Tecnica
Come smontare i gruppi variazione e frizione su uno scooter
Scritto da grein - Pubblicato 12/09/2011 09:26
Piccola guida sui metodi per lo smontaggio del gruppo variatore e del gruppo frizione sugli scooter di marca Piaggio, Minarelli e Peugeot

Ciao a tutti! Siccome in rete si trovano pareri discordanti e poco chiari su come effettuare queste delicate operazioni (dopo vi spiego perché sono delicate) voglio provare a fare una guida il più dettagliata e completa possibile per colmare una volta per tutte i dubbi di voi amanti di scooter e maxiscooter!

Come ben saprete, in qualsiasi scooter è presente una trasmissione automatica, ora non vi sto a spiegare nel dettaglio come funziona (potete trovare molto materiale in questa pagina della Guida), solamente che il moto viene trasmesso da una puleggia motrice (il variatore) a una puleggia condotta (gruppo frizione) tramite una cinghia, e poi successivamente alla ruota tramite gli ingranaggi.

Tutto questo avviene in automatico sfruttando la forza motrice centrifuga "prodotta" dall'albero motore con il suo movimento rotatorio. In questo meccanismo automatico però intervengono vari elementi che regolano e contrastano la forza centrifuga che serve per far "aprire" variatore e frizione, questi elementi sono le massette (poste dentro al variatore), la molla di contrasto (posta fra frizione e correttori di coppia) e le mollette della frizione (poste appunto all'interno della frizione centrifuga).

Per effettuare una corretta taratura del proprio scooter o in caso questi elementi fossero usurati bisognerà procedere a sostituirli, per questo sarà necessario smontare il gruppo variatore e il gruppo frizione svitando i vari dadi che li tengono serrati, non basterà il solito set di chiavi a bussola, siccome mentre cercheremo di svitare il dado, ventolino o campana ruoteranno insieme alla chiave. Ma ora vediamo come fare.

Iniziamo con il gruppo variatore, per estrarre esso sarà necessario svitare il dado che tiene serrati in ordine ventolino e variatore, ecco come fare:

Sicuramente il metodo migliore per avvitare/svitare il dado che tiene serrati ventolino e variatore è quello della pistola pneumatica, è molto comoda e con un gesto in pochi secondi il dado viene via facendo molta poca fatica. Anche il migliore dei metodi ha però dei contro, dobbiamo ricordarci infatti che ogni dado o vite del nostro scooter possiede una coppia di serraggio (dalle viti del copricarter fino ai dadi dei prigionieri del gruppo termico), in poche parole un limite massimo con il quale il dado deve essere avvitato, altrimenti si rischiano danni come lo spanaggio del filetto o la deformazione dei componenti da serrare. Perciò la pistola pneumatica è sicuramente un ottimo attrezzo, ma bisogna saperla usare, come tutte le cose del resto. Un altro contro di questo metodo è il costo elevato della pistola e del compressore che serve per farla funzionare (80 euro in media di compressore e 40 di pistola), che per un principiante che deve sostituire 6 rulli è una spesa un po' esagerata, o no?

Un altro metodo per svitare il dado del variatore è quello di usare delle chiavi apposite che vendono varie marche come motoforce o buzzetti, questo è un ottimo metodo e io ve lo consiglio fortemente, queste chiavi infatti sono molto economiche e facili da usare, e grazie ad esse potrete tenere ben fermo il ventolino e svitare il dado con una chiave a bussola, di seguito vi elenco i link dove potrete trovare queste chiavi per Minarelli, Piaggio e Peugeot:


Esistono anche dei metodi artigianali per svitare/avvitare il dado del variatore come usare un qualcosa tipo un cacciavite o una cintura (quella dei pantaloni) fra ventolino e variatore per farli stare fermi, io ve li sconsiglio siccome non è detto che non provochiate dei danni, ma se avete fretta e non volete spendere niente potete provare, poi si sa... i trucchi del mestiere...

L'ultimo metodo a cui potete pensare, e dico proprio l'ultimo, è quello del bloccapistone. E' un attrezzo che potete trovare per 3/5 euro da qualsiasi rivenditore di auto/moto e va avvitato al posto della candela, esso blocca il pistone e di conseguenza anche l'albero e il ventolino, così potete svitare il dado in tutta comodità. Ora arrivano i contro però, siccome questo attrezzo è in contatto diretto con il cielo del vostro pistone i rischi sono enormi!! La superficie di contatto fra bloccapistone e cielo del pistone stesso è molto ridotta e se ci mettiamo pure una grande forza di braccio nel fare leva con una chiave sul dado del variatore ecco che si fa la frittata! Ragazzi io ve lo sconsiglio fortemente siccome per esperienza personale ho constatato che il blocca pistone fa danni, perciò FATE ATTENZIONE.

