Leggi il Topic


Come mai la sicurezza e il sapere guidare è un'optional?

Risultati del sondaggio

Poco tecnici.
22% [ 10 ]
Io sono tra gli amici ad essere più protetto.
17% [ 8 ]
Protezioni? Ma di che parli? Ma sei così antico?
0% [ 0 ]
il casco mi rovina il look
4% [ 2 ]
Col caldo, sulle 2 ruote si va svestiti per prendere fresco
8% [ 4 ]
La tuta? Si ma da ginnastica però (l'altra non mi serve)
0% [ 0 ]
Meglio avere le protezioni e non usarle piuttosto che non averle quando servono
46% [ 21 ]

Voti Totali : 45

9987087
9987087 Inviato: 6 Giu 2010 2:12
Oggetto: Come mai la sicurezza e il sapere guidare è un'optional?
 



Ciao a tutti, dopo essermi comprato gli Stivali Sidi Adventure proprio ieri, mi sono accorto (a dire il vero me ne ero accorto anche prima...) che giro per le strade vestito come Robocop:
- Casco in testa e allacciato;
- Ginocchiere e gomitiere (che poi entrambe non si notano visivamente in quanto sono sotto i pantaloni e la giacca);
- paraschiena (anch'esso non visibile esternamente ma si nota che c'è qualcosa sotto la giacca);
- Guanti in pelle con protezioni in carbonio e kevlar
- Pantaloncini protettivi (messi ovviamente sotto i pantaloni)
- Sottocasco in seta
- Stivali Sidi Adventure.

Questo sopra è l'abbigliamento invernale, che cambia da quello estivo solo nel fatto che d'estate non porto giacca in cordura e il paraschiena, e quindi indosso il "tutto in uno" Massive Protector Jacket (Axo)... e tutto il resto dell'abbigliamento resta invariato come accessori.

Poi esco e mi guardo intorno:
- C'è chi il casco non lo ha in testa (ma al gomito), o chi lo ha si in testa ma non allacciato.
- C'è chi il casco lo ha allacciato e però lo ha allacciato molto largo così da poterselo spostare indietro e usarlo stile berrettino.
- C'è chi gira con caschi non omologati (per risparmiare all'acquisto)
- C'è chi ha le scarpette da moto (uno su infiniti bikers mediamente),
- C'è chi il paraschiena o le ginocchiere o gomitiere non sa cosa siano (e sono gli stessi che quando mi vedono d'estate in giro, ridono a crepapelle per come sono combinato e loro nooooo)

- C'è chi i guanti li usa solo se c'è freddo (9 su 10 non li hanno mai) e possibilmente se li mettono di lana…
- C’è chi gira d’estate in pantaloncini corti e infradito o sandali… e guidano da padroni della strada (ovvero zig zag paurosi nel traffico, tagliando la strada a chiunque, superando da destra il più possibile).
E c’è chi, mi chiede “ma non senti caldo?” oppure che mi dice “ma non ti sembra di esagerare? Ai piedi bastano le scarpe da ginnastica”…

Poi ci sono anche quelli che mi dicono di vestirmi protetto, e c’è chi definisce quelli tutti senza protezioni “quelli sono ignoranti”.

Sarà come sarà, ma volete sapere l’ultima?
Ieri incontro la figlia di amici, mi dice “al posto della macchina, mi sono comprata lo scooter, così posso superare da destra”… Già, infatti qui dove vivo io (prov di Catania), scooter e moto superano da destra (non tutti ma la stramagggioranza supera solo da destra) ma non le auto incolonnate: nossignori, anche le auto o gli altri mezzi a due ruote che viaggiano anche spediti.
Così mi viene in mente cosa ho visto settimane fa: due su uno scooter 125 che tallonavano in città un camion enorme Bartolini… viaggiavano incollati al mezzo davanti, questo perché attendevano il momento buono per superarlo da destra! Ovviamente erano senza casco, e vestiti leggerini…
E mi viene in mente lo spavento che ho preso alcuni mesi fa, avevo dietro uno con la moto, lo osservavo negli specchietti, ad un certo punto non lo vedo più e penso che si sia fermato la curva prima o abbia cambiato strada… invece era nella mia scia (e quindi nel punto morto dei miei specchietti che in tal caso prendono solo me)… e zac al momento migliore per lui, mi supera da destra facendomi quasi cadere; questo sia perché non me lo aspettavo dietro, sia perché si è infilato tra me, che ero a destra della careggiata e un muretto di cinta, costringendo a spostarmi a sinistra all’improvviso per evitare che mi toccasse e cadessimo entrambi.
Qui dalle mie parti è a volte veramente pericoloso mettersi in strada perché molti il codice della strada lo improvvisano (come quell’automobilista che con me fermo e in procinto di svoltare a sinistra, con me con la freccia ovviamente, invece di passarmi da destra, unico caso che il codice della strada prevede il sorpasso da destra… che fa? Indovinate un po’? Io parto e me lo vedo sfrecciare, sfiorandomi, alla mia sinistra…(mi stava venendo un’infarto per lo spavento)… e per fare quella manovra tra le altre cose è finito nella corsia opposta superando bellamente con strafottenza una doppia linea…)… per non parlare della moda dilagante: assicurazioni scadute e non rinnovate (e so che tanti non la fanno non perché c’è crisi, ma per menefreghismo, forse perché oramai è la moda: investire e fuggire).

