Leggi il Topic


Vorrei un vostro parere, rinuncio?? [rischi ed incidenti]
8790912
8790912 Inviato: 3 Nov 2009 20:30
Oggetto: Vorrei un vostro parere, rinuncio?? [rischi ed incidenti]
 



Allora faccio la cronostoria delle mie esperienze da quando ho comprato la mia prima moto (giugno di quest'anno), circa 4.000 Km percorsi :

1) Rischio frontale con un camioncino alla mia terza o quarta uscita (ammetto di aver fatto, come un idiota, un sorpasso troppo azzardato). Mi sono c****o addosso.

2) Mentre parcheggio la moto mi si sbilancia, si inclina troppo e va giù praticamente da ferma, nessun danno.

3) Caduta a gli inizi di settembre, per fortuna con poche conseguenze per me, qui il racconto Primo appuntamento con l'asfalto [racconto della caduta]

4) Drittone in curva (sono entrato troppo allegro e non ho piegato abbastanza) circa un mese fa durante una gita nei pressi di Viterbo, la macchina che veniva in senso contrario mi ha evitato per un pelo, anche qui me la sono fatta sotto e mi sono dovuto fermare un cinque-dieci minuti a bordo strada per riprendermi prima di ripartire

5) Una settimana fa mentre ero in sorpasso (abbastanza lento) di una colonna di macchine alla mia destra, mi sbuca una macchina, completamente nascosta, che cercava di fare inversione a U, scarto e la evito per miracolo

6) OGGI pomeriggio di nuovo a terra, una macchina mette la freccia all'improvviso e svolta verso sinistra mentre mi accingevo a sorpassarla, mi allargo verso destra e freno, ma la tampono lo stesso. Impatto a velocità ridotta, moto praticamente intonsa (tranne il tampone paratelaio graffiato ed uno specchietto rotto), io senza nemmeno un graffio, ma anche qui un pò di paura.

Ma secondo voi, tutto ciò è normale??? Mi sto chiedendo se non sia il caso di rinunciare alla due ruote. Quando l'ho comprata ho coronato un sogno che avevo datanto, sento che andare in moto sta entrando a far parte di me, mi piace un casino e quando torno dalle mie uscitine sono sempre contento ed appagato, però mi sembra di aver corso un pò troppi rischi ed essere finito giù un pò troppe volte (a volte anche per imprudenze mie lo ammetto) statisticamente parlando. Ovviamente considerando da quando ho la moto ed i km percorsi.. Sarò uno sfigato cronico?? Sono incapace?? icon_confused.gif Datemi un parere, sono davvero sfiduciato..
 
8790962
8790962 Inviato: 3 Nov 2009 20:34
 

Bhe secondo me o ti sei esaltato troppo da subito,oppure sei uno sfigato cronico... icon_rolleyes.gif
il mio consiglio è di prendrci lentamente la mano,perchè evidentemente non ti rendi abbastanza conto dei rischi per poter valutare la velocita a cui viaggiare icon_wink.gif
 
8790999
8790999 Inviato: 3 Nov 2009 20:40
 

Le tue disavventure mi sembrano un misto di sfortuna e imprudenza. eusa_think.gif Tu stesso hai ammesso che nel caso 1 3 e 4 siano stati tuoi errori: eccesso di velocità, inesperienza, azzardo. eusa_naughty.gif Il caso 2 è ridicolo, sfido a trovare uno a cui non sia successa una cosa simile o quasi.... icon_asd.gif Riguardo alle colonne di macchine superate a sinistra...purtroppo va sempre cosi. icon_confused.gif L'unica è non superarle, o comunque andare persino più piano di quanto tu non stessi già andando. icon_wink.gif


I rischi che hai corso, almeno quelli quando sono stati errori tuoi, li hai corsi evidentemente per eccessiva fiducia...se vai a leggere il report che ho in firma, scoprirai che alla prima curva del mio primo giro ho rischiato di uccidermi giù da un burrone o quasi. eusa_wall.gif Da lì ho preso molta più consapevolezza... 0509_up.gif

Prudenza, sempre. E non facciamo cose al di sopra delle nostre possibilità. icon_wink.gif

