Leggi il Topic


Indice del forumGrand Prix e Pistate

   

Pagina 1 di 1
 
allenamento tecnico moto
15848886
15848886 Inviato: 16 Lug 2017 9:16
Oggetto: allenamento tecnico moto
 



salve a tutti , sono nuovo del forum , sono francesco e come tanti qui dentro ho una grande passione per le due ruote. Premetto che ho cercato risposte alle mie domande invano e forse posterò in sezione sbagliata e mi scuso . Quest' anno finalmente sono riuscito a partecipare ad un campionato tra amatori
(trofeo racing italy, chi è di roma o d'intorni ci venisse a trovare, sono tutte gare al Saggittario di latina tra 125cc ... un po di pubblicità al trofeo icon_asd.gif ) . Comunque io voglio migliorare la mia performance. mi alleno in pista con moto e minimoto , e mi alleno fisicamente. ho cercato a lungo ma sembra che per la moto ci siano solo allenamenti fisici. la mia domanda è semplice : esistono allenamenti tecnici? che ne so per sviluppare l equilibrio o i riflessi .Per esempio ho visto dei ragazzini ( i baby fenomeni come li chiamo io) ai quali gli facevano fare degli otto con le minimoto solo per imparare a usare lo scivolamento del posteriore . So bene che il miglior allenamento è la moto ma come tutti sanno costa girare, possibile che non ci siano allenamenti specifici per uno sport cosi complesso ...?!
mi sono dilungato parecchio , ma grazie in anticipo e vi posto qui la pagina del trofeo , per i curiosi icon_lol.gif
( Link a pagina di Facebook.com )
 
15849004
15849004 Inviato: 16 Lug 2017 17:46
 

Ciao , "francy525" e 0509_welcome.gif nel forum ! icon_smile.gif
In passato ho gareggiato in pista ( gare "Club" nel Regno Unito ) e nelle cronoscalate ( in Italia , per una decina d' anni ) .
Nel mio piccolo , ho sempre curato abbastanza forma fisica e capacità di mantenere alto il livello di concentrazione , 2 aspetti credo molto importanti in questa attività sportiva .
Fin da ragazzo ho praticato arti marziali e , fra queste , ho trovato particolarmente indicato il Tai Chi Chuan , come allenamento psico-fisico per incrementare le personali capacità necessarie a gestire la moto .
Si tratta di una pratica culturalmente molto lontana dal nostro concepire un qualsiasi genere di preparazione , quindi non è di semplice comprensione , nè ugualmente efficace per tutti .
Mi ha comunque aiutato non poco ad incrementare le mie capacità percettive nel "sentire" i pneumatici e nel gestire al meglio le azioni ( spinte e pressioni su pedane e manubrio , principalmente ) usualmente necessarie per gestire la moto .
Mi ha anche permesso di incrementare la mia capacità di mantenermi calmo e lucido , anche in situazioni apparentemente e potenzialmente "agitate" .
Io lo abbinavo ad un uso amatoriale della bicicletta , utile per potenziare gli arti inferiori ( = spinta sulle pedane "consistente" ) ed aumentare la propria resistenza alla distanza .
Alcuni piloti da me conosciuti , sciatori amatoriali , erano concordi nell' utilità di questa pratica per migliorare controllo delle gambe , equilibrio e gestione dell' aderenza in funzione delle traiettorie da seguire .
Ma io non ho mai sciato in maniera sufficientemente competente per poterti confermare questa teoria , anche se ritengo di non avere nessun motivo per non ritenerla valida .
Anche il praticare del fuoristrada può essere un valido allenamento , sia per incrementare la propria resistenza , sia per migliorare il controllo della moto .


doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
15849009
15849009 Inviato: 16 Lug 2017 18:08
 

grazie per la risposta cosi veloce e completa .Molto interessante l' abbinamento con un arte marziale mi informoerò , mi hai incuriosito hahaha. per quanto riguarda bici e sci li faccio e li trovo molto utili, ho inziato a sciare senza bacchette , si va peggio , però emula molto la moto e abitua a piegarsi . Per quanto riguarda il cross bhe solito discorso economico , non avendo il mezzo ne i soldi per comprarlo eusa_wall.gif .
però ero alla ricerca di qualche piccolo esrcizio , trucchetto, non tanto per l aspetto fisico ma proprio a livello di sensibilità ... hahahah forse sto chiedendo il sacro grall ... il mio problema è sulle curve strette, mi sembra che mi manchi l appoggio, la sensibilità giusta. dove ce da piegare ,tanto e in velocità sto tranquillo , è quando le velocità si abbassano che prima di arrivare con il ginocchio a terra mi sento estremamente instabile .
conoscevo un ragazzo che allenava l'equilibrio con una tavola pogiata su un tubo e lui sopra . in attesa di trovare la tavola sto provando a stare fermo con la bici con discreti risultati, ma non so se sono esercizi inutili o l equilibrio puo fare la differenza?
 
15849019
15849019 Inviato: 16 Lug 2017 18:52
 

Nelle curve relativamente lente hai forze giroscopiche minori , quindi se vuoi avvertire maggior stabilità direzionale , dovrai "cercarla" con una più convinta pressione sulla pedana interna in inserimento , così come un adeguato spostamento del busto verso l' interno .
Le spinte sul manubrio vanno calibrate in maniera ancor più delicata , fondamentalmente per 2 motivi .
Il primo è dovuto alla minor incidenza che queste hanno a velocità relativamente basse sulla direzionalità della moto ( forze giroscopiche minori ) .
In secondo luogo agire con maggior delicatezza sul manubrio , in fasi dove i cambi di inclinazione e carico avvengono più rapidamente di quanto accada sul veloce , è utile a mantenere una miglior sensibilità nell' avvertire i mutamenti del livello di aderenza .
Sicuramente avrai già sentito il detto "tenere il manubrio come se avessimo 2 uova in mano" .
E' abbastanza esplicativo di come si dovrebbe gestire il manubrio sulle moto , in particolare sullo stretto .
Per il resto , l' allenamento degli "8" con le minimoto che hai menzionato , serve proprio ad impratichirsi nei rapidi cambi di inclinazione/carico , cercando di assumere postura corretta e gestione di traiettorie ed aderenza , in un contesto in cui non vi è il conforto ( o perlomeno è marginale ) delle inerzie generate dalle forze giroscopiche .



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
15849024
15849024 Inviato: 16 Lug 2017 19:19
 

hai proprio ragione , hai azzeccato subito il mio difetto. sono molto irruento , mi piace buttarmi molto fuori, a volte forse al limite dell utilità, ma quando sono lento non riesco ad essere delicato , ho sempre guidato con la delicatezza di un cinghiale ahhahah. e uso poco il manubrio , guido molto con corpo e spinta sulle pedanem ma ho visto come usare bene il manubrio dia la sensazione di avere una moto molto piu reattiva
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumGrand Prix e Pistate

Forums ©