Leggi il Topic


Duplicare codone e parafango in vetroresina, come fare?
1414055
1414055 Inviato: 3 Apr 2007 0:07
Oggetto: Duplicare codone e parafango in vetroresina, come fare?
 



Volevo sapere se qualcuno ha provato a rifarsi da sè carene o altre parti della moto in vetroresina.

Mi era venuta l'idea di fare un calco del parafango anteriore e poi ricostruirlo in vetroresina, quindi riverniciarlo e avere il sostituto...avete idea di come iniziare...il mio problema principale è come fare il calco: cera, gesso, gomma, ecc..

Il problema principale è che quello del parafango è un volume complesso con avvallamenti, rientranze, inoltre è sottile! ...non è propio come fare il calco di una statuetta, per dire!

qualcuno sa aiutarmi?
 
1652637
1652637 Inviato: 14 Mag 2007 10:40
Oggetto: Re: Duplicare codone e parafango in vetroresina, come fare?
 

88mph ha scritto:
Volevo sapere se qualcuno ha provato a rifarsi da sè carene o altre parti della moto in vetroresina.

Mi era venuta l'idea di fare un calco del parafango anteriore e poi ricostruirlo in vetroresina, quindi riverniciarlo e avere il sostituto...avete idea di come iniziare...il mio problema principale è come fare il calco: cera, gesso, gomma, ecc..

Il problema principale è che quello del parafango è un volume complesso con avvallamenti, rientranze, inoltre è sottile! ...non è propio come fare il calco di una statuetta, per dire!

qualcuno sa aiutarmi?


Guarda io ho fatto la tua stessa esperienza e sai cosa ho fatto? Cartapesta!

Quando ci ho pensato ho detto che ero uno sciocco, i bambini usano la cartapesta, poi ho deciso di provarci ugualmente. Beh, risultato ottimo!

Con la cartapesta fai uno stampo stupendo e facile da realizzare. Io avevo provato con il gesso, ma non ci sono riuscito, mentre con il la cartapesta ho avuto un risultato ottimo.
L'unico accorgimento devi coprire il parafango originale con nastro adesivo e poi inizi a coprirlo con gli strati di carta e colla vinilica.

A lavoro effettuato hai uno stampo liscio liscio (se hai messo bene il nastro adesivo) e poi pensare di fare quello che ti pare.
Staccare il codone per me è stato difficle, allora ho deciso di tagliare in due il mio stampo (stando attento a non tagliare il codone originale) e poi ho rincollato tutto usando ancora della carta pesta e inforzando ancora di più lo stampo.

Con il distaccante lo spalmi sullo stampo e poi ci dai di VTR... e il gioco è fatto e ne fai quanti ne vuoi!

A disposizione

Lele
 
1664457
1664457 Inviato: 15 Mag 2007 19:13
 

grazie domani mi ingegno
 
1664935
1664935 Inviato: 15 Mag 2007 19:59
 

se vuoi provare con il gesso, è facile e il risultato è migliore, nettamente. la cartapesta si può spugnare e non viene liscia come il gesso. vai da un buon rivenditore e compra del buon gesso (ora non mi ricordo come c***o si kiama!), poi stacca il codone. ora sai ke non ci puoi spalmare sopra il gesso a testa di cane, altrimenti cola. quindi costruisciti una scatola di legno quadrata delle dimensioni del codone. posiziona il codone all'interno, dopo averlo spalmato di distaccante, ed immergi nella scatola il gesso liquido. una volta solidificato, potrai estrarre la tua bellissima forma. attenzione al fatto che, se nel codone originale ci sono delle rientranze, il gesso vi penetrerà dentro e non riuscirete + a separare i pezzi. per evitare una cosa simile, tappate gli eventuali buchi con plastilina icon_biggrin.gif una volta ottenuto lo stampo e, mi raccomando, UNA VOLTA ASCIUGATO PERFETTAMENTE, potrete scartavetrarlo e renderlo liscio e farvi tutti gli accorgimenti che volete, con evetuali modifiche simpatiche icon_biggrin.gif ora passate alla resina che spalmerete dentro, dopodichè adagiate dentro i fogli di lana vetro e spalmate tutto!

spero di essere stato il + kiaro possibile icon_biggrin.gif
 
1677146
1677146 Inviato: 17 Mag 2007 14:03
 

Mah, io avevo provato a fare degli stampi con il gesso. Avevo provato a fare il copripignone ed il parafango posteriore... ma il risultato mi è venuto peggio e più costoso!

Per fare la cartapesta bastano dei fogli di giornale e della colla vinilica. Considerando che il giornale si può trovare anche usato da dei bar (alla sera i bar BUTTANO VIA I GIORNALI VECCHI e quindi li regalano!), l'unica cosa da comprare è la colla e del nastro adesivo!