E non ti azzardare a lasciare la moto... rotfl.gif
 
8791012
8791012 Inviato: 3 Nov 2009 20:42
 

sai anche io mi faccio spesso questa domanda!!!! ma come te anche io amo le due ruote e per adesso non ci rinucio!!! è inutile, per evitare di farsi male bisogna andare piano!!!!! soprattutto in città dove è pieno di auto guidate da persone totalmente distratte da un cellulare, da una bella ragazza ecc. ecc purtroppo non ci si rende conto che ci si trova in strada con altre persone. non si ha rispetto degli altri, non ci siamo solo noi in strada!!!!si guida con troppa superficialità!!!
per quanto rigurada i tuoi errori di guida credo che hai sottovalutato la tua moto e sopravalutato le tue capacità!!!!!
mi raccomando, casco allacciato, abbigliamento tecnico adeguato e soprattutto avere 10000 occhi, prevenire le manovre degli altri ed essere attentissimi....andare piano!!!!!!!
lamps! doppio_lamp.gif
 
8791031
8791031 Inviato: 3 Nov 2009 20:45
 

non lasciare la moto, ci sono anche altri generi di moto....hai mai provato tipo enduro?? icon_cool.gif
rischi molto meno che su una strada 0509_up.gif
 
8791085
8791085 Inviato: 3 Nov 2009 20:53
 

non mi sembra così tragica la situazione da lasciare la moto eusa_think.gif
son cose che capitano sempre , le manovre descritte sono quasi la quotidianità specie in zone parecchio trafficate...
lunica cosa è l'esperienza che ci salva oltre ad un pò di fortuna (direi anche un 70% e 30% a favore dell'esperienza ) icon_rolleyes.gif
devi solo esserne consapevole ed eviterai le trappole che giornalmente ti verranno messe sulla strada...
cerca di prenderti i margini che servono ad evitare alcuni problemi , ogni incrocio ed ogni macchina che incrocerai o supererai considera che al 90% non ti vede...
io è così che faccio,agisco come se non mi vedono, non mi fido di incroci auto macchine semafori e quant'altro e non sempre è sufficente icon_rolleyes.gif
 
8791092
8791092 Inviato: 3 Nov 2009 20:54
 

da quello che leggo è tutta colpa tua imprudenza icon_wink.gif
 
8791307
8791307 Inviato: 3 Nov 2009 21:18
 

Ciao, così elencata la tua lista sembra terribile ma mi pare che sia tranquillamente ascrivibile alla parola inesperienza - nota che io uso la moto da un anno.
Quello che ti posso dire io è:
icon_arrow.gif che bisogna tenere una distanza di sicurezza rispetto al veicolo che precede che deve essere realmente congrua; non bisogna mai stare attaccati a chi ti precede; solo così puoi evitare le decisioni improvvise dell'automobilista di turno;
icon_arrow.gif i sorpassi vanno calcolati con grandissima prudenza e precisione e quando si decide di farli vanno eseguiti con la massima decisione e rapidità: non siamo alla guida di una Panda ma di una moto che accelera o riprende con incredibile facilità;
icon_arrow.gif La moto da fermi è caduta a tutti e chi dice il contrario mente: semplice, i nostri muscoli si devono abituare a gestire il peso della moto e quello che all'inizio sembra comportare difficoltà, dopo un po' di tempo si esegue con la massima naturalezza anche se bisogna sempre stare attenti: a me venerdì scorso, facendo una manovra da fermo su del brecciolino a moto tutta sterzata, mi ha slittato il piede ed ho rischiato di andare giù; un colpo di reni per riprendere l'equilibrio e via;
icon_arrow.gif il drittone in curva, altro classico; la curva va studiata e va affrontata tenendo conto di un sacco di parametri; inoltre all'inizio non è che si pieghi tutti come Valentino, anche per questo occorre tanta esperienza e qualche migliaio di curve;
icon_arrow.gif la colonna di auto la puoi affrontare in due modi: o la sorpassi da destra, se c'è lo spazio, cosa perfettamente legittima oppure, se la vuoi sorpassare da sinistra, compatibilmente col traffico che proviene in senso contrario, spostati completamente contromano e invece di andare piano, vai un po' più gagliardo, pronto a rientrare nel tuo senso di marcia all'occorrenza; una simile manovra è fuorilegge ma è più sicura che superare una colonna stando sulla mezzeria dove rischi mozziconi di sigaretta, portiere aperte all'improvviso e simpaticoni che si tentano l'inversione di marcia.
Come vedi, non è niente di drammatico, solo errori di gioventù che potrai correggere facilmente andandoti a leggere, per esempio, gli articoli del Tinga sulla guida sicura: ce ne sono alcuni realmente illuminanti e in fondo il Tinga serve anche a questo; l'unica cosa sbagliata che puoi fare è dare la colpa al fato avverso perché, non me ne vorrai, ma tutto quello che hai riportato è riconducibile alla tua guida o alla non osservanza della distanza di sicurezza.
Torna in sella, polso dx attaccato al cervello, coscienza che la moto è un mezzo pericoloso e che la strada lo è ancora di più e ti auguro di fare i prossimi 500.000 Km senza più incidenti.

