Leggi il Topic


Indice del forumTecnica di Guida

   

Pagina 1 di 1
 
Parzializzare in rilascio con motore 2 tempi: come fare?
15634023
15634023 Inviato: 2 Giu 2016 9:50
Oggetto: Parzializzare in rilascio con motore 2 tempi: come fare?
 



Salve a tutti,
ho provato a cercare qualcosa di già presente nel forum, ma non ho trovato risposta al mio quesito.
Specifico che se ne parla, ma non ci si sofferma sul COME.
Negli anni dell'adolescenza ho guidato un cinquantino (SR 50), poi una RS 125...senza avere nessun tipo di conoscenza tecnica di come affrontare alcune situazioni, poi leggendovi (essendo tornato in sella da poco più di un mese, dopo circa 8 anni!) ho deciso di imparare qualcosina in più, che male non fa!

Percorrendo spesso superstrade con il mio 125, dopo una tirata particolarmente lunga, semplicemente chiudevo il gas e diminuivo i giri affiancando al freno motore una frenata (80% anteriore, 20% posteriore), oppure chiudevo il gas per un po' per far abbassare i giri...per poi magari riaprire.

Tuttavia leggo che così facendo potrei andare incontro ad un grippaggio (specie con un motore 2 tempi come il mio), pertanto molti consigliavano di parzializzare con il gas tirando la frizione al fine di non staccare bruscamente il gas.

A questo punto però mi rimetto a voi:
1) praticamente (spiegatemelo in maniera semplice!!! 0510_help.gif ) come si fa a "parzializzare"?
2) i passaggi da compiere quali sarebbero? (tipo chiusura gas, tirare frizione e dare qualche colpetto, oppure non so...)

Grazie a tutti in anticipo
doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
15634127
15634127 Inviato: 2 Giu 2016 13:13
 

Quello che dici vale solo se non hai il miscelatore e sei costretto a mettere l'olio nel serbatoio. In questo caso quando chiudi il gas ad alto regime, tagli anche l'apporto di olio al motore. Dal punto di vista della guida non ci sono molte soluzioni: in frenata ovviamente non puoi tenere aperto, ma anche tirare la frizione e lasciare che il motore vada al minimo non è proprio l'ideale per la guida. Diciamo che si risolve arricchendo la miscela di olio.

Il miscelatore (di cui l'RS è provvista) pompa olio in relazione ai giri motore, quindi continua a mandare l'olio necessario anche ad alti regimi col gas chiuso: il problema non si pone 0509_up.gif
 
15634151
15634151 Inviato: 2 Giu 2016 13:48
 

perfetto, grazie del chiarimento icon_mrgreen.gif

Leggevo di alcuni che avevano grippato in questa maniera con la Cagiva Mito...quindi il dubbio mi era venuto.

Quindi, in conclusione, essendo provvisto di miscelatore, posso semplicemente chiudere il gas?
 
15634182
15634182 Inviato: 2 Giu 2016 14:57
 

Diciamo che la fase di rilascio è sempre un po' delicata per un 2T, ma con la giusta tolleranza del pistone ed il miscelatore ben tarato di problemi non ce ne sono. Sicuramente non è il caso di fare acrobazie con la frizione, una moto a posto non deve richiederlo.

I 125 finiscono spesso in mano a sedicenni desiderosi di ottenere il massimo, ma allo stesso tempo hanno conoscenze tecniche e abilità manuali limitate che al 90% sono la causa dei loro grippaggi icon_asd.gif Non ti fidare troppo di quello che leggi in giro.
 
15634859
15634859 Inviato: 3 Giu 2016 16:07
 

sopratutto, metti un olio DELLAMADONNA! ormai ci sono oli buonissimi che costano è vero, ma poi quei soldi li recuperi con manutenzioni meno onerose, con kmtraggi milgiori etc etc.
doppio_lamp.gif
 
15758410
15758410 Inviato: 29 Gen 2017 14:20
 

Vorrei aggiungere qualche mio pensiero a questo vecchio topic .
Premetto che vengo dal mondo vespa , quindi motori si 2T ma molto tranquilli , credo però che la tecnica 2T sia genericamente valida per tutti questi tipi di motori .
Come già detto il rischio maggiore dei 2T è il grippaggio , che nel 99 % dei casi viene inteso come grippatain rilascio , motivo appunto del topic in questione .

Le vespa dotate di miscelatore hanno quest'ultimo collegato direttamente al cavo dell'acceleratore , quindi l'erogazione di olio non dipende dai giri del motore in questo caso ma dall'escursione della manopola del gas . Infatti chi di voi avrà visto un carburatore vespa per modelli con miscelatore si sarà trovato davanti una situazione del genere :

immagini visibili ai soli utenti registrati



Genericamente per la Vespa vale questa misurazione empirica : al minimo del gas la miscela viene fatta all' 1% ,alla massima apertura di gas al 3% .

