tra l'altro in moto è abbastanza difficile subire rispetto all'auto o al TIR per tutta un serie di motivi; e comunque è un'altra storia). Però se io consapevolmente, deliberatamente, convinto (sbagliando) che l'effetto sia nullo, mi metto alla guida con dell'alcol in corpo devo sapere che corro un rischio e metto in pericolo, oltre alla mia, l'incolumità e spesso la vita di altre persone. Per questo, e pur sapendo e sottolineando che comunque i controlli attuali sono pochi e fatti male e qui sicuramente occorre un grande impegno da parte delle autorità, sono convinto che qualsiasi provvedimento che possa avere anche un minimo effetto di riduzione del consumo d'alcol alla guida sia utile.
E poi per favore lasciamo stare le FdO. Tra l'altro non fanno certo cassa con l'etilometro...
Libertà non è andare in giro bevuti.
E pazienza per i baristi e discotecari -vuol dire che venderanno meno birre e più chinotti.
Ci sentiamo da qualche altra parte.
doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
7086904
7086904 Inviato: 2 Mar 2009 23:10
 

cnd ha scritto:
Ho dato una scorsa veloce agli interventi precedenti e non mi sembra di aver letto niente di quanto scrivo.
Non voglio entrare in merito ai valori che ci impongono (e che ritengo demenziali) ma c'è una clausola che non sopporto e parlo del sequestro della moto.
Discorrendo con un amico avvocato (credo che ce ne saranno nel forum che possono confermare) sono venuto a sapere che se si viene fermati con un valore superiore allo 0,5% scatta il sequestro del mezzo che viene messo all'asta.
Tutto questo se la moto è intestata al guidatore al quale è notificato il fatto.
Trovo che questo comportamento sia anticostituzionale per una serie di motivi: c'è discriminazione tra auto e moto, infatti per l'auto la procedura prevede la messa all'asta se il conducente supera il 1,5% e non lo 0,5%.
Volevo fare anche un'altra considerazione: auto e moto sono considerati beni immobili, allora perchè lo stato non legifera per sequestrare casa o altro?
Ho 56 anni e mi sono stancato di vivere in questa repubblica di raddrizzabanane, per ora l'unica protesta è stata quella di stracciare la tessera di motociclismo che non ci difende più ed è dalla parte di chi è al potere 0509_down.gif 0509_down.gif 0509_down.gif 0509_down.gif 0509_down.gif 0509_vergognati.gif 0509_vergognati.gif
Gli utenti della strada sono mucche da mungere e spremere. VERGOGNA 0509_vergognati.gif 0509_vergognati.gif


PS: per l'amico che confida nella comprensione delle forze dell'ordine: a mio figlio camionista è stata ritirata la patente per una birra media e un mon cheri. La birra è stata bevuta alle 21 e il controllo è stato fatto alle 0,30. cioè 3 ore e mezza dopo.
Fai i tuoi conti....... eusa_think.gif


no guarda auto e moto sono considerati beni mobili registrati icon_wink.gif

detto questo (definire l'automobile un bene immobile è un ossimoro ^^), concordo che la confisca+ messa in vendita ai pubblici incanti sia quantomeno sospetta come cosa..

l'idea stessa della lesione di un diritto di proprietà come pena accessoria per questo genere di reato (è a tutti gli effetti illecito penale giusto? non mi ricordo se lo è sempre stato o lo è dal nuovo decreto-legge) la trovo esagerata..

perchè il danno patrimoniale subito dal "reo" è di gran lunga sproporzionato, in caso di semplice superamento del limite, rispetto alla pericolosità della condotta stessa!

instaurare una procedura concorsuale così ad muzzum io la vedo fuori da ogni logica costituzionale, considerando pure come la proprietà sia un istituto anche molto sentito e tutelato dall'ordinamento!

purtroppo queste porcate vengono fuori anche e soprattutto per questa (imho vergognosa) prassi instaurata di recente, che ha di fatto esautorato il Parlamento del suo potere legislativo, visto che ormai è tutto un decreto legge, che per costituzione dovrebbe essere un provvedimento dettato da condizioni di estrema necessità ed urgenza, non un modo sicuro, rapido e indolore per fare un pò tutto quello che passa in mente..

lo trovo decisamente preoccupante..
 
7087052
7087052 Inviato: 2 Mar 2009 23:23
 

Condivido in pieno quanto scrive pierluigi2 tranne che questo punto..

Citazione:
Tra l'altro non fanno certo cassa con l'etilometro...

