Leggi il Topic


Indice del forumGrand Prix e Pistate

   

Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo
 
Chiarimenti e spiegazioni sui Regolamenti FMI
13116941
13116941 Inviato: 13 Mar 2012 22:30
Oggetto: Chiarimenti e spiegazioni sui Regolamenti FMI
 

Ciao.
Come d'accordo con il moderatore di questa sezione, avviso tutti i frequentatori sportivi di questo forum che mi metto a disposizione di chiunque abbia la necessità di avere dei chiarimenti o delle spiegazioni a proposito dei Regolamenti Tecnici e Sportivi della FMI.

Ebbene sì, faccio "outing" e ammetto di essere un Commissario FMI, confesso di essere uno di quei rompi******** che ad ogni gara sembra che siano lì solo per rovinare la domenica alla gente, ma andiamo oltre e veniamo al punto.
Come già detto da oggi sarò qui a vostra disposizione per qualsiasi tipo di dubbio possiate avere in merito ai Regolamenti di qualsiasi specialità (strada e fuoristrada), vi basterà postare i quesiti e io prima possibile vi risponderò.

Ovviamente tenete per voi i soliti insulti e le solite stupidate che sento già ogni Domenica che sono in servizio; io mi metto a disposizione in modo serio per aiutare tutti voi, piloti e sportivi praticanti, chiedo solo di essere trattato con la stessa serietà.

Un saluto a tutti
Luigi Galbiati - Commissario Tecnico Nazionale FMI.
 
13118081
13118081 Inviato: 14 Mar 2012 10:18
 

salve, volevo chiederle i requisiti per girare in piste da cross, soprattutto riguardo all'ambito burocratico (tessere, licenze............)

grazie
 
13118339
13118339 Inviato: 14 Mar 2012 11:44
 

Ciao.

Per amor di precisione la tua richiesta non riguarda proprio i Regolamenti Sportivi, ma di più quella che in Federazione va sotto il nome di Utenza, comuque non c'è problema.

Dunque, cominciamo con il dire che tutto il discorso che seguirà vale solo se si sta parlando di crossodromi che hanno l'Omologazione FMI, in pratica tutti i crossodromi dove si svolgono gare FMI. (attenzione a non confondersi con le gare UISP, che con la FMI non hanno nulla a che vedere!)

Se tu, come suppongo, non sei in possesso di una licenza agonistica, per poter girare su un qualsiasi tracciato Italiano che ha l'omologazione FMI devi munirti della Tessera Sport.
Questo documento può sembrare piuttosto caro, costa 100 euro + una quota che di diritto va al Motoclub (che è nell'ordine dei 10/20 euro ma su questo posso sbagliarmi).
Dicevo che può sembrare caro, ma se si considera che dà un importantissimo servizio in realtà non lo è.
Questo servizio è l'assicurazione sugli infortuni a cui tutti i possessori di questa Tessera hanno diritto.
E' sufficiente che il giorno dell'allenamento, prima di iniziare a girare, si mandi un SMS ad un numero telefonico che verrà indicato al momento del tesseramento, nel cui testo sia specificato Nome, Cognome e numero di tessera, perche da quel momento, fino alle ore 24.00 di quello stesso giorno, l'intestatario sia coperto da una assicurazione contro gli infortuni che possono derivare dalla pratica sportiva.
La tessera Sport poi permette anche di partecipare ad alcune competizioni (di livello strettamente amatoriale) ed anche in quel caso il titolare è coperto da assicurazione per quella giornata.

Qui trovi il link alla pagina ufficiale della FMI con tutte le informazioni in merito alla tessera Sport, con anche i massimali assicurativi: Link a pagina di Federmoto.it

Ciao, Luigi.
 
13120119
13120119 Inviato: 14 Mar 2012 19:06
 

grazie mille è stato molto chiaro e gentile
 
13121201
13121201 Inviato: 14 Mar 2012 22:47
 

Guardo le condizioni.
 
13121798
13121798 Inviato: 15 Mar 2012 0:37
 

Dr_Jekyll ha scritto:
grazie mille è stato molto chiaro e gentile


Di nulla.
Prendo l'occasione per precisare che la tessera Sport, pur non essendo obbligatoria per la pratica del motocross, a quanto ne so è richiesta dalla stragrande maggioranza dei tracciati.

Ciao, Luigi.
 
