Leggi il Topic


Indice del forumForum BMW

   

Pagina 1 di 4
Vai a pagina 1234  Successivo
 
Nuova BMW G 310 R: che ne pensate?

Risultati del sondaggio

Molto
16% [ 4 ]
Abbastanza
40% [ 10 ]
Poco
32% [ 8 ]
Per nulla
12% [ 3 ]

Voti Totali : 25

15493130
15493130 Inviato: 11 Nov 2015 15:15
Oggetto: Nuova BMW G 310 R: che ne pensate?
 



immagini visibili ai soli utenti registrati



"Debutto" per BMW nel settore delle piccole cilindrate frutto di joint venture con produttori asiatici.

Link a pagina di Omnimoto.it
Link a pagina di Moto.it

Prodotta in India (TVS Motor Company)
Monocilindrica (34cv a 9.500 giri e 28Nm a 7.500)
Telaio in acciaio
Forcella rovesciata da 41mm (non regolabile)
Sella bassa (785mm) e peso di 159kg (mi pare di aver capito in ordine di marcia)

Personalmente (pur non amando le piccole cilindrate, anzi) la trovo abbastanza bella (le sospensioni a steli rovesciati su queste piccole cilindrate aiutano molto il colpo d'occhio), ma per il mercato europeo in difetto di cavalleria (soprattutto rispetto alla KTM Duke 390) e probabilmente avrà un prezzo relativamente elevato.

Sui mercati emergenti potrebbe fare buone cose in virtù del marchio "premium", ma da noi non la vedo molto bene: rispetto alle concorrenti dirette ha un'estetica forse un po' troppo matura e, tra i giovanissimi, non so quanto sia forte la presa del marchio BMW (cioè non so quanto faccia la differenza rispetto a KTM, Kawasaki, ecc.)

Che ne pensate? (Aggiungo un sondaggio "sportivo" icon_asd.gif )
 
15493165
15493165 Inviato: 11 Nov 2015 15:44
 

cosa ne penso?
queste moto indiane spacciate per europee (che poi la gente ci crede davvero visto come vendono la duke) le lascerei agli indiani. non voglio essere razzista (non è il mio pensiero) però lo standard qualitativo è quello.
moto monodisco anteriore con motori pensati unicamente in ottica risparmio (guardacaso entrambe monovcilindriche) con fronzoli inutili ed estetica acchiappascemo/appariscente (senza offesa per nessuno)
per questi prezzi e queste potenze io preferisco di gran lunga le honda cb500@@@. almeno li ti ritrovi qualcosa di solido tra le mani
 
15493169
15493169 Inviato: 11 Nov 2015 15:54
 

La qualità ormai è abbastanza globale. Tant'è che citi fra esempi positivi le Honda 500 (effettivamente ottime) che sono costruite in Thailandia...
 
15493178
15493178 Inviato: 11 Nov 2015 16:01
 

squander ha scritto:
cosa ne penso?
queste moto indiane spacciate per europee (che poi la gente ci crede davvero visto come vendono la duke) le lascerei agli indiani. non voglio essere razzista (non è il mio pensiero) però lo standard qualitativo è quello.
moto monodisco anteriore con motori pensati unicamente in ottica risparmio (guardacaso entrambe monovcilindriche) con fronzoli inutili ed estetica acchiappascemo/appariscente (senza offesa per nessuno)
per questi prezzi e queste potenze io preferisco di gran lunga le honda cb500@@@. almeno li ti ritrovi qualcosa di solido tra le mani


Di base sono d'accordo con te, tranne che su alcune considerazioni...

Il monocilindrico di per sé (cioè come architettura del motore) non lo vedo come una cosa negativa: ha qualche difetto, ma potenzialmente può essere anche molto soddisfacente (vedi i grossi mono KTM).

Anche per quanto riguarda l'estetica "acchiappascemo" (sempre senza offesa) trovo molto meglio questa BMW o le KTM che le pseudo-supersportive jap.

Trovo invece veramente "grave" avere solo 34cv e anche la mancanza del doppio disco anteriore: a fronte di una spesa industriale relativamente bassa (anche perché non è che in generale queste moto montino componenti di altissimissimissimo livello ) avrebbero avuto un elemento utile anche dal punto di vista dell'immagine/marketing, che la concorrenza non ha.
 
15493198
15493198 Inviato: 11 Nov 2015 16:25
 

Una cosa che non capisco il perchè di un cilindro ruotato all'indietro, d'estate non farà troppo caldo con un cilindro più il collettore di scarico "sotto il sedere", per il resto condivido l'idea di estetica "acchiappascemo" (senza offesa) ne vedo ben poca.

