Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo
 
motori ad aria compressa alternativa all'elettrico
9046708
9046708 Inviato: 23 Dic 2009 17:03
Oggetto: motori ad aria compressa alternativa all'elettrico
 



salve a tutti
avevo letto un annetto fà il progetto di una casa francese che a ripreso in mano il motore ad aria compressa
mi ricordo di un servizio su internet dove faceva vedere il motore realizzato da loro (molto simile hai motori normali)
questo motore mi ha stupito perchè al minimo le vibrazioni erano zero infatti hanno appoggiato una monetina sulla testa del motore ed è rimasta perfettamente inpiedi ...
avevo letto che il problema più grosso era quello del umidità ma che era facilmente risolvibile
un altro problema era che aria doveva essere a -10 e non a -40 ,... anceh questo si piteva risolvere comn un sistema elettronico

il vantaggio di questi motori è l'affidabilità che è illimiatata
l'inquinamento pari a zero
cambio olio ogni 100.000 km con olio di colza
e rifornimento molto rapido con costi bassissimi

adesso tutti stanno progettando l'elettrico che si non ha emissioni ma si usano le batterie che sono altamente inquinanti .... e se espolodo fanno lo stesso danno di una bombola d'aria compressa a 300 bar ...
 
9046724
9046724 Inviato: 23 Dic 2009 17:08
 

Ti riferisci forse alla Eolo?
Da quanto avevo capito, il problema era che si formava ghiaccio nei condotti e nei cilindri a causa dell'espansione dei gas compressi.
E comunque c'è da tenere conto che il compressore va sempre azionato con la corrente elettrica come quando si ricaricano le batterie.
Bisognerebbe sapere il rendimento di tale motore, la base sembra interessante icon_smile.gif
 
9046738
9046738 Inviato: 23 Dic 2009 17:11
 

Si tratta praticamente di un compressore che lavora al contrario sfruttando l' aria compressa nel serbatoio per generare una spinta sul pistone e mettere in moto il solito ambaradam.
Niente di più pulito ed efficiente, l' unico inconveniente sono le modeste prestazioni e l' autonomia, ma delle prime potrei anche farne a meno se posso inquinare meno dell' apparato digerente di un comune essere umano icon_mrgreen.gif
 
9046744
9046744 Inviato: 23 Dic 2009 17:12
 

s ma adesso è stato ripreso dal una ditta francese se non ricordo male
ma per accenderlo usi le batterie come quelle normali per autom
poi per la parte elettrica basta un alternatore come quello che usiamo nei motori odieni ..
 
9046922
9046922 Inviato: 23 Dic 2009 17:58
 

Ci sono notizie un po' fumose in giro.
Ma il punto poi è sempre quello: l'auto ad emissione zero non può esistere, dato che non esiste il moto perpetuo e da qualche parte l'energia occorre crearla per poi poterla immagazzinare. Anche le auto eelttriche, sono a zero emissioni localmente, ma la centrale che produce l'energia elettrica che ricarica le batterie è a zero emissioni. Sì solo se di tipo nucleare; no se a combustibile fossile... Quindi si sposta l'emissione dalla città alla centrale ed il bilancio globale (globale) di CO2 immessa non è detto che sia più vantaggioso rispetto ad un'auto tradizionale.
 
9047192
9047192 Inviato: 23 Dic 2009 19:06
 

PaoloG ha scritto:
Ci sono notizie un po' fumose in giro.
Ma il punto poi è sempre quello: l'auto ad emissione zero non può esistere, dato che non esiste il moto perpetuo e da qualche parte l'energia occorre crearla per poi poterla immagazzinare. Anche le auto eelttriche, sono a zero emissioni localmente, ma la centrale che produce l'energia elettrica che ricarica le batterie è a zero emissioni. Sì solo se di tipo nucleare; no se a combustibile fossile... Quindi si sposta l'emissione dalla città alla centrale ed il bilancio globale (globale) di CO2 immessa non è detto che sia più vantaggioso rispetto ad un'auto tradizionale.


