Leggi il Topic


Principiante: caduta stupida con danni (non alla moto)
16168310
16168310 Inviato: 3 Lug 2020 19:38
Oggetto: Principiante: caduta stupida con danni (non alla moto)
 



3 settimane fa compro la mia prima moto, una honda cb500f. Prima di allora mai stato su una moto eccetto pochi e brevi giretti con la honda nsr 125 di mio fratello, molti anni fa. In passato avevo avuto una vespa 125 con cui da ragazzo ho girato mezza Italia, e uno scooter 50cc. Vado a ritirare la moto a 100 km di curve lontano da casa. Esperienza fantastica. Nella prima settimana faccio poco più di 600 km e gia 4 cadute da fermo senza veri danni alla moto e senza farmi niente. La quinta caduta invece, sempre da quasi fermo arrivato ad uno stop, la gamba mi resta sotto il peso della moto, che non si fa niente, mentre io adesso mi ritrovo un fissatore esterno sulla gamba per una brutta frattura di tibia e perone per cui sono stato ricoverato in ospedale 1 settimana e che ad andare bene mi porterà a riprendere una vita spero normale, non prima di diversi mesi.
Perchè tutte queste cadute da fermo in così pochi km? Forse sono negato per la moto? Forse toccare a terra con entrambi i piedi le avrebbe rese meno probabili? (Sono piuttosto basso di statura e nonostante la sella non sia alta, con entrambi i piedi tocco poco più che in punta). Quando sarò guarito che mi conviene fare, riprovarci o venderla e finirla così? Gli amici me lo sconsigliano ma nonostante tutto, al momento io vorrei riprovarci...e già penso al modo migliore per abbassare l’altezza sella senza compromettere l’ottimo comportamento della moto, ed a comprarmi un paio di stivali da moto ben blindati.
 
16168317
16168317 Inviato: 3 Lug 2020 20:47
 

Cadere 5 volte in tre settimane è davvero preoccupante. Raccontaci meglio la dinamica delle cadute, magari riusciamo a darti qualche consiglio per muoverti più in sicurezza.
In ogni caso ti faccio un grosso in bocca al lupo di pronta guarigione

doppio_lamp.gif
 
16168333
16168333 Inviato: 3 Lug 2020 22:48
 

Non voglio affatto sembrare offensivo, ma un po te la sei cercata.
Se hai fatto varie cadute, vuol dire che qualcosa non andava, e forse sarebbe stato meglio chiedere consiglio o cercare di capire il motivo prima, non andare avanti finchè qualcuno si faceva male, pensa se eri davanti a un Tir mentre succedeva... Magari provando con qualche esercizio in qualche piazzale, fare gli "8", cercare di sentire il bilanciamento del peso, cercare di appoggiare un solo piede ma ben piantato a terra, spostando il sedere da quel lato ecc.

Qui sul forum ci sono altre persone basse di statura, come hai detto la tua Honda non è altissima, secondo me è solo questione di tecnica e esperienza, dopotutto le tue cadute erano da quasi-fermo, quindi facilmente risolvibili.

Anche io mi associo agli auguri per pronta guarigione, non ti arrendere e usa questi mesi per cercare di capire quale sia stato il problema. E non avere neanche fretta di salire in sella, se già prima avevi dei problemi con l'appoggio a terra, peggio sarà se la gamba non sarà ancora guarita del tutto. Ovviamente non aspettare neanche troppo, il giusto insomma.

Puoi spiegare come sono avvenute le cadute? Asfalto? In pianura? Mentre facevi manovra o affrontavi una rotonda o a un semaforo? Toccando i freni solo davanti o solo dietro? Questo ci aiuterebbe molto per capire cosa dovresti correggere.
 
16168370
16168370 Inviato: 3 Lug 2020 23:32
 

Probabilmente conviene abbassare la sella-sospensioni per i primi anni in modo da appoggiare meglio i piedi perterra. Eppoi dipende anche dall' età. Ad esempio io oramai devo stare molto più attento, non ho più i riflessi e l'agilità di quando avevo 25 anni e mi limito a 140km/h (anche se la moto può molto di più.) E almeno 4 volte mi sono salvato da una caduta perchè sono riuscito a mettere una zampina a terra. Vuoi per il brecciolino, Vuoi per la canaletta di scolo delle acque più in basso della strada...