13122926
13122926 Inviato: 15 Mar 2012 13:59
 

Come ai la tessera copre solo pochissimi circuiti?
Un mio socio l ha fatta ma poi ha scoperto che vale in pochi circuiti e allora a che serve? icon_rolleyes.gif
 
13123305
13123305 Inviato: 15 Mar 2012 15:49
 

sei presente anche nelle salite icon_question.gif
 
13123615
13123615 Inviato: 15 Mar 2012 16:50
 

darionik ha scritto:
sei presente anche nelle salite icon_question.gif


Quest'anno spero di farne almeno una o due.

L'anno scorso avevo chiesto di fare l'ultima di calendario, quella nella Bergamasca che valeva come prova Europea, ma mi hanno dirottato sull'Italiano Supermoto a Castelletto di Branduzzo e poi ha saputo che ci sono stati dei problemi.
Casomai quando ce ne sarà qualcuna vicino a me in calendario (abito in Lombardia) ci vengo come spettatore.

Ciao.
 
13123807
13123807 Inviato: 15 Mar 2012 17:35
 

ok icon_smile.gif

domanda tecnica, la protezione della catena si può limitare alla pinna sotto al forcellone o serve nche la parte superiore? nelle regultion in inglese qeusto passo non mi è particolarmente chiaro eusa_think.gif
 
13123869
13123869 Inviato: 15 Mar 2012 17:52
 

gsrteo ha scritto:
Come ai la tessera copre solo pochissimi circuiti?
Un mio socio l ha fatta ma poi ha scoperto che vale in pochi circuiti e allora a che serve? icon_rolleyes.gif


Preciso il fatto che io sono un Commissario Tecnico che si occupa dei Regolamenti delle gare vere e proprie.
Di queste cose che riguardano l'Utenza ne parlo, e volentieri, a patto che quello che dico sia considerata una personale opinione e sopratutto che non mi si confonda con un "venditore" di tessere e servizi.
Di queste problematiche, e ce ne sono moltissime nell'ambiente del Motociclismo Italiano sia a livello specificatamente sportivo, che più genericamente per quello che è l'utenza, dovrebbero esserci altre figure a rendere conto ai motociclisti.

Detto questo ti rispondo. Mi risulta che le piste di motocross in Italia dove la Tessera Sport è riconosciuta siano 28.
5 di queste piste sono nella regione da cui scrivi (la Lombardia) e 2 di queste sono di 1a categoria, dove si possono anche svolgere competizioni di prestigio e perciò dotate di servizi.
Direi quindi che per un crossista amatore e non agonista, come in teoria dovrebbe essere chi "stacca" la Tessera Sport, non è che siano così poche.
Anche se sono nato endurista (quando si chiamava ancora regolarità) la specialità del mio cuore è la velocità e personalmente ti posso assicurare che qualsiasi pistaiolo non agonista metterebbe la firma per avere nella sua regione 5 Autodromi, paragonabili almeno a Misano Adriatico e a Varano o Castrezzato, per girare coperto da assicurazione.
E se la tua firma a proposito delle saponette che prudono è veritiera non credo che tu mi possa dare torto...

Ciao, Luigi.
 
13124039
13124039 Inviato: 15 Mar 2012 18:25
 

darionik ha scritto:
ok icon_smile.gif

domanda tecnica, la protezione della catena si può limitare alla pinna sotto al forcellone o serve nche la parte superiore? nelle regultion in inglese qeusto passo non mi è particolarmente chiaro eusa_think.gif


Ciao.
Il regolamento inglese del Road Racing, dovrebbe essere mutuato da quello Internazionale e quindi dovrebbe chiedere le stesse cose.
Per facilitare l'esistenza ai piloti che fanno attività Internazionale infatti si cerca di fare in modo che i Regolamenti Tecnici siano uguali almeno per tutta l'Europa, in modo che chi corre ad esempio nella Superstock 600 Inglese, possa fare una gara anche in Italia o in Germania senza dovere modificare in modo sostanziale la moto.
Quindi la pinna deve essere sotto al forcellone, a coprire la zona di ingranamento della catena con i denti della corona
Il concetto è che deve impedire (toccati pure dove vuoi ma devo essere chiaro) che in caso di caduta le mani o anche i piedi del pilota, non vengano in contatto con la trasmissione e vengano triturati.
Alle volte mi capita di discutere con piloti che montano pinne molto "stylish" (quasi sempre aftermarket) ma che sono di dimensioni scarse o posizionate in modo che la loro funzione di protezione sia ridotta o nulla.
Bada quindi che quello che monti sia in grado di fare il lavoro nel modo che ti ho descritto e vedrai che almeno in Italia nessuno troverà da ridire.
In ogni caso visto che guidano a destra e misurano in pollici, se mi fai avere una copia del Regolamento che ti dà dubbi cercherò di chiarirteli.
Se ti và ti mando il mio indirizzo e-mail in MP così puoi spedirmelo. Fammi sapere.