Per il gesso invece ho trovato difficoltà perché diventa molto pesante e molto difficile da gestire... inoltre il risultato non era così ben fatto.

un'altro pregio della cartapesta è che si "rovina" puoi ripararla velocemente con altra cartapesta, mentre il gesso è più delicato (sempre secondo la mia esperienza).

Per ottenere uno stampo perferttamente liscio io ho proceduto in questo modo:
- ricoperto il parafango di nastro adesivo (anche di bassa qualità, serve solo per preservare il pezzo)
- strappate strisce di giornale. (strappate e non tagliate perché la colla così funziona meglio)
- inbibite le strisce in un composto di colla vinilica e colla (50% - 50%)
- applicate al mio parafango in diverse direzioni (largo, lungo e diagonale)
- applicate più volte le strisce

ho avuto l'accortezza di "rinforzare" parti particolarmente delicate con MOLTA cartapesta e più colla vinilica.

Quando tutto è asciutto ho staccato e ho uno stampo praticamente perfetto e liscio!

a breve farò l'oprazione per il codone, ma non ho problemi per eventuali "buchi" o avvallamenti... li modello con le strisce di cartapesta!

Spero di essere stato chiaro abbastanza, altrimenti sono QUI! A disposizione!

Ciao,
Lele
 
1679761
1679761 Inviato: 17 Mag 2007 19:39
 

a giorni inizio anche io la procedura...ho già comprato tutto, solo che ho alcuni dubbi:

1) volevo sapere se il distacco tra il primo strato di giornali e lo scotch è facile o ci spalmi preliminarmente un distaccante sopra...lo scotch di carta non si fonde con la cartapesta!!!?

2) c'è una seconda scuola di pensiero che prevede al posto della ricopertura con scotch quella con pellicola trasparente

3) ho letto che oltre a colla e giornali altri nel pappone ci mettono pure il gesso e in alternativa alla carta usano le garze.

4) nel caso del codone come fai a fare un unico stampo (dato che la sua forma ne impedirebbe poi una estrazione)? Lo seghi e poi lo riunisci?
 
1680303
1680303 Inviato: 17 Mag 2007 20:46
 

io prima ho fatto uno base con schotch di carta e giornale... modellandolo viene abbastanza resistente poi.. ci ho colato dentro il gesso....
 
1692966
1692966 Inviato: 20 Mag 2007 1:15
 

88mph ha scritto:
a giorni inizio anche io la procedura...ho già comprato tutto, solo che ho alcuni dubbi:

1) volevo sapere se il distacco tra il primo strato di giornali e lo scotch è facile o ci spalmi preliminarmente un distaccante sopra...lo scotch di carta non si fonde con la cartapesta!!!?

2) c'è una seconda scuola di pensiero che prevede al posto della ricopertura con scotch quella con pellicola trasparente

3) ho letto che oltre a colla e giornali altri nel pappone ci mettono pure il gesso e in alternativa alla carta usano le garze.

4) nel caso del codone come fai a fare un unico stampo (dato che la sua forma ne impedirebbe poi una estrazione)? Lo seghi e poi lo riunisci?


Io devo fare la stessa cosa, premetto che ho fatto un primo tentativo di testa mia, adesso devo riprovare seguendo alcuni consigli che ho trovato in giro per la rete, trovi un articolo degno di rispetto e ben spiegato sul forum del sito bandit.it, altre cose le trovi semplicemente cercando "cartapesta" con un qualsiasi motore di ricerca..
Comunque posso dirti:
1 - 2: se usi la pellicola trasparente il calco ti si stacca che è una bellezza e soprattutto non SCIUPI NIENTE!!
3- Per il "pappone" trovi qualcosa su Nonsolohobby.net
4 - Il codone in genere ha una forma che una volta seccato lo stampo non agevola l'estrazione, puoi farlo in due pezzi precisi segandolo a metà. Per fare questo puoi fissare un riferimento esattamente al centro della coda, tipo uno spago fine teso o un filo di nylon, o di ferro in modo che quando sfili il semistampo, dovresti trovare una riga "scolpita" nel gesso.. quello è il punto dove segare, stessa procedura dall'altro lato.. una volta ottenuti i semistampi, basterà ricavarci le carene in vetroresina, e incollarle tra loro sempre con la vetroresina, magari dall'interno, in modo che non si vedano sbavature o altro. Occhio ovviamente che il riferimento non si muova di un millimetro quando stendi il materiale di cartapesta, altrimenti ti falsa tutti i riferimenti..
Altro metodo.. spalmi i vari strati fino ad arrivare all'incirca al centro codone, avendo provveduto prima a stendere in prossimità del centro della coda un altra piccola superficie di pellicola trasparente che basterà alzare a creare una barriera aderente per poi iniziare a "spalmare" la pasta di cartapesta e/o gesso dell'altra metà del codone. Appena seccate le due parti, la pellicola farà da isolante tra i due semi stampi seguendo quasi perfettamente le pareti che ovviamente saranno irregolari ma perfettamente combacianti. Fai attenzione perché anche se usi le garze a strati inzuppate di gesso, i bordi degli stampi sono molto fragili, quindi è facile che una volta pronto il tutto, quando arrivi a separarli si stacchi qualche pezzo facendoti perdere i riferimenti necessari per accoppiare le due metà..
 