0510_saluto.gif
 
16168379
16168379 Inviato: 4 Lug 2020 5:10
 

Il CB 500 per quanto non sia pesante in assoluto non è nemmeno un leggerissima per imparare, se non si tocca bene con entrambi i piedi, in ogni modo il numero di cadute non è niente male.

Perdona la schiettezza, ti faccio questa domanda senza voler insinuare nulla ne voler mancare di rispetto, ma quando ti metti alla guida sei ben riposato? Chiedo perchè con uno stato psichico alterato dal sonno è più probabile commettere errori di coordinazione (quali paiono i tuoi).

Se è tutto ok datti tempo per fare esperienza e se non tocchi per terra cerca di rimediare, se ti basta poco per toccare con entrambi i piedi valuta se far rifare la sella togliendo un poco d'imbottitura.

Poi un altro consiglio: non è obbligo di legge andare in moto, se non ti trovi, piuttosto che farti male, non c'è niente di male a passare ad uno scooter o lasciare perdere le due ruote, ma questo lo sai te. 0509_up.gif
 
16168381
16168381 Inviato: 4 Lug 2020 5:57
 

Ciao e 0509_welcome.gif nel forum ! icon_smile.gif
Ti faccio i migliori auguri di pronta e completa guarigione .
Noi piccoletti ( sono 1.63 ) siamo purtroppo più soggetti di altri ad eventi del genere .
La poca esperienza non aiuta , ma alcuni accorgimenti sì .
Allacciandomi al consiglio di "Cuneoman" , l' unico modo per avere una certa sicurezza d' appoggio io l' ho sempre trovato spostando lateralmente il bacino sulla sella ( lato destro , generalmente ) pochi istanti prima di una prevista sosta , o comunque ogni volta che la velocità scende sotto una certa quota .
In questa maniera mi preparo ad un eventuale appoggio su un solo piede .
Che sarà però ben saldo , perchè lo scivolamento laterale sulla seduta compenserà ciò che mi manca di.....gamba ( eusa_shifty.gif ) .

P.S. : se , come sembra , hai ancora voglia di "smotazzare" , non permettere che qualche episodio negativo fermi la tua passione . Insisti e non mollare ! icon_wink.gif



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16168384
16168384 Inviato: 4 Lug 2020 7:27
 