Basta fare una semplice ricerca su google per rendersi conto che è il contrario e come ho già avuto modo di dire in precedenza tolleranza zero mi va pure bene, ma per chi viene fermato o a causato incidenti più o meno gravi perchè guida sotto effetto dell'alcool dovrebbe essere applicata la legge senza sconti e senza scappatoie come purtroppo spesso succede. L’art. 186 del codice della strada (guida sotto l’influenza di alcool), anche alla luce delle recenti modifiche, è estremamente punitivo nei confronti del conducente in stato di ebbrezza, basterebbe applicare alla lettera quanto si prescrive almeno nei casi più gravi

Riporto uno stralcio della legge..

Se si eccede nell’uso di sostanze alcoliche, al punto da versare in stato di ebbrezza, il codice della strada ti vieta di guidare qualsivoglia mezzo di trasporto (art. 186).

Mentre si è alla guida del veicolo e si viene fermati dall’autorità di polizia. Gli agenti di polizia decidono di compiere delle indagini preliminari per verificare il tuo stato psico-fisico.

A tal fine, possono:

1) effettuare dei test comportamentali per verificare il tuo stato di lucidità

2) sottoporti alla prova del palloncino, mediante apparecchi portatili.

Se la verifica risulta positiva (stato di alterazione derivante dall’uso di sostanze alcoliche), la polizia ti accompagna:

- presso il più vicino ufficio o comando, oppure presso una struttura sanitaria, al fine di procedere all’accertamento del tasso alcolemico.

Se, all’esito dell’accertamento, risulta un valore corrispondente a un tasso alcolemico superiore a 0,5 grammi per litro (g/l), si è considerati in stato di ebbrezza.

Le conseguenze penali e amministrative in base alle 3 fasce di tasso alcolemico

1) Se il tasso alcolemico supera 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro (g/l), si viene puniti:

- l’ammenda da euro 500 a euro 2000

- la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da tre a sei mesi

2) Se si ha un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi per litro (g/l), si viene puniti con:

- l’ammenda da euro 800 a euro 3.200

- l’arresto fino a sei mesi

- la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da sei mesi a un anno

3) Se hai un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro (g/l), si viene puniti con:

- l’ammenda da euro 1.500 a euro 6.000

- l’arresto da tre mesi a un anno

- la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a due anni

In quale caso viene revocata la patente di guida per stato di ebbrezza?

Il codice della strada prevede la revoca della patente di guida quando sei il conducente:
a) di un autobus

b) di un veicolo di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5t

c) di complessi di veicoli, ovvero in caso di recidiva nel biennio

La confisca del veicolo

La sentenza che ti condanna per il reato di guida in stato di ebbrezza, e’ sempre disposta la confisca del veicolo con il quale e’ stato commesso il reato, salvo che il veicolo non sia tuo ma appartenga ad altri.

Quando si applica il fermo amministrativo

Se, in virtù dello stato di ebbrezza, si provoca un incidente stradale, le pene sono raddoppiate e, in più, viene disposto il fermo amministrativo del veicolo per 90 giorni, salvo che il veicolo appartenga ad altra persona.
 
7087205
7087205 Inviato: 2 Mar 2009 23:37
 

Ho seguito il topic e sono anche intervenuto.Vorrei ribadire che secondo me l'intolleranza verso l'alcool e' un fatto positivo, nel senso che cosi' si chiarisce che non si puo' guidare dopo aver bevuto, cioe' si afferma un concetto che non e' passibile di interpretazioni.Se tutti gli studi sostengono che una quantita' pur minima di alcool causa una diminuizione dei riflessi, e' giusto che non si debba bere.Ad esempio ieri che ero a pranzo da un amico, in ottima compagnia e con tante belle bottiglie di buon rosso, non ho toccato nulla, e vi assicuro che non mi e' costato nulla,
perche' il pensiero di risalire in moto con la mia fidanzata e percorrere 100 km per tornare a casa in totale sicurezza, mi ha veramente ripagato.Prima nelle stesse condizioni magari un bicchiere l'avrei bevuto, ma adesso ho capito che non e' il caso, ci possono essere tante situazioni nelle quali poter bere tranquillamente.
Certo e' dura modificare le proprie abitudini(io bevo volentieri un bicchiere o due, o tre...se sono in compagnia)ma quando devo guidare, evito.E ripeto, non mi costa davvero nulla e sono in pace con me stesso.
Perdonate la predica...
 
7089008
7089008 Inviato: 3 Mar 2009 12:19
Oggetto: Re: sarà vero? nuova proposta di legge alcool alla guida
 

MforMatteo ha scritto:


senza starci a girare intorno, pare che i politici siano concordi nell'abbassare il limite di alcool nel sangue a.. udite udite.. 0%!!!!


voi che ne pensate?


sono d'accordo. In una nazione civile questo limite sarebbe eccessivo. Ma gli italiani non sono davvero civili, semmai semi civilizzati.

