Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 3
Vai a pagina 123  Successivo
 
Prestazioni motore col freddo
8888217
8888217 Inviato: 21 Nov 2009 22:28
Oggetto: Prestazioni motore col freddo
 



Mi pare di aver notato, e anche amici mi hanno confermato, che il motore con una temperatura esterna di 5 - 12° (cioe' freddo, non fresco), RENDE MEGLIO.
Naturalmente a motore caldo.
Io sento un sound migliore, maggiore brillantezza e cattiveria.

E' vero o e' un'impressione?

Che senso avrebbe fare motori che rendono di piu' con il freddo quando invece bisognerebbe andare piu' piano, e che sono piu' piatti d'estate, quando invece si puo' sfruttare meglio la potenza?
 
8888256
8888256 Inviato: 21 Nov 2009 22:39
Oggetto: Re: Prestazioni motore col freddo
 

xrr ha scritto:
Mi pare di aver notato, e anche amici mi hanno confermato, che il motore con una temperatura esterna di 5 - 12° (cioe' freddo, non fresco), RENDE MEGLIO.
Naturalmente a motore caldo.
Io sento un sound migliore, maggiore brillantezza e cattiveria.

E' vero o e' un'impressione?

Che senso avrebbe fare motori che rendono di piu' con il freddo quando invece bisognerebbe andare piu' piano, e che sono piu' piatti d'estate, quando invece si puo' sfruttare meglio la potenza?

è tutta questione di carburazione,se una moto è piatta d'estate basta carburarla che va bene icon_wink.gif
 
8888269
8888269 Inviato: 21 Nov 2009 22:44
 

dipende dalla densità dell'aria che con il freddo è maggiore.

negli aerei per esempio è un fattore moooolto importante.

a temperature freddissime il motore ha un rendimento migliore, mentre al contrario in pieno deserto si ha un decadimento delle prestazioni.

lo stesso si ha variando la quota, ma in questo caso lo scarto di rendimento è minore, a meno che non ci si trovi a Città del Messico icon_asd.gif
 
8888273
8888273 Inviato: 21 Nov 2009 22:46
 

Non è a causa di tecnici o progettisti particolarmente perersi, è fisica.

Con una temperatura esterna inferiore aumenta il delta termica tra cui lavora il motore migliorandone il rendimento ed inoltre l'aria fredda è più densa quindi si ottiene un rendimento volumetrico migliore.
 
8888339
8888339 Inviato: 21 Nov 2009 23:07
 

comunque... resto dell'opinione che se riesci a "sentire" la differenza nel rendimento del motore tra estate e inverno... eusa_think.gif

sei ai livelli di "sensibilità" di Valentino, se non addirittura maggiori!! icon_rolleyes.gif
 
8888744
8888744 Inviato: 22 Nov 2009 2:08
 

oscarspa ha scritto:
comunque... resto dell'opinione che se riesci a "sentire" la differenza nel rendimento del motore tra estate e inverno... eusa_think.gif

sei ai livelli di "sensibilità" di Valentino, se non addirittura maggiori!! icon_rolleyes.gif



icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif
 
8888775
8888775 Inviato: 22 Nov 2009 2:27
 

oscarspa ha scritto:
comunque... resto dell'opinione che se riesci a "sentire" la differenza nel rendimento del motore tra estate e inverno... eusa_think.gif

sei ai livelli di "sensibilità" di Valentino, se non addirittura maggiori!! icon_rolleyes.gif


ma che dici??? si sente da morire, mi chiedo come facciate a non sentirla!!! Confermo la storia sulla densità dell'aria, ma non basta; spesso è anche legato al fatto che le centraline fanno delle piccole correzioni per tenerne conto, come tale adeguano la carburazione in minima parte......

Comunque io la sentivo già dal 50ino anche se sembravano pippe mentali; cambiava la risposta al gas il suono ed un pelino anche la potenza
 
8888958
8888958 Inviato: 22 Nov 2009 10:16
 

Si nota parecchio anche sulle auto... Cambia addirittura il rumore del motore in fase di aspirazione piena! Anch'io mi ero sempre chiesto il perchè... ora lo so icon_asd.gif
 
8889514
8889514 Inviato: 22 Nov 2009 13:31
 

Con i motori piccoli è più facile accorgersi proprio perché è più facile mandarli a chiodo icon_asd.gif

Io lo sentivo moltissimo sul 3.5cc da modellismo: la regolazione invernale del carburatore era mooolto più grassa e sfruttando anche la maggior differenza di temperature, la macchinina andava decisamente di più!