Prima di tutto voglio ringraziarvi per le vostre risposte. Cercherò di rispondere alle vostre domande in un unico post così da descrivere un quadro più completo sulla situazione. Prima di prendere la moto mi sono iscritto ad una agenzia di scuola guida delle mie parti per conseguire la patente A3 (la patente A la prima volta la presi a 16 anni, ora ne ho 49, e mi fu tolta insieme alla B in seguito ad un incidente in auto; e quando la ripresi feci solo la B). Quindi sono entrato da poco in possesso di foglio rosa, e per ora avevo fatto una sola lezione di guida; mi stavo recando giusto alla seconda lezione il giorno dell’ultima caduta, quella in cui mi sono fatto male.
Riguardo a queste 5 cadute, tutte avvenute nell’arco di 1 sola settimana, ne stavo discutendo con il mio istruttore, con il quale ho un filo diretto preferenziale di comunicazione. Si tratta praticamente sempre di cadute da fermo o quasi fermo, in situazioni in cui la totale assenza di dimestichezza nella gestione del peso della moto (da notare che sono alto 160 cm per un peso di 51 kg) abbinata ad un senso ulteriore di insicurezza che associo al fatto di non riuscire a toccare in terra entrambi i piedi in maniera completa mi hanno indotto ad errori, che a parte l’ultima caduta non avevano avuto conseguenze.
Le prime due cadute sono avvenute il giorno che sono andato a ritirare la moto a 100 km di distanza da casa mia per una strada molto tortuosa, con tanti saliscendi e tornantini. Ma le cadute si erano entrambe verificate trovandomi a dovermi fermare nel momento di inserimento in rotatoria. Attimi di indecisione, mi fermo non mi fermo, mi hanno fatto ritrovare con la moto a terra e qualche lieve sbucciatura alle ginocchia. La terza caduta, due giorni dopo aver preso la moto, è stata invece più una caduta della sola moto da fermo, essendo io rimasto in piedi, appena giunto ad una piazzola di sosta dove parcheggiare la moto. In quel caso a mandarmi in crisi è stata la presenza di una mia amica proprio all’interno della piazzola in cui mi stavo fermando, temendo probabilmente di poter finire un po lungo col rischio di andargli addosso. La quarta caduta, due giorni dopo, un po me la sono quasi andata a cercare. Nel senso, facevo un giretto tranquillo (come altro non possono essere i miei giri) ed ho voluto mettermi alla prova andando con la moto su una salitina molto ripida in cima alla quale avrei dovuto svoltare a sinistra per entrare in un parcheggio, soltanto che ho trovato il cancello chiuso e l’attimo di indecisione su come procedere (proseguire dritto per poi fare inversione a u oppure fare direttamente l’inversione) mi hanno fatto di nuovo andare in terra, con un’altra sbucciaturina al ginocchio. L’ultima caduta invece, stavo arrivando piano piano in prossimità di un incrocio con Stop dove avrei dovuto svoltare a sinistra. In questo caso avevo accennato ad iniziare la svolta a sinistra nel momento in cui mi sono fermato e la moto mi è caduta sulla gamba sinistra infatti riportando i danni piuttosto seri che ho detto. Ora mi aspettano diversi mesi di malattia a casa ed ho molto tempo per riflettere e cercare di capire cosa posso fare per abbattere il rischio di nuove cadute di questo tipo. E al momento, anche parlandone col mio istruttore, grande appassionato ed intenditore di moto, sarei orientato a far abbassare l’altezza della sella di quel tanto che possa bastare a farmi sentire più sicuro nell’appoggio con i piedi da fermo. C’è molto tempo purtroppo ancora prima di poter arrivare a risalire in moto, quindi mi documento per cercare di capire il modo migliore per abbassare di quei 3-4 cm
circa la moto per guadagnarne in senso di sicurezza, alterando di nulla o il meno possibile il comportamento della moto con cui mi sono trovato molto bene da subito in movimento. Al momento quindi mi chiedo se possa essere corretto come prima cosa agire sul precarico, magari di poco, anche considerando che le moto da impostazioni di fabbrica sono tarate su conducenti con un peso di circa 80 kg mentre io ne peso 51. Se questo, come probabile, non dovesse essere sufficiente, sono interessato a valutare la possibilità di farmi installare un kit di abbassamento da 2 cm tipo Matisse. Per ultimo lascerei il dover fare rimaneggiare la sella togliendo parte dell’imbottitura (non vorrei rinunciare alla comodità in previsione di futuri viaggi) oppure eventualmente facendola restringere (che al mio occhio inesperto sembra già abbastanza stretta di suo). Oltre a questo, per la prossima volta che risalgo sulla moto non mi farò mancare un bel paio di stivali da moto ultraprotettivi.

PS: per ora ho sempre frenato con l’anteriore, mai toccato il pedale del posteriore.
 
16168414
16168414 Inviato: 4 Lug 2020 11:27
 

L'unico consiglio che mi sento di darti è,quando sarai guarito, di girare il più possibile in un piazzale ampio, piano e sgombro, per acquisire padronanza del mezzo a bassa velocità. Vista la tua situazione fisica con un un'altezza che ti penalizza, dovrai abituarti ad osservare la strada con molta attenzione, per preparare bene le fermate, in luoghi sicuri e spostando in anticipo il corpo in una direzione favorevole alla pendenza.

doppio_lamp.gif
 
16168447
16168447 Inviato: 4 Lug 2020 16:33
 

Prima di tutto ti auguro una lesta guarigione.

Per me, semplicemente la moto è troppo alta e per quanto tu ti ci voglia allenare potrai cadere sempre in situazioni concitate e dove la strada non è perfettamente piana.

Quindi, come già ti hanno consigliato, vedi se facendo abbassare tutto il più possibile riesco a toccare con almeno tutti e due gli avampiedi. Sempre come ti hanno già detto allenati a spostare il bacino per toccare bene almeno con un piede se sei su salite, dossi e fatti vari, restando ben conscio del fatto che se c'è il brecciolino e il piede ti scivola comunque chiappe a terra ci finisci.