La "cavalleria" mi sembra perfettamente allineata alla concorrenza 300cc, 4/5 cv in meno con il vantaggio di essere più leggera.....se viene confermato 158 kg in ordine di marcia.
 
15493204
15493204 Inviato: 11 Nov 2015 16:33
 

fabrifax ha scritto:
La "cavalleria" mi sembra perfettamente allineata alla concorrenza 300cc, 4/5 cv in meno con il vantaggio di essere più leggera.....se viene confermato 158 kg in ordine di marcia.


Vero che KTM è 390 (373cc se non sbaglio), ma praticamente sono nella stessa categoria... e l'austriaca (che poi è Bajaj mi sembra, ma vabbè icon_lol.gif ) ha 44cv e 35Nm
 
15493207
15493207 Inviato: 11 Nov 2015 16:35
 

ho votato "poco", per il peso.
fosse a secco, ad esempio sarebbe molto vicino a quello (sempre a secco) della mt07, che ha quasi il doppio dei cavalli e un cilindro in più.
 
15493219
15493219 Inviato: 11 Nov 2015 16:53
 

Crazymonkey ha scritto:
Vero che KTM è 390 (373cc se non sbaglio), ma praticamente sono nella stessa categoria... e l'austriaca (che poi è Bajaj mi sembra, ma vabbè icon_lol.gif ) ha 44cv e 35Nm


Personalmente con 313cc io non la confronto con la KTM390, ma molto più realisticamente anche se bicilindriche con una Kawa Z300 o una Benelli BN302, ecco diamo una "colpa" a BMW di aver scelto una cilindrata "anomala"...... che non diventi esempio o moda rotfl.gif
 
15493223
15493223 Inviato: 11 Nov 2015 16:54
 

fabrifax ha scritto:
Personalmente con 313cc io non la confronto con la KTM390, ma molto più realisticamente anche se bicilindriche con una Kawa Z300 o una Benelli BN302, ecco diamo una "colpa" a BMW di aver scelto una cilindrata "anomala"...... che non diventi esempio o moda rotfl.gif


Penso che l'acquirente medio di queste moto faccia più che altro un maxi-insieme chiamato "moto che possono essere guidate con la A2 senza depotenziamento", volendo semplificare molto. Alla fine non è una manciata di cc in più a fare la differenza, mentre la potenza massima può essere un elemento determinante nella scelta.
 
15493473
15493473 Inviato: 11 Nov 2015 22:36
 

Questo pregiudizio sulle case asiatiche mi sembra quantomeno ingiustificato visto che in paesi come la thailandia o l'india ecc girano milioni e milioni di moto con cilindrate comprese tra 125cc e 350cc e com'è noto vivendo in condizioni di povertà anche marcata fanno molta attenzione alla voce manutenzione-costi di esercizio.

Va da se che in quanto ad affidabilità e robustezza questi piccoli motori penso non abbiano niente da invidiare ad altre unità ben più potenti e blasonate, magari il contrario.

Anche la storia del doppio disco anteriore poi mi sembra un po' uno specchietto per le allodole... un buon disco singolo davanti facilita la guida e riduce il peso e le masse inerziali della motocicletta.
Se non è necessario, aggiungerne un secondo "per sport" non serve ad altro che a peggiorare tutte le caratteristiche dinamiche del veicolo, però in compenso fa felice chi la moto si limita a guardarla icon_asd.gif

Detto questo sono abbastanza sicuro che la BMW sparerà in alto il prezzo su una moto che in fin dei conti è una piccola due ruote semplice, economica e robusta adatta ai neopatentati, che però cercheranno di spacciare come l'ultimo ritrovato della tecnologia in campo motoristico.
Non avrà un grande successo commerciale ma mai dire mai
Tutto ciò ovviamente secondo il mio modesto parere, ai posteri l'ardua sentenza
 