Ma forse la cosa più incredibile che mi è successa, è stata quella di uno che con la macchina dietro di me, ha iniziato a spingermi la moto appoggiandosi a me. E non l’ha fatto apposta, ha insistito perché io ero fermo allo stop, e non potevo passare per il troppo traffico e lui aveva fretta e poco gli interessava il traffico (lui al posto mio avrebbe tagliato la strada a tutti, magari sgommando). Mi ricordo con piacere questo evento, e sapete perché? Lui mi spingeva avanti, io rischiai di cadere e mi spinse fino a metà incrocio… nel frattempo dalla macchina urlava e suonava il clacson all’impazzata… poi riesce ad aver la meglio su di me (con me da lui buttato fuori lo stop), ingrana la retro prende spazio per superarmi e fa si e no 5 metri: paletta dei Carabinieri appostati nascosti dietro un cartellone… (ancora oggi se ci penso rido a vedere la sua faccia, e rido pensando che dopo 30 minuti ripassando sulla scena, lui era ancora lì fermo…)

Dalle vostre parti come è la situazione? assicurazioni non pagate è solo la piaga del sud?
I centauri usano vestirsi tecnico o bastano i sandali ai piedi (ovvero esclusi voi, dalle vostre parti come si vestono in moto o scooter?)
 
9987137
9987137 Inviato: 6 Giu 2010 3:25
 

Che bei racconti! mi viene il nervoso a leggere tute queste cose in una volta...

Dalle mie parti i centauri sono tutti belli imbottiti (anche d'estate) per un buon 75% direi...il resto...R1, kawa 636, gsx 1000 ecc li vedo a volte passare coi MOMO in testa, magliettina hawaiana e pantaloncini e ciabatte in pandam....Poi la migliore è vederli così anche in autostrada!! roba da pazzi...Ma poi mi chiedo, come fai a cambiare le marce con le infradito????
Ma per fortuna, la maggioranza qui gira protetta, e non gira la moda dell'assicurazione da rinnovare...per fortuna...

Tu gira a testa alta e vanne fiero delle protezioni che porti...io quelle poche volte che non le ho messe, ho fatto una bella caduta rovinandomi una spalla, il mento segnatoa vita e il braccio anche...se avevo una semplice giacca (che tral'altro era a casa) e il casco integrale (anche quello beatamente a casa), mi sarei rialzato con solo qualche livido...

Ora ho imparato la lezione...bisognerebbe che la imparasse molta gente li dalle tue parti tu che dici?
 
9987300
9987300 Inviato: 6 Giu 2010 9:24
 

Ciao Stefanel, da mie parti in Regione Veneto maggioranza di motociclisti girano ben protetti se non fa caldo. Invece se fa davvero caldo indossano solo casco e magari la giaca da moto se non vanno lontano. Per i motogiri ed autostrada vestono quasi tutto necessario. Scuteristi specialmente giovani girano solo con casco, qualche volta messo come berrettino.
Tua storia con automobilista che ti spingeva allo Stop mi fa arabbiare sul serio. Se starrei io al posto tuo, sicuro che lui avesse finito in ospedale senza denti con magari altre fratture. Sembra che proprio voleva ucciderti. Dopo ai carabinieri io dirrei che era difesa personale e difesa d'altri utenti della strada, che se loro vedono e non intervengono, sono costretto di fare il loro lavoro..........
Personalmente io giro casa-lavoro con casco, giaca tecnica con protezioni, guanti, paraschiena, scarpe con protezioni ma quelle da lavoro, non da moto e i classici jiens. Se vado lontano vesto anche i pantaloni tecnici e stivali da moto. Ho una brutta esperienza con cinquantino: sono caduto sullo sterrato a velocità bassa. Avevo casco, maglietta senza maniche e bermude. Risultato: 7 punti sul gomito e una fascia sul ginnocchio. Dopo questo preferisco essere protetto.
Ho scritto anche un topic:
Non risparmiare mai sulla sicurezza
 
9987586
9987586 Inviato: 6 Giu 2010 11:25
 

Virtualdevil ha scritto:
Che bei racconti! mi viene il nervoso a leggere tute queste cose in una volta...

Dalle mie parti i centauri sono tutti belli imbottiti (anche d'estate) per un buon 75% direi...il resto...R1, kawa 636, gsx 1000 ecc li vedo a volte passare coi MOMO in testa, magliettina hawaiana e pantaloncini e ciabatte in pandam....Poi la migliore è vederli così anche in autostrada!! roba da pazzi...Ma poi mi chiedo, come fai a cambiare le marce con le infradito????
Ma per fortuna, la maggioranza qui gira protetta, e non gira la moda dell'assicurazione da rinnovare...per fortuna...

Tu gira a testa alta e vanne fiero delle protezioni che porti...io quelle poche volte che non le ho messe, ho fatto una bella caduta rovinandomi una spalla, il mento segnatoa vita e il braccio anche...se avevo una semplice giacca (che tral'altro era a casa) e il casco integrale (anche quello beatamente a casa), mi sarei rialzato con solo qualche livido...

Ora ho imparato la lezione...bisognerebbe che la imparasse molta gente li dalle tue parti tu che dici?