Poi, appunto, moto alta significa che se ti cade da ferma è più difficile saltare via e non finirci sotto.

Io sono 1.73 x 63 kg e porto una moto che pesa 280 kg, ma tocco con tutti e due i piedi per bene a terra, nonostante questo una volta comunque da fermo su una salita in curva con una pendenza strana l'ho stesa. Quando ho provato a guidare moto più leggere ma più alte il rischio di finire con il culo a terra in manovre a bassissima velocità o nel fermarmi era decisamente più alto.
Sono cose che capitano ma certo 4 cadute di fila sono eccessive

Altra cosa, le protezioni, mettitele, fanno poco fico, sono scomode ma mo magari ti eri risparmiato una frattura.
 
16168464
16168464 Inviato: 4 Lug 2020 20:03
 

Si, in effetti sono duretto, mi è servito fratturarmi per bene per capire che gli stivaloni con parastinchi che ho scartato in negozio per prendermi le scarpette Stylmartin probabilmente mi avrebbero salvato dalle lesioni per questa volta, quindi di sicuro quando risalirò sulla moto li metterò. E mi è dovuto servire anche a capire che la moto va abbassata, e infatti mi sto documentando ed ho individuato un kit di abbassamento Metisse di 2 cm, che dovrebbero permettermi di toccare giusto con tutto l’avampiede di entrambi i piedi.
Vi ringrazio tutti per le vostre risposte.
 
16168467
16168467 Inviato: 4 Lug 2020 20:47
 

Premetto che non ho da insegnare nulla a nessuno ed io per primo ho da imparare, qui sul tinga in un topic simile al tuo lessi il consiglio di usare il freno posteriore a bassissima velocità e quasi fermo, almeno fino al momento di poggiare le zampe a terra. Sono poco più alto di te, anche io leggerino, con la mia tocco ma appoggio appena entrambi I talloni a terra. Io un paio di volte praticamente da fermo mi son salvato di culo e grazie alla forza nelle gambe che ti viene a mo’ di superpotere pur di non sdraiare la moto (ma poi la fitta alla schiena ti punisce). Entrambe le volte perché ho toccato il freno anteriore, una volta a manubrio girato e l’altra quasi dritto ma solo quasi. Ero convinto di aver appena sfiorato la leva del freno ma il risultato è stato forcella che si comprime seppur di poco, manubrio che tende a chiudere seppur di poco ed io con zampata a terra che di misura riesco a tenere ma se ci fosse stato brecciolino o uno in terra visto che tocco ma non ci avanza granché avrei sdraiatola moto. Da allora, dopo aver letto qui uso sempre il posteriore da quasi fermo.
 
16168479
16168479 Inviato: 4 Lug 2020 22:17
 

Innanzitutto auguri di rimetterti presto senza problemi o strascichi. Ci sono passato anche io, anche se a dire il vero più che cadere, fortunatamente finora ho soltanto appoggiato la moto a terra e i forse tre episodi sono diluiti in tre anni: però alla fine i motivi sono sempre quelli: fermo o quasi, un appoggio non sicuro perchè precario a causa della statura e magari accentuato dalle imperfezioni del fondo stradale, lo sterzo si chiude e la moto superato un certo angolo va per i fatti suoi.....

Poi però, leggendo il tuo primo post, dove chiedi se sia più sensato mollare tutto o rimetterti in sella sullo stesso mezzo, pur se abbassato, non posso fare a meno di chiedermi: ma perchè dover proprio scegliere tra due estremi? Scusa se mi permetto, dall' alto dei miei 164 cm e dalla mia solo triennale esperienza, ma perchè non pensare ad un mezzo che sia già più abbordabile di suo per prendere confidenza? Il CB 500 non è certo in assoluto grande e grossa, ma nella sua categoria di moto A2, e già relativamente pesante, per quanto ben studiato come distribuzione delle masse, penso che a regime arrivi quasi sui 200 kg.