15493484
15493484 Inviato: 11 Nov 2015 22:46
 

quello che intendevo non è tanto il fattore prestazionale, dato che comunque arrivano attorno ai 40 cv tutte, ma il fattore "comfort" e "qualità percepita"
non sarà la stessa cosa ma il monocilindrico l'ho usato per due anni e so di cosa parlo, anche se il mio era a variatore. la cb500 f usata in scuola guida mi ha dato da subito tutta un'altra sensazione di (chiamiamolo così) benessere. ovvio che poi conta anche il resto (carenature-cupolino-sella-sospensioni) ma essendo tutte nella stessa fascia di prezzo ed essendo per giunta tutte naked, un cilindro in più può far solo che bene.
sarò scemo io ma queste motorelle indiane non mi fanno gola per niente. sembrano destinate a quei mercati poveri in cui con la moto (e senza casco) ci devi fare di tutto per forza poichè la macchina è un lusso. chi ci assicura che non le vendano a noi ad un prezzo raddoppiato solamente per lo stemma del produttore europeo? fanno la stessa cosa anche con le auto (vedi gruppo vw), non mi stupirei
e poi a che prezzi! prima di comprarmi il nexus avevo fatto due conti... mi sembra che per la moto (cb 500x) più valigie e qualche altro accessorio arrivavo oltre gli 8000 €
ma che siamo matti? per una motorella dedicata ai ragazzi devo spendere come una moto vera?
alla fine si capisce cosa ho scelto....
[non fate comparative inutili, il mio sgangherato scooterone mi ha portato dove volevo senza grossi problemi anche senza spendere quelle cifre li]
 
15493492
15493492 Inviato: 11 Nov 2015 23:01
 

mando695 ha scritto:
Questo pregiudizio sulle case asiatiche mi sembra quantomeno ingiustificato visto che in paesi come la thailandia o l'india ecc girano milioni e milioni di moto con cilindrate comprese tra 125cc e 350cc e com'è noto vivendo in condizioni di povertà anche marcata fanno molta attenzione alla voce manutenzione-costi di esercizio.

Va da se che in quanto ad affidabilità e robustezza questi piccoli motori penso non abbiano niente da invidiare ad altre unità ben più potenti e blasonate, magari il contrario.

Anche la storia del doppio disco anteriore poi mi sembra un po' uno specchietto per le allodole... un buon disco singolo davanti facilita la guida e riduce il peso e le masse inerziali della motocicletta.
Se non è necessario, aggiungerne un secondo "per sport" non serve ad altro che a peggiorare tutte le caratteristiche dinamiche del veicolo, però in compenso fa felice chi la moto si limita a guardarla icon_asd.gif ...

guarda che se parliamo di chi preferisce l'estetica alla funzionalità stai parlando con la persona sbagliata: io mi son fatto due anni di scooterone proprio perché dell'estetica e del fascino del cambio a marce sequenziali non me ne è mai fregato nulla (ora sto passando alla moto a marce però icon_asd.gif [per comodità di viaggio]). se vuoi spiego meglio in seguito ma non vorrei finire off-topic
comunque il mio discorso era riferito alla sicurezza che un doppio disco garantisce. non voglio dire che una sola pinza sia la scelta più sbagliata del mondo ma in situazioni impegnative tipo una lunga discesa, avere un impianto sovradimensionato non può far altro che bene. mettiamoci anche che il 99% di quelli che andanno a comprarsi queste moto saranno ragazzini con gli ormoni a palla che credendosi ancora sul 125 andranno a manetta per la maggior parte del tempo. il problema è che queste moto iniziano a pesare qualche chilo in più rispetto ai loro vecchi cavalli di ferro, sapranno gestirsi (frenarsi) tutta quella massa con un impianto frenante del genere?
 
15493539
15493539 Inviato: 12 Nov 2015 0:07
 

squander ha scritto:
guarda che se parliamo di chi preferisce l'estetica alla funzionalità stai parlando con la persona sbagliata: io mi son fatto due anni di scooterone proprio perché dell'estetica e del fascino del cambio a marce sequenziali non me ne è mai fregato nulla (ora sto passando alla moto a marce però icon_asd.gif [per comodità di viaggio]). se vuoi spiego meglio in seguito ma non vorrei finire off-topic
comunque il mio discorso era riferito alla sicurezza che un doppio disco garantisce. non voglio dire che una sola pinza sia la scelta più sbagliata del mondo ma in situazioni impegnative tipo una lunga discesa, avere un impianto sovradimensionato non può far altro che bene. mettiamoci anche che il 99% di quelli che andanno a comprarsi queste moto saranno ragazzini con gli ormoni a palla che credendosi ancora sul 125 andranno a manetta per la maggior parte del tempo. il problema è che queste moto iniziano a pesare qualche chilo in più rispetto ai loro vecchi cavalli di ferro, sapranno gestirsi (frenarsi) tutta quella massa con un impianto frenante del genere?
a sedici anni la mia 125 aveva 32 cavalli.
Adesso per avere più o meno la stessa potenza devi aspettare a 18.
Mi pare giusto.
Anzi, forse sono pochi.
 
