Leggi il Topic


Indice del forumForum Motocicliste

   

Pagina 1 di 1
 
Mi raccontate le vostre esperienze con la scuola guida?
16012365
16012365 Inviato: 26 Set 2018 17:47
Oggetto: Mi raccontate le vostre esperienze con la scuola guida?
 

Ancora ciao a tutti icon_biggrin.gif
volevo raccontare la mia pessima esperienza con la scuola guida.... è la seconda volta che rinnovo il foglio rosa, il primo anno ho dovuto farlo scadere perchè ho avuto una bella caduta e ci ho messo un po a riprendermi. Appena rinnovato anche se un po bloccata dalla paura sono risalita in sella alla mia motina e ho fatto dei miglioramenti così mi sono detta '' facciamo che riprendo anche a fare le guide con il mio amico istruttore così do l' esame e posso gironzolare tranquilla'', niente di più sbagliato ripreso con lui invece di andare avanti vado indietro eppure anche se vado piano le cose le faccio ( rotonde, curve e partenze) ma per lui non è abbastanza ( i suoi appunti decide di farli urlandomi nell'orecchio e di conseguenza faccio delle guide pessime ) . Mi dite se è così sbagliato arrivare all'esame procedendo piano ? anche sulle traiettorie rompe ma gli stop non li taglio... non so cosa fare.
doppio_lamp_naked.gif 0510_help.gif
 
16012384
16012384 Inviato: 26 Set 2018 20:49
 

Ciao, mi spiace per l'esperienza negativa, purtroppo c'è una gran quantità di persone che si trova nella condizione di dover insegnare che è incapace di farlo.

Capiamoci, può darsi anche che l'istruttore abbia ragione a riprenderti, io questo non posso saperlo finché non andrò a fare un giro in moto insieme a te, ma al di la di tutto quando si ha una qualsiasi interazione umana c'è un discorso di contenuti (su cui non posso commentare) e c'è un discorso di forma che in questo caso, da quanto descrivi, è assolutamente inadeguata.

L'insegnamento richiede padronanza della materia, ma anche tutta una serie di capacità comunicative, espositive e doti umane, nel caso specifico della guida di una macchina o una moto è assolutamente vitale che chi deve imparare sia messo a proprio agio e sia in un ambiente che infonda per quanto possibile tranquillità e calma... un qualsiasi insegnante che si permette di alzare la voce, al di la delle considerazioni umane che terrò per me, è un pessimo insegnante perché si pone nella situazione di rendere difficile se non impossibile raggiungere il proprio scopo.

Detto questo, purtroppo, come ho detto è pieno il mondo di gente così. Io mi ci sono trovato quando ho fatto la patente della macchina. Per fortuna non ho fatto tante guide con l'insegnante perché ne ho fatte tante con mio padre. Lo stesso insegnante per altro l'ho ritrovato quando ho fatto la patente per la moto, ma la cosa m'ha disturbato fino ad un certo punto: la moto era mia, ho fatto giusto un paio d'ore di lezione che erano incluse con il costo della patente per prendere dimestichezza con il percorso in area chiusa ed è finita li, per il resto ho imparato a guidare per strada per conto mio. Per altro all'epoca avevo anche qualche anno di più sulle spalle e ho accusato molto meno essendo diventato un po' meno emotivo.

Più recentemente mi sono ritrovato nella stessa situazione quando ho provato a fare un corso d'arrampicata: insegnante che ti dice "fai questo" senza spiegarti come o perché e che ogni 3 per 2 ti urla contro... e francamente arrivato a 30 anni, dopo 8 ore di lavoro piuttosto stressante se decido di fare un'attività sportiva o ludica voglio poter star rilassato e divertirmi, non stressarmi ulteriormente.
Risultato: non sono arrivato manco a finire il corso (anche per evidenti limiti fisici legati a fratture ottenute proprio in moto, ma questa è un'altra storia icon_mrgreen.gif ) e ho abbandonato l'arrampicata a favore della speleologia trovandomi un gruppo di gente che oggi posso definire amici, senza se e senza ma.
 