Magari se hai queste insicurezze, dovute a inesperienza, età non più giovanissima - ma aggiungo, sempre decisamente più giovane di me, quindi con tutte le possibilità ancora intatte - e fisico, purtroppo occorre dirlo, come me, non da discobolo, e necessiti un bel pò di "allenamento", perchè non farlo su un mezzo più adatto? Qualcuno ha menzionato lo scooter, sarebbe una alternativa intelligente per la mobilità ma forse non per il paicere della moto in se stesso se vai cercando questo. Ma magari, non so, una 250, massimo 350 anche più che usate, da tenere un paio di anni e smaliziarti sulle manovre a bassa / bassissima velocità e sulle situazioni di arresto nelle condizioni meno favorevoli (pendenza, strada non piana, asfalto non compatto....). Non so, non conosco bene il mercato, ma so che anni fa le moto erano raffreddate ad aria e senza tanti ammenicoli , esempio Yamaha ha fatto fino a pochi anni fa il 250, non ricordo se sigla era Ybr ma non credo fosse quella, me lo aveva proposto il concessionario in alternativa alla MT, saranno ben più leggeri delle odierne, penso, e credo anche bassi viso la conformazione della sella in un pezzo solo come si usava. Oppure stare sulle versioni custom, che tanto leggere non saranno ma hanno selle e baricentro basse (l' equivalente della tua CB 500 è la Rebel): a me francamente non piacciono, ma se l' alternativa fosse smettere del tutto, o continuare a correre rischi le considererei.

Naturalmente si tratterebbe di moto di transizione, giusto per fare un poco di pratica con maggior sicurezza, nonchè maggior fiducia da parte tua. Perchè il continuo scontrarsi con realtà poco piacevoli, alla fine fa perdere la fiducia in se stessi, anche se sappiamo che non ne abbiamo colpa.

E comunque, fondamentale, sempre coperto ad hoc: giacca e pantaloni con protezione, stivali o scarponcini adatti, guanti
 
16168548
16168548 Inviato: 5 Lug 2020 9:48
 

L’idea di prendere una seconda moto più leggera per questa primissima fase di apprendistato, non mi entusiasma particolarmente, anche perchè mi sembra difficile trovare un mezzo con caratteristiche tali che lo rendano effettivamente molto più idoneo di quello che gia ho per iniziare; ma terrò in considerazione anche questa ipotesi se non funzionerà il mio piano A, ovvero riprovare sempre con la mia moto ma ribassata. Ad ogni modo ho l’opportunità di farmi un bel po di lezioni di guida con la Kawasaky Er ribassata della scuola e con la quale farò l’esame.
Per curiosità, plantigrado tu che moto guidi attualmente? Tocchi con entrambi i talloni?
Grazie ancora a tutti voi che mi avete risposto.
 
16168584
16168584 Inviato: 5 Lug 2020 13:53
 

filobike ha scritto:

Per curiosità, plantigrado tu che moto guidi attualmente? Tocchi con entrambi i talloni?
Grazie ancora a tutti voi che mi avete risposto.


Allora, Yamaha MT 03, anno 2016, in mio possesso dalla primavera 2017 e ho varcato proprio ieri la soglia dei 30000 km. L' avevo trovata quasi per caso, mentre ero in procinto di valutare proprio la Honda
CB 500 F che è moto "più moto" un pò in tutto........No, evidentemente non tocco con entrambi i talloni, e neppure con la pianta piena: sella a 78,5 cm, io 164, tocco bene con la semipianta di entrambi. Però la sella è snella e il mezzo pesa 170 / 175 kg circa. In più, non so se c' entra ma statura a parte sono ben strutturato, muscoloso e solido. Io me la cavo spostandomi agli stop a dx e sx e in questo modo riesco ad avere in generale un solido appoggio su una gamba ma ben piantata. Ho detto "in generale", poi le eccezioni, purtroppo, ci sono state, e spero di no, ma forse ci saranno ancora.... ma lì - finora - è stata carenza di conoscenze, di tecniche: non l' ho sdraiata da ferma o in frenata o in procinto di fermarmi o ripartire, ma sempre in tentativi di inversioni a bassissima velocità in spazi ristretti.
 
