Leggi il Topic


Indice del forumTecnica di Guida

   

Pagina 1 di 1
 
Ma come si fa???? [affrontare una rotonda]
1981276
1981276 Inviato: 2 Lug 2007 18:14
Oggetto: Ma come si fa???? [affrontare una rotonda]
 



te arrivi alla rotonda (di solito nn si skala un po???) io skalo fino alla prima ma poi quando lacio la frizione la moto nn va...sembra su di giri(nn so kome dire). Cosa bisogna fare per evitare questo problema???
 
1981376
1981376 Inviato: 2 Lug 2007 18:29
 

Scali fino alla prima? icon_eek.gif

Prova a spiegare meglio la situazione! Arrivi allo stop prima di affrontare una rotonda e ti fermi?

Se scali per rallentare usando il freno motore e arrivi alla prima la senti sì su di giri!

Ma che moto hai?
 
1981469
1981469 Inviato: 2 Lug 2007 18:41
 

anto965 ha scritto:

Se scali per rallentare usando il freno motore e arrivi alla prima la senti sì su di giri!



icon_wink.gif icon_wink.gif quotone...spiegati meglio
 
1981479
1981479 Inviato: 2 Lug 2007 18:43
 

A meno che non sia una rotonda strettissima mi pare esagerato farla in prima, anche se non conosco la moto di cui stai parlando.
 
1981532
1981532 Inviato: 2 Lug 2007 18:51
 

io la moto nn ce lo comunque mi dovrei prendere l'husqy 2007 125. forse e vero nn mi sono spiegato bene(skusate icon_cry.gif ) volevo sapere se bisognava farla in prima o si puo fare anke con marce piu alte....
 
1981557
1981557 Inviato: 2 Lug 2007 18:54
 

senza dubbio con marce piu alte, in prima la moto è troppo nervosa, e poi la velocità (specie con i 125 da motard che hanno rapporti cortissimi) è troppo alta per farle in prima, comunque appena prenderai la moto ti renderai conto tu stesso e i problemi che adesso ti sembrano grandissimi spariranno icon_wink.gif
 
1981576
1981576 Inviato: 2 Lug 2007 18:56
 

perke sto prblema lo avuto all'esame... menomale ke l'esaminatore era davanti... icon_lol.gif
 
1981590
1981590 Inviato: 2 Lug 2007 18:59
 

ma che te possino! icon_lol.gif
 
1982460
1982460 Inviato: 2 Lug 2007 20:31
 

ibracomedribla ha scritto:
perke sto prblema lo avuto all'esame... menomale ke l'esaminatore era davanti... icon_lol.gif



grande!!!! hai fatto tutta la rotonda in prima e a che velocita'???? icon_biggrin.gif
 
1983136
1983136 Inviato: 2 Lug 2007 21:42
 

ce nera solo una di rotonda... poi la makkina davanti(cera uno ke faceva l'esame della makkina) metteva le frecce per girare poi le toglieva icon_evil.gif icon_evil.gif li mi faceva inkazzare... icon_evil.gif icon_evil.gif sbagliavo li...

ma ora dopo quello ke mi avete detto credo di avere kapito.. icon_biggrin.gif
 
8782289
8782289 Inviato: 2 Nov 2009 16:58
 

Recupero questo topic perché anche io ho dei problemi ad affrontare le rotonde.
Ho pochi km alle spalle, quindi l'inesperienza è la principale responsabile.
Chiedendo a voi, però, forse riesco a capire cosa sbaglio e imparo prima a farle meglio.

E' che non riesco a trovare il punto d'equilibrio. ho provato a girare per una rotonda per un po'...
la moto tende ad allargare, allora inclino un po' di più, ma l'anteriore mi si muove a destra e sinistra, rischio di cadere, allora mi rialzo e mi allargo di nuovo.... allora ripiego e mi sbacchetta, sono quasi per terra. Stavolta provo ad accelerare un po... e finisco largo. Insomma, un continuo tira e molla, ma le mie reazioni sono molto lievi, non pensiate che apro il gas di colpo o che piego alla valentino rossi.
Mi sembra che l'equilibrio giusto sia una quota infinitesimale che non riesco mai a raggiungere.
E' come se dovessi tenere in equilibrio una matita per la punta.
Ho una SV650 a carburatori. Le gomme sono delle michelin pilot in buono stato ed hanno circa 1 anno.
E' esclusivamente un problema di esperienza? Qualcuno sa aiutarmi?
 