15493649
15493649 Inviato: 12 Nov 2015 10:07
 

Ho votato "Mi piace abbastanza", secondo me fanno bene a provare con un investimento di entità limitata a dare l'imprinting a clienti che magari potranno poi restare all'interno del marchio. Del resto le piccole cilindrate hanno un senso in termini di praticità ed i mono attuali non hanno molto a che vedere con quelli di vent'anni fa. La mia CRF250L ha poca potenza, ma non vibra e permette di fare tutto abbastanza bene, dal fuoristrada lento (ma non necessariamente facile) all'autostrada, con costi d'esercizio risibili. E' costruita in Thailandia e non ha finiture criticabili in alcun modo.
 
15494490
15494490 Inviato: 13 Nov 2015 10:52
 

questa motoretta mi piace discretamente icon_smile.gif la ciclistica mi sembra più che buona e l'estetica molto curata. Sinceramente avrei preferito un bel bicilindrico paralelo, ne avrebbe aumentato di molto il range di utilizzo e gli avrebbe dato la possibilità di mettere qualce cavallino in più eusa_think.gif per il prezzo dovrebbe essere allineato a quello del duke anche se secondo me se la vogliono vedere dovrebbero fare qualcosina meno.
un'ultima cosa, ormai tutte le aziende delocalizzano parte se non tutta la produzione nel sud-est asiatico, è il metodo più semplice per abbassare i costi di produzione...io sono un possessore di una di queste cilindrate "dalla cina con furore" e non posso che ritenermi soddisfatto. C'è qualche particolare un po'sottotono ma mi pare anche normale. Lo stesso sarà per questa bmw, non si potrà pretendere la qualità e le finiture di un gs1200 ma davvero ve le sareste aspettate?
 
15494533
15494533 Inviato: 13 Nov 2015 11:51
 

manuilrosso ha scritto:
un'ultima cosa, ormai tutte le aziende delocalizzano parte se non tutta la produzione nel sud-est asiatico, è il metodo più semplice per abbassare i costi di produzione...io sono un possessore di una di queste cilindrate "dalla cina con furore" e non posso che ritenermi soddisfatto. C'è qualche particolare un po'sottotono ma mi pare anche normale. Lo stesso sarà per questa bmw, non si potrà pretendere la qualità e le finiture di un gs1200 ma davvero ve le sareste aspettate?


Non è esattamente vero, in genere le aziende delocalizzano solo quando non hanno timore di disperdere il proprio know-how, ovvero quando questa dispersione è compensata in maniera troppo ampia dal risparmio sui costi.

Per quanto riguarda qualità e finiture la risposta è nì: se questa moto fosse stata pensata per il mercato europeo mi sarei certamente aspettato finiture di ottimo livello da BMW, e anche un motore più prestante ("a filo" del limite legale), magari a fronte di un prezzo leggermente più elevato di quello della migliore concorrenza.

Ma in realtà questo prodotto è espressamente pensato per i mercati asiatici: da qui (probabilmente) sia il risparmio sulle finiture che quello sulla potenza (per far funzionare la moto anche con carburanti di scarsa qualità, mi sembra di aver letto).
 
15494569
15494569 Inviato: 13 Nov 2015 12:35
 

Mah, neanche la BMW G 650 GS, pur pensata per il mercato europeo, ha quel gran livello di finiture. L'ho provata per bene mentre avevo la Yamaha Tènéré 660 2010 e francamente, al confronto, la BMW sembrava di plastica mal assemblata...
Di contro, sulla CRF250L non avevo grandi aspettative ma è risultata un'ottima realizzazione, ad oltre due anni dall'acquisto.
 
15494574
15494574 Inviato: 13 Nov 2015 12:37
 

marktbike ha scritto:
Mah, neanche la BMW G 650 GS, pur pensata per il mercato europeo, ha quel gran livello di finiture. L'ho provata per bene mentre avevo la Yamaha Tènéré 660 2010 e francamente, al confronto, la BMW sembrava di plastica mal assemblata...
Di contro, sulla CRF250L non avevo grandi aspettative ma è risultata un'ottima realizzazione, ad oltre due anni dall'acquisto.


Beh... io ho detto che "me le sarei aspettate" nel senso che le ritengo necessarie, non che ci sarebbero state sicuramente perché "BMW è la più meglio casa di moto di tutte le case di moto del mondo", anzi.

icon_mrgreen.gif
 
15494717
15494717 Inviato: 13 Nov 2015 15:31
 

Crazymonkey ha scritto:
Non è esattamente vero, in genere le aziende delocalizzano solo quando non hanno timore di disperdere il proprio know-how, ovvero quando questa dispersione è compensata in maniera troppo ampia dal risparmio sui costi.