Con un 1000cc forse ci si accorge di un rumore leggermente diverso o si ha l'impressione di maggior prontezza, ma credo sia difficile convincersi veramente di aver guadagnato cavalli, dato che vanno già troppo pure d'estate icon_razz.gif
 
8889755
8889755 Inviato: 22 Nov 2009 14:13
 

sebarm86 ha scritto:


ma che dici??? si sente da morire, mi chiedo come facciate a non sentirla!!! Confermo la storia sulla densità dell'aria, ma non basta; spesso è anche legato al fatto che le centraline fanno delle piccole correzioni per tenerne conto, come tale adeguano la carburazione in minima parte......

Comunque io la sentivo già dal 50ino anche se sembravano pippe mentali; cambiava la risposta al gas il suono ed un pelino anche la potenza


Quoto in pieno.
Si sente un casino, e da una goduria immensa come tira meglio.

Un mio dubbio e' come sia possibile che con l'elettronica succeda ancora.
Una ipotesi e' che il motore con l'aria fredda inquina di meno quindi la famigerata sonda lambda iinvia informazioni buone e il motore puo' vivere...

Rispondo anche:

0509_pernacchia.gif Si' non ci sono progettisti perversi... Pero viene il dubbio 0509_pernacchia.gif

Urano nel 1000 si sente con rumore piu' cattivo ed erogazione piu' cattiva.

Nel deserto ma anche d'estate il motore si' tira ma e' come se avesse 2 o 3 catalizzatori...
 
8889788
8889788 Inviato: 22 Nov 2009 14:20
 

Insomma...io so che inquina di meno se il catalizzatore raggiunge temperature alte...
 
8889803
8889803 Inviato: 22 Nov 2009 14:23
 

a parer mio lo smagrimento determinato dal freddo dovrebbe rendere necessaria una regolata alla carburazione. eusa_think.gif
girare con un motore magro non è il massimo della vita..

come fate a dire che è più reattivo? forse ai bassi giri; ma agli alti regimi il mio non da coppia.
 
8890128
8890128 Inviato: 22 Nov 2009 15:24
 

emarex ha scritto:
a parer mio lo smagrimento determinato dal freddo dovrebbe rendere necessaria una regolata alla carburazione. eusa_think.gif
girare con un motore magro non è il massimo della vita..

come fate a dire che è più reattivo? forse ai bassi giri; ma agli alti regimi il mio non da coppia.

Addirittura regolare la carburazione...c'è sempre una cassa filtro che serve a limitare i cambiamenti di carburazione con la temperatura.
Per il fatto dei giri è il contrario: agli alti giri, se la moto è leggermente magra, va meglio, raggiunge velocità piu' elevate, ma ha meno ripresa (infatti hanno creato nei carburatori la pompa di ripresa che ingrassa all'apertura del gas per avere maggiore spunto).
 
8890143
8890143 Inviato: 22 Nov 2009 15:26
 

non c' entra la presenza dell' elettronica o meno
l' elettronica fa si che il rapporto stechiometrico o/f, ossidante combustibile sia sempre ottimale.
ora, se l' aria è più densa, e a parità di volume contiene più ossigeno, ne consegue che per mantere il rapporto o/f costante bisogna aumentare la quantità di benzina iniettata... il riempimento volumetri è quindi maggiore..
 
8890383
8890383 Inviato: 22 Nov 2009 16:16
 

xrr ha scritto:
Un mio dubbio e' come sia possibile che con l'elettronica succeda ancora.

Puoi aggiungere tutta l'elettronica di controllo che vuoi, ma un motore a scoppio resterà sempre una macchina termica che obbedisce alle leggi della termodinamica, in particolare al teorema di Carnot che, in due parole, dimostra che il rendimento di una macchina termica è proporzionale alla differenza di temperatura tra la sorgente calda (approssimabile con quella dei gas appena dopo la combustione) e quella fredda (temperatura dei gas freschi). Dunque il motore d'estate peggiora il rendimento, riduce il lavoro estratto per ciclo e aumenta i consumi, a questo poi si aggiunge la minor concentrazione d'ossigeno nell'aria... quindi a meno di peggiorare la combustione d'inverno in modo che il comportamento si uniformi, non ci si può fare niente.

