Leggi il Topic


Indice del forumTecnica di Guida

   

Pagina 8 di 8
Vai a pagina Precedente  12345678
 
Salita o discesa? [dove vi trovate meglio?]
9095943
9095943 Inviato: 4 Gen 2010 1:10
 



Beh che dire...........beati voi che potete andare in pista.......... 0509_up.gif
 
9096404
9096404 Inviato: 4 Gen 2010 9:38
 

kap ha scritto:
In pista si guida diverso...........prima di tutto non hai una sola corsia..........guarda che e' molto diverso..... 0509_up.gif



è vero...è totalmente diverso...ma ti da la possibilità di conoscere a fondo la tua moto...i comportamenti le reazioni i limiti....della moto e di te stesso...e se sbagli? boom per terra...al 99% non ti sarai fatto nulla...se non un po di botte ed uno spavento...ma se il boom lo fai per strada? devi solo pregare di non coinvolegere altre persone...pregare di non centrare un palo...pregare.

punti di vista comunque icon_wink.gif
 
9099149
9099149 Inviato: 4 Gen 2010 17:54
 

svalex ha scritto:


credo solo che per imparare esistano le piste...in strada a fare spesso lo stesso tratto non impari granchè...però sono punti di vista icon_wink.gif


Ciao ragazzi, buongiorno a tutti voi.
Con la presente voglio rispondere a “Svalvex” e a “Emanueleinglese”.
Innanzitutto devo dire che rispetto i vostri pareri anche se li condivido solo in parte.
Come dici tu, “Svalvex”, forse sono punti di vista e probabilmente è così però non penso che la pista sia il luogo adatto per imparare a guidare una moto. Leggendo tutti i topic a partire dal mio fino all’ultimo ho avuto l’impressione che confondiamo seriamente il guidare la moto con il correre in pista. Sinceramente ritengo siano due facce della stessa medaglia ma sicuramente o si guarda una o si guarda l’altra; mi spiego meglio: prima si impara a guidare la moto per il piacere di stare in sella ad una due ruote, il che trasmette quelle sensazioni che solo noi motociclisti sappiamo apprezzare, poi c’è lo stadio avanzato, quello della guida in pista dove bisogna imparare al meglio (vedi le condizioni descritte da “Emanueleinglese”) per poter raggiungere il limite meccanico ed umano al fine di essere il più veloce sul giro piuttosto che il più costante in rendimento e così via. Come dice “Emanueleinglese” la pista ti aiuta a conoscere bene le razioni della moto, sopratutto al limite però questo non mi sembra uno scenario riproducibile in strada per i motivi che purtroppo tutti noi conosciamo (nelle mie zone, Modena, Reggio Emilia e Bologna, di santini sugli alberi se ne vedono anche troppi).

Ho una gsx r 600 k8 ormai da quasi due anni e, da tempo, sento la necessità di andare più forte, vedo che con i chilometri le cose migliorano; provo a mettere in pratica qualche consiglio di guida dato da conoscenti piuttosto che ascoltato su dvd, ma sinceramente non mi sento pronto per entrare in pista: molto tranquillamente posso affermare di essere migliorato tanto, capisco sempre di più le reazioni della moto, sto imparando ad anticipare sempre più l’apertura del gas così come riesco ad aumentare l’angolo di inclinazione come confermano i pneumatici la domenica sera, però so di avere grandi problemi con la staccata: alla luce di tutto questo sono sicuro che se andassi in pista invece di apprendere ciò che manca in breve tempo, farei code degne di un esodo estivo sulla A1. Ecco perché condivido solo in parte le vostre affermazioni, trovo siano distanti dalla realtà inoltre, le persone che dici, cito testualmente, “… una moto senza saperla guidare”, probabilmente saranno nelle mie condizioni o peggio come, altrettanto probabilmente, ci sarà stata gente che ha pensato la stessa cosa di te quando, a sedici anni in sella alla tua prima cc 125, giravi per le colline delle tue zone.

