Leggi il Topic


Indice del forumForum Moto d'EpocaNormativa d'Epoca

   

Pagina 3 di 16
Vai a pagina Precedente  1234...141516  Successivo
 
Reimmatricolazione di veicolo demolito [iter]
10269868
10269868 Inviato: 21 Lug 2010 14:16
 



Ciao a tutti...

la facevo facile, io.

Ma niente da fare. Nemmeno in federazione riescono a divincolarsi nei meandri del decreto (e si che l'han fatto anche loro...) ASI men che meno.

Insomma, moto priva di documenti (come credo molti di noi): voglio re-immatricolarla.
La pratica si blocca già in federazione: ci vuole la dichiarazione dell'officina.

In realtà, oppongo io, dal decreto basterebbe autocertificare che la moto è stata conservata negli anni in locale privato e chiuso alla circolazione.

Niente. Vogliono la dichiarazione (e chi si prende la briga? perchè dobbiamo per forza cercare qualcuno che faccia una falsa dichiarazione (io le mani sulle mie moto non le faccio mettere a nessuno)?


E, recatomi "senza troppe ambizioni" in motorizzazione a Milano (e al PRA), loro non sanno nulla: la risposta è stata "é un casino, bisogna ancora aspettare le circolari attuative".

Povera Italia...

chi ci ha già provato, lo prego, posti la sua esperienza!
Prima o poi lo scopriranno che la targa del mio AJS è anche sul mathless (identiche) e sul sertum (un po meno identiche)

PS: foto fmi SENZA specchietto e SENZA alcun tipo di accessorio (nemmeno adesivi del passo dello stelvio...)
 
10272242
10272242 Inviato: 21 Lug 2010 20:44
 

Anche qui da me sta "benedetta" legge ( 0509_mitra.gif ) ha fatto più danno che utile.
A parte i veicoli demoliti, come diceva Duke, qui hanno interpretato che i veicoli radiati d'ufficio se antecedenti il 1960 debbano andare nei CPA icon_eek.gif .
Ovvero io che ho un Galleto del '55 dovrei prendere un furgone partire da Imperia e andare in uno dei CPA della Motorizzazione a me più vicini: Torino o Milano !! icon_evil.gif


Un applauso a tutti quelli che hanno contribuito a redigere questa legge ( ASI FMI FIAT ecc ecc ) eusa_clap.gif eusa_clap.gif bravissimi
 
10272705
10272705 Inviato: 21 Lug 2010 22:00
 

Passione secondo me stanno aspettando che circolino le circolari attuative ... senza circolari non sono capaci a tirare l'acqua ....
 
10272781
10272781 Inviato: 21 Lug 2010 22:13
 

scovolix ha scritto:
Passione secondo me stanno aspettando che circolino le circolari attuative ... senza circolari non sono capaci a tirare l'acqua ....


Ragazzi, mi sa che vivo in un'isola felice....

La scorsa settimana abbiamo reimmatricolato 2 moto nel mio Club, senza documenti e demolite....seguendo le direttive FMI nessun problema.... targhe e libretto consegnate sul posto.

Evidentemente c'è ancora qualcuno che i Decreti e le Circolari li legge.....e non al bagno... icon_asd.gif

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10279348
10279348 Inviato: 22 Lug 2010 22:50
 

Gipi ma da voi c'è un CPA ?
 
10279361
10279361 Inviato: 22 Lug 2010 22:53
 

PassioneV7 ha scritto:
Gipi ma da voi c'è un CPA ?


Uno per Provincia sicuramente.....ed altri nei centri più grossi, dovrei informarmi.....d'altronde siamo Regione Autonoma....
A Trieste è veramente enorme e ce l'ho a trecento metri da casa.

Comunque, per praticità e per informazione le moto di cui stavo parlando sono state reimmatricolate a Gorizia.....

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10279388
10279388 Inviato: 22 Lug 2010 22:57
 

Vorrei aggiungere al mio post precedente che quello che pensa qua la Motorizzazione trova in sintonia sia quella di Savona che quella di Genova.


