Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo
 
discussione su erogazione 2T e 4T a confronto
454358
454358 Inviato: 5 Lug 2006 22:58
 



l'erogazione del 2T è molto più violenta anche se il motore è piccolino!
me l'hanno detto anche 2 miei amici che sono passati al ninja...dai gas e la moto riprende come fosse elettrica!tranne dopo i 10-11000 giri...eh eh! icon_lol.gif
 
454886
454886 Inviato: 6 Lug 2006 9:50
 

questa cosa l'ho notata cneh io, ma se volete che resti questa sensazione di cattiveria provate la 916 icon_lol.gif icon_lol.gif

ad ogni modo sarebbe curioso fare un test e verificare in quanto riusciamo a staccare lo 0-100
 
455215
455215 Inviato: 6 Lug 2006 12:06
 

sicuramente sarà cattivo il 916, ma se proprio vuoi la violenza ti consiglio la suzuki rg 500 gamma. Un 2t 500 cc da quasi 100 cv.
 
455419
455419 Inviato: 6 Lug 2006 13:21
 

siamo completamente ot... dividerò il topic questa sera in due parti, ad ogni modo trovarla non srebbe male... anche la bimota 500 v2 non srebbe malaccio.. cmq posso assicurarti che la 916, la prima serie disegnata da tamburini è spaventosamente violenta nell'erogazione... icon_lol.gif
 
455642
455642 Inviato: 6 Lug 2006 14:34
 

ho guidato una yamaha rd500 elaborata....e vi garantisco che e roba per pochi icon_exclaim.gif icon_exclaim.gif icon_exclaim.gif Quelle originali sono molto tranquille e i loro quasi 100CV vengono penalizzati sia dal peso che dalla ciclistica che non e in grado di metterli a terra a dovere.

Vi posso assicurare che se volete qualcosa di veramente assurdo dovete provare la nuova suzuki k5 che montato scarico e filtro ha piu CV dell'hayabusa e pesa circa 40kg in meno!!!!!!
 
455662
455662 Inviato: 6 Lug 2006 14:40
 

Ah l'rg500.... uno dei miei sogni icon_cry.gif icon_cry.gif icon_cry.gif icon_cry.gif icon_cry.gif
 
455966
455966 Inviato: 6 Lug 2006 16:30
 

tanto andrestasera divide... sn in vendita a prezzo stracciato dei 500 da pista... i bei 2t solo che alla fine non so quanto ci si diverta xche sn veramente difficili da guidare... a mio modesto parere..
 
456838
456838 Inviato: 6 Lug 2006 21:38
 

infati, è un po come la moto del mio amico: Gpz900R, è una furia di motore, ma vogliono gestiti 115 cv con una gomma 130 al posteriore.
 
459448
459448 Inviato: 7 Lug 2006 20:18
 

Non posso non rispondere sul mio argomento preferito!
Innanzitutto, per parlare dei 2 tempi, bisognerebbe averli guidati.
Partendo dal presupposto che il motore 2 tempi (secondo me) dà un gusto estremamente superiore al 4 tempi, ci sono da fare alcune precisazioni:
- Se si parla di erogazione motore, non si deve parlare di ciclistica, perchè il paragone sarebbe ingeneroso, vista la differenza di tecnologia dovuta al passare del tempo.
- Non tutti i due tempi sono uguali: la grossa differenza è stata la valvola allo scarico.
- In generale l'erogazione è più "veloce", più violenta, e con più allungo.
- ricordate sempre che le prestazioni tout cour sono sempre dipendenti dal rapporto peso/potenza, e le moto 2 tempi sono più leggere, perchè il motore pesa molto meno.
- I due tempi NON sono più difficili da guidare. Solo che si guidano in maniera MOLTO differente dal 4 tempi, e qualcuno poco esperto può trovarsi in difficoltà.
- trovo impossibile fare confronti tra 2 tempi di 20 anni fa e 4 tempi di ora.
Se volete parlare di moto a 2 tempi per ore, telefonatemi pure icon_wink.gif
Ciao.
Tico
 
459524
459524 Inviato: 7 Lug 2006 20:43
 

quoto, la gamma pur avendo i supi annetti alle spalle ancora riesce ancora a tenere testa ai milloni di adesso..


il 5002t mi recente ke conosco è il cr 5002t
 
459611
459611 Inviato: 7 Lug 2006 21:28
 

Grande Tico!!!!!