1692969
1692969 Inviato: 20 Mag 2007 1:18
 

Dimenticavo...
Se c'è qualcuno che sa metodi migliori..
...o qualche carrozziere che ha voglia e passione per insegnarci un piccolo trucco del mestiere.. benvengano i consigli!!! icon_biggrin.gif icon_evil.gif icon_evil.gif icon_evil.gif icon_evil.gif
 
1694329
1694329 Inviato: 20 Mag 2007 14:53
 

allora nel we mi sono cimentato in questa impresa della duplicazione:

ho in primis eseguito un calco di codone e parafango in cartapesta mista a gesso secondo le direttive di cui sopra, ma il risultato non è stato proprio quello che mi aspettavo..in particolare il calco del codone nel dividerlo e riassemblarlo risulta troppo leggerino e si appoggia su se stesso, il calco del parafango non ha invece mantenuto tutte le venature dell'originale...

inoltre si sporca tutto che è un casino e ci vuole un sacco di tempo, ovvero secondo me va bene come tecnica per realizzare parti a parete, quando hai a che fare con volumi complessi diventi matto.

Non mi sono dato per vinto ed ho allora realizzato un secondo calco del parafango anteriore direttamente in vetroresina (domani mi appreterò a fare anche quello del codone).

Il calco in vetroresina è piuttosto facile da realizzare, è naturalmente durissimo e allo stesso tempo dotato di una certa elasticità, inoltre essendo la resina un liquido si modella esattamente sulle forme dell'oggetto qualunque modanatura esso abbia...last but not least la matrice in vetroresina la puoi usare per quanti calchi di pare, perchè è talmente dura che non rischi di creparla a forza di fare leva e metti come col gesso.
Dunque, per procedere occorre seguire scrupolosamente i seguenti punti.

Io ho proceduto così:

1) ho interamente spalmato il parafango con il grasso per cuscinetti (questo accorgimento ha due funzioni evita che eventuali gocce di vetroresina, facciano presa sull'originale e semplifica l'estrazione

2) ho rivestito con alcuni giri di pellicola (da cucina) il parafango (è importante non lasciare alcuno spazio scoperto

3) ho messo il foglio di lana di vetro e l'ho spalmato di resina polivinilica (non l'epossidica che costa 30 euro al barattolo, ma quella polivinilica con catalizzatore a 9 euro: il risultato è uguale)

4) si aspettano circa tre/quattro ore e il guscio è pronto

5) per l'estrazione procedere con molta cautela (è la parte più complicata perchè non è proprio facile far uscire il parafango (per volumi complessi conviene segare il guscio e ricomporlo a posteriori)

Alcune dritte:

a) avere abbondante scorta di resina (se pensate di usare un solo barattolo prendetene due per sicurezza)

b) spalmare la resina non come se si pennellasse ma tamponando

c) prepararsi preliminarmente dei ritagli di lana di vetro per correggere il guscio in fase di lavorazione

d) usare pellicola di qualità... con quella da 0,50 cc di euro rischiate che si attorcigli e il rotolo è da buttare

e) per l'estrazione del guscio non avere fretta, munirsi di leve in plastica non rigide e/o rugose (preferibilmente fare a mano)

f) infilarsi dei guanti per lavorare il vetro nella fase di estrazione (la vetroresina è molto puntuta)

g) qualora si voglia segare il guscio per liberare l'originale, preparare PRIMA della colata degli strati di scotch colorato di riferimento dove si agirà col frullino...arrivati al primo strato di scotch ci si ferma

h) se il taglio ha un minimo di zig zag dopo sarà più facile rigiuntare i pezzi

g) IMPORTANTE: evitare che la vetroresina trasbordi sotto il modello, si vengono a formare delle mappazze che dopo è un casino togliere e complicano tantissimo l'estrazione dell'originale: io ho strusciato e grattato un po' il codone