Spero che quella di Cuneo la pensi diversamente... icon_rolleyes.gif

Gippi non esagerare, se ne avete ne avete uno in tutta la regione icon_cool.gif


Link a pagina di Yfrog.com
 
10280747
10280747 Inviato: 23 Lug 2010 9:41
 

spero di poter aggiungere un tassello e vedere se lanciando il sasso per caso non ci sia qualcuno che sta vivendo la mia esperienza... moto del 1987 con documenti (cdp e libretto) senza targa e demolitanel 2009 per esportazione. Ovviamente mai andata all'estero. Mi informo: per regolarizzare la posizione del mezzo sarebbe sufficiente una dichiarazione dell'ultimo intestatario in cui dichiara che la moto non è mai andata all'estero (i documenti sono italiani). Ricevo questa informazione da due agenzia pratiche auto: il tutto molto semplice e senza alcun tipo di sanzioni. Con quella dichiarazione e pochi euro riuscirei a reimmatricolare il veicolo saltando il discorso collaudo e praticona FMI/ASI. La moto è ancora revisionata. Il fatto, però, è che l'ultimo intestatario, consigliato dal concessionario che si è occupato di prenderla dentro e rivenderla da demolita, non ne vuole sapere... A questo punto la cosa si complica: la moto si potrebbe reimmatricolare anche alla luce delle ultime disposizioni ma il costo e i tempi per la pratica sono ben altri... In più le agenzie mi chiedono: "ma poi lei si fiderebbe a reimmatricolare una moto che ha già documentazione e da cui risulta che è stata demolita per esportazione e non è mai andata all'estero?"... No, se messa così non mi fido... Consigli/esperienze similari? Grazie
 
10280858
10280858 Inviato: 23 Lug 2010 9:59
 

nannirizzi ha scritto:
.. In più le agenzie mi chiedono: "ma poi lei si fiderebbe a reimmatricolare una moto che ha già documentazione e da cui risulta che è stata demolita per esportazione e non è mai andata all'estero?"... No, se messa così non mi fido... Consigli/esperienze similari? Grazie


Di tutto il Tuo messaggio non ho capito l'ultimo periodo......magari se mettessi qualche punto e a capo.... eusa_wall.gif

Perchè non fidarsi a reimmatricolare ?
Non sei Tu che l'hai fatta demolire ed il vecchio proprietario ormai non conta più nulla; se proprio vuoi farla, la "praticona", come la chiami Tu, ASI/FMI copre anche questi casi....
L'unico caso chiaramente impossibile è quando la "tentata reimmatricolazione" viene richiesta su una demolizione con fruizione dell'incentivo statale sulle rottamazioni (e mi pare logico).
Se la moto è stata demolita perchè potesse essere venduta all'estero, non è "sine qua non", nel senso che non è detto che il proprietario poi lo faccia davvero.....l'affare potrebbe anche saltare...o no ?
Il danno sarebbe grave in caso di mancata vendita e basta e avanza al povero proprietario....
Se già prima casi come questo erano risolvibili tranquillamente e direttamente al PRA, mentre per i veicoli demoliti volontariamente senza esportazione non si poteva fare nulla, ora vai liscio come l'olio.....
Si tratta d'avere un po' di pazienza....

Se hai tempo, ora come ora le Agenzie non dovrebbero servirti....ho paura, da quello che ho sentito, che ci marcino più di prima con la storia del nuovo Decreto....

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10282917
10282917 Inviato: 23 Lug 2010 14:55
 

PassioneV7 ha scritto:

Gippi non esagerare, se ne avete ne avete uno in tutta la regione icon_cool.gif
Link a pagina di Yfrog.com


Ebbè vabbè.....intendevo Centri Mot.....il CPA è a Udine-Codroipo.....
Comunque che c'azzecca con le reimmatricolazioni ?...o devi far reimmatricolare qualche esemplare unico ?

