Leggi il Topic


Indice del forumForum Moto d'EpocaForum Moto Guzzi d'epoca

   

Pagina 40 di 41
Vai a pagina Precedente  123...394041  Successivo
 
Restauro Moto Guzzi Airone Sport [cerco aiuto]
16187976
16187976 Inviato: 6 Ott 2020 16:10
 



Grazie dei suggerimenti sicuramente mi sono fatto inganare dai segni presenti sugli ingranaggi.appena riesco metto in pratica quello che mi avete suggerito.Poi vi aggiornero spero dopo averla messa in moto 0509_doppio_ok.gif
 
16188247
16188247 Inviato: 8 Ott 2020 14:11
 

x ispetur. Semplice per luce e stop, usa un cavo a 2 fili.
 
16188274
16188274 Inviato: 8 Ott 2020 17:45
 

Etiennepra ha scritto:
Grazie dei suggerimenti sicuramente mi sono fatto inganare dai segni presenti sugli ingranaggi.appena riesco metto in pratica quello che mi avete suggerito.Poi vi aggiornero spero dopo averla messa in moto 0509_doppio_ok.gif


Magari quei segni hanno un senso.
Se hai voglia fai ancora questa prova:
- togli l'ingranaggio della camma;
- fai fare un giro completo all'albero motore finchè il segno torna nella posizione precedente;
- rimetti camma e magnete secondo i segni.
La scintilla deve capitare a valvole decisamente chiuse. Se è così, richiudi e metti in moto.
 
16188537
16188537 Inviato: 10 Ott 2020 22:22
 

ispetur ha scritto:
Ciao Renpag,
mi hai incuriosito, come fai a gestire stop e luce di posizione con un cavo solo senza diavolerie elettroniche?

Purtroppo uso diavolerie elettroniche: un diodo ed una resistenza sulla linea che porta la corrente alla luce posteriore..
la resistenza in serie alla lampadina da 10W fa si che accendendo il faro questa faccia meno luce
Quando aziono lo stop (un interruttore "normalmente aperto") non faccio altro che portare il positivo diretto a valle della resistenza, quindi direttamente alla lampadina che a quel punto fa la luce piena. Rilasciando il freno i contatti si aprono e alla lampadina torna ad arrivare corrente attraverso la resistenza, quindi la luce si riabbassa.
Questo sistema di per se funzionerebbe bene con le luci sempre accese ma di giorno, a luci spente, se quando freno mando il positivo a valle della resistenza la corrente, attraverso questa, arriva anche al faro anteriore che a quel punto si accende (a luce fioca) .... ecco il perché del diodo a monte della resistenza che fa da "valvola di non ritorno".
Con questo semplice stratagemma (un bussolotto di pochi cm sotto al serbatoio, o dentro al fanale anteriore) si può conservare il fanalino mono-luce originale al quale arriva un filo soltanto e passare comunque il collaudo in motorizzazione.
La resistenza meglio metterla di quelle ceramiche da 5 o 10 watt, e come vedi le "diavolerie elettroniche" non sono poi così sofisticate 0510_saluto.gif
 
16188677
16188677 Inviato: 12 Ott 2020 8:17
 

sei un drago! grande idea..
 
16188691
16188691 Inviato: 12 Ott 2020 8:39
 

RenPag ha scritto:
Purtroppo uso diavolerie elettroniche: un diodo ed una resistenza sulla linea che porta la corrente alla luce posteriore..
la resistenza in serie alla lampadina da 10W fa si che accendendo il faro questa faccia meno luce
Quando aziono lo stop (un interruttore "normalmente aperto") non faccio altro che portare il positivo diretto a valle della resistenza, quindi direttamente alla lampadina che a quel punto fa la luce piena. Rilasciando il freno i contatti si aprono e alla lampadina torna ad arrivare corrente attraverso la resistenza, quindi la luce si riabbassa.
Questo sistema di per se funzionerebbe bene con le luci sempre accese ma di giorno, a luci spente, se quando freno mando il positivo a valle della resistenza la corrente, attraverso questa, arriva anche al faro anteriore che a quel punto si accende (a luce fioca) .... ecco il perché del diodo a monte della resistenza che fa da "valvola di non ritorno".
Con questo semplice stratagemma (un bussolotto di pochi cm sotto al serbatoio, o dentro al fanale anteriore) si può conservare il fanalino mono-luce originale al quale arriva un filo soltanto e passare comunque il collaudo in motorizzazione.
La resistenza meglio metterla di quelle ceramiche da 5 o 10 watt, e come vedi le "diavolerie elettroniche" non sono poi così sofisticate 0510_saluto.gif


