Leggi il Topic


Informazioni per un neofita [Tracer 900 0 700?]
16090580
16090580 Inviato: 16 Lug 2019 10:09
Oggetto: Informazioni per un neofita [Tracer 900 0 700?]
 



Buongiorno,
Ho letto vari post/topic riguardante quel che starò per chiedere, ma quando arrivavo all'ultimo commento rimanevo con alcune risposte in sospeso e vari dubbi, per cui ho deciso di aprire questo, nonostante possa capire che dalla vostra parte possa essere una rottura. Comunque come da titolo sono un neofita. Anzi la mia esperienza di guida di una moto riguarda un 50ino in un cortile e un GS500 per imparare a scuola guida, quindi nulla. Ho solo guidato auto. A 20 anni mi era venuto il pallino di prendere la patente, la A2, e l'ho presa...ma poi sono sempre rimasto senza moto. Da settembre/ottobre pensavo di riscrivermi a scuola guida e prendere la patente A3 o A ...quella per le potenze superiori. Ora i miei dubbi, riguardano l'usato da andare a cercare, cioè: vado a prendere una moto per A2, anche se mi scoccerebbe prenderne una che poi dovrò rivendere nel breve periodo, o direttamente una a potenza piena per A3? Diciamo che la mia concezione di moto è viaggiare, magari in due, senza fare lo sboroncello da farmi sentire a 3km di distanza. Il mio pensiero, leggendo i post, riguardante la moto è ricaduto sulla Yamaha Tracer 700/900! Non le ho mai provate, lo ammetto, ma esteticamente mi piacciono un sacco. Io sono alto 1.73 e peso 67 kg..muscolatura, per costituzione, pari all'osso di una braciòla, riuscirei a portare una delle due moto? E con la donna e bauletti rigidi al seguito? Si sente così tanto la differenza da singolo a in due? Per un neofita andrebbe bene?

In più vi chiedo, magari sono richieste strane, quanto ci vorrebbe di budget per acquistare, nel caso una delle due Tracer, una moto con abbigliamento (quale consigliereste come abbigliamento estivo) e accessori (bauletti)! Giusto per farmi un'idea di quanto tenere da parte.

Grazie in anticipo a chi mi risponderà! icon_biggrin.gif
 
16090586
16090586 Inviato: 16 Lug 2019 10:14
 

usato o nuovo?

per l'utilizzo che dici dovrebbe essere molto più che suff. la tracer700!

affidabile, consumi bassi, potenza "giusta" in strada e molto agile!

sul valore della moto non so dirti cosa puoi "trovare" (varia sicuramente come per tutte le moto in base al periodo)
sull'abbigliamente anche qui puoi partire da giacche da 50 euro e arrivare a quelle da 500.
considera che ogni soldi speso in abbigliamento tecnico e protezioni è ben speso!!!
 
16090610
16090610 Inviato: 16 Lug 2019 11:01
 

ho letto che le prime volte sarebbe meglio puntare sull'usato. Ma dato che poi non vorrei cambiarla, prendere un Tracer nuovo...sarebbe un problema? (so che alla prima caduta potrebbe partire qualche santo)

Per l'abbigliamento si volevo spendere ma giusto per farmi due conti in tasca, quanto dovrei mettere da parte? 6/7 mila euro (con moto)? Una stima ecco..

ps: e se prendessi un Tracer 700 GT? cosa mi cambierebbe da un 700?
 
16090626
16090626 Inviato: 16 Lug 2019 11:34
 

rock45 ha scritto:
ho letto che le prime volte sarebbe meglio puntare sull'usato. Ma dato che poi non vorrei cambiarla, prendere un Tracer nuovo...sarebbe un problema? (so che alla prima caduta potrebbe partire qualche santo)

Per l'abbigliamento si volevo spendere ma giusto per farmi due conti in tasca, quanto dovrei mettere da parte? 6/7 mila euro (con moto)? Una stima ecco..

ps: e se prendessi un Tracer 700 GT? cosa mi cambierebbe da un 700?


usato , sopratutto yamaha , conviene.

spesso trovi moto semi-nuove (yamaha è sinonimo di affidabilità) a prezzi vantaggiosi , per cui potresti risparmiare una buona cifra da re-investire in abbigliamento o anche solo benzina!