assolutamente, l'aria compressa (l'elettricità o quant'altro) è un mezzo tanto quanto lo è la benzina..

globalmente però c'è da dire che l'energia elettrica è più pulita...
ovvero: un motore normale ha un efficienza massima di circa il 25%, però questo funziona nella stragrande maggioranza dei casi (auto-motociclistici) ad un rendimento inferiore.
la centrale elettrica invece ha un elevato rendimento e anche se ci sono le immancabili perdite lungo le linee, eccetera, globalmente si ha un rendimento maggiore.
Inoltre, il vantaggio è che la corrente elettrica la si può ottenere anche per vie non inquinanti (che sebbene rappresenti una minima parte, mi sembra il 5 o 10%, per principio va considerata)

Inoltre, dovremmo considerare anche un altra cosa: la benzina si sposta sui camion,sulle petroliere, passa in raffinerie e va pure prelevata dalle viscere della terra.Questo non è naturalmente a costo "ecologico" zero e va inclusa nelle emissioni inquinanti, esattamente come la centrale elettrica.

C'è anche da dire, che l'elettrico è il futuro, e sebbene la fusione nucleare sia ancora un fenomeno da laboratorio, si stanno facendo dei bei passi avanti.

In ogni caso, il problema di auto ad aria compressa o elettriche, è appunto l'autonomia, che sta nella dimensione del serbatoio o della batteria (la potenza in entrambe i casi non è un problema, specialmente con l'aria compressa)
 
9047625
9047625 Inviato: 23 Dic 2009 20:14
 

L' idea della eolo e' un' idea mangiasoldi:

l'ingegnere francese che ha progettato sta' cosa (tale Negre se non sbaglio ) negli anni 80 annuncio' un avveneristico motore di formula con distribuzione a valvole rotanti e disposizione a w con potenza stimata di 900cv dopo aver preso un bel po' di sponsor e' scomparso ,
dopo qualche anno presento' un prototipo non funzionante e facendo una bella campagna pubblicitaria si prese un bel po' di finanzianenti , fece uno stabilimento per la produzione e dopo un mese e senza produrre neanche una modello mise tutti gli operai in cassa integrazione .
E adesso ritorna alla carica?
Il problema dei motori ad aria compressa e' l'autonomia , in quanto l'aria ha una densita' energetica molto bassa , e anche utilizzando bombole da 200 atm ( tipo quelle del metano da auto ) sara' abbastanza limitata oltre al peso della bombola ( la bombola della mia auto pesa oltre 100kg).

Quanto al rendimento bisogna considerare una perdita di rendimento per comprimere l' aria ( rendimento max 60% , tra perdite del motore elettrico e perdite del gruppo compressore) , che moltiplicate al rendimento del motore fa calare vertiginosamente la convenienza.
Questo link spiega la storia Link a pagina di It.wikipedia.org
 
9048219
9048219 Inviato: 23 Dic 2009 21:51
 

snowstorm ha scritto:
L' idea della eolo e' un' idea mangiasoldi:

l'ingegnere francese che ha progettato sta' cosa (tale Negre se non sbaglio ) negli anni 80 annuncio' un avveneristico motore di formula con distribuzione a valvole rotanti e disposizione a w con potenza stimata di 900cv dopo aver preso un bel po' di sponsor e' scomparso ,
dopo qualche anno presento' un prototipo non funzionante e facendo una bella campagna pubblicitaria si prese un bel po' di finanzianenti , fece uno stabilimento per la produzione e dopo un mese e senza produrre neanche una modello mise tutti gli operai in cassa integrazione .
E adesso ritorna alla carica?
Il problema dei motori ad aria compressa e' l'autonomia , in quanto l'aria ha una densita' energetica molto bassa , e anche utilizzando bombole da 200 atm ( tipo quelle del metano da auto ) sara' abbastanza limitata oltre al peso della bombola ( la bombola della mia auto pesa oltre 100kg).