Ciao, sai mi sono accorto che, tanti ma veramente tanti, dopo una bella caduta vera, poi per incanto si accorgono che esistono le protezioni. Ne è il caso tuo, ma anche di un mio amico, che, dopo essere caduto, rotto alcune costole e bucato un polmone, oggi gira "addobbato" peggio di me.
L'unica cosa che mi chiedo e non capisco è: perchè atrezzarsi dopo e non prima? Eppure sono all'ordine del giorno incidenti anche mortali in moto.... allora perchè non prevenire invece di curare? (io sono stato tamponato da un'auto pirata l'anno scorso, mi ha fatto quasi 1000 euro di danni ala moto, ovviamente pagati tutti da me, e io non mi sono fatto un solo graffio.... andando 2 giorni dopo in Commissariato a denunciare la cosa, l'ispettore aveva capito che io ero l'investitore, lo aveva dedotto perchè non mi ero fatto nulla... ignaro che avevo cento protezioni...)
 
9987635
9987635 Inviato: 6 Giu 2010 11:38
 

PRISRAK ha scritto:
Ciao Stefanel, da mie parti in Regione Veneto maggioranza di motociclisti girano ben protetti se non fa caldo. Invece se fa davvero caldo indossano solo casco e magari la giaca da moto se non vanno lontano. Per i motogiri ed autostrada vestono quasi tutto necessario. Scuteristi specialmente giovani girano solo con casco, qualche volta messo come berrettino.
Tua storia con automobilista che ti spingeva allo Stop mi fa arabbiare sul serio. Se starrei io al posto tuo, sicuro che lui avesse finito in ospedale senza denti con magari altre fratture. Sembra che proprio voleva ucciderti. Dopo ai carabinieri io dirrei che era difesa personale e difesa d'altri utenti della strada, che se loro vedono e non intervengono, sono costretto di fare il loro lavoro..........
Personalmente io giro casa-lavoro con casco, giaca tecnica con protezioni, guanti, paraschiena, scarpe con protezioni ma quelle da lavoro, non da moto e i classici jiens. Se vado lontano vesto anche i pantaloni tecnici e stivali da moto. Ho una brutta esperienza con cinquantino: sono caduto sullo sterrato a velocità bassa. Avevo casco, maglietta senza maniche e bermude. Risultato: 7 punti sul gomito e una fascia sul ginnocchio. Dopo questo preferisco essere protetto.
Ho scritto anche un topic:
Non risparmiare mai sulla sicurezza


Ah ma se è per quello dello Stop allora te ne racconto di un'altro: ero su una strada nazionale, sempre qui dalle mie parti. Vedo uno fermo allo stop, ero lontano, poi mi avvicino e zac parte all'mprovviso (qui molti usano passare senza dare precedenza tagliando la strada all'ultimo.. i sono accorto di lui quando il suo cofano l'ho visto all'altezza del mio motore. L'istinto (e la moto altia, enduro) mi ha fatto dare un colpo di gas e sfuggire.... avessi avuto una moto stradale, o uno scooter volavo via... mi ha salvato il fatto che nella mia moto dopo le pedane c'è il vuoto e poi la ruota posteriore... avessi avuto la carena mi sbatteva contro..
 
9987945
9987945 Inviato: 6 Giu 2010 12:57
 

Stefanel ha scritto:


Ah ma se è per quello dello Stop allora te ne racconto di un'altro: ero su una strada nazionale, sempre qui dalle mie parti. Vedo uno fermo allo stop, ero lontano, poi mi avvicino e zac parte all'mprovviso (qui molti usano passare senza dare precedenza tagliando la strada all'ultimo.. i sono accorto di lui quando il suo cofano l'ho visto all'altezza del mio motore. L'istinto (e la moto altia, enduro) mi ha fatto dare un colpo di gas e sfuggire.... avessi avuto una moto stradale, o uno scooter volavo via... mi ha salvato il fatto che nella mia moto dopo le pedane c'è il vuoto e poi la ruota posteriore... avessi avuto la carena mi sbatteva contro..

Ho sopravissuto in due incidenti simili..............................Grazie Dio che avevo guidato le macchine, una delle queste (molto bella) ho dovuto demolire 0510_sad.gif
 
9988092
9988092 Inviato: 6 Giu 2010 13:35
 

precisazione alla mia frase:

"qui molti usano passare senza dare precedenza tagliando la strada all'ultimo.. "

In realtà qui molti usano passare senza dare precedenza tagliando la strada all'ultimo, ovvero, mettiamo che abbiano lo spazio per passare (ovvero che tra voi e lui ci siano anche 20 metri), bene attendono, e immaginiamo che dietro di voi non ci sia nessuno.... bene: appena siete a pochi metri da loro, zac partono all'improvviso tagliando la strada.
Un giorno ero in macchina con un'amico istruttore di guida, ha penato tutto il percorso a dire al ragazzo "nooooooooo non si passa così!!!!" e alla fine il mio amico istruttore era furioso per come questo futuro patentato tagliava sempre la strada a tutti...
Quando ho chiesto tempo dopo all'amico "ma non gliele insegnate le cose?" lui mi ha risposto la verità "come no, ma una volta imparato che per dare l'esame non devono fare così, una volta superato l'esame di guida tornano a fare come facevano esattamente prima" (ovvero imparano le regole e poi non le usano, per cui, molti manco si fermano agli stop, tirano dritto direttamente sopratutto quando loro si trovano a destra dell'incrocio e nella loro testa riecheggiano ancora le parole dell'istruttore che diceva "la precendenza è da destra" (il "a meno che non abbiate stop o segnali che dovete dare precendenza.." ovviamente non lo ricordano più per convenienza)
 
10012411
10012411 Inviato: 10 Giu 2010 7:53
 

Caro Stefanel, purtroppo è come dici, ma dove vivi tu.

