Tecnica
Verniciare le carene: guida per un lavoro ben fatto
Scritto da faxe - Pubblicato 27/12/2007 09:15
Come fare verniciature di alta qualità e tutto quello che serve per ottenere un ottimo risultato

Molti di noi acquistano una moto anche per un fattore di estetica, oltre che di prestazioni, perché è ovvio che una moto debba anche piacere (come si dice… anche l’occhio vuole la sua parte).

Alcuni di noi invece, preferiscono “plasmare” la moto a loro piacimento, e ciò può essere reso possibile grazie ad alcune modifiche mirate, con l’uso di vetroresina, carbonio e quant’altro.
Modifiche di tale portata però sono spesso consigliate soltanto a chi ha una buona dimestichezza con i materiali da trattare.

La parte più “soft” di una modifica estetica è quasi sempre la verniciatura delle carene.

Ma, anche per questo passaggio, è necessario seguire alcune semplici regole, per far si che il lavoro finale risulti ben fatto, e che la vernice non inizi a scrostarsi dopo pochi giorni… ecco perciò cosa è bene fare e quali materiali occorrono.


- Scegliere la vernice -

Quando si parla di verniciatura, molte persone pensano che sia sufficiente andare al supermercato e comprare una bomboletta del colore desiderato e, una volta tornati a casa, sia sufficiente spruzzare sulla carena.
Questo è un passaggio decisamente sbagliato, in quanto esistono diversi tipi di vernice e altri componenti aggiuntivi da passare durante la preparazione e a fine verniciatura.

Partendo dalla vernice, in commercio ne troviamo vari tipi di varie marche, quelle che andremo a scegliere per la colorazione delle carene però restringono il campo di ricerca.
Le carene infatti sono in plastica o in vetroresina, perciò è ovvio che si andranno ad escludere le vernici per metalli e per muratura.

Sostanzialmente le vernici per le carene possono essere divise in due grandi gruppi:
  • monocomponente (vernici alla nitro)
  • bicomponente (vernici acriliche e poliuretaniche)

La vernice alla nitro si definisce monocomponente in quanto indurisce grazie all’evaporazione dei solventi in essa contenuti, si può avere sia con finitura lucida che con finitura opaca

Le vernici acriliche o poliuretaniche invece si definiscono bicomponente in quanto sono composte (come dice il nome stesso) da due componenti: la vernice e il catalizzatore, quest’ultimo ha il compito di far indurire la vernice.

Le vernici alla nitro tuttavia saranno bandite da inizio 2008, a favore delle vernici bicomponente… ed è perciò su queste che andrà a concentrarsi la nostra attenzione.

Ci sono tanti effetti che si possono realizzare con una vernice:
si parte dal colore pastello, si passa poi al metallizzato, al perlato ed al cangiante.

Le vernici acriliche hanno dalla loro una maggiore brillantezza, ma purtroppo hanno lo svantaggio di essere abbastanza delicate, a queste si contrappongono le poliuretaniche, che sono leggermente meno brillanti, ma decisamente più robuste.

Per ottenere un effetto perlato o cangiante inoltre è necessario adottare una vernice bicomponente doppio strato, questa vernice è costituita da un colore di base non catalizzato (solitamente color pastello), su cui va applicato un lucido bicomponente (trasparente più catalizzatore), nel trasparente sono presenti delle particelle colorate che, andando a sovrapporsi con il colore di fondo, creeranno l’effetto finale.

C’è un ultimo passaggio necessario per scegliere la vernice che più fa al caso nostro: bisogna scegliere il metodo di applicazione.

Per verniciare una carena possiamo infatti adottare 2 soluzioni:
  1. a bomboletta
  2. con compressore

Tutti i carrozzieri solitamente adoperano una verniciatura fatta con compressore e pistola, questo tipo di verniciatura è perciò consigliata per avere un lavoro fatto alla perfezione, ma soltanto se si ha dimestichezza con gli attrezzi adatti.

Ultimamente, nei colorifici meglio forniti, è possibile anche farsi fare delle bombolette spray con il colore desiderato, questo tipo di verniciatura può ottenere (se ben fatta) un buon risultato.


In definitiva, scegliere la vernice che più si adatta al tipo di lavoro che vogliamo fare non è poi così semplice come può apparire, però ecco uno spunto per scegliere un prodotto buono:
  • vernice poliuretanica bicomponente
  • verniciatura con compressore.