0510_abbraccio.gif 0510_saluto.gif

Ps. bell'avatar... 0510_inchino.gif
 
8791322
8791322 Inviato: 3 Nov 2009 21:20
 

Beh...

1) Una volta con il mio primo cinquantino, uno zip, una tipa mi frena di botto davanti e finisco prima contro il suo paraurti poi sull'asfalto. Qualche livido. Niente di più. Paura però, quella certo.

2) In due con il 50ino di mio fratello, lui fa una manovra assurda e finisco con un ginocchio contro una macchina, rimango incastrato tra la ruota della vespa e il paraurti della macchina. Ho la cicatrice sulla gamba sinistra, un bel taglio, la vuoi vedere? icon_asd.gif

3) Cambio motorino, mi prendo un runner 180, circa 8 anni fa ormai. La prima volta che lo guido: scivolo sulla sabbia, mi faccio 5 metri per terra. Tutto il lato destro del mio corpo sanguina. Ho le foto pure in questo caso, e qualche cicatrice è rimasta. Dal dolore non ho potuto dormire per una settimana, era estate, non ho visto ne mare ne sole. Eppure sono salito sul mio runner la sera stessa dell'incidente, con il gomito che ancora sanguinava! icon_asd.gif

4) Sempre col runner mentre tranquillamente tornavo a casa, sulla corsia destra, a 50 km/h. La macchina alla mia sinistra mette la freccia a sinistra ma gira a destra (un altro classico) travolgendomi. Avevo il casco, gli ho letteralmente sfondato lo sportello. Quando mi sono alzato ho ringraziato Dio per essere ancora vivo. Avevo perso una scarpa e avevo un ematoma gigantesco sul fianco sinistro.

5) Nel 2006 ho comprato la mia prima moto, una bellissima hornet 600.

6) Nel 2008 ho comprato la mia seconda moto, una bellissima cbr 1000.

7) Nel 2009 nel mio garage è entrata la mia terza moto, una bellissima Guzzi V7 classic.

Tra i punti 5 e 7 non un incidente grazie al cielo, ma tanti sfiorati, tanta paura a volte...vuoi per incoscienza, vuoi per la distrazione (la chiamiamo così?!) della gente. Cosa vuoi che sia? Io ho nel sangue le due ruote, non ci rinuncerei mai. C'hanno provato in molti a farmi smettere, ma è così, è più forte di me. Così mi auguro che nel 2010 arrivi un'altra moto in garage, sempre diversa dalle altre, per provare nuove emozioni, quella libertà che solo una moto riesce a trasmettermi.

Insomma non smettere. Qui penso chiunque abbia una lista lunga così di incidenti, spaventi, paure. Quando prendo una delle mie moto penso: potrei non tornare a casa. Non è un pensiero stupido, è la verità. E questa verità mi fa stare con gli occhi aperti ogni secondo, con la testa sulle spalle. Faccio anch'io minchiate, è normale, ma bisogna vivere consapevolmente i rischi che si corrono.

E' già una bella cosa che hai capito quanto realmente possa essere pericolosa una moto. 0509_up.gif Ogni buon motociclista lo sa. Adesso non ti resta altro che percorrere quanti più km possibili! Buona strada... 0509_doppio_ok.gif
 
8791404
8791404 Inviato: 3 Nov 2009 21:28
 

Un saluto a tutti.

Secondo me non è il caso di rinunciare alla moto ma semplicemente di registrare un pò la testa icon_asd.gif

Come già detto in precedenza i casi 1-3-4 sono dovuti alla tua troppa foga. Senza fare il predicone ma basterebbe andare in giro un pò più tranquilli ed evitare gli azzardi che almeno questi casi sono risolti.

Il secondo caso è la più classica delle cadute. Capita o è capitato a tutti; una risata e via.

I casi 5 e 6 sono "normale amministrazione" per chi va in moto. Di macchine che escono dalla colonna senza guardare ce ne sono tante; la sfiga è stata arrivare proprio in quel momento. Unico "antidoto" e superare la colonna pianissimo per poter almeno limitare i danni; non come certi motociclisti che superano a cannone e magari anche impennando...

