Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 6 di 9
Vai a pagina Precedente  123456789  Successivo
 
Raggiungimento 400 km/h con ninja ZX12R
8370839
8370839 Inviato: 28 Ago 2009 13:02
 



lìimpresa è davvero ardua, anzi è davvero davvero ardua .....ma ti auguro di farcela....hai qualche foto del mezzo
 
8383517
8383517 Inviato: 31 Ago 2009 1:06
 

Dai Jack dacci qualche aggiornamento 0510_inchino.gif
 
8383595
8383595 Inviato: 31 Ago 2009 3:36
 

siamo alle soglie di settembre 2009 e jack tornese non si fa vivo....
sarà partito per quel delle americhe in cerca di arnesi in grado di soddisfare la sua richiesta?
sarà in giro a sudarsi gli ultimi spiccioli da appioppare sul mig12r??
sarà mica su qualche ca..o di spiaggia a stravaccarsimentre noi aspettiamo notizie???
chi lo sa......?......solo il tempo potrà rispondere ai nostri avanzi curiosistici.



Comuque vada...mr jack...noi siamo quì ad aspettare tue buone nuove. 0510_abbraccio.gif
doppio_lamp.gif
 
8383637
8383637 Inviato: 31 Ago 2009 6:54
 

Qui parlate tutti della ressitenza aereodinamica che aumenta con il quadrato della velocità eccertera....mi sembra che abbiate dimenticato diverse variabili, tra cui l'aereodinamicità della moto, il problema di sollevamento dell'anteriore che aumenterebbe pure scaricando la moto di 40 o anche solo 20 kg, il dimensionamento di tutta la moto!!!! Una moto che vuole raggiungere quella velocità,avrà bisogno di un passo più lungo, e soprattutto anche se fatto a cazzotto, un incremento di più del 50% della potenza erogata sarebbe pressocchè fatale. Considerando che di progettazione, gli elementi sono sovradimensionati di circa il 30% per compensare tutte le tolleranze,lavorazioni ecc ecc, portando la moto da 190 a 330 e passa cavalli credo si spezzerà pressochè tutto icon_smile.gif . La vedo una impresa abbastanza impossibile,almeno con quella moto lì e almeno senza correre rischi troppo elevati.
 
8384461
8384461 Inviato: 31 Ago 2009 9:39
 

no scusate ma non mi va di sentire che questa è un impresa pressochè impossibile, ci sono moto che scaricano per terra anche 400 o 500 cv....il problema io penso che siamo i cash, perchè se si dispone di risorse illimitate bhè non è affatto una cosa impossibile, ma se il budget è limitato bhè allora diventa una cosa difficile ma non impossibile...basta dare un occhiata ai video di quel pazzo di gosth rider che con una busa turbo con un allevamento di cavalli sotto al culo impenna a oltre 300 orari... 0509_mitra.gif
 
8386414
8386414 Inviato: 31 Ago 2009 13:08
 

lapo85 ha scritto:
Qui parlate tutti della ressitenza aereodinamica che aumenta con il quadrato della velocità eccertera....mi sembra che abbiate dimenticato diverse variabili, tra cui l'aereodinamicità della moto, il problema di sollevamento dell'anteriore che aumenterebbe pure scaricando la moto di 40 o anche solo 20 kg, il dimensionamento di tutta la moto!!!! Una moto che vuole raggiungere quella velocità,avrà bisogno di un passo più lungo, e soprattutto anche se fatto a cazzotto, un incremento di più del 50% della potenza erogata sarebbe pressocchè fatale. Considerando che di progettazione, gli elementi sono sovradimensionati di circa il 30% per compensare tutte le tolleranze,lavorazioni ecc ecc, portando la moto da 190 a 330 e passa cavalli credo si spezzerà pressochè tutto icon_smile.gif . La vedo una impresa abbastanza impossibile,almeno con quella moto lì e almeno senza correre rischi troppo elevati.


ma a quali dimensionasmenti ti riferisci? nessun componente è studiato per sopportare al massimo il 30%in più dello sforzo normale, altrimenti appena prendi una bella buca mentre acceleri ti si spezza sotto il culo.

i valori di calcolo possono essere del 30%in più degli sforzi massimi previsti, ma devono rientrare in valori di tensione ridotti di 3 o 5 volte quelli medi di snervamento del materiale in questione, quindi il limite di resistenza di un componente è di solito 130% * 4 = 500%, dopodichè il pezzo si rompe senza alcun dubbio
 
8406171
8406171 Inviato: 2 Set 2009 19:59
 

Ho come l'impressione di avere a che fare con qualche ingegnere ....comunque, il carico di snervamento e di rottura del materiale dipende inanzitutto da quale prova è sottoposto...
la moto non è una macchina,quindi una "buca" non ha le sollecitazioni che ha sulla macchina
La trasmissione della moto a CATENA E NON CON I GIUNTI COME L'AUTO.

