Leggi il Topic


Indice del forumForum BMW

   

Pagina 2 di 2
Vai a pagina Precedente  12
 
Telelever e paralever [come funzionano? vantaggi?]
10850751
10850751 Inviato: 28 Ott 2010 21:34
 

questo topic è utilissimo a chi è indeciso se passare ad una mukka 0509_doppio_ok.gif
 
10854564
10854564 Inviato: 29 Ott 2010 18:44
 

Vi ringrazio perche ora ho capito bene il funzionamento di tali componenti che fino ad ora conoscevo solo in parte 0509_doppio_ok.gif
 
12711330
12711330 Inviato: 23 Nov 2011 13:30
Oggetto: Funzinamento Telelever BMW
 

Ciao. Sono un motociclista che da pochi mesi ha felicemente acquistato un "pezzo di storia BMW" ovvero la mitica R 1200 R mod. 2011. Tutto ok, motore fantastico, versatilità eccezionale, ciclistica eccellente, ma, preso atto del funzionamento del telelever, mi sorge qualche dubbio sulla sicurezza per la tenuta dello snodo con cui la parte superiore degli steli della forcella è ancorata alla relativa piastra superiore. Siccome tale giunzione avviene a mezzo di testa snodata per consentire il basculamento degli steli stessi in situazione di compressione della sospensione anteriore (in frenata), il funzionamento dell'avantreno è tale per cui il "forcellone anteriore" orizzontale, in tale frangente, ruota in alto obbligando gli steli suddetti ad una conseguente maggiore inclinazione rispetto all'asse perpendicolare, aumentando conseguentemente l'avancorsa della moto, quindi il passo, a vantaggio della stabilità longitudinale. Fino qui, tutto ok, anzi, veramente ottima come soluzione, se considariamo che la sospensione anteriore, che non è coassiale alla forcella, è meno sensibile ai fini dell'affondamento dell'avantreno, con conseguente comportamento in frenata di tenuta dell'assetto senza significative variazioni di carico tra avantreno e retrotreno. Quindi sospensione anteriore più morbida (particolarmente utile nello sconnesso) e, per contro, possibilità di pinzare il freno anteriore con minor rischio per eccesso di forza nell'azione frenante. Fino qui, sono solo lodi per i costruttori. Ma, scusate, se la forcella è snodabile sugli steli, è così sicuro tale ancoraggio della testa sferica? La mobilità per caso, sopratutto in situazioni di forte frenata, considerando il considerevole aumento del peso apparente del mezzo dovuto alla notevole inerzia acquisita in tale frangente, può pregiudicare significativamente la robustezza dell'ancoraggio in questione con conseguente rottura della forcella o no?Grazie in anticipo per la cortese attenzione e partecipazione.Francesco Lunetta
 
12713293
12713293 Inviato: 23 Nov 2011 20:43
 

Certo che spiegare come funziona il telelever, visto il tipo di argomentazione squisitamente ingegneristica, ti invito a leggere sopra il buon marko, che ha detto tutto, o quasi su come funziona e anche le ricadute sulla ciclistica che viene fortemente influenzata dal sistema.

Tornando a bomba sul perno forcellone oscillante, tipo questo (direttamente dagli schemi della mia moto) :

Link a pagina di Realoem.com

La rigidità del perno fuso è garantita proprio perché è un unico pezzo che, poggiando su uno snodo sferico (libero) attraversa tutto il corpo del telelever:

Link a pagina di Realoem.com

Infatti lo stesso presenta un'inclinazione già nella sua costruzione proprio in virtù di non far inclinare, chiedo scusa per il gioco di parole, troppo il perno fuso, in pratica la sicurezza dello snodo telelever è dato dall'insieme del foro passante in cui si innesta il perno fuso, che altro non è come la "testina" comandata dai braccetti dello sterzo nelle vetture, stesso ordine di lavoro con inclinazioni più o meno ampie, infatti se si osserva l'insieme del tutto si può apprezzare come sia veramente somigliante al trapezio di molte vetture, per cui nemmeno in questo caso BMW si è inventata nulla di nuovo, hanno provato, il sistema regge, e in più rende più precisa la direzionalità della moto rispetto agli ondeggiamenti dati da una forcella tradizionale, poi tutto il blocco puntone - telelever - telaio anteriore ovviamente rende il tutto più rigido ma assolutamente più preciso nella condotta della moto e nell'annullamento dei grossi trasferimenti di carico:

Link a pagina di Realoem.com

Per cui reputo dire che la testina del perno, anche in condizioni di lubrificazione non più ottimale (vedasi cuffia rotta e/o spostata durante lavaggio o manutenzione non corretti) comunque, prima di cedere bloccando lo sterzo, mostra sempre dei sintomi tipo impuntamenti e/o sterzo difficoltoso, ma di cedimenti veri e propri con relative conseguenze non ne ho mai sentito dire, generalmente ci si accorge del fattaccio proprio in sede di lavaggio e/o manutenzione, sulla solidità del sistema, comunque, non ci sono dubbi, ciao!!!