Non vorrei infierire, ma mi risulta così.
Nel 2008 ho fatto un viaggio (insieme ad amica su altra moto) in sicilia di 22 giorni, attraversandola tutta, in lungo e in largo. Abbiamo trovato comportamenti di motociclisti e di automobilisti per noi anormali e allucinanti. Estremamente pericolosi: sembravano improntati a una sola unica assoluta regola regola: "tu fatti i cavoli tuoi, che io sono assolutamente libero di farmi tutti i cavolacci miei".

Peccato. Il fascino della terra è a volte irresistibile e la cultura di alcuni suoi numerosi abitanti è veramente gradevole, ma non credo che rifaremo viaggi in moto in Sicilia.
 
10015769
10015769 Inviato: 10 Giu 2010 17:34
 

Diciamo che non tutta la sicilia, dal punto di vista "gestione" traffico è la stessa cosa:
Se vai a Trapani e nella sua provincia, guidano rispettando il codice della strada.
Lo stesso vale per Noto ( e Siracusa tutta).

Se poi invece vai nel palermitano, nel catanese e nel messinese c'è da strapparsi i capelli.

E il modo di guidare tra Palermo e Catania è molto diverso, un catanese a Palermo non sa guidare come i palermitani e viceversa.

Messina poi, è un'altra realtà: Mistero!
Gli stessi imbarcati su traghetti a Villa San Giovanni, salgono sul traghetto "educati"... poi appena il portellone si abbassa sul molo di Messina, apriti cielo (sarà l'aria?), chi cerca di passarti da sopra, chi di sotto, chi ti stringe e cerca di buttarti in acqua.... e dire che sono gli stessi che poco prima diligentemente si erano imbarcati..

L'anno scorso sono stato a Cuneo, mia città natale, e devo dire che mi trovavo bene nella guida corretta, tuttavia ho notato in tutto il nord una cosa particolare:
Una volta i meridionali quando andavano al nord, per non farsi notare e mischiarsi nella massa, guidavano copiando gli altri.
Invece mi sono accorto che anche su i tempi sono cambiati: ogni tanto trovi qualche pazzo che allo stop tira dritto da menefreghista e non rispetta il codice della strada (abituati al sud a non farlo).... lo fanno perchè ormai la maleducazione è all'ordine del giorno, immagino.
 
10015778
10015778 Inviato: 10 Giu 2010 17:36
Oggetto: Col caldo, sulle 2 ruote si va svestiti per prendere fresco
 

Chi ha votato così mi piacerebbe si presentasse...

icon_smile.gif
 
10018569
10018569 Inviato: 11 Giu 2010 0:24
 

doppio_lamp_naked.gif Ciao Stefanel . sono nuovo del forum e da poco ho preso la patente A3.
Io mi sono sempre chiesto come si fa ad andare in moto in pantaloni corti e maglietta, ne vedo molti che vanno al mare, essendo io a neanche un'ora dal mare di Jesolo, praticamente basta che togli il casco e sei pronto a prendere il sole 0509_si_picchiano.gif
E poi.... per quello che ti insegnano a scuola guida icon_eek.gif ... dovrebbero perlomeno insistere sulla sicurezza e necessità di essere protetti almeno l'indispensabile!!!
Comunque la pelle è la loro, chi ci tiene soffrirà un pò il caldo ma almeno è protetto.
Guarda certa gente in macchina sarebbe da prendere a schiaffi, e nel tuo caso mi fà una rabbia 0509_mitra.gif.
Noi muoviamo l'anima in moto ma alcuni non portano neanche un neurone su quattro ruote!!!
 
10018813
10018813 Inviato: 11 Giu 2010 2:51
 

domenica scorsa, tornando da crocedomini con un mio socio, ci siamo beccati la processione dei casi umani:
gente con il casco penzolante sulla schiena ed allacciato al collo, a mò di cappello dei cowboy
un tizio su una supersportiva, con tanto di tuta in pelle... peccato che la parte superiore l'aveva slacciata e aperta fino alla cinta allacciando le maniche in vita come se fosse un maglione
caterbe di tizi in maglietta, bermuda e infradito
e poi sorpassi in curva cieca oltre la linea continua, in piega-ginocchio a terra e con zavorra a segiuto.
sorpassi in curva oltre la doppia linea continua in tunnel
uscite di corsia in curva, invadendo la mia corsia-traiettoria (m'ha evitato grazie a me che mi son buttato quasi nell'erba oltre la carreggiata)
e poi come non citare le strade sporche o con le buche...

insomma, potrei andare avanti ore.

ti vesti protetto? fai bene.
ti senti robocop? ma chissenefrega!
in sella, la tua pelle risponde a te e all'asfalto non a chi ti sfotte.
 
10021998
10021998 Inviato: 11 Giu 2010 15:48
 

Io su questo sono molto intransigente, l'unica cosa che non è proprio "specifica" sono i pantaloni, spesso mi limito ai jeans, certo, anche d'estate ovviamente.

Comunque, a parte le classiche domande: "Ma non hai caldo?" e le risposte più o meno strafottenti, l'ultima è arrivata dopo l'acquisto di LORO:

immagini visibili ai soli utenti registrati



(Con cui mi trovo davvero in paradiso, cambiare è diventato quasi fisicamente piacevole.)