Caspita che bel sistema, complimenti!
magari hai anche i valori della resistenza ed il codice del diodo 😁
 
16188738
16188738 Inviato: 12 Ott 2020 11:03
 

Mi sembra una cosa assurda e che può procurare guai, il fatto di montare un sistema elettronico per la luce stop. Dovrebbe funzionare una sola lampadina (con una sola resistenza) per la luce stop e fanalino. E se dovesse bruciarsi, si resterebbe senza le 2 luci posteriori. Inoltre costerebbe una spesa, per usare un solo filo, con relative modifiche, all'impianto e al fanale posteriore.
 
16188829
16188829 Inviato: 12 Ott 2020 18:45
 

Il costo del diodo + la resistenza sta sotto ai 10 € (probabilmente anche sotto ai 5€)
L'idea l'ho avuta proprio per poter utilizzare il fanalino originale di una moto anni '30 senza apportarvi alcuna modifica:

MAS 350

immagini visibili ai soli utenti registrati



ASTRA 500 Sport (con la classica gemma sfaccettata)

immagini visibili ai soli utenti registrati



MAS 500 SS

immagini visibili ai soli utenti registrati



Sono tutti fanalini originali con gemma in vetro che non me la sentivo di sostituire con altrettanti bussolotti in plastica comprati per mercatini, solo per avere dentro una lampadina in più.

questo un esempio di diodi e resistenze....

immagini visibili ai soli utenti registrati


immagini visibili ai soli utenti registrati


le resistenze sono di valore piuttosto basso, da 0,68 Ohm a 2,7 Ohm - 10W.
Il consiglio è quello di acquistarne alcune di vari valori compresi in questo range e fare prove pratiche, il valore della resistenza infatti deve variare a seconda della potenza della lampadina posteriore per poter generare una caduta di tensione di due o tre Volt. Si tenga presente se si fanno calcoli con la legge di Ohm che il diodo di per se provoca una caduta di tensione aggiuntiva di 0,6Volt.
In base ai risultati delle prove ognuno sceglierà poi il valore che gli sembra più adatto per simulare il normale "faro acceso".
 
16188830
16188830 Inviato: 12 Ott 2020 18:47
 

Quanto all'ipotesi di bruciarsi della lampadina, se questa normalmente viene fatta lavorare con tensioni inferiori a quelle nominali (con la resistenza in serie alla lampadina arrivano meno di 4 volt) praticamente la sua vita si allunga a dismisura.
 
16188834
16188834 Inviato: 12 Ott 2020 18:59
 

RenPag ha scritto:
Il costo del diodo + la resistenza sta sotto ai 10 € (probabilmente anche sotto ai 5€)
L'idea l'ho avuta proprio per poter utilizzare il fanalino originale di una moto anni '30 senza apportarvi alcuna modifica:

MAS 350
Immagine: Link a pagina di Motoclub Tingavert

ASTRA 500 Sport (con la classica gemma sfaccettata)
Immagine: Link a pagina di Motoclub Tingavert

MAS 500 SS
Immagine: Link a pagina di Motoclub Tingavert

Sono tutti fanalini originali con gemma in vetro che non me la sentivo di sostituire con altrettanti bussolotti in plastica comprati per mercatini, solo per avere dentro una lampadina in più.

questo un esempio di diodi e resistenze....