C'erano statti studi in passato da parte delle case automobilistiche per eseguire dei riporti in materiale ceramico refrattario sulle superfici interne dei motori in modo da poter aumentare molto le temperature d'esercizio e aumentare le potenze riducendo i consumi. Purtroppo le difficoltà tecniche incontrate non permisero l'applicazione.

Non so perché c'è questo alone magico di meraviglia attorno all'elettronica... si, ci si fanno cose strabilianti, ma la fisica è molto più vasta!
 
8890578
8890578 Inviato: 22 Nov 2009 17:04
 

E beh...mica tanto.
Le moderne moto ad iniezione hanno un sensore che vede la temperatura dell'aria aspirata, regolando così in maniera modesta l'apporto di carburante nella miscela.
 
8890972
8890972 Inviato: 22 Nov 2009 18:37
 

danielesmx ha scritto:
E beh...mica tanto.
Le moderne moto ad iniezione hanno un sensore che vede la temperatura dell'aria aspirata, regolando così in maniera modesta l'apporto di carburante nella miscela.


Sì, beh ci sono i sensori, che aiutano ad ottimizzare (più che altro permettono di avere un comportamento circa costante al variare delle condizioni ambientali, specie come emissioni), tanto che unam oto a carburatori scoppietta in montagna, una ad iniezione no. Ma se non c'è ossigeno, non c'è ossigeno, non è che l'elettronica può qualcosa contro questo. Anche le MotoGP o le F1 vanno meno se fa tanto caldo o se sono in quota (come una volta nel GP del Messico...).
 
8891053
8891053 Inviato: 22 Nov 2009 18:55
 

Si appunto perché l'aria non la possono regolare, possono solo adeguare l'apporto di benzina all'aria che entra.
Appunto dico però che la carburazione sarà sempre perfetta: se c'è poca aria manda poca benzina, se c'è tanta aria manda tanta benzina.
 
8891343
8891343 Inviato: 22 Nov 2009 19:45
 

danielesmx ha scritto:
E beh...mica tanto.
Le moderne moto ad iniezione hanno un sensore che vede la temperatura dell'aria aspirata, regolando così in maniera modesta l'apporto di carburante nella miscela.

e quindi?

Sta di fatto che la fisica la fa il motore, non l'elettronica. Quest'ultima può solo garantire il funzionamento ottimale del primo, ma che comunque è soggetto alle leggi della termodinamica.
 
8891393
8891393 Inviato: 22 Nov 2009 19:52
 

urano88 ha scritto:

e quindi?

Sta di fatto che la fisica la fa il motore, non l'elettronica. Quest'ultima può solo garantire il funzionamento ottimale del primo, ma che comunque è soggetto alle leggi della termodinamica.

E quindi era per rispondere a emarex che dice che sarebbe necessaria una regolata alla carburazione che effettivamente non è.
 
8891511
8891511 Inviato: 22 Nov 2009 20:06
 

Ho trovato girando per internet questi spunti:

1) Anche di estate si vede il fenomeno: la mattina e la sera col "fresco" il motore e' visibilmente piu' brillante

2) L'intercooler nel turbo serve a questo: abbassare la temperatura dell'aria esterna per fare entrare piu' aria

3) L'aria fredda occupa meno spazio, quindi si ha un effetto "compressione": entra piu' aria, quindi piu' ossigeno, quindi piu' benzina, e BOOM icon_biggrin.gif


Sarebbe bello tirare a -20°, -50°, il motore del ninjone chissa' magari raggiunge i 250CV icon_smile.gif icon_smile.gif



In ogni caso non ne sono ancora convinto sotto l'aspetto della spiegazione "fisica", anche se lo noto.
Mi sembra strano che le mappature della centralina non prevedano i casi temperatura esterna 30° e temperatura esterna 0°, e non li uniformino.
E poi il freddo non raffredda il motore e ne diminuisce il rendimento?
 