ARMATEVI DI MOLTA PAZIENZA e FATE LE COSE IN UNO SPAZIO LIBERO....si impiastra parecchio icon_lol.gif
 
1695512
1695512 Inviato: 20 Mag 2007 19:47
 

dai che è divertentissimo faer ste cose...e poi , se riesce bene il calco in vtr...ci si può ticostruire la moto x intero, se si graffia sostituisci i lpezzo, puoi uscire un giorno con la moto sdi un colore, un altro con la moto di un altro colore icon_twisted.gif
 
1695872
1695872 Inviato: 20 Mag 2007 20:48
 

a questo punto voglio le foto... icon_lol.gif
 
1696029
1696029 Inviato: 20 Mag 2007 21:14
 

foto foto! posta posta!!
 
1696526
1696526 Inviato: 20 Mag 2007 22:29
 

Perché non inserisci tutta la descrizione della lavorazione nell'archivio che si trova alla home page? potrebbe essere utile a chiunque, e così facendo rimane sempre a disposizione per tutti, no? icon_wink.gif
 
1697059
1697059 Inviato: 21 Mag 2007 7:49
 

ok oggi faccio le foto, tanto questa mattina mi rimane il codone da fare...
 
6751238
6751238 Inviato: 15 Gen 2009 12:31
 

Ciao Lele , cose intendi per 50% di colla vinilica e di 50% colla ?
Che tipo di colla é la seconda ?
Sto' cercando di fare il stampo a una carenatura moto e mi accorgo che non é
facile .
Grazie anticipadamente ,
Raffaele . eusa_wall.gif
 
6806787
6806787 Inviato: 22 Gen 2009 15:20
 

ma vaaaai col fai da te!!
chi fa da se fa per tre... e risparmia.. parto all'opera anche iooo!
geni, nient'altro da dire
 
9514813
9514813 Inviato: 19 Mar 2010 18:12
 

grazie a tutti per queste dritte io voglio fare dei lavori in vtr e penso di usare la cartapesta...farò il cupolino della mai buell che costa un botto di soldi...ma le foto dei vostri lavori dove le posso vedere? grazie
 
11059401
11059401 Inviato: 9 Dic 2010 0:41
 

ajejje ha scritto:
se vuoi provare con il gesso, è facile e il risultato è migliore, nettamente. la cartapesta si può spugnare e non viene liscia come il gesso. vai da un buon rivenditore e compra del buon gesso (ora non mi ricordo come c***o si kiama!), poi stacca il codone. ora sai ke non ci puoi spalmare sopra il gesso a testa di cane, altrimenti cola. quindi costruisciti una scatola di legno quadrata delle dimensioni del codone. posiziona il codone all'interno, dopo averlo spalmato di distaccante, ed immergi nella scatola il gesso liquido. una volta solidificato, potrai estrarre la tua bellissima forma. attenzione al fatto che, se nel codone originale ci sono delle rientranze, il gesso vi penetrerà dentro e non riuscirete + a separare i pezzi. per evitare una cosa simile, tappate gli eventuali buchi con plastilina icon_biggrin.gif una volta ottenuto lo stampo e, mi raccomando, UNA VOLTA ASCIUGATO PERFETTAMENTE, potrete scartavetrarlo e renderlo liscio e farvi tutti gli accorgimenti che volete, con evetuali modifiche simpatiche icon_biggrin.gif ora passate alla resina che spalmerete dentro, dopodichè adagiate dentro i fogli di lana vetro e spalmate tutto!

spero di essere stato il + kiaro possibile icon_biggrin.gif


Si certo..metti il codone nella scatole di legno,arrovescia il gesso dentro..e poi....


quando è secco prendi e butti via tutto!!


ma lo hai mai fatto juno stampo in gesso tu?
 
15933889
15933889 Inviato: 7 Feb 2018 14:45
 

Perdonate se resuscito questa vecchia discussione ma mi sembrava quella più attinente trovata nella ricerca.

Io vorrei realizzare il copri-sellino del CBR Sport, visto che avendo quasi 20 anni il pezzo lo trovo ma con costi proibitivi.
Allora, io potrei anche fare lo stampo del sellino con la cartapesta (supponendo risulti abbastanza liscia, etc. etc.) e quindi utilizzo lo stampo per la vetroresina.
A questo punto mi ritrovo una sola "faccia" realizzata con la vetroresina, però per fare il coperchio ho bisogno sia della faccia "a vista", sia di quella che verrà posizionata sul sellino.
Non ho idea di come procedere, poreste darmi qualche indicazione?
Grazie.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum TecnicoPreparazioni e componentistica carene moto

Forums ©