16012395
16012395 Inviato: 26 Set 2018 22:27
 

Ho avuto la fortuna di poter guidare la mia prima moto, una Ducati Scrambler 450 negli anni '70, con la patente B, senza frequentare nessuna scuola guida, non esistevano per le moto.
Ho ritirato la moto, nuova, dal concessionario, l'ho avviata con la pedivella e sono partito pian piano, a 50 km/h mi sembrava di volare.
Prima mi ero figurato in testa tutti i movimenti frizione/cambio/acceleratore e non ho avuto neanche il problema di farla spegnere, dopo 45 anni e varie moto sono ancora in sella, senza aver fatto ne subìto nessun incidente, tranne un paio di cadute "stupide" a 20 km/h.
Ho avuto fortuna, il consiglio che ti posso dare è cambiare istruttore e fare chilometri in compagnia di persone che capiscano il tuo livello di capacità e si regolino di conseguenza.
 
16012399
16012399 Inviato: 26 Set 2018 22:49
 

Di me potrai leggere bene nel mio post "prime due guide fatte" o nella mia presentazione icon_wink.gif
Diciamo che durante le prime guide non mi sono trovata bene con l'istruttore..urla e mi sentivo sotto esame...senza sapere che così mi bloccavo..Sicuramente lo faceva per darmi una mossa....ma otteneva effetto contrario......e stavo fissa cadendo..
Ora..sono sempre molto tarda e diventerò la loro migliore cliente..guidando ancora una 125...ma col tipo sto quagliando molto meglio......
Non so quanto ci metterò..ho tanti dubbi....però si prosegue.
Certo..se come te avessi già la mia moto..magari mi sentirei più sicura....guiderei in giro da sola....con paura..ma lo farei icon_wink.gif
Ma..non si molla RAGAZZA!!! Dai dai dai icon_wink.gif
Se riuscirò a farcela io..prima o poi..riuscirai anche tu....sicuramente prima di me icon_wink.gif
 
16012464
16012464 Inviato: 27 Set 2018 8:31
 

allora... la mia autoscuola non aveva la moto... e già avrei detto tutto. quando andai ad iscrivermi mi chiesero se avevo urgenza, perchè dovevano comprarne una di lì a breve, e c'era un po' da aspettare. era l'aprile del 2008. mi fecero il foglio rosa a maggio.
la moto non la vidi fino a luglio, quando andai a precisare che ok che non avevo urgenza, ma la patente volevo comunque prenderla. mi concessero due guide di mezz'ora, con la moto prestata da un'altra autoscuola, e l'istruttore (che veniva appunto dall'altra autoscuola) si faceva attendere per quasi un'ora (perchè nel frattempo doveva fare le guide per gli allievi suoi). curiosamente non usavamo l'interfono per le guide (lo teneva per l'esame), e l'istruttore si accomodava sul sellino dietro di me, e da lì mi diceva fai così, fai cosà. quindi alle difficoltà della guida si dovevano aggiungere quelle di portare un passeggero di un'ottantina di kg.
poi ci furono le vacanze estive.
poi ci fu l'incidente. un allievo fu travolto da un'auto mentre riportava la moto alla base, dopo l'esame, lui si fece anche male (era in bermuda, a quel tempo si poteva) e la moto rimase ferma un bel po' per le pratiche del sinistro, e un'altra ancora proprio non potevano procurarsela. a settembre finalmente potei fare altre due guide di mezz'ora sulla moto risistemata.
nel frattempo però mi ero comprata la mia (che per un caso era identica a quella della scuola guida), così finalmente potevo esercitarmi con continuità su strada e sul circuito birilli simulato, in un parcheggio deserto.
le ultime due guide le feci con la mia moto, a novembre, ma per l'esame dovetti usare quella dell'altra autoscuola che avevo usato all'inizio. finalmente riuscii a fare l'esame, giusto una settimana prima del limite ultimo. il giorno stesso dell'esame il tizio dell'autoscuola (quella che era senza moto) si presentò con la moto che finalmente si era deciso a comprare proprio il giorno prima... alla faccia del "di lì a breve"!

a parte i paurosi disguidi logistici gli istruttori delle due autoscuole non mi hanno trattato male, e anzi, erano pure simpatici. c'erano anche altre donne tra gli allievi, e anche loro non sono mai state maltrattate. certo non mi hanno insegnato a guidare. ma questa è una cosa abbastanza normale. la scuola guida non ti insegna mai veramente a guidare (nè avrebbe modo di farlo), al massimo ti insegna a superare l'esame, che è un'altra cosa. per quello ciascuno si deve arrangiare, una volta avuta la patente in tasca, facendo più km possibili.
 