Quanto al rendimento bisogna considerare una perdita di rendimento per comprimere l' aria ( rendimento max 60% , tra perdite del motore elettrico e perdite del gruppo compressore) , che moltiplicate al rendimento del motore fa calare vertiginosamente la convenienza.
Questo link spiega la storia Link a pagina di It.wikipedia.org


Insomma, ha già detto tutto icon_mrgreen.gif
In ogni caso non servono a nulla dato che già esistono le macchine elettriche della Zenn Motors che con una ricarica completa di 5 minuti hanno un'autonomia di 400km a 125km/h.
Insomma, un'auto vera e propria.
A proposito, non vorrei sbagliarmi ma sembra che la stessa casa produttrice abbia fatto anche quella da 750km di autonomia e, mi sembra di ricordare, con 8 minuti di ricarica.( da scarica a carica completa ).
Tutto questo si è raggiunto grazie alle batterie a supercondensatori.
 
9048310
9048310 Inviato: 23 Dic 2009 22:04
 

snowstorm ha scritto:
L' idea della eolo e' un' idea mangiasoldi:

l'ingegnere francese che ha progettato sta' cosa (tale Negre se non sbaglio ) negli anni 80 annuncio' un avveneristico motore di formula con distribuzione a valvole rotanti e disposizione a w con potenza stimata di 900cv dopo aver preso un bel po' di sponsor e' scomparso ,
dopo qualche anno presento' un prototipo non funzionante e facendo una bella campagna pubblicitaria si prese un bel po' di finanzianenti , fece uno stabilimento per la produzione e dopo un mese e senza produrre neanche una modello mise tutti gli operai in cassa integrazione .
E adesso ritorna alla carica?
Il problema dei motori ad aria compressa e' l'autonomia , in quanto l'aria ha una densita' energetica molto bassa , e anche utilizzando bombole da 200 atm ( tipo quelle del metano da auto ) sara' abbastanza limitata oltre al peso della bombola ( la bombola della mia auto pesa oltre 100kg).

Quanto al rendimento bisogna considerare una perdita di rendimento per comprimere l' aria ( rendimento max 60% , tra perdite del motore elettrico e perdite del gruppo compressore) , che moltiplicate al rendimento del motore fa calare vertiginosamente la convenienza.
Questo link spiega la storia Link a pagina di It.wikipedia.org


ottimo intervento, complimenti.

concordo, la compressione dell'aria viene fatta non gratuitamente, come giustamente detto. Sottolineo inoltre che le batterie sono molto MA MOLTO meno pericolose di BOMBole a 2-300 atmosfere....
 
9048352
9048352 Inviato: 23 Dic 2009 22:16
 

AndreaNSR125 ha scritto:
globalmente però c'è da dire che l'energia elettrica è più pulita...


Sì, indubbio, in linea di principio probabilmente sì. Non ho dati certi (nè li ho mai cercati), per cui suppongo solo...
Hai ragione ad elencare la logistica che sta dietro all'uso dei combustibili fossili ed è proprio quello che intendevo per "bilancio globale". La stessa Prius, non-plus-ultra delle ibride leggevo che ha dei costi di CO2 globali molto elevati per il fatto che i componenti vengono prodotti in mezzo mondo ed alcuni componenti stessi necessitano di maggiori emissioni di CO2 per lal oro produzione; tanto che alla fine pare che il vantaggio della ibrida su una tradizionale non sia più così evidente. Stesso dicasi con le auto elettriche, la cui elevata tecnologia le fa rendere ecologicamente costose da produrre.

Insomma, a me semrba che 'sta storia delle "zero emissioni" stia diventando una bandiera comoda e di facciata per ottenere vantaggi dimostrativi ed irreali a dispetto di reali vantaggi per il pianeta. Occorrerebbe considerare sempre il bilancio globale, per capire se la direzione è giusta o meno, se è un qualcosa che abbia portata strutturale a livello ambientale o no.
 