Si sprecano le domande sul caldo, sul non essere fashion delle scarpe in questione, e su mille altri particolari.
Poi, da bravo quasi 17enne con ormoni in subbuglio, ogni tanto perdo la pazienza e a qualcuno chiedo se "Vuole provare a incontrare la suola col naso, così in base al male che mi faccio io vedo quanto sono protettivi..." eusa_think.gif icon_confused.gif


Ovviamente la grande maggioranza, non ha oltre all'integrale (Alcuni nemmeno lui) niente di adatto, cominciando dai guanti, senza cui io NON RIESCO fisicamente a guidare, è come un blocco mentale ormai.
Così infradito si sprecano, GS con armamento da Parigi/Dakar e proprietario in jet e maglia rosa D&G a vista, e via...
 
10025371
10025371 Inviato: 12 Giu 2010 8:24
 

lasciamo dicano pure che siamo esagerati o che sembriamo robocop ma noi la pelle ce la teniamo cara...
Stavo valutando un paio di pantaloni con protezioni.
Qualcuno ha qualche consiglio da darmi?
Grazie
 
10025671
10025671 Inviato: 12 Giu 2010 10:29
 

giali (kevlar)(i j56 sono i migliori imho, hanno un sottopantalone completamente in kevlar!)
jofama (hiart)
draggin (kevlar)
promojeans (kevlar)
 
10026105
10026105 Inviato: 12 Giu 2010 12:29
 

esco sempre ben coperto con giacca (pelle o tessuto dipende dalle temperature), casco integrale con sottocasco in seta, paraschiena (che ammetto è un pacco portare in giro...), guanti con protezioni, jeans o pantaloni tecnici e l'unica cosa che non copro sono i piedi perchè gli stivali li metto solo quando vado per giri in moto, mai ne tragitto casa-ufficio (non posso stare al lavoro con gli stivali da moto indosso....)

giusto ieri sera ammirata 999 fila repilca con guidatore in bermuda e t-shirt con scarpe da ginnastica e zavorrina anch'essa vestita da mare con su i tacchi icon_eek.gif icon_eek.gif

ed il bello che mi guardavano come fossi un alieno... icon_eek.gif

poi se un giorno per sfia dovesserobaciare l'asfalto forse capiranno a che serve sembra un "alieno" icon_rolleyes.gif
 
10027120
10027120 Inviato: 12 Giu 2010 16:40
 

io sono uno di quelli che girano in scooter, col momo e abbigliamento di tutti i giorni. E' più forte di me, sarà perchè lo uso per andare a scuola, sarà perchè lo uso per gironzolare in città.. Ma appena vado a fare un giro più lunghetto (visto che sto aspettando che mi arrivi la moto) non vi nascondo che mi metto: integrale, guanti (anche se nn quelli racing, ma un minimo di protezione), giubbino tecnico traforato, e un paraschiena. dallle mie parti c'è la costiera Amalfitana, splendida. Quindi me la godo.

Forse però devo usarli anche in città... 0510_inchino.gif 0510_inchino.gif

PS= con la moto però, il suddetto abbigliamento, sarà quotidiano!


doppio_lamp.gif
 
10030617
10030617 Inviato: 13 Giu 2010 14:47
 

grazie dell'informazioni sui pantaloni.. domani andro a vedere subito così sarò al completo finalmente...
Buoni kilometri a tutti...e prudenza
 
10032727
10032727 Inviato: 13 Giu 2010 22:24
 

Sono sempre andato in moto vestito ben protetto. Ma poi, leggendo numerosi post del Tinga, mi sono accorto che ero APPARENTEMENTE ben protetto!

Ho speso un sacco di soldi per giacche Dainese, pantaloni Spidi, paraschiena, protezioni, paraschiena, ecc. ecc. e poi scopro che non valgono niente come protezione... Però fino ad ora sono stato assistito dalla fortuna e non sono mai caduto...

Ho deciso di fare una ricerca approfondita e di cambiare tutto con cose veramente protettive... ma spero che la fortuna mi assista ancora...

Come voto, non tenterò di vendere a nessuno, usate ma in buonissimo stato, le cose che ho comprato anche recentemente ma di cui non mi fido più io...

Assistici tutti, oh Fortuna, perchè la maggior parte dell'industria della Protezione, non ha la minima intenzione di assisterci...
 
10034237
10034237 Inviato: 14 Giu 2010 10:19
 

Io stasera mi compro questa:

immagini visibili ai soli utenti registrati



Si lo so cheè in caso di caduta 0509_down.gif ...ma uso la moto tutti i giorni per andare al lavoro, qualche compromesso lo devo fare...altrimenti a settembre dentro alla giacca in pelle ci trovo le cozze 0509_pernacchia.gif
Per ora vengo al lavoro col giubbotto in pelle spidi, paraschiena integrato e pantaloni tucano urbano canvas...da domani giacca leggera traforata., piu tutto il resto.
A volte metto il jeans normale...lo so non sarà il massimo, credo però di non essere neanche tra i più "scellerati" doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif a tutti!
 
10059957
10059957 Inviato: 17 Giu 2010 23:35
 

Grazie a tutti quelli che hanno risposto, e anche a quelli che hanno votato pur senza voler rispondere.

Vi racconto due cose curiose, per cui armatevi di santa pazienza e tempo.
(primo racconto)

Nuovo look da moto
Stamattina (abito in un luogo di mare, Acireale) ho visto uno vestito così in moto:
Costume da bagno e null'altro.
Ora io che mi sono sempre chiesto "ma come fanno a cambiare quelli con l'infradito?" ecco questo li ha battuti tutti: piedi nudi direttamente!!!!
Penso avesse piedi di acciaio, con almeno 2 dita di materiale naturale antirefrattario alla pianta del piede: ma come si riesce a mettere giù il piede poggiandolo sull'asfalto rovente?