- Preparare una carena -

Prima di passare alla verniciatura, è necessaria una piccola preparazione della parte che andremo a verniciare, infatti una vernice bicomponente per resistere a lungo ha bisogno di essere spruzzata su una superficie ruvida,ecco come si deve andare ad agire.

Innanzitutto è sempre meglio smontare la parte da verniciare ed appoggiarla su un supporto, in modo da poter avere piena libertà di movimento. Un altro fattore molto importante è la pulizia dell’ambiente di lavoro, anche solo un minimo di sporco può infatti andare a compromettere il lavoro che vogliamo fare, costringendoci a ulteriori passaggi poco graditi. Le verniciature inoltre vengono solitamente fatte a temperatura ambiente (circa 20-22 °C).

Dopo aver smontato la carena avremo bisogno di alcuni attrezzi indispensabili:
  • carta vetro di diverse granulometrie
  • antisilicone
  • primer (detto anche fondo o aggrappante)

Per prima cosa la parte da lavorare dovrà essere carteggiata con una carta vetro di grossa granulometria, si partirà per esempio da una grana 400, per arrivare a una grana 800 ad acqua.

Tutta la superficie da verniciare deve essere carteggiata per bene, non devono rimanere solchi troppo profondi, né tantomeno parti eccessivamente lisce. L’ultima carteggiata va fatta con una grana fine proprio per uniformare il più possibile la superficie, in questo modo non rimarranno a fine lavoro dei “gradini” antiestetici. La carta vetro ad acqua va ammorbidita in acqua normale (a volte per finiture più accurate si può optare per acqua e sapone).

Dopo aver carteggiato tutto, bisogna rimuovere ogni minimo segno di detriti quali ad esempio particelle di plastica, particelle di carta vetro e polvere. Per fare ciò solitamente si usano dei solventi, io personalmente però preferisco usare un prodotto chiamato “antisilicone”, lo si trova in colorificio in bombolette spray, è sufficiente una passata leggera di questo prodotto per far sì che tutte le impurità rimangano incollate ad esso, e dopo averlo passato basterà una leggerissima strofinata con un panno morbido per rimuovere tutto ciò che può pregiudicare il nostro lavoro.

Una volta terminata la fase di carteggiatura, è sempre bene dare una prima mano di primer, questo prodotto sarà la base del nostro lavoro, in quanto è a lui che ci affideremo per ottenere una vernice solida e duratura.
Il primer si può reperire in colorificio in diversi colori, ecco perciò che se vorremo una verniciatura al massimo della brillantezza utilizzeremo un primer bianco, se invece vogliamo una verniciatura leggermente più scura ne utilizzeremo uno grigio oppure uno nero.
Il primer viene chiamato anche “aggrappante” in quanto il colore che gli applicheremo sopra andrà a fissarsi proprio su di esso e non direttamente sulla plastica, ecco perciò che il nostro lavoro sarà suddiviso alla fine in ben 4 strati:
  • carena
  • primer
  • vernice
  • lucido

- La verniciatura -

Bene… ora che la nostra carena è pronta, carteggiata e col primer, non ci resta che verniciare.
La verniciatura deve essere fatta secondo alcuni criteri basilari, non è infatti sufficiente spruzzare ed attendere pochi minuti.

Le vernici, come detto in precedenza, devono essere spruzzate in un luogo pulito ed asciutto, preferibilmente a temperatura ambiente, oltre a questo vanno aggiunte altre precauzioni:

  1. bisogna sempre verniciare a una distanza minima di 25-30 cm dal pezzo, ciò consentirà di creare una verniciatura omogenea e uniforme
     
  2. bisogna fare più passate, regolando bene la pressione di esercizio del compressore (o della bomboletta), ogni passata va data a distanza di circa 2 ore dalla precedente, in questo modo saremo sicuri che il colore sottostante sarà completamente asciutto*, e facendo delle passate più fini eviteremo di fare delle brutte colature.

* il tempo di asciugatura varia molto in base alla temperatura e all’umidità dell’ambiente


- La finitura -

Ora che la nostra carena è verniciata dovremo assicurarci che il colore non salti via alla prima uscita (complici sono spesso le pietroline presenti sull’asfalto).

