Leggi e Burocrazie
Tutor in autostrada: la solita ignoranza all´Italiana
Scritto da lupusorule - Pubblicato 26/05/2008 16:25
Principi di funzionamento dei tutor e commenti dei sistemi atti, secondo alcuni, ad ingannarli: il passaggio a velocità ridotta e sulla linea di mezzeria

Salve, avevo scritto quest'articolo in un form ma mi è stato suggerito di inserirlo come articolo....Quindi lo copio qui...:)

Recentemente ho sentito diverse volte parlare del Tutor e mi fa abbastanza ribrezzo l'ignoranza che secondo me dilaga a tale riguardo... è ben noto che misura la velocità media (come si spiegherà tra poco) ma un sacco di gente dice che è sufficiente rallentare dove ci sono le telecamere (per quanto riguarda la Bergamo Milano prima di ogni uscita) per fare in modo che non si venga beccati...

Io, consapevole di averne già presa una in autostrada con il tutor, ormai cerco di andarci piano in autostrada (consumo anche meno le gomme) ma quel che mi preme spiegare è il principio di funzionamento.

Ogni qualvolta si passa sotto a quei tabelloni luminosi, una videocamera per ogni corsia riprende il numero della nostra targa (anche se in quel momento andiamo a 50 km/h) e "annota" l'ora, noi maciniamo i nostri km e quando arriviamo al tabellone luminoso seguente, compariamo ancora nel video ad una certa ora.

A quel punto una megasoftware (un egregio signor software a mio dire) analizza tutti i video e (chissà come) associa ad ogni targa che è comparsa nei video il tempo di percorrenza relativo al tratto di strada percorso:
Esempio se due tabelloni luminosi (con relative 4 videocamere) sono a 10 km di distanza, e noi ci passiamo sotto a 20 km/h ma facendo tutto il pezzo di strada compreso tra i tabelloni in un tempo totale di 3 minuti allora la velocità media è di 200 km/h e quindi dopo un po' ci arriverà a casa la letterina...

Quindi
  1. Il fatto di rallentare prima delle videocamere può funzionare nel senso che abbatte la velocità media in quanto aumenta il tempo che impieghiamo ad arrivarci, ma non perché passiamo sotto alla videocamera ad una velocità nella norma (sotto i 136) allora non ci arriva la multa
     
  2. Altra cosa che tengo a sottolineare... le strisce per terra vicino alle videocamere... non so se avete notato che in alcuni punti le videocamere ci sono ma non ci sono tali linee e peraltro le linee non sono uguali in tutte le corsie né tantomeno sotto a tutte le videocamere... Quelle linee non sono sensori per misurare la velocità, alla peggio possono essere dei riferimenti per le videocamere per riuscire ad inquadrare un veicolo e trovarne la targa all'interno di un filmato (cosa non molto immediata)... Quindi il fatto di passare in mezzo alle linee di mezzeria per non passare sopra a tali linee... non credo proprio che serva, anzi probabilmente se uno di quei simpatici signori che gestiscono questi cosi vede che c'è un motoveicolo che passa per 5 volte di fila sempre sulla riga di mezzeria... probabilmente fa un controllo visivo ad occhio e la targa sono certo che a quel punto la legge e fa il controllo con gli orari... quindi non ci si scappa.
Per quanto mi riguarda io autostrada cerco di non correre, più sicurezza, ti godi il paesaggio laterale e eviti sorpresine a casa...

Spero che a qualcuno che non sapesse come funzionasse il tutor possa essere utile quest'intervento.

Lamps a tutti,
Andrea
 

Commenti degli Utenti (totali: 76)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: Oscar il 26-05-2008 17:20
Fermatevi all'autogril a prendere un caffè e i tempi di percorrenza si alluuuuuuuuungano!!
Commento di: CurtiS il 26-05-2008 17:55
si ma allora che corri a fare??...se non corri per arrivare prima ma solo per "divertirti" allora vai in pista scusa,ti diverti anche di più
Commento di: Jafar il 26-05-2008 18:09
Infatti... non è un modo per evitare gli eccessi

potrebbero mettere anche le telecamere agli autogrill ma a quel punto forse ci vorrebbe troppo software (o troppo impegno)
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 17:47
Concordo con Curtis...se devo fermarmi all'autogrill (e sulla tra Bergamo e Milano in 50 km c'e un tutor ad ogni uscita cioè ogni in media 6 o 7 km) significa fermarmi 7 volte in mezzora di strada...e allora vado piano...mi godo la strada per quanto possibile e obiettivamente...stando in moto siamo un po piu sicuri...a 180 ditemi quel che volete...ma un imbecille con 4 ruote che esce senza freccia lo prendiamo in pieno...e non si fa un gran male lui...
A tale riguardo sugli eccessi di velocità in autostrada vorrei riportare un piccolo episodio di qualche anno fa:
Un camion perdette una gomma in 2° corsia...non so quanto sia visibile una ruota stradaiata sull'asfalto...diciamo 50 metri...a 180 allora sono un secondo se poi mettete tempo di reazinoe e probabilmente l'idea che avremmo di schivarla senza guardare chi abbiamo ai lati (o magari un furbacchione in ferrari che arriva a 220...be immaginate il risultato...anche l'autostrada è gisuto che abbia i suoi limiti...e poi per come è tenuto l'asfalto in Italia...ma come ci fidiamo a correre ?
Commento di: burlone76 il 27-08-2015 14:56
Io ho deciso che quando vedrò un italiano denigrare l'asfaltatura delle proprie autostrade interverrò per difendere l'onore nazionale!!! Ho fatto 1000 km in un giorno da Berlino in Italia e posso dirti che tedeschi ed austriaci si sognano il nostro asfalto! ASD
Commento di: kawapio il 26-05-2008 19:20
Ieri (domenica 25/5/08) ho percorso la A4 da Milano a Ponte Oglio e ritorno.
Ho visto tanti 'portali tutor'.
Abbinando i portali e le 'spire' annegate nell'asfalto qualche metro più avanti, immagino che le telecamere si attivino solo all'uscita del veicolo che transita sul campo della spira.
Tra questi portali ne ho visto uno a cui mancava la telecamera in corsia di emergenza ed un altro a cui mancava quella della terza corsia.
Non comprendo questi "varchi non controllati", ma se opportunamente mappati diventano 'scappatoie', per la gioia della regola italiana (fatta la legge, scovato l'inganno).
Il mio viaggio di ieri è stato 'molto occasionale'; c'è tra chi legge, e frequentemente percorre la A4, chi riesce a ricercare se su tutte le corsie è presente una telecamera?
So che è difficile e pericoloso distrarsi dalla guida per guardare in alto, molto in alto, ma con traffico lento o scarsissimo si può verificare la 'copertura' delle telecamere nella carreggiata opposta.