Immagine: Link a pagina di Motoclub Tingavert
Immagine: Link a pagina di Motoclub Tingavert
le resistenze sono di valore piuttosto basso, da 0,68 Ohm a 2,7 Ohm - 10W.
Il consiglio è quello di acquistarne alcune di vari valori compresi in questo range e fare prove pratiche, il valore della resistenza infatti deve variare a seconda della potenza della lampadina posteriore per poter generare una caduta di tensione di due o tre Volt. Si tenga presente se si fanno calcoli con la legge di Ohm che il diodo di per se provoca una caduta di tensione aggiuntiva di 0,6Volt.
In base ai risultati delle prove ognuno sceglierà poi il valore che gli sembra più adatto per simulare il normale "faro acceso".


Ti ringrazio molto. Che spettacolo quei fanalini dell’epoca
 
16188952
16188952 Inviato: 13 Ott 2020 15:02
 

D'accordo, ma se la tensione arriva a 4 volt, la lampadina essendo 6 volt, dà una luce scarsa, quindi anche la differenza voltaggio, sarà bassissima. Sarà possibile comprendere la luce targa e dello stop? Originalmente è da 3 a 15 watt.
 
16189414
16189414 Inviato: 16 Ott 2020 8:18
 

Il risultato è identico a quello delle due lampadine, o a quello della lampadina a doppio filamento.
Una lampadina da 10 o 15Watt, se alimentata alla giusta tensione più bassa, fa più o meno la stessa luce di una lampadina da 5Watt.
Ho fatto questa modifica su diverse moto, tutte quante hanno passato il collaudo alla motorizzazione senza che nessuno sollevasse problematiche riguardo alla luce posteriore / luce stop.

Ma mi sa che siamo un po' OT.... qui si parlava di Airone Sport
 
16189470
16189470 Inviato: 16 Ott 2020 13:06
 

La moto che ci riferiamo, per la luce fanalino posteriore ha un'età di circa 70 anni, perchè dobbiamo applicargli una parte dell'impianto "elettronico", quando a quell'epoca non esisteva neanche la parola? Non aveva neanche quello elettrico, che è stato reso obbligatorio dalla motorizzazione alla fine del 1968. Inoltre nel fanalino hai una sola lampadina, se è montato il fanalino a due luci, bisognerà modificarlo o sostituirlo. Per l'impianto è molto più semplice il vecchio, a 2 fili.
 
16189649
16189649 Inviato: 17 Ott 2020 18:51
 

RenPag ha scritto:

Ma mi sa che siamo un po' OT.... qui si parlava di Airone Sport

Ecco...bravo. 0509_up.gif
 
16189701
16189701 Inviato: 18 Ott 2020 10:46
 

Ma l'Airone sport quanti anni di vita ha? Però non è questo che conta, ma il fatto che dalla data che è partita l'obbligatorietà della luce stop, c'è anche il numero dell'omologazine del fanalino posteriore. In teoria, i vecchi erano tutti da sostituire, e nella maggioranza è stato fatto, con 2 lampadine o una sola a 2 luci, 2 fili, uno dall'interruttore al fanalino e l'altro dal faro che è una cosa molto semplice. Inoltre ho un'altro dubbio, la differenza della corrente è sul voltaggio e l'amperaggio, quindi colla luce faro, deve essere piuttosto debole.
 
16190182
16190182 Inviato: 21 Ott 2020 10:11
 

Sono ancora qui e stò pensando di usare il mio Airone come elemento d'arredo o soprammobile icon_biggrin.gif icon_eek.gif 0510_sad.gif
Ma ho un ultima domanda, dopo aver messo in pratica i preziosi suggerimenti ed aver verificato tutto il possibile.
Mi è sorto un dubbio, che l'inganaggio dell' albero a camme e relative camme non sia dello sport bensì di un turismo.
Se così fosse giustificherebbe il fatto che non da segni di vita ?? (fatto salvo i 5 scoppi iniziali)
Considerando che anticipo e relativi settaggi non corrispondono ?
 
16190184
16190184 Inviato: 21 Ott 2020 10:32
 

Se ha fatto 5 scoppi deve andare....a meno che non ti si sia mossa la fase.....ad esempio se si fosse schiavettato il magnete.....prova a vedere dove aprono le puntine...rispetto alle frecce !
 