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10283387
10283387 Inviato: 23 Lug 2010 16:01
 

gippiguzzi scusa la mia povera e arida punteggiatura... la prossima volta starò più attento. Per ciò che concerne il discorso della "praticona", a definirla in cotale guisa è l'agenzia (ok,ok non proprio praticona ma comunque mooolto più impegnativa di avere la dichiarazione dell'ultimo intestatario). Ti ringrazio comunque per il consiglio di fare tutto da solo: ci stavo pensando. Ciaoooo
 
10302975
10302975 Inviato: 27 Lug 2010 13:11
 

gippiguzzi ha scritto:


Ragazzi, mi sa che vivo in un'isola felice....

La scorsa settimana abbiamo reimmatricolato 2 moto nel mio Club, senza documenti e demolite....seguendo le direttive FMI nessun problema.... targhe e libretto consegnate sul posto.

Evidentemente c'è ancora qualcuno che i Decreti e le Circolari li legge.....e non al bagno... icon_asd.gif

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif


Gippiguzzi, a questo punto tu che ci sei riuscito devi illuminare la strada a noi poveracci.

1) dalla richiesta della "nuova scheda tecnica" alla FMI hai già ricevuto risposta? Qui nulla si muove ancora
2) la famosa dichiarazione dell'officina: avete trovato meccanici compiacenti (e quanto avete "oliato")? Oppure niente dichiarazione di officina e l'autocertificazione di conservazione è stata sufficiente?
3) il collaudo famoso... presso i CPA o che dir si voglia... come avviene? Luci, emissioni, frecce, specchietti, frenata, gomme... cosa controllano e cosa no?

Dai che mi trasferisco in friuli con tutta la "famiglia" di moto!

eusa_wall.gif
 
10302993
10302993 Inviato: 27 Lug 2010 13:13
 

Dimenticavo... COSTI? Vi siete appoggiati a una agenzia o tutto da soli??
Qui il mercato delle agenzie è impazzito!!!! Si va dai "non si può fare" ai "saranno 300 euro" ai "1000, perchè pensiamo a tutto noi" (a cosa?????)
 
10303116
10303116 Inviato: 27 Lug 2010 13:31
 

icon_arrow.gif La nuova scheda è "passata" senza problemi via "esaminatore";

icon_arrow.gif Nessun meccanico compiacente e nemmeno oliature di alcun genere (non è il mio stile e neanche quello del proprietario). Le moto erano e sono in condizioni di "conservato", marcianti e ben tenute, senza ruggine e con gomme nuove; hanno subito un semplice tagliando con cambio olio e candele, quindi una normale fattura e dichiarazione del meccanico il quale ha incassato il dovuto ed anche i soldini del "disturbo", sottoforma di ore perse, per la "dichiarazione di lavoro effettuato a regola d'arte", vidimata dalla Camera di Commercio di Trieste, più bolli e timbri varii;

icon_arrow.gif Il collaudo è avvenuto quasi di conseguenza; marmitte originali, specchietti (2) originali erano già presenti sulla moto; la trafila è la stessa come per qualsiasi altro collaudo effettuato in Motorizzazione, forse un po' più approfondito per quanto riguarda telaio, omologazione degli scarichi e scheda tecnica; nessun controllo per quanto riguarda le emissioni anche se trattavasi di moto anni '70.

icon_arrow.gif Per quanto riguarda i costi, il mio amico ha fatto tutto da solo, con tanta pazienza e costanza, compresa la dichiarazione giurata del traduttore tedesco (amico mio ex compagno d'Università) sul "foglio di cessione" dell'ex proprietario che abita a Berlino. Alla fine una gran bella soddisfazione....

Di più non so.
Se vuoi, in MP, Ti lascio il numero di telefono di chi, finalmente, può scorazzare con 2 bellissime Honda, un 125 bicilindrico ed un 200 anch'esso bicilindrico, moto piuttosto rare in Italia.

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10307105
10307105 Inviato: 28 Lug 2010 0:56
 

Come sarebbe a dire: vidimata dalla Camera di Commercio?? icon_eek.gif mò ci vuole anche la vidimazione?
 