Ciao, Luigi.
 
13125272
13125272 Inviato: 15 Mar 2012 22:08
 

diciassette ha scritto:


Preciso il fatto che io sono un Commissario Tecnico che si occupa dei Regolamenti delle gare vere e proprie.
Di queste cose che riguardano l'Utenza ne parlo, e volentieri, a patto che quello che dico sia considerata una personale opinione e sopratutto che non mi si confonda con un "venditore" di tessere e servizi.
Di queste problematiche, e ce ne sono moltissime nell'ambiente del Motociclismo Italiano sia a livello specificatamente sportivo, che più genericamente per quello che è l'utenza, dovrebbero esserci altre figure a rendere conto ai motociclisti.

Detto questo ti rispondo. Mi risulta che le piste di motocross in Italia dove la Tessera Sport è riconosciuta siano 28.
5 di queste piste sono nella regione da cui scrivi (la Lombardia) e 2 di queste sono di 1a categoria, dove si possono anche svolgere competizioni di prestigio e perciò dotate di servizi.
Direi quindi che per un crossista amatore e non agonista, come in teoria dovrebbe essere chi "stacca" la Tessera Sport, non è che siano così poche.
Anche se sono nato endurista (quando si chiamava ancora regolarità) la specialità del mio cuore è la velocità e personalmente ti posso assicurare che qualsiasi pistaiolo non agonista metterebbe la firma per avere nella sua regione 5 Autodromi, paragonabili almeno a Misano Adriatico e a Varano o Castrezzato, per girare coperto da assicurazione.
E se la tua firma a proposito delle saponette che prudono è veritiera non credo che tu mi possa dare torto...

Ciao, Luigi.


grazie per la risposta Luigi e grazie anche per la disponibilità che offri al forum icon_wink.gif ma da cosa dipende avere o meno la convenzione per l'assicurazione? come è possibile che sia una pista FMI branduzzo e non Monza? icon_eek.gif ho visto che ad esempio non c'è neanche imola dove andrò a vedere la SBK icon_eek.gif
voglio sottolineare il fatto che non sono domande fatte per far polemica, vorrei solo capire come funzionano le cose visto che volevo farla anche io la tessera icon_rolleyes.gif
sai se ci sarà ( se è stato richiesto il vostro sopralluogo)l'omologazione per il nuovo circuito di S Martino del lago?
 
13127260
13127260 Inviato: 16 Mar 2012 14:11
 

diciassette ha scritto:

In ogni caso visto che guidano a destra e misurano in pollici, se mi fai avere una copia del Regolamento che ti dà dubbi cercherò di chiarirteli.
Se ti và ti mando il mio indirizzo e-mail in MP così puoi spedirmelo. Fammi sapere.

Ciao, Luigi.


pensavo di aver già scritto!!! vabbè riscrivo icon_smile.gif
ecco i regolamenti delel gare in questione 0509_up.gif
Link a pagina di Northwest200.org
Link a pagina di Tandragee100.co.uk

graziiie 0509_up.gif
 
13127490
13127490 Inviato: 16 Mar 2012 15:16
 

gsrteo ha scritto:

...ma da cosa dipende avere o meno la convenzione per l'assicurazione? come è possibile che...


Ciao.
Ti stai confondendo su una cosa ma, contemporaneamente, credo anche che tu stia mettendo in luce una carenza (spero per la FMI che sia solo un errore di stampa) in merito all’informazione sulla tessera Sport che dovrebbe essere rimediata. Ma andiamo con ordine.