Il carico di snervamento provoca una deformazione plastica e quindi, considerando le tolleranze dimenzionali abbastanza ridotte si spaccherebbe tutto in poco tempo

Fino a un 20 anni fa,almeno nel settore automoitive consideravi i prodotti sovraadimensionati del 100%, ovvero specifiche doppie rispetto a quelle previste......
Da anni ormai la politica è cambiata in tutti i campi,questa tolleranza si assottiglia e infatti, con le "buche" puoi anche piegare i semiassi oggi.

I dimensionamenti di cui parlo io è in tutta la moto... si parte da telaio e dal carico a trazione ,compresisone, torsione del sistema 'telaio' Parlo degli ingranaggi di trasmissione, del cambio, delle corone ,delle catene...di tutto!!!!
 
8411739
8411739 Inviato: 3 Set 2009 13:49
 

ho letto questo topic con interesse, non personale of course (credo di essere un fermone, sostanzialmente, e non credo comprero' mai una moto da 300km/h).

Le analisi delle forze in gioco fatte da lapo e da alcuni ingegneri qui dentro sono esatte, a mio avviso.
Jack dice che è arrivato tranquillamente a 325 effettivi e che gli mancano "solo" 75km/h. Peccato che non siano "solo". Tutte le forze sono esponenziali: andare da 0 a 75km/h non è esattamente come andare da 325 a 400, soprattutto su una moto non progettata per questo.
Non basta dargli cavalli, le forze aerodinamiche sono esagerate, cosi' come le sollecitazioni alla parte meccanica e ciclistica. Senza contare che la pista di un aeroporto di 3/4km non bastera' sicuramente (anche perche' ti devi poi fermare...). Leggevo un articolo di un tecnico ferrari che diceva (i numeri li sparo a caso): servono 100cv per arrivare a 200km/h, 200 per arrivare a 280, 300 per arrivare a 310, 400 per arrivare a 330 e cosi' via...infatti qui hanno prospettato 6/700 cv per la tua "impresa".

In altre parole, un record del genere, fatto solo dando potenza (e cambiando leggermente l'aerodinamica da quello che leggo) ad una moto fatta per andare a max 300km/h non è un rischio, è praticamente un suicidio (non che te lo auguri, sia chiaro). E' come andare in giro con la uno Turbo o la Clio Williams (ve le ricordate? non a caso le chiamavano bare): motori troppo potenti su mezzi non adatti.

Per cui Jack, non ti conosco ma in ogni caso ci tengo alla tua vita icon_smile.gif personalmente ti esorto a non fare questo tentativo, almeno non in questi termini: non ti bastano i "pareri ufficiosi di un tecnico pirelli", per intenderci. Chi fa queste cose ha dietro un team intero di specialisti (uno per il motore, uno per le gomme, uno per l'aerodinamica, uno per la tuta ecc ecc) con budget consistenti.

Stimo la tua ardimentosita', ma qui il rischio non è piu' "calcolato"...
 
8413060
8413060 Inviato: 3 Set 2009 15:55
 

lapo85 ha scritto:
Ho come l'impressione di avere a che fare con qualche ingegnere ....


Non sono del settore meccanico, ma anche io sono ingegnere e penso tu abbia ragione nel ritenere che il sovradimensionamento non sia molto elevato. Penso che un 50% sia già una stima troppo ottimistica, perché oggi si cerca di spingere tutto al limite, specialmente nelle moto sportive, dove gli ingegneri magari lavorano 1 anno per togliere 100 grammi di peso.

Vedi le barche a vela, ad esempio: in Coppa America si corre con massimo 24 nodi di vento (circa 43km/h), se c'è anche un solo nodo in più sospendono subito la gara perché le barche si distruggerebbero all'istante (e succede a qualcuno ogni edizione della Coppa America). Idem nella moto GP: se le i componenti fossero sovradimensionati del 500% avremo moto pesantissime e che non subirebbero nessuna rottura, cosa ben lontana dalla realtà. La verità è che ogni gara a qualcuno si rompe qualche componente del motore perché troppo sollecitata... e parliamo di moto che stanno a pieno regime solo per una parte del tempo.

