Leggi il Topic


Indice del forumTecnica di Guida

   

Pagina 2 di 4
Vai a pagina Precedente  1234  Successivo
 
Le prime domande/paure di noi neofiti
1718821
1718821 Inviato: 23 Mag 2007 22:39
 



Si certo per i 130 posso tranquillamente aspettare...ma anche la prima volta che mi immetterò su una tangenziale per avere il primo approccio col circuito extraurbano, di certo non potrò andare a 40 km/h...era giusto per sapere come comportarmi.

Se ci sono consigli per approcciarsi ed allenarsi con la frenata a velocitò più o meno sostenute, intendo anche 90 km/h, sono come sempre, ben accetti! icon_biggrin.gif

Approfitto per una domanda.
Ora la partenza e la "cambiata" (di marcia) vanno bene, equilibrio compreso, ma tutto questo sul rettilineo. Come impostare le prime curve? (Ricordatevi non mi stancherò mai di chiedervi anche le cose più banali...per voi) cioè per fare una curva a velocità tra i 10 ed i 30 km/h? Affrontare dei piccoli rondò (sono proprio nel mio residance) che per mia fortuna sono vicino casa ed in zona semi-deserta e che sembrano simulare l'ampiezza, il raggio del famoso otto dell'esame? icon_wink.gif
 
1719269
1719269 Inviato: 24 Mag 2007 6:29
 

Non intendevo dire che devi andare pianissimo, ma che devi, se puoi, evitare strade che ti obblighino ad andare più veloce di quanto tu ti senta sicuro di poter fare. Anzi, un suggerimento, cerca di mantenere una velocità compatibile con il resto del traffico. Se vai troppo piano, sei di intralcio e non si conteranno quelli che ti "faranno il pelo" per superarti, magari stringendoti bruscamente durante il sorpasso. Tieni la distanza di sicurezza da chi ti precede, in modo da non dover frenare di colpo in condizioni adrenaliniche (frenata panico). Non "cappotterai", ma certamente rischierai di pinzare troppo secco e di cadere intraversandoti. Negli incroci, anche con semaforo verde, rallenta e tieniti pronto a frenare.
Non fare il pelo alle colonne di macchine, specie parcheggiate, ma tieniti ad almeno 1 metro (sportelli aperti all'improvviso; a me è successo con una macchina ferma in colonna nel traffico!). Guarda lontano e PREVEDI, PREVEDI, PREVEDI. Hai bisogno di fare km ed esperienza, con calma. Poi ogni cosa viene da sè, te la senti diventare naturale e reagisci usando la moto come un'appendice naturale del tuo corpo.
Datti un'occhiata a questo sito (la scoperta non è mia, ma di un altro amico del forum): Link a pagina di Datacraftuk.com
Come diceva Arbore: meditate, gente, meditate!

Le curve? falle, piano, poi sempre più veloce, man mano che ti senti di farlo. Meglio se scegli una strada dove non hai subito qualcuno che ti scalda la targa col radiatore. Possiamo darti molti consigli, ma per come la vedo io non si impara ad andare in bicicletta studiando per corrispondenza. Poi........ vai a fare un corso di guida, ad esempio a Polcanto, lì affini la tecnica (vedi sul forum). icon_wink.gif
Auguri e facci sapere! 0509_doppio_ok.gif
doppio_lamp.gif
 
1719687
1719687 Inviato: 24 Mag 2007 8:21
 

Grazie per il link, è molto utile! icon_wink.gif

E' chiaro che il mio non è un corso per corrispondenza ma teorico-pratico.
Prima di provare cose nuove con la moto cerco di chiedere prima, in modo da non fare di testa mia, cioè la testa di uno che ancora non ha esperienza, ed i vostri consigli mi tornano utili, quando vado in moto so come correggermi, altrimenti andrei per tentoni ed adottando tecniche che non esistono. icon_razz.gif
 