Oggi però ho visto l'alter ego di questo tipo:
una strabella ragazza, vestita con una specie di velo addosso semi trasparente che le avvolgeva il corpo perfetto ed ai piedi i tacchi a spillo.

Ovviamente entrambi mi hanno chiesto la cosa più normale o forse la domanda più stupida al mondo: "ma non senti caldo?;
ed io stanco di dire "si ma sono protetto" ho cambiato risposta in
"no, perchè, dovrei?"


(secondo racconto)
Premessa: non storcete il naso. uso la moto continuamente ma oggi dovevo prendere la macchina per forza di cose.
Se non era che, ho avuto i riflessi pronti, stavo stendendo un motociclista.
Ma procediamo per ordine.
Stavo procedendo ai 50km/h, nell’altra corsia, quella di direzione opposta alla mia c’era un centauro che, se la pensa e mentre arrivavo all’incrocio (con nessun mezzo dietro di me) prende e mi taglia la strada senza assolutamente guardare se arrivava qualcuno o no.
Sono riuscito a scansarlo perché per fortuna nella corsia da cui proveniva lui non c’era nessuno, per cui mi sono trovato ad andare contromano per una decina di metri!
Chi era con me in macchina ha detto “ma hai visto?” ed io pensavo si riferisse alla manovra da kamikaze che aveva attuato, ma invece il mio passeggero si riferiva al fatto che il centauro era al cellulare!


Per chi dice che, le scuole guida dovrebbero dire di vestirsi protetti, posso assicurare che le cose possono anche venire dette, ma poi sta alla testa della persona applicarle.
Purtroppo manca la cultura della protezione, e se obbligate per legge vengono viste come imposizioni e non come un qualcosa che anche senza leggi uno dovrebbe indossare. Lo vedo nella mia scuola guida, gli si può dire 10.000 volte che il casco lo devono indossare e allacciare: lo fanno solo per fare gli esami, poi una volta superati abbandonano il casco a casa o lo indossano slacciato (voi direte che slacciato non serve a nulla, ed è vero, però passano indenni ai posti di blocco atti per multare chi non indossa il casco)…



Ultime due cose.
Guanti.
A proposito di guanti, domenica sono andato in campagna a trovare amici. Davanti al cancello di casa loro, mi sono tolto i guanti in pelle, poi dovendo mettere la moto dentro il cancello, l’ho accesa e sono partito senza guanti: non solo non mi ci trovavo ai comandi (l’ho fatta spegnere un paio di volte senza volere) ma mi sentivo “nudo”.

Protezioni (ginocchiere, gomitiere e similari)
Non sono d’accordo con chi dice che non proteggono. Io l’anno scorso sono stato violentemente tamponato da un’auto pirata, Sono stato sbalzato dalla sella, ho fatto un gran volo e sono atterrato di ginocchia e mani. Se non avessi avuto le ginocchiere mi sarei sicuramente rotto il ginocchio nell’impatto e non solo: visto che dopo l’atterraggio sono strisciato sulle ginocchia per una decina di metri… ho consumato le ginocchiere di tantissimo, di tanto quanto che, se non le avessi avute non mi sarei sbucciato, ma mi sarei raschiato anche la rotula sull’asfalto!
Le ginocchiere, presentano pesanti solchi profondi nel punto maggiore oltre 4mm oltre che una pesante abrasione in altri punti delle stesse.
Un’altra volta mi hanno salvato il ginocchio da una rottura (mi sono trovato il ginocchio schiacciato tra il serbatoio della moto e il paraurti di chi accendendosi una sigaretta in coda, distraendosi non ha fatto caso che la macchina andava avanti…
 
10060484
10060484 Inviato: 18 Giu 2010 2:41
 

Si concordo, ma anche le protezioni ti proteggono fino ad un certo punto, se ti schiaccia un'auto o un autobus, come e' successo dalle mie parti, c'e' poco da fare. A sentire i tuoi racconti per girare nella tua citta' ed essere vagamente protetto mi comprerei direttamente un suv gigante, e la moto al massimo la userei per i giri in campagna.

Comunque anche qui al nord se ti muovi in citta' ad orari di punta dei lavoratori con la moto rischi grosso, sono come matti, soprattutto i perenni ritardatari.
Ok protetti, ma non facciamo lo sbaglio di sentirci troppo protetti solo perche' abbiamo la tuta con ginocchiere e tutto il resto, certo e' molto meglio di uno slip da bagno ed infradito ma le ossa si possono rompere comunque se sbatti contro oggetti solidi, e' ben diverso da una scivolata in pista.

Dipende da che parte la guardi.

Un automobilista potrebbe dirti che se vuoi essere piu' protetto, almeno in citta' nel traffico caotico di punta, dove e' pieno di macchinari che pesano in media quasi una tonnellata di ferro e acciaio che compiono manovre a pochi centimetri dalle tue ossa coperte solo da pelle, ginocchiere e gomitiere in plastica (che e' meglio di niente nei piccoli incidenti ma spesso insufficienti a salvarti la vita negli episodi piu' gravi)..... comprati un'auto e fatti la fila.

