Leggi il Topic


Indice del forumForum Moto d'EpocaNormativa d'Epoca

   

Pagina 1 di 1
 
Importazione/immatricolazione moto extra CEE [dubbi e info]
7491313
7491313 Inviato: 1 Mag 2009 15:48
Oggetto: Importazione/immatricolazione moto extra CEE [dubbi e info]
 



ciao a tutti,
vi contatto per questo motivo:
sono stato per un certo periodo per motivi di lavoro in marocco. qui mi è stat regalata un'honda cb750 del 72 perchè il proprietario non le utilizzava più. l'ho restaurata ed ora non ha problemi.
vorrei portarla in italia. sapete mica quali documenti devo possedere, quali tasse ci sono da pagare e se ne vale la pena?
grazie
luca


P.S.: questo dovrebbe essere il link della foto della moto
Link a pagina di Img60.imageshack.us
 
7491437
7491437 Inviato: 1 Mag 2009 16:41
 

Beh secondo me ne vale la pena. Molto bella, fosse mia certamente me la porterei a casa. icon_wink.gif
Prova a dare un'occhiata al subforum sulla normativa d'epoca
 
11194001
11194001 Inviato: 8 Gen 2011 23:24
Oggetto: importazione moto epoca dalla croazia e dogana
 

Nota automatica aggiunta dal sistema: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generati dalla fusione di due topic.
______________

Ciao,

qualcuno ha idea di cosa deve essere fatto per passare la dogana (croazia) con una moto d 'epoca comperata in croazia senza documenti ne targa?
Mi trovero'a passare la dogana Croazia-Slovenia con la moto nel furgone.
Visto che chi mi vende la moto e'un privato, che documentazione o dichiarazione devo avere per non rischiare??
Ripeto, moto degli anni 30 senza targa ne documenti
Grazie

GG1
 
11194586
11194586 Inviato: 9 Gen 2011 1:43
 

Penso che la domanda sia un po' particolare, anche perchè la Croazia almeno fin'ora non fa parte della UE (forse ci entrerà nel corso del 2011 icon_wink.gif )

mentre la Slovenia sì.

Io quando andavo in quei paesi anni fa, in tempi pre UE,

ogni volta alle dogane erano controlli minuziosi, ed a volte controllavano tutto.
Ma che cavolo dovevano cercare, mah!

Più di una volta ero tentato di "cacciare" una mancetta al doganiere, per velocizzare la cosa! icon_asd.gif

La Croazia dovrebbe entrare nel 2011, quindi cadrebbero i controlli doganali alle frontiere tra Croazia e Slovenia,

Io penso che al limite ti rimandano indietro.Tu ritenta ad un'altra dogana.

Da quelle frontiere passa tutto l'illecito di sto mondo, dovranno proprio scassare le p ad un appassionato di moto d'epoca? icon_eek.gif
 
11194620
11194620 Inviato: 9 Gen 2011 1:54
 

Ajeje, la situazione non è proprio come l'hai descritta tu.....o meglio, icon_rolleyes.gif lo era tanto tempo fa....

Intanto sarà dura che la Croazia entri nella CEE nel 2011 : sono ancora un po' indietro con le modifiche richieste e mi sa che prima del 2012 (fine) non vedremo qualcosa d'ufficiale....

Per questo c'è, a tutt'oggi, una diatriba silenziosa con la Slovenia ed ai confini i rispettivi doganieri, si rompono le scatole gli uni con gli altri.
Chi ci va di mezzo siamo noi triestini e limitrofi, particolarmente vicini ma soprattutto vacanzieri incalliti, che sopportiamo file in entrata ed in uscita dalla Croazia ......

Quindi penso si possa anche rischiare a portare un "pezzo di ferro" da là a qua....magari durante un bel fine settimana quando, mischiati ai soliti turisti, un furgone italiano si noterebbe sicuramente di meno.....oppure (consiglio) un bel camperino passerebbe molto probabilmente indenne da un controllo troppo approfondito... eusa_think.gif

Ripeto, i controlli "spocchiosi" sono fra Sloveni/Croati e viceversa......di noi italiani se ne quasi impippano...