Per far ciò ci dovremo procurare una vernice trasparente da applicare sopra il colore, questa vernice si può trovare sia con finitura lucida che opaca, il trasparente va applicato esattamente come spiegato in precedenza, facendo però molta più attenzione alla pulizia dell’ambiente di lavoro.

Quando si arriva alla fase di lucidatura è consigliabile lavare con uno straccio umido il pavimento del locale in cui lavoriamo, in questo modo le particelle di polvere e di sporco ancora in sospensione nell’aria andranno ad “incollarsi” al pavimento, permettendoci di ottenere una finitura ideale.

Il trasparente di solito si applica in 2 passate, una volta terminata la seconda bisogna attendere che asciughi e, infine, è sempre buona cosa dare una passata di polish lucidante.
Il polish è un prodotto abrasivo che si può reperire in varie granulometrie, va applicato con un batuffolo di ovatta e deve essere passato premendo molto delicatamente, per non opacizzare la vernice trasparente appena data, questo passaggio serve per eliminare anche la minima imperfezione.

Infine, se proprio vogliamo arrivare al top, procederemo con una passata di cera per donare brillantezza a tutto il lavoro svolto finora.


Ecco perciò i prodotti che bisogna necessariamente avere per poter fare una verniciatura professionale:
  • compressore con pistola
  • carta vetro
  • primer
  • vernice
  • vernice trasparente
  • polish
  • cera

…e tanta pazienza… oltre a tanta fantasia.
 

Commenti degli Utenti (totali: 61)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: matte678 il 27-12-2007 09:54
Davvero un ottimo e utile articolo, complimenti!!

Io mi sono cimentato in un lavoro del genere per verniciare dei cerchi in lega (di un'auto) nero opaco e devo dire che con un bel pò di pazienza è venuto davvero un discreto lavoro...

Una sola domanda.. hai qualche nome/marca per l'antisilicone di cui parli nell'articolo?
Commento di: faxe il 27-12-2007 14:52
di antisilicone (o diluente antisiliconico) ce ne sono svariate marche, io personalmente uso quello della silcar, lo trovo tranquillamente in qualunque colorificio
Commento di: ManopolaDestra il 27-12-2007 14:36
Articolo davvero interessante! Complimenti!!!
Commento di: jetbyke il 27-12-2007 20:08
veramente una ottima recensione,complimenti,molto chiara. Se mi posso permettere però di darti qualche consiglio,dovresti:
-chiarire meglio la posizione che devono tenere le carene durante la verniciatura
-spostare tutto l'occorrente ad inizio pagina,in modo che il lettore abbia chiaro quello che deve comprare e poi passare alla esecuzione del lavoro.
per il resto un sincero BEN FATTO,mi tornerà molto utile.
Commento di: faxe il 28-12-2007 01:39
purtroppo io non posso più modificare l'articolo...magari davide riesce a fare qualcosa
Commento di: urano88 il 27-12-2007 23:05
Quanto bisogna spendere per fornirsi di una pistola (e compressore) decente? O in alternativa i colori in bombolette come sono? L'effetto finale è comunque dignitoso?

Mi piacerebbe poter fare il lavoro da solo!
Commento di: faxe il 28-12-2007 01:43
sinceramente di pistole e compressori ce ne sono un pò di tutti i prezzi e di tutti i tipi, ovvio che se scegli materiale professionale in un attimo sfori i 300 euri.

le vernici in bomboletta, se fatte fare, sono valide (anche lì dipende dai gusti e dalle marche)...bisogna però farci la mano in ogni caso.

Come consiglio potrei dirti di provare prima a verniciare un pezzo che non ti serve, in questo modo puoi regolarti sulla pressione da applicare sul tappino e la distanza da mantenere
Commento di: Andy87 il 28-12-2007 18:33
sembra lo hai fatto apposta proprio adesso che le devo verniciare....thanksss
Commento di: Andy87 il 28-12-2007 18:42
ahn volevo chiederti per la verniciatura la posso fare lo stesso con queste temperature oppure no?
bisogna per forza essere sui 20°?
grazie
Commento di: faxe il 28-12-2007 23:10
puoi farla anche con queste temperature, però è consigliabile farla di giorno quando la temperatura è più alta, la vernice ci metterà solo più tempo ad asciugare
Commento di: pieron il 03-01-2008 11:19
La chiarezza del tuo articolo mi ha davvero entusiasmato. Tenterò di verniciare non la mia Kawasaki "z 350 i" dell'80 ma il mio piaggio "sì" e, per parcondicio, anche la lavatrice di mia moglie.
Speriamo bene ( fino ad oggi ho sempre verniciato in maniera perfetta solo le mie mani).
Buon 2008.
Pieron.
Commento di: Tonys_05 il 03-01-2008 13:44
Tutto molto chiaro e preciso, volevo solo aggiungere un prodotto molto importante il DILUENTE o L'ACQUA RAGGIA che servirà per chi vernicarà a compressore, se si possiede una sola pistola il diluente serve per diluire la vernice il trasparente per avere una migliore fuoriscita del prodotto dalla pistola, poi questo prodotto serveanche per lavare la pistola dopo aver usato la vernice per poi passare al licido.
Commento di: faxe il 07-01-2008 09:51
questo non è del tutto esatto, in quanto:

1. se si vernicia a compressore è utile il diluente, ma SOLO quello alla nitro, l'acquaragia è troppo aggressiva e rischia di andare ad intaccare la plastica dei pezzi in lavorazione

2. le vernici in commercio attualmente son per lo più acriliche, cioè a base d'acqua,ciò implica il fatto che per diluire e pulire la pistola è sufficiente un pò di acqua (meglio se demineralizzata, così seccandosi non lascia tracce di calcare all'interno della pistola). Il diluente serve più che altro nel caso in cui volessimo andare a rimuovere un eccesso di vernice o una sbavatura sul pezzo...anche se, in questo caso, io preferisco comunque aspettare che la vernice asciughi e poi eventualmente ri-carteggiare.
Commento di: Sansone il 03-01-2008 17:52
Articolo che definire esaustivo è un eufemismo!!!! Complimenti davvero.... Tra l'altro credo mi servirà primavera prossima..... Ho un paio di ideuzze....

Ride Free
Commento di: heco il 03-01-2008 18:34
articolo stupendo, proprio quello che mi serviva, solo una domanda:

mi collego all'argomento per chiarirmi un dubbio:

devo riverniciare la mia moto perchè il colore è ormai sbiadito, c'è bisogno di eliminare il colore precedente e quindi far uscire di nuovo alluminio vivo (su serbatoio) e plastica (su codone e parafango) o si procede in modo diverso? magari si toglie solo la mano di lucido...

Luc@
Commento di: faxe il 07-01-2008 09:43
non c'è bisogno di arrivare fino ad alluminio vivo, è sufficiente dare una carteggiata superficiale, giusto da opacizzare la superficie del pezzo da verniciare.
Commento di: speedfight91 il 04-01-2008 13:29
veramente bel lavoro.....
io ho verniciato 2 pezzi della carena e dopo aver dato il primer ho aspettato una mezz'ora ,poi ho dato una leggera carteggiata poi ho dato la vernice però il colore con una sola mano di vernice viene un po "finto" si vede che è fatto a casa....come potrei migliorare l'effetto finale?
Commento di: faxe il 07-01-2008 09:45
beh, il risultato finale dipende anche dal colore del primer che hai scelto (nero,grigio o bianco).
Io ti consiglierei di dare almeno un'altra mano di colore per renderlo più "netto", e infine una mano o 2 di trasparente per dare protezione e brillantezza alla verniciatura
Commento di: balex_ il 18-05-2009 18:39
se io volessi fare una carena nero metallizzato che primer devo usare per farlo?
Commento di: Loris92 il 05-01-2008 14:15
complimenti bel articolo mi serviva propio grazie
Commento di: Andy87 il 23-01-2008 20:11
ciao, scusa volevo chiederti quanti litri servono più o meno per fare le carene complete escluso serbatoio con 2 passate?
perchè per ora ne ho preso 0.750 lt, pensi bastano?

grazie mille
Commento di: teo_aerox90 il 24-01-2008 20:22
ciao...bella recensione complimenti....volevo sapere per il colore perlato cioè quello ke man mano giri cambia di colore...tipo dal fuxia al blu tutto matallizato...devo fare la base color pastello??e che colore??grazie...!!
Commento di: faxe il 27-01-2008 01:16
il colore che cambia di tonalità a seconda dell'angolazione a cui è sottoposto alla luce si chiama cangiante (oppure chamaleon)

sono vernici piuttosto difficili da reperire e spesso molto costose (si va dai 150 a circa 1000 euro al litro) a seconda dei vari effetti.