Concludo col dire che lasciare la moto non mi sembra il caso. Io ho passato due anni di moto senza incidenti ma dal 2007 ne ho collezionati tre; uno simile al tuo con auto che è uscita dalla colonna senza mettere la freccia mentre arrivavo io. Al secondo (nello stesso anno) mi son preso del gasolio in uscita da un tornante e son letteralmente volato. Al terzo un simpatico signore non mi ha dato la precedenza ad una rotonda.

Ma la moto non la mollo. Mi piace troppo la sensazione che mi da andarci in giro e basta.
Io ti consiglio vivamente di riprovarci. Se proprio non ti senti sicuro o hai paura allora lasciala, ma per il momento concediti un'altra occasione.

0510_saluto.gif
 
8791947
8791947 Inviato: 3 Nov 2009 22:24
 

euvisette ha scritto:
Beh...


Quando prendo una delle mie moto penso: potrei non tornare a casa. Non è un pensiero stupido, è la verità. E questa verità mi fa stare con gli occhi aperti ogni secondo, con la testa sulle spalle. Faccio anch'io minchiate, è normale, ma bisogna vivere consapevolmente i rischi che si corrono.



Parole sante... 0509_up.gif eusa_clap.gif
 
8792234
8792234 Inviato: 3 Nov 2009 23:00
 

Citazione:
la colonna di auto la puoi affrontare in due modi: o la sorpassi da destra, se c'è lo spazio, cosa perfettamente legittima
icon_question.gif icon_question.gif icon_question.gif icon_question.gif Ma da quando si puo sorpassare a destra?E poi ci lamentiamo ,SEMPRE, che ALTRI sono colpevoli 0509_si_picchiano.gif

Ultima modifica di tito75 il 3 Nov 2009 23:15, modificato 1 volta in totale
 
8792326
8792326 Inviato: 3 Nov 2009 23:13
 

tito75 ha scritto:
icon_question.gif icon_question.gif icon_question.gif icon_question.gif Ma da quando si puo sorpassare a destra?E poi ci lamentiamo che ALTRI SEMPRE sono colpevoli:))


Scorrere una colonna a destra è perfettamente lecito, non è un sorpasso, si tiene la destra, come doveroso e si va avanti per la propria strada, tutto qui e ti assicuro che è perfettamente lecito. Ho semplicemente usato un termine non corretto.
 
8792357
8792357 Inviato: 3 Nov 2009 23:17
 

Citazione:
Scorrere una colonna a destra è perfettamente lecito, non è un sorpasso
Ma te sei serio icon_question.gif icon_question.gif
 
8792467
8792467 Inviato: 3 Nov 2009 23:32
 

serissimo, si chiama marcia per file parallele, servono due corsie, una strada ad alta densità di traffico e un po' di spazio... tutto qui... naturalmente pensavo alla situazione che io mi trovo ad affrontare...
 
8792520
8792520 Inviato: 3 Nov 2009 23:39
 

Guarda che anche nelle strade con due o tre corsie per senso di marcia e vietato sorpassare a destra. Beato te che non hai incontrato ancora una patuglia di polizia eusa_clap.gif eusa_clap.gif. Guarda che qua si parla di moto da strada non di moto d'acqua icon_lol.gif icon_asd.gif rotfl.gif
 
8792658
8792658 Inviato: 3 Nov 2009 23:59
 

tito75 ha scritto:
Guarda che anche nelle strade con due o tre corsie per senso di marcia e vietato sorpassare a destra. Beato te che non hai incontrato ancora una patuglia di polizia eusa_clap.gif eusa_clap.gif. Guarda che qua si parla di moto da strada non di moto d'acqua icon_lol.gif icon_asd.gif rotfl.gif


La tua affermazione è semplicemente illogica: dato che le file parallele ovviamente non vanno alla stessa velocità in realtà è un continuo sopravanzarsi di tutti su tutti e, mi pare già di avertelo detto, non si tratta di sorpasso (ci riesci a capirlo o te lo devo spiegare con dei disegnini...). In realtà ho anche incontrato carabinieri e polizia e non hanno avuto niente da dire... evidentemente erano anche loro su moto d'acqua... icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif
 
8792788
8792788 Inviato: 4 Nov 2009 0:20
 

NO COMMENT. ECHOES1976 voglio anche io darti dei consigli come iskander66: aparte soprassare le colone a destra, in autostrada, mi raccomando di andare sempre sulla corsia d'emergenza( e sempre vuota quindi piu comoda rotfl.gif rotfl.gif ) e a volte puoi andare (in autostrada ) contromano 0509_mitra.gif 0509_mitra.gif
 
8792811
8792811 Inviato: 4 Nov 2009 0:26
 

tito75 ha scritto:
NO COMMENT. ECHOES1976 voglio anche io darti dei consigli come iskander66: aparte soprassare le colone a destra, in autostrada, mi raccomando di andare sempre sulla corsia d'emergenza( e sempre vuota quindi piu comoda rotfl.gif rotfl.gif ) e a volte puoi andare (in autostrada ) contromano 0509_mitra.gif 0509_mitra.gif


A parte che non si è parlato di autostrada da nessuna parte, ti sei lasciato inquadrare, sei un comico sgrammaticato...