1720082
1720082 Inviato: 24 Mag 2007 9:32
 

babbowoom, cambia amicizie!!! icon_lol.gif doppio_lamp_naked.gif
 
1720123
1720123 Inviato: 24 Mag 2007 9:41
 

Alexanger ha scritto:
Grazie per il link, è molto utile! icon_wink.gif

E' chiaro che il mio non è un corso per corrispondenza ma teorico-pratico.
Prima di provare cose nuove con la moto cerco di chiedere prima, in modo da non fare di testa mia, cioè la testa di uno che ancora non ha esperienza, ed i vostri consigli mi tornano utili, quando vado in moto so come correggermi, altrimenti andrei per tentoni ed adottando tecniche che non esistono. icon_razz.gif


L'approccio è quello giusto e anche babbowoom ti stà dando buoni consigli (a parte il muro,.....ma deve avere strani amici icon_lol.gif ). doppio_lamp_naked.gif
 
1720137
1720137 Inviato: 24 Mag 2007 9:45
 

Di dove sei Alexanger?
 
1721101
1721101 Inviato: 24 Mag 2007 11:57
 

Bari...a Milano ci andavo spesso prima (mia sorella abitava a Buccinasco, ora è tornata giù) ed anche per lunghi periodi...qui credo si patisca l'assenza di autodromi (per corsi di guida sicura per es. il più vicino e forse l'unico è a Binetto) per questo il forum ed i vostri consigli mi tornano utili, fermo restando che poi la pratica è qualcosa di imprescindibile.
 
1722130
1722130 Inviato: 24 Mag 2007 13:57
 

Alexanger ha scritto:
Bari...a Milano ci andavo spesso prima (mia sorella abitava a Buccinasco, ora è tornata giù) ed anche per lunghi periodi...qui credo si patisca l'assenza di autodromi (per corsi di guida sicura per es. il più vicino e forse l'unico è a Binetto) per questo il forum ed i vostri consigli mi tornano utili, fermo restando che poi la pratica è qualcosa di imprescindibile.


Ti ho chiesto di dove eri, perchè, se eri di queste parti, ti potevo "passare" qualche consiglio "visivo" difficile da spiegare scrivendolo.
Alla prossima icon_wink.gif
 
1727094
1727094 Inviato: 25 Mag 2007 7:19
 

Ecco...la prima caduta è arrivata.
Mi stavo esercitando come sempre...tutto andava bene, anzi alla grande, curve, controcurve, cambio, scalate, etc...poi ad una curva stretta, fatta piano, molto piano, ho chiuso lo sterzo, non tutto, ma molto e la moto, praticamente da fermo mi è caduta... icon_cry.gif
P.SA. qualcuno sa dirmi quanto mi costerebbe cambiare la leva del freno? Si è spezzata nella parte finale...mi consente di usarla benissimo ma è antiestetico.
Ciao! icon_biggrin.gif
 
1727223
1727223 Inviato: 25 Mag 2007 7:56
 

Alexanger ha scritto:
Ecco...la prima caduta è arrivata.
Mi stavo esercitando come sempre...tutto andava bene, anzi alla grande, curve, controcurve, cambio, scalate, etc...poi ad una curva stretta, fatta piano, molto piano, ho chiuso lo sterzo, non tutto, ma molto e la moto, praticamente da fermo mi è caduta... icon_cry.gif
P.SA. qualcuno sa dirmi quanto mi costerebbe cambiare la leva del freno? Si è spezzata nella parte finale...mi consente di usarla benissimo ma è antiestetico.
Ciao! icon_biggrin.gif


AZZ..Alexander, mi dispiace.... icon_cry.gif
Non ti preoccupare, la leva del freno ti costa poco, circa 20 euro, oltretutto è intagliata apposta per rompersi in un punto preciso, per darti la possibilità di tornare a casa icon_lol.gif
Continua ad esercitarti 0509_doppio_ok.gif
 
1727263
1727263 Inviato: 25 Mag 2007 8:02
 

Tanto che ti stai esercitando, prova a spostati col busto all'interno della curva e gioca meno col manubrio, dovrebbe venirti meglio. icon_wink.gif
 
1727903
1727903 Inviato: 25 Mag 2007 9:49
 

Ok grazie mille! Ci proverò oggi e ti faccio sapere! Grazie Ancora! icon_biggrin.gif
 