Su un giornale che è uscito pochi mesi fà avevano fatto un raffronto fra l'rg500 e la gsx-r 1000 (o almeno mi pare, forse era 600 ma non credo) x "celebrare" i 20 anni che separavano le due moto.....e nonostante la differenza d'età abissale x lo sviluppo tecnologico degli ultimi anni l'rg ricordo che ha fatto la sua porca figura!!!!! icon_cool.gif icon_cool.gif icon_cool.gif icon_cool.gif


X quanto riguarda le sensazioni del 2t io x il momento ho all'attivo solo la guida del mio 125....in ogni caso pensavo fino a poco fà che cmq un 600 4t moderno desse anche lui una "botta dietro" non indifferente, e invece quasi sono rimasto deluso...cioè ovviamente tirava da bestia icon_lol.gif ma me lo aspettavo diverso!!! Per l'appunto + violento, solo dopo queste esperienze ho capito, o riesco a immaginare x bene quello che mi hanno detto della brutalità del 2t icon_biggrin.gif
A volte mi chiedo se non si potesse fare un riaggiornamento di quelle moto che venivano definite bare volanti...chissà magari x renderle almeno conformi alle norme anti-inquinamento icon_cry.gif , e xkè no aggiornare pure la ciclistica icon_rolleyes.gif
 
460003
460003 Inviato: 8 Lug 2006 0:24
 

Il 2 tempi che ho provato io non era regolare per niente (Aprilia RS 125 2006 depotenziata) anzi dire che era irregolare è un complimento. 5 minuti filava liscio, 5 minuti dopo singhiozzava nelle prime marce.

Senza contare il fumo e l'olio che brucia .

Per me il 2T è da pensionare benvengano i 4T molto + fruibili regolari e molto meno fumosi .
 
460135
460135 Inviato: 8 Lug 2006 2:48
 

murdorr ha scritto:
Il 2 tempi che ho provato io non era regolare per niente (Aprilia RS 125 2006 depotenziata) anzi dire che era irregolare è un complimento. 5 minuti filava liscio, 5 minuti dopo singhiozzava nelle prime marce.

Senza contare il fumo e l'olio che brucia .

Per me il 2T è da pensionare benvengano i 4T molto + fruibili regolari e molto meno fumosi .


sul 2tempi si è voluta sospendere la ricerca solo per motivi prettamente politici e nonostante ciò conserva ancora degli innegabili vantaggi di utilizzo e di concetto rispetto al 4tempi.

a parità di cilindrata e potenza un 2tempi è molto più fruibile e regolare di un 4tempi, oltre che nettamente più affidabile.

ha poco senso valutare una scelta tecnica provando una sola moto e che per giunta non và bene: se al contrario avessi provato l'unico 4tempi della tua vita e dopo uno sferragliare della distribuzione ti si fosse distrutto tra le mani avresti pensato male di tutti i 4tempi?

la fumosità del motore a 2tempi di ultima generazione è da attribuire in maniera quasi totale al proprietario della moto.
se fuma è colpa sua, non del tipo di motore:
sulla fumosità incide negativamente la scarsa pulizia del filtro aria, l'erronea taratura del miscelatore e soprattutto il tipo di olio usato: esistono oli che miscelati al 6% producono una fumosità appena visibile, figuriamoci in moto con miscelatore, che eroga dallo 0,75 al 3%...
 
460156
460156 Inviato: 8 Lug 2006 3:40
 

mi permetto di dire la mia sul 2 tempi, in quanto qualcosaina la so anche io..

la fumosità e ad ogni modo l inquinamento di un 2 tempi è ovvio e non solo dovuto a errori nel set up.. (a parte che hai dimenticato la cosa piu importante, la CARBURAZIONE!)

c'è un ben preciso momento nel quale luce di scarico e luce di aspirazione vengono scoperte contemporaneamente, e parte della benzina aspirata finisce nello scarico senza subire combustione.

parte di questo difetto congenito del 2 tempi è alleviata dall opera della marmitta ad espansione, che tramite la risonana di coni e controconi produce particolari onde che mandano in pressione i gas impedendo loro di fuoriuscire nel momento della sovrapposizone delle luci.

ma purtroppo parte dei gas scappa via, e anche da qui deriva il maggiore inquinamento rispetto a un 4 tempi.

inoltre, sebbene le nuove tecnologie abiano permesso al fabbricazione di lubrificanti totalmente sintetici smoke-free, parte dell inquinamento è dato anche da questo componente..

inoltre ricordo e correggo l intervento precedente..

un 2 tempi non sarà MAI piu affidabile di un 4 tempi..

un 2 tempi frulla piu in alto, per avere coppia si è costretti a girare sempre a giri molto alti con conseguente precoce usura delle parti, inoltre un 2 tempi ha le fasce che a ogni giro sfregano contro le luci di scarico ed aspirazione, cosumandosi molto piu alla svelta che in un cilindro 4 tempi, liscio come il culetto di un bambino.

un 2 tempi inoltre affida la lubrificazione dell imbiellaggio direttamente alla miscela..

e soprattutto, un 2 tempi richiede una manutenzione esagerata, seppur essendo meccanicamente meno complesso, poiche i pezzi si sporcano a causa dell olio di lubrificazione e si usurano molto piu in fretta.. senza contare che i motori 2 tempi piccoli, sono spesso molto tirati, e come ben si sa, non esiste compromesso fra affidabilità e prestazioni..

un 2 tempi da emozioni uniche e sarebbe curioso veder riprendere gli studi su di esso, ma irrimediabilmente non potra MAI essere un equipaggiamento degno di una moto da lunghe percorrenze.

