Leggi il Topic


Indice del forumForum Generale

   

Pagina 1 di 1
 
Viaggiare in autostrada a giri elevati?
16159564
16159564 Inviato: 31 Mag 2020 3:11
Oggetto: Viaggiare in autostrada a giri elevati?
 



Buonasera a tutti, dato che non ho trovato da nessuna parte questa domanda la scrivo qui in quanto voi siete più competenti di me.
Cosa succede se con un monocilindrico 4 tempi per la Precisione con una benelli trk 251 si fanno 300km di autostrada a 130kmh con i giri motore che sono più o meno 8mila? Quali danni si possono riportare.
 
16159573
16159573 Inviato: 31 Mag 2020 7:42
 

Non succede nulla.
Basta che ci sia olio nel motore, certo si possono utilizzare alcune accortezze come, ad esempio, diminuire gradualmente il numero di giri prima di uscire dall'autostrada in modo che la moto si raffreddi gradualmente, ma anche qua sono più "pippe mentali" che avevano più senso con motori raffreddati ad aria dove la dilatazione termica era maggiore, qui parliamo di un motore moderno raffreddato a liquido.

Ripeto prima cosa che ci sia olio e che sia di ottima qualità, poi si magari alterna momenti a 130km/h ad altri ai 120/110km/h se proprio hai dei dubbi.

Per il resto vai sereno, se si deve rompere qualcosa si rompe per errori di progettazione o di fusione dei componenti, mi pare che il tuo motore abbia una zona rossa che inizia dopo io 10000 giri/minuto, 8000 giri/minuto non sono poco ma sei comunque non a limitatore quindi tranquillo.
 
16159584
16159584 Inviato: 31 Mag 2020 9:31
 

Danni non credo ne farai, ma credo sia meglio tenere la media intorno ai 100… meno vibrazioni, meno consumi e usura generale.

ciao

WK
 
16159587
16159587 Inviato: 31 Mag 2020 9:41
 

L'unico "danno" è che svuoteresti probabilmente il serbatoio del carburante! doppio_lamp.gif
 
16159600
16159600 Inviato: 31 Mag 2020 10:56
 

CBR_125R ha scritto:
[...] si possono utilizzare alcune accortezze come, ad esempio, diminuire gradualmente il numero di giri prima di uscire dall'autostrada in modo che la moto si raffreddi gradualmente, ma anche qua sono più "pippe mentali" che avevano più senso con motori raffreddati ad aria dove la dilatazione termica era maggiore, qui parliamo di un motore moderno raffreddato a liquido.


Su questa affermazione sono un po' perplesso... Sono quasi certo che nella mia precedente moto raffreddata ad aria (Ducati Monster 696), a quelle andature il motore era più freddo
 
16159606
16159606 Inviato: 31 Mag 2020 11:12
 

Allrossx ha scritto:
Su questa affermazione sono un po' perplesso... Sono quasi certo che nella mia precedente moto raffreddata ad aria (Ducati Monster 696), a quelle andature il motore era più freddo
beh non proprio con un pieno ho fatto 420 km e ancora potevo camminare
 
16159614
16159614 Inviato: 31 Mag 2020 11:46
 

Allrossx ha scritto:
Su questa affermazione sono un po' perplesso... Sono quasi certo che nella mia precedente moto raffreddata ad aria (Ducati Monster 696), a quelle andature il motore era più freddo

Il tuo di fatti è un 700cc.
Parlavo di sforzare molto un motore e quindi di farlo girare a lungo vicino al suo limite.
 
16159624
16159624 Inviato: 31 Mag 2020 12:28
 

Ciao 0510_saluto.gif
A 8000 g/m sulla Benelli Trk 251 sei al regime di coppia massima, non dovresti danneggiare il motore anche se ci fai quelle centinaia di km di autostrada.
Come altri consigliano, alterna un po' velocità codice con altre più basse, così fai riposare il propulsore.
 
16159626
16159626 Inviato: 31 Mag 2020 12:35
 

wkowalski ha scritto:
Danni non credo ne farai, ma credo sia meglio tenere la media intorno ai 100… meno vibrazioni, meno consumi e usura generale.

ciao

WK



quoto...

con una moto che ha una velocità di punta di poco superiore a quella permessa dal Cds, il fatto di viaggiare attorno ai 100/110 km/h credo sia l'ideale... non stressi troppo il motore ed i suoi componenti (anche se viaggiando ai 130 fissi non distruggeresti nulla), risparmi carburante, viaggi sereno... e arrivi 20 min. dopo! icon_biggrin.gif
 
16159658
16159658 Inviato: 31 Mag 2020 14:59
 

Andrea991 ha scritto:
beh non proprio con un pieno ho fatto 420 km e ancora potevo camminare


Bhe, non credo che a tutta velocità la moto abbia lo stesso consumo che in un utilizzo normale, per cui ci sta che una sosta al distributore tu la debba fare.

Penso anche che 300 km - 2 ore e mezzo di fila - vengano a noia prima a te che alla moto, per cui una fermata potrebbe starci. Concordo anch'io che viaggiare ad una velocità di crociera inferiore alla velocità massima sia sicuramente meglio per tutti, ma non credo che un 4 tempi tranquillo possa subire grossi danni.