Partiamo dal malinteso; i circuiti che mi hai menzionato non trattano Motocross, ma Velocità e Supermoto. Se guardi bene nella pagina linkata che ho postato a proposito della Tessera Sport, si parla di allenamenti su impianti Fuoristrada e Supermoto.
La spiegazione del fatto che a Castelletto di Branduzzo la tessera vale e Monza no è proprio questa;
il motodromo di Castelletto è omologato per le gare Supermoto (ci hanno fatto anche un Mondiale) le piste di Monza e Imola sono degli autodromi che l’omologazione per la Supermoto non l’hanno (almeno, per quanto ne so).
Questo non significa che questi impianti non siano in grado di ospitare gare di Supermoto, per Monza forse sarebbe sufficiente anche soltanto il paddock, ma solo che (ipotizzo) alla direzione di questi autodromi non interessi spendere soldi per una omologazione di questo tipo.

A questo punto mi aspetto un’altra domanda, ma allora i velocisti che vogliono girare ed essere coperti da assicurazione cosa devono fare? E’qui che secondo me c’è una lacuna informativa che mi impedisce di darti una risposta chiara se tu, in questo momento, mi facessi questa domanda.

A chiunque legga le prossime righe prego di fare la massima attenzione perché quello che segue può scatenare un putiferio e farmi passare un guaio.

Sempre riferendomi alla stessa pagina di cui accenno infatti, per come la interpreto io, la Tessera Sport offre una copertura assicurativa solo a chi pratica una attività fuoristradistica o di Supermoto su un impianto omologato FMI, per i velocisti questa copertura assicurativa non c’è.
D’altro canto a pagina 19 della Guida Ufficiale 2012 FMI, scaricabile a questo link:

Link a pagina di Federmoto.it

c’è scritto testualmente: “effettuare allenamenti nelle specialità del fuoristrada e turni di prove libere, usufruendo di copertura assicurativa…”

Il termine “prove libere” solitamente è associato alla velocità (ma non c’è nessuna legge che lo stabilisce) e quindi stando a quanto riportato sulla Guida la copertura assicurativa per i velocisti esiste.

E quindi? Adesso?
Adesso se fate parte di quel gruppo di velocisti che non hanno 100 e passa euro da buttare aspettate a fare la Tessera Sport.
Mi informo perché adesso questa cosa incuriosisce anche me e poi vi faccio sapere.


gsrteo ha scritto:

sai se ci sarà ( se è stato richiesto il vostro sopralluogo)l'omologazione per il nuovo circuito di S Martino del lago?


L'ultima volta che ho chiesto in merito (verso la fine 2011) sembrava che per quest'anno non si riuscisse ad ufficializzare il tracciato, non sò se adesso è cambiato qualcosa.
Anche qui chiederò.

Ciao, Luigi.
 
13128383
13128383 Inviato: 16 Mar 2012 18:57
 

maledetta burocrazia, sembra sempre che facciano le cose apposta per non essere chiare icon_evil.gif sarò un pò tardo io ma non ho capito benissimo...in pratica facendo delle prove libere sono o non sono coperto quantomeno nei circuiti segnati nel link? icon_rolleyes.gif ed eventualmente negli altri circuiti sicuramente no, giusto? , questo we mi metto li e leggo bene il sito della FMI, per capire se c'è una tessera che vale anche in altri circuiti icon_rolleyes.gif
 
13129822
13129822 Inviato: 16 Mar 2012 23:39
 

gsrteo ha scritto:
maledetta burocrazia, sembra sempre che facciano le cose apposta per non essere chiare icon_evil.gif sarò un pò tardo io ma non ho capito benissimo...


No! Lascia stare! Aspetta!
Se c'è qualcuno che è tardo, quello di sicuro non sei tu.
A quanto pare i dubbi che mi sono venuti non sono così campati per aria.

Un problema in questa storia c'è!
Forse è solo una questione di informazioni non sufficientemente chiare o forse altro, in ogni caso c'è qualcosa che non torna.


Mi sono mosso e per lunedì attendo una risposta. Se ti imbarchi in ricerche personali rischi solo di aumentarti la confusione.

Ti ripeto, aspetta!

Ciao, Luigi.
 
13129884
13129884 Inviato: 17 Mar 2012 0:05
 

Per darionik

Ho guardato i due Regolamenti e ti confermo quello che ti avevo anticipato: la protezione deve esserci solo nella parta bassa, nella zona di ingranamento dei denti della corona con la catena.