16168585
16168585 Inviato: 5 Lug 2020 14:38
 

Eh be si, in effetti tra te e il tuo mezzo e me col mio, c’è un bello svantaggio già di partenza per me, pure tralasciando la differenza di esperienza. Tu sei più alto di me di 4 cm ed hai una sella 0,4 cm più bassa della mia, oltre ad una moto di circa 15-20 kg più leggera. Senza dubbio hai fatto una scelta molto più intelligente di me eusa_think.gif
 
16168604
16168604 Inviato: 5 Lug 2020 16:34
 

filobike ha scritto:
. Senza dubbio hai fatto una scelta molto più intelligente di me eusa_think.gif


No beh, io non la vedrei in questi termini. Ero un principiante e aggiungo, ignorante, pressochè assoluto, e documentandomi e visionando schede, ho capito che per ragioni fisiche dovevo orientarmi sul segmento naked. Poi, quale naked? Io per mia convinzione volevo partire da un 250; poi guardando le comparative su internet, ho capito che il target corretto parlando di moto nuove o poco usate allora -2026 / 2017, sarebbero state le 300 della categoria A2: Yamaha, Kawasaki, Honda che allora era ancora 250, e con molte riserve KTM...solo che poi sempre confrontandomi questa volta qui sul forum mi era stato detto di non avere timore di 200 cc in più, e fortemente consigliato la Honda CB 500, versione F, sempreverde tuttofare....e infatti stavo seguendo gli usati di quella, che avevo anche provato per un poco in cortile concessionario; poi ho trovato poco lontano da casa la occasione Yamaha che aveva un anno giusto ma poche centinaia di km e ho fatto quella scelta. Finora si è rivelata giusta, anche se non nascondo, nell' ultimo anno mi è venuta la tentazione di un upgrade......
 
16168619
16168619 Inviato: 5 Lug 2020 17:55
 

Purtroppo stai facendo rapidamente esperienza, ma a caro prezzo.
Sei lucido nell'analisi. E' evidente che il mix altezza tua/altezza moto/peso moto hanno provocato le varie cadute da fermo o quasi. Quando, errore, per maggior sicurezza hai cercato di appoggiare ENTRAMBI i piedi a terra.
Errore perchè se non ci arrivi...non ci arrivi.

Già diversi consigli ti sono arrivati. Tutti giusti. Concentrati su quelli di Ansetup.
Queste sono foto di un'amica forse più bassa di te che guida maxi enduro e partecipa anche (amatorialmente) ad alcuni importanti rally africani:

immagini visibili ai soli utenti registrati



immagini visibili ai soli utenti registrati



Devi quindi scegliere un lato (e quindi un piede) quando ti fermi o stai per fermarti. Lei, ad es., se può si prepara prima o è velocissima a farlo in surplace (visto dal vivo). Moto più verticale possibile e manubrio dritto.

Poi, tutto giusto: kit abbassamento, riduzione dei precarichi ant./post., sella bassa o solo svasata ai lati sono tutte migliorie che aumentano i cm. utili.
Agire sulle sospensioni, se fatto con criterio, non stravolge la ciclistica della moto (un amico ha montato il kit abbassamento sulla sua BMW GS e si trova benissimo).
 
16168624
16168624 Inviato: 5 Lug 2020 18:56
 

PaoloGrandi ha scritto:
Quando, errore, per maggior sicurezza hai cercato di appoggiare ENTRAMBI i piedi a terra.
Errore perchè se non ci arrivi...non ci arrivi.


È interessante come certi messaggi dai contenuti quasi ovvi, spesso già sentiti e ritenuti quasi scontati, ma non veramente compresi, possano talvolta apparire tanto illuminanti. Ho capito, credo. Spero di ricordarmene quando verrà il momento che potrò risalire in moto, per cui me lo ribadisco a promemoria: allenarsi a concentrarsi su una gamba sola!
Grazie di cuore, molto didattico. Fai lo psicologo?
 