Se guidi come scrivi, Dio ce ne scampi e liberi... 0509_down.gif

Ultima modifica di Iskander66 il 4 Nov 2009 0:27, modificato 1 volta in totale
 
8792813
8792813 Inviato: 4 Nov 2009 0:27
 

Ci si riferiva a questo:

TITOLO V - NORME DI COMPORTAMENTO

Art. 144. Circolazione dei veicoli per file parallele.

1. La circolazione per file parallele è ammessa nelle carreggiate ad almeno due corsie per ogni senso di marcia, quando la densità del traffico è tale che i veicoli occupano tutta la parte della carreggiata riservata al loro senso di marcia e si muovono ad una velocità condizionata da quella dei veicoli che precedono, ovvero in tutti i casi in cui gli agenti del traffico la autorizzano.È ammessa, altresì, lungo il tronco stradale adducente a una intersezione controllata da segnali luminosi o manuali; in tal caso, al segnale di via libera, essa deve continuare anche nell'area di manovra dell'intersezione stessa.

2. Nella circolazione per file parallele è consentito ai conducenti di veicoli, esclusi i veicoli non a motore ed i ciclomotori, di non mantenersi presso il margine della carreggiata, pur rimanendo in ogni caso nella corsia prescelta.

3. Il passaggio da una corsia all'altra è consentito, previa la necessaria segnalazione, soltanto quando si debba raggiungere la prima corsia di destra per svoltare a destra, o l'ultima corsia di sinistra per svoltare a sinistra, ovvero per effettuare una riduzione di velocità o una volontaria sospensione della marcia al margine della carreggiata, quando ciò non sia vietato. I conducenti che si trovano nella prima corsia di destra possono, inoltre, spostarsi da detta corsia quando devono superare un veicolo senza motore o comunque assai lento, sempre previa la necessaria segnalazione.

4. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 38 a euro 155.
 
8792856
8792856 Inviato: 4 Nov 2009 0:39
 

  • [/quote]sei un comico sgrammaticato... [quote]
Ho l'atenuante visto che non sono italiano tie.gif
  • Citazione:
    Dio ce ne scampi e liberi
D'accordo ,se guidi come ragioni 0509_vergognati.gif
 
8793838
8793838 Inviato: 4 Nov 2009 11:39
 

Scusa se mi permetto, ma a quanto ho capito la moto l'hai appena presa e ci hai fatto solo 4000 km giusto?? eusa_think.gif e ti metti a girare come se fossi lo Stoner de noi altri??? eusa_think.gif

Ora bisogna anche capire, che non basta saper accendere la moto e mettere le marce, per essere un "pilota", bisogna prendere confidenza con il mezzo e conoscere le nostre capacità ed i nostri limiti.

Se sali, accendi e vai, senza prendere atto che ancora NON sai andare in moto, ma per orgoglio, vuoi stare al passo con altri che magare sono più esperti di te.... bè allora si lascia stare, correresti il rischio di farti parecchio male icon_sad.gif Se prendi coscenza che le cose si imparano piano piano, che ci può stare l'errore nostro o la disattenzione altrui allora NON ARRENDERTI e goditi una delle cose migliori della vita LA MOTO 0510_saluto.gif
 
8793939
8793939 Inviato: 4 Nov 2009 12:12
 

CIao ECHOES1976,

leggendo i tuoi "casi" (escluso la caduta da fermo), penso siano unicamente associabili al fatto che ti sei fatto trasportare dalla moto anzichè trasportarla secondo le tue capacità.

Intendo dire che sono tutti casi associati alla voglia di "strafare" rispetto alla nostra capacità.

Inoltre occorre pensare sempre come il più deficiente degli automobilisti o motociclisti.
Pensa sempra "quello davanti cosa potrebbe fare?".
Inoltre io vedo troppo spesso motociclisti fare cose troppo azzardate.