Per la TANDRAGEE 100 il punto in questione del Regolamento è il numero 28:

28. CHAIN GUARD All machines must be fitted with a chain guard, from the rear fork (swinging arm), in front of the rear drive sprocket, to beyond the lower chain run, so nothing can be caught between the chain and the sprocket.

Che più o meno letteralmente si traduce in:

Tutti i mezzi devono montare una protezione della catena, che parta dal forcellone, davanti alla corona di trasmissione, fino ad oltre il ramo inferiore di scorrimento della catena, in modo che nulla si possa impigliare tra la catena e la corona.

Per la North West 200 invece la norma viene citata a pagina 4, alla fine del punto 6:

For safety reasons it is compulsory to use a chain guard fitted in such a way as to prevent trapping between the lower chain run and the final drive sprocket at the rear wheel.

Che tradotto sta per:

Per motivi di sicurezza è obbligatorio usare una protezione della catena montata in modo tale da prevenire intrappolamenti tra il ramo inferiore di scorrimento della catena e la corona di trasmissione della ruota posteriore.

Come puoi vedere in entrambi i casi è specificato lower chain run, che sta appunto per ramo inferiore della catena.

Inoltre nei regolamento specifico della classe STW (che se ho capito bene è quella che ti interessa) si cita che:

The following items MAY BE Removed:
Instruments, instrument brackets and associated cables, tachometer, speedometer and wheel spacers, radiator fan and associated wiring and upper chain guard.


Quindi la protezione superiore della catena può (ma non necessariamente deve) essere rimossa

Nella SS e STK invece è ammesso rimuovere la protezione superiore della catena solo se non è fà corpo unico con il parafango posteriore

Chain guard as long as it is not incorporated in the rear fender may be removed.

Se hai bisogno di altro fammi sapere.

Ciao, Luigi.
 
13130248
13130248 Inviato: 17 Mar 2012 8:39
 

diciassette ha scritto:


No! Lascia stare! Aspetta!
Se c'è qualcuno che è tardo, quello di sicuro non sei tu.
A quanto pare i dubbi che mi sono venuti non sono così campati per aria.

Un problema in questa storia c'è!
Forse è solo una questione di informazioni non sufficientemente chiare o forse altro, in ogni caso c'è qualcosa che non torna.


Mi sono mosso e per lunedì attendo una risposta. Se ti imbarchi in ricerche personali rischi solo di aumentarti la confusione.

Ti ripeto, aspetta!

Ciao, Luigi.

allora aspetto icon_wink.gif
 
13130696
13130696 Inviato: 17 Mar 2012 14:13
 

Interessante.
Grazie Luigi.
Io la tessera l Ho fatta dal 2008 al 2010
Poi Ho rinunciato.
Perché mi sembrava almeno quando non l Ho più rinnovata che non mi copriva almeno dal mio punto e Vista come volevo
Mi scuso se ci Son errori...sto scrivendo con un cellulare
 
13131094
13131094 Inviato: 17 Mar 2012 16:09
 

perfetto grazie! grazie della conferma! 0509_up.gif
 
13142768
13142768 Inviato: 20 Mar 2012 16:41
 

Ciao.

Ritorno sul discorso Tessera Sport per chiudere il discorso, anche se sò che di interrogativi e perplessità ce ne saranno ancora.
Mi permetto di dire, come utente, che questa è una buona iniziativa ma come al solito gestita male e "un tanto al chilo".
Le risposte che mi erano state promesse non sono ancora arrivate, perciò vorrei che fosse chiaro che quello che dico è una mia personalissima interpretazione dopo avere riletto il modulo che ognuno deve firmare quando decide di staccare questa benedetta Tessera.
Questo modulo è in due copie, uguali (una è per il richiedente, l'altra per il Moto Club).
La parte che interessa i Velocisti (in entrambe le copie) è quella composta dalle 3 righe precedenti lo scritto in grassetto (che invece riguarda solo i fuoristradisti) nella parte finale del testo che precede lo spazio per le varie firme.
La parte in questione recita:

"La copertura assicurativa, per le specialità per le quali sia previsto il loro svolgimento in circuiti ed impianti, sarà operativa solo se l'attività verrà svolta in impianti dotati di Certificato di Omologa rilasciato dalla F.M.I. in corso di validità e secondo i criteri indicati dal Certificato stesso per l'attività di allenamento"