Viene da se che dopo un lungo tratto a manetta alla chiusura repentina del gas l'apporto di miscela passa dal 3% all' 1% in maniera molto poco graduale ! Certo in quella frazione di secondo il pistone è ricoperto sempre da una patina di olio (motivo per cui si consigliano sempre olii buoni per il 2T ) ma questa potrebbe non essere sufficiente data l'elevata dilatazione ad alte temperature con la conseguente riduzione delle tolleranze .

La soluzione che ho trovato tuttora valida per arginare il fenomeno della grippata in rilascio è la seguente :
- banalmente "anticipare" la riduzione di velocità di qualche centinaio di mt : se si nota ad esempio il cartello della nostra uscita con il kilometraggio residuo è buona norma a 5/600 mt cominciare a decelerare lievemente riducendo lentamente la corsa della manopola del gas per poi arrivare alla frenata (ed all'eventuale scalata) all'altezza dell'uscita da noi scelta .

In caso lo spazio residuo alla nostra uscita sia inferiore si può utilizzare questo stratagemma : togliere gas riducendosi magari al 50% dell'apertura e subito dopo riaprire leggermente . Si noterà come il motore a questa riapertura repentina non acceleri bensi si sente "imbrodarsi", che è proprio quello che vogliamo per stare tranquilli ! icon_biggrin.gif .
Ovviamente è più facile a farsi che a dirsi , basta solo provare .
Non consiglierei di giocare con la frizione dato che tirando la frizione nella prima fase non si fa altro che accelerare ed eliminare il seppur minimo freno motore del 2T .
Tra l'altro giocare con la frizione a certi regimi non fa bene alla frizione stessa ed al cambio , quindi magari ti salveresti dall'eventuale grippata per poi fare danni forse anche peggiori !

Tutto questo è solo frutto della mia esperienza di 20'000 km / anno in Vespa e fino ad ora non ho avuto problemi , ho scoperto questo post perchè è una curiosità che ho sempre avuto e cercavo (e cerco) spiegazioni e pareri di tecnici e non solo esperienze personali .
Spero che i tecnici potranno fornirci il loro prezioso parere
doppio_lamp_naked.gif

PS: 125 in superstrada ??? 0509_mitra.gif
 
15774380
15774380 Inviato: 4 Mar 2017 16:12
 

urano88 ha scritto:
Il miscelatore (di cui l'RS è provvista) pompa olio in relazione ai giri motore, quindi continua a mandare l'olio necessario anche ad alti regimi col gas chiuso: il problema non si pone 0509_up.gif


Chiedo scusa per riaprire un topic ormai un po' datato, ma mi sento in dovere di correggere (anche per chi leggerà in futuro) una simile castroneria.
NO, è completamente sbagliato. Il miscelatore non funziona così.

Il miscelatore, che tra l'altro non è sempre collegato all'albero motore (e quindi ai giri del motore) ma al gas, come giustamente suggerito da Dorindo, pompa l'olio direttamente nel carburatore. Il suo scopo è quello di spruzzare olio quando la benzina viene vaporizzata dal passaggio di aria dal venturi - che è la funzione del carburatore - al fine di miscelare meglio il tutto.
L'intero funzionamento del carburatore è regolato dalla ghigliottina e, quindi, dall'apertura del gas. Va da sè che a gas chiuso corrisponde ghigliottina quasi completamente chiusa (lascia aperto solo il necessario per mantenere il motore acceso al minimo), e quindi un flusso aria-benzina (+ olio nel caso di miscelatore) diretto al cilindro minimo.

Quindi no: a gas chiuso, il cilindro aspira una quantità minima di miscela aria/benzina, e quindi di olio. Risultato: grippaggio in rilascio eusa_clap.gif
 
15775469
15775469 Inviato: 7 Mar 2017 9:56
 

Tommi97 ha scritto:
Il miscelatore, che tra l'altro non è sempre collegato all'albero motore (e quindi ai giri del motore) ma al gas

Il miscelatore è una pompa e perciò ha bisogno di essere azionato in qualche modo, normalmente è collegato meccanicamente al motore. Il collegamento al gas ne regola l'apertura. In questo modo la quantità d'olio inviata dipende sia dall'apertura del gas, sia dal regime del motore (a parità di apertura del gas invia più olio a regimi più alti) e risulta pressoché ottimale in tutte le circostanze, cosa che non è possibile ottenere mettendo l'olio nel serbatoio insieme alla benzina.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumTecnica di Guida

Forums ©