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
11198425
11198425 Inviato: 9 Gen 2011 23:19
 

che documenti si deve avere per arrivare in dogana senza rischiare nulla?
atto di vendita? altrimenti? si puó farla passare come ricambi?
 
11198458
11198458 Inviato: 9 Gen 2011 23:25
 

Nulla da fare, non posso aiutarti.........
L'unica cosa che ti posso consigliare è provare a telefonare al Consolato Croato a Trieste.
Il numero è : 040 773968

Non penso abbiano molto da fare in questo periodo...prova a chiedere loro che documenti devi predisporre....

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
11570393
11570393 Inviato: 25 Mar 2011 19:04
Oggetto: Numero di telaio inesistente
 

Nota automatica aggiunta dal sistema: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generati dalla fusione di due topic.
______________

Un saluto a tutti, qualche volta restauro delle moto per i mei amici, mi si presenta questo problema: un sidecar dell'est Pannonia con documenti tradotti in lingua Italiana, fattura d'aquisto e cosi via, non ha il numero di telaio.
Sul libretto c'è il numero motore, targa, omologazione e tutto il resto, di conseguenza neppure sulla traduzione non esiste.
Ho chiesto come poter procedere per l'immatricolazione al mio motoclub ma non sanno darmi nessuna risposta.
Chiedo in questo forum se a qualcuno è capitata la stessa cosa per avere delle delucidazioni su come procedere, ho anche sentito dire che le moto dell'Est erano prive del numero di telaio.
Il mio sidecar K750 del 1954 ce l'ha.
Grazie.
 
11599238
11599238 Inviato: 31 Mar 2011 18:27
Oggetto: moto estera senza nessun documento
 

Nota automatica aggiunta dal sistema: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generati dalla fusione di due topic.
______________

Salve a tutti,sono nuovo del forum e avrei bisogno di qualcuno che mi aiuti.Sono in procinto di comprare un ural m72 degli anni 40,la moto però è senza targhe e documenti,o meglio,il proprietario non intestatario,ha soltanto un atto di vendita rumeno legalizzato da un notaio della romania,tra due cittadini rumeni,dove sono riportati il numero di telaio e la targa,e nell'atto si dici che è una bmw.il proprietario della moto rumeno,ha regalato la moto a questo signore che la vorrebbe vendere,ma lui,non ha nessun documento di passaggio di proprietà intestato a lui.Ora,vi chiedo,se è possibile reimmatricolarla con targhe italiane,cosa dovrei fare,se me lo spiegate passo per passo per favore,e quanto potrei spendere.GRAZIE a tutti
 
11599422
11599422 Inviato: 31 Mar 2011 18:58
Oggetto: Re: moto estera senza nessun documento
 

blackholesun ha scritto:
Salve a tutti,sono nuovo del forum e avrei bisogno di qualcuno che mi aiuti.Sono in procinto di comprare un ural m72 degli anni 40,la moto però è senza targhe e documenti,o meglio,il proprietario non intestatario,ha soltanto un atto di vendita rumeno legalizzato da un notaio della romania,tra due cittadini rumeni,dove sono riportati il numero di telaio e la targa,e nell'atto si dici che è una bmw.il proprietario della moto rumeno,ha regalato la moto a questo signore che la vorrebbe vendere,ma lui,non ha nessun documento di passaggio di proprietà intestato a lui.Ora,vi chiedo,se è possibile reimmatricolarla con targhe italiane,cosa dovrei fare,se me lo spiegate passo per passo per favore,e quanto potrei spendere.GRAZIE a tutti


Per me per semplificare la cosa, lascia perdere le scartoffie rumene,
che tanto riportano che è una BMW e quindi non servono a niente.

Fai un atto di vendita con chi te la vende, così sei sicuro che non sia di provenienza illecita.

Poi segui la procedura che si esegue in caso di "veicolo di origine sconosciuta".

Qui vedi in cosa consiste
Link a pagina di Mit.gov.it
 
11600344
11600344 Inviato: 31 Mar 2011 21:31
 

Ciao se ti posso dare un consiglio, acquista una moto già immatricolata in italia con targhe italiane, ti posso garantire che è una storia senza fine, attualmente la stò passando io con una dnepr k750 ,con tutta la documentazione in regola (sembrava)alla fine rischio di prendermi una denucia penale dalla finanza.
Attenzione spacciano delle moto per BMW, devi guardare il numero di telaio se è in rilievo è una BMW se è stampato no! Questo l'ho saputo pochi giorni fà.
 
11601603
11601603 Inviato: 1 Apr 2011 7:41
 

Ciao,grazie delle vostre risposte,l'atto di vendita deve essere fatto da un notaio con firme autenticate di chi vende e di chi compra o basta un atto di vendita privato?La moto è molto bella,ma vorrei essere sicuro di poterla immatricolare o forse secondo voi,come mi consigliate,farei prima e meglio a prendere una con documenti italiani??!! eusa_think.gif eusa_think.gif
 
12395093
12395093 Inviato: 11 Set 2011 12:04
Oggetto: Guzzi negli states....si può fare??
 

Ciao ragazzi sono Stefano e mi sono iscritto al forum poche ore fa!
Da sempre la mia passione è legata alle moto d'epoca, in particolare guzzi!
Rispolvero questo argomento proprio per sottoporvi un quesito inerente una guzzi scovata negli Stati Uniti a prezzo vantaggioso.
La moto non ha targa ma ha tutti i documenti. Ecco un paio di foto che mostrano la targhetta telaio e la carta di circolazione da cui si desume chiaramente come il telaio ed il libretto coicidano:

immagini visibili ai soli utenti registrati



immagini visibili ai soli utenti registrati



Ora, i miei dubbi sono legati alla possibilità o meno di reimmatricolare il veicolo in Italia.
In particolare pongo le seguenti domande:

- Come faccio a sapere qual è lo stato della moto in merito alla radiazione? Per le targhe italiane posso rivolgermi al PRA ma per quelle USA come faccio??

- La moto potrebbe avere problemi in dogana con il rischio di essere rispedita indietro?

- Se il proprietario sul libretto non è colui che mi vende la moto, debbo tutelarmi facendomi mandare una scrittura priva firmata dal proprietario?

- Ultima cosa: della moto vorrei fare una special....come faccio però a passare il collaudo se modifico completamente la moto rispetto all'originale? Mi hanno detto che dovrei prima restaurarla come l'originale poi, una volta ottenuto il nuovo libretto, posso trasformarla in special come desidero....è tutto vero?

Mi scuso per le molte domando e vi saluto
Apozzo
 
14387571
14387571 Inviato: 25 Mag 2013 9:24
Oggetto: Procedura per immatr. moto d'epoca di import. Extra Europea
 

<b>Nota automatica</b>: questo messaggio proviene dalla fusione di un altro topic.
______________

Ciao a tutti...
Avrei delle domande da porvi a proposito di moto d'epoca,e mi trovo in una situazione particolare...

Ho comprato una Harley Davidson Tour Glide FLTC 1340 Evolution del 1991 di importazione Americana...
La moto è già in Italia e adesso devo iniziare il calvario per immatricolarla e omologarla secondo le norme Europee...
C'è qualcuno così gentile che potrebbe illuminarmi sui passi da fare per evitare spiacevoli sorprese e lunghe trafile ???
Potete contattarmi anche in privato scrivendo a

***canc da gippiguzzi : non inserire indirizzi e-mail nel messaggio, c'è già la casellina....eppoi parliamone qui, in privato diciamoci altro....sennò a che serve scrivere sul Tinga ?icon_wink.gif ****

Grazie e saluti a __V__ Bobby jean
 
14470392
14470392 Inviato: 27 Giu 2013 9:34
 

Ciao, vi spiego cosa ho dovuto fare per importare la mia GL1000 dagli USA.

1. sono andato alla locale Motorizzazione dove c'è una persona che ti spiega quali sono i documenti da presentare sia per veicolo extra CEE che per veicolo CEE.

2. dagli usa il venditore ti deve dare in originale :
a) una fattura ( se tra privati su carta semplice ) dove deve apparire chiaro il nome di chi compra, la marca della moto, il modello della moto, l'anno di prima immatricolazione, il colore, il numero di telaio
b) il certificato di proprietà ( Certificate of Title to a Vehicle ) dove sul retro va indicato nome ed indirizzo completo del compratore, data di vendita e le miglia che sono indicate sul conta/mh. della moto, poi viene firmato dal venditore e dal compratore.
c) il libretto originale
IMPORTANTE : I DOCUMENTI B) E C) VANNO LEGALIZZATI CON APPOSITA APOSTILLE che il venditore ha l'obbligo di procurarti. E' in pratica una certificazione delle firme che appaiono sui due documenti. E' una procedura molto semplice che costa pochi dollari e che si fa presso il Municipio dello Stato Federale di appartenenza.

3. Questi tre documenti il venditore li da al tuo spedizioniere di fiducia che dovrà farli timbrare alla dogana al momento dell esportazione.

4. nel frattempo tu hai già scritto alla Honda di Roma dove con la copia dei documenti b+c ti fai dare la CERTIFICAZIONE DELLE CARATTERISTICHE TECNICHE ( ti costa 125 euro incl. iva)

5. nel frattempo che la moto è in viaggio per l'Italia, ti fai mandare dallo spedizioniere i documenti a+b+c con le apostille dei documenti b+c e li fai tradurre tutti in italiano, quindi li porti al Tribunale della tua città dove farai ASSEVERARE le traduzioni ( costo è la traduzione e quindi le marche da bolle )

6. quando la moto arriva in dogana fai presente al tuo spedizioniere che lo sdoganatore dovrà indicare chiaramente sulla bolla doganale di importazione : la marca della moto, il modello della moto, l'anno di prima immatricolazione, il colore, il numero di telaio.

7. Tutti i documenti incluso la copia della bolla doganale, te ne fai una bella fotocopia per te e gli originali li porti a quel signore della Motorizzazione per farli controllare se son tutti in ordine, se manca qualcosa provvedi. Poi ti fai dare il mod. TT2119 lo compili insieme ai bollettini e prendi appuntamento per il collaudo. Fatto il collaudo ti danno le targhe, fai l iscrizione al PRA e quindi

SEI A CAVALLO DELLA TUA MOTO ..... e intanto te la godi mentre che nel frattempo prepari tutto per fare il registro storico FMI o ASI come meglio credi ....

Sembra tutto molto complicato, ma se segui passo passo vedrai che ce la fai così come ho fatto io.

Qua sotto trovi la foto della mia GL1000 del '77 che ho acquistato su eBay e importata dallo stato dello IOWA, US, ciao e buona giornata .

immagini visibili ai soli utenti registrati

 
14471031
14471031 Inviato: 27 Giu 2013 12:49
 

Tutto più che chiaro falket!
bellissima la tua gl, è propio il colore che mi piace....

grazie mille....

hai percaso ancora pesi e volumi della moto?
hai dovuto farla imballare dallo spedizioniere o la ha imballata il venditore?

attendo una tua
 
14471960
14471960 Inviato: 27 Giu 2013 18:29
 

la moto imballata pesava kg. 345,- tieni presente che a secco pesa kg. 295 circa.
chi me l ha venduta è un meccanico che ha recuperato dal concessionario Honda la gabbia di ferro smontabile che usualmente usano per spedire le Goldwing.
ti allego una foto della moto imballata in US.

immagini visibili ai soli utenti registrati

 
14485333
14485333 Inviato: 3 Lug 2013 13:16
 

Grazie Flket,

per esperienza sul lavoro, mi rendo conto che a questo punto non è tanto il peso, ma il volume che cambia tutto il costo della spedizione.... riguardo la procedure di importazione che mi hai descritto alla lettera, e mi chiedevo quanto ti è costato il tutto... chiaramnete compreso di pratiche e targa... diciamo chiavi in mano...