Detto questo, per concludere, sostengo che per imparare a guidare una moto prima c’è la strada (logicamente con testa!) poi si raggiunge l’eccellenza con la pista: l’eccellenza, a sua volta, permette di guidare da dio in strada e contemporaneamente di essere un pilota velocissimo in pista.

Scusate la lunghezza ma me lo dovevo.
A presto.

Diego C. 0510_saluto.gif
 
9099260
9099260 Inviato: 4 Gen 2010 18:19
 

rispondo a DiegoC senza quotare altrimenti viene un papiro icon_asd.gif

vai a farti un corso in pista e poi ne riparliamo...apprendi molto di più in una giornata di corso che non in un anno in strada...e non vuol dire andare apprendere in velocità o staccata o altro...ma in sicurezza di quello che stai facendo fare alla tua moto... icon_wink.gif

consiglio personale...se non ti senti pronto ad entrare in pista solo perchè faresti far fare la coda agli altri...beh...allora credo che mai sarai pronto...capisco che le prime volte si possa avere quel certo che...ma se non ti butti... icon_wink.gif
 
9099424
9099424 Inviato: 4 Gen 2010 18:45
 

svalex ha scritto:
rispondo a DiegoC senza quotare altrimenti viene un papiro icon_asd.gif

vai a farti un corso in pista e poi ne riparliamo...apprendi molto di più in una giornata di corso che non in un anno in strada...e non vuol dire andare apprendere in velocità o staccata o altro...ma in sicurezza di quello che stai facendo fare alla tua moto... icon_wink.gif

consiglio personale...se non ti senti pronto ad entrare in pista solo perchè faresti far fare la coda agli altri...beh...allora credo che mai sarai pronto...capisco che le prime volte si possa avere quel certo che...ma se non ti butti... icon_wink.gif


Hai fatto bene a non quotare!
Ribadisco il concetto che rispetto la tua opinione ma sicuramente non la condivido perchè fondamentalmente siamo differenti: per me l'approccio alla moto, come quello alla vita quotidiana, prevede una sorta di minima preparazione; il fatto di "buttarmi" non mi esalta affatto perchè il giorno che deciderò voglio dei risultati.
Detto questo ti faccio notare che nella tua risposta hai scritto una cosa molto lontana dai soliti discorsi di guida al limite fatti fino ad ora, hai scritto :...ma in sicurezza di quello che stai facendo fare alla tua moto... che concettualmente è diverso e penso più vicino al mio modo di vedere: in tutti i modi, andare in pista il prima possibile è uno degli obiettivi.

"Svalvex" per cortesia, non vedere la cosa come un attacco personale, niente è più lontano da me, quello lo lascio fare ad altri, reputo il nostro un tranquillo scambio di opinioni.

A presto.

Diego C. 0510_saluto.gif
 
9100504
9100504 Inviato: 4 Gen 2010 21:37
 

DiegoC ha scritto:
"Svalvex" per cortesia, non vedere la cosa come un attacco personale, niente è più lontano da me, quello lo lascio fare ad altri, reputo il nostro un tranquillo scambio di opinioni.


ma ci mancherebbe...a trovarne di persone educate come te icon_wink.gif

magari quando deciderai di andare in pista fai un fischio che vediamo di organizzare icon_wink.gif
 
9100533
9100533 Inviato: 4 Gen 2010 21:41
 

......quoto "Svalex"..........

per "Diego".....:

io sono del '59......, ho iniziato a guidare a 14 anni , ho corso prima in pista (....Inghilterra......) , poi nel CIM , in diverse categorie.........

secondo il mio modesto parere , dovresti provare con un corso di guida in pista........., che non significa "buttarsi".......
nella maggior parte di questi corsi , si è seguiti da "gente seria" (.....anche se , vedendoli guidare , non sembrerebbe....... icon_lol.gif )......., che fa di tutto per mettere gli allievi nelle migliori condizioni psicologiche e tecniche al fine di favorire il loro corretto "approccio" alla pista.........