per l'abbigliamento io considero sempre :
casco (ricorda che ci metti dentro la testa, non risparmiare) -> dai 150-200 in su
giacca -> dai 100 in su circa
paraschiena -> 70/120 euro
guanti -> dai 50 euro
jeans/pantaloni tecnici -> 100-150 euro
stivali (o scarpe, ma meglio stivali) - 100-150 euro
se vuoi essere brevissimo anche airbag - 4/5/600 euro
 
16090636
16090636 Inviato: 16 Lug 2019 11:46
 

Questione usato/nuovo
Come prima moto si consiglia sempre di prendere un usato perché la possibilità di appoggiarla a terra o fare qualche cadutina a velocità bassissima è molto elevata e avere un mezzo usato in tal caso è un bene sia dal punto di vista economico che da quello psicologico (ti assicuro che avere un carter graffiato su una moto che altrimenti risulta immacolata da molto fastidio).
Considera che di moto, a differenza delle macchine, ne vengono vendute molte con pochi km e in ottime condizioni, proprio per la sua natura di mezzo ludico. C'è anche da dire che le tracer sono modelli relativamente nuovi, quindi bisogna vedere sul mercato dell'usato quanto vai a risparmiare.. certo che se risparmi 1000€ e ti perdi la garanzia non è che sia esattamente un affare, ma se riesci a portarti a casa un modello ben tenuto risparmiando 3-4000€ ne vale pure la pena.

Per dire, quando ho scelto la mia moto attuale girando sul mercato dell'usato vedevo che si spendevano almeno 10'000€ su una moto che nuova ne costa 13'000, alla fine ho optato per prenderla nuova perché io di km ne macino molti, il risparmio non era così elevato e avevo il benessere psicologico di sapere com'era stata trattata la moto nella sua prima parte di vita oltre ai 4 anni di garanzia. Certo che se avessi trovato uno Z1000SX 2017 usato a 8000€ probabilmente avrei preso quella.

Questione modello
Concordo che per quello che descrivi tu una tracer 700 è la scelta ideale, anche perché con la tua scarsa esperienza la 900 potrebbe risultare un filo eccessiva e il rischio di impelagarsi in situazioni antipatiche non è così remoto.

Questione abbigliamento
Come ti è stato detto si può spendere qualsiasi cifra per l'abbigliamento. Sabato sono stati in un outlet della zona e ho visto un casco (AGV corsa carbon c***i e mazzi) che da solo costava 1500€, tanto per dire. Per l'uso che vuoi farne, idealmente, ti consiglierei:

  • Un buon casco adatto a fare turismo (2-300€): è un elemento estremamente importante, e non solo per l'aspetto di sicurezza passiva (in fondo qualsiasi casco omologato rispetta standard minimi di sicurezza) ma anche e soprattutto per una questione di comfort e affaticamento. Se devi fare pochi km fondamentalmente qualsiasi casco va bene, ma se devi passare 8 ore o più su una moto diventa vitale che il casco stia bene in testa, che non sia troppo rumoroso, che ti fornisca abbastanza ventilazione, che sia stabile aerodinamicamente e ben bilanciato... se mancano questi elementi quello che dovrebbe essere un divertimento diventa una tortura e rischi di tornare a casa con il mal di testa, mal di collo, assordato e affaticato.
  • Giacca touring in tessuto con paraschiena integrato (200-300€): per la giacca vale più o meno lo stesso discorso del casco. L'abbigliamento in tessuto è molto più versatile ed economico di quello in pelle, quest'ultimo può essere più protettivo o più adatto per condizioni molto specifiche ma globalmente una giacca in cordura (senza bisogno di andare su roba troppo esotica e costosa) permette di stare comodi, con una temperatura ben regolata in un range piuttosto elevato di temperature e di affaticarti molto di meno durante il viaggio (l'abbigliamento da moto usa tessuti molto rigidi che aiutano a non sentire tutta l'aria che arriva addosso, su lungo termine, specie se la moto non ha molto riparo aerodinamico, la differenza si sente tanto). Il problema è che dovrai un attimo decidere che tipo di giacca vuoi, nel senso che di solito il range di utilizzo non copre tutte e 4 le stagioni. Una giacca estiva pura sarà molto fresca e ti farà stare meglio con quella addosso che non senza niente quando il sole picchia forte, ma diventa abbastanza inadatta appena le temperature calano. Una giacca invernale pura di contro d'estate non è solo poco confortevole, diventa proprio pericolosa visto che ti troveresti a fare una sauna. Esiste poi abbigliamento adatto a 3 stagioni che rappresentano un po' un compromesso. Io uso una Tempest 2 della Dainese che avendo l'accortezza di coprirsi ulteriormente d'inverno e di sfoderare completamente d'estate riesco ad usare tutto l'anno, ma non so quanto sia indicativo il mio caso visto che tendo ad avere una buona capacità di resistere ad elevati sbalzi termici rispetto alla media.
  • Guanti con protezioni (50-100€): semplicemente: le mani sono la prima cosa che tocca terra in caso di caduta, quindi sono una delle prime cose da proteggere. Sono finito a terra diverse volte e per fortuna avevo sempre i guanti e me la sono cavata con qualche bell'ematoma, in caso contrario.. beh, diciamo che per qualche settimana la mia vita sarebbe stata più complicata di quanto non fosse. D'inverno diventano anche vitali per una questione termica, però diventa un equilibrio difficile da mantenere fra avere le mani un minimo calde (non pensare di uscire con 0° e non sentire freddo, il punto è arriva a non perdere completamente sensibilità alle mani ma raggiungere il comfort termico in inverno senza moffole o manopole riscaldate è impossibile) e mantenere un minimo di destrezza e sensibilità alle dita. In questo caso direi che è abbastanza vitale avere due paia di guanti, uno per l'estate e uno per l'inverno.