Passiamo ora al gruppo frizione, per estrarre esso sarà necessario svitare il dado che tiene serrati in ordine campana, frizione e correttori di coppia, ecco come fare:

Anche in questo caso il metodo migliore resta quello della pistola pneumatica, in pochi secondi si fa tutto e non si fatica, i pro e i contro sono quelli di sopra.

Ed anche qui ci sono delle chiave apposite, come prima io vi consiglio questo metodo, si spende davvero poco e si fa poca fatica, vi elenco di seguito i link dovete potrete trovare le chiavi per Minarelli, Piaggio e Peugeot:


Anche per il gruppo frizione esistono dei metodi artigianali, come far passare fil di ferro (abbastanza resistente) in un foro della campana e poi legarlo all'ammortizzatore, così mentre sviterete il dado la campana rimarrà ferma trattenuta dal fil di ferro. Vale lo stesso discorso di prima, io vi sconsiglio questo metodo, siccome nessuno vi assicura che così non provochiate danni alla vostra campana.

C'è però da specificare che una volta che avrete svitato questo dado, ce ne sarà un altro (molto più grande, di 42mm mi sembra) che tiene insieme frizione e correttori, e per sostituire la molla di contrasto e le mollette della frizione sarà necessario svitare anche questo dado. Per fare ciò fate così, stringete in una morsa il dado in modo che i correttori siano rivolti verso l'alto, poi prendete una chiave a fascia e stringetela sulla frizione, poi con tutta la forza che avete girate in senso antiorario per svitare il dado.


Prima avevo detto che queste sono operazioni delicate, si sono delicate perché se i suddetti dadi vengono poi stretti troppo poco o malamente si possono provocare danni irreparabili al proprio scooter (come lo spanaggio del millerighe dell'albero motore), perciò bisogna fare molta molta attenzione!
Ricordo poi che per svitare si gira in senso antiorario mentre per avvitare in senso orario, non si sa mai :)

Per il resto, spero di aver colmato molti dubbi e di aver aiutato molte persone con questa guida.

Ciao, grein.
 

Commenti degli Utenti (totali: 3)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: Gyready93 il 13-09-2011 15:21
Ottima guida!
Commento di: lorysr il 13-09-2011 23:46
io molto piu artigianalmente, individuavo circa la meta della corsa del pistone, immettendo un cacciavite dal foro della candela, una volta trovata la metÓ infilavo dal buco della candela un cordino tipo quelli delle tute elasticizzate o semplicemente un laccio da scarpe bello cicciotto, poi iniziavo a girare con la chiave a bussola il pistone faceva una minima mossa verso l'alto e poi incontrava la resistenza di tutto il cordino e non solo in un punto ristretto, secondo me a livello di economicitÓ Ŕ la scelta migliore.
all'inizio individuo la meta corsa del pistone, o anche quelcosina in piu, per tenere i travasi un po chiusi, in modo che il cordino non ci finisca dentro , in tal caso tutta la forza che usiamo x svitare si ripercuoterebbe su una sola piccola superficie
Commento di: maxi564 il 08-02-2012 13:46
personalmente uso un metodo che e ottimo, ti fa perdere un po piu di tempo, ma hai la totale sicurezza di non rompere assolutamente niente, questo metodo lo uso su un minarelli orizzontale, ma forse vale anche per i piaggio, non so... dopo aver tolto il copricarter, vado nel lato volano e smonto o la ventola di raffreddamento con la cuffia se il motore e ad aria o la pompa del acqua se e a liquido... a questo punto, avvito 2 viti nei buchi dove ci vanno le viti del ventolino / pompa acqua, e tra di essere metto una chiave, facendo attenzione a non avvitare troppo le viti perche poi rompe l accensione... una volta infilata la chiave tra di esse, e fissata nella pancia della marmitta, con una chiave da 17 apro il dado... facile, ma c e la rottura di scatole che ogni volta bisogna smontare tutto dall altro lato...