1731087
1731087 Inviato: 25 Mag 2007 17:53
 

Secondo me, la caduta in curva potrebbe dipendere da una necessità di maggiore familiarità con il gioco frizione-acceleratore. Probabilmente un filo di gas, mollando velocemente, ma dolcemente, la frizione, se l'avevi tirata, ti avrebbe tenuto su.
La frizione, soprattutto quando cominci, è la tua migliore amica.
Gioca, da quasi fermo e con la ruota anteriore diritta, attaccando e staccando la frizione (trova bene il punto della corsa della leva in cui attacca e stacca) e accompagnandoti, dolcemente, col gas.
Se poi, invece, il fatto dipende solo dall'aver "chiuso tutta" la ruota anteriore, beh, allora hai fatto un'esperienza di cosa non fare.
Capita, ma l'importante è imparare dagli errori, augurandosi che non costino troppo. Fa parte del gioco icon_wink.gif

doppio_lamp.gif
 
1732840
1732840 Inviato: 25 Mag 2007 22:34
 

babbowoom ha scritto:
Secondo me, la caduta in curva potrebbe dipendere da una necessità di maggiore familiarità con il gioco frizione-acceleratore. Probabilmente un filo di gas, mollando velocemente, ma dolcemente, la frizione, se l'avevi tirata, ti avrebbe tenuto su.
doppio_lamp.gif

Ok oggi altra piccola caduta, direi quasi...necessità di poggiare la moto perterra data l'impossibilità di mantenerla su.
Credo di aver capito questo:
1)E' vero babbowoom, in curva quando lascio che ci sia trazione, va tutto ok, quando affronto la curva affidandomi solo all'inerzia... va male!
2)non mi viene istintivo "buttarmi col peso dal lato della curva" mi sembra di cascare quando invece è non facendolo che si casca.
3)Spesso mi capita di affrontare la curva ricordandomi della caduta (preciso:le curve le affronto ad una velocità tra i 10 ed i 25 km/h quindi nulla di eccessivamente pericoloso almeno credo) e quindi la imosto con uno stato d'animo insicuro e poi succede che va giù...pianto il piede per terra ma riprenderla è impossibile icon_cry.gif

Ora non riesco neanche a pensare come si possa riuscire a fare una curva stretta...mah spero che piano piano imparerò, del resto ricordo che è in assoluto la mia prima volta in moto e credo che il fatto di essere caduto (diciamo) due volte su circa una trentina di curve affrontate sia già una cosa, oltre al fatto che partenza e cambio sono già ok.

Comunque vi ringrazio per l'attenzione che mi state dedicando...sapevo di essere nel forum giusto! icon_wink.gif
 
1733162
1733162 Inviato: 26 Mag 2007 0:14
 

Dato che son principiantissimo ed è una mia paura , vi pongo questa domanda:

Moto + passeggero

Oggi per scherzare ho portato dal garage al cancello di casa mia una ragazza (la quale pesa piu di me pergiunta,ma vabbe...dettagli)

La cosa che mi ha stupito è che praticamente stavamo andando giù con tutto ogni 3 nanosecondi... ed erano 13m. DRITTI. ovviamente la velocità era pressochè nulla, però caspio... non riuscivo ad andare dritto perchè mi trovavo sbilanciato ogni istante.

Cosa c'era di sbagliato secondo voi,così dovendo indicare qualcosa?

ripeto la situazione... 12m (forse pure meno) DRITTISSIMI a velocità praticamente nulla -> impossibilità ad andare dritto fisicamente...


0510_confused.gif
 
1733264
1733264 Inviato: 26 Mag 2007 5:58
 

Alexanger ha scritto:
..................
2)non mi viene istintivo "buttarmi col peso dal lato della curva" mi sembra di cascare quando invece è non facendolo che si casca.
3)Spesso mi capita di affrontare la curva ricordandomi della caduta (preciso:le curve le affronto ad una velocità tra i 10 ed i 25 km/h quindi nulla di eccessivamente pericoloso almeno credo) e quindi la imosto con uno stato d'animo insicuro e poi succede che va giù...pianto il piede per terra ma riprenderla è impossibile icon_cry.gif

Ora non riesco neanche a pensare come si possa riuscire a fare una curva stretta...mah spero che piano piano imparerò ............