Non so se tu abbia la necessità di farti tutti quei chilometri nel minor tempo possibile, ma onestamente, con un mezzo del genere pensato per tutt'altro utilizzo, potendo mi godrei piuttosto delle strade secondarie dove muovermi all'andatura più adatta. Se poi hai esigenza di usare l'autostrada, penserei che sia meglio evitare di stare a tutto gas per tutto il tempo, ma cercherei di mantenere una velocità di crociera sui 110/120 km/h: il tempo sarà grossomodo lo stesso, lo stress meccanico ed il consumo inferiori.
 
16159664
16159664 Inviato: 31 Mag 2020 16:07
 

Premetto che non ci si dovrebbe mai dimenticare che il motore è fatto di... materiale ferroso, quindi l'unica cosa di cui veramente dovremmo preoccuparci è che sia stata fatta la manutenzione e poche cose essenziali tra cui verificare il livello dell'olio.

wankelmania ha scritto:
alterna un po' velocità codice con altre più basse, così fai riposare il propulsore.

Se stiamo parlando di benessere del motore, la variazione del regime di funzionamento è una delle cose che lo danneggia di più icon_smile.gif
La situazione ideale è quando si trova allo stesso regime (anche se credo si danneggino le fasce se questo è l'uso prevalente, cosa presumo improbabile per il motore di una moto) quindi mi accodo ai consigli di chi suggerisce di mantenere 100-110 km/h.
 
16159790
16159790 Inviato: 1 Giu 2020 10:11
 

è meglio se scendi di 20-25km/h, ci metti un po di più ma il confort ne ringrazia, la moto anche ma principalmente tu
 
16160003
16160003 Inviato: 2 Giu 2020 10:48
 

Allrossx ha scritto:
Premetto che non ci si dovrebbe mai dimenticare che il motore è fatto di... materiale ferroso, quindi l'unica cosa di cui veramente dovremmo preoccuparci è che sia stata fatta la manutenzione e poche cose essenziali tra cui verificare il livello dell'olio.


Se stiamo parlando di benessere del motore, la variazione del regime di funzionamento è una delle cose che lo danneggia di più icon_smile.gif
La situazione ideale è quando si trova allo stesso regime (anche se credo si danneggino le fasce se questo è l'uso prevalente, cosa presumo improbabile per il motore di una moto) quindi mi accodo ai consigli di chi suggerisce di mantenere 100-110 km/h.

In effetti mi sono sempre chiesto se su un 4t sia meglio mantenere il regime di rotazione costante, oppure se fare delle lente variazioni di velocità possa dare una mano al motore.
 
16160010
16160010 Inviato: 2 Giu 2020 11:36
 

L'aiuto più grande che puoi dare al tuo motore è quello di non fargli mai mancare cose essenziali come olio, liquido refrigerante, piccole cose della manutenzione ordinaria e ogni tanto dare un'occhiata alla strumentazione mentre sei in marcia per controllare la temperatura dell'olio/liquido e per verificare che non accendano spie rosse.

Per il resto, solo gas icon_smile.gif
 
16160012
16160012 Inviato: 2 Giu 2020 11:46
 

Io quando sono prorpio obbligato a fare l'autostrada cercodi variare ogni tanto i giri del motore e di non fossilizzarmi dall'inizio alla fine sulla stessa andatura, che siano pippe mentali siamo d'accordo poi.

Riguardo il fatto se su un 4t è meglio variare i giri o rimanere costanti considerando sempre che stiamo parlando di aria fritta, su alcune moto nei manuali in fase di rodaggio viene caldamente sconsigliato di rimanere fissi su un certo numero di giri ma di variarlo
 
16160022
16160022 Inviato: 2 Giu 2020 12:49
 

In fase di rodaggio ovviamente il discorso è completamente diverso e sono d'accordo con il suggerimento riportato in gran pare dei manuali d'uso e manutenzione icon_smile.gif

Riguardo il variare dei giri del motore rimango nella mia posizione: pensa a quanto maggiore è la durata dei motori aeronautici o navali, in parte proprio perché girano praticamente sempre allo stesso regime!
 
16160030
16160030 Inviato: 2 Giu 2020 13:29
 

Fino ad ora di autostrada avrò fatto si e no 1500km e ne ho 10000km, non saprei fino ad ora tagliandi ogni 3000km e controllo ogni giorno tutto
 
16160097
16160097 Inviato: 2 Giu 2020 19:33
 

Il punto è se quei 300 Km servono per spostarsi da A e B o per divertirsi. In quest'ultimo caso non prendere l'autostrada almeno per qualche tratto, per trovare il compromesso divertimento/orario di arrivo.

Restando al tema, avendo un 125 cc, ti posso assicurare che sopra un tot di giri accelera finchè vuoi ma ad aumentare saranno molto più i consumi e usura che la velocità reale!! Cioè, dovresti basarti sulla tua velocità massima e assestarti sull' 80-85% di essa. Per velocità massima intendo quella standard, non quella ottenuta dopo rettilinei di 30 Km in leggera pendenza!

PS Sul discorso motori di navi e aerei, quelli sono progettati per viaggiare a regimi costanti, lo stesso discorso vale per i motori diesel delle auto con tanta coppia in un discreto range di giri.
Per quanto riguarda le moto non saprei e non mi esprimo.
 
16160302
16160302 Inviato: 3 Giu 2020 10:36
 

Un motore è fatto per andare.
Con la giusta manutenzione ed i giri giusti (non sei fuori giri? bon.. tutto ok) il massimo che puoi fare è consumare gomma
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Generale

Forums ©