se guardi nel topic dedicato alla mia moto (http://www.motoclub-tingavert.it/t217353s.html) noterai che io l'ho fatta proprio utilizzando alcune di queste vernici
Commento di: palevi il 26-01-2008 10:21
ciao ottimo articolo ti vorei fare una domanda. per donare piu brillantezza al colore, hai consigliato di scegliere un colore pastello, a me per esempi serve il nero pastello, senzxa catalizzatore, e poi un lucido trasparetne bicomponente con catalizzatore. ma quindi il nero dev essere NON bicomponente, giusto°??? ed esistono le poliuretaniche NOn bicomponenti, ??? grazie, poi un altra domanda, il polish, corrisponde alla pasta abrasiva? che granulometria consigli? è molto importante passarlo? grazie ! ciao!!
Commento di: Maxisword il 06-02-2008 03:19
ciao!!! io lavoro in un colorificio che serve carrozzerie...Ste cose che hai detto son tutte vere c è da avvisare i lettori che certe moto (soprattutto moto da cross con serbatoioi in plastica) hanno un difetto "trasudano" cioè i fumi della benzina causano lo staccamento di qualsiasi cosa ci sia sopra con primer o senza nn c è assolutamente metodo di attaccare la vernice in certi punti... se mi sai risolvere sto problema sei un grande io ho chiesto a tecnici della Standox e nn mi han saputo rispondere o meglio mi han detto che nn si può... ciao ciao
Commento di: fulicchio il 12-02-2008 22:03
Finalmente ho capito come fare a ritoccare la carena del mio BMW K 100 RS del 91. Ma ho questo problema, e vorrei chiederti un consiglio: si riesce a trovare il colore originale? sul sito http://www.bmbikes.co.uk/paintcodes/blacks.htm si chiama cod. 162 Classic Black Metallic. O devo cercare qualcosa che gli somigli? Dovrei solo ritoccare alcune parti scheggiate della carena e degli specchietti.

Grazie molte. Giuseppe
Commento di: faxe il 13-02-2008 02:30
Ciao Giuseppe!
io solitamente mi rivolgo ad un colorificio piuttosto grande, quando mi serve un colore specifico chiedo direttamente ai ragazzi che lavorano lì, se mi capita di avere già il codice loro controllano nei loro "archivi" (non sò se si chiamino così) se hanno una tonalità che corrisponde...in alternativa mi faccio consigliare direttamente, alcune volte se non c'è la tonalità i ragazzi stessi modificano altri colori preesistenti in archivio per raggiungere, per quanto possibile, la tonalità richiesta; ma questo avviene molto raramente.

Pertanto, l'unico consiglio che mi sento di darti al momento è: vai in un colorificio ben fornito e chiedi il codice bmw 162 "classic black metallic" e vedi cosa ti dicono loro, quasi sicuramente se la bmw ha reso pubblici i codici riuscirai a farti fare la stessa vernice
Commento di: fulicchio il 13-02-2008 18:49
Si, il colore si trova, ho contattato questo colorificio: http://www.ritoccoauto.it/ che li prepara a prezzi accessibili e in versione bicomponente. Ma vorrei chiederti un altra cosa: per colmare il dislivello che nella scheggiatura della vernice c'è tra la stessa e la plastica sottostante, si può mettere dello stucco prima del primer?

Grazie ancora, Giuseppe.

Poi invierò le foto delle fasi del mio lavoro!

Commento di: faxe il 18-02-2008 01:48
suppongo che tu possa usare dello stucco,però sinceramente io non ho mai fatto questa prova e non sò dirti se possa funzionare
Commento di: ElleEffe il 26-03-2008 11:44
Ogni passaggio dal primer alla vernice al trasparente va applicato con compressore giusto?
Basta una normale pistola per verniciare da compressore?
Bisogna applicarci un ugello di una misura precisa?
Ed infine, il polish di quale granulometria è meglio usarlo?
Grazie
Luca
Commento di: cottolengo il 10-05-2008 21:28
io dovrei verniciare i cerchioni.... cm potrei fare ??
Commento di: NRGmc3XD il 26-06-2008 09:32
Avrei una domanda...ma quanto viene il lavoro...in totale...dico vernice acrilica lucida a bomboletta....e il resto del materiale che serve...Se mi potresti fare l 'elenco...mi faresti un favore...cosi mi facevo un idea....grazie in anticipo...
p.s....ottima guida..
Commento di: crazi il 11-07-2008 16:44
Gran bell'articolo, illustra benissimo tutte le fasi.
Io volevo però fare delle colorazioni diverse, l'unica cosa che mi preoccupa, è che mi verrà uno scalino nella vernice, sapresti dirmi la procedura per fare due colorazioni in maniera decente?