è il classico motore leggero, tirato, poco affidabile, rumoroso e puzzolente che fa andare come missili moto piccole, leggere e molto divertenti da guidare..

ottimo come scuola per un 4 tempi.. perche se guidato al limite ti insegna non bene, ma benissimo come giocare di cambio, scalata, frizione e freni (non avendo freno motore)..

chi impara a guidare con serietà un 2 tempi, su un 4 tempi si sentirà un po deluso, perche il 2 tempi perdona molti meno errori di gestione rispetto a un solido e potente 4 tempi, che piu o meno a qualsiasi regime ti assicura un discreto tiro senza affogare o morire per carenza di coppia..


evviva il 2 tempi!
 
460462
460462 Inviato: 8 Lug 2006 11:44
 

marco1988 ha scritto:

la fumosità e ad ogni modo l inquinamento di un 2 tempi è ovvio e non solo dovuto a errori nel set up.. (a parte che hai dimenticato la cosa piu importante, la CARBURAZIONE!)

...

un 2 tempi non sarà MAI piu affidabile di un 4 tempi..

un 2 tempi frulla piu in alto, per avere coppia si è costretti a girare sempre a giri molto alti con conseguente precoce usura delle parti, inoltre un 2 tempi ha le fasce che a ogni giro sfregano contro le luci di scarico ed aspirazione, cosumandosi molto piu alla svelta che in un cilindro 4 tempi, liscio come il culetto di un bambino.

un 2 tempi inoltre affida la lubrificazione dell imbiellaggio direttamente alla miscela..

e soprattutto, un 2 tempi richiede una manutenzione esagerata, seppur essendo meccanicamente meno complesso, poiche i pezzi si sporcano a causa dell olio di lubrificazione e si usurano molto piu in fretta.. senza contare che i motori 2 tempi piccoli, sono spesso molto tirati, e come ben si sa, non esiste compromesso fra affidabilità e prestazioni..

un 2 tempi da emozioni uniche e sarebbe curioso veder riprendere gli studi su di esso, ma irrimediabilmente non potra MAI essere un equipaggiamento degno di una moto da lunghe percorrenze.


con le tue osservazioni apri un discorso bello complicato e molto soggetto ad essere influenzato dai gusti personali, nonché dalle personali scale di valori...

nell'ordine a quanto sostieni e premesso che non è corretto confrontare motori da competizione o quasi, con motori tranquilli...:

- ho trascurato la RELATIVA influenza che la carburazione può avere sulla fumosità proprio perché secondaria ai fattori esposti e perché diamo almeno per scontato che la carburazione uno la tenga in ordine.

- il 2T non inquina di più in assoluto: c'è molta ipocrisia nell'informazione pubblica.
se è vero che non c'è verso di evitare la fuoriuscita di idrocarburi incombusti è anche vero che in tale ciclo è impossibile la formazione di biossido di azoto
tale sottoprodotto di combustione si può formare esclusivamente durante combustioni che avvengono in eccesso di ossigeno, come nei 4T sia a ciclo Diesel che Otto. il 2T funziona in eccesso di carburante (rapporto NON stechiometrico: 14,5 - 14,7:1)
icon_arrow.gif il tasso di NO2 nell'aria è uno dei parametri sotto osservazione dalle centraline di rilevamento urbane e NON PUO' FISICAMENTE ESSERE PRODOTTO DAI MOTORI A 2TEMPI.

- lo sviluppo sul 2T è stato abbandonato ma già con la sola alimentazione ad iniezione si risolvono alcuni suoi problemi e sarebbe possibile risolverne altri sollevando il carter dalla sua funzione di pompa.
evitare di utilizzare lubrificanti di scarsa qualità, eviterebbe perfino di avviare discussioni come questa...