Per quanto riguarda qualità e finiture la risposta è nì: se questa moto fosse stata pensata per il mercato europeo mi sarei certamente aspettato finiture di ottimo livello da BMW, e anche un motore più prestante ("a filo" del limite legale), magari a fronte di un prezzo leggermente più elevato di quello della migliore concorrenza.

Ma in realtà questo prodotto è espressamente pensato per i mercati asiatici: da qui (probabilmente) sia il risparmio sulle finiture che quello sulla potenza (per far funzionare la moto anche con carburanti di scarsa qualità, mi sembra di aver letto).


Sulla delocalizzazione: ho letto ieri un'intervista al "babbo" della 310r e, se non ricordo male, in pratica ha detto "noi abbiamo dato delle specifiche e delle direttive agli indiani però non potranno mai lavorare come lavoriamo noi" quindi i tedeschi da questo punto erano abbastanza sicuri.
Sulle finiture, bmw ha dichiarato che la vuole vendere in tutto il mondo, non solo in occidente. Inltre le piccole cilindrate sono destinate soprattutto a ragazzi/e 18enni o poco più quindi spesso con una famiglia alle spalle che, essendo il primo mezzo, non vuole spendere troppo (bisogna vedere come sarà il prezzo) da qui la scelta di finiture magari non eccelse ma che, personalmente ritengo buone. SUlla cavalleria in effetti 34 su un 300 non sono un enormità, è uno dei motivi per cui avrei visto meglio un bicilindrico anzichè un mono, anche a costo di guadagnare qualche kg
 
15495252
15495252 Inviato: 14 Nov 2015 14:49
 

voglio lanciare una provocazione senza offendere nessuno: se queste nuove "entry level" di bassa gamma (300cc) sono davvero così buone, perché non vengono importate e vendute dal vero produttore piuttosto che rimarchiarle e venderle sotto un marchio europeo?
pensateci, una moto che va bene, bella il giusto, guidabile a 18 anni e venduta al prezzo di un 125 "lussuoso" (togliendo il blasone del marchio nostrano): dovrebbero raddoppiare il ritmo di produzione per stare dietro alle richieste!
e invece pensano furbamente di applicarci un nome che conosciamo bene, in questo caso bmw, e sperare nell'associazione mentale coi modelli di punta di quella stessa casa. come se questo modello fosse la sorella minore di un gs 800 o di un k1200.
eh no cara moto indiana, io non ci casco
poi magari i fatti mi daranno torto pieno, e lo spero per chi se ne porterà una in garage, però fidarsi è bene e non fidarsi è meglio
 
15495318
15495318 Inviato: 14 Nov 2015 17:09
 

squander ha scritto:
voglio lanciare una provocazione senza offendere nessuno: se queste nuove "entry level" di bassa gamma (300cc) sono davvero così buone, perché non vengono importate e vendute dal vero produttore piuttosto che rimarchiarle e venderle sotto un marchio europeo?
pensateci, una moto che va bene, bella il giusto, guidabile a 18 anni e venduta al prezzo di un 125 "lussuoso" (togliendo il blasone del marchio nostrano): dovrebbero raddoppiare il ritmo di produzione per stare dietro alle richieste!
e invece pensano furbamente di applicarci un nome che conosciamo bene, in questo caso bmw, e sperare nell'associazione mentale coi modelli di punta di quella stessa casa. come se questo modello fosse la sorella minore di un gs 800 o di un k1200.
eh no cara moto indiana, io non ci casco
poi magari i fatti mi daranno torto pieno, e lo spero per chi se ne porterà una in garage, però fidarsi è bene e non fidarsi è meglio


Al di là del fatto che se uno pensa di portarsi a casa una bmw a circa 5000 euri (dovrebbe essere circa questo il prezzo visto che han detto che sarà "in linea con la concorrenza) il fesso è chi la compra e poi se ne lamenta...come chi compra una ninja/cbr 300 e pensa di portarsi a casa una ss in miniatura. Magari non le importano direttamente gli indiani perchè probabilmente non hanno i soldi per sostenere una grande produzione e esportazione a livello mondiale. Inoltre l'idea della 300 in questo caso è partita da bmw ma siccome una piccola cilindrata produrla in europa gli sarebbe costato troppo, l'avrebbero dovuta vendere a un prezzo più alto della concorrenza. quindi ne avrebbero vendute pochissime. Invece hanno fatto una partnership con un'azienda indiana, gli han detto come la voleva e con che materiali (quindi il kow-how è bmw), gli costa molto meno e possono venderla a un prezzo basso. Inoltre nessuna casa investe le stesse energie su una piccola e su una top di gamma perchè la piccola è destinata a un neofita che difficilmente saprebbe cosa farsene di una forcella regolabile o robe del genere. Oltretutto questo farebbe lievitare i costi portandole a costare più o meno come un 650 giapponese.
 