Un importatore mi richiesto una cifra che ritengo ASSURDA (3500 euro) credo che avendolo fatto tu, potrò farlo anche io, e risparmiando....

Quanto tempo fa la hai importata, e quanto ti è costato chiavi in mano?
Inoltre, in che tempi hai realizzato il tutto?

Attendo una tua...

Grazie anticipatamente.
 
14485992
14485992 Inviato: 3 Lug 2013 16:56
 

ciao,
al tempo lavoravo ancora, ora sono in pensione, ed ho usato l azienda per cui lavoravo quindi i miei costi non fanno testo.

Ma mi ero informato ed avevo trovato in alternativa questa ditta US :

Link a pagina di Oceanfreightusa.com

che spedisce veicoli in tutto il mondo, allora mi aveva chiesto sui 1000 $. fino a Genova, poi devi aggiungere dazio 7% e l'IVA ora 21% sul valore dichiarato, poi te la vai a prendere nei loro magazzini che possono essere a Genova o a Milano. comunque ti suggerisco di farti fare oltre che alla quotazione farti dire anche chi è il loro agente qua in Italia al quale gli chiederai di metterti per filo e per segno la lista della spesa dopo che la moto arriva in Italiia.

Il prezzo varia a seconda di dove è la moto in america, consiglio mio è quello di trovarne una vicino al magazzino dello spedizioniere, poi diventa tutto più facile, in California ci sono delle ottime occasioni.

Una volta che la moto arriva in dogana ci mettono 3-4 giorni per sdoganarla, una volta che ce l hai a casa se hai fatto tutte le carte che ti ho detto e sentito i consigli del responsabile in MCTC una votla prenotata al collaudo un settimana e poi invece con FMI metti in conto almeno 6-8 mesi .

IMPORTANTE: che mi ero dimenticato di specificare bene, per passare il collaudo devi avere assolutamente la scheda tecnica con relative omologazioni da parte della ditta costruttrice, HONDA, SUZUKI, MOTO GUZZI o altro, altrimenti dovrai fare il collaudo come PEZZO UNICO e lì le cose mi par di aver sentito sono più complicate ....

ciao, Paolo BG
 
14726993
14726993 Inviato: 6 Nov 2013 15:29
Oggetto: importazione moto d'epoca senza documenti
 

Nota automatica: questo messaggio proviene dalla fusione di un altro topic.
______________

ciao a tutti

qualcuno ha qualche informazione circa la possibilità che riesca a portare a casa una moto d'epoca australiana e metterla su strada in regola in Italia?

nessun documento, solo numero telaio e dichiarazione di proprietà regolare da parte del venditore.. la moto è una Ducati RT 450 diroccata, versione Cross, quindi va anche messo impianto elettrico e montata la fanaleria..
che ne dite ? qualcuno sa rispondermi ??

grazie sin d'ora !
 
15715546
15715546 Inviato: 19 Ott 2016 4:21
Oggetto: Immatricolazione moto storica [Da importare dalla Libia]
 

Nota automatica: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generati dalla fusione di due topic.
______________

Salve a Tutti,

Sto per completare il restauro di una BMW R12 del 1942, che ho trovato ed importato dalla Libia. La moto e' stata usata dall' Afrika Korp durante la campagna del Nord Africa.

Chiaramente la moto non ha nessun documento come, libretto etc. Ho solo una dichiarazione privata che attesta la provenienze ed il possesso.

La mia domanda e': qual'e' l'iter chedovro' seguire per ottenere targe e poter circolare con il mezzo?

Chiedo scusa se l'argomento e' gia' stato trattato, ho cercato tra i vari messaggi ma non ho trovato risposta al mio quesito specifico.