I passi successivi sono un paio di pantaloni (circa 100-150€) e di stivali (150-200€), però diciamo che è un acquisto che può essere rimandato se non si ha disponibilità economica, non tanto perché gambe o piedi siano più resistenti o meno sottoposti a danni, quanto perché danni alle gambe sono un gran fastidio e possono richiedere tempo per guarire ma difficilmente compromettono la vita su lungo termine come possono farlo botte al busto o alla testa.

I prezzi che ho indicato sono per abbigliamento di buona qualità e marca nota (Dainese, Alpinestar), esistono poi tante case che producono abbigliamento sicuramente ben fatto ma fanno pagare di meno per una questione di marchio e, perché no, perché investono meno in ricerca. Io ho tutto l'abbigliamento delle due marche citate sopra per il semplice motivo che sono quelle che poi addosso mi stavano meglio, ma puoi risparmiare qualcosa rivolgendoti altrove. Cerca solo di usare un po' di buon senso e lascia stare cinesate o roba di origine dubbia perché rischi di renderti conto nel momento del bisogno che il tessuto o le cuciture non sono quello che sembravano a dopo mezzo metro di strisciata sull'asfalto ti trovi a non avere più una giacca a proteggerti.
 
16090661
16090661 Inviato: 16 Lug 2019 12:20
 

Ciao rock45,
fisicamente siamo identici e ti dico, guido una moto molto più pesante della Tracer 700/900 senza problemi.
La vera discriminante è l'esperienza ed i km fatti, ma per quello ci vuole tempo.
Personalmente ti consiglio la Tracer 700, molto più gestibile senza rinunce particolari rispetto alla 900. Ti consiglio l'usato per il semplice fatto che potresti scoprire che la moto non fa per te e doverla rivendere...almeno non ci rimetti troppo. Per lo stesso motivo comincia per gradi anche con l'abbigliamento, comincia con l'acquistare casco (ovviamente), un paio di guanti e una giacca. Se ci prendi gusto procedi con pantaloni tecnici, stivali e paraschiena.
 
16090709
16090709 Inviato: 16 Lug 2019 13:12
 

Kino87 ha scritto:
....

Ottimi consigli, validi anche x tutti i nuovi motociclisti.
ringraziamenti !

0510_saluto.gif
 
16090739
16090739 Inviato: 16 Lug 2019 14:50
 

Grazie mille a tutti quanti!! Davvero risposte stra soddisfacienti!! Tracer 700 / 700 GT ..vedo il mercato cosa propone. Per ora, o magari ho guardato male io, ho visto poche differenze di prezzo dal nuovo! Ma comunque valuterò prima i vari usati. Per l'abbigliamento, anche se ho fatto in conti in tasca, sarà quello a cui punterò di più..qualcuno un giorno mi ha detto "costerà più l'abbigliamento della moto", ma su questo non mi preoccupa dato che vorrei avere le giuste protezioni!