15495331
15495331 Inviato: 14 Nov 2015 17:45
 

manuilrosso ha scritto:
Al di là del fatto che ...

quel che dici è condivisibile ma permettimi di dissentire: un conto è progettare una moto talmente nuova e strabiliante che nemmeno a nominarla fa venire le fibrillazioni ai fortunati possessori e un conto è progettare una moto destinata ai più giovani che basta che si muova e freni decentemente per sembrare il massimo. va bene che non è comunque un lavoro facile, ma potrebbero benissimo svilupparsela in casa. se il produttore si pone come priorità il basso costo e l'economia d'esercizio non servono test e giri di prova su piste internazionali o chissà quali altre costose verifiche (come credo si faccia per le sportive).
magari l'appoggio europeo può servire per questioni omologative e per capire i gusti del mercato, ma anche queste due criticità si possono risolvere in casa con un po' di sforzo e magari una buona squadra di ingegneri/legali/esperti di normativa.
il mio sospetto è che queste moto vengano progettate interamente in india per poi cercare un appoggio nel vecchio continente per poterle piazzare sul mercato.
voi direte : si ma hanno dichiarato che la progettazione è stata curata interamente da bmw. anche le volkswagen, sulla carta, erano totalmente in regola... mettereste la mano sul fuoco per questa moto e per la duke 390? eusa_think.gif
a riprova di ciò che penso, quando cercavo informazioni riguardo la 390 tedescofona, trovavo unicamente recensioni indiane o fatte da indiani in lingua inglese; di europeo poco o niente. sarà stato un caso? eppure per le cose semplici il pc lo uso bene...
 
15495341
15495341 Inviato: 14 Nov 2015 18:17
 

squander ha scritto:
quel che dici è condivisibile ma permettimi di dissentire: un conto è progettare una moto talmente nuova e strabiliante che nemmeno a nominarla fa venire le fibrillazioni ai fortunati possessori e un conto è progettare una moto destinata ai più giovani che basta che si muova e freni decentemente per sembrare il massimo. va bene che non è comunque un lavoro facile, ma potrebbero benissimo svilupparsela in casa. se il produttore si pone come priorità il basso costo e l'economia d'esercizio non servono test e giri di prova su piste internazionali o chissà quali altre costose verifiche (come credo si faccia per le sportive).
magari l'appoggio europeo può servire per questioni omologative e per capire i gusti del mercato, ma anche queste due criticità si possono risolvere in casa con un po' di sforzo e magari una buona squadra di ingegneri/legali/esperti di normativa.
il mio sospetto è che queste moto vengano progettate interamente in india per poi cercare un appoggio nel vecchio continente per poterle piazzare sul mercato.
voi direte : si ma hanno dichiarato che la progettazione è stata curata interamente da bmw. anche le volkswagen, sulla carta, erano totalmente in regola... mettereste la mano sul fuoco per questa moto e per la duke 390? eusa_think.gif
a riprova di ciò che penso, quando cercavo informazioni riguardo la 390 tedescofona, trovavo unicamente recensioni indiane o fatte da indiani in lingua inglese; di europeo poco o niente. sarà stato un caso? eppure per le cose semplici il pc lo uso bene...


Vabbè se vogliamo vedere complotti ovunque...bmw ha dichiarato che la 310r è stata progettata in europa e montata in india. Io per questa moto e la duke 390 sono disposto a crederci anche perchè stiamo parlando di bmw e di ktm non di ciccio il salumiere, e comunque pare che almeno per la duke 390 la qualità ci sia e la clientela è soddisfatta. Se ktm avesse messo sul mercato un bidone credo che si sarebbe venuto a sapere. Tu citi la volkswagen ma non è che bisogna fare di tutta l'erba una fascio e quindi siccome un'azienda tedesca ha fatto una (grossa) truffa allora tutti i tedeschi sono truffaldini. Dici anche che per fare una piccola entry level non servono grandi studi però hai comunque bisogno di un team di sviluppo che ci ragioni sopra e hai bisogno anche di un po'di tempo per provarla e limare gli ultimi difetti dopo la progettazione. Non investiranno le stesse risorse e tempo di prova che metterebbero per un 1200gs ma comunque un po'ci devi stare se non vuoi sfancularti il nome facendo uscire un bidone (e mi pare che bmw un nome da difendere ce l'abbia).
Un'ultima cosa sulle recensioni: se non ne hai trovate sulla bmw 310r è normale visto che l'hanno appena presenata e l'uscita è prevista x il prossimo anno. se parli invece della ktm duke 390:
Link a pagina di Red-live.it
Link a pagina di Insella.it
Link a pagina di Moto.it
e questi sono i primi tre risultati della prima pagina di google
 