- fai le curve con l'istinto, non cercare di applicare tecniche particolari, non starci a pensare troppo, perchè così, invece di essere naturale e rilassato, ti irrigidiscia; a queste velocità non hanno significato; dopo, se mai!
- il piede "piantato" per terra tende a bloccarti da una parte, oltre che ad accentuare l'inclinazione da quella stessa parte, quindi usalo meno che puoi;
- non pensare troppo, vai;
- se puoi, usa delle protezioni, ti danno sicurezza; se, col caldo che fa e dato che alle basse velocità l'aria non ti rinfresca, non ti senti di usare un giubbotto e dei pantaloni (sia pure traforati) dotati di protezioni, guarda che la dainese produce delle protezioni con elastici, che possono essere indossate sopra al normale vestiario; calza un paio di stivali (non troppo bassi) che ti proteggano il piede e la caviglia, se la moto ti ci cade sopra;
- certo, che imparerai, abbiamo imparato tutti! icon_wink.gif

doppio_lamp.gif
 
1734263
1734263 Inviato: 26 Mag 2007 11:54
 

thor82 ha scritto:
ripeto la situazione... 12m (forse pure meno) DRITTISSIMI a velocità praticamente nulla -> impossibilità ad andare dritto fisicamente...

È corretto, nel senso che più vai piano più è difficile tenere la moto dritta, e se la moto non sta dritta tende a curvare. Viceversa appena acquisti un po' di velocità la moto sta dritta da sola. Anche la caduta di cui si discuteva prima in una curva fatta a velocità bassissima può essere causata da questo fattore.

Sembra paradossale ma l'istinto del principiante di andare pianissimo è in realtà molto controproducente (poi ovvio, non bisogna neanche esagerare nel senso opposto).
 
1737648
1737648 Inviato: 27 Mag 2007 9:46
 

bsolar ha scritto:
thor82 ha scritto:
ripeto la situazione... 12m (forse pure meno) DRITTISSIMI a velocità praticamente nulla -> impossibilità ad andare dritto fisicamente...

È corretto, nel senso che più vai piano più è difficile tenere la moto dritta, e se la moto non sta dritta tende a curvare. Viceversa appena acquisti un po' di velocità la moto sta dritta da sola. Anche la caduta di cui si discuteva prima in una curva fatta a velocità bassissima può essere causata da questo fattore.

Sembra paradossale ma l'istinto del principiante di andare pianissimo è in realtà molto controproducente (poi ovvio, non bisogna neanche esagerare nel senso opposto).

E' assolutamente vero, il fatto di andare pianissimo (cioè quasi immobili) porta proprio a sortire quell'effetto che descrivi...thor82 la stessa cosa, nell'andare dritto capitò anche a me la prima volta, primissima, adesso, sul dritto riesco a stare in equilibrio a velocità pressocchè nulle, se da dritte ed a quella "velocità" sterzi stai tranquillo che la moto va giù e sarai costretto ad adagiarla perterra come è successo a me.
Il mio consiglio è di allenarti solo nella partenza mantenedo l'equilibrio prima tenendo entrambi i piedi poco sopra l'asfalto (ti sentirai più sicuro e potrai concentrarti sull'equilibrio) e poi piano piano prova con i piedi sulle pedane, fallo fino per pochi minuti al giorno e vedrai che massimo in 3 giorni la partenza e la percorrenza nel dritto non sarà più un problema. Parlo per recentissima esperienza!

Ora domanda per i più esperti:
Ieri nelle mie prove con le curve tutto ok, non sono caduto...anche perchè nei punti in cui sono caduto, mi sono fermato come ad uno stop e sono ripartito...preciso, sono incroci con visibilità molto ridotta, io prima arrivavo in seconda proprio alla soglia dell'incrocio e mi fermavo tanto da inserire la prima alcune volte, insomma il tutto coi piedi ancora sulle pedane, mantenendomi in equilibrio, una volta assodato il via libera, giravo lo sterza e ancor prima che iniziassi ad erogare gasm mi trovavo perterra. Ma allora come si fa ad affrontare questi incroci? Ci si deve perforza fermare (piede a terra) e ripartire? Perchè se devo prima dare gas e poi girare per stare inpiedi ok, ma in una situazione del genere non puoi permettertelo perchè non hai neanche 50 cm per andare per un secondo dritto erogando gas e poi sterzare e piegarti un poco...mah...eppure quando vado in macchina vedo motociclisti che ci riescono (es. un motociclista avanti a me, deve svoltare a sinistra ma una macchina nel senso opposto sopraggiunge, il motociclista aspetta che la macchina passi rimanendo in equilibrio sulla moto praticamente ferma ed una volta passata la macchina, con una facilità che quasi mi fa arrabbiare, si immette nella stradina a sinistra, calcolate che era stretta e rispetto a lui era ad ore 9!). icon_cry.gif
 
1739138
1739138 Inviato: 27 Mag 2007 14:05
 

Alexanger ha scritto:
Ieri nelle mie prove con le curve tutto ok, non sono caduto...anche perchè nei punti in cui sono caduto, mi sono fermato come ad uno stop e sono ripartito...preciso, sono incroci con visibilità molto ridotta, io prima arrivavo in seconda proprio alla soglia dell'incrocio e mi fermavo tanto da inserire la prima alcune volte, insomma il tutto coi piedi ancora sulle pedane, mantenendomi in equilibrio, una volta assodato il via libera, giravo lo sterza e ancor prima che iniziassi ad erogare gasm mi trovavo perterra. Ma allora come si fa ad affrontare questi incroci? Ci si deve perforza fermare (piede a terra) e ripartire? Perchè se devo prima dare gas e poi girare per stare inpiedi ok, ma in una situazione del genere non puoi permettertelo perchè non hai neanche 50 cm per andare per un secondo dritto erogando gas e poi sterzare e piegarti un poco...mah...eppure quando vado in macchina vedo motociclisti che ci riescono (es. un motociclista avanti a me, deve svoltare a sinistra ma una macchina nel senso opposto sopraggiunge, il motociclista aspetta che la macchina passi rimanendo in equilibrio sulla moto praticamente ferma ed una volta passata la macchina, con una facilità che quasi mi fa arrabbiare, si immette nella stradina a sinistra, calcolate che era stretta e rispetto a lui era ad ore 9!). icon_cry.gif

Fermarsi non è sbagliato, anzi va benissimo soprattutto se non hai ancora fiducia.

Farla senza mettere i piedi a terra è possibile se hai buona padronanza del mezzo a bassissime velocità. Secondo me, a naso, quello che potrebbe aiutarti è usare di più la frizione. In poche parole arrivi, rallenti, se necessario metti anche la prima se è davvero così drammaticamente lenta, e tiri un pelo la frizione mentre ti avvicini. La curva (inserimento incluso) sostanzialmente la fai giocando con la frizione e il gas, così anche se sei in prima non strattoni e se sei in seconda non rischi che ti si spenga, e fai tutto sempre in trazione. Inoltre così riesci a tenere il motore con giri più alti che aiuta a stabilizzare la moto.

Per fare pratica dovresti fare lo slalom, o anche l'otto, i più lenti e stretti che puoi. Sostanzialmente ti prendi un piazzale e cominci a fare giri vari a velocità disumanamente lente, e per forza dovrai giocare di frizione. Quando sarai abbastanza lento che i piccioni ti si appoggeranno sopra scambiantodi per una statua, avrai vinto. icon_razz.gif
 
1740955
1740955 Inviato: 27 Mag 2007 20:06
 

Non puoi partire da fermo con il manubrio girato, almeno non ora (come avrai notato icon_wink.gif ).

Suggerimenti (almeno per ora):
1) per la marcia, sia che poi debba procedere diritto, sia che poi debba curvare, in alternativa:
- scala in prima, prima di fermarti (a bassa velocità, se no rovini il cambio) (una cosa in meno da fare ed eviti di trovarti in agitazione perchè, mentre chi ti segue ti "alita sul collo", ti agiti cercando di innestarla); so bene che molti storceranno il naso, ma si tratta solo delle prime volte, poi diventerai più esperto e non ce ne sarà più bisogno;
- fermati e metti la prima (a proposito, se da fermo la prima non entra, molla la frizione e poi tirala di nuovo, vedrai che entra subito -l'attacca e stacca provoca un leggero spostamento degli ingranaggi del cambio che favorisce l'innesto-).