9048600
9048600 Inviato: 23 Dic 2009 23:10
 

PaoloG ha scritto:


Sì, indubbio, in linea di principio probabilmente sì. Non ho dati certi (nè li ho mai cercati), per cui suppongo solo...
Hai ragione ad elencare la logistica che sta dietro all'uso dei combustibili fossili ed è proprio quello che intendevo per "bilancio globale". La stessa Prius, non-plus-ultra delle ibride leggevo che ha dei costi di CO2 globali molto elevati per il fatto che i componenti vengono prodotti in mezzo mondo ed alcuni componenti stessi necessitano di maggiori emissioni di CO2 per lal oro produzione; tanto che alla fine pare che il vantaggio della ibrida su una tradizionale non sia più così evidente. Stesso dicasi con le auto elettriche, la cui elevata tecnologia le fa rendere ecologicamente costose da produrre.

Insomma, a me semrba che 'sta storia delle "zero emissioni" stia diventando una bandiera comoda e di facciata per ottenere vantaggi dimostrativi ed irreali a dispetto di reali vantaggi per il pianeta. Occorrerebbe considerare sempre il bilancio globale, per capire se la direzione è giusta o meno, se è un qualcosa che abbia portata strutturale a livello ambientale o no.


Pensavo che almeno Toyota fosse autosufficiente per quanto riguarda la produzione dei propri veicoli, e se non per tutti almeno per la Prius che dovrebbe essere la "bandiera" della nuova generazione di veicoli con minor impatto ecologico.
Insomma ste macchinine da emissioni di CO2 >100 non sono altro che un mezzo per ampliare il mercato dei paesi emergenti, i quali producono i componenti a basso costo ed inquinando il triplo icon_confused.gif
 
9049223
9049223 Inviato: 24 Dic 2009 0:51
 

non sono preparato nella politica aziendale di toyota, ma sono sicuro che fa tantissima ricerca con l'intento di arrivare ad emissioni bassissime e rivoluzionare il mondo dell'auto.

di questo ne sono certo perchè stanno lavorando alla fusione fredda insieme ad un ricercatore nell'ente in cui lavoro e gli scambi scientifici sono costanti e indirizzati tutti alla ricerca di una forma di energia molto pulita e dal grandissimo rendimento.

inciso dell'email di ringraziamento per la realizzazione di componenti

< * Per pura curiosità, desidero informarVi che, a seguito della visita di
una folta delegazione del Centro Ricerche e Sviluppo della Toyota (sedi
di Aichi-Giappone e Bruxelles-Belgio) avvenuta il 9 Ottobre 2009 nel
nostro laboratorio #25, l'innovativo sistema di connettori multipli
emisferici verrà utilizzato anche da loro. >


quindi volevo un attimo sfatare il mito della congiura globale contro le soluzioni alternative al carburante fossile.

honda costruisce gli interni delle auto in materiali biodegradabili, come credo che faccia anche toyota, studiano sistemi per coltivare piante da carburante e creare un ciclo quasi chiuso.

infine l'auto ad ari acompressa........ secondo me una delle più grandi stron*ate mai fatte, perchè non si risparmia energia ma si delocalizza l'inquinamento finchè non ci saranno tecnologie per produrree energia a basso costo inquinante, m aquando succederà la trazione elettrica sarà talmente più comoda ed efficiente che comprimere l'aria è proprio un acosa senza senso.

inoltre vorrei far riflettere tutti quanti su una semplice osservazione....... tutti i motori a combustione funzionano ad aria compressa, solo che l'aria invece di essere in una bombola viene compressa istantaneamente nella camera di scoppio tramite l'innalzamento della temperatura!
 
9049405
9049405 Inviato: 24 Dic 2009 1:27
 

OT: Nessuno ha mai sentito parlare dell'Ossidrogeno? Secondo me è una cosa interessante. Purtroppo però ne so molto poco.
 