- i motori a 2T sono strutturalmente più affidabili dei 4T essendo concettualmente più semplici. per questo motivo si scelglie il 2T, anche a ciclo Diesel, meglio se raffreddato ad aria, per le applicazioni più estreme e gravose dove sono richieste massima affidabilità e versatilità d'utilizzo.
ad esempio, un motore a 2T non soffre di un capovolgimento durante l'utilizzo ma può funzionare benissimo capovolto: con i 4T si rischia di far saltare la cementazione degli assi a camme o addirittura fondere le bronzine solo impennando (Honda SBK docet...) oppure lasciando per troppo tempo il motore in moto dopo una caduta - per questo motivo non hanno alternative e vengono preferiti i 2T per: motoseghe, decespugliatori, jet-ski, wet-bike, kart, aerei ultraleggeri, deltaplani e parapendio a motore, motoslitte, ecc.
inoltre il 2T soffre e si usura molto meno del 4T durante il funzionamento a freddo non avendo un circuito di lubrificazione che debba funzionare in pressione.
durante i lunghi inutilizzi i motori a 2T non subiscono ossidazioni di tutto quel che si trova al di sopra dei segmenti (raschiaolio nei 4T)
le marmitte dei 2T non vengono corrose dalla condensa
nei motori a 2T non esiste il concetto di "fuorigiri" e neanche quello di "funzionamento sottocoppia" così pericolosi per bielle e distribuzione dei 4T: le bielle di un 2T lavorano esclusivamente a compressione mentre quelle dei 4T a compressione e trazione alternata: per questo sono molto più critiche e pesanti.
gli organi della distribuzione, poi, sono costruiti apposta per rompersi con una sola sfollata...
icon_confused.gif certo, nei comandi desmodromici c'è un pò di sicurezza in più...
la stessa tipica caduta della curva di potenza di un 2T lo mette maggiormente a riparo da un utilizzo a regimi eccessivamente alti
ecc.

- un 2T gira assolutamente più basso di un 4T! : a parità di cilindrata e rapporto corsa/alesaggio al 2T basta il 60% dei giri necessari al 4T per sviluppare la stessa potenza, e gli esempi a sostegno di ciò sono infiniti, basta fare dei confronti stabilendo dei termini di paragone.
è il 4T, che per recuperare il suo deficit di potenza rispetto al 2T è costretto a percorrere le uniche due strade possibili per aumentare la potenza senza incrementare la cilindrata: aumentare il regime di rotazione ed aumentare il Rapporto di Compressione: non esistono altre strade.
quindi, a parità di potenza erogata un 2T girera molto, molto meno di un 4T con effetto positivo su affidabilità e durata dei componenti.
icon_arrow.gif Nota: un motore che gira più basso avrà anche una curva di coppia più favorevole e sostanziosa ai regimi medio-bassi ripetto ad un motore di pari cilindrata e valore di coppia massima: se tu avessi mai guidato un Cagiva 350, magari versione trial o un vero pozzo di coppia come la vecchia Suzuki NGT750 (3cilindri, 2tempi) sapresti di cosa stò parlando...

un punto debole del 4T, sopratutto oggi che le benzine hanno perso il potere lubrificante che assicurava il piombo tetraetile, è la lubrificazione della parte alta del cilindro che, se le raschiaolio svolgono appieno il loro compito, FUNZIONA COMPLETAMENTE A SECCO.
e in un 2T, se si usurano i segmenti in un cilindro cromato, si cambiano ed il motore torna come nuovo. sul 4T gl'interventi di manutenzione sono molto più complessi e costosi.
oltretutto nel 2T la manutenzione è praticamente inesistente, non è così col 4T al quale ogni tanto và almeno cambiato olio a filtro e và data un'occhiata ogni tanto a tutti quegli (inutili) componenti della distribuzione come catene, tensionatori, punterie, valvole... bleah

immagini visibili ai soli utenti registrati

(scusate)

- ho utilizzato motori a 2T dal lontano 1973 sia per diporto che per le competizioni: ho sbiellato una volta, per incuria, il mio kart 125 in prova dopo 4 gare corse senza aprire il motore (5°, 5°, 2°, 1° classificato) - una volta mi si è grippato senza danni (è ripartito subito senza incollare la fascia) un 100 mentre stavo effettuando degli esperimenti di miscele...
non ho altri ricordi di rotture subite con un 2T mentre ne ho una collezione infinita di 4T benzina e Diesel sbiellati, usurati da buttare via, con teste spaccate, bielle spezzate, tubazioni olio otturate, pistoni sfrantumati, bronzine fuse, pompe inceppate, ecc.: non sono gli anni, sono i chilometri.

la mia RD350 acquistata nuova nel 1983 è ancora funzionante con i segmenti originali! si tratta di una moto che utilizzavo periodicamente per trasferimenti autostradali di 500-600Km - il mio Cagiva 350 acquistato nuovo nel 1982 è ancora funzionante dopo una sola sostituzione di fasce...
..e non mi sognerei mai di comprare un motore fuoribordo a 4T: quando i 2T non ci saranno più andrò a vela.
 
474832
474832 Inviato: 14 Lug 2006 18:55
 

de_corsa ha scritto:
marco1988 ha scritto:

la fumosità e ad ogni modo l inquinamento di un 2 tempi è ovvio e non solo dovuto a errori nel set up.. (a parte che hai dimenticato la cosa piu importante, la CARBURAZIONE!)

...

un 2 tempi non sarà MAI piu affidabile di un 4 tempi..

un 2 tempi frulla piu in alto, per avere coppia si è costretti a girare sempre a giri molto alti con conseguente precoce usura delle parti, inoltre un 2 tempi ha le fasce che a ogni giro sfregano contro le luci di scarico ed aspirazione, cosumandosi molto piu alla svelta che in un cilindro 4 tempi, liscio come il culetto di un bambino.

un 2 tempi inoltre affida la lubrificazione dell imbiellaggio direttamente alla miscela..

e soprattutto, un 2 tempi richiede una manutenzione esagerata, seppur essendo meccanicamente meno complesso, poiche i pezzi si sporcano a causa dell olio di lubrificazione e si usurano molto piu in fretta.. senza contare che i motori 2 tempi piccoli, sono spesso molto tirati, e come ben si sa, non esiste compromesso fra affidabilità e prestazioni..

un 2 tempi da emozioni uniche e sarebbe curioso veder riprendere gli studi su di esso, ma irrimediabilmente non potra MAI essere un equipaggiamento degno di una moto da lunghe percorrenze.


con le tue osservazioni apri un discorso bello complicato e molto soggetto ad essere influenzato dai gusti personali, nonché dalle personali scale di valori...

nell'ordine a quanto sostieni e premesso che non è corretto confrontare motori da competizione o quasi, con motori tranquilli...:

- ho trascurato la RELATIVA influenza che la carburazione può avere sulla fumosità proprio perché secondaria ai fattori esposti e perché diamo almeno per scontato che la carburazione uno la tenga in ordine.

- il 2T non inquina di più in assoluto: c'è molta ipocrisia nell'informazione pubblica.
se è vero che non c'è verso di evitare la fuoriuscita di idrocarburi incombusti è anche vero che in tale ciclo è impossibile la formazione di biossido di azoto
tale sottoprodotto di combustione si può formare esclusivamente durante combustioni che avvengono in eccesso di ossigeno, come nei 4T sia a ciclo Diesel che Otto. il 2T funziona in eccesso di carburante (rapporto NON stechiometrico: 14,5 - 14,7:1)
icon_arrow.gif il tasso di NO2 nell'aria è uno dei parametri sotto osservazione dalle centraline di rilevamento urbane e NON PUO' FISICAMENTE ESSERE PRODOTTO DAI MOTORI A 2TEMPI.

- lo sviluppo sul 2T è stato abbandonato ma già con la sola alimentazione ad iniezione si risolvono alcuni suoi problemi e sarebbe possibile risolverne altri sollevando il carter dalla sua funzione di pompa.
evitare di utilizzare lubrificanti di scarsa qualità, eviterebbe perfino di avviare discussioni come questa...

- i motori a 2T sono strutturalmente più affidabili dei 4T essendo concettualmente più semplici. per questo motivo si scelglie il 2T, anche a ciclo Diesel, meglio se raffreddato ad aria, per le applicazioni più estreme e gravose dove sono richieste massima affidabilità e versatilità d'utilizzo.
ad esempio, un motore a 2T non soffre di un capovolgimento durante l'utilizzo ma può funzionare benissimo capovolto: con i 4T si rischia di far saltare la cementazione degli assi a camme o addirittura fondere le bronzine solo impennando (Honda SBK docet...) oppure lasciando per troppo tempo il motore in moto dopo una caduta - per questo motivo non hanno alternative e vengono preferiti i 2T per: motoseghe, decespugliatori, jet-ski, wet-bike, kart, aerei ultraleggeri, deltaplani e parapendio a motore, motoslitte, ecc.
inoltre il 2T soffre e si usura molto meno del 4T durante il funzionamento a freddo non avendo un circuito di lubrificazione che debba funzionare in pressione.
durante i lunghi inutilizzi i motori a 2T non subiscono ossidazioni di tutto quel che si trova al di sopra dei segmenti (raschiaolio nei 4T)
le marmitte dei 2T non vengono corrose dalla condensa
nei motori a 2T non esiste il concetto di "fuorigiri" e neanche quello di "funzionamento sottocoppia" così pericolosi per bielle e distribuzione dei 4T: le bielle di un 2T lavorano esclusivamente a compressione mentre quelle dei 4T a compressione e trazione alternata: per questo sono molto più critiche e pesanti.
gli organi della distribuzione, poi, sono costruiti apposta per rompersi con una sola sfollata...
icon_confused.gif certo, nei comandi desmodromici c'è un pò di sicurezza in più...
la stessa tipica caduta della curva di potenza di un 2T lo mette maggiormente a riparo da un utilizzo a regimi eccessivamente alti
ecc.

- un 2T gira assolutamente più basso di un 4T! : a parità di cilindrata e rapporto corsa/alesaggio al 2T basta il 60% dei giri necessari al 4T per sviluppare la stessa potenza, e gli esempi a sostegno di ciò sono infiniti, basta fare dei confronti stabilendo dei termini di paragone.
è il 4T, che per recuperare il suo deficit di potenza rispetto al 2T è costretto a percorrere le uniche due strade possibili per aumentare la potenza senza incrementare la cilindrata: aumentare il regime di rotazione ed aumentare il Rapporto di Compressione: non esistono altre strade.
quindi, a parità di potenza erogata un 2T girera molto, molto meno di un 4T con effetto positivo su affidabilità e durata dei componenti.
icon_arrow.gif Nota: un motore che gira più basso avrà anche una curva di coppia più favorevole e sostanziosa ai regimi medio-bassi ripetto ad un motore di pari cilindrata e valore di coppia massima: se tu avessi mai guidato un Cagiva 350, magari versione trial o un vero pozzo di coppia come la vecchia Suzuki NGT750 (3cilindri, 2tempi) sapresti di cosa stò parlando...

un punto debole del 4T, sopratutto oggi che le benzine hanno perso il potere lubrificante che assicurava il piombo tetraetile, è la lubrificazione della parte alta del cilindro che, se le raschiaolio svolgono appieno il loro compito, FUNZIONA COMPLETAMENTE A SECCO.
e in un 2T, se si usurano i segmenti in un cilindro cromato, si cambiano ed il motore torna come nuovo. sul 4T gl'interventi di manutenzione sono molto più complessi e costosi.
oltretutto nel 2T la manutenzione è praticamente inesistente, non è così col 4T al quale ogni tanto và almeno cambiato olio a filtro e và data un'occhiata ogni tanto a tutti quegli (inutili) componenti della distribuzione come catene, tensionatori, punterie, valvole... bleah

immagini visibili ai soli utenti registrati

(scusate)

- ho utilizzato motori a 2T dal lontano 1973 sia per diporto che per le competizioni: ho sbiellato una volta, per incuria, il mio kart 125 in prova dopo 4 gare corse senza aprire il motore (5°, 5°, 2°, 1° classificato) - una volta mi si è grippato senza danni (è ripartito subito senza incollare la fascia) un 100 mentre stavo effettuando degli esperimenti di miscele...
non ho altri ricordi di rotture subite con un 2T mentre ne ho una collezione infinita di 4T benzina e Diesel sbiellati, usurati da buttare via, con teste spaccate, bielle spezzate, tubazioni olio otturate, pistoni sfrantumati, bronzine fuse, pompe inceppate, ecc.: non sono gli anni, sono i chilometri.

la mia RD350 acquistata nuova nel 1983 è ancora funzionante con i segmenti originali! si tratta di una moto che utilizzavo periodicamente per trasferimenti autostradali di 500-600Km - il mio Cagiva 350 acquistato nuovo nel 1982 è ancora funzionante dopo una sola sostituzione di fasce...
..e non mi sognerei mai di comprare un motore fuoribordo a 4T: quando i 2T non ci saranno più andrò a vela.

hai perfettamente ragione, ma strategie di mercato impongono l'utilizzo dei 4t perchè sono + costosi x l'utente finale (con margini di guadagno maggiori x le imprese) e perchè gli innumerevoli componenti da controllare e cambiare portano molto denaro nelle casse degli stessi

voi esperti sapete dirmi qualcosa a proposito di un fantomatico motore 2t brevettato in australia mai commercializzato (i brevetti furono comprati da una casa automobilistica appunto x non vedere mai la luce e produrre solo 4t)
 
474980
474980 Inviato: 14 Lug 2006 20:07
 

Il motore si chiama Orbital.
Ma il discorso è molto complesso.

de_corsa, hai voglia? icon_wink.gif
Tico
 
475122
475122 Inviato: 14 Lug 2006 21:24
 

Tico ha scritto:
Il motore si chiama Orbital.
Ma il discorso è molto complesso.

de_corsa, hai voglia? icon_wink.gif
Tico

io si icon_smile.gif
 
475150
475150 Inviato: 14 Lug 2006 21:36
 

Tico ha scritto:
Il motore si chiama Orbital.
Ma il discorso è molto complesso.

de_corsa, hai voglia? icon_wink.gif
Tico


non ricordo più l'architettura funzionale dell'Orbital; i miei post sono scritti sempre a memoria...: dovrei prima fare una ricerca per ri-documentarmi!

fà parte sicuramente di quei tanti (più di quanti non immaginiamo) geniali (e risolutivi?) progetti che non hanno avuto un seguito solo ed esclusivamente per motivi di politica economica.
 