Grazie
Commento di: gado il 01-08-2008 16:48
ottimo articolo in questi giorni vado a comprare tutto quello che hai detto per verniciare il mio phantom speriamo che venga bene ciao
Commento di: aliStHar il 05-08-2008 15:29
veramente un bell'articolo...però avrei una domanda...io praticamente mi sto cimentando nel verniciare le plastiche dello sterzo del mio sh...dopo aver ottenuto veramente un ottimo risultato utilizzando una bomboletta nero lucido ho deciso di applicare il trasparente lucido...però appena vado a fare la prima passata il risultato è uno strato che inizialmente andava sul biancastro poi dopo aver aspettato che il pezzo asciugasse il risultato è un pò migliorato ma sempre biancastro...ora vorrei sapere se ho ecceduto un pò nel dosare l'utilizzo?? ringraziamenti anticipati...
Commento di: 1991matteo il 18-09-2008 14:29
voglio verniciare la r125 tutta nera quanto mi verrebbe a costare + o -..io ho la r125 nera con dei pezzi grigi e voglio i pezzi grigi tutta nera sarà massimo 2 metri quadri di vernice x ricoprirla tutta...cosa dite il prezzo ???
Commento di: alethebest il 14-10-2008 19:34
ciao complimenti per l'articolo scritto davvero bene...
ma per le scocche in metallo devo utilizzare la stessa procedura
Commento di: NAPOLEON749dark il 30-12-2008 18:01
devo verniciare il codino della mia 749 dark... ho finalmente trovato il codice... ma mi chiedevo il trasparente va messo comunque alla fine del lavoro?? ps se sapete il codice ditemelo cosi lo controllo!!! grazie!!
Commento di: NAPOLEON749dark il 08-01-2009 15:39
allora?? nessuna risposta??
Commento di: TheFede92 il 07-01-2009 17:25
quanto si spenderebbe per tutti quegli strumenti e vernici?
Commento di: ubepp il 02-04-2009 17:41
aiuto... sono nuovo del forum mi servirebbero alcune "dritte"
Devo verniciare una ducati monster le parti sono serbatoio in metallo, cupolino parafango e codino in plasticavetroresina.
Il serbatoio a due bozzi di cui uno enorme già stuccato un precedenza ...
Premetto che dalla parte dei bozzi ho carteggiato tutto fino a portarlo al ferro mi rimane tutto il restoma non so se devo fare tutto il serbatoio fino al ferro oppure basta opacizzare la vernice vecchia?
Commento di: balex_ il 18-05-2009 14:41
se io volessi fare le carene metallizzate come posso fare??
Commento di: Volata il 15-07-2009 12:31
Bellissimo articolo, molto interessante! A breve vernicerò un casco! Giusto per fare qualche prova! Grazie di tutto!
Commento di: PhobiaBooster93 il 05-08-2009 16:15
scusate a tutti... io ho un booster con le carene non verniciate.. avete presente quelle di biolla da verniciare? comunque quelle... e volevo chiedere se si dovevano scartavetrare pure quelle...
e poi l'ultima domanda.. io ho dei graffi un pò profondi sul fianco destro in seguito ad una caduta e volevo sapere come poterli togliere prima di riverniciare lo scooter.. con lo stucco o semplicemente mettere a livello con la carta vetrata?
Commento di: motobook il 08-11-2009 10:57
Veramente un bell'articolo... l'avessi letto prima di riverniciare il motorino (2 anni fa)..
cmq mi è rimasta una perplessità, hai scritto che il primer o aggrappante è o grigio o bianco o nero... quello che invece usai io era trasparente.. cambia qualcosa?
Commento di: unodi40 il 23-02-2010 10:23
Grazie, bell'articolo veramente

ciauz
Commento di: Andry83 il 07-03-2010 16:36
Per le vernici bicomponente poliuretaniche che percentuale di catalizzatore bisogna usare,è sufficiente un 25%?E per le acriliche è sufficiente un 25%
Commento di: zipposurf il 16-09-2010 19:24
^?l:
Commento di: kapozzo94 il 27-09-2010 18:46
ma il costo complessivo quanto è?
intendo verniciandolo con il copressore...soprattutto del colore...
Commento di: sirlillo il 04-04-2011 16:45
Ho sentito dire che per verniciare fai da te, il compressore deve essere "almeno" un 100l... altrimenti la pressione non basterebbe