9049846
9049846 Inviato: 24 Dic 2009 9:48
 

ossidrogeno è una miscela di combustibile e comburente che secondo me è anche pericolosissima da trasportare.

credo che la tecnica migliore sia di far miscelare i due elementi solamente nella camera di combustione, senza che si abbia mai quesa miscela stoccata in un veicolo.
 
9049960
9049960 Inviato: 24 Dic 2009 10:40
 

Riguardo il discorso che per auto es. elettriche o a idrogeno ci sia a monte un processo di produzione con un certo impatto ambientale e pur vero che essendo un produzione di larga scala sarà chiaramente più efficente e quindi globalmente meno inquinante.
 
9050590
9050590 Inviato: 24 Dic 2009 12:57
 

alexss ha scritto:
quindi volevo un attimo sfatare il mito della congiura globale contro le soluzioni alternative al carburante fossile.


Ma infatti, la mia personale speranza è che la cosa si effettivamente così, nel va del bene di tutti davvero, senza demagogia. La questione è che occorre si facciano scelte reali e non solo di convenienza e facciata.
Basta vedere negli anni come sono state spacciate diverse realtà opposte. Il gasolio 30 anni fa costava niente rispetto la benzina, iniziarono a diffondersi auto con quel tipo di motori e poco dopo si "scoprì" che inquinava troppo e venne supertassato (il famoso bollo da 1000000£ l'anno sulle Uno D da 30 CV...). Sempre in quell'occasione si decise che anche il GPL inquinava, era un'alternativa alla benzina e venne super-tassato, uccidendone di fatto il mercato. Poi coi Cat e con motori a gasolio finalmente un po' prestazionali si disse che "in fondo, si fumano, ma sulle altre emissioni è meglio del benzina" e quindi tutti giù a comprare gli ecodiesel, che consumano meno e costa anche meno alla pompa, fino ad arrivare ad immatricolare più diesel che benzina ogni anno. Solo che siccome per produrre benzina si produce per forza anche gasolio, se questo viene richiestod i più, della benzina cosa ne facciamo?! Beh, ma allora via col down-sizing ed il proliferare di motori turbo-benzina, perchè tanto "il diesel fa schifo, fa le polveri sottili che ci uccidono nelle città"... E poi la recente, frenetica e compulsiva riscoperta del GPL (e metano), come vera alternativa all'inquinamento, quando 20 anni prima era stato tacciato con i super-bolli.
Ora anche le auto elettriche, in realtà salta fuori che pongono il problema non piccolo dello smaltimento delle batterie, batterie che hanno durate medie di 10 anni se usate alle metà della loro capacità (con conseguente peso "intile" da portarsi in giro) e costi ancora non per nulla popolari...

Insomma, spero che la direzione sia quella del "bene comune", ma a ripensare quanto scritto sopra un po' mi inc.zzo... icon_rolleyes.gif
 
9050701
9050701 Inviato: 24 Dic 2009 13:21
 

PaoloG ha scritto:


Ma infatti, la mia personale speranza è che la cosa si effettivamente così, nel va del bene di tutti davvero, senza demagogia. La questione è che occorre si facciano scelte reali e non solo di convenienza e facciata.
Basta vedere negli anni come sono state spacciate diverse realtà opposte. Il gasolio 30 anni fa costava niente rispetto la benzina, iniziarono a diffondersi auto con quel tipo di motori e poco dopo si "scoprì" che inquinava troppo e venne supertassato (il famoso bollo da 1000000£ l'anno sulle Uno D da 30 CV...). Sempre in quell'occasione si decise che anche il GPL inquinava, era un'alternativa alla benzina e venne super-tassato, uccidendone di fatto il mercato. Poi coi Cat e con motori a gasolio finalmente un po' prestazionali si disse che "in fondo, si fumano, ma sulle altre emissioni è meglio del benzina" e quindi tutti giù a comprare gli ecodiesel, che consumano meno e costa anche meno alla pompa, fino ad arrivare ad immatricolare più diesel che benzina ogni anno. Solo che siccome per produrre benzina si produce per forza anche gasolio, se questo viene richiestod i più, della benzina cosa ne facciamo?! Beh, ma allora via col down-sizing ed il proliferare di motori turbo-benzina, perchè tanto "il diesel fa schifo, fa le polveri sottili che ci uccidono nelle città"... E poi la recente, frenetica e compulsiva riscoperta del GPL (e metano), come vera alternativa all'inquinamento, quando 20 anni prima era stato tacciato con i super-bolli.
Ora anche le auto elettriche, in realtà salta fuori che pongono il problema non piccolo dello smaltimento delle batterie, batterie che hanno durate medie di 10 anni se usate alle metà della loro capacità (con conseguente peso "intile" da portarsi in giro) e costi ancora non per nulla popolari...