2) per partire in curva:
Le curve partendo da fermo si possono fare, ma bisogna trovare il giusto equilibrio tra l'accelerazione e la piega che necessariamente devi fare; non esiste curva che tu non faccia piegando, anche solo impercettibilmente (prova con la bicicletta e vedrai).
Il film è questo: parti, giri il manubrio e contemporaneamente pieghi. Però la velocità ha una sua funzione indispensabile: accellerando troppo poco, cadi all'interno; accellerando troppo, vai dritto.
All'inizio, l'inesperienza fa sì che tu non percepisca quanto dare gas e mollare la frizione per stare su (dando potenza alla ruota), anche per il timore di eccedere e di "allargare" andando a finire sul marciapiede o ciglio opposto.
E' un gioco di equilibri, che si impara solo con la pratica.
Un artificio, forse non molto tecnico, ma efficace: fermati leggermente in diagonale verso la direzione in cui devi svoltare (diminuisci l'angolo di cui devi girare; non è molto, ma tutto fa!)

3) perfeziona il "gioco" di frizione (è la tua migliore amica!); la partenza avviene sempre con un minimo di gioco di frizione, più impercettibile per chi ci sa fare, più evidente per chi sta imparando, ma sempre gioco è.
Per fartela amica: sul dritto, al minimo (se è regolato correttamente, dovrebbe bastare), tenendo i piedi a terra, in prima, in un posto dove NON passa nessuno:
- molla dolcemente la frizione,
- fai muovere la moto in avanti dolcemente e alza leggermente i piedi,
- tira subito la frizione,
- quando ti stai fermando (senza frenare) molla nuovamente la frizione e ...... così via.
Questo (noiosissimo) esercizio ti aiuta ad automatizzare il riflesso che ti consente di dare/togliere potenza alla ruota e ti aiuta ad acquisire molto equilibrio nelle manovre a bassissima velocità (si cade più frequentemente da fermi o quasi che non in velocità -effetto giroscopico delle ruote-, ma, per fortuna ci si fa meno male (specie se usi le protezioni). Si logora un po' la frizione, ma è necessario.

Attenzione:
- non puntare i piedi a terra, se ti sembra di perdere l'equilibrio, ma dai dei colpetti a terra e alza subito su il piede; se ti punti cercando di fermare la moto, cadi, perchè il piede ti rimane indietro mentre la moto avanza;
- fai raffreddare la moto ogni dieci minuti perchè a velocità così basse scalda molto.

Quando questo non ti darà più problemi, fai gli stessi esercizi dando gas e poi frenando fino a fermarti (occhio alle "pinzate" brusche!). Comunque ricordati di mollare la frizione sempre dolcemente mentre dai gas.

4) Preso confidenza con frizione ed equilibrio, sempre in un posto dove NON passa nessuno, molto ampio (tipo megaparcheggio dei supermercati), metti dei riferimenti a terra (piccoli cavalletti fatti con pezzi di cartone piegati in due), che riproducano la geometria di un incrocio molto ampio (poi sempre più normale) e prova, prova, prova, prima curvando molto largo, poi sempre più stretto (ma solo quando alle misure precedenti ti senti sicuro e stabile). La fretta di andare è cattiva consigliera, la pazienza e il metodo (oltre alla frizione) sono tuoi amici.
Buon divertimento (perchè DEVE essere un divertimento)!
doppio_lamp.gif
 
1742575
1742575 Inviato: 28 Mag 2007 8:37
 

Olà Alexanger, non ti ho abbandonato, ti stò seguendo sul topic e vedo che a parte qualche giustificato problemino te la stai cavando benissimo.
Noto che babbowoom ti stà dando ottimi consigli e riesce a spiegarsi meglio di me, tanto che alcuni movimenti, mi vengono istintivi e volendo passarteli per iscritto mi causano qualche problema.
Continua a provare e domandare....domandare e provare e vedrai che le cose miglioreranno velocemente.
0510_saluto.gif
 
1743346
1743346 Inviato: 28 Mag 2007 11:05
 

babbowoom ha scritto:
Non puoi partire da fermo con il manubrio girato, almeno non ora (come avrai notato icon_wink.gif ).

Suggerimenti (almeno per ora):
1) per la marcia, sia che poi debba procedere diritto, sia che poi debba curvare, in alternativa...

Davvero ragazzi grazie a tutti, vi sembrerà stupido ma mi sento più tranquillo con i vostri consigli e anche solo con la vostra presenza nel topic...un grazie speciale a babbowoom! Era proprio quello che volevo, una spiegazione semplice e dettagliata allo stesso tempo, in una parola, efficace! Grazie ancora!
 
1744352
1744352 Inviato: 28 Mag 2007 13:26
 

A quanto pare, babbowoom ti segue la sera e nei festivi, dal lunedì al venerdì, nelle ore lavorative, ti seguo io.....sei in una botte di ferro. icon_lol.gif icon_wink.gif
 
1763568
1763568 Inviato: 31 Mag 2007 7:48
 

Ultimi aggiornamenti:
Ora affronto le curve (quelle regolari, cioè abbastanza larghe e con una buona visibilità, senza angoli ciechi insomma) con molta più sicurezza, riesco a fare anche delle S con un buon grado di sicurezza.
Qualche incertezza rimane ancora nelle manovre a velocità molto bassa...ma è quando sento sbilanciarmi che devo far attenzione a dare gas?
 
1763926
1763926 Inviato: 31 Mag 2007 9:10
 

Alexanger ha scritto:
Ultimi aggiornamenti:
Ora affronto le curve (quelle regolari, cioè abbastanza larghe e con una buona visibilità, senza angoli ciechi insomma) con molta più sicurezza, riesco a fare anche delle S con un buon grado di sicurezza.
Qualche incertezza rimane ancora nelle manovre a velocità molto bassa...ma è quando sento sbilanciarmi che devo far attenzione a dare gas?


Se ti senti sbilanciare all'interno della curva, significa che la stai affrontando troppo lentamente, quindi, devi dare un filo di gas.

Inclina meno la moto e sposta gradualmente il busto all'interno della curva, così facendo, la moto si inclina in maniera naturale e nel contempo la senti meglio. icon_wink.gif
 
1765023
1765023 Inviato: 31 Mag 2007 11:40
 

babbowoom ha scritto:
Non puoi partire da fermo con il manubrio girato, almeno non ora (come avrai notato icon_wink.gif ).

Suggerimenti (almeno per ora):
1) per la marcia, sia che poi debba procedere diritto, sia che poi debba curvare, in alternativa:
- scala in prima, prima di fermarti (a bassa velocità, se no rovini il cambio) (una cosa in meno da fare ed eviti di trovarti in agitazione


utilissimi 0509_doppio_ok.gif
 
1792970
1792970 Inviato: 5 Giu 2007 0:31
 

ragazzi, le cose migliorano man mano che vado in moto (affermazione scontata ma veritiera...la pratica è fondamentale).
Ora avrei un quesito importante:
Per fare l'esame (soprattutto l'8) che moto mi consigliate fra la mia bandit S ed una Monster?
Molti dicono che con la Monster è impossibile fare l'8 e questa cosa mi terrorizza! icon_cry.gif
 
1793614
1793614 Inviato: 5 Giu 2007 9:04
 

Io ti consiglio la bandit, perchè è quella con la quale stai facendo pratica e quindi la conosci sicuramente meglio e poi perchè la monster, secondo me, è meno adatta a fare l'8.
Facci sapere come è andata l'esame icon_wink.gif
 
1795276
1795276 Inviato: 5 Giu 2007 13:11
 

il fatto è che ancora non mi sento pronto per immettermi nel vero circuito urbano e raggiungere con la mia moto la pista dove faremo le esercitazioni con la scuola guida, L'istruttore ha una monster, credo la 620. Insomma per me era importante sapere se con la monster è davvero impossibile fare l'otto...eppure pesa molto meno della mia bandit.
 
1795874
1795874 Inviato: 5 Giu 2007 14:10
 

Non è questione di peso, ambedue le moto possono fare l'8, sarebbe preferibile con la tua perchè hai sicuramente più pratica che con la monster.
Hai provato ad usarla? se non l'hai ancora fatto, prova ad ipotizzare un percorso di prova ed esercitati, se puoi con quella dell'istruttore, altrimenti non preoccuparti più di tanto, quando un mezzo è in movimento il peso è relativo....mica devi portartela sulle spalle icon_lol.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 4
Vai a pagina Precedente  1234  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumTecnica di Guida

Forums ©