quando ho iniziato io , questi corsi (......almeno in Italia.....) non esistevano ancora , ed eravamo "costretti" a "buttarci" nella mischia.........
cioè , si entrava e si girava con mezzi appartenenti a categorie prestazionalmente molto diversi , senza tenere conto nemmeno delle enormi differenze di "passo" fra i vari piloti (.....per esempio , al Mugello , una volta mi ritrovai a girare col "Pantah" strettamente di serie insieme a Reggiani con l' Aprilia 250......... icon_confused.gif ....)......, con tutti i rischi che ciò comportava........

allora , la cosa migliore che ti poteva capitare , era di venire "infilato" all' interno dal "manico" di turno con 40 o più km/h di velocità in più della tua............

alcuni miei amici , dopo qualche "flash" del genere (.....e relativo dritto nel ghiaione......) , diedero "forfait"......., e non ne vollero più sapere di girare.........

adesso , per fortuna , c' è la possibilità di entrare in pista per la prima volta seguiti ed indirizzati nel migliore dei modi , girando insieme a "gente" che ha più o meno il nostro "passo".........., e , alla fine di ogni turno , qualcuno ci spiega con calma dove sbagliamo (.....nella postura , nelle traiettorie , nell' uso del motore......).........

conosco diversi amici che hanno partecipato a corsi del genere , e non ne ho sentito uno (......nemmeno fra quelli più tranquilli e prudenti......) che non ne sia rimasto entusiasta.........., o che abbia dato "forfait"........, perchè "costretto" ad un dritto...........

acquisire una buona tecnica di guida veloce in pista , porta sicuramente vantaggi anche in strada , anche se "ovviamente" il passo è ben diverso............, soprattutto a livello di sicurezza passiva......... 0510_saluto.gif







doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
9100602
9100602 Inviato: 4 Gen 2010 21:49
 

svalex ha scritto:


ma ci mancherebbe...a trovarne di persone educate come te icon_wink.gif

magari quando deciderai di andare in pista fai un fischio che vediamo di organizzare icon_wink.gif


la cosa è possibile, chissa che non accada prima di quanto non si pensi.

Diego C. 0510_saluto.gif
 
9287976
9287976 Inviato: 7 Feb 2010 21:19
 

... e sennò ci sono i corsi su strada... icon_asd.gif
 
9288217
9288217 Inviato: 7 Feb 2010 21:48
 

ansetup ha scritto:
......quoto "Svalex"..........
per "Diego".....:
io sono del '59......, ho iniziato a guidare a 14 anni , ho corso prima in pista (....Inghilterra......) , poi nel CIM , in diverse categorie.........
secondo il mio modesto parere , dovresti provare con un corso di guida in pista........., che non significa "buttarsi".......
nella maggior parte di questi corsi , si è seguiti da "gente seria" (.....anche se , vedendoli guidare , non sembrerebbe....... icon_lol.gif )......., che fa di tutto per mettere gli allievi nelle migliori condizioni psicologiche e tecniche al fine di favorire il loro corretto "approccio" alla pista.........
quando ho iniziato io , questi corsi (......almeno in Italia.....) non esistevano ancora , ed eravamo "costretti" a "buttarci" nella mischia.........
cioè , si entrava e si girava con mezzi appartenenti a categorie prestazionalmente molto diversi , senza tenere conto nemmeno delle enormi differenze di "passo" fra i vari piloti (.....per esempio , al Mugello , una volta mi ritrovai a girare col "Pantah" strettamente di serie insieme a Reggiani con l' Aprilia 250......... icon_confused.gif ....)......, con tutti i rischi che ciò comportava........
allora , la cosa migliore che ti poteva capitare , era di venire "infilato" all' interno dal "manico" di turno con 40 o più km/h di velocità in più della tua............
alcuni miei amici , dopo qualche "flash" del genere (.....e relativo dritto nel ghiaione......) , diedero "forfait"......., e non ne vollero più sapere di girare.........
adesso , per fortuna , c' è la possibilità di entrare in pista per la prima volta seguiti ed indirizzati nel migliore dei modi , girando insieme a "gente" che ha più o meno il nostro "passo".........., e , alla fine di ogni turno , qualcuno ci spiega con calma dove sbagliamo (.....nella postura , nelle traiettorie , nell' uso del motore......).........
conosco diversi amici che hanno partecipato a corsi del genere , e non ne ho sentito uno (......nemmeno fra quelli più tranquilli e prudenti......) che non ne sia rimasto entusiasta.........., o che abbia dato "forfait"........, perchè "costretto" ad un dritto...........
acquisire una buona tecnica di guida veloce in pista , porta sicuramente vantaggi anche in strada , anche se "ovviamente" il passo è ben diverso............, soprattutto a livello di sicurezza passiva......... ^?
doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif

Ciao “Ansetup”,
purtroppo leggo solo ora il tuo interessante messaggio, con un buon mese di ritardo.
L'esperienza che hai maturarto è interessante e il tuo modo pacato ma esaustivo di esporre l'argomento pista è decisamente convincente: porta a riflettere.
In questo ultimo mese ho avuto modo di scambiare e-mail con persone del Tingavert che, con motivazioni oggettive ed esperienze vissute, mi stanno portando a cambiare il mio punto di vista.
Probabilmente il 2010 sarà l'anno del corso in pista.

E' un piacere. A presto.

Diego C. 0510_saluto.gif
 
9307337
9307337 Inviato: 10 Feb 2010 23:13
 

Io vado un pò meglio in discesa, forse perchè sono uno sciatore più che esperto e mi trovo a mio agio sulle piste "NERE" 0509_doppio_ok.gif . Io i problemi ce li ho con le curve chiuse ( quando non ho visuale) eusa_shifty.gif . doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
9349677
9349677 Inviato: 18 Feb 2010 21:23
 

Beh senti dalle mie parti (che è tutto o in salita o in discesa) si dice che in discesa ci si porta i muli, cioè un vero mezzo è quello che ti tira in salita non quello che va a rotta di collo in discesa. Continuando è normale che fanno più paura le discese ed è giusto così, si acquista velocità molto più velocemente, l'aria ad una certa velocità tende ad alzare la parte anteriore, l'aderenza è minore...insomma ti ammazzi molto più facilmente in discesa, non è solo un'impressione...è fisica!

Farret
 
9397030
9397030 Inviato: 27 Feb 2010 2:27
 

Io mi diverto di più in salita perchè il motore è in "tiro" e sento la "coppia" che mi spinge. icon_asd.gif icon_mrgreen.gif
 
9417391
9417391 Inviato: 3 Mar 2010 0:32
 

Salita quando ci sono molti cavalli.

Discesa come allenamento. La gtuida in discesa per me è completamente diversa da quella in salita, a volte si riesce ad andare addirittura più forte, ma spesso, secondo me, si va più sciolti ma più piano.
 
13954310
13954310 Inviato: 25 Nov 2012 16:44
 

Decisamente salita che facendo da freno motore, aiuta a rallentare prima senza dover stare a pinzare troppo.
Inoltre, cosa che sopporto poco in discesa il carico sui semimanubri / manubrio è troppo "accentuato".. icon_wink.gif
 
13954376
13954376 Inviato: 25 Nov 2012 17:27
 

io vado meglio in salita ma in discesa e' normale che faccia quell' effetto la moto si ferma con piu' difficolta' mentre in salita basta togliere il gas e il frenomotore fa il resto quindi arrivi un pelino piu' forte poi se conosci la strada tanto meglio sia in salita che in discesa.
 
13954450
13954450 Inviato: 25 Nov 2012 18:30
 

cambia a seconda della moto.
col CB molto meglio in discesa
col Bandit 1250 meglio in salita
con la SV.... uhm... non saprei dire...
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 8 di 8
Vai a pagina Precedente  12345678

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumTecnica di Guida

Forums ©