Lamps a tutti,
paolo.



Commento di: traste il 26-05-2008 22:25
A parte la pericolosita' della cosa, devi associare anche l'inutilita'. E gia', perche' -sempre ammesso che funzioni- non e' detto che la corsia tale oggi abbia un varco e domani ancora.

Considera poi che -per sentito dire da gente piu' informata di me- se anche passi sulla corsia di emergenza per evitare di passare sotto la telecamera -difatti non tutte le corsie di emergenza hanno il tutor- la telecamera vicina ti becca ugualmente, anzi ti arriva anche la multa per uso della corsia di emergenza.

Quindi la regola aurea e' NON CORRETE, per farlo andate in pista.
Commento di: whisper81 il 26-05-2008 22:32
Su un altro forum c'è un amico centauro che si è preso una multa perchè andava ai 130 con il carello della moto attaccato...
Quindi, occhio al tutor!
Commento di: 695luca il 27-05-2008 18:13
Dipende, se il carrello è omologato come APPENDICE (cioè ha sopra la targa della macchina) la velocità rimane 130. Se ha targa propria invece è limitato a velocità massima inferiore, che al momento non mi sovviene.
Commento di: crazymiky81 il 28-05-2008 21:33
tutti i veicoli che trainano un rimorchio hanno il limite in autostrada di 80km/h
Commento di: kawapio il 27-05-2008 20:09
Perchè non ho visto la telecamera della 3a corsia?
E' un unico caso oppure ce ne sono anche altri?
Non è stata installata o è stata sabotata da poco?
A vantaggio di chi?
Perchè non installano i sensori le telecamere e i fari anche in corsia di emergenza?
Cioè mi spiego: per ogni corsia installano una telecamera allungata, faro illuminante, spire annegate nell'asfalto per rilievi precisi, sensibili e dettagliati nel riprendere e riconoscere le targhe.
Se su tre corsie installano 3 gruppi di ripresa, a mio avviso significa che ogni unità può monitorare solo una corsia e non di più.
Per cui ho dei dubbi a pensare che senza spira-trigger la telecamera di fianco inizi a riprendere e inquadrare anche la corsia di emergenza oltre che la propria.
Il mio intervento è volto a garantire che le regole siano/vengano fatte rispettare da/a tutti.
L'esistenza di un 'buco' può essere casuale, due 'buchi' non successivi anche, ma due, tre,.... in successione diventa una falla accertata, che chi teme il rischio non azzarda, ma che per i giocatori d'azzardo (e pure ricchi) è un invito goloso. Certo che di giorno non si riesce, col traffico che c'è, ma di notte fonda ...
Altra dimostrazione di come la penso in fondo al cuore? te l'ho copiata:
Quindi la regola aurea e' NON CORRETE, per farlo andate in pista.


Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 17:50
Ho notato anche io che in alcuni punti non ci sono le videocamere...pero mi e capitato di notarlo su tutte e 4 le corsie in contemporanea (tra BG e Milano) ma anche li ripeto...se uno deve verificare che nel tal punto non ce la videocamera di destra, nellaltro a sinistra...allora tanto vale che vado un attimo piu piano...preferisco usare la memoria per altri scopi piu utili:)
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 17:53
A riguardo della spia trigger...credo che le riprese siano continue...e potrebbe anche esserci la possibilità che una singola videocamera riesca a servire due corsie (di fatto sarebbe lavoro maggiore per il software...non per la videocamera)...ma non credo ci sia il vincolo del passaggio di un veicolo sulla ennesima corsia...oppure una singola videocamera puo comunque essere connessa a due triggeratori su due corsie...non la vedrei cosi impossibile come cosa...
Commento di: CHICOLOCO il 27-05-2008 12:16
Attenzione che il tutor riconosce anche il mezzo che sta transitando perche' ci sono dei sensori nell'asfalto (non so se sono le linee che si vedono) che riconoscono automaticamente se il mezzo che transita e' una moto,macchina, pulman,camion, in base al mezzo la velocità media cambia e in base a quella viene calcolato se inviare la multa o no
tanto per capirci un camion la cui velocità media è stata 130 km orari in un tratto in cui per i camion era 90 si beccherà sicuramente la multa

Ciao
Commento di: CHICOLOCO il 27-05-2008 14:17
dimenticavo di dirvi che gli orologi dei vari tutor sono tutti sincronizzati percio non è possibile inventarsi che un sensore aveva l'orologio avanti o indietro rispetto ad un altro per cui la velocità media è sbagliata

Ciao
Commento di: Miscia il 28-05-2008 12:57
L spire annegate nell'asfalto sono gli stessi sensori che ci sono ai caselli autostradali per rilevare il numero di assi del veicolo.... Quindi occhio che se avete il carrello portamoto il limite di velocità su autostrada è 80 Km/h!!!!!
Commento di: Fly il 29-05-2008 09:16

....A quel punto una megasoftware (un egregio signor software a mio dire) analizza tutti i video e (chissà come) associa ad ogni targa che è comparsa nei video il tempo di percorrenza relativo al tratto di strada percorso:......