475833
475833 Inviato: 15 Lug 2006 11:56
Oggetto: ORBITAL
 

dopo una brev...issima ricerca sono giunto al sito della Orbital icon_arrow.gifLink a pagina di Orbeng.com.au ed ho scoperto che del famoso rivoluzionario 2T non c'è traccia, però la ditta australiana è ben attiva nel campo dei "normali" motori 2 e 4T ed è tra l'altro titolare dei brevetti di iniezione diretta utilizzati da Aprilia, Piaggio, Peugeot e Kymco coi nomi più fantasiosi: Ditech, Pure Jet, TSDI, KDI...

inoltre ha rilasciato licenze alla Tohatsu per l'utilizzo sui loro motori fuoribordo, alla Polaris, ecc. ecc. insomma si danno da fare!
 
475853
475853 Inviato: 15 Lug 2006 12:06
 

sarebbe bello saperne qlc in + di quel motore...ma siamo ot icon_rolleyes.gif
 
475909
475909 Inviato: 15 Lug 2006 12:36
 

Tomek ha scritto:
sarebbe bello saperne qlc in + di quel motore...ma siamo ot icon_rolleyes.gif


e perché? a me pare che la discussione sia abbastanza in tema: tra 2 e 4 magari ci scappa un 3 tempi che ci mette tutti d'accordo icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif
 
476245
476245 Inviato: 15 Lug 2006 15:20
 

ho provato a cercare un articolo che avevo su un numero di "aeronautica e difesa" di un paio di anni fa dove si parlava dei propulsori più bizzarri che si inventarono durante la guerra fredda.. se la memoria non mi inganna vennero fatti degli esperimenti per propulsori 2tempi aeronautici leggerissimi con delle soluzioni che ricordo vennero definite "esotiche"... spero di riuscire a ritrovarlo tra tutte le mie vecchie riviste, era davvero interessante...
 
476301
476301 Inviato: 15 Lug 2006 15:55
 

andreaspr ha scritto:
ho provato a cercare un articolo che avevo su un numero di "aeronautica e difesa" di un paio di anni fa dove si parlava dei propulsori più bizzarri che si inventarono durante la guerra fredda.. se la memoria non mi inganna vennero fatti degli esperimenti per propulsori 2tempi aeronautici leggerissimi con delle soluzioni che ricordo vennero definite "esotiche"... spero di riuscire a ritrovarlo tra tutte le mie vecchie riviste, era davvero interessante...


negli ultraleggeri i 2Tempi sono abbastanza normali, io stesso ho svolazzato con un bel Rotax-Bombardier bicilindrico (poi grippato e precipitato al volo successivo... icon_sad.gif ma non è stata colpa del motore bensì della testa dura del proprietario che insisteva - nonostante glielo sconsigliassi - a fare la miscela con del SAE 40 che per il freddo che faceva era oggettivamente troppo denso e non abbastanza miscibile. io glie l'avevo detto. lui si ruppe un paio di costole ed un paio di gambe. ma questa è un'altra storia.)
 
476313
476313 Inviato: 15 Lug 2006 16:02
 

de_corsa ha scritto:
andreaspr ha scritto:
ho provato a cercare un articolo che avevo su un numero di "aeronautica e difesa" di un paio di anni fa dove si parlava dei propulsori più bizzarri che si inventarono durante la guerra fredda.. se la memoria non mi inganna vennero fatti degli esperimenti per propulsori 2tempi aeronautici leggerissimi con delle soluzioni che ricordo vennero definite "esotiche"... spero di riuscire a ritrovarlo tra tutte le mie vecchie riviste, era davvero interessante...


negli ultraleggeri i 2Tempi sono abbastanza normali, io stesso ho svolazzato con un bel Rotax-Bombardier bicilindrico (poi grippato e precipitato al volo successivo... icon_sad.gif ma non è stata colpa del motore bensì della testa dura del proprietario che insisteva - nonostante glielo sconsigliassi - a fare la miscela con del SAE 40 che per il freddo che faceva era oggettivamente troppo denso e non abbastanza miscibile. io glie l'avevo detto. lui si ruppe un paio di costole ed un paio di gambe. ma questa è un'altra storia.)
solo un paio di gambe? icon_wink.gif
 
476324
476324 Inviato: 15 Lug 2006 16:15
 

e gli è andata anche bene... icon_wink.gif icon_wink.gif ma adesso che ci penso al variare dell'altitudine come faceva a funzionare l'espansione dei due tempi?? visto che cambia la densità dell'aria icon_eek.gif pensa dove siamo arrivati con stò disccorso...

cmq c'è una cosa che non mi spiego, perchè se il due tempi è meno costoso di manutenzione la mia moto mi costa come un bambino?? pistoni, guarnizioni, cuscinetti e candele... a giorni devo pagare un conto dal meccanico bello sostanzioso icon_confused.gif icon_confused.gif
 