10307127
10307127 Inviato: 28 Lug 2010 0:59
 

gippiguzzi ha scritto:


Ebbè vabbè.....intendevo Centri Mot.....il CPA è a Udine-Codroipo.....
Comunque che c'azzecca con le reimmatricolazioni ?...o devi far reimmatricolare qualche esemplare unico ?

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif


Come che c'azzecca???? i veicoli senza documenti ( o demoliti volontariamente ) costruti prima del 1960 vanno ai centri CPA ( e qui da me sostengono pure quelli radiati dal PRA 0510_sad.gif )
 
10310394
10310394 Inviato: 28 Lug 2010 15:02
 

Stando al decreto, gli ante 60 vanno al CPA.
Gippiguzzi però ha vissuto la reimmatricolazione di due moto piu recenti.
Certo che la vidimazione della camera di commercio... questa non me l'aspettavo!
E se io l'ho fatta mettere a posto da uno svizzero super professionale, con regolare fattura?
Mah...
 
10311883
10311883 Inviato: 28 Lug 2010 19:10
 

duke996r ha scritto:
Stando al decreto, gli ante 60 vanno al CPA.
Gippiguzzi però ha vissuto la reimmatricolazione di due moto piu recenti.
Certo che la vidimazione della camera di commercio... questa non me l'aspettavo!
E se io l'ho fatta mettere a posto da uno svizzero super professionale, con regolare fattura?
Mah...


Non mi parlare di lavori fatti da extra-comunitari.
Ho la Slovenia a 10 KM e lì i lavori li fanno ormai bene come qui e costano la metà.
Per tutta la vita, quand'era ancora Jugoslavia, ho portato i miei mezzi a riparare anche oltre-confine, come diciamo qui : ora, con l'entrata della Slovenia nella CEE, è tutto più complicato e, anche di là, è diventato un casino.

Guarda che la trafila tra Camera di Commercio/Carrozziere/Meccanico l'ho fatta personalmente già 20 anni fa quando avevo deciso di installare un tetto apribile in tela sul mio Maggiolino.
Anche quella volta, fatto il lavoro a "regola d'arte", ho rifatto la revisione in Mot.
Pensa che l'ingegnere si era presentato con il metro e aveva controllato il "buco" nel tetto al millimetro.....

Almeno per me è una pratica che già conoscevo bene, tutto sta parlare chiaro con l'artigiano e chiedere prima se è disponibile a perdere un paio d'ore per fare qualche "cartaccia", pagandogli il disturbo sotto forma di ore di lavoro.
E, visti i chiari di luna, ora come ora di meccanici che ti consegnano la dichiarazione di lavoro fatto a regola d'arte, ce ne sono più di 20 anni fa, credimi....

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10312758
10312758 Inviato: 28 Lug 2010 21:39
 

Quindi la fattura dei lavori eseguiti da un meccanico non sono necessariamente a regola d'arte?
Ci vuole il visto della Camera di Comm?
 
10312886
10312886 Inviato: 28 Lug 2010 21:59
 

PassioneV7 ha scritto:
Quindi la fattura dei lavori eseguiti da un meccanico non sono necessariamente a regola d'arte?
Ci vuole il visto della Camera di Comm?


Esatto.
Da quanto ho fatto all'epoca, la vidimazione della Camera di Commercio attestava la professionalità dell'artigiano per l'intervento specifico eseguito, in quel caso i lavori di lattoneria e carrozzeria.

Quindi immagino che un meccanico non possa nemmeno far certificare lavori di carrozzeria se non abilitato.....per la gioia di Duke e di tutti noi.

Un piccolo OT : tornando al discorso del mio Maggiolino, all'epoca pre-internet e telefonini, oltre all'attestato/nulla osta della Volkswagen che mi permetteva di eseguire la modifica, atteso sei (!) mesi, alle innumerevoli raccomandate, telefonate, incontri ecc.ecc. con vari ingegneri della Mot, sia per il tetto apribile che per i cerchi maggiorati che poi ho montato (era il 1992), ho atteso la bellezza di un anno e tre mesi per concludere la pratica.