Insomma, spero che la direzione sia quella del "bene comune", ma a ripensare quanto scritto sopra un po' mi inc.zzo... icon_rolleyes.gif


condivido ogni virgola di quello che hai scritto. icon_evil.gif
è vero che col passare del tempo le tecnologie migliorano ma specie sulla questione superbollo sul gas per poi dopo 10 anni dare gli incentivi è una cosa assurda visto che il rendimento non è migliorato in maniera considerevole in confronto alla benzina o sbaglio? icon_rolleyes.gif
mi aspetto da quì ad un anno anche un bell'aumento del costo alla pompa del gas
 
9050739
9050739 Inviato: 24 Dic 2009 13:30
 

alexss ha scritto:
ossidrogeno è una miscela di combustibile e comburente che secondo me è anche pericolosissima da trasportare.

credo che la tecnica migliore sia di far miscelare i due elementi solamente nella camera di combustione, senza che si abbia mai quesa miscela stoccata in un veicolo.


Esatto, ricavandolo dall'acqua non distillata tramite elettrolisi. Non ne ho idea di quanta elettricità serva per attivare il processo eusa_think.gif

Quanto alla questione ambientale, speriamo davvero si vada nella giusta direzione, perchè fin'ora s'è visto poco e niente, sembra che le uniche cose inquinanti siano auto e moto, quando ci si dimentica di industrie, aerei, navi ecc....
 
9050928
9050928 Inviato: 24 Dic 2009 14:04
 

ma per loro non inquinano le industrie enemmo gli aerei ...
al massimo tra 10 anni ricominciamo a usare la bicicletta ,il cavallo, la carrozza , e per volare usiamo la mongolfiera ... XP
 
9052325
9052325 Inviato: 24 Dic 2009 18:25
 

topo ha scritto:
ma per loro non inquinano le industrie enemmo gli aerei ...
al massimo tra 10 anni ricominciamo a usare la bicicletta ,il cavallo, la carrozza , e per volare usiamo la mongolfiera ... XP


Il cavallo o altri animali da traino no, poducono troppa CO2 anche loro icon_asd.gif
 
9052468
9052468 Inviato: 24 Dic 2009 18:58
 

PaoloG ha scritto:

Ora anche le auto elettriche, in realtà salta fuori che pongono il problema non piccolo dello smaltimento delle batterie, batterie che hanno durate medie di 10 anni se usate alle metà della loro capacità (con conseguente peso "intile" da portarsi in giro) e costi ancora non per nulla popolari...


Questo non è vero.
Gli accumulatori delle auto elettriche si stanno indirizzando verso i supercapacitori( o supercondensatori ) che sono completamente riciclabili, supportano più di 500.000 cicli di carica-scarica( quindi almeno 30ina d'anni ) e non hanno alcun elemento chimico.
Insomma, sono due lamelle di metallo con al centro un materiale isolante, nulla di più.

Il vero problema, come effettivamente ha notato qualcuno, è l'inquinamento delle industrie.
Queste sono il vero problema della terra ma, premendo sulle auto elettriche e soluzioni di energia da fonti rinnovabili, penso che si possa fare pressione per far adottare queste tecnologie anche alle industrie rendendole a basso impatto ambientale.
Utopia?
Non penso dato che paesi come l'Austria( 62%!!! ) e la Spagna(30% ) hanno raggiunto queste percentuali di produzione elettrica completamente ed esclusivamente da fonti rinnovabili.
 