Sono favorevole perché il limite a zero è un messaggio comprensibile anche agli zoticoni, ai bifolchi che masticano poco le unità di misura, agli stranieri che parlano poco l'italiano e ai ragazzini neopatenti e ai candidati al club degli alcolisti.

ZERO è molto più chiaro che non 0,2 g/l 0,4 g/l ecc.

ZERO. Punto. Niente storie. Chi guida beve acqua minerale. Se vuoi bere non guidi.

Personalmente non la ritengo una grossa rinuncia.

Certo anche a me fa piacere bere un pò di vino quando vado al ristorante. Pazienza, ne posso fare a meno.
Siamo circondati da persone con ZERO senso civico e intelletto... l'unica cosa che capiscono è ZERO.
 
7089370
7089370 Inviato: 3 Mar 2009 13:25
 

Ricordo sommessamente che c'è un precedente storico in tema, il proibizionismo negli anni 20 in America e sappiamo come è andata a finire. Non ci si può nascondere dietro un dito perché è un atteggiamento profondamente antieducativo. Si stabilisce un limite e lo si fa osservare. Dire, "siccome gli italiani sono incivili li trattiamo come bambini", non solo non è giusto verso tutti quegli italiani che civili sono, non solo è una generalizzazione e come tale un'affermazione stupida (scusa frefallin9, non sto dando dello stupido a te, ci mancherebbe altro, ma alla generalizzazione in genere) ma è appunto profondamente diseducativo perché tanto, chi è abituato a mettersi alla guida sbronzo continuerà tranquillamente a farlo e guiderà senza patente mentre si andrà a penalizzare le persone rispettose della legge.
E ricordo che, in linea di principio, le leggi dovrebbero essere quantomeno giuste.
 
7089404
7089404 Inviato: 3 Mar 2009 13:31
 

tranquillo, ho capito quello che dici e sono d'accordo (vedi premesse del mio intervento), ma sono anche realista e so che in Italia i controlli non si fanno o sono davvero scarsi.

Certo la soluzione dei controlli sarebbe l'unica vera soluzione. Pattuglie, etilometri, ecc. Ma ci credo poco...

Purtroppo è vero che ci rimettono sempre le persone che hanno buon senso e sono educate e civili. E' sempre così.

Ma ormai sono disilluso. Con gli italiani non si può sperare nel processo educativo o nel senso civico. Inoltre le nuove generazioni non brillano certo per civiltà e buon costume e con l'acolo c'è feeling.

Il proibizionismo mi sembra un parallelo eccessivo. In quel caso si vietava a tutti la possibilità di bere alcolici. Nel caso in questione si tratterebbe solo di chi guida.

Sapevo che il mio intervento avrebbe suscitato una reazione di questo tipo. Ma sono machiavellico, non ci posso far niente.
 
7089475
7089475 Inviato: 3 Mar 2009 13:45
Oggetto: Re: sarà vero? nuova proposta di legge alcool alla guida
 

Freefallin9 ha scritto:


Ma gli italiani non sono davvero civili, semmai semi civilizzati.



Semi-civilizzato sarai tu, di qualunque etnia tu sia, io sono italiano e sono molto piu' civile di uno che spara una sentenza razzista su un forum pubblico.

Freefallin9 ha scritto:

Sono favorevole perché il limite a zero è un messaggio comprensibile anche agli zoticoni, ai bifolchi che masticano poco le unità di misura, agli stranieri che parlano poco l'italiano e ai ragazzini neopatenti e ai candidati al club degli alcolisti.



Ottimo, pero' se smettiamo per un attimo di fare i moralisti a spada tratta e ragioniamo sulla cosa magari vengono fuori anche altri aspetti.
Gia' ora ci sono feree leggi riguardo al bere e mettersi alla guida, il limite imposto oggi NON e' assolutamente "di manica larga", pero' c'e' gente che beve 5 cuba a sera e torna a casa bello gasato con la sua golf gti, questo cosa lascia intendere? Che il maranza della situazione non e' minimamente interessato alla sua sicurezza e a quella degli altri, a lui basta bere e correre con la speranza che non venga fermato da una pattuglia. Crediamo davvero che imponendo il limite di 0 qualcosa cambierebbe nella mentalita' di chi esce il sabato sera per bere come una spugna? Io dico di no. Imporre un limite di 0 porterebbe invece secondo me al discorso generalizzato tipo: vabe', ormai mi sono fatto la birretta, son gia' fuori norma, tanto vale continuare sulla buona strada...
Guidare in stato di ebbrezza e' una cosa gravissima e come tale deve essere trattata, ma non si puo' equiparare l'ubriaco al volante con il ragazzo che va a mangiare un filetto al ristorante e si beve un bicchiere di vino... per favore...
Spesso leggo sui giornali di tragedie legate a incidenti in cui sono coinvolti motociclisti che riportano titoli come : guidava la sua POTENTE MOTOCICLETTA e ha perso il controllo del mezzo...
A quanti di noi da fastidio che scrivano quelle parole quasi a voler colpevolizzare la categoria, come se una moto fosse uno strumento di morte? A parecchi a quanto leggo e sento.
Bhe a me da ugualmente fastidio pensare che se dovesse succedermi qualcosa alla guida dopo aver bevuto UN bicchiere di vino passerei per criminale esattamente come quello che di ritorno da Karma si e' benzinato tutta sera.
 