16168639
16168639 Inviato: 5 Lug 2020 20:38
 

No. Sono pragmatico icon_mrgreen.gif
 
16168643
16168643 Inviato: 5 Lug 2020 21:04
 

L'ultimo "pattone" l'ho preso il 24 agosto, quasi un anno fa, il sesto in 42 anni di due ruote, cadendo da fermo e vestito a mostro, moto che cade a destra e io dietro sbattendo l'unica parte non protetta, il fianco, frattura composta del collo del femore, 3 viti lunghe 10 cm piantate e 45 giorni di divieto di carico, poi un mese di riabilitazione, poi stampelli per un po'..., ma la prima cosa che ho fatto con gran piacere dopo 96 giorni è stato risalire in sella, era il 30 novembre, guidare in mezzo al traffico e ridere dentro al casco, come uno scemo, come un bambino...ho 56 anni, 100 kg, 190cm...e sono caduto lo stesso! 0510_sad.gif in moto sempre! 0510_saluto.gif
 
16168870
16168870 Inviato: 6 Lug 2020 14:15
 

Ciao Filo, ti ritrovo qui dopo aver risposto sull'abbassamento della CB, e ora capisco il perché.
Tantissimi auguri di pronta e completa guarigione.

Appena ti rimetterai, ti straconsiglio di fare tutto il possibile per abbassare: quindi kit sospensioni (e stampella) e anche sella, insieme.

Spesso chi ha un'altezza sufficiente per toccare non si rende conto che per noi bassetti 1 cm in più o in meno può fare una grande differenza. E non c'è tecnica che tenga: finché la situazione è ottimale ti puoi inventare numeri da funambolo e te la cavi, ma appena ci sono problemi (avvallamenti, discese, salite, rampette, inversioni...) serve poter toccare con sicurezza, punto.

Tutte e tre le volte che mi è caduta la VTR è successo da fermo (beh una volta non conta perché l'ho trovata per terra con una buca nell'asfalto...) e sempre per questo stesso motivo, sella troppo alta. Quindi hai tutta la mia comprensione!!

Ero arrivato al punto che temevo di prendere la moto per le normali commissioni in città, perché ogni volta le manovre, i parcheggi e i piccoli imprevisti mi mettevano in difficoltà.

Da qualche anno ho affiancato alla Honda (sella a 81cm) una splendida Triumph Street Twin (sella a 76.5, ora 78.5 per cambio ammortizzatori e imbotittura maggiorata), che ha anche il baricentro basso.
Beh sono rinato. Fine dei problemi. Uso la moto in ogni occasione con immenso piacere. 0509_up.gif

Alla VTR ho rifatto la sella guadagnando 1 cm e ora va meglio, ma è comunque alta e la uso malvolentieri.
 
16172626
16172626 Inviato: 22 Lug 2020 6:09
 

È trascorso un mese dalla caduta, e 3 settimane dall’intervento chirurgico di riduzione della stessa. In questo periodo ho avuto molto tempo per riflettere e documentarmi sull’accaduto, sulle moto, sui miei problemi nella mia moto. Ancora mi sorprendo se penso che una caduta così banale sia bastata a farmi così tanto male. Ed alterno periodi di ottimismo ad altri di sconforto, specialmente pensando che ci vorranno ancora mesi se andrà tutto bene prima di poter riprendere una vita normale e risalire in sella. Riguardo le mie problematiche della eccessiva altezza della sella, dopo aver valutato soluzioni come leveraggi per abbassare il mono abbinati a sfilamento delle forcelle, lavori di rifacimento della sella per renderla meno spessa ma non meno comoda, regolazioni delle sospensioni...pare di essere giunto ad una soluzione grazie all’acquisto di un paio di stivali da moto Daytona, molto ben fatti e con un rialzo davvero notevole, più che sufficiente a risolvere il mio problema con la moto da quel punto di vista, e senza dover ricorrere a modifiche sulla ciclistica e sulla imbottitura della sella. Peccato che potrò valutare se effettivamente funziona solo tra molto tempo.. Trascorro il mio tempo attaccandomi al pensiero di quando potrò di nuovo tornare in moto, e leggendo questo bellissimo forum tra le altre cose, e questo in parte riesce a darmi sostegno in questi giorni, settimane, mesi, così difficili per me. Grazie di cuore

immagini visibili ai soli utenti registrati

 
16173123
16173123 Inviato: 23 Lug 2020 22:14
 

Contento che hai trovato una soluzione!