Da quello che si legge quindi sembrerebbe che la copertura ci sia, ma attenzione, se andate alla pagina:

Link a pagina di Federmoto.it

e fate una ricerca degli impianti Omologati per la velocità con gli appositi menù a discesa troverete solo 5 circuiti Imola, Vallelunga, Franciacorta, Castelletto di Branduzzo e Mugello ed è solo su questi tracciati che la tessera Sport dovrebbe offrire copertura assicurativa.
Non chiedetemi perchè Misano, Adria, Varano 'de Melegari, Monza, Binetto e Magione non sono elencati e tantomeno non chiedetemi se la Tessera Sport su questi circuiti offre la copertura assicurativa oppure no.
A queste domande credo debbano rendere conto personaggi ben al di sopra di me.
L'ultima cosa che vi ricordo è che le vostre ossa valgono meno in allenamento, infatti tutti gli infortuni avvenuti in questo frangente vengono liquidati al 50% di quello che verrebbero liquidati se lo stesso infortunio avvenisse in gara.

Ciao a tutti.

Luigi.
 
13146843
13146843 Inviato: 21 Mar 2012 14:57
 

domanda stupida:
nel regolamento internazionale FIM trovo l'elenco di moto (con relative annate in pratica non piu "vecchie" di 3 anni) ammesse per le gare internazional.. anche in quello italiano è valida questa norma? eusa_think.gif

e poi, perchè? eusa_shifty.gif
 
13149656
13149656 Inviato: 21 Mar 2012 23:22
 

johnny17 ha scritto:
domanda stupida:
nel regolamento internazionale FIM trovo l'elenco di moto (con relative annate in pratica non piu "vecchie" di 3 anni) ammesse per le gare internazional.. anche in quello italiano è valida questa norma? eusa_think.gif

e poi, perchè? eusa_shifty.gif


Penso tu ti riferisca alla lista dei Motocicli Omologati 2012 che si trova a questo indirizzo:

Link a pagina di Fim-live.com

Si, l'elenco delle moto che vedi è valido sia per i Campionati Internazionali, che per quelli Nazionali e quindi anche in Italia.
Il perchè della presenza di moto così recenti sta nei due concetti su cui si dovrebbe fondare la filosofia dei Campionati Superbike, Supersport e Superstock.
Il primo concetto è l'utilizzo in competizione di motocicli derivati dalla produzione di serie, il secondo è la limitata possibilità di preparazione che queste moto possono/devono avere per garantire (in teoria) un controllo dei costi, lo stesso tipo di spese che ha messo in crisi la MotoGP.

Fino a qualche anno fà infatti, ogni anno venivano presentate moto sempre più performanti, sia a livello di motore che di ciclistica e talvolta completamente rinnovate da una stagione all'altra, che facevano invecchiare rapidamente i modelli precedenti che per mantenersi al livello delle nuove arrivate avrebbero richiesto interventi più profondi di quanto ammesso dai Regolamenti Tecnici; da qui la presenza nella lista dei motocicli omologati di moto così..."recenti".

La domanda non è stupida. In questo periodo di "vacche magre" poi, un Regolamento di questo tipo sembra quasi una "imposizione" a spendere dei soldi che non ci sono, ma così è purtroppo.

L'argomento porterebbe a molte altre e più profonde considerazioni, ma non voglio annoiare.
Spero di essere stato esauriente.
Ciao, Luigi.
 
13150484
13150484 Inviato: 22 Mar 2012 9:46
 

diciassette ha scritto:
johnny17 ha scritto:
domanda stupida:
nel regolamento internazionale FIM trovo l'elenco di moto (con relative annate in pratica non piu "vecchie" di 3 anni) ammesse per le gare internazional.. anche in quello italiano è valida questa norma? eusa_think.gif

e poi, perchè? eusa_shifty.gif


Penso tu ti riferisca alla lista dei Motocicli Omologati 2012 che si trova a questo indirizzo:

Link a pagina di Fim-live.com

Si, l'elenco delle moto che vedi è valido sia per i Campionati Internazionali, che per quelli Nazionali e quindi anche in Italia.
Il perchè della presenza di moto così recenti sta nei due concetti su cui si dovrebbe fondare la filosofia dei Campionati Superbike, Supersport e Superstock.
Il primo concetto è l'utilizzo in competizione di motocicli derivati dalla produzione di serie, il secondo è la limitata possibilità di preparazione che queste moto possono/devono avere per garantire (in teoria) un controllo dei costi, lo stesso tipo di spese che ha messo in crisi la MotoGP.