A presto ed un saluto a tutti
 
15715579
15715579 Inviato: 19 Ott 2016 8:25
Oggetto: Re: Immatricolazione moto storica
 

francescolibia ha scritto:
Salve a Tutti,

Sto per completare il restauro di una BMW R12 del 1942, che ho trovato ed importato dalla Libia. La moto e' stata usata dall' Afrika Korp durante la campagna del Nord Africa.

Chiaramente la moto non ha nessun documento come, libretto etc. Ho solo una dichiarazione privata che attesta la provenienze ed il possesso.

La mia domanda e': qual'e' l'iter chedovro' seguire per ottenere targe e poter circolare con il mezzo?

Chiedo scusa se l'argomento e' gia' stato trattato, ho cercato tra i vari messaggi ma non ho trovato risposta al mio quesito specifico.

A presto ed un saluto a tutti
Sposto nella sezione più appropriata. 0510_saluto.gif
 
15715659
15715659 Inviato: 19 Ott 2016 11:20
 

Grazie!
 
15715744
15715744 Inviato: 19 Ott 2016 13:10
Oggetto: Re: Immatricolazione moto storica [Da importare dalla Libia]
 

francescolibia ha scritto:
..Chiaramente la moto non ha nessun documento come, libretto etc. Ho solo una dichiarazione privata che attesta la provenienze ed il possesso.

La mia domanda e': qual'e' l'iter chedovro' seguire per ottenere targe e poter circolare con il mezzo?..


Direi che la tua moto rientra in quelle senza nessun documento e targa o demolite volontariamente e quindi meglio se ti rivolgi a questo pianerottolo:

Reimmatricolazione di veicolo demolito [iter]
 
15715900
15715900 Inviato: 19 Ott 2016 17:11
 

Ciao, essendo un veicolo d'importazione,
da un paese extraUE, con documentazioni a quanto pare ' insufficienti,

l'unica strada è la reimmatricolazione come veicolo storico di "provenienza sconosciuta",
casistica contemplata dalle normative attuali,
tramite l'ausilio della FMI o ASI,
ovviamente previo restauro , a meno che sia un buon "conservato".

Frale varie cose , per seguire questo procedimento,

trovare qualcuno che faccia una vendita fittizia a te del BMW, che ovviamente si deve prendere la responsabilità in caso si scoprisse qualche problema legale,

ma sinceramente non penso che ciò accada, visto che in Libia, da un po' di tempo, hanno altre cose a cui pensare.
 
15716148
15716148 Inviato: 20 Ott 2016 3:30
 

Salve,

Grazie per i chiarimenti.

Allora, se ho capito bene, il modo migliore per procedere alla immatricolazione e procedendo via "reimmatricolare moto d'epoca demolite o di provenienza sconosciuta" via ASI o FMI.
Gia' posseggo una scrittura privata per attestare la mia rprieta', quindi quella parte e' risolta.

Cio' che devo ancora non ho capito e' che non potro' iscrivere la moto all'ASI o alla FMI sino a quando non avro' ottenuto le targhe e quindi l'ASI o la FMI dovranno aiutarmi senza che la moto sia ancora inscritta.
Contattero' l'ASI e la FMI a tempo debito per chiarire questo aspetto, o sapete darmi chiarimenti a riguardo?

Sapete se Ting'Avert e' accreditato all'ASI o alla FMI?

A presto
 
15716229
15716229 Inviato: 20 Ott 2016 9:41
 

Tingavert non è accreditato ad organismi federati.

Saluti.

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
15716266
15716266 Inviato: 20 Ott 2016 10:36
 

francescolibia ha scritto:
Salve,

Grazie per i chiarimenti.

Allora, se ho capito bene, il modo migliore per procedere alla immatricolazione e procedendo via "reimmatricolare moto d'epoca demolite o di provenienza sconosciuta" via ASI o FMI.
Gia' posseggo una scrittura privata per attestare la mia rprieta', quindi quella parte e' risolta.