Voglio dire che non dobbiamo essere ipocriti... come noi riteniamo dei "deficienti" chi va in moto in costume da bagno, altri potrebbero pensare che siamo pure noi dei "deficienti" che andiamo in giro in moto in tuta pensando di essere "protetti". Certo piu' protetti che in costume da bagno, ma sempre meno che in auto. 0510_confused.gif
 
10060633
10060633 Inviato: 18 Giu 2010 8:31
 

beh ma seguendo questo discorso allora io mi vendo la moto e l'auto e mi compro un trattore stradale e vi aggiungo un bull-bar icon_asd.gif
 
10069071
10069071 Inviato: 19 Giu 2010 16:07
 

Cito il caso di due miei amici,
Uno di Bergamo che guida i TIR e guida in tutta europa, ma appena viene a Catania smette di guidare e non ne vuole sapere di guidare qui: ha paura a farlo.
L'altro di Torino, che anni fa mi disse "se abitassi io qui, mi comprerei un Hummer con sopra un cannoncino da 50mm: il primo che mi sta per tagliare la strada lo faccio secco"...


Per rovescio della medaglia, invece chi abita qui è convinto che chi impara qui, sa guidare ovunque (proprio perchè qui le regole sono riassunte in una sola: passa e ha strada solo il prepotente). Dove abito io, ho 5 incroci pericolosissimi, che non sarebbero pericolosi, se non fosse che tutti (ripeto: TUTTI) quelli che hanno lo Stop, non lo rispettano mai mai mai mai
Arrivano in buona velocità, manco guardano e continuano per la propria strada con prepotenza e strafottenza.
Poi ci si sposta, si fanno 200 km o meno verso ovest e lì non c'è uno non rispetti il codice della strada.
Sapete cosa rende il tutto più pericoloso? Il fatto che i pedoni, attraversino spesso la strada in diagonale senza guardare se arriva qualcuno, ovviamente non suelle strisce pedonali, e per giunta dandovi spalle (quindi non possono vedere che arriva qualcuno, da che camminano tranquilli sul marciapiede a che te li trovi in mezzo alla strada è un secondo)...
 
10069200
10069200 Inviato: 19 Giu 2010 16:38
 

father_torque ha scritto:
....

Voglio dire che non dobbiamo essere ipocriti... come noi riteniamo dei "deficienti" chi va in moto in costume da bagno, altri potrebbero pensare che siamo pure noi dei "deficienti" che andiamo in giro in moto in tuta pensando di essere "protetti". Certo piu' protetti che in costume da bagno, ma sempre meno che in auto. 0510_confused.gif


Ti racconto una cosa che mi è capitata lo scorso inverno.
Ero ad un semaforo, e mentre stavo aggiustando la visierina interna (quella anti appannante) noto uno alla mia destra che mi guardava e rideva. La giornata era bella, non sembrava neppure dicembre, la temperatura ancora mite e lui stava in pantaloncini corti, maglietta a maniche lunghe, casco al gomito, scarpe aperte ai piedi. Dietro di lui, una zavorrina tamarrissima, ma alla "moda": magliettina con la vita di fuori, pantaloncini di cotone leggerini, sandali ai piedi. Un secondo prima che scattasse il nostro verde, parte ed essendo sulla mia destra, ma doveva andare a sinistra, mi taglia la strada; volta e forse per olio per terra scivola lo scooter e fanno un bel capitombolo. Sinceramente non li ho visti cadere, però girando anche io me li trovo a terra e scivolo anche io per l'olio. Mi rialzo e vado a vedere se hanno bisogno di aiuto. Lui era messo molto male, lei era una maschera di sangue, chiamo il 118, rialzo la moto con l'aiuto di qualche passante e torno a casa. Poso la moto e vado all'ospedale più che altro per scrupolo. Al Pronto Soccorso, mi informo per gli altri 2, sapendo che li avevano portati lì; trovo la ragazzina sotto una matassa di bende, di lui nessuna traccia (poi ho scoperto che è morto sul colpo, battendo la testa a terra senza casco). Mentre ero lì arrivano i genitori di lei e scoppiano in lacrime vedendola tutta a brandelli (penso che le abbiano poi fatto la plastica facciale: aveva strisciato di faccia e di naso per un bel po' sull'asfalto, per non parlare di braccia e gambe). Io avevo una escoriazione ad una spalla, tutto lì.

La differenza tra pista e strada è che in pista l'asfalto non ha olio per terra, non ha buche, e se qaulcuno cade le moto dietro lo evitano. La strada ha buche, olio, segnaletica orrizontale viscida ecc ecc ma se almeno non hai un minimo di protezioni ti rovini anche solo per una scivolata banale (concordi?)
Io sostengo che il principale pericolo sulle strade siano gli altri imprudenti. Pochi mesi fa sono morti 2 ragazzini dai 17 anni dalle mie parti: entrambi senza casco entrambi con le lampadine del faro anteriore colorate di blu col pennarello, sono caduti mentre giocavano a prendersi a calci da un motorino all'altro andando a notevole velocità su una strada pericolosssima completamente buia (tanto veloci che la Polizia nei primi rilievi pensava ad una gara tra scooter)....
 
10069406
10069406 Inviato: 19 Giu 2010 17:34
Oggetto: Re: Come mai la sicurezza e il sapere guidare è un'optional?
 