Secondo me occorre pensare:"in macchina l'avrei fatto?" Se la risposta è no, il più delle volte non si deve fare neanche in moto. Per esempio non credo che avresti toccato la macchina che di colpo svolta a sx, se fossi stato in macchina. In auto, non l'avresti sorpassata!

Più rispetto per la moto e per i suoi cavalli e più prudenza.
0510_saluto.gif
 
8794072
8794072 Inviato: 4 Nov 2009 12:40
 

Guarda secondo me non dovresti abbandonare la moto,anche perche' mi sembra di capire che ti da' parecchie soddisfazioni, devi cambiare il modo di approcciarti ad essa o altrimenti rischierai di farti male.
Una delle cose che ho sempre pensato e' che nel motociclismo bisognerebbe essere piu' umili,si,hai capito bene umili,nel senso di avere l'umilta' di riconoscere i propri limiti (ed imparare anche quelli della nostra moto,possibilmente in pista).
Ricordo ancora il primo giro che feci insieme a persone che avevano tanta piu' esperienza di me,andavano come missili,cercai di stargli dietro per 2 o 3 curve ma mi resi subito conto che non ne sarei stato in grado,e soprattutto che avrei rischiato troppo,decisi di rimanere indietro e prendermela con i miei ritmi,non so quanti l'avrebbero fatto al posto mio...
Stesso discorso per quanto riguarda l'argomento pista,alle volte si vede gente che dopo 1 volta che va' in pista si crede gia' il Valentino Rossi della situazione,invece anche qui ci vuole umilta',bisogna fare le cose sempre gradatamente,in base alla nostra esperienza e a quello che ci sentiamo di fare.
Se tu entri in pista e vuoi star dietro a gente che va' tanto piu' forte di te vedrai che la caduta arrivera' presto...se invece entri con la mentalita' di voler imparare bene a guidare e a divertirti in sicurezza vedrai che e' tutta un'altra cosa.
Inoltre,almeno per quanto mi riguarda,io non mi sento mai "arrivato",nel senso che anche se quest'anno sono 14 anni che vado in moto,so che avro' SEMPRE qualcosa da imparare,SEMPRE,e di questo non me ne vergogno,anzi,per me e' un continuo mettermi alla prova,uno stimolo.
Per quanto riguarda la guida su strada bisogna sempre fare attenzione a tante cose,innanzitutto quando si parte abbigliamento adeguato sempre (anche d'estate,ci puo' salvare la vita).
Non fidarsi MAI delle precedenze,dei semafori verdi e quant'altro,in corrispondenza degli incroci bisogna sempre rallentare.Non sorpassare le file di auto ferme a velocita' sostenuta,ma farlo a passo d'uomo.Non sorpassare sulle zebrate e in corrispondenza dei distributori di benzina(vicino ai benzinai a volte le auto svoltano bruscamente con il rischio di scontrarsi)Prestare attenzione alle condizioni dell'asfalto (umido,foglie,zone d'ombra in montagna,brecciolino).
Mi fermo qui,non voglio annoiarti,ma ci sarebbero tante cosa ancora da scrivere...non te le scrivo...vedrai che le imparerai tu stesso con una cosa che arriva solo con il tempo e la pazienza...l'esperienza.E la prossima volta che sali in moto fallo con l'umilta' di chi deve imparare ancora tante cose e prenditela con piu' tranquillita' o la moto con il tempo potrebbe diventare un'ulteriore fonte di stress.Un'ultimo consiglio,quando avrai tempo fatti un corso di guida,vedrai che ti sara' molto utile.Ciao e buona strada,sempre in moto naturalmente. 0510_saluto.gif 0509_up.gif
 
8794345
8794345 Inviato: 4 Nov 2009 13:34
 

Bravo neguro79 eusa_clap.gif eusa_clap.gif eusa_clap.gif . Secondo me hai dato LA RISPOSTA 0509_doppio_ok.gif doppio_lamp_naked.gif

Ultima modifica di tito75 il 4 Nov 2009 13:38, modificato 1 volta in totale
 
8794369
8794369 Inviato: 4 Nov 2009 13:38
 

Quante risposte! Ringrazio tutti per il tempo che mi avete dedicato. Riflettendoci bene avete PERFETTAMENTE ragione! Il mio problema fondamentale è stato la scarsa umiltà, l'approccio subito troppo estremo all'andare in moto e la mancanza di prudenza. I problemi principali che influenzano - STUPIDAMENTE - il mio modo di vivere la motocicletta sono 2 :

1) Infantile orgoglio. Ebbene sì, ho 32 anni suonati, ma questo sentimento (fortemente deleterio in strada) l'ho sempre avvertito. Da anni ormai con la macchina non mi ingarello più, non mi incazzo quando mi sorpassano a destra e lascio sempre strada con noncuranza quando "mi fanno i fari". Ma da quando ho la moto è come se questo stupido sentimento si fosse riaffacciato. Mi da fastidio essere superato dagli scooter, dalle renault clio scassate ecc... , mi da fastidio poter sembrare un fermone neofita (ma lo sono cavolo, ed è anche normale dopo soli 5 mesi di moto!!). Lo so è molto stupido, ma devo ammettere che è così.