Cio' che devo ancora non ho capito e' che non potro' iscrivere la moto all'ASI o alla FMI sino a quando non avro' ottenuto le targhe e quindi l'ASI o la FMI dovranno aiutarmi senza che la moto sia ancora inscritta.
Contattero' l'ASI e la FMI a tempo debito per chiarire questo aspetto, o sapete darmi chiarimenti a riguardo?

Sapete se Ting'Avert e' accreditato all'ASI o alla FMI?

A presto


Nel caso della provenienza sconosciuta, la scrittura privata penso proprio deve essere redatta esclusivamente in Italia con firma autentica da un notaio italiano o tramite funzionario equivalente italiano ,

in pratica si fa molto piu' economicamente ,

anche in comune allo sportello autenticazione, o piu' semplicemente presso l'ufficio provinciale del PRA allo sportello STA, oppure nelle agenzie di pratiche veicoli.

In poche parole se hai solamente una dichiarazione di vendita fatta in Libia e basta,

dubito molto che serva.

Come minimo servirebbero anche bolle doganali, copie del libretto originale, ecc. ecc.

La soluzione è la provenienza sconosciuta,
cioè trovare un italiano che rifaccia una "finta" dichiarazione di vendita, in poche parole.

Comunque,
partendo da una moto restaurata, oppure da un buon conservato, che rispetti tutti i crismi del modello originale,
ci si iscrive FMI o ASI, e si invia tutta la documentazione, all a FMI o ASI.

Se l'esaminatore dice che è tutto ok, la FMI o ASI,
rilascera' la documentazione da allegare alla domanda per il collaudo in motorizzazione e DOPO la motorizzazione rilascera' targa e libretto

Altre alla documentazione rilasciata da FMI o ASI, alla motorizzazione dovrai fornire anche una dichiarazione di un meccanico, che è tutto ok, e questo meccanico deve avere l'attività nella stessa provincia del CPA (centro prova veicoli), in cui ti rechi a fare il collaudo.

Una volta ottenuto targa e libretto dovrai iscrivere il BMW al PRA.

Successivamente, questi veicoli di origine sconosciuta reimmatricolati, dopo qualche mese,
vengono sottoposti ad un controllo da parte delle forze dell'ordine.
In pratica ti chiamano i CC o la PS per verificare la punzonatura, dopo che hanno fatto le loro ricerche verifiche, sulla provenianza legale del veicolo.

Ultima modifica di ajejebrazorv il 20 Ott 2016 12:39, modificato 1 volta in totale
 
15716275
15716275 Inviato: 20 Ott 2016 10:56
 

Ok, grazie a tutti.
Penso di sapere quale sara' la strada che dovro' percorrere.

A presto
 
15774737
15774737 Inviato: 5 Mar 2017 21:03
Oggetto: Yamaha FZR1000 Genesis [documenti per immatricolazione]
 

Nota automatica: questo messaggio proviene dalla fusione di un altro topic.
______________

Buongiorno a tutti,
sono iscritto a questo forum da una vita ma penso questo sia il mio primo post, se non lo avessi ancora fatto ne approfitto per salutare tutti e vi ringrazio in anticipo se mi potrete dare aiuto. Chiedo venia invece se ho sbagliato sezione e chiedo a chi di dovere eventualmente di spostare la discussione.

Dunque, veniamo alla questione: posseggo da anni una FZR1000 genesis '87 in colorazione bianco/rosso. Comprai la moto quando abitavo in Svizzera ma da anni oramai sono tornato in Italia e la moto è parcheggiata in garage inutilizzata. La moto è stata radiata in Svizzera, sdoganata e ora vorrei reimmatricolarla in Italia. Ho tutti i documenti richiesti ma mi manca un ultimo foglio per l'immatricolazione, cioè la scheda tecnica autenticata per rispondenza normative cee risalente all'anno di immatricolazione del mezzo. Non ho capito a chi mi dovrei rivolgere per richiedere questo documento e da chi dovrei farlo autenticare.
Qualcuno sa venirmi in aiuto?
Grazie
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Moto d'EpocaNormativa d'Epoca

Forums ©