Grazie Kino87 per avermi dato già una via sul che tipo di giacca e sul tipo di abbigliamento,dettagliato! Quella della Dainese che mi hai proposto sembra essere interessante!

Grazie Loller, per i consigli! Magari appena la prendo ti chiederò un giretto dato che sono vicino Scandiano!

Grazie Blueyes, mi hai confortato sulla nostra stazza! pensavo di dover ripiegare su qualcosa di più piccolo!!


icon_biggrin.gif
 
16090772
16090772 Inviato: 16 Lug 2019 16:01
 

rock45 ha scritto:
Grazie mille a tutti quanti!! Davvero risposte stra soddisfacienti!! Tracer 700 / 700 GT ..vedo il mercato cosa propone. Per ora, o magari ho guardato male io, ho visto poche differenze di prezzo dal nuovo! Ma comunque valuterò prima i vari usati. Per l'abbigliamento, anche se ho fatto in conti in tasca, sarà quello a cui punterò di più..qualcuno un giorno mi ha detto "costerà più l'abbigliamento della moto", ma su questo non mi preoccupa dato che vorrei avere le giuste protezioni!

Grazie Kino87 per avermi dato già una via sul che tipo di giacca e sul tipo di abbigliamento,dettagliato! Quella della Dainese che mi hai proposto sembra essere interessante!

Grazie Loller, per i consigli! Magari appena la prendo ti chiederò un giretto dato che sono vicino Scandiano!

Grazie Blueyes, mi hai confortato sulla nostra stazza! pensavo di dover ripiegare su qualcosa di più piccolo!!


icon_biggrin.gif


Non ha tutti i torti chi ti ha detto che spenderai più per l'abbigliamento che per la moto.
L'abbigliamento è importantissimo e non solo per un fattore sicurezza passiva (comunque importante) ma ancora di più per una questione di comfrot/sicurezza attiva. Chiunque si è trovato a fare attività fisica prolungata sa benissimo l'influenza che la temperatura (e di conseguenza l'abbigliamento) ha sulle prestazioni del corpo. Mantenere una temperatura ideale aiuta a rimanere idratati, mantenere la concentrazione e le energie. Può suonare esagerato, ma andare in moto è di fatto un'attività fisica non troppo intensa ma prolungata nel tempo, essere vestiti male porta a perdere lucidità e precisione nei movimenti e questo non è affatto bene quando si deve controllare un mezzo delicato come una moto.

A questo punto mi sembra giusto sottolineare che la Tempest 2 è una giacca invernale (anche se non delle più pesanti). D'inverno va bene anche con temperature prossime allo 0 a patto di avere sotto un un intimo termico e qualcosa di caldo sopra (va bene anche un maglione di lana pesante ma è preferibile dell'abbigliamento tecnico antivento tipo quello usato dai runner: gli abiti non sono "freddi" o "caldi", possono essere più o meno isolanti e d'inverno in moto la cosa vitale è evitare il più possibile che l'aria fredda raggiunga la pelle).
Il problema può essere più d'estate. Io tenendola completamente sfoderata e avendo l'accortezza di lasciare i bottoni frontali aperti (chiudendola solo con la zip) sto abbastanza bene perché comunque passa tanta aria, però insomma... Ribadisco che quando si tratta di temperature sono una persona abbastanza resistente e sono anche avvantaggiato da una moto che quando si abbassa al minimo il cupolino fa arrivare tanta tanta aria in zona petto.

Insomma, per me funziona, ma per te devi un attimo valutare sulla base di come reagisce il tuo corpo cosa che io ovviamente non posso sapere icon_mrgreen.gif la cosa buona è che una giacca del genere è oggettivamente un buon capo d'abbigliamento, magari per te può risultare eccessivamente pesante in piena estate ma avresti comunque modo di usarla in autunno, inverno e primavera.

Volendo una giacca più fresca io personalmente mi ero trovato bene in passato con una Laguna Seca Tex sempre della Dainese, ma da allora si è evoluta (sono arrivati alla terza versione) e non so come sia adesso.