Che ne dici?
Commento di: Ospite il 10-05-2011 11:21
Ciao, vorrei sapere le diverse misure di carta vetro per le carene di SH 150,
poi riepilogando le fasi:
Carteggiare le carene,
L'antisilicone a che serve e quando va applicato,
Dopo si applica il primer, 2 passate, poi vernice cin bombolette ricomponenti, acriliche o poliuretaniche,
Dopo la vernice si applica il trasparente, per l'effetto lucido ed infine si applica il polish e se possibile la c'era, giusto?
Inoltre io dovrei verniciarlo di bianco perla, ci sono particolari attenzioni o cose in piu da fare???
Grazie!
Commento di: LupinIIIbis il 20-07-2011 12:37
io ho una domanda... nel caso in cui volessi realizzare la moto di colori nero e bianco per esempio... come potrei fare? fare il fondo bianco e successivamente dipingere le parti di nero creando una sorta di negativo con dei fogli di carta?

rischierei di fare un pasticcio e basta?
Commento di: bitta96 il 23-09-2011 20:08
Questo post mi ha davvero schiarito le idee! volevo solamente sapere una cosa, tra una passata e l'altra di vernice, devi rimettere ogni volta l'aggrappante?
Commento di: xpressmike il 27-09-2011 22:35
bravo bella descrizione, ho una domanda, io devo fare la carena sotto dell aprilia rs 50, (sotto è rossa e vorrei farla nera) pero è tipo un colore ne lucido ne opacoè una via di mezzo , che primier e nero mi consigli?graziee!
Commento di: modelero il 22-11-2011 22:10
ciao,io consiglio anche un primer nero lucido se si fa un metallizzato,in questo caso risalta i colori
Commento di: brunokico il 13-01-2012 19:38
Ciao scusa sto per verniciare il mio scooter e ho trovato la tua guida perfetta...solo un po carente con i tempi...vorrei sapere appena messo il primer quanto tempo deve trascorrere per applicare la vernice? ti prego risp
Commento di: davide83 il 03-02-2012 18:17
ottima guida!! molto utile!!!
Commento di: Iodosan il 12-04-2012 20:18
Vorrei capire esattamente il tipo il di vernice di cui parli che i colorifici ben forniti preparerebbero già fatta in bomboletta.
Con le bombolette spray acriliche (acrilati) ho una vasta esperienza ... e non è positiva :) non è un tipo di vernice con cui si possa dipingere una carena . E' un tipo di vernice che non diventa mai dura e resistente, e che non attacca bene per quanto primer si metta e per quanto si prepari bene il fondo .Basta il minimo contatto con (contro) un oggetto duro e salta via .
Una volta che la dipingi sai che sei costretto a dare ritoccatine continue ogni settimana . E' un modo rapido molto alla buona e posticcio per colorare ma ben lontano dal venir bene e durare .
Commento di: one111 il 03-07-2012 21:49
Se qualcuno ha bisogno di vedere la tecnica per verniciare con compressore e pistola visionato questo video :
http://www.youtube.com/watch?v=QLH83B0Q2qE&feature=related
Un articolo chiaro e ben fatto
Commento di: daviz16 il 10-06-2015 11:42
Veramente un buon articolo chiaro... Ma non ho capito una cosa... Se io volessi dare un colore opaco, devo verniciare con una vernice opaca e poi con un protettivo opaco o devo usare una vernice lucida con un protettivo opaco? Grazie bella risposta, un gran bel lavoro.
Commento di: EDO63 il 02-04-2017 12:13
buon articolo io ho vernicato la carena della mia honda con vernice in bomboletta su specifiche e codice colori honda..il risultato se si segue quello che è scritto nell articolo può andare al di là delle aspettative...peccato per che le moto a volte sono soggette a scivolate con delle grattate della carena sull asfalto..che portano via plastica dalla carena.. e che và ricostruita con lo stucco..
-