2) Voglia di velocità. Questo problema lo conoscono un pò tutti quelli che vanno in moto credo. Quando esco da un pezzo fatto a passo d'uomo nel traffico, quando passo da una strada trafficata ad una libera e vedo spazio "per andare", quando mi trovo sul raccordo a tre corsie o davanti ad una strada curvosa bella invitante sento il DOVERE di accelerare, come se il motore sotto di me mi dicesse "aho, forza che sennò mi addormento!". Anche questa è una stupidagine, ma è proprio quello che provo. E mi rendo conto che è molto pericoloso, specie per chi guida la moto da pochissimo! L'incidente di ieri per esempio l'ho fatto per questo, ero appena uscito da un ingorgo, pezzetto di strada libera --> apro il gas e vado perchè davanti a me lo spazio in abbondanza c'era. Però lo stronzetto che era nella corsia di destra pensa bene di buttarsi dall'altra parte repentinamente. Se fossi andato più piano e non fossi stato in piena accelerazione lo avrei evitato!

Tornando alla prima volta che sono caduto è stato certamente perchè cercavo di stare dietro ad un amico che andava molto più forte di me (ha la moto da circa 4 anni) e si doveva fermare ad aspettarmi lungo la strada. La cosa, anche inconsciamente, mi dava fastidio ed ho spinto sicuramente più del dovuto.

Comunque non voglio rinunciare, assolutamente. Adesso sospenderò l'assicurazione per i 4 mesi invernali (come mi ero ripromesso di fare quando ho comprato la moto) perchè ancora non ho l'abbigliamento invernale adatto e perchè per ora ho una paura fottuta di andare sul bagnato, però verso marzo si ricomincia, con altre prospettive e con un mutato atteggiamento..

Di nuovo grazie a tutti! 0510_saluto.gif
 
8794397
8794397 Inviato: 4 Nov 2009 13:44
 

Bravo ECHOES1976. Visto che sei capace a admetere i tuoi sbagli secondo me sei sulla strada giusta ( te lo dice uno da 34 anni che guida da 4 mesi) 0510_five.gif 0510_abbraccio.gif
 
8794515
8794515 Inviato: 4 Nov 2009 14:12
 

tito75 ha scritto:
Bravo ECHOES1976. Visto che sei capace a admetere i tuoi sbagli secondo me sei sulla strada giusta ( te lo dice uno da 34 anni che guida da 4 mesi) 0510_five.gif 0510_abbraccio.gif


hai perfettamente ragione, capire gli sbagli è fondamentale per non fare gli stessi errori icon_rolleyes.gif
certo che se qualche jolly te lo sei giocato mi auguro che farai veramente attenzione in futuro a non dare troppa confidenza alla tua moto icon_wink.gif
 
8795186
8795186 Inviato: 4 Nov 2009 15:51
 

ECHOES1976 ha scritto:
Quante risposte! Ringrazio tutti per il tempo che mi avete dedicato. Riflettendoci bene avete PERFETTAMENTE ragione! Il mio problema fondamentale è stato la scarsa umiltà, l'approccio subito troppo estremo all'andare in moto e la mancanza di prudenza. I problemi principali che influenzano - STUPIDAMENTE - il mio modo di vivere la motocicletta sono 2 :

1) Infantile orgoglio. Ebbene sì, ho 32 anni suonati, ma questo sentimento (fortemente deleterio in strada) l'ho sempre avvertito. Da anni ormai con la macchina non mi ingarello più, non mi incazzo quando mi sorpassano a destra e lascio sempre strada con noncuranza quando "mi fanno i fari". Ma da quando ho la moto è come se questo stupido sentimento si fosse riaffacciato. Mi da fastidio essere superato dagli scooter, dalle renault clio scassate ecc... , mi da fastidio poter sembrare un fermone neofita (ma lo sono cavolo, ed è anche normale dopo soli 5 mesi di moto!!). Lo so è molto stupido, ma devo ammettere che è così.

2) Voglia di velocità. Questo problema lo conoscono un pò tutti quelli che vanno in moto credo. Quando esco da un pezzo fatto a passo d'uomo nel traffico, quando passo da una strada trafficata ad una libera e vedo spazio "per andare", quando mi trovo sul raccordo a tre corsie o davanti ad una strada curvosa bella invitante sento il DOVERE di accelerare, come se il motore sotto di me mi dicesse "aho, forza che sennò mi addormento!". Anche questa è una stupidagine, ma è proprio quello che provo. E mi rendo conto che è molto pericoloso, specie per chi guida la moto da pochissimo! L'incidente di ieri per esempio l'ho fatto per questo, ero appena uscito da un ingorgo, pezzetto di strada libera --> apro il gas e vado perchè davanti a me lo spazio in abbondanza c'era. Però lo stronzetto che era nella corsia di destra pensa bene di buttarsi dall'altra parte repentinamente. Se fossi andato più piano e non fossi stato in piena accelerazione lo avrei evitato!

Tornando alla prima volta che sono caduto è stato certamente perchè cercavo di stare dietro ad un amico che andava molto più forte di me (ha la moto da circa 4 anni) e si doveva fermare ad aspettarmi lungo la strada. La cosa, anche inconsciamente, mi dava fastidio ed ho spinto sicuramente più del dovuto.

Comunque non voglio rinunciare, assolutamente. Adesso sospenderò l'assicurazione per i 4 mesi invernali (come mi ero ripromesso di fare quando ho comprato la moto) perchè ancora non ho l'abbigliamento invernale adatto e perchè per ora ho una paura fottuta di andare sul bagnato, però verso marzo si ricomincia, con altre prospettive e con un mutato atteggiamento..

Di nuovo grazie a tutti! 0510_saluto.gif


Ti voglio dedicare qualche altra riga,spero ti possa far piacere ( 0509_up.gif )dandoti ancora qualche consiglio:per quanto riguarda l'orgoglio ferito,lascia perdere per strada,credimi,un giorno capirai che sono sentimenti stupidi quelli che ci prendono in quegli attimi e ti farai una risata,ti porto un'esempio,quando vai in montagna in strade che non conosci vedrai che ti sorpasseranno senza tregua,anche in questo caso devi valutare che le strade non le conosci e probabilmente quelli che ti passano vanno piu' forte di te,ingarellarsi con quelli potrebbe essere molto ma molto pericoloso...becchi una curva che chiude un po' di piu' e la frittata e' fatta.
Per quanto riguarda la velocita' c'e' solo una parola:pista,che ti permette di capire tante cose,li' puoi cercare di trovare i limiti tuoi e quelli della moto in tutta sicurezza,evitando di rischiare di farti e fare male a qualcuno.
Per quanto riguarda la tua caduta purtroppo ti sei fatto prendere dal tuo orgoglio personale e non hai avuto l'umilta' di riconoscere la tua poca esperienza rispetto al tuo amico.
Il settembre scorso sono uscito in moto con Andrea Maida (e' mio vicino di casa)nel caso non lo conoscessi e' un pluricampione italiano di speedway nonche' istruttore di guida in pista,direzione passo Raticosa,Futa e company.Morale...non riuscivo proprio a stargli dietro,2 o 3 curve e lo vedevo sparire,non andava velocissimo,ma aveva una fluidita' di guida a dir poco disarmante...ed io ho fatto come al solito,ho tenuto sempre e solo il mio passo e lui mi aspettava ogni tanto ai bivi;quando ci siamo fermati a pranzo gli ho detto:guarda Andrea,porta pazienza ma rispetto a te sono un fermone ( icon_redface.gif )La sincerita',anche con te stesso,paga sempre,credimi.Liberati da tutti questi limiti mentali e vedrai che ti divertirai senza rischiare di farti male ad ogni uscita.Ciao e ci sentiamo. 0510_saluto.gif
 
8796546
8796546 Inviato: 4 Nov 2009 19:16
 

Echoes1976 se mi permeti di darti uno consiglio vai a fare uno corso di guida sicura su strada. Visto che sono uno principiante ,come te, io l'ho fatto e posso dirti che sono molto contento. Non imaginarti che adesso vado come uno siluro sulla strada, anzi, pero ho preso le nozioni di base ( postura coretta in sella,come piegare, etc.... ) e adesso tocca a me di macinare i kilometri e a mettere in pratica quello che ho imparato doppio_lamp_naked.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Sicurezza e PrevenzioneEsperienze personali, Guida Sicura

Forums ©