8783192
8783192 Inviato: 2 Nov 2009 18:57
 

le rotonde creano problemi, anche perchè sono sempre sporche, con pendenze strane e NESSUNO ripsetta precedenze e quant'altro.
il discorso è regolarsi con la piega per "dove" si deve uscire e pensare ad affrontare al meglio "quella" immaginaria curva che dovremo fare; io ho pure provato a fare un paio di giri in tondo, ma a parte sentirmi un cretino, mi girava solo la testa davvero ( sposti sempre lo sguardo e devi essere con un filo di gas costante, piccole correzioni col freno dietro se allarghi....).
per me le rotonde sono "stupide" come banco di prova per guidare, sopratutto per il discorso della pericolosità di cui parlavo all' inizio, io ormai me le faccio in tutta calma, anche perchè NON si ammettono sbagli e se uno non ti dà la precendenza, o lo sporco o altro, se sei piegato vai a terra SICURO ! non costa nulla un pò di prudenza e pensare ai veri tornanti ed ai curvoni veloci
 
8784407
8784407 Inviato: 2 Nov 2009 21:10
 

firstdance ha scritto:
E' che non riesco a trovare il punto d'equilibrio. ho provato a girare per una rotonda per un po'...
la moto tende ad allargare, allora inclino un po' di più, ma l'anteriore mi si muove a destra e sinistra, rischio di cadere, allora mi rialzo e mi allargo di nuovo.... allora ripiego e mi sbacchetta, sono quasi per terra. Stavolta provo ad accelerare un po... e finisco largo. Insomma, un continuo tira e molla, ma le mie reazioni sono molto lievi, non pensiate che apro il gas di colpo o che piego alla valentino rossi.

icon_eek.gif Se la tua moto si dovesse comportare davvero in questo modo l'unica cosa che potrei suggerirti sarebbe di farla rottamare che ha qualche gravissimo problema!!

Sono abbastanza convinto che sia solo una questione di esperienza, ancora non te la senti bene, datti qualche altro km e vedrai che queste cose si aggiustano da sole... altrimenti cambia moto!
 
8786934
8786934 Inviato: 3 Nov 2009 10:42
 

Boh, io la prima che ho fatto l'ho fatta all'esame, ci sono entrato in seconda e l'ho fatta quasi sdraiato, però avevo un cb 500 honda. La seconda volta ci sono entrato in terza, avevo la mia prima moto, sono arrivato il sesta, ho scalato tre marce al volo, sono entrato di traverso e ho riaperto il gas. A parte che mi sono leggermente cagato addosso, visto che era il primo giro in moto che facevo, nessun problema. Non mi è mai venuto in mente di farla in prima una rotonda. Certo a parte quando ti devi fermare per far passare qualcuno, ma anche lì dopo i primi metri metto sempre una marcia in più.
 
8786968
8786968 Inviato: 3 Nov 2009 10:50
 

firstdance ha scritto:
... Insomma, un continuo tira e molla, ma le mie reazioni sono molto lievi, non pensiate che apro il gas di colpo o che piego alla valentino rossi.
Mi sembra che l'equilibrio giusto sia una quota infinitesimale che non riesco mai a raggiungere.
E' come se dovessi tenere in equilibrio una matita per la punta.
Ho una SV650 a carburatori. Le gomme sono delle michelin pilot in buono stato ed hanno circa 1 anno.
E' esclusivamente un problema di esperienza? Qualcuno sa aiutarmi?


la risposta in grassetto.

è uno strumento analogico, quindi ha infinite possibilità di piega/accelerazione/frenata... tutte dipendenti dalla tua sensibilità.

sto facendo scuola guida in questo periodo, se sei delle mie parti unisciti.
 
8787154
8787154 Inviato: 3 Nov 2009 11:35
 

firstdance ha scritto:
Recupero questo topic perché anche io ho dei problemi ad affrontare le rotonde.
Ho pochi km alle spalle, quindi l'inesperienza è la principale responsabile.
Chiedendo a voi, però, forse riesco a capire cosa sbaglio e imparo prima a farle meglio.

E' che non riesco a trovare il punto d'equilibrio. ho provato a girare per una rotonda per un po'...
la moto tende ad allargare, allora inclino un po' di più, ma l'anteriore mi si muove a destra e sinistra, rischio di cadere, allora mi rialzo e mi allargo di nuovo.... allora ripiego e mi sbacchetta, sono quasi per terra. Stavolta provo ad accelerare un po... e finisco largo. Insomma, un continuo tira e molla, ma le mie reazioni sono molto lievi, non pensiate che apro il gas di colpo o che piego alla valentino rossi.
Mi sembra che l'equilibrio giusto sia una quota infinitesimale che non riesco mai a raggiungere.
E' come se dovessi tenere in equilibrio una matita per la punta.
Ho una SV650 a carburatori. Le gomme sono delle michelin pilot in buono stato ