Leggi il Topic


Indice del forumGrand Prix e Pistate

   

Pagina 1 di 1
 
pista, targa e assicurazione
2274099
2274099 Inviato: 18 Ago 2007 9:13
Oggetto: pista, targa e assicurazione
 



ciao, ho letto un po' in giro ma alla fine non mi è chiaro se sia possibile usare solo per la pista una moto ancora targata, non pagando però più l'assicurazione né il bollo..
cioè.. il mio dubbio è che la tassa di proprietà sia da pagare lo stesso, e pure l'assicurazione..
di stargarla non mi va, perché so che prima o poi farò ancora la tamarra in giro per le strade icon_lol.gif
(ovviamente assicurandola di nuovo)

grazie x le risposte
 
2274164
2274164 Inviato: 18 Ago 2007 9:56
Oggetto: Re: pista, targa e assicurazione
 

fRancesca ha scritto:
ciao, ho letto un po' in giro ma alla fine non mi è chiaro se sia possibile usare solo per la pista una moto ancora targata, non pagando però più l'assicurazione né il bollo..
cioè.. il mio dubbio è che la tassa di proprietà sia da pagare lo stesso, e pure l'assicurazione..
di stargarla non mi va, perché so che prima o poi farò ancora la tamarra in giro per le strade icon_lol.gif
(ovviamente assicurandola di nuovo)

grazie x le risposte


Radiare una moto per farne un esclusivo uso in aree private non è più possibile da Aprile 2006

La radiazione può avvenire per demolizione del telaio o per esportazione in altro stato.

é possibile non assicurare un motociclo e farne l'uso più opportuno nelle aree private (gli autodromi fortunatamente sono privati), questo non deve mai rimanere in aree pubbliche (non puoi per esempio parcheggiarlo sul marciapiede sotto casa) e devi comunque pagare il bollo (tassa di proprietà)

ciauz
 
2280843
2280843 Inviato: 19 Ago 2007 22:06
 

Confermo tutto quello che dice Imbustato..e vero pure che se corri in pista, l'assicurazione io la farei...non si sa mai..di fatto facendo gli appositi scongiuri...se x caso provochi dei danni seri a qualcuno, poi come li ripaghi i danni??
magri parlando con qualche assicuratore puoi trovare una polizza su misura..e attivarla solo x 6 mesi..
resta il fatto che il bollo è obbligatorio pagarlo se la moto non è stata radiata..
 
2281279
2281279 Inviato: 19 Ago 2007 23:58
 

sasa600rr ha scritto:
Confermo tutto quello che dice Imbustato..e vero pure che se corri in pista, l'assicurazione io la farei...non si sa mai..di fatto facendo gli appositi scongiuri...se x caso provochi dei danni seri a qualcuno, poi come li ripaghi i danni??
magri parlando con qualche assicuratore puoi trovare una polizza su misura..e attivarla solo x 6 mesi..
resta il fatto che il bollo è obbligatorio pagarlo se la moto non è stata radiata..

guarda che l'assicurazione copre solo i danni che si arrecano a terzi per strade libere al traffico. In pista vige una sola regola, ognuno si porta i suoi danni a casa.....
 
2281817
2281817 Inviato: 20 Ago 2007 9:12
 

Quello che dici è vero..non esistono regole nel circuito...ma ti sei mai chiesto se provochi dei danni seri, magari permanenti a qualcuno, pensi che ti possa lavare le mani con semplicità??
comunque, delle compagnie assicuratrici "non molte" ti fanno una polizza x 6 mesi a costi contenuti, per danni a terzi che potresti causare girando all'interno dei circuti privati Italiani. Solo se si tratta di prove libere e non di gare agonistiche...
 
2281977
2281977 Inviato: 20 Ago 2007 9:55
 

sasa600rr ha scritto:
Quello che dici è vero..non esistono regole nel circuito...ma ti sei mai chiesto se provochi dei danni seri, magari permanenti a qualcuno, pensi che ti possa lavare le mani con semplicità??
comunque, delle compagnie assicuratrici "non molte" ti fanno una polizza x 6 mesi a costi contenuti, per danni a terzi che potresti causare girando all'interno dei circuti privati Italiani. Solo se si tratta di prove libere e non di gare agonistiche...


nessuna assicurazione vale in pista che io sappia
 
2282890
2282890 Inviato: 20 Ago 2007 12:26
 

in pista, più che su strada, vige secondo me la massima prudenza, se poi parli di far male a qualcuno e di fare una CID fasullo, allora quello lo puoi fare anche con la polizza dell'auto, ma ti ripeto, non mi sembra che esistino delle polizze che coprano dei danni in circuito, anche perchè quanto costerebbe farne una?????
 
2282940
2282940 Inviato: 20 Ago 2007 12:32
 

Adesso non ricordo bene quale agenzia mi fece il preventivo..mi ricordo che si aggirava su 250\ 300 euri..
 
2287416
2287416 Inviato: 21 Ago 2007 0:04
 

Io ho chiesto alla mia assicurazione. Vi riporto pari pari domanda e risposta:

Domanda:
Buongiorno, Sono assicurata presso di Voi con una normale polizza RC per il mio motociclo. Volendo andare a girare in pista su circuiti chiusi e privati (tipo Franciacorta, Monza, ecc) in prove libere (no gare/agonismo), esiste una estensione/assicurazione integrativa per questa casistica? Sia nel caso sia io il danneggiato che il responsabile del danno? In attesa, ringrazio e porgo cordiali saluti.

Risposta:
Gent. Sig.ra ***,
dopo un consulto con il nostro ufficio sinistri (la domanda non era delle più comuni) Le possiamo confermare che questo tipo di eventi è compreso nelle normali coperture della Responsabilità Civile (l’unica esclusione riguarda le competizioni sportive e le attività agonistiche in genere), quindi non deve modificare la Sua polizza.
Cordiali saluti da ***

Sperem... icon_wink.gif
 
2287961
2287961 Inviato: 21 Ago 2007 8:26
 

bolika ha scritto:
Io ho chiesto alla mia assicurazione. Vi riporto pari pari domanda e risposta:

Domanda:
Buongiorno, Sono assicurata presso di Voi con una normale polizza RC per il mio motociclo. Volendo andare a girare in pista su circuiti chiusi e privati (tipo Franciacorta, Monza, ecc) in prove libere (no gare/agonismo), esiste una estensione/assicurazione integrativa per questa casistica? Sia nel caso sia io il danneggiato che il responsabile del danno? In attesa, ringrazio e porgo cordiali saluti.

Risposta:
Gent. Sig.ra ***,
dopo un consulto con il nostro ufficio sinistri (la domanda non era delle più comuni) Le possiamo confermare che questo tipo di eventi è compreso nelle normali coperture della Responsabilità Civile (l’unica esclusione riguarda le competizioni sportive e le attività agonistiche in genere), quindi non deve modificare la Sua polizza.
Cordiali saluti da ***

Sperem... icon_wink.gif


Speriamo sia veramente cosi....anche se ho la sensazione ke in caso di caduta poi ti mandano a quel paese e devi pagare tutto te... icon_rolleyes.gif icon_rolleyes.gif
 
2289682
2289682 Inviato: 21 Ago 2007 13:48
 
 
2290039
2290039 Inviato: 21 Ago 2007 14:33
 

in pista ognuno bada a se.....

ho visto spesse volte gente provocare incidenti...fare finta di nulla ed andarsene a casa....

inutile chiedere i filmati all'autodromo..non li molla....

morale..un amico fermo 4 mesi dal lavoro per un tamponamento,e l'autodromo che se ne frega..... icon_evil.gif
 
2321896
2321896 Inviato: 26 Ago 2007 19:25
 

bolika ha scritto:
Io ho chiesto alla mia assicurazione. Vi riporto pari pari domanda e risposta:

Domanda:
Buongiorno, Sono assicurata presso di Voi con una normale polizza RC per il mio motociclo. Volendo andare a girare in pista su circuiti chiusi e privati (tipo Franciacorta, Monza, ecc) in prove libere (no gare/agonismo), esiste una estensione/assicurazione integrativa per questa casistica? Sia nel caso sia io il danneggiato che il responsabile del danno? In attesa, ringrazio e porgo cordiali saluti.

Risposta:
Gent. Sig.ra ***,
dopo un consulto con il nostro ufficio sinistri (la domanda non era delle più comuni) Le possiamo confermare che questo tipo di eventi è compreso nelle normali coperture della Responsabilità Civile (l’unica esclusione riguarda le competizioni sportive e le attività agonistiche in genere), quindi non deve modificare la Sua polizza.
Cordiali saluti da ***

Sperem... icon_wink.gif


Ciao, qual'è la marca della tua assicurazione che corro subito a farla? grazie,
 
2322509
2322509 Inviato: 26 Ago 2007 21:04
 

Francesca io so che in pista l'assicurazione rc non è obbligatoria, ma per prove libere in mancanza di rc, è necessario una sorta di "brevetto pilota" del costo di circa 100 euro che funge da assicurazione in caso di sinistri icon_wink.gif
Siccome a breve mi scade l'assicurazione e non ho più intenzione di girare per strada dovrò informarmi assolutamente icon_biggrin.gif

(se qualcun altro sa qualcosa ci informi per piacere icon_wink.gif )
 
2323468
2323468 Inviato: 26 Ago 2007 23:41
 

Ciao Junior, come sai io ho girato a Vallelunga ad inizio mese e non mi è stato chiesto se la moto era assicurata o se avessi questo "brevetto di pilota", e ci sono amici che girano senza RC ed alcun tipo di copertura.
La tessera di pilota serve per poter girare nei turni piloti, ma per i turni amatori che ho fatto io viene chiesta solo la patente A.....

Se la cosa funziona così a Vallelunga, allora funziona così in tutt'Italia icon_wink.gif icon_wink.gif
 
2327397
2327397 Inviato: 27 Ago 2007 14:43
 

beh è un tantino pericoloso allora, è mai possibile che non si tuteli il motociclista in pista ?
 
2328989
2328989 Inviato: 27 Ago 2007 17:55
 

Io ho provato ad informarmi in diverse assicurazioni ma nessuna sembra stipuli una poliza che copra anche in pista


icon_cry.gif icon_cry.gif icon_cry.gif icon_cry.gif icon_cry.gif
 
2330139
2330139 Inviato: 27 Ago 2007 22:43
 

Purtroppo la copertura assicurativa in circuito è una mera illusione legata alla sola onestà della gente e delle compagnie assicurative. Considerando quanta ce ne è in giro, di onestà intendo siamo "del gatto". Parlo per esperienza diretta...

Sempre a quanto ne so, l'unico modo per tutelarsi un minimo è la licenza promosport training che, previa iscrizione ad un motoclub e quindi essendo tesserati FIM, permette un minimo di copertura in caso morte (sgrat sgrat), rimborsi spese mediche, diarie e responsabilità civile vs terzi. I massimali non sono esorbitanti, ma meglio di niente è pur sempre.
Non dà accesso alle competizioni (se non a quelle dedicate) ma solo ai turni liberi e a quelli "licenziati" che con i tempi di "cani e porci dentro" non è poi tanto male.
 
2332335
2332335 Inviato: 28 Ago 2007 11:39
 

Superdade ha scritto:
..........Sempre a quanto ne so, l'unico modo per tutelarsi un minimo è la licenza promosport training che, previa iscrizione ad un motoclub e quindi essendo tesserati FIM, permette un minimo di copertura in caso morte (sgrat sgrat), rimborsi spese mediche, diarie e responsabilità civile vs terzi. I massimali non sono esorbitanti, ma meglio di niente è pur sempre.
Non dà accesso alle competizioni (se non a quelle dedicate) ma solo ai turni liberi e a quelli "licenziati" che con i tempi di "cani e porci dentro" non è poi tanto male.


Esatto, avere la licenza è l'unico modo per essere risarcito in pista, per danni propri o per danni contro terzi.......
Io ho entrambe le licenze pilota (FMI - Uisp) e sono abb. tranquillo (oltre tutto la UISP costa meno e mi sa che copre di più).

JAK
 
2332526
2332526 Inviato: 28 Ago 2007 11:59
 

La promosport copre solo i danni fisici al titolare della licenza, quindi se fate cadere qualcun'altro non copre, se cadete e disfate completamente il mezzo ma voi non vi fate nulla non vi risarcisce un centesimo.

PS.

Non dà accesso alle competizioni (se non a quelle dedicate) ma solo ai turni liberi e a quelli "licenziati" che con i tempi di "cani e porci dentro" non è poi tanto male.

Sono daccordo sulla definizione dei tempi che corrono, tuttavia sia i cani sia i porci hanno tutti la licenza promosport, quindi all'atto pratico serve a poco.
 
2337365
2337365 Inviato: 28 Ago 2007 21:12
 

sandro76 ha scritto:
La promosport copre solo i danni fisici al titolare della licenza, quindi se fate cadere qualcun'altro non copre, se cadete e disfate completamente il mezzo ma voi non vi fate nulla non vi risarcisce un centesimo.

PS.

Non dà accesso alle competizioni (se non a quelle dedicate) ma solo ai turni liberi e a quelli "licenziati" che con i tempi di "cani e porci dentro" non è poi tanto male.

Sono daccordo sulla definizione dei tempi che corrono, tuttavia sia i cani sia i porci hanno tutti la licenza promosport, quindi all'atto pratico serve a poco.


Probabilmente si. Ma almeno pone un minimo di requisiti. Un minimo sottolineo.
 
2339300
2339300 Inviato: 29 Ago 2007 8:27
 

Requisiti burocratici li chiamo io... è solo una questione di soldi visto e considerato che per rilasciarla (100€ circa) basta essere affiliati ad un motoclub (40€ circa di spesa) e aver passato una visita medica alquanto superficiale (60€ circa).

Quindi alla modica cifra di 200€ anche l'ultimo dei moicani ha diritto alla licenza, ma questo non implica che il conduttore abbia la concezione di come ci si comporta in pista o che sia esperto.

Purtroppo è una realtà, soprattutto in zona monza che per scendere in pista con moto non targate è praticamente obbligatorio avere almeno questa licenza... ovviamente ce l'hanno praticamente tutti.
 
2344921
2344921 Inviato: 29 Ago 2007 19:07
 

Non sono completamente daccordo Sandro. Ribadisco, non è certo la panacea di tutti i mali la licenza, ma almeno per quanto mi è capitato di vedere nei turni dedicati il livello è buono e difficilmente si trova chi prorpio non ha idea di cosa sta facendo. Ti parlo di Mugello soprattutto, Monza e questo discorso di moto targate con obbligo licenza, non ho mai avuto il piacere e non lo conosco.
Intendi bene, che serve una regolamentazione (o almeno la volontà di far qualcosa!!) a tutto sto far west è sotto gli occhi di tutti, ma al momento o ci si rivolge a organizzatori di un certo tipo, o si vive di "escamotages" accontentandoci.
 
2348290
2348290 Inviato: 30 Ago 2007 9:11
 

Ho girato in tutti i turni possibili e immaginabili, turni amatoriali, turni licenziati, turni solo piloti e anche nelle varie giornate riservate tipo "yamaha fest", "dunlop day", "pirelli day"...

Per quello che ho potuto constatare, che ovviamente non è e ne vuole essere una verità assoluta, potrei definire le varie giornate così:

le varie giornate "pinco pallino" Day presentano un tasso di deficenza altissimo, forse perchè tutti i neofiti approfittano di turni a basso costo per l'approccio in pista, ma se ne vedono di tutti i colori....

Le prove libere nei giorni festivi presentano un tasso parecchio elevato anche loro, non a caso in tutte le piste alla domenica ogni 3/4 giri ci si trova davianti a bandiere gialle o rosse.

Leggerissimamente meglio (ma di poco conto) nelle giornate feriali... una volta si trovavano quasi solo piloti... ultimamente visto l'affollamento delle piste anche il neofita tende a riversarsi in queste giornate, quindi ci si trova anche qui spesso nella bolgia assoluta.

Nei turni licenziati... fino a quando non esisteva la licenza promosport si girava bene (parlando sempre di sicurezza e di tasso di deficenza di alcuni) chi aveva la licenza è perchè correva e pochi erano gli inesperti ciò nonostante qualcuno si trovava comunque ma in percentuale accettabile, ora sia grazie alla licenza promosport sia per il fatto che molti si buttano in competizioni nonostante l'inesperienza il tasso è aumentato molto sia nei turni licenziati sia nelle varie competizioni di medio livello come ad esempio nei vari trofei monomarca.

Certo che ci sta la frase: PIUTTOSTO CHE NIENTE... preferisco sempre e comunque un turno licenziati rispetto al turno amatoriale la domenica... ma a mio avviso è un magra consolazione icon_rolleyes.gif
 
2488750
2488750 Inviato: 16 Set 2007 17:58
 

Salve...mio padre stava ponderando l'idea di comprare una moto 125 solo per la pista...si chiedeva però se c'è un assicurazione da fare affinchè se provocassi danni a terzi io sia coperto da eventuali risarcimenti e responsabilità! icon_wink.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumGrand Prix e Pistate

Forums ©