Io poi nell'arco del tempo ho costruito un equipaggiamento variegato con cui mi trovo bene:

  • Tuta in pelle integrale traforata (Dainese Assen) accompagnata da stivali (Alpinestar) e paraschiena (Dainese) separato per i giri di uno o due giorni in cui conto di macinare abbastanza parecchi km.
  • Set Tempest con paraschiena integrato per le giornate più fredde e per quando ho bisogno di qualcosa di più pratico rispetto alla tuta in pelle (ad esempio viaggi di più giorni in cui non ho sempre il lusso di potermi cambiare ogni volta che scendo dalla moto)
  • 3 paia di guanti (uno estivo adatto anche all'uso in pista, uno invernale e un paio estivo molto leggero che uso giusto in città e per fare le commissioni, mi pare siano rispettivamente i Druid, i Tempest e i Fogal, tutti della Dainese)

Oltre all'abbigliamento da moto vero e proprio è molto importante anche l'abbigliamento di contorno: sotto la tuta in pelle porto sempre abbigliamento termico estremamente leggero ed aderente, quando fa freddo metto un altro strato di abbigliamento termico pesante e dell'abbigliamento in goretex antivento e antipioggia da runner: con questa roba, nonostante lo spessore totale sia quello di un maglione, mi sono trovato a stare bene con la neve ai lati della strada o andando in giro con pioggie non intense e temperature di circa 5° nonostante la tuta in pelle traforata (che più o meno è come non averla).
Il prossimo acquisto probabilmente sarà uno di quei gilet con tecnologia HyperKewl, anche se poi come dicevo difficilmente soffro così tanto il caldo.

Insisto nel ricordarti di prendere il paraschiena insieme alla giacca, di solito un paraschiena L2 di quelli che si inseriscono nella tasca della giacca costa 50-70€ e può veramente fare la differenza fra finire per terra, rialzarsi e scrollarsi la polvere di dosso o non rialzarsi più.

p.s. Ho la sensazione che il discorso abbigliamento in ambito di qualsiasi attività fisica sia piuttosto sottovalutato, io è un mondo che bene o male ho cominciato a conoscere con la moto prima e con l'alpinismo e la speleologia poi e posso assicurare che la differenza sulle prestazioni che il proprio corpo è in grado di offrire a seconda di come si è vestiti può essere notevole. Ovviamente curare l'abbigliamento e non la forma fisica è inutile ed altrettanto ovviamente tutto questo discorso ha senso per chi viaggia o fa un uso intenso del mezzo (guida molto fisica), se l'intento è andare a prendere il caffé al bar sotto casa o al massimo arrivare alla spiaggia a 30 minuti da casa puoi anche andare in tshirt e bermuda, ma non mi pare il tuo caso.
 
16090844
16090844 Inviato: 16 Lug 2019 19:01
 

Ciao, sono meno alto di te 170 cm e peso anche meno 65 kg. Tracer 700 perfetta. Sia da solo che in due.
Presa usata con 800 km risparmiando 1700 euro con permuta del mio usato.
Per l abbigliamento ti hanno già dato molti consigli. Io ti dico prendi prodotti di marca rimanendo su prezzi medi.
 
16090851
16090851 Inviato: 16 Lug 2019 19:17
 

Comunque oltre all' abbigliamento probabilmente conviene anche evitare (almeno per i primi tempi) tutte le situazioni potenzialmente pericolose. Il buono della tracer e' che si ha un maggior controllo
del motomezzo perche' la posizione di guida e' praticamente verticale.
Con il bel tempo e poco traffico ci si diverte moltissimo, invece con freddo e pioggia molto meglio l'auto.
anche perche' il bagnato talvolta e' insidioso e puo' nascondere delle chiazze d'olio o del brecciolino che rendono la strada scivolosa come il ghiaccio. Con le 4 ruote e' solo una sbandata, con 2 invece...

0510_saluto.gif
 
16091051
16091051 Inviato: 17 Lug 2019 11:40
 

Kino87 ha scritto:
Non ha tutti i torti chi ti ha detto che spenderai più per l'abbigliamento che per la moto.
L'abbigliamento è importantissimo e non solo per un fattore sicurezza passiva (comunque importante) ma ancora di più per una questione di comfrot/sicurezza attiva. Chiunque si è trovato a fare attività fisica prolungata sa benissimo l'influenza che la temperatura (e di conseguenza l'abbigliamento) ha sulle prestazioni del corpo. Mantenere una temperatura ideale aiuta a rimanere idratati, mantenere la concentrazione e le energie. Può suonare esagerato, ma andare in moto è di fatto un'attività fisica non troppo intensa ma prolungata nel tempo, essere vestiti male porta a perdere lucidità e precisione nei movimenti e questo non è affatto bene quando si deve controllare un mezzo delicato come una moto.

A questo punto mi sembra giusto sottolineare che la Tempest 2 è una giacca invernale (anche se non delle più pesanti). D'inverno va bene anche con temperature prossime allo 0 a patto di avere sotto un un intimo termico e qualcosa di caldo sopra (va bene anche un maglione di lana pesante ma è preferibile dell'abbigliamento tecnico antivento tipo quello usato dai runner: gli abiti non sono "freddi" o "caldi", possono essere più o meno isolanti e d'inverno in moto la cosa vitale è evitare il più possibile che l'aria fredda raggiunga la pelle).
Il problema può essere più d'estate. Io tenendola completamente sfoderata e avendo l'accortezza di lasciare i bottoni frontali aperti (chiudendola solo con la zip) sto abbastanza bene perché comunque passa tanta aria, però insomma... Ribadisco che quando si tratta di temperature sono una persona abbastanza resistente e sono anche avvantaggiato da una moto che quando si abbassa al minimo il cupolino fa arrivare tanta tanta aria in zona petto.

Insomma, per me funziona, ma per te devi un attimo valutare sulla base di come reagisce il tuo corpo cosa che io ovviamente non posso sapere icon_mrgreen.gif la cosa buona è che una giacca del genere è oggettivamente un buon capo d'abbigliamento, magari per te può risultare eccessivamente pesante in piena estate ma avresti comunque modo di usarla in autunno, inverno e primavera.

Volendo una giacca più fresca io personalmente mi ero trovato bene in passato con una Laguna Seca Tex sempre della Dainese, ma da allora si è evoluta (sono arrivati alla terza versione) e non so come sia adesso.

Io poi nell'arco del tempo ho costruito un equipaggiamento variegato con cui mi trovo bene:

  • Tuta in pelle integrale traforata (Dainese Assen) accompagnata da stivali (Alpinestar) e paraschiena (Dainese) separato per i giri di uno o due giorni in cui conto di macinare abbastanza parecchi km.
  • Set Tempest con paraschiena integrato per le giornate più fredde e per quando ho bisogno di qualcosa di più pratico rispetto alla tuta in pelle (ad esempio viaggi di più giorni in cui non ho sempre il lusso di potermi cambiare ogni volta che scendo dalla moto)
  • 3 paia di guanti (uno estivo adatto anche all'uso in pista, uno invernale e un paio estivo molto leggero che uso giusto in città e per fare le commissioni, mi pare siano rispettivamente i Druid, i Tempest e i Fogal, tutti della Dainese)

Oltre all'abbigliamento da moto vero e proprio è molto importante anche l'abbigliamento di contorno: sotto la tuta in pelle porto sempre abbigliamento termico estremamente leggero ed aderente, quando fa freddo metto un altro strato di abbigliamento termico pesante e dell'abbigliamento in goretex antivento e antipioggia da runner: con questa roba, nonostante lo spessore totale sia quello di un maglione, mi sono trovato a stare bene con la neve ai lati della strada o andando in giro con pioggie non intense e temperature di circa 5° nonostante la tuta in pelle traforata (che più o meno è come non averla).
Il prossimo acquisto probabilmente sarà uno di quei gilet con tecnologia HyperKewl, anche se poi come dicevo difficilmente soffro così tanto il caldo.

Insisto nel ricordarti di prendere il paraschiena insieme alla giacca, di solito un paraschiena L2 di quelli che si inseriscono nella tasca della giacca costa 50-70€ e può veramente fare la differenza fra finire per terra, rialzarsi e scrollarsi la polvere di dosso o non rialzarsi più.

p.s. Ho la sensazione che il discorso abbigliamento in ambito di qualsiasi attività fisica sia piuttosto sottovalutato, io è un mondo che bene o male ho cominciato a conoscere con la moto prima e con l'alpinismo e la speleologia poi e posso assicurare che la differenza sulle prestazioni che il proprio corpo è in grado di offrire a seconda di come si è vestiti può essere notevole. Ovviamente curare l'abbigliamento e non la forma fisica è inutile ed altrettanto ovviamente tutto questo discorso ha senso per chi viaggia o fa un uso intenso del mezzo (guida molto fisica), se l'intento è andare a prendere il caffé al bar sotto casa o al massimo arrivare alla spiaggia a 30 minuti da casa puoi anche andare in tshirt e bermuda, ma non mi pare il tuo caso.


Ottimo!! farò preziosi i tuoi consigli!! nel caso ti chiederò in pvt per ulteriori info x l'abbigliamento!!
 
16091053
16091053 Inviato: 17 Lug 2019 11:41
 

Geppesh ha scritto:
Ciao, sono meno alto di te 170 cm e peso anche meno 65 kg. Tracer 700 perfetta. Sia da solo che in due.
Presa usata con 800 km risparmiando 1700 euro con permuta del mio usato.
Per l abbigliamento ti hanno già dato molti consigli. Io ti dico prendi prodotti di marca rimanendo su prezzi medi.


Quando l'ho vista dal vivo, in un parcheggio, mi sono davvero chiesto se fossi riuscito a portarla data la mia costituzione non proprio da Schwarzenegger. Quel che hai detto mi conforta!

Per abbigliamento di marca..Ho visto che ci sono molti outlet Dainese, penso partirò da quelli!
 
16091055
16091055 Inviato: 17 Lug 2019 11:43
 

ZioPigTurbo ha scritto:
Comunque oltre all' abbigliamento probabilmente conviene anche evitare (almeno per i primi tempi) tutte le situazioni potenzialmente pericolose. Il buono della tracer e' che si ha un maggior controllo
del motomezzo perche' la posizione di guida e' praticamente verticale.
Con il bel tempo e poco traffico ci si diverte moltissimo, invece con freddo e pioggia molto meglio l'auto.
anche perche' il bagnato talvolta e' insidioso e puo' nascondere delle chiazze d'olio o del brecciolino che rendono la strada scivolosa come il ghiaccio. Con le 4 ruote e' solo una sbandata, con 2 invece...

0510_saluto.gif


beh si le prime volte penso andrò solo con sole.. e con la pioggia vado a "divertirmi" con la trazione posteriore della mia auto! Però se si è in viaggio..direi o ponte e se non ci sono ponti..mi sa che debbo andare lo stesso con le due ruote! icon_mrgreen.gif
 
16091056
16091056 Inviato: 17 Lug 2019 11:48
 

Dite che iscriversi ad un motoclub, dove magari vi è l'istruttore di scuola guida come "inizio di compagnia", dato che a me mancherebbe, potrebbe essere una buona idea?
 
16091076
16091076 Inviato: 17 Lug 2019 12:18
 

Io ho una 900 2015 e sono 183cm per 65kg, guido tranquillo e la Tracer per me è perfetta, ho fatto "gavetta" in gioventù con uno scooter 50, poi 5 anni su una Suzuki SV650S e infine nel 2015 ho quasi raddoppiato i cv con la Tracer.
Se hai la testa sulle spalle, anche la 900 è un'ottima moto, puoi andare come un pensionato (come spesso faccio io, con mille fermate per fare foto o guardarmi in giro) o più allegro, la posizione di guida e il manubrio largo mi hanno consentito di fare cose che coi semimanubri della SV non riuscivo a fare (per paura di far cazzate o semplicemente perchè scomodi), mi godo la moto molto di più.

Ovviamente anche con la 700 avresti la medesima confidenza e comodità di guida, ma il tre cilindri della 900 per me è inarrivabile in quanto a "gusto" e comunque puoi trattarlo coi guanti di velluto e godertelo tranquillo e calmo.

Per i costi, assicurazione sicuramente più cara (ma non di molto), consumi simili.

Se vuoi risparmiare un pò, l'abbigliamento puoi cercartelo usato (ho fatto ottimi affari con guanti, giacche, spesso spendendo per un capo in pelle di marca meno di quanto potevo spendere con un capo in tessuto, dalla protettività sicuramente peggiore).
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum YamahaYamaha - Consigli pre-acquisto e confronti

Forums ©