Riprenditi presto! doppio_lamp.gif
 
16173175
16173175 Inviato: 24 Lug 2020 6:34
 

Caspita.
Coraggio.
L'unica cosa che nella mia esperienza mi sento di dirti è che essendo il freno dietro a destra, la gamba preferibile per l'appoggio in molte situazioni è proprio la sinistra.
Infatti nelle immissioni sulle strade di crinale, ovvero con moto che tende ad andare indietro, diventa importante poter tenere il piede destro sul freno posteriore perché la ruota davanti non ha peso e tende a strisciare.
Buona guarigione
 
16173179
16173179 Inviato: 24 Lug 2020 7:26
 

Inoltre istintivamente tra la due gambe quella che mi verrebbe più automatico di appoggiare è proprio la sinistra...speriamo che l’osso si saldi bene e non mi resti la paura di forzare con questa gamba.
 
16173265
16173265 Inviato: 24 Lug 2020 11:02
 

Purtroppo ci sono passato anch'io (caduta durante gli allenamenti sulla panca da mezzo metro di altezza e con disarticolazione della spalla) e quando ci sono di mezzo gli ossi sembra che non sara' mai tutto come prima. Poi passati 6 mesi si ritorna quasi alla normalita'. 0509_up.gif

0510_saluto.gif
 
16175260
16175260 Inviato: 3 Ago 2020 9:54
 

anche io, nonostante sia alto, ho trovato un gran beneficio dagli stivali, aggiungendo un paio di cm! l'unica cosa è stare attento alla larghezza di questi, in quanto, il mio bordo dello stivale è all'altezza precisa del cambio (e del freno), piu di una volta in manovra mi si è agganciato lo stivale alla pedalina icon_asd.gif icon_asd.gif quindi, se sei nella mia stessa situazione, gambe larghe! rotfl.gif
 
16175411
16175411 Inviato: 4 Ago 2020 7:15
 

Ciao, da quello che scrivi mi sembra che si tratti solo di poca esperienza, oltre ovviamente alla tua altezza.
Io sono 1,69 ma corto di gamba, l'unica moto con cui abbia mai toccato completamente e benissimo con entrambi i piedi è la Vulcan S 650 (e anche io ho avuto la CB500F my16), pertanto mi sento di consigliarti di riprovare con la moto ma di cambiarla magari con una Rebel 500, avresti una tale sicurezza toccando bene che ti permetterebbe di non avere problemi in manovre di emergenza: una frenata improvvisa o anche semplicemente fermarti e parcheggiare sul brecciolino (una volta stavo per sdraiare la Suzuki GSR600 sotto l'ufficio con conseguente figura di mer.... rotfl.gif ).

Dopo che avrai fatto tanta pratica e acquisito sicurezza allora potrai riprovare con moto più alte.

Al momento non abbatterei troppo, sono cose che capitano 0509_campione.gif
 
16175511
16175511 Inviato: 4 Ago 2020 12:40
 

Anche mia moglie ha il tuo stesso problema.
Monster con sella bassa e ora abbiamo abbassato anche la moto e riesce a toccare meglio.
Comunque deve avere sempre mille occhi su dove decide di fermarsi, un banale avvallamento della strada vanifica tutte le altre soluzioni.
A parte questo ti riporto invece la sua esperienza con gli stivali: stivali Sidi ultraprotrettivi da strada, li usava con la MT07 ora non più perché sono si protettivi ma anche abbastanza rigidi: questo implica che non riesce a distendere bene il piede e quindi le fa perdere i cm guadagnati con il ribassamento. Spero i tuoi siano diversi.
 
16175513
16175513 Inviato: 4 Ago 2020 12:42
 

Grazie per i messaggi. Però le custom non mi piacciono. Credo che se gli stivaloni rialzati non bastassero a darmi quella sicurezza di cui ho bisogno in questo momento, farei installare il kit di leveraggi per abbassare la moto di 2 cm per poi toglierli quando avrò maggiore confidenza col mezzo. Oggi ho fatto il controllo ortopedico a 5 settimane dall’intervento e dicono che per ora sembra procedere bene per cui da oggi posso mettere entrambi i piedi per terra e caricare un 20% del peso corporeo sulla gamba malata fino al prossimo controllo di Settembre. La situazione è lunga ancora, ma oggi è un giorno positivo e me lo godo. Ho una gran voglia di tornare sulla mia moto...
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Sicurezza e PrevenzioneEsperienze personali, Guida Sicura

Forums ©