9564683
9564683 Inviato: 27 Mar 2010 15:25
Oggetto: Motore ad aria compressa?
 

Nota automatica aggiunta dal sistema: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generata dalla fusione di due topic.
______________

Tempo fa ho letto da qualche parte che esiste ed è anche stato brevettato un motore ad aria compressa! icon_eek.gif

Linventore era un francese, Ma nè Renault, nè Peugeot e nè Citroen hanno accettato di montare un motore del genere....

E' vero?


Sapete di cosa si tratta?
Qualcuno saprebbe spiegarmi il funzionamento?
 
9564695
9564695 Inviato: 27 Mar 2010 15:27
 

Come no?! Il peugeot satelis compressor! icon_biggrin.gif
 
9564727
9564727 Inviato: 27 Mar 2010 15:33
Oggetto: Re: Motore ad aria compressa?
 

2fast2furious ha scritto:
Tempo fa ho letto da qualche parte che esiste ed è anche stato brevettato un motore ad aria compressa! icon_eek.gif

Linventore era un francese, Ma nè Renault, nè Peugeot e nè Citroen hanno accettato di montare un motore del genere....

E' vero?


Sapete di cosa si tratta?
Qualcuno saprebbe spiegarmi il funzionamento?

Qualche anno fa sentii l'uscita di un'auto (prototipo) ad aria compressa, ma purtroppo per noi occidentali il progetto finii nelle mani della tata (società indiana costruttrice di macchine a basso costo) nel 2007 dove tutt'ora stanno studiando il suo funzionamento, la messa in produzione doveva avvenire nel 2008 ma il progetto è stato abbandonato perchè reputato falloso (non si sa come mai).

Eccoti una pagina di wikipedia che ti aiuterà a capirne il funzionamento:
Link a pagina di It.wikipedia.org

ed ecco alcuni video a riguardo:
Link a pagina di Youtube.com
Link a pagina di Video.libero.it
Link a pagina di Video.google.it

icon_wink.gif 0510_saluto.gif
 
9564787
9564787 Inviato: 27 Mar 2010 15:48
 

Si ma come viene immessa l'aria nel cilindro?

Che rendimento ha?
 
9564814
9564814 Inviato: 27 Mar 2010 15:53
 

2fast2furious ha scritto:
Si ma come viene immessa l'aria nel cilindro?

Che rendimento ha?

Nel primo video da me linkato al mio post precedente viene spiegato tutto icon_wink.gif
 
9564867
9564867 Inviato: 27 Mar 2010 16:05
 

Ma quando? eusa_think.gif

Hai detto il primo video l'ho guardato ma niente....

Ma il pistone sta in un cilindro.. come in un motore ad scoppio?
 
9564948
9564948 Inviato: 27 Mar 2010 16:26
 

2fast2furious ha scritto:
Ma quando? eusa_think.gif

Hai detto il primo video l'ho guardato ma niente....

Ma il pistone sta in un cilindro.. come in un motore ad scoppio?

Credo di si, non viene spiegato dettagliatamente.. eusa_think.gif
 
9565245
9565245 Inviato: 27 Mar 2010 18:13
 

i motori ad ari acompressa honno il vantaggio di non inquinare localmente, l'inquinamento avviene in fase di compressioen dell'aria, quindi nella produzioen di aria compressa.


si delocalizza l'inquinamento invece che annullarlo, a meno che l'aria compressa non venga prodotta con sistemi ecologici, tipo energi asolare, però a quel punto è moto più efficente un sistema elettrico piuttosto che ad aria.
 
9565954
9565954 Inviato: 27 Mar 2010 21:02
 

Grazie alexss,

Ma quì la domanda era un'altra:
Come viene immessa l'aria nel cilindro?
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©