0510_saluto.gif 0510_saluto.gif 0510_saluto.gif
 
13441664
13441664 Inviato: 8 Giu 2012 11:50
 

luckyfred ha scritto:
ma come mai non si usano in pista???? o almeno la moto gp nopn le usa????


comunque il paralever quindi si può usare solo con il cardano o ho capito male??



volevo solo aggiungere, dato che in termini di peso è già stata data risposta, che nel mondo delle competizioni un aspetto da considerare è l'esperienza con quel determinato componente. molti schemi sospensivi, vedi anche quadrilatero della tesi, ripresa di progetti ed idee storiche (da elf 500 gp, ecc...), seppur sulla carta superiori si sono dovuti scontrare con un gap di esperienza rispetto alle forcelle classiche. case costruttrici hanno affinato enormemente i loro processi, le loro tecnologie, ed i loro prodotti tanto che le forcelle attuali hanno un contenuto tecnico ed accorgimenti impressionanti. inoltre nel mondo delle corse i tecnici sanno molto bene come approcciare con tali componenti, ad esempio se si vuole dalla moto un certo comportamento si sa molto bene dove agire, come ed in che modo perseguire tale risultato. Usare schemi sospensivi innovativi potrebbe, magari con una certa esperienza e quindi sviluppo, portare a risultati ragguardevoli ma inizialmente potrebbe essere difficile averne un vantaggio tangibile. Lo stesso principio è anche quello che porta, nel mondo delle auto, a sviluppare i quadrilateri perchè ben noti anzicché adoperare magari un multilink che potrebbe essere superiore data la possibilità di scegliere quasi ogni singolo grado di libertà della sospensione, ma proprio questa amplia scelta di parametri rende difficile una perfetta messa a punto, che in campo racing è determinante.

altra nota la farei su una difficoltà tecnica del quadrilatero o in ogni caso del telelever se ci focalizziamo sul triangolo superiore, tali triangoli si cerca sempre di farli il più lunghi possibile e ciò compromette il peso e genera difficili e complicati layout; ciò è fondamentale in quanto durante l'escursione della sospensione si cerca di sollecitare il meno possibile i giunti. cioè: se ho un segmento, trangolo visto lateralmente, con un vertice in un fulcro, lato telaio del triagolo, ed un altro verice lo alzo ad esempio di 100mm, il segmento si inclinerà di un certo angolo, facciamo ad esempio 30°; bene se il segmento stesso è invece lungo ad esempio 400mm l'angolo che si formerà, sempre con 100mm di escursione, sarà sicuramente minore. capite bene che l'angolo rappresenta la sollecitazione che ho sui giunti; per cui a parità di escursione, 100mm, il triangolo più lungo risulta migliore in quanto sollecita meno le strutture, ma ciò è difficile da realizzare. (il triangolo del telelever bmw è infatti abbastanza lungo, infulcrato sul motore) tipico esempio è il quadrilatero alto AlfaRomeo, si è cercati di creare un quadrilatero ma con ingombri contenuti ed ecco che il triangolo superiore è piccolo quindi sollecitato e spesso inizia a "scricchiolare".
naturalmente chi progetta certi schemi questi principi li sa molto bene ed essendo prodotti non racing hanno strutture sovradimensionate ed in sicurezza, questo per tranquillizzare il nostro amico preoccupato sui giunti, ma resta una nota per capire come lavorano questi schemi sospensivi ed i motivi che magari portano ad una scelta anzicchè un'altra.
 
15862950
15862950 Inviato: 17 Ago 2017 10:00
Oggetto: Telelever e dintorni
 

Inserisco la risposta anche se sono 5 anni che nessuno in merito dice più niente in quanto uscendo spesso con amici con i vari GS adv rt etc il discorso sulla particolare sopensione telelever anteriore continua ad uscire regolarmente ...è perfetta...è una cavolata... dovrebbero metterla anche sul S1000RR e via di seguito.
Questa tipologia messa a punto dalla BMW e che equipaggia gran parte dei vari modelli della casa tedesca ha il principale scopo di fornire un elevato comfort di guida limitando molto quelli che vengono definiti trasferimenti di carico dovuti ai pesi sospesi ed all'accellerazione in fase frenante ( F= MxA ) ma questa forza è anche quella che gravando sulla ruota anteriore e quindi sulla gomma fa si che si generi un grande attrito ( l'attrito dipende in gran parte dalla forza che schiaccia la gomma e dalla superfice di aderenza con altri fattori come mescole, grip della pavimentazione, riassumibili a grandi linee in un unico coefficiente )con la pavimentazione stradale e di conseguenza permette azioni frenanti potentissime e si vedono nei gran premi ruote posteriori che si sollevano durante queste fasi., se non si verificasse questo trasferimento di carico l'azione frenante possibile risulterebbe molto inferiore. Qui alcuni possessori di GS dicono di aver sentito intervenire l'ABS sul dritto in frenata su asfalto asciutto....come mai?( io con la mia pur avendo avuto un paio di occasioni di frenata in ultra emergenza non ho percepito questo intervento) A parte che, quello che si dice durante le discussioni spesso non è proprio calzante con quello che si è vissuto, si può dire che in virtù proprio di quella caratteristica del telelever di rallentare i trasferimenti di carico sia l'origine di questi interventi dell'ABS. In buona sostanza il sistema sospensorio di BMW limita la potenza frenante applicabile. Ecco perchè nelle competizioni tale sistema non viene usato oltre al fatto certamente non trascurabile di essere più pesante come cinematismo complessivo.
Sicuramente il comfort che dona se si incontra uno sterrato è superiore alle tradizionali forcelle, anche se con l'ausilio di sospensioni semiattive oggi anche in queste condizioni si ha un valido aiuto nel percorrere tali tratti anche con forche tradizionali.
Saluti a tutti e speriamo di non aver mai bisogno dell'ABS!!
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 2
Vai a pagina Precedente  12

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum BMW

Forums ©