Ho una moto che raggiunge i 300km/h, ma non mi sognerei mai di avvicinarmi a tale velocità su strada, perché sono più che consapevole che se prendo una buca anche a 200-250 all'ora può finire veramente male! Le moto sportive sono fatte per raggiungere i 300 all'ora su pista, in condizioni sottoposte a rigidi controlli; probabilmente non viene considerata in fase progettuale la possibilità di prendere una buca a 300 km/h perché su pista non ci sono buche e su strada il limite è 130 km/h. E' così che ragionano gli ingegneri, non progetti una casa a Roma per resistere ad un tifone.

Il mio modesto parere, da profano del settore, è che portare a 400 km/h una moto progettata per andare per brevi tratti a 300 km/h aumentando solo la potenza della stessa, senza rinforzare il tutto, porterebbe il mezzo praticamente a distruggersi anche per le sole vibrazioni a cui è sottoposto. Anche ammesso si riesca ad accumulare abbastanza cv, si avrebbe sicuramente qualche rottura prima dei 400 km/h (con conseguenze catastrofiche).

Mi son visto un documentario su Sky su questo argomento poco tempo fa e portava tanti esempi di tentativi di record costati decine di milioni di dollari dagli anni '50 ad oggi... e nonostante tutto il numero di decessi superava il numero di record. Non è un caso se nemmeno gente ricca con sponsor alle spalle e con un team a lavoro su prototipi appositamente progettati non sia ancora arrivata a tale soglia. Pensare di arrivarci con una moto di serie modificata è pura follia (senza offesa per nessuno, si intende).
 
8413428
8413428 Inviato: 3 Set 2009 16:50
 

scsusate posso sbagliare. ma sapevo che la moto + veloce del mondo era un'hayabusa (logicamente non originale) guidata da un francese che registrò 373.62km\h...ciauz
 
8413492
8413492 Inviato: 3 Set 2009 16:59
 

skizzo63 ha scritto:
scsusate posso sbagliare. ma sapevo che la moto + veloce del mondo era un'hayabusa (logicamente non originale) guidata da un francese che registrò 373.62km\h...ciauz


Che è MOLTO lontano da 400 km/h, quei 26,38 km/h di differenza, anche se non sembra, sono un'enormità. Poi bisogna vedere se la moto ha subito solo modifiche relative alla potenza, o se è ha subito anche modifiche "strutturali".

In ogni caso non è detto che tentare porti per forza al fallimento o alla morte, esiste sempre la possibilità di un colpo di fortuna.... ma sarebbe fortuna riuscirci, non sfortuna fallire, le probabilità sono fortemente a sfavore. Guardatevi per uno che ci è riuscito quanti hanno fallito... e quanti ci hanno rimesso le penne.
 
8415027
8415027 Inviato: 3 Set 2009 20:47
 

Zorck ha scritto:



Ho una moto che raggiunge i 300km/h, ma non mi sognerei mai di avvicinarmi a tale velocità su strada, perché sono più che consapevole che se prendo una buca anche a 200-250 all'ora può finire veramente male! Le moto sportive sono fatte per raggiungere i 300 all'ora su pista, in condizioni sottoposte a rigidi controlli; probabilmente non viene considerata in fase progettuale la possibilità di prendere una buca a 300 km/h perché su pista non ci sono buche e su strada il limite è 130 km/h. E' così che ragionano gli ingegneri, non progetti una casa a Roma per resistere ad un tifone.
).
Allora la domenica sulla tiburtina starebbero tutti con i telai rotti...
 
8415083
8415083 Inviato: 3 Set 2009 20:56
 

oh, ma ste foto?

doppio_lamp_naked.gif
 
8415207
8415207 Inviato: 3 Set 2009 21:22
 

Clazomeno ha scritto:
Allora la domenica sulla tiburtina starebbero tutti con i telai rotti...




icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif

sarebe proprio così, perchè a me è capitato di prendere buche a 295 di contakm e non è successo nulla......

ma si può fare un amoto da 300 all'ora che con una buca si piega?!!!!!
 
8415208
8415208 Inviato: 3 Set 2009 21:22
 

Lasciate stare JT 0510_amici.gif
Lui ci riuscirà 0510_five.gif
Non è difficile arrivarci se si lavora bene su quella moto considerando tutto ciò che potrebbe ostacolare la sua impresa
 
8415278
8415278 Inviato: 3 Set 2009 21:37
 

Zorck ha scritto:


Non sono del settore meccanico, ma anche io sono ingegnere e penso tu abbia ragione nel ritenere che il sovradimensionamento non sia molto elevato. Penso che un 50% sia già una stima troppo ottimistica, perché oggi si cerca di spingere tutto al limite, specialmente nelle moto sportive, dove gli ingegneri magari lavorano 1 anno per togliere 100 grammi di peso.

Vedi le barche a vela, ad esempio: in Coppa America si corre con massimo 24 nodi di vento (circa 43km/h), se c'è anche un solo nodo in più sospendono subito la gara perché le barche si distruggerebbero all'istante (e succede a qualcuno ogni edizione della Coppa America). Idem nella moto GP: se le i componenti fossero sovradimensionati del 500% avremo moto pesantissime e che non subirebbero nessuna rottura, cosa ben lontana dalla realtà. La verità è che ogni gara a qualcuno si rompe qualche componente del motore perché troppo sollecitata... e parliamo di moto che stanno a pieno regime solo per una parte del tempo.

Ho una moto che raggiunge i 300km/h, ma non mi sognerei mai di avvicinarmi a tale velocità su strada, perché sono più che consapevole che se prendo una buca anche a 200-250 all'ora può finire veramente male! Le moto sportive sono fatte per raggiungere i 300 all'ora su pista, in condizioni sottoposte a rigidi controlli; probabilmente non viene considerata in fase progettuale la possibilità di prendere una buca a 300 km/h perché su pista non ci sono buche e su strada il limite è 130 km/h. E' così che ragionano gli ingegneri, non progetti una casa a Roma per resistere ad un tifone.

Il mio modesto parere, da profano del settore, è che portare a 400 km/h una moto progettata per andare per brevi tratti a 300 km/h aumentando solo la potenza della stessa, senza rinforzare il tutto, porterebbe il mezzo praticamente a distruggersi anche per le sole vibrazioni a cui è sottoposto. Anche ammesso si riesca ad accumulare abbastanza cv, si avrebbe sicuramente qualche rottura prima dei 400 km/h (con conseguenze catastrofiche).

Mi son visto un documentario su Sky su questo argomento poco tempo fa e portava tanti esempi di tentativi di record costati decine di milioni di dollari dagli anni '50 ad oggi... e nonostante tutto il numero di decessi superava il numero di record. Non è un caso se nemmeno gente ricca con sponsor alle spalle e con un team a lavoro su prototipi appositamente progettati non sia ancora arrivata a tale soglia. Pensare di arrivarci con una moto di serie modificata è pura follia (senza offesa per nessuno, si intende).


zorck, io sono del settore meccanico (perito in meccanica e macchine a fluido), e per farti un esempio, i dimensionamenti sono eseguiti in questo modo (detto in maniera semplice) si valutano le massime forze teoricamente agenti sul sistema tenendosi sempre un pò larghi, dopodichè si dimensiona il tutto verificando che le tensioni massime nei componenti siano inferiori alla tensione ammissibile di progetto (puo essere da 1/2 della tensione di snervamento, per progetti in cui la sicurezza non serve, ad 1/20 del carico di snervamento, negli impianti civili, in cui è in gioco la vita di molte persone) quindi molto spesso gli oggetti che usiamo sono sovradimensionati alla grandissima!

questi coefficenti di riduzione della tensione massima ammissibile si chiamano gradi di sicurezza.

diminuendo l atensione massima ammissibile si riducono gli effetti della fatica nei pezzi meccanici, quindi al di sotto di una certa percentuale della tensione di snervamento le rotture per fatica sono scongiurate.

tu dici di essere ingegnere, ma ti rendi conto di quello che dici affermando di essere convinto che prendendo una buca (non un trampolino) a 300 orari la moto subirebbe delle deformazioni permanenti del telaio? .......
significa che vendere la tua e la mia mia cbr1000rr 07 in germania sarebbe come dare una pistola per giocare alla roulette russa, ma con nel tamburo sei colpi su sette!

che le ferrari si piegano con le buche? eppure la loro massa è molto più alta di quella di una moto e ogni ruota sopporta 400kg invece che 150 come sulla moto....
 
8415309
8415309 Inviato: 3 Set 2009 21:44
 

i record sono stabiliti in condizioni difficili di tenuta e il problem amaggiore è quello di riuscire a trasmettere la potenza a terra, visto che il coefficente di attrito fra la gomma e il sale non è lo stesso fra asfalto e gomma.

ad una certa velocità in pratica la gomma inizia a slittare perdendo moltissimo, quindi il difficile è proprio in questo elemento.

non si deve aumentare troppo l apotenza, quanto rendere il tutto più aerodinamico possibile per permettere di raggiungere la massima velocità senza avere troppa potenza da dover scaricare a terra.

quello che conta quindi è un buon mix fra gomme giuste, potenza, aerodinamica e distribuzione dei pesi.
 
8415847
8415847 Inviato: 3 Set 2009 23:43
 

In un'impresa del genere credo che uno degli aspetti più importanti sia l'aerodinamica, ma non intesa solamente come una resistenza da vincere per avanzare, da cui tutti i discorsi sulla potenza aggiuntiva, sulla trazione, eccetera, quanto sulla nascita o l'evidenziarsi di certi fenomeni che a velocità più basse sono assenti o trasurabili.
A quelle velocità le forze aerodinamiche iniziano ad essere cospique e non mi stupirebbe affatto se nascessero anche interazioni di tipo aeroelastico fra i vari gradi di libertà e rigidezze del "sistema moto". Potrebbe quindi insorgere una instabilità solo da una certa velocità in poi, instabilità non preventivabile o meglio avvertibile prima, perchè realmente importante solo a partire da certe frequenze. Non è infatti inusuale che le cadute in questo tipo di tentativi accadano spesso per disastrosi "wobble", improvvisi quanto incontrollabili...
 
8417821
8417821 Inviato: 4 Set 2009 10:22
 

scusate ma da quello che ho capito il nostro amico deve portare il suo mezzo a 400 orai lasciando la carenatura originale, quindi ne può creare forme aereodinamiche ne altro...quindi io iniziere a dargli quanche consiglio su come deve rinforzare le sue carene, il telaio...per il resto se lui mette 2 foto non guasta 0509_up.gif
 
8421366
8421366 Inviato: 4 Set 2009 15:39
 

Clazomeno ha scritto:
Allora la domenica sulla tiburtina starebbero tutti con i telai rotti...


Fortunatamente non tutti vanno a 300 all'ora sulla tiburtina, considerando che il limite oscilla tra i 50 ed i 90 km/h (nel tratto extraurbano ovviamente). In ogni caso ad un mio compagno di università è capitato di storcere un semiasse a 90 all'ora (in una via dietro Tor Vergata con una Lancia Y), mentre a me con una buca a 60 all'ora è esploso un pneumatico (via Palmiro Togliatti con una Peugeot 206). Se voi vi divertite a prendere le buche a tutta velocità fate pure, io se vedo una strada dissestata continuerò a rallentare.

alexss ha scritto:

tu dici di essere ingegnere, ma ti rendi conto di quello che dici affermando di essere convinto che prendendo una buca (non un trampolino) a 300 orari la moto subirebbe delle deformazioni permanenti del telaio? .......


Non dico che se prendi una buca a 300 all'ora hai delle deformazioni plastiche o delle rotture, dico che POTRESTI averne, perché la moto probabilmente non è stata progettata tenendo conto di questa evenienza. Io non penso che per una moto fatta per andare a max 300 all'ora i progettisti contemplino l'opzione di una buca presa alla massima velocità, è più probabile che la condizione di progetto sia che la buca la prendi a 150, max 200 all'ora, perché a di più non dovresti andare fuori dalla pista e dentro la pista di buche non dovrebbero essercene.

Visto che c'è un margine di sicurezza, probabilmente se prendi sta buca a 300 km/h non succede nulla, però non hai più la certezza di questo, perché devi affidarti unicamente al margine di sicurezza applicato dai progettisti, in quanto sei oltre le condizioni di progetto. Poi dipende anche dalla moto: quella che è uscita dalla fabbrica con qualche piccolo difetto potrebbe reggere solo il 20% in più delle del carico di progetto, quella uscita perfetta magari resiste anche del 100% in più.
 
8422429
8422429 Inviato: 4 Set 2009 18:09
 

zorck, ma come fa a non esser pensata l'eventualità che una moto da 300 all'ora ci vada realmente....ma tu sei coscente di quello che dici?

una moto progettata per andare a 300 all'ora è pensata per farlo e strutturata per andarci, anche tenendo in considerazioni le sollecitazioni derivate dalle eventuali buche (sulle quali magari è facile perdere il controllo).

ti ripeto ch eil margine di sicurezza di cui tu parli è dell'ordine di 3-10 volte il limite di snervamento del materiale, quindi in realtà gli sforzi massimi di progetto (che includono tutte le possibilità d'uso delle capacità del veicolo) sono in realtà 3-10 volte inferiori a quelli che in realtà deformano il materiale.


se poi sei convinto del contrario non c'è nulla da fare, ma non diffondere queste notizie per favore!
 
8423054
8423054 Inviato: 4 Set 2009 19:53
 

ragazzi zorck vaneggia....Ma ti sembra normale che un supersport mille possa sfondarsi se prende una buca o un tombino alla massima velocità?? è chiaro che se entri in un cratere profondo 20 cm con uno scalino la moto la sfondi, ma il telaio è progettato per resistere a forze estremamente maggiori. Le macchine sono un discorso a parte, hanno altri standard, è verò che con dei cerchi molto leggeri in moto potresti storcere il cerchio se prendi una buca paurosa, ma da qui a dire che il telaio potrebbe spezzarsi ce ne passa.Se la moto è omologata per la circolazione stradale i progettisti tengono anche anche di eventuali sconnessioni, altrimenti le moto avrebbero i cerchi in fibra di carbonio di primo equipaggiamento.
 
8423411
8423411 Inviato: 4 Set 2009 20:40
 

io sono d'accordo con zork, credo abbia ragione.
Quello che dice è sensato: una moto fatta per "andare al massimo a 300km/h" non viene progettata in modo da tollerare tutte le sollecitazioni possibili a quella velocita'. Ad esempio, dubito che un motore di una supersport tolleri di andare per molto tempo al massimo dei giri, anche se "ci puo' arrivare". Cosi' come una gomma che è fatta per andare a 300km/h, probabilmente per lunghi tratti non tiene. Il limite superiore non è fatto per essere mantenuto.

Se applichiamo quello che dice zork al caso in oggetto, qui non stiamo parlando di 300km/h ma di andare di ben 100km/h oltre il limite della moto. Quindi magari a 300 non si spezza ma a 400 le sollecitazioni meccaniche a cui è sottoposta sono enormemente maggiori rispetto a quelle tollerate, probabilmente anche oltre il "margine di sicurezza".

Poi oh, sono opinioni.

Io so che sono un informatico e quello che faccio io si puo' applicare anche all'ingegneria: ovvero non si costruisce, non si ottimizza mai per il caso limite, anche per questione di economie (di materiali, di pesi, di tempo e di denaro). I progetti vengono ottimizzati per il caso medio, con un'attenzione al limite, ma non certo per stare sempre al LIMITE, altrimenti non sarebbero validi per l'uso MEDIO.
 
8423719
8423719 Inviato: 4 Set 2009 21:43
 

Link a pagina di Hayabusaracingpartsitaly.com
come vedete è pieno di kit appositi per far raggiungere 300-400 cavalli ad una moto, sui siti americani poi di pezzi ce ne sono a bizzeffe, al di là del fatto che si ha poi tra le mani una moto più delicata e sicuramente non sfruttabile a fondo in strada è possibilissimo raggiungere tali potenze e velocità anche superiori ai 400 con moto opportunamente preparate, il problema è solo il budget.
il tachiemtro è in miglia
Link a pagina di Youtube.com
altro video
Link a pagina di Youtube.com
 
8424520
8424520 Inviato: 5 Set 2009 1:03
 

ho visto una hayabusa in una gara di drag racing , e non ricordo quanto sia stata distante dai 400km/h in 400mt!
non di molto comunque
anche una punto , opportunamente preparata potrebbe farli icon_wink.gif

edit: LOOOOLL e' quello del link sopra!!!
(troppo bella la scena al ristorante, sul rumpsteak e filetto
simpaticissimo il tipo icon_smile.gif )
 
8424555
8424555 Inviato: 5 Set 2009 1:23
 
 
8425950
8425950 Inviato: 5 Set 2009 12:26
 

Zorck ha scritto:


Non dico che se prendi una buca a 300 all'ora hai delle deformazioni plastiche o delle rotture, dico che POTRESTI averne, perché la moto probabilmente non è stata progettata tenendo conto di questa evenienza. Io non penso che per una moto fatta per andare a max 300 all'ora i progettisti contemplino l'opzione di una buca presa alla massima velocità, è più probabile che la condizione di progetto sia che la buca la prendi a 150, max 200 all'ora, perché a di più non dovresti andare fuori dalla pista e dentro la pista di buche non dovrebbero essercene.

Visto che c'è un margine di sicurezza, probabilmente se prendi sta buca a 300 km/h non succede nulla, però non hai più la certezza di questo, perché devi affidarti unicamente al margine di sicurezza applicato dai progettisti, in quanto sei oltre le condizioni di progetto. Poi dipende anche dalla moto: quella che è uscita dalla fabbrica con qualche piccolo difetto potrebbe reggere solo il 20% in più delle del carico di progetto, quella uscita perfetta magari resiste anche del 100% in più.


purtroppo mi sa che anche io di devo dare torto...considerate le severissime leggi che ci sono in Italia ( ma anche negli altri paesi) le moto che fanno 300 km\h devono essere costruite e progettate pe dover sopportare quela velocità, che in strada non si deve raggiungere, ma in pista tutto è concesso e se io voglio girare su un anello a 300 orari lo devo poter fare in sicurezza...le macchine non sono un caso a parte prendiamo la bugatti viene testata su un anello in un video di top gear e la portano a 407 km\h...anche in quel caso deve sopportare delle sollecitazioni ma soprattutto la velocita, non puoi permetterti che su un minimo dislivello ti si spezzi un differenziale o un ammortizzatore...poi lìesempio della y per favore non regge proprio scusa ma dipende tutto dalle condizioni della macchina, se io con la 127 di mio nonno prendo una buca a 50 km\h mi si spezza in 2 la macchina , ma non perchè non è proggettata per arrivare a tale velocità ma perchè è un pò anzianuccia
 
8426379
8426379 Inviato: 5 Set 2009 13:38
 

ragazzi, i dimensionamenti del 30% in più del massimo sono quasi da accusa di omicidio, nel senso che è probabile nella realtà superare la sollecitazione di progetto, tipo un abella buca a tutta velocità, ma l'ingegnere è anche responsabile civilmente per quello che vende e nel caso in cui un veicolo dovesse cedere semplicemente facendo quello per cui è progettato, le responsabilità penali sarebbero gravissime........potete immaginare che la velocità massima raggiungibile corrisponda alla velocità massima a cui la moto si disintegra?!

comunque per l'informatica non è la stessa cosa, nel caso in cui un componente o un programma raggiunga il limite possibile, non credo che ci siano conseguenza per la persona.....

comunque in meccanica la storia del dimensionamento posso garantire che di solito è del poppio per componenti con poca pericolosità, mentre in altri casi il dimensionamento è molto maggiore (circa 3-5 volte) rispetto alla tensione di snervamento.

non solo, per i calcoli di dimensionamento si prende in considerazione la condizione in cui le sollecitazioni risultano maggiori.
 
8428150
8428150 Inviato: 5 Set 2009 19:38
 

alexss ha scritto:
ragazzi, i dimensionamenti del 30% in più del massimo sono quasi da accusa di omicidio, nel senso che è probabile nella realtà superare la sollecitazione di progetto, tipo un abella buca a tutta velocità, ma l'ingegnere è anche responsabile civilmente per quello che vende e nel caso in cui un veicolo dovesse cedere semplicemente facendo quello per cui è progettato, le responsabilità penali sarebbero gravissime........potete immaginare che la velocità massima raggiungibile corrisponda alla velocità massima a cui la moto si disintegra?!

comunque per l'informatica non è la stessa cosa, nel caso in cui un componente o un programma raggiunga il limite possibile, non credo che ci siano conseguenza per la persona.....

comunque in meccanica la storia del dimensionamento posso garantire che di solito è del poppio per componenti con poca pericolosità, mentre in altri casi il dimensionamento è molto maggiore (circa 3-5 volte) rispetto alla tensione di snervamento.

non solo, per i calcoli di dimensionamento si prende in considerazione la condizione in cui le sollecitazioni risultano maggiori.


quoto ... se non erro il forcellone di una moto può sopportare di ben 4 volte in più
 
8431269
8431269 Inviato: 6 Set 2009 16:14
 

alexss ha scritto:
zorck, ma come fa a non esser pensata l'eventualità che una moto da 300 all'ora ci vada realmente....ma tu sei coscente di quello che dici?


Clazomeno ha scritto:
ragazzi zorck vaneggia....


Mi sa che qualcuno non sa leggere o che io non so scrivere. E chi cazz ha detto che una millona non è progettata per andare a 300 all'ora? Non è assolutamente quello che ho detto, così come non ho mai detto che se prende una buca al massimo della velocità SICURAMENTE subisce deformazioni plastiche o rotture.

kaizen ha scritto:
io sono d'accordo con zork, credo abbia ragione.
Quello che dice è sensato: una moto fatta per "andare al massimo a 300km/h" non viene progettata in modo da tollerare tutte le sollecitazioni possibili a quella velocita'. Ad esempio, dubito che un motore di una supersport tolleri di andare per molto tempo al massimo dei giri, anche se "ci puo' arrivare".


Mi rincuora il fatto che almeno qualcuno (kaizen) ci sia riuscito... almeno vuol dire che un minimo so ancora scrivere nonostante i 5 anni passati ad ingegneria. icon_rolleyes.gif

alexss ha scritto:
ragazzi, i dimensionamenti del 30% in più del massimo sono quasi da accusa di omicidio, nel senso che è probabile nella realtà superare la sollecitazione di progetto, tipo un abella buca a tutta velocità, ma l'ingegnere è anche responsabile civilmente per quello che vende e nel caso in cui un veicolo dovesse cedere semplicemente facendo quello per cui è progettato, le responsabilità penali sarebbero gravissime........


Qui siamo in tutt'altro campo, quello giuridico, dove credo nessuno di noi due abbia molta esperienza. "A naso" direi che se prendi una buca a 300 all'ora su strada e ti ammazzi, la colpa è tua che andavi a 300 all'ora dove il limite era massimo 130 e semmai del comune (o dell'Anas in autostrada) che non faceva adeguata manutenzione stradale; se prendi una buca in pista la responsabilità è SICURAMENTE del gestore della pista.

Per togliere ogni responsabilità ai progettisti della moto, basta scrivere nel libretto che non si devono superare i limiti di velocità su strada, che bisogna prestare attenzione alle buche, ecc. Guardacaso a pagina 52 del libretto di uso e manutenzione del CBR 1000 RR 2007 c'è scritto, nel capitolo dedicato ai pneumatici:

Citazione:
Inoltre, se si colpisce una buca o un oggetto duro, fermarsi al lato della strada il prima possibile ed ispezionare attentamente i pneumatici per danni.


Ripeto quanto detto sopra: fate quel che cazz ve pare con le vostre moto, io ho visto moto e macchine sfondate da buche prese ben sotto i 100 all'ora (una era mia) e quindi sono ben felice di frenare se vedo una strada dissestata (oltre ad avere abbastanza cervello per non andare a 300 km/h su strada). icon_rolleyes.gif

In ogni caso vi siete fossilizzati co sta storia della buca, ma il discorso è mandare una moto progettata per i 300 all'ora o poco più a 400 km/h, senza fare nessuna modifica all'aereodinamica ed al telaio. Aumentando la sola potenza, SECONDO ME le sollecitazioni saranno troppo elevate. Spero che il nostro amico riesca a fare sto tentativo, così ci mettiamo l'anima in pace (spero anche di essere smentito, perché preferirei che nessuno si facesse male).

In ingegneria civile utilizzare un carico di progetto 5 volte superiore al carico reale è follia, SE esistono casi di questo tipo (ed ho qualche dubbio) sono solo per installazioni molto particolari, come le centrali nucleari. Io progetto ospedali ed i carichi di progetto saranno maggiorati tra il 50% ed il 100% rispetto a quelli reali; non sono io che faccio i calcoli per le strutture (mi occupo della parte architettonica lavorando a braccetto con gli strutturisti), ma carichi maggiorati del 500% non si sono mai sentiti... e stiamo parlando di strutture molto importanti, che devono continuare ad operare anche dopo catastrofi naturali come terremoti o eruzioni vulcaniche, da cui dipende la vita di migliaia di persone.


P.S. Raga, ma è così difficile rispettare le opinioni altrui senza dare dell'imbecille a chi la pensa diversamente da voi? Mi riferisco soprattutto al quote di Clazomeno, ma non solo. Mica vi ho insultato, ho solo dato, sulla base del mio lavoro, delle opinioni riguardo ai margini di sicurezza impiegati nella progettazione. Insultare gli altri per avvalorare la propria tesi non mi pare un segno di grande maturità.

Ultima modifica di Zorck il 6 Set 2009 17:01, modificato 3 volte in totale
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 6 di 9
Vai a pagina Precedente  123456789  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©