7089908
7089908 Inviato: 3 Mar 2009 14:59
 

Per la cronaca: nessun moralismo e nessuna sentenza razzista. Mi basta guardare fuori dalla finestra per vedere come si comportano molte persone, non bisogna fare chissà quale indagine sociologica per capire che gli italiani sono mediamente più incivili di altri popoli europei.

ribadisco che sono favorevole alla proposta. Poi si sa, ognuno ha le sue ragioni. Anche a me dispiacerebbe non poter bere un bicchiere di vino al ristorante, ma posso sopravvivere all'idea.

jabhack ha scritto:


Crediamo davvero che imponendo il limite di 0 qualcosa cambierebbe nella mentalita' di chi esce il sabato sera per bere come una spugna?


Si ci credo. Nessuno reputava che la legge contro il fumo nei locali avrebbe sortito l'effetto desiderato.. e invece... in una nazione dove i cittadini erano abituati da sempre a fumare dove volevano, senza alcun rispetto per i non fumatori.

Ho già ribadito che anch'io reputo il limite eccessivo in un mondo di persone che hanno un briciolo di buon senso, ma a ben vedere buon senso ce n'è poco in giro per le strade.
 
7090161
7090161 Inviato: 3 Mar 2009 15:30
 

Non intedevo darti del razzista, rileggendo il mio precedente messaggio forse non e' chiaro ma intendevo dire che non sono d'accordo nel dire che noi italiani siamo un popolo di incivili, e' una generalizzazione che non tiene conto del fatto che quello che spesso noi additiamo come "comportamento italiota" lo si trova anche in altri paesi europei come ad esempio la Francia (paese europeo con il piu' alto numero di risse tra automobilisti), pero' spesso noi abbiamo poco senso di appartenenza alla nostra nazione e siamo i primi a muovere autocritiche.
Io penso che purtroppo, anche abbssando il limite a 0 le differenze saranno minime rispetto ad ora, perche' quello che esce con il solo scopo di ubriacarsi lo fa senza la minima preoccupazione di quello a cui potrebbe andare incontro, cambiera' solo che noi (e mi includo) con un minimo di coscienza eviteremo di bere IL bicchiere di vino a tavola, mentra chi ora guida con un tasso di 1.5 continuera' a farlo. Sono pienamente d'accordo con te nel dire che se puo' dimostrarsi utile abbassare il numero di ubriachi al volante sia giustissimo intraprendere questa strada, ma temo invece non ci saranno cambiamenti. Il problema non e' 0.2 o 0.5, ma come dici giustamente tu, l'educazione e il rispetto per la propria e altrui vita.
 
7090260
7090260 Inviato: 3 Mar 2009 15:41
 

guarda siamo davvero d'accordo su tutto. Ma penso che una legge come questa servirebbe.
Ti assicuro che mai avrei pensato di vedere rispettata la legge contro il fumo nei locali pubblici. Eppure è accaduto, da un giorno all'altro!

Il limite a zero g/l è un segnale inequivocabile che non da adito a intepretazioni legali, dubbi di misurazione, ricorsi e scappatoie.

Proprio ieri sera ho cenato con un amico che è di quelli che si metteva alla guida anche dopo aver esagerato con i bicchieri. Tante volte gli è andata bene, ma era davvero pericoloso. Da poco ha riavuto la patente dopo che gliela avevano ritirata per 6 mesi. L'han pizzicato solo perché è stato coinvolto senza colpe in un piccolo incidente, causato da un altro ubriaco, e la polstrada ha controllato tutti.
Morale... ora ha imparato la lezione. Ieri ha bevuto una birra in tutta la serata, perché doveva guidare.

Il succo è che persone come lui non capiscono ragioni. Ci avevo provato mille volte a convincerlo a moderarsi o passare la mano facendo guidare altri. Ma niente. L'ha capita solo con la punizione. Ritiro patente, multone di 4mila euro e processo penale.

Purtroppo sono tanti così. Lui è mio amico, ma è indifendibile per quanto riguarda questo aspetto.

Il limite zero è forte dal punto di vista psicologico. Fa presa sulle persone.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 7
Vai a pagina Precedente  1234567  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Sicurezza e PrevenzioneNotizie dalla Cronaca

Forums ©