8891564
8891564 Inviato: 22 Nov 2009 20:14
 

xrr ha scritto:
Ho trovato girando per internet questi spunti:


3) L'aria fredda occupa meno spazio, quindi si ha un effetto "compressione": entra piu' aria, quindi piu' ossigeno, quindi piu' benzina, e BOOM icon_biggrin.gif

eusa_naughty.gif
Piu' benzina solo se c'è il sensore. Nei motori a carburatore non entra piu' benzina.
 
8891681
8891681 Inviato: 22 Nov 2009 20:31
 

danielesmx ha scritto:
E quindi era per rispondere a emarex che dice che sarebbe necessaria una regolata alla carburazione che effettivamente non è.

Ah, scusa, la non quotatura mi aveva tratto in inganno icon_razz.gif

xrr ha scritto:
E poi il freddo non raffredda il motore e ne diminuisce il rendimento?

Il massimo che può fare il freddo è restringere i materiali e far si che le tolleranze siano cattive, ma una macchina termica rende tanto quanto la differenza di temperature tra cui opera. Capisco che è meno intuitivo degli altri aspetti, ma è termodinamica di base...

E poi perché vuoi a tutti i costi uniformare il tutto? Appurato che la moto non può andare bene d'estate come d'inverno, l'unica è peggiorare il funzionamento invernale intervenendo su anticipo, valvola di scarico e quant'altro per fare in modo che la moto con 5 gradi funzioni "male" come se ce ne fossero 50... a me sembra un peccato icon_neutral.gif
 
8892518
8892518 Inviato: 22 Nov 2009 22:38
 

xrr ha scritto:
Ho trovato girando per internet questi spunti:

1) Anche di estate si vede il fenomeno: la mattina e la sera col "fresco" il motore e' visibilmente piu' brillante

2) L'intercooler nel turbo serve a questo: abbassare la temperatura dell'aria esterna per fare entrare piu' aria

3) L'aria fredda occupa meno spazio, quindi si ha un effetto "compressione": entra piu' aria, quindi piu' ossigeno, quindi piu' benzina, e BOOM icon_biggrin.gif


Sarebbe bello tirare a -20°, -50°, il motore del ninjone chissa' magari raggiunge i 250CV icon_smile.gif icon_smile.gif



In ogni caso non ne sono ancora convinto sotto l'aspetto della spiegazione "fisica", anche se lo noto.
Mi sembra strano che le mappature della centralina non prevedano i casi temperatura esterna 30° e temperatura esterna 0°, e non li uniformino.
E poi il freddo non raffredda il motore e ne diminuisce il rendimento?

la centralina uniforma la carburazione! il rapporto stechiometrico è sempre uguale, sia d' estante che d' inverno, sia in montagna che al mare.
il rapporto aria benzina è un parametro fisso.
ora.. se l' aria è più sensa, ne entra di più nel cilindro.. ed entra anche più benzina (il rapporto tra i 2 è sempre costante)... quindi il riempimento volumetrico è maggiore... è come se si aumentasse la cilindrata del motore (molto alla lontana)
 
8893143
8893143 Inviato: 23 Nov 2009 0:23
 

xrr ha scritto:
Ho trovato girando per internet questi spunti:

1) Anche di estate si vede il fenomeno: la mattina e la sera col "fresco" il motore e' visibilmente piu' brillante

2) L'intercooler nel turbo serve a questo: abbassare la temperatura dell'aria esterna per fare entrare piu' aria

3) L'aria fredda occupa meno spazio, quindi si ha un effetto "compressione": entra piu' aria, quindi piu' ossigeno, quindi piu' benzina, e BOOM icon_biggrin.gif


Sarebbe bello tirare a -20°, -50°, il motore del ninjone chissa' magari raggiunge i 250CV icon_smile.gif icon_smile.gif



In ogni caso non ne sono ancora convinto sotto l'aspetto della spiegazione "fisica", anche se lo noto.
Mi sembra strano che le mappature della centralina non prevedano i casi temperatura esterna 30° e temperatura esterna 0°, e non li uniformino.
E poi il freddo non raffredda il motore e ne diminuisce il rendimento?