Fino a qualche anno fà infatti, ogni anno venivano presentate moto sempre più performanti, sia a livello di motore che di ciclistica e talvolta completamente rinnovate da una stagione all'altra, che facevano invecchiare rapidamente i modelli precedenti che per mantenersi al livello delle nuove arrivate avrebbero richiesto interventi più profondi di quanto ammesso dai Regolamenti Tecnici; da qui la presenza nella lista dei motocicli omologati di moto così..."recenti".

La domanda non è stupida. In questo periodo di "vacche magre" poi, un Regolamento di questo tipo sembra quasi una "imposizione" a spendere dei soldi che non ci sono, ma così è purtroppo.

L'argomento porterebbe a molte altre e più profonde considerazioni, ma non voglio annoiare.
Spero di essere stato esauriente.
Ciao, Luigi.


quindi riassumendo: no moto "nuova" no gare icon_confused.gif
 
13151966
13151966 Inviato: 22 Mar 2012 16:02
 

johnny17 ha scritto:


quindi riassumendo: no moto "nuova" no gare icon_confused.gif


Se parli del Campionato Italiano Velocità no, niente gare. Partecipare ad un Campionato come il CIV però, richiede un budget così alto che la spesa per una moto nuova è quasi un problema secondario o almeno dello stesso peso di altri voci.
Se sei un amatore e hai voglia di scendere in pista esistono diversi Trofei Promozionali (non sto qui a citarli perchè sono così tanti che rischierei di dimenticarne qualcuno) che prevedono la classe Open (se parliamo di 750/1000) e la classe 600 Aperta, con un Regolamento Tecnico più libero, dove vengono ammesse moto anche con qualche anno di più.
Faccio una precisazione a proposito della 600 Aperta per chiarire che questa classe è una di quelle cose nate e "lasciate a metà" che, fosse gestita in modo intelligente da chi di dovere, potrebbe essere una possibilità in più per chi, con una moto non più recentissima e non moltissimo da spendere, volesse togliersi lo sfizio di una gara ogni tanto.
Invece così com'è è solo un doppione della 600 Superstock che lascia il tempo che trova e che, se i Commissari decidessero di applicare il Regolamento alla lettera, sparirebbe nel giro di una stagione.

Ciao, Luigi.
 
13152268
13152268 Inviato: 22 Mar 2012 16:53
Oggetto: Aggiornamenti Calendari e Regolamenti
 

Nota automatica aggiunta dal sistema: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generati dalla fusione di due topic.
______________

Ciao.
Volevo avvertire che nel sito della Federazione Motociclistica Italiana sono disponibili per il download alcuni aggiornamenti Regolamentari per la Velocità e di Calendario.

Questo è il link da dove è possibile scaricare il Regolamento Sportivo Generale 2012 (RMM) e l'aggiornamento del Regolamento Velocità 2012. Sono il secondo e il terzo file dell'elenco. (ne è particolarmente consigliata la lettura)
Link a pagina di Federmoto.it

Qui invece ci sono i calendari aggiornati per la Velocità e la Salita.
Link a pagina di Federmoto.it

Ciao, Luigi.
 
13152330
13152330 Inviato: 22 Mar 2012 17:05
 

Grazie , "Diciassette"....., scaricato e registrato !...... 0509_up.gif 0510_saluto.gif




doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
13591296
13591296 Inviato: 18 Lug 2012 12:31
Oggetto: regolamento nazionale motodromi
 

Nota automatica aggiunta dal sistema: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generati dalla fusione di due topic.
______________

buondì icon_biggrin.gif

avrei bisogno di una cortesia gente, qualcuno ha a casa il regolamento nazionqle della pista? mi serve quello vero ufficiale e non un qualcosa che ci somigli 0509_up.gif

se qualcuno ce l'ha anche cartaceo ed è disposto a scannerizzarlo gli offro una birra icon_mrgreen.gif

è una questione abbastanza seria ed urgwnte icon_wink.gif
 
13591309
13591309 Inviato: 18 Lug 2012 12:33
 

Sposto in zona corse...
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumGrand Prix e Pistate

Forums ©