Cosa vuoi che sia una reimmatricolazione ora come ora.......mi sento quasi "liberato" dalla burocrazia......direi che prima era molto, ma molto peggio, almeno per l'esperienza che ho fatto con carte e cartine.....poi che ci sia abituato per lavoro è un'altra cosa, la pazienza è sempre la mia..... icon_asd.gif icon_asd.gif

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif .
 
10312988
10312988 Inviato: 28 Lug 2010 22:14
 

Ma che hanno combinato..... eusa_doh.gif laggiù ci deve essere l'Uffico Complicazioni Affari Semplici.
 
10313059
10313059 Inviato: 28 Lug 2010 22:22
 

PassioneV7 ha scritto:
Ma che hanno combinato..... eusa_doh.gif laggiù ci deve essere l'Uffico Complicazioni Affari Semplici.


Sì.....L'U.C.A.S. ......come il faro...... icon_asd.gif icon_asd.gif

Comunque era così per i veicoli con modifiche da effettuare e che avevano superato i 7 anni d'età.

Due anni dopo, la solita Circolare del Ministero ha permesso il montaggio del tetto apribile senza nulla osta della casa produttrice......tanto per prendere la solita in....ata.....ormai cammino come Charlot...... icon_asd.gif icon_asd.gif

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10313126
10313126 Inviato: 28 Lug 2010 22:30
 

No Gippi, quella della vidimazione della Camera di Commercio è na bufala.

Ho trovato questo:


Non esiste un modello specifico. Negli anni passati (anni '80 e precendenti) al momento del rilascio della fattura con l'elenco dei lavori svolti l'indicazione di lavoro "eseguito a regola d'arte" era espressa alla fine della stessa, immediatamente prima del timbro e della firma del meccanico.

Oggi ormai è una pratica ormai dismessa... rimane comunque assicurata dalla normativa vigente la garanzia sul lavoro effettuato dai meccanici sul proprio veicolo per un termine pari ad un anno (più l'eventuale garanzia sui pezzi acquistati, solitamente di 2 anni). Ovviamente occorre dimostrare che il nuovo guasto sia dovuto a imperizia dello stesso lavoro svolto.. e soprattutto occorre avere la fattura che lo dimostra.

Al di la di tutto questo, la dichiarazione espressa di "lavoro eseguito a regola d'arte" è ancora richiesta dalla Motorizzazione nel momento in cui vengono apportate modifiche tecniche alle caratteristiche costruttive del veicolo (es: installazione/rimozione doppi comandi per le autoscuole, installazione/rimozione gancio traino, installazione impianti aggiuntivi come GPL e/o servosterzi/servofreni) non previsti in primo equipaggiamento. Occorre infatti, in questi casi, aggiornare la carta di circolazione sottoponendo il veicolo a nuovo collaudo.

E' il meccanico stesso che la rilascia, dietro tua richiesta. Nella stessa deve indicare suo nome/cognome con dati anagrafici e che è titolare dell'officina "rag. sociale" con annessa partita iva e il lavoro svolto sul veicolo (modello e targa o n° telaio di proprietà di Caio), "eseguito secondo le regole del mestiere" o "eseguito a regola d'arte". Naturalmente va firmata e apposto il timbro dell'officina.


Mai sentito dire che un carrozziere o un meccanico sia andato a farsi vidimare la fattura...
 
10313193
10313193 Inviato: 28 Lug 2010 22:39
 

E meno male che l'hanno dismessa......evidentemente c'è qualcuno che ancora la chiede se lo stesso meccanico l'ha fatta asserendo che gliel'hanno chiesta anche in caso di gravi incidenti su mezzi ripristinati..... icon_eek.gif

Come sempre l'Italia è fatta di zuzzurelloni ed ogni ufficio fa un po' come vuole.
Sai che ti dico ? Che l'importante è il fine....poi, come sempre, ti dimentichi di come al quel fine sei arrivato....salvo ricascarci, prima o poi, per qualche altro "vizietto"....