16190504
16190504 Inviato: 23 Ott 2020 8:52
 

Se avesse le camme del turismo andrebbe più piano ma si avvierebbe comunque (se la fasatura della distribuzione è corretta)
Se non ne vieni a capo, piuttosto che aggiungere danno al danno portala da uno che "ci acchiappa", magari è una sciocchezza che però ti è sfuggita.
 
16190575
16190575 Inviato: 23 Ott 2020 16:53
 

Sono anch'io con l'idea di RenPag che deve avere ragione. Non è un lavoro difficile, ma bisogna saperlo fare. Le cause possono essere solo due. Fasatura dell'albero a camme della distribuzione e dell'accensione, con magnete da controllare (se funziona e in quale punto di rotazione) prima del montaggio. L'albero della distribuzione e del magnete fanno metà giri dell'albero motore, quindi non vanno calcolati 360 gradi, ma 720 (2 giri dell'albero motore per ogni scoppio) quindi se si sbaglia anche di un solo dente dell'ingranaggio va fuori fase di tanti gradi (distribuzione e/o accensione). Bisogna solo avere conoscienza o esperienza.
 
16191772
16191772 Inviato: 31 Ott 2020 12:20
 

Ho trovato la cosa che mi sfuggiva e davo per scontato.
Dopo ore passate a fare verifiche sono arrivato (sembra) al dunque.
Il magnete riparato tra Luglio ed Agosto ha finito per morire completamente ,di nuovo
Interpellato il riparatore di Mandello dice che può succedere.
La fregatura che esternamente faceva la scintilla ,una volta montata la candela, non scintillava più.
E' un mistero del perchè ma al momento sembra essere l'ipotesi più attendibile.
eusa_think.gif
Fatte le prove del cavo ,della pipetta,del carboncino ma nulla appena riesco riporto il tutto a Mandello
 
16191776
16191776 Inviato: 31 Ott 2020 13:10
 

Per scoccare la scintilla sotto pressione c’ bisogno di una tensione più elevata. I vecchi provacandele venivano attaccati al compressore a 10 atmosfere. Non basta che il magnete faccia scintilla sulla candela in aria, per essere ok deve fare una scintilla robusta lunga almeno 6-7 mm.
 
16192008
16192008 Inviato: 2 Nov 2020 12:16
 

Può anche essere causa della candela, se ha il polo interno nero, cosa molto importante. Inoltre anche il filo e l'attacco alla candela, devono essere perfetti, poichè passa corrente alta tensione, oltre 15.000 volt.
 
16192274
16192274 Inviato: 3 Nov 2020 19:14
Oggetto: Porta targa airone sport 1950
 

Ho acquistato un airone sport del 1950,iscritto FMI, ma mi sono accorto che il portatarga/porta fanalino non è quello originale retto da un lamierino forato fissato con un solo bullone al parafango bensi uno con il sostegno integrato nel portatarga e fissato con 2 bulloni al portatarga.Posso rimediare in qualche modo?dove posso trovare sostegno,targa e fanalino originale o imitazioni.Approfitto ulteriormente:volendo montare un contachilometri cosa acquistare oltre allo strumento,al cavo e alla staffa portastrumento?Come si procede per il montaggio?Alternative a quelli di fassoli con la scritta Moto Guzzi e Aquila che credo non c'entrino nulla con quelli di Smith.GRAZIE
 
16196009
16196009 Inviato: 23 Nov 2020 21:18
 

0509_doppio_ok.gif E luce fu 0509_doppio_ok.gif
dopo le peripezie con le quali vi ho tediato finalmente oggi sono riusscito. il motore gira a meraviglia ancora qualche accorgimento e via.