C'è uno scanner di immagini che identifica il rettangolo della targa, quindi un qualcosa di poco più sofisticato di un OCR (Optical Code Recognition... quello che ti regalano quando compri uno scanner A4) ti estrae lettere e cifre. A quel punto la targa ed il veicolo sono identificati (salvo scoprire che la targa appartiene ad una 500 mentre nella foto si vede una maserati). L'identificazione pùo terminare a posteriori rispetto al rilevamento della velocità istantanea, ma deve avvenire prima del passaggio sotto il tutor successivo (e qui neanche Vale ce la fa!).
Quindi LUI sa quanto tempo hai impiegato in quel tratto, se hai fatto gli 80 ed i 180 per lo stesso tempo non si accorge di nulla. (come andare a prendere il caffè di cui parlava prima un valido interprete della italianità).
Ciao a tutti
Commento di: MAK1 il 29-05-2008 09:43
articolo molto interessante, che serve sicuramente ad arginare il dilagare della solite legende metropolitane, alle quali gli Italiani sono sempre molto affezzionati.

Certo che se i limiti di velocità fossero più proporzionati, vale a dire 155 Km magari le nostre tasche potevano risparmiarsi questa super tecnologia dei TUTOR, che paghiamo due volte:
-come realizzazione
-e come sanzioni !

senza dover aggiungere che in autostrada pago un servizio per spostamenti più rapidi, no per raccolta fondi pubblici, e come tale vorrei tale servizio.

ma in nome della sicurezza il nostro sistema sanzionatorio si farebbe impiccare piuttosto che farci correre dei pericoli !
Commento di: kawapio il 29-05-2008 12:21
E perchè in nome della sicurezza il nostro sistema sanzionatorio si farebbe impiccare piuttosto che farci correre dei pericoli ! non rilevano l'uso del cellulare, il comporre il numero telefonico alla guida, i sorpassi pericolosi, la distrazione del cambio CD, l'occupazione costante della seconda corsia, la mancanza della distanza di sicurezza, i fari alti o l'uso dei proiettori abbaglianti, la segnaletica orizzontale di colore giallo anzichè bianco come una volta che dopo un mese è già sbiadita/cancellata e non contrasta col nero (vedi la A4 MI-TO con i lavori altavelocità). perchèperchèperchèperchè?
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 18:10
Paese che vai, gente che trovi, limiti che ti danno...

In germania ci sono autostrade senza limiti di velocità...ma avete mai visto come guidano i tedeschi anche in Italia? Tengono la destra, rispettano i limiti...guardate gli svizzeri e ditemi se vedete qualche bel porschettone targato zurigo fare il cretino per le strade svizzere....no non ne trovate

Questo è solo per dire...in Italia guidiamo con il sedere, se c'è un limite tutti diciamo che è poco, in autostrada certo che si può andare più veloce che in altre strade...chiaro che se andiamo a 140 in superstrada (con limite a 110 o spesso a 90!!!) allora i 130 dell'autostrada ci sembrano pochi...ma dovremmo rispettare tutti i limiti a prescindere...

Poi la polemica dei limiti assurdi in Italia, le nostre strade sono tenute male, spesso su strade si trovano striscie pedonali ogni 150 metri, talvolta in mezzo alle curve...ovvio che l'imbecille che gestisce tale strada mette tale limite...altrimenti il pedone che attravera in mezzo alla curva lo stiri...Idiota chi ha messo le striscie lì...idiota chi fa strada con buchi larghi 30 cm e rimangono li per anni...ma d'altronde costa meno limitare la velocità con un bel cartello accanto ad un autovelox, oppure sistemare la strada...d'altronde le amministrazioni comunali statali etc etc...fanno i loro interessi (come tutti i governi italiani ci hanno sempre insegnato a fare).
Sono comunque convinto che se in italia il limite in autostrada fosse 150 tutti andremmo a 160...è nell'indole italiana...secondo me.

Un ultimo commento sul fatto del pagamento delle multe al tutor...io non so in altre autostrade, ma sulla A4 hanno aggiunto di recente la 4°corsia...e onestamente in questo senso, questa raccolta fondi con il Tutor può anche starci...intendo dire...piuttosto che ai comuni che poi fanno dei soldi le opere pubbliche obbrobriose (fontanelle in ferro etc etc)...vi linko questo pdf delle autostrade...qualche miglioria pare che l'abbiano fatta uiltimamente http://www.autostrade.it/pdf/Sicurezza_WEB_Mid_Res.pdf

Commento di: gio1960 il 03-06-2008 15:57
La quarta corsia sicuramente l'abbiamo già pagata prima che venga realizzata!
Guarda non sono informatissimo, potrei sbagliarmi, ma lo stile Beneton non era certo quello di investire cifre mirabolanti nelle autostrade ... per cui penso che la IV° corsia l'abbiamo già pagata, e ci va bene se la paghiamo il triplo della media europea ma ... solo 1 volta e ce la fanno per davvero....
Lamps gio
Commento di: Faber81 il 26-05-2016 12:22
Vivo in Belgio da 8 anni, ho viaggiato parecchio in Germania, poco in Svizzera. Quello che dici è vero, noi italiani siamo poco inclini a rispettare i limiti e a fare cose "spericolate" ma nella esperienza, Tedeschi e Belgi se le sognano le nostre skills al volante, che sia macchina o moto. Inoltre tutto questo essere fissati per le regole per me porta ad aumentare gli incidenti. Per esempio qui da me quasi nessuno dei "nativi" guarda o rallenta agli incroci. La mentalita è: ho la precedenza? La legge dice che me la devono dare quindi nn possono colpirmi e giu sparato.
Commento di: mazzaMJ il 29-05-2008 10:32
io faccio spesso la milano bergamo e nonostante il tutor vedo molta gente che corre comunque...sicuramente la sorpresa a casa gli arriverà!detto questo se io passo sulla riga bianca che delimita le 2 corsie proprio nel momento in cui passo sotto le telecamere, come fa la sofisticata telecamera a capire che mezzo sono visto che non schiaccio i sensori?quindi come fa a stabilire il limite per il mio mezzo e a stabilire l'ora in cui io sono passato?comunque se passi sotto a una telecamera del tutor a 200 km/h potrebbe anche funzionare come autovelox e darti la multa per eccesso di velocità.
i sensori (che sono quei tagli nell'asfalto) saranno molto simili a quelli che troviamo in città ai semafori con telecamere, dove se uno passa senza schiacciarli la fotocamera non puo scattare la foto.quasi sempre i tutor sono messi in dei punto dove in mezzo non c'è nessun autogrill...e visto che ora abbiamo una super autostrada con 4 corsie potrebbero aumentare i limiti di velocità ma ci sarà sempre qualcuno che andrà a 90 km/h sulla quarta corsia e la prima sarà sempre vuota!!
Commento di: kawapio il 30-05-2008 13:05
Io penso che i sensori siano costituiti da spire di filo conduttore annegate in solchi quadrati nell'asfalto (solenoide o bobina), e il funzionamento è simile a quello dei cercametalli: il campo magnetico della spira viene alterato dalla massa metallica di un veicolo che transita sullo spazio affacciato alla spira; e dico affacciato perchè anche di fianco alla spira si altera il campo magnetico.
La massa di un autoveicolo e la larghezza sono abbondanti e attivano il sensore anche col transito su due metà delle spire, sulle strisce; in questo caso attiverà tutti e due i sensori.
La massa di una motocicletta che transita sulle strisce potrebbe anche passare inosservata, è una questione di sensibilità della spira e dell'elettronica annessa, ma sono certo che chi ha ottimizzato il TUTOR non ha scritto GIOCONDO!