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10316407
10316407 Inviato: 29 Lug 2010 13:50
 

gippiguzzi ha scritto:
E meno male che l'hanno dismessa......evidentemente c'è qualcuno che ancora la chiede se lo stesso meccanico l'ha fatta asserendo che gliel'hanno chiesta anche in caso di gravi incidenti su mezzi ripristinati..... icon_eek.gif

Come sempre l'Italia è fatta di zuzzurelloni ed ogni ufficio fa un po' come vuole.
Sai che ti dico ? Che l'importante è il fine....poi, come sempre, ti dimentichi di come al quel fine sei arrivato....salvo ricascarci, prima o poi, per qualche altro "vizietto"....

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif


Altra mattinata buttata...
in motorizzazione per un incontro con il "responsabile revisioni" (per i gas di scarico per cui hanno bocciato per ben due volte la mia BSA M20 del 1940) che ha mandato una simpatica quanto inutile collaboratrice.
In piu, visto che c'era anche un membro ASI (lì credo per lo stesso motivo), ho chiesto della vidimazione della dichiarazione. Non serve una "vidimazione" SULLA dichiarazione: serve ALLEGARE la VISURA CAMERALE da cui emerge che l'artigiano abbia nella sua attività dichiarata i requisiti per certificare il lavoro svolto (dice che tutti gli artigiani ne hanno una copia nel cassetto, che possono brutalmente fotocopiare e allegare alla dichiarazione dei lavori svolti)
Esempio: il carrozziere non può certificare un tagliando alla moto... il meccanico non può certificare i lavori alla carrozzeria. A milano si dice OFELE' FA'L TO MISTE' (ombrellaio, fai ciò che sai fare..)

L.U.C.A.S. li preferivo solo come fari... eusa_wall.gif
 
10486894
10486894 Inviato: 31 Ago 2010 1:16
Oggetto: leggi..
 

Scusate ma quello che scritto a pagina uno, tipo la circolare Ministero Trasporti n. 388/m361 del 23/2/2006 è ancora tutto valido? (in quel caso mi presento con quella alla motorizzazione nel caso mi facessero storie, a quando risale l'ultima legge?

Grazie a tutti icon_wink.gif !
 
10498598
10498598 Inviato: 1 Set 2010 22:36
Oggetto: Re: leggi..
 

mrbu ha scritto:
Scusate ma quello che scritto a pagina uno, tipo la circolare Ministero Trasporti n. 388/m361 del 23/2/2006 è ancora tutto valido? (in quel caso mi presento con quella alla motorizzazione nel caso mi facessero storie, a quando risale l'ultima legge?

Grazie a tutti icon_wink.gif !


L'ultimo Decreto è questo :

Link a pagina di Mit.gov.it

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10508139
10508139 Inviato: 3 Set 2010 14:14
 

oggi ho portato alla mia officina la lettera da compilare per poter avere il nuovo certificato storico.

mi ha chiesto: "ma con questo quali responsabilità ho"?

chi mi sa rispondere?
 
10509871
10509871 Inviato: 3 Set 2010 19:11
 

Ovviamente si prende la responsabilità di quello che dichiara,

ne più ne meno,

dell'idraulico o dell'elettricista che ti rilascia una "dichiarazione di conformità" di un impianto .
 
10523427
10523427 Inviato: 6 Set 2010 14:48
 

direi ...errato!
eletricista e gas certificano che l'impianto risponde a delle norme definite,
l'officina che dichiara una "verifica" non dichiara la conformità della moto a nessuna norma tanto che per poter tornare a circolare deve essere portata in motorizzazione che certifica la sua capacità tecnica a stare su strada.

quindi secondo me non ha alcuna reponsabilità ...
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 3 di 16
Vai a pagina Precedente  1234...141516  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Moto d'EpocaNormativa d'Epoca

Forums ©