Stefanel ha scritto:
Dalle vostre parti come è la situazione? assicurazioni non pagate è solo la piaga del sud?


icon_eek.gif
Assicurazioni non pagate?! Mi viene il brivido solo a pensarci. Perchè se possiamo essere daccordo che sono costose, che sull'obbligo ci marciano, eccetera, è anche vero che furono rese obbligatorie proprio per evitare problemi a seguito di incidenti, con l'aumentare del taffico e del numero di veicoli circolanti...

Per il resto, potrei dirti che... fare il confronto con Milano può sembrare facile, molte situazioni paradossali che racconti tu o che mi hanno raccontato, non le trovi. A volte anzi mi arrabbio perchè la gente mi sembra che sia contenta a stare in coda, "spreca" spazio e non coglie la possibilità di muoversi quando anche si presenta. Ma vabè...

Riguardo i motociclisti, ho fatto un anno a girare in città con lo scooter per andare al lavoro e come hanno già detto molti, con il freddo od il semplice fresco è più facile vedere gente coperta. Poi magari a guardare bene ci sono alcuni che hanno la giaccavento piuttosto che quella tecnica con protezioni, ma in media la gente si protegge, quelli in moto tutti, quelli con gli scooter quasi tutti. Con le temperature più alte, invece, di colpo sembra sparire tutto. La percentuale di utenti protetti cala molto, i guanti diventano quasi un optional (a me ormai da quasi fastidio guidare senza guanti...), le giacche lasciano il posto a camiciole. Anche in questo caso, l'ho notato più su scooteristi che motociclisti, anche se quando fa caldo, la tentazione di rimanere in maglietta viene a tanti.
 
10069423
10069423 Inviato: 19 Giu 2010 17:38
 

Eh comunque si sa che da quelle parti le leggi non ci sono, perche' pensi che molti del nord italia sono stufi di pagare le tasse anche per il sud. Qui al nord senza casco non fai due metri senza che ti becchino con tanto di sequestro del mezzo. 0510_confused.gif
 
10071362
10071362 Inviato: 19 Giu 2010 23:58
 

father_torque ha scritto:
Eh comunque si sa che da quelle parti le leggi non ci sono, perche' pensi che molti del nord italia sono stufi di pagare le tasse anche per il sud. Qui al nord senza casco non fai due metri senza che ti becchino con tanto di sequestro del mezzo. 0510_confused.gif

momento.. le leggi ci sono, e ci sono anche quelli che le rispettano! ti prego di non fare di tutta l'erba un fascio..
e poi come voi le pagate per noi, noi non le paghiamo per voi? non capisco cosa vuoi dire..
 
10071580
10071580 Inviato: 20 Giu 2010 0:26
 

doppio_lamp_naked.gif ciao a tutti.
Volevo solo dire che in Italia purtroppo non c'è la cultura della strada ne tanto meno della sicurezza e protezione quando si guida; si pensa sempre che a noi non possa succedere nulla e che capiti sempre agli altri.
Non si risolve il problema alzando i premi assicurativi o facendo fioccare multe, bisogna prendere coscienza che la vita ha un valore inestimabile e che anche la moto che per noi è pura passione deve essere guidata con rispetto delle regole e protetti per dare l'esempio ai meno interessati alla propria pelle...
Vale la pena essere ben protetti, la moto è libertà.... non facciamola diventare pericolo!!! 0509_up.gif
 
10073123
10073123 Inviato: 20 Giu 2010 13:04
 

Fuori Tema.

Una cosa è vera, le leggi qui ci sono, ma non vengono rispettate. Le possono rispettare 1 su 1000....
una bazzecola di persone su un numero infinitamente più alto che non le rispetta.
Ma in ogni cosa c'è il rovescio della medaglia: qui dove sono io, fino a non molti anni fa (oggi le cose non sono ancora troppo cambiate) chi paga i passi carrabili lo fa non so per cosa. Io ho 4 passi carrai, tutti e quattro con la tabella del Comune, pago una schioppettata all'anno per averli e trovo sempre macchine posteggiate davanti. In uno c'è persino scritto "lasciare libero il passaggio giorno e notte", ebbene un'anno ci ho trovato la macchina di uno che l'ha messa a luglio e l'ha tolta a settembre col menefreghismo e benestare dei vigili urbani che non vollero mandare il carro atrezzi solo perchè sapevano di chi era la macchina e non volevano fargli il torto di applicare la legge.
Tuttavia, mi è capitato di uscire con l'altra macchina, targata non CT ma TO, ebbene se la metto in divieto di sosta la macchina targata CT non mi dicono un piffero, se metto quella targata non CT mi trovo la multa...
Oggi i viglili sono più severi, ma per modo di dire: diciamo che sono senza elasticità mentale. Giorni fa ho litigato con un vigilie per il semplice motivo che mi hanno sempre lasciato passare in una piccola zona pedonale se scendevo dalla moto e la spingevo (avendo io anche il pass per entrarci)... quel giorno no, il nuovo vigile aveva l'ordine di non fare passare nessuno. Qui stava l'errore: io avevo il pass per la zona abitandoci. Morale per non farmi fare 10 metri spingendo la moto in discesa, mi ha obbligato a fare 10 km.

Al Nord le regole le rispettano su 10.000 almeno 9.999 persone, quell'unica che non la rispetta è risaputo, è del Sud. E non è razzismo, è la verità. purtroppo.

Chi non nota che al sud le regole non vengono rispettate è chi è del sud perchè pensa che come si guida da loro si usi fare ovunque....
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Sicurezza e PrevenzioneEsperienze personali, Guida Sicura

Forums ©