Ma mi ripeto sempre: quando riusciranno i nostri paladini della sicurezza a rilevare altri comportamenti pericolosi, direi anche più pericolosi di viaggiare a 140 su autostrada deserta?
Tipo guidare ciucchi, strafatti, distratti e alterati da una rabbiosa telefonata, intontiti e rincitrulliti da gigawoofer e megatweeter, o incollati al posteriore di quello davanti.
Io sono certo che il telefonare sottrae la concentrazione necessaria alla guida, sempre! anche con vivavoce o auricolare/bluetooth.
Ma per il profitto delle compagnie telefoniche si sorvola su questo.
Giusto poche settimane fa anche in TV hanno trasmesso un servizio-test (di 4ruote?).
Prova di guida con slalom stretto e frenata da sobri, dopo un bicchiere, dopo due, ..... dal risultato ovvio.
A quando una prova slalom durante una telefonata: allegra, impegnata o così accesa da innervosirti mentre ti è richiesto un surplus di concentrazione?
Sono proprio curioso di conoscerne l'esito e l'azione correttiva.
ciao.

Oltre i limiti del Codice, tengo d'occhio anche quelli di ...>
>......paolo.

Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 18:13
MazzaMJ non so rispondere alla tua domanda...e mi appresto a leggere la risposta che c'è poco sotto ma...
una cosa voglio dire..Perchè dici ci sarà sempre qualcuno che andrà a 90Km/H in 4° corsia? Non lo sai che sulla A4 ormai è normalissimo? Tutti in 4° corsia a 90 in coda, in 3° a 100, in 2° a 120 e in 1° corsia solo gli imbecilli in moto, quelli che corrono...disgraziati...ma che superate sulla destra...questi ovviamente i commenti idioti dei 4listi e camion al seguito...
Probabilmente sono tutti inglesi...e tengono la sinistra...
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 18:18
Velocità contro telefono...sono convinto anche io che sia pericoloso l'uso del telefono...ma siamo obiettivi...come potresti fare un tutor tanto sofisticato da misurare l'alcool o l'uso del telefono...e soprattutto...il telefono distrae...ma se in città guidi a 50 con il telefono o a 100 senza telefono...io credo sia piu pericoloso il secondo..(poi il telefono in moto non riesco neanche ad usarlo e in macchina non rispondo quindi...non fa per me...però in generale credo sia più pericolosa la velocità).
Commento di: kawapio il 31-05-2008 20:07
Sentirai mai uno confessare che era al telefono al momento dell'incidente?
Commento di: Lupusorule il 01-06-2008 02:21
Non lo sentirai mai nemmeno confessare che era in eccesso di velocità...eppure entrambe le cose le puoi verificare...da tabulati telefonici e da stime sulla frenata e sull'impatto...ma onestamente....cosa dovrebbe c'entrare questo con il fatto che sia meno pericoloso dell'eccesso di velocità?
Commento di: gvisir il 29-05-2008 10:36
Salve vorrei dire una cosa riguardante al tutor e ai discorsi che si stanno facendo anche in questo
topic.
Da quando guido, il tutor è il primo marchingegno pensato più per la salvaguardia delle persone che per fare le multe.
Mi spiego : il problema principale legato alla sicurezza , nelle strada tipo le autostrade, quando si parla di velocità ( poi ci sono gli altri problemi ma non ci dilunghiamo ) è proprio la velocità media, cioè, il fatto che un veicolo vada per molto tempo ad alte velocità. Questi fattori in qualsiasi parte del mondo ti trovi, aumentano il rischio di incidenti in maniera sempre più alta ( esponenziale ) sia proporzionalmente legata al tempo che alla velocità.
Ora, il tutor agisce proprio su questo, non ti prendi una multa se percorri un kilometro a 180 e poi stai nelle medie ma se fai piu' del dovuto per tratti molto lunghi . Se c'è una dannata coda di tir sulla desta e dietro hai lo scapestrato in porsche tu puoi dare gas sorpassare i camion , metterti a destra e il tutto senza il rischio della letterina . Io lo dico col cuore in mano non cercatre di fregarlo e far si che ai nostri
simpatici uomini di legge venga in mente di mettere anche gli autovelox dove c'è già il tutor.
Sinceramente fare la media dei 130 non è mica poco , tra salti di corsia, rallentamenti ,il pieno , rallentare un po' per far riprendere la circolazione alle mani se intorpidite etc etc.....
Io la vedo così è una mia opinione per carità.
Saluti
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 18:20
Concortdo pienamente, sia sul fatto che non è stato messo per i soldi (in fondo i metodi per evitarlo ci sono,ti dicono in 3 cartelli che c'è il tutor prima di ogni videocamera..voglio dire..basta anche un po di buonsenso), sia sul fatto che 130 è un limite onesto a mio dire...considerata che in Svezia massimo 80 km/h su qualunque strada....:D
Commento di: Kripton il 29-05-2008 10:58
Quoto totalmente il commento di Fly. Nella mia ex azienda avevo sviluppato un sistema per il riconoscimento delle targhe, testato e funzionante con velocità di passaggio fino ai 230 km/h. Tutto dipende dalla capacità del sistema nell'effettuare tante più letture della stessa targa fin quanto questa è inquadrata dalla telecamera. La migliore poi viene messa del database accoppiando anche altre informazioni come il luogo, l'ora, etc etc. Per cercare di abbattere il margine di errore viene anche fatto un controllo sul "formato" della targa: es. per le auto vale la sequenza LL NNN LL (L=Lettera, N=Numero), per le "Quadrotte" (Fuori strada) e Moto il formato cambia. Se la targa intercettata non ha questo formato (perchè letta male, targa straniera, etc) il dato viene segnalato in rosso affinchè l'operatore della PS possa fare manualmente il controllo. Quindi c'è sempre e comunque l'intervento umano. Ovviamente le telecamere sono dotate di led infrarossi ad alta luminosità con un indice (Lux) prossimo a zero, questo perchè sfruttano il riflesso del catarifrangente per aumentare il contrasto tra la la zona bianca e il numero di targa per rendere più efficiente ed efficace il lavoro dell'OCR. Ovviamente il sistema è aiutato dalle spire sull'asfalto che rilevano il punto esatto del passaggio per effettuare il calcolo della velocità media, che come ha detto Andrea si determina così: Vm(Km/h) = Spazio(km) / Tempo(min) * 60 Buon viaggio Chris
Commento di: ricna il 29-05-2008 11:19
Sono stato sempre dell'avviso che il pedaggio autostradale dovrebbe essere in rapporto al tempo di permanenza: chi corre di più la occupa per minor tempo e dovrebbe pagare di meno.
Commento di: CHICOLOCO il 29-05-2008 17:58
Si andiamo tutti a 200 all'ora cosi occupiamo poco l'autostrada perche' ....
siamo tutti piloti professionisti che non si distraggono mai e sanno sicuramente come agire in caso di problemi (tu sicuramente avrai fatto un sacco di corsi di guida sicura)
corri corri e poi ti inchiodi e se va bene fai perdere tempo a tutti
se invece è andata male hai coinvolto nelle tue corse qualcuno che non centra niente

Ciao
Commento di: illogicalsense il 30-05-2008 00:53
BRAVO! BRAVO! BRAVO!
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 18:23
Ricna con tutto il rispetto...spero tu stessi scherzando...io anzi farei pagare di meno a chi la occupa di meno...come in treno...se arriva tardi ti rimborso (su eurostar e intercity).
Commento di: ricna il 03-06-2008 10:55
Bravo Lupus tu solo hai capito che era una battuta per magnarci na' risata, però un principio, un criterio di pedaggio ci deve essere e infatti c'è: si paga per assi mentre anni fa si pagava per categoria: e allora vi sembra giusto che una 500 paghi quanto un pacchianissimo SUUUUUUUUUVVVVVVVVVVV ?
Saluti a tutti e ricordate: I fessi corrono.
Commento di: Lupusorule il 05-06-2008 01:29
Io lopinione sui SUV lho già data...
Cmq io onestamente direi che tutti potrebbero pagare lutostrada uguale (in fondo...il tir crea piu disturbo alla societa autostrade...:)? Un uomo grasso mica paga di piu sul treno...se invece proprio vogliamo fare pagare differenziato mi spiegate perche le moto pagano uguale alle auto? In francia le moto pagano circa il 60% di quello che paga un auto per lo stesso tragitto (e alcuni pedaggi su ponti particolari sono gratis al posto dei 5 6 Euro chiesti per le auto...:)
Commento di: sempreforzamila il 29-05-2008 13:43
Io sfido chiunque a dimostrarmi in modo scientifico che sono più pericoloso io sobrio in autostrada a 150 km/ora piuttosto che un ubriaco o drogato che rispetta ogni e qualsiasi limite di velocità, tutor o non tutor. Pertanto, se invece di rompere le p...e con queste telecamerine posizionate ovunque, facessero un pò più di controlli sugli abusi di alcool e spinelli allora si che capiremmo che davvero fanno controlli per la nostra sicurezza e non solo per il bene delle "casse comunali o statali in genere".
Erminio
Commento di: illogicalsense il 30-05-2008 00:56
Quoto pianamente...proprio oggi su DUE RUOTE c'era un articolo intitolato UN TESORO NASCOSTO che parlava proprio di come i comuni si arricchiscano in maniera spropositata con le multe.....e c'era anche una foto di alcuni agenti della stradale "nascosti"...e dico NASCOSTI dietro al muro d'uscita di una galleria (escamotage per fare un mucchio di multe...visto che nessuno li vede...)...miserabili...
Commento di: SCARDINATO il 29-05-2008 16:33
tutti i commenti mi sembrano giusti in ogni caso la seguente tabella è stata circolata dall'ASAPS (associazione amici della polizia stradale) :
velocità effettiva fino a 136 km/h nessuna sanzione.
velocità effettiva fino a 147 km/h 36 euro 0 punti
velocità effettiva fino a 178 km/h 148 euro 5 punti
velocità effettiva fino a 200 km/h 370 euro 10 punti e sosp. da 1 a 3 mesi
velocità effettiva oltre a 200 km/h 500 euro 10 punti e sosp. da 6 a 12 mesi

Qusto vale anche per il TUTOR.... se poi calcoliamo che i tachimetri normalmente segnano di più(almeno il 5%) si può ragionevolmente viaggiare a 140 di tachimetro senza rischiare nulla oppure a 150, sempre di tachimetro, rischiando 36 euro.

La mia non è una istigazione a correre ma è solo informazione
Commento di: kawapio il 29-05-2008 20:31
E con la tua informazione hai spiegato un dilemma: sei in autostrada a 130-135 letti sul navigatore GPS (di assodata precisione) e ti chiedi perchè c'è sempre il +bello di turno che ti supera, di poco più veloce.
Questo qui ha molti 36 euro a disposizione e i punti patente intonsi.
paolo.


Commento di: traste il 29-05-2008 21:23
A me con il gps (il mio della exxo) che segna 130 il tachimetro dell'auto (stilo) arriva un millimetro sotto i 140. Allora potrei arrischiarmi un pelino in piu', ma chi mi assicura poi che sto GPS non sia in combutta con le fdo per farmi arrivare la letterina? ;)
Commento di: SCARDINATO il 30-05-2008 12:10
Se il gps in quel momento legge almeno 4 satelliti l' errore è del 1% perciò molto preciso. il tachimetro delle automobili per regole di omologazione può arrivare anche al 10% di errore e chi legge riviste specializzate (quattroruotr, due ruote ecc. ecc) nelle prove su strada l'errore è citato e sopra i100 all'ora è sempre superiore al 4%. questo è dovuto ai costruttori che, furbi, preferisconoche segni di più.
Per inciso il sistema tachimetro delle automobili è un componente a basso costo perciò poco affidabile. da qui il perchè in caso di rilevamenti da parte degli autovelox, precisissimi, la legge impone lo scarto del5%.
Commento di: kawapio il 29-05-2008 20:38
Mi diverte questo esempio tratto dall'articolo principale: Esempio se due tabelloni luminosi (con relative 4 videocamere) sono a 10 km di distanza, e noi ci passiamo sotto a 20 km/h ma facendo tutto il pezzo di strada compreso tra i tabelloni in un tempo totale di 3 minuti allora la velocità media è di 200 km/h e quindi dopo un po' ci arriverà a casa la letterina... Passando lentamente sotto la fotocamera, la foto del mezzo e della targa viene ancora + perfetta.
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 18:31
Carina...eheh...solo che credo che anche a 200 si riconosca bene la targa...:D
Commento di: kawapio il 31-05-2008 20:18
Concordo che anche a 200 leggono bene la targa.
Qualche settimana fa i giornali hanno riportato la notizia che nei dintorni autostradali di Napoli il Tutor ha immortalato una Porsche per la media di 270. Escludendo sia stato questo a transitare a 20 sotto le fotocamere, direi che il tutor legge bene anche a queste velocità.


Commento di: Lupusorule il 01-06-2008 02:24
270 km/h....75 metri al secondo...in 3 secondi è contro un ostacolo posto a 200 metri...mi dite che utilità ha questa velocità?Io a questo gli ritirerei la macchina e la sfascerei davanti ai suoi occhi, niente multa, niente carcere...ti distruggo la macchina...tanto sarebbe cosi ***** da dichiarare che non sapeva chi guidava...vero???
Commento di: MS402 il 29-05-2008 22:21
Salve a tutti. Secondo me l'unico modo per sfuggire al tutor è occultare la targa ed avere la speranza di non incrociare una pattuglia della polizia. Fidatevi funziona molto bene il tutor, è quasi infallibile.
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 18:32
L'unica volta che ho pensato di occultare la targa mi sono trovato in 2 giorni due pattuglie della polizia davanti a me in superstrada...vi lascio immaginare l'inchiodata che ho fatto per non superarli...meglio rispettare i limiti...
Commento di: Mr_Warph il 29-05-2008 22:59
Ciao a tutti,per quanto riguarda il tutor fate attenzione perche funziona di notte di giorno con la pioggia neve grandine,ecc.ecc. e non lo fate fesso neanche se provate a camuffare la targa,l'alta definizione e i nuovi software smascherano tutto,cosi oltre alla multa rischiate anche una denuncia per manomissione,non sò se ne vale la pena rischiare,vi conviene rispettare i limiti o fermarvi in autogrill(come anno gia scritto) bere mangiare e poi ripartire,a stomaco pieno e senza sorprese poi a casa.ciao a tutti e in alto i cuori
Commento di: illogicalsense il 30-05-2008 01:02
Colgo l'occasione per chiedere se è vera la legenda della lacca spruzzata sulla targa...
A dire il vero, in un paio di occasioni risalenti all'ultimo mese, mi è capitata una cosa stranissima: la macchina davanti a me di una ventina di metri aveva la targa posteriore completamente bianca...ma!...man mano che mi avvicinavo la targa, come per magia, lentamente appariva fino ad essere completamente leggibile quando mi trovavo subito dietro...
Sarà mica la lacca???
Commento di: SCARDINATO il 30-05-2008 12:17
anchio ho sentito questo ma non ho riscontri. calcolando che il tutor usa una camera ad infrarossi non credo che basti un po di lacca per evitare la ripresa
Commento di: kawapio il 01-06-2008 08:52
Allora illumineremo la targa con 2000 diodi infrarossi.
Commento di: SCARDINATO il 03-06-2008 09:56
be .....non è una brutta idea.....forse un tantino non omologabile.
Commento di: kawapio il 04-06-2008 22:48
Vabbe 2000 sono troppi, non ci stanno nemmeno attorno alla targa, ma 200 ci stanno e fanno 12W, bastano?
Commento di: RRSandokan il 30-05-2008 09:51
Tra l'Autovelox ed il Tutor preferisco sicuramente il secondo, mi pare più importante abituare le persone a mantenere + o - una velocità media nei limiti. Limita i nostri errori, chi di noi riesce a percorrere anche solo 10 km mantenendo fissi i 130??? Se non fosse un tutor ma un autovelox che rileva la velocità istantanea al primo sorpasso o accelerata che volete si sarebbe fregati.

Il suggerimento che mi piacerebbe fosse applicato sarebbe, + cartelli che ricordano che si è in un tratto sottoposto a tutor.

Per gli autovelox invece, usarli SOLO:

1) se sovrintesi dalle fdo e con contestazione immediata, non serve a niente mandare la lettera a casa di uno che va a 200Km/h se poi dopo 2 Km prende in pieno un ciclista e lo manda al creatore

2) in punti statisticamente molto pericolosi. Andrebbero vietati dove è solo + facile fare multe ma non ci sono problemi particolari di sicurezza.
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 18:36
Guarda a me han beccato a 93 orari in strada con 60 di limite in provincia di Verbania tempo fa..mi hanno mandato a casa la lettera e nel frattempo non ho ucciso nessuno...però ti posso garantire che il loro obiettivo (non parlo di quello economico ma di quello educativo (se veramente ce l'avevano)) l'hanno raggiunto...pian pianino sto cercando di rispettare i limiti...con grosse bestemmie di chi mi sta dietro quando si fanno i giri in moto...ma d'altronde a 65 km/h poco fuori da un paese si è già a 148 euro...cioè...a me pesano...
Commento di: kawapio il 02-06-2008 06:11
Io faccio bestemmare gli automobilisti, rompo le scatole rispettando i limiti, e se qualcuno mi sorpassa e ruba la MIA distanza di sicurezza, gli strombazzo.
Commento di: RRSandokan il 04-06-2008 11:46
Altro malcostume tutto nostrano, la distanza di sicurezza serve solo a permetterti di infilarsi in corsia di sorpasso... mettici anche le volte che ti tocca frenare perchè il babbeo di turno non sa quanto è lunga la sua auto...
Commento di: Lupusorule il 31-05-2008 17:43
Salve, sono l'autore dell'articolo...noto con piacere che è stato pubblicato...e noto che ha fatto molto discutere...ora rispondo ad un po di domande in giro e commenti vari...Lamps
Commento di: kawapio il 01-06-2008 09:15
Hai fatto bene a preparare questo articolo e a rispondere a tutti i commenti e domande successive; concordo sull'utilità del tutor per scoraggiare l'uso delle carreggiate autostradali come piste da velocità.
Viaggiare a 130 km/h letti sul tachimetro ti sale la noia, ma letti sul GPS è un bel viaggiare.
Mah, speriamo che il prezzo della benza, sempre più caro, scoraggi stili di guida particolarmente alti nel consumo (vedi le compagnie aeree che per risparmiare hanno alzato la quota e il tempo di volo, cosa che non ne risentono i veicoli aziendali o a noleggio) e che possa tornare a scendere.

Lamps.


Commento di: Lupusorule il 01-06-2008 15:20
Non ho ben capito...intendi dire che un uso piu moderato della benzina possa farne diminuire il prezzo?
Io purtroppo (da motociclista e automobilista quale sono) mi rendo conto che nessuno (io per primo) vuole rinunciare alla comodità del proprio mezzo di trasporto privato...risparmi tempo, ti alzi un attimo piu tardi, hai meno rigidita negli orari per prendere il bus o il treno...per contro però paghiamo qualcosa come 1,5 euro di benzina per ogni 12 km percorsi (faccio un conto medio), se vado a milano (Politecnico di Milano bergamo: 55 km) tra autostrada e benzina pago andata ritorno 14,5 euro di benzina più autostrada 4,5 euro...Sono 18 euro a qcui aggiungendo il costo km del mezzo (che nelle moto causa tagliandi e gomme e ben superiore alle auto) si arriva in un attimo a 20 euro...e questo direi che pesa non poco...in treno pago 8 euro e sono giù...
ma vuoi mettere la comodità di alzarsi dopo 20 minuti? (che poi in realtà in treno puoi dormire se vuoi...)
E' questo che non ci entra in testa a noi italiani e un po in giro per leuropa...car sharing non sappiamo nemmeno cosa sia, mezzi di trasporto usati ormai solo da extra comunitari xe all'italiano.." Ma figurati il bus...ma va là...prendo la macchina..."
Non credo che la benzina diminuirà mai...è un gioco forza...tanto si sa bene che non ne faremo mai a meno...se arrivasse anche a 3 euro al litro? Cosa cambierebbe? Per me nulla...continueremmo come stiamo facendo adesso, la compreremmo tutti come caproni...:( Triste da pensare...ma purtroppo penso proprio sia vero...
Commento di: kawapio il 02-06-2008 06:06
La mia speranza è doppia:
la prima, scoraggiare stili di guida particolarmente alti nel consumo, ha buone probabilità di verificarsi ma non per tutti, si guiderà col piede tanto leggero quanto più il portafoglio è sgonfio;
la seconda, è solo una speranza e la risposta l'hai data.
(Magari in questi anni ti ho visto passare, ogni giorno transito a piedi per Bottini, ValvassorPeroni, Buschi, Beruto, e ritorno).
Ciao.
Commento di: Lupusorule il 05-06-2008 01:24
Be a tale riguardo potrei anche dire...xe non mettere questa osannata tassa sulle macchine over 2000? che cavolo te ne fai? Tutti sti SUV in giro per Milano, guidate da donne(con tutto il rispetto per le donne basse) che con i loro 1,5 metri nemmeno vedono lo specchietto...e parlo di SUV come di moto over 250 cc (io possiedo un 600cc ma andrebbe bene cmq, pagherei)...a cosa serve un mezzo con un sacco di cavalli? PArliamo di economia italiana a pezzi ma compriamo macchine da 25000 euro che consumano piu di trattori, per fare i fighi ai semafori, per poter dire...ah vado piu veloce di te...e per pagare ormai piu di 1,5 euro al litro la benzina...
Bene allora vuoi fare il figo, vuoi correre, vuoi fare in 4 secondi 0 100 con un gippone da 2 tonnellate...ok allora paghi un valore aggiunto, una mega tassa...ma no...interessi delle società non lo permetterebbero esatto?
Commento di: crazy-cbr il 31-05-2008 19:47
Io le autostrade le evito totalmente....troppo noiose, secondo me non ha senso farle ai 200kmh, perche non c'è divertimento, sono capaci tutti a tirare una moto in autostrada, è in pista che ci si può confrontare con i propri limiti...........comunque utile se li conosci li eviti...per modo di dire ehehe
Commento di: kawapio il 31-05-2008 20:24
I limiti propri :
- li forzi,
- li aggiri,
- li elevi (alzi il set point).


Commento di: Lupusorule il 01-06-2008 02:25
I limiti propri...li superi, ma non li aggiri...e superare i proprio limiti non va mai bene in natura...cmq credo si sti perdendo il senso dell'articolo iniziale.
Commento di: furius99 il 31-05-2008 21:02
Voi che dite che non si deve correre xchè è pericoloso e xchè se vuoi correre si va in pista.....mio padre fa 400-500 km al giorno con una auto 2300 di cilindrata una passat variant station wagon.....mi spiegate come cavolo si fa a camminare a 120 kmh, su una autostrada a 3 corsie che già quando vai a 160 sembra di camminare???!??!?!??!
Commento di: Lupusorule il 01-06-2008 02:19
Semplicemente pensando allesempio che ho citato poco sopra relativamente alla gomma persa da un tir in autostrada...poi mi dici in macchina se finisci contro un pneumatico a 160 dove finisci...oppure sterzi centrando quello che ti passa accanto????
Commento di: dollyg il 02-06-2008 22:37
tutor:la solita ignoranza italiana,autovelox:la solita ignoranza italiana,foto ai semafori:la solita ignoranza italiana,cinture di( sicurezza?)la solita ignoranza italiana,il casco:la solita ignoranza italiana,il cellulare: la solita ignoranza italiana,e potrei continuare non sò per quanto,ma...credete veramente che la nostra e ripeto nostra sicurezza interessi veramente?se interessasse veramente il sistema c'è e lo conoscete benissimo tutti! fare auto e moto che vanno adagio,come per la sigarette,basta non venderle più,è così complicato?Ebbene sì è molto complicato! Se ciò accadesse le industrie crollerebbero con tutte le conseguenze del caso.Bene allora lasciamo tutto come è, però......si vuole che si vada adagio?benissimo io ci vado,io andando adagio ho meno rischi di incidenti e quindi mi abbassi i costi di assicurazione,vuoi che metta la cintura?benissimo io la metto,mi abbassi ancora l'assicurazione,il casco?come sopra,l'abs?idem,e così via.Tutti questi divieti non servono per la nostra sicurezza, servono per riempire le tasche e le casse di molta gente.Se io voglio rischiare la mia pelle sono cavoli miei ,questa si chiama libertà e se non volete che vada forte non costruite auto e moto che vanno a 300all'ora,oppure costruite strade e autostrade adatte ai 300 orari.Comoda mettere il segnale(caduta massi)così, se cade un masso sono cavoli tuoi!Si dice:vuoi andare forte?vai in pista! e io rispondo! vacci tu in pista, pirla! ogni volta che ci sono andato ho dovuto fare un mutuo!Per me questa si chiama repressione ed io comincio veramente ad averne i coglioni pieni. Scusate ma sono davvero incazzato
Commento di: Lupusorule il 05-06-2008 01:18
Con tutto il rispetto rappresenti esattamente ciò che intendevo dire...se tu ti schianti e non ti ammazzi ricorda che in ospedale le cure in italia sono gratuite...e questo xe ce un servizio sanitario nazionale (che paghiamoTUTTI) e che quindi grava sulle spalle di tutti...per non parlare del fatto che solitamente se vai a 200 allora e fai un incidente...tipicamente ci finisce dentro anche qualcunaltro...se passi con il rosso e sei in auto rischi di tirare sotto uno che passa in moto...e scusami ma sai bene che fai piu danni a lui che alla tua macchina.
Ti do ragione per quanto riguarda il fatto che...xe ci sono macchine che vanno a 200 allora? Semplice perche tutto sommato siamo un paese libero in cui ti si da la scelta di avere una ripresa da 0 a 100 in 3,5 secondi...ma quando arrivi a 150 sono fatti tuoi...non sei in regola con quel che prescrive il codice stradale italiano...Oppure facciamo come in arabia saudita...dove hanno macchine 5000 di cilindrata...ma bloccate elettronicamente (tutte a 150 orari)...Vorrei però ricordarti che in tale paese il furto è anche punito con il taglio di una mano...in Italia più rubi e più sei famoso e ricco [[Per assurdo pensa che n Arabia i gioiellieri hanno bancarelle senza antifurto...xe si sa che la gente non ci prova a rubare...come vedi però ti lasciano la libertà di farlo....se vuoi rischiare le mani.
COncordo pienamente sul fatto che ormai le polizie (in particolare le locali) lo facciano solo per fare cassa, proprio come quando tutti fieri ti danno un bel divieto di sosta con faccia tutta contenta...quello è sbagliato ...ma vedi...la legge è legge...è in Italia che si vuole fare tutto solo quando ci torna indietro qualcosa...e non riusciamo a capire che la sicurezza dovremmo metterla al primo posto, la nostra e, soprattutto, quella altrui e se vai in moto (a quanto ho capito) allora capisci benissimo che un coglione a 250 in autostrada può farti molto molto molto male se perde il controllo del veicolo e ti centra...poi vagli a dire che hai ragione...
Commento di: Davide-K100 il 21-07-2008 19:02
ma siete sicuri se si viaggia con il carrello portamoto in autostrada a 120 ti fanno solo la multa????
io devo portare la mia bimba in Sicilia e partendo da Roma.....sono 780 kilometri, se me li faccio a 80Km/h forse mi addormento davvero se vado solo a 120 cosa rischio????

N.B. non sono uno spericolato, ho un carrello portamoto nuovo e per trattrice un Volkswagen Sharan monovolume quindi vado tranquillo....
Commento di: icioi il 11-04-2009 10:31
topic vecchio, però volevo precisare una cosa perchè mi pare che non sia stata detta..

i tutor sono fatti anche per fregare chi passa in corsia d'emergenza
tra un tutor e l'altro non ci sono autogrill-->non si può fregare il tutor andando a 200 e poi fermandosi in autogrill perchè tanto non si sn autogrill tra le 2 rilevazioni di velocità!
Commento di: matteoxd il 26-07-2009 19:50
il problema non è di certo l'autogrill! basta fermasi sulla corsia di emergenza 5 minuti....
Commento di: freeride_x il 08-07-2010 00:06
ciao a tutti, da quello che so io la velocità il tutor misura si quella media (con qualche tolleranza data l'approsimazione della misura di posizione, il tempo è preciso...) ma in alcuni casi anche quella istantanea (autovelox :( )...

Non capisco comuqnue, gente che sfreccia a 150 Km/h in autostrada e non sembra il guidatore della domenica ma uno che sull'autostrada ci passa spesso... Gli sarà arrivata qualche multa...

Qualche info sulle tolleranze di queste simpatiche macchinette?
Commento di: Husky1992 il 10-08-2010 07:50
la tolleranza sta nel fatto che questo sistema non è gestito dalla polizia ma direttamente dalla soc. autostrade, il problema è che la quantità di multe che dovrebbero mandare è cosi grande che fino a 20-25km/h in piu del limite non ti dovrebbero manco calcolare. quindi, ammenochè non fai i 180, hai buone possibilità di non esser preso.