16012496
16012496 Inviato: 27 Set 2018 10:03
 

lilit ha scritto:


certo non mi hanno insegnato a guidare. ma questa è una cosa abbastanza normale. la scuola guida non ti insegna mai veramente a guidare (nè avrebbe modo di farlo), al massimo ti insegna a superare l'esame, che è un'altra cosa. per quello ciascuno si deve arrangiare, una volta avuta la patente in tasca, facendo più km possibili.


quoto, ma solo in parte.
fortunatamente il mio istruttore (ex pilota ed amico) mi ha proprio insegnato a guidare!
curvoni fatti in piega a 160 km/h con lui davanti in auto marchiata "scuola guida" a fare da apri pista, ed io dietro a cercare di non morire rotfl.gif

ma mi rendo conto che è una mosca bianca, il 99% degli istruttori ti fa imparare l'esame, poi sarai tu e la tua moto ad imparare come si guida davvero per strada, come si impostano le curve ecc. ecc.

doppio_lamp.gif
 
16012505
16012505 Inviato: 27 Set 2018 10:18
 

Patente A3, prima avevo guidato un po uno scooter 250.

Marzo 2017, mi chiama l'istruttore per la guida:
"allora domani pronti, hai già guidato?"
"ho fatto la a2 2 anni fa ma ho guidato solo uno scooter 250 ogni tanto"
"ah nessun problema, la moto è un 900 yamaha ma molto facile e tranquilla"
vabbe.. speriamo, sarà una vecchia TDM

Mi porta in macchina dal concessionario perchè le ha fatto rifare la sella (ero ancora piu certo che fosse appunto una moto usata parecchio). La sento arrivare, non mi pare il rumore del bicilindrico TDM.. già inizia il panico..

cosa arriva? la nuova MT 09, APPENA uscita dal concessionario, mi pareva altissima, enorme in confronto alla honda cb500 della precedente patente (e vecchia..)

accendo, avrà avuto neanche 100km, scarico full akrpovic, insomma.. avevo sotto il culo una moto da 10000 euro.. ansia!!!

Accendo e si parte. Tutto molto tranquillo, va veramente bene.

percorsino, due tre slalom, qualche consiglio, tutto perfetto. via in strada, mi fa "gli automobilisti pensano che le moto vadano forte, quindi spingi pure", si ma in centro il limite era 50, fuori 70.. era sempre al minimo ma moto fluidissima.

Tempo due guide, "allora pronto per l'esame?"
eh, vabbe

passano due settimane ma ancora non c'era posto, finalmente alla terza mi fissano la guida. 8.30 di mattina, freddo pazzesco, non sentivo piu le mani

Arrivo la e mi fa "ora stanno facendo i 125, appena finito fai un giro del percorso di prova finche l'esaminatore è occupato"

ottimo, almeno dopo 3 settimane di fermo posso riprovare

finiscono tutti, faccio per accendere
"no non abbiamo tempo per le prove, vai con l'esame"

Bene ma non benissimo

Parto, percorsino, nel tratto in cui c'è da accelerare e passare in mezzo ai birilli a fine rettilineo c'era ghiaino, o freno o mi schianto negli alberi, una bella scodata al posteriore ma la moto rimane impeccabile.

Finito ciò si passa in strada, 10 minuti, sempre al limite dei 70 orari (quanto avrei voluto tirare un po quella mt 0509_si_picchiano.gif ) ma ero sicuro che mi avrebbero bocciato (anche se l'istruttore appunto mi disse vai pure, che le macchine si aspettano che tu vada veloce..)

parcheggio e stop, patente presa! istruttore: "ma non ti veniva voglia di tirare?", "si ma i limiti sono quelli!!"

ergo, patente presa senza nessuna difficolta, basta essere concentrati e rilassati (anche con una moto di quel tipo..)

tutto sommato con 2 guide mi è andata di lusso!
 
16012516
16012516 Inviato: 27 Set 2018 10:32
 

Matteo_Brus ha scritto:
quoto, ma solo in parte.
fortunatamente il mio istruttore (ex pilota ed amico) mi ha proprio insegnato a guidare!


perchè era un ex pilota e soprattutto un amico. Ma gli istruttori delle comuni scuole guide però di solito non hanno passato agonistico, sono persone normali che fanno lezioni di guida in modo abbastanza meccanico, e spesso la moto la guidano solo "per lavoro", non abitualmente.
 