Grazie ancora per avermi supportato e sopportato 0510_inchino.gif 0509_up.gif
 
16196010
16196010 Inviato: 23 Nov 2020 21:28
 

Grazie a te per aver creduto agli esperti del Tinga........e soprattutto in te stesso 0509_up.gif

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16196013
16196013 Inviato: 23 Nov 2020 22:03
Oggetto: e luce fu
 

Etiennepra ha scritto:
0509_doppio_ok.gif E luce fu 0509_doppio_ok.gif
dopo le peripezie con le quali vi ho tediato finalmente oggi sono riusscito. il motore gira a meraviglia ancora qualche accorgimento e via.

Grazie ancora per avermi supportato e sopportato 0510_inchino.gif 0509_up.gif

Ciao....ci piacerebbe sapere il difetto finale...
 
16196081
16196081 Inviato: 24 Nov 2020 9:54
 

Il colpevole ,oltre all'inesperienza del sottoscritto ,era il magnete.
Portato, a Mandello e fatta una revisione e una rimagnetizzazione (credo si dica così) forse fatta in maniera veloce ad agosto, la scintilla era regolare e di ottimo colore rimontato il tutto con ulteriore verifica dell'anticipo al secondo colpo è partita. icon_asd.gif
 
16196093
16196093 Inviato: 24 Nov 2020 10:44
 

OK !...benissimo !!
Saluti
 
16196139
16196139 Inviato: 24 Nov 2020 15:33
 

Sono contento che siete arrivato alla messa in moto, ma ora devete fare anche una messa a punto della carburazione, poichè attualmente la benzina odierna è molto più fluida di quella che si usava 50/60 anni fa. Incominciamo col grado termico della candela che deve essere molto basso, max. 175 (lo si controlla colla sigla e marca) e più importante la carburazione, che non deve lasciare l'interno della candela colore nero, ma marrone piuttosto chiaro. Al minimo si regola colla vite orrizzontale colla molletta sul carburatore, allentandola a motore in moto lentamente, se aumenterà di giri diminuiteli allentando la vite verticale (chiave da 8mm.) del carburatore, ripetete finchè il motore tende a fermarsi. Stringete la vite orizzontale di 1/2 o 3/4 di giri, in modo cher il motore giri regolarmente. Poi avete da provare la moto su strada, lavorando lentamente coll'acceleratore, in modo da capire se il motore funzioni bene a ogni regime di giri. Non avete il contagiri, però forse il contachilometri, se ad certo punto il motore non funziona perfettamente, mi spiegherete come e vi dirò cosa fare.
Ho 87 anni, ho fatto una vita intera vendendo e riparando moto e auto.
 
16196143
16196143 Inviato: 24 Nov 2020 15:50
 

guido33 ha scritto:
Sono contento che siete arrivato alla messa in moto, ma ora devete fare anche una messa a punto della carburazione, poichè attualmente la benzina odierna è molto più fluida di quella che si usava 50/60 anni fa. Incominciamo col grado termico della candela che deve essere molto basso, max. 175 (lo si controlla colla sigla e marca) e più importante la carburazione, che non deve lasciare l'interno della candela colore nero, ma marrone piuttosto chiaro. Al minimo si regola colla vite orrizzontale colla molletta sul carburatore, allentandola a motore in moto lentamente, se aumenterà di giri diminuiteli allentando la vite verticale (chiave da 8mm.) del carburatore, ripetete finchè il motore tende a fermarsi. Stringete la vite orizzontale di 1/2 o 3/4 di giri, in modo cher il motore giri regolarmente. Poi avete da provare la moto su strada, lavorando lentamente coll'acceleratore, in modo da capire se il motore funzioni bene a ogni regime di giri. Non avete il contagiri, però forse il contachilometri, se ad certo punto il motore non funziona perfettamente, mi spiegherete come e vi dirò cosa fare.
Ho 87 anni, ho fatto una vita intera vendendo e riparando moto e auto.


Grazie Guido33, giusto per tararmi anche su altre moto, che riferimenti hai per i getti del massimo? Mi spiego, pensando ad una moto che usciva con un getto del 100 cosa monteresti oggi, giusto per avere una base di partenza?

Grazie
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 40 di 41
Vai a pagina Precedente  123...394041  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Moto d'EpocaForum Moto Guzzi d'epoca

Forums ©