476327
476327 Inviato: 15 Lug 2006 16:24
 

andreaspr ha scritto:
e gli è andata anche bene... icon_wink.gif icon_wink.gif ma adesso che ci penso al variare dell'altitudine come faceva a funzionare l'espansione dei due tempi?? visto che cambia la densità dell'aria icon_eek.gif pensa dove siamo arrivati con stò disccorso...

cmq c'è una cosa che non mi spiego, perchè se il due tempi è meno costoso di manutenzione la mia moto mi costa come un bambino?? pistoni, guarnizioni, cuscinetti e candele... a giorni devo pagare un conto dal meccanico bello sostanzioso icon_confused.gif icon_confused.gif
beh magari se la tua costa come un bambino magari un 4 tempi costa come 2 bambini icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif
scherzi a parte bisogna vedere ogni quanto spendi quanto... anche se devo dire che la mia non mi fa spendere un gran che di manutenzione (finora)... più che altro spendo in modifiche icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif
 
476335
476335 Inviato: 15 Lug 2006 16:30
 

posso assicurarti che la mia piccola aprilia si mangia le candele a colazione (ogni 2-3000km) il pistone è da buttare dopo 10-12000 km, la carburazione va controllata molto spesso, litri di olio, a breve devo sostituire i cuscinetti di banco che hanno già più di 10000km e sono logori... vabbè che io cerco di tenerla la massimo delle sue condizioni inchè posso, ma ci spendo davvero tanto di manutenzione.. bah... icon_confused.gif
 
476337
476337 Inviato: 15 Lug 2006 16:34
 

andreaspr ha scritto:
posso assicurarti che la mia piccola aprilia si mangia le candele a colazione (ogni 2-3000km) il pistone è da buttare dopo 10-12000 km, la carburazione va controllata molto spesso, litri di olio, a breve devo sostituire i cuscinetti di banco che hanno già più di 10000km e sono logori... vabbè che io cerco di tenerla la massimo delle sue condizioni inchè posso, ma ci spendo davvero tanto di manutenzione.. bah... icon_confused.gif
ma quand'è che ti prendi una zx12r? su quella di JT facevi la tua figura in fondo icon_wink.gif icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif
 
476705
476705 Inviato: 15 Lug 2006 21:37
 

andreaspr ha scritto:
... al variare dell'altitudine come faceva a funzionare l'espansione dei due tempi?? visto che cambia la densità dell'aria ...

cmq c'è una cosa che non mi spiego, perchè se il due tempi è meno costoso di manutenzione la mia moto mi costa come un bambino?? pistoni, guarnizioni, cuscinetti e candele...


la densità dell'aria non influisce un gran ché sul principio di funzionamento dell'espansione, visto che l'onda di contropressione prodotta dal controcono viaggia comunque nei gas caldi che fuoriescono dal motore.

è pur vero che si crea un'altra piccola onda di ritorno nell'attimo in cui l'onda di scarico fuoriesce dallo spillo ed entra a contatto con l'atmosfera, ma la sua influenza è legata alle capacità estrattive dello scarico in generale e non all'effetto tappo della contro-onda principale.
oltretutto questa piccola onda giunge in fase ad un numero di giri molto più basso della potenza massima.

piuttosta la sua influenza è massima sulla carburazione ma è un'influenza tutto sommato positiva visto che con la rarefazione dell'atmosfera la carburazione tende ad ingrassare naturalmente.
ingrassamento parzialmente contrastato dalla diminuizione della temperatura.

anche in questo caso il 2T si rivela superiore al 4T: quest'ultimo soffre più dell'altitudine, a meno che non sia sovralimentato, perché respira solo l'aria che riesce ad aspirare durante il suo ciclo.
il 2T gode invece di un leggero effetto di sovralimentazione fornito, per sua stessa natura funzionale, dal carter-pompa.
_______________________________________

il tuo motore non è tra quelli meno bisognosi di manutenzione e ciò non è certo legato al ciclo ma alle sue caratteristiche costruttive che lo rendono più simile ad un motore da competizione che ad uno stradale!

se tu avessi avuto una vecchia Vespa, un'HD-CaGiVa, una Yamaha RD o una Suzuki GT non sapresti neanche cos'è la "manutenzione".
ad esempio, nella mia RD350 cambiavo le candele - per puro scrupolo - ogni 15.000Km (in 45.000Km MAI cambiate le fasce nè altri interventi al motore/frizione tranne il cambio dell'olio ogni... boh, quando mi veniva in mente) - stessa cosa per una TDR250 che ho avuto per un anno - del Cagiva 350 e dell'Harley 175 che ho avuto per decenni neanche a parlarne, di manutenzione: volevano solo benzina (tanta)
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©