16012528
16012528 Inviato: 27 Set 2018 11:03
 

lilit ha scritto:
perchè era un ex pilota e soprattutto un amico. Ma gli istruttori delle comuni scuole guide però di solito non hanno passato agonistico, sono persone normali che fanno lezioni di guida in modo abbastanza meccanico, e spesso la moto la guidano solo "per lavoro", non abitualmente.


sisi assolutamente!
infatti ho scritto :
"
ma mi rendo conto che è una mosca bianca, il 99% degli istruttori ti fa imparare l'esame, poi sarai tu e la tua moto ad imparare come si guida davvero per strada, come si impostano le curve ecc. ecc.

"

nella stessa autoscuola, l'altro istruttore non sa nemmeno come si guida la moto praticamente, la usa solo per far vedere il percorsino e stop.
 
16012529
16012529 Inviato: 27 Set 2018 11:03
 

Credetemi è confortante leggere le vostre esperienze, io non ci voglio rinunciare al mio sogno per colpa di un brontolone, non voglio giudicare il suo modo di lavorare ma se con la mia moto in compagnia del mio pazientissimo fidanzato faccio progressi e con lui no non penso che la colpa sia tutta mia. Oggi ho una guida con lui se le cose non migliorano dovrò trovare una nuova strategia non ho voglia di perdere ancora tempo. Con la macchina avevo un istruttore super bravo ma visto che mi sono trasferita in altra regione non ho potuto affidarmi a lui.
 
16012538
16012538 Inviato: 27 Set 2018 11:23
 

ducatina13 ha scritto:
Credetemi è confortante leggere le vostre esperienze, io non ci voglio rinunciare al mio sogno per colpa di un brontolone, non voglio giudicare il suo modo di lavorare ma se con la mia moto in compagnia del mio pazientissimo fidanzato faccio progressi e con lui no non penso che la colpa sia tutta mia. Oggi ho una guida con lui se le cose non migliorano dovrò trovare una nuova strategia non ho voglia di perdere ancora tempo. Con la macchina avevo un istruttore super bravo ma visto che mi sono trasferita in altra regione non ho potuto affidarmi a lui.


tu esercitati il più possibile con il tuo fidanzato,
fai giusto le guide necessarie per poter sostenere l'esame e mandalo a c****e quando hai preso la patente icon_twisted.gif

doppio_lamp.gif
 
16012569
16012569 Inviato: 27 Set 2018 13:09
 

Ciao, ho avuto un'esperienza simile con un'istruttore. per fortuna la moto la sapevo già guidare ma con la macchina mi ha fatto penare icon_smile.gif

fai più guide possibili con il tuo fidanzato, ma sfrutta al massimo le guide per capire bene dove sbagli... e non permettere a nessuno di rovinare i tuoi sogni.

Quando avrai preso la patente ci riderai sopra.
 
16013614
16013614 Inviato: 1 Ott 2018 17:49
 

@Kino87
Ottime considerazioni! 0509_up.gif

@ducatina13
Tieni duro e non lasciarti influenzare da un'insegnate che a sentirla così non dovrebbe insengnare.
Ma facendomi i fattacci tuoi... Hai così necessità di fare tutte queste guide? Ok, che oggi ti fanno provare prima i percorsi dell'esame, ma...
1 - Se trovi uno spiazzo abbastanza grande e ti armi con un po' di bottiglie di plastica i percorsi te li puoi fare da te. In tranquillità e senza strillatori molesti.
2 - Le manovre che dovrai fare durante l'esame non sono poi così diverse da ciò che fai per strada, ne sono solamente una sintesi. E comunque rimando al punto 1.

Non voglio sembrare diseducativo, ma penso che il modo migliore di affrontare un'esame di guida sia con rilassatezza, mentale e fisica. E per essere rilassati bisogna sentirsi a casa in sella (o al volante), condizione che si ottiene guidando guidando e guidando. Senza stress, senza paranoie e senza fretta.

Personale esperienza? Nessuna guida, il giorno dell'esame mi mettono in mano una Vespa 125 Primavera (guidavo già una 125 t.s., un po' più grossa), ci faccio una 30ina di km per arrivare allo motorizzazione e via con l'esame... Erano solo 20'anni fà, ma a ripensarci ora sempre tutto così... primitivo. icon_lol.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Motocicliste

Forums ©