15496182
15496182 Inviato: 16 Nov 2015 2:08
 

manuilrosso ha scritto:
Vabbè se vogliamo vedere complotti ovunque...bmw ha dichiarato...

no guarda, non sono nemmeno complottista. sto solo dicendo che a me questa faccenda delle moto dall'india inizia a puzzarmi. innanzitutto penso che se se la facessero in casa potrebbero venderla anche a 500 € in più col fattore "garanzia tedesca" ma preferiscono farle arrivare coi container dall'altra parte del mondo.... poi ti dico che non ho la sfiducia nei tedeschi, ma nell'industria in generale, che di bidonate ne inventa a decine ogni giorno per soddisfare un pubblico sempre più rintontito (basta guardarsi le ultime pubblicità di automobili per capire che vendono tutti molta fuffa).
per le automobili, al giorno d'oggi, la soluzione al problema dei costi di produzione si trova sempre nei paesi dell'est europa (ci fanno pure il cayenne eusa_think.gif eusa_naughty.gif ), non capisco perche adesso si debba andare fino in india per creare un prodotto economico. ci sarà qualcosa che non va in tutto questo o solo io ci vedo qualcosa di strano? perche fiat, ford, volkswagen, ecc.... hanno stabilimenti in serbia e paesi limitrofi mentre bmw e ktm si spingono fino in asia? non prendo l'esempio delle DR e delle Great Wall che sono dichiaratamente cinesi, ma di vetture vendute in europa e prodotte altrove ne vedo poche.
sarà davvero così difficile insegnare ai popoli slavi come assemblare una moto economica?
sarà...

p.s. non avevo specificato, ma volevo dire "video-recensioni". le recensioni dei giornali dettate dalla casa madre le avevo già lette (si sa che tutti i produttori pagano per quelle pagine, non datemi del complottista)
 
15496280
15496280 Inviato: 16 Nov 2015 11:00
 

squander ha scritto:
no guarda, non sono nemmeno complottista. sto solo dicendo che a me questa faccenda delle moto dall'india inizia a puzzarmi. innanzitutto penso che se se la facessero in casa potrebbero venderla anche a 500 € in più col fattore "garanzia tedesca" ma preferiscono farle arrivare coi container dall'altra parte del mondo.... poi ti dico che non ho la sfiducia nei tedeschi, ma nell'industria in generale, che di bidonate ne inventa a decine ogni giorno per soddisfare un pubblico sempre più rintontito (basta guardarsi le ultime pubblicità di automobili per capire che vendono tutti molta fuffa).
per le automobili, al giorno d'oggi, la soluzione al problema dei costi di produzione si trova sempre nei paesi dell'est europa (ci fanno pure il cayenne eusa_think.gif eusa_naughty.gif ), non capisco perche adesso si debba andare fino in india per creare un prodotto economico. ci sarà qualcosa che non va in tutto questo o solo io ci vedo qualcosa di strano? perche fiat, ford, volkswagen, ecc.... hanno stabilimenti in serbia e paesi limitrofi mentre bmw e ktm si spingono fino in asia? non prendo l'esempio delle DR e delle Great Wall che sono dichiaratamente cinesi, ma di vetture vendute in europa e prodotte altrove ne vedo poche.
sarà davvero così difficile insegnare ai popoli slavi come assemblare una moto economica?
sarà...

p.s. non avevo specificato, ma volevo dire "video-recensioni". le recensioni dei giornali dettate dalla casa madre le avevo già lette (si sa che tutti i produttori pagano per quelle pagine, non datemi del complottista)