Guarda, xrr, questa è la base dell'N2O.
L'azoto (che si trova allo stato liquido a oltre 250° sotto 0) viene combinato con l'aria. Il tutto rende l'aria estremamente fredda e densa e, quando entra nella camera di scoppio, ha una massa pari a migliaia di volte l'aria a temperatura ambiente. Questo composto chimico, quando agisce, provoca un incremento enorme dell'accelerazione e della potenza del motore (anche se poi, in fondo, lo distrugge).
Quello che senti tu è giusto, la moto gira meglio col freddo. icon_wink.gif

PS: Ovviamente, ora che lo sai, non tirare la moto dopo pochi secondi che l'hai accesa. Il riscaldamento del motore è necessario per non creare stress alle parti meccaniche in movimento che subiscono un'escursione termica molto ampia e, in questa stagione, maggiore di quando ci troviamo nella bella stagione.
Il motore fallo riscaldare comunque. icon_wink.gif
 
8893212
8893212 Inviato: 23 Nov 2009 0:44
 

leonheart ha scritto:
L'azoto (che si trova allo stato liquido a oltre 250° sotto 0) viene combinato con l'aria. Il tutto rende l'aria estremamente fredda e densa e, quando entra nella camera di scoppio, ha una massa pari a migliaia di volte l'aria a temperatura ambiente.


Consiglio un ripassino di chimica... eusa_think.gif
Ad ogni modo, il commento è per stroncare sul nascere ogni possibile OT sulle sovralimentazioni chimiche. icon_wink.gif
 
8893299
8893299 Inviato: 23 Nov 2009 1:09
 

sui motori turbo viene installato l'intercooler, il quale ha la funzione di raffreddare l'aria ignettata nel collettore di aspirazione...quindi avendo aria + fresca le prestazioni migliorano... 0509_up.gif
 
8893417
8893417 Inviato: 23 Nov 2009 2:44
 

PaoloG ha scritto:


Consiglio un ripassino di chimica... eusa_think.gif
Ad ogni modo, il commento è per stroncare sul nascere ogni possibile OT sulle sovralimentazioni chimiche. icon_wink.gif

Perchè dovrei ripassare chimica mi pare vero tutto ciò che ho scritto, solo ora mi sono reso conto però che l'azoto ha il suo punto di fusione a -210°C. L'aria che entra con l'azoto è realmente più densa di quella a temperatura ambiente.
Azoto e N2O.
Anche se la seconda fonte non è Wikipedia, spiega comunque bene la sovralimentazione chimica.
 
8893452
8893452 Inviato: 23 Nov 2009 4:50
 

xrr ha scritto:


Quoto in pieno.
Si sente un casino, e da una goduria immensa come tira meglio.

Un mio dubbio e' come sia possibile che con l'elettronica succeda ancora.
Una ipotesi e' che il motore con l'aria fredda inquina di meno quindi la famigerata sonda lambda iinvia informazioni buone e il motore puo' vivere...

Rispondo anche:

0509_pernacchia.gif Si' non ci sono progettisti perversi... Pero viene il dubbio 0509_pernacchia.gif

Urano nel 1000 si sente con rumore piu' cattivo ed erogazione piu' cattiva.

Nel deserto ma anche d'estate il motore si' tira ma e' come se avesse 2 o 3 catalizzatori...


Ci sono vari motivi:

-la centralina non può fare più di un tot, quindi magari non riesce a compensare o non vuole per motivi legati all'inquinamento (o magari non può dato che tra 40 e -10 ° c'è una bella differenza di condizioni operative, densità dell'aria, viscosità....e quindi rendimento del motore)

La lambda da sola non è dio, ma solo un sensore; è la bastarda di centralina che poi fa quello che fa....
 
8893453
8893453 Inviato: 23 Nov 2009 4:53
 

leonheart ha scritto:

Perchè dovrei ripassare chimica mi pare vero tutto ciò che ho scritto, solo ora mi sono reso conto però che l'azoto ha il suo punto di fusione a -210°C. L'aria che entra con l'azoto è realmente più densa di quella a temperatura ambiente.
Azoto e N2O.
Anche se la seconda fonte non è Wikipedia, spiega comunque bene la sovralimentazione chimica.


complimenti per la fantasia! suggerisco anche io ripasso di chimica....

Il nos non è mica usato come liquido frigorifero...spiegarti il funzionamento è OT quindi cerca su google!!
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 3
Vai a pagina 123  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©