Perche probabilmente nei paesi dell'est sanno fare meglio le auto e nel sud est conoscono di più le moto, sto facendo ipotesi poi non so. Tieni presente che in asia c'è anche il giappone, e mi pare che in giappone le moto le sappiano fare, quandi non mi sembra così improbabile che nel sud-est asiatico conoscano meglio le moto che le auto. Comunque non credo che per produrre una piccola in Europa gli basti un sovraprezzo di 500 euri, e anche se fosse probabilmente l'utente neofita dirà "perche devo pagare di più una moto (bmw 310) quando ce ne ho un'altra con motore simile, più cavalli, ciclistica più che buona e anche molto apprezzata (duke 390)?". Citi i paesi dell'est europa per le auto ma mi pare che l'operazione sia molto simile a quella delle case motociclistiche con l'asia, delocalizzazione al fine di risparmiare sui costi di produzione e abbassare i prezzi. Sono d'accordo con te che spesso l'industria è tutt'altro che onesta ma sta anche al consumatore riconoscere le manovre più palesi (vedi marketing tipo il nome ninja o cbr su piccole che in realtà, pur essendo delle ottime moto per inisziare, hanno poco a che fare con le sorelle maggiori per diversi motivi). Io stesso sono possessore di una di queste piccole prodotte fuori dal paese della casa madre (nel mio caso "dalla cina con furore") e non vedo una qualità generale così bassa anzi. C'è qualche tentatio evidente di risparmio ma non posso dire nulla sulla qualità delle finiture o motoristiche del mio mezzo, soprattutto considerando il prezzo a cui viene venduta.
Noi siamo qui a farci mille raspe su questa motina (e non solo questa) solo perche viene prodotta in india, ma non è ancora disponibile sul mercato e nessuno l'ha ancora provata quindi magari aspettiamo che esca prima di infamarla solo perchè non viene costruita dal tedesco biondo/occhi azzurri con il boccale di birra in mano.
 
15496336
15496336 Inviato: 16 Nov 2015 12:31
 

Io adesso non conosco la legislazione indiana, ma è possibile (se non probabile) che quei paesi abbiano leggi particolari che favoriscono la vendita, sul mercato locale, di oggetti prodotti in joint venture con aziende locali e/o comunque in stabilimenti nella zona. Ovviamente puoi vendere anche senza (certo le Ferrari non le costruiscono in India, o in Cina) ma "subendo" una tassazione maggiore: motorette come queste non possono permetterselo, o comunque non gli conviene (visto che sono pensate principalmente per quei mercati).
 
15501090
15501090 Inviato: 23 Nov 2015 11:18
 

manuilrosso ha scritto:
[...] Inltre le piccole cilindrate sono destinate soprattutto a ragazzi/e 18enni o poco più quindi spesso con una famiglia alle spalle che, essendo il primo mezzo, non vuole spendere troppo (bisogna vedere come sarà il prezzo) [...]


Quello che non capisco è proprio il mercato target di queste moto: oltre ai 18enni (o quant'è adesso il limnite di età per la A2) che vogliono una moto subito, senza aspettare gli anni necessari per la A3, chi se la prende una moto del genere? Quante saranno le persone più grandi che preferiranno una moto del genere ad un 500/600 usato?
 
15501108
15501108 Inviato: 23 Nov 2015 11:41
 

Ecco uno che risponde alla tua domanda: 47 anni e felice possessore di una 250 che ti lascia andare senza pensieri e preoccupazioni. Costi d'esercizio minimi, snellezza e gestibilità in tutte le situazioni, il piacere della guida senza la preoccupazione di dover "domare" un mezzo potente e pesante.
Per me è una seconda moto, ma volendo ci si può fare di tutto.
 
15501119
15501119 Inviato: 23 Nov 2015 12:04
 

marktbike ha scritto:
Ecco uno che risponde alla tua domanda: 47 anni e felice possessore di una 250 che ti lascia andare senza pensieri e preoccupazioni. Costi d'esercizio minimi, snellezza e gestibilità in tutte le situazioni, il piacere della guida senza la preoccupazione di dover "domare" un mezzo potente e pesante.
Per me è una seconda moto, ma volendo ci si può fare di tutto.


Quoto al 100%, eccone un altro 48 anni, o più moto ma la mia preferenza sono quelle d'epoca, con quelle non ci si può fare quasi tutto, con un 300 odierno praticamente si, nel forum dove sono iscritto extra Tinga con mio stupore più di un 50% dei propietari del mio modello hanno più anni di me.
 
15501168
15501168 Inviato: 23 Nov 2015 13:21
 

londinese ha scritto:
Quello che non capisco è proprio il mercato target di queste moto: oltre ai 18enni (o quant'è adesso il limnite di età per la A2) che vogliono una moto subito, senza aspettare gli anni necessari per la A3, chi se la prende una moto del genere? Quante saranno le persone più grandi che preferiranno una moto del genere ad un 500/600 usato?


Fabrifax e martbike qui sopra ti hanno già risposto icon_smile.gif alla fine non sono in pochi i motociclisti maturi che acquistano queste piccole cilindrate per farne un uso più o meno cittadino (ma anche la gitarella della domenica), o da affiancare a moto più potenti o proprio come unico mezzo. E comunque considera che anche i giovani possono costituire un bacino di utenza abbastanza grande, soprattutto da quando hanno innalzato il limite per la A3.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 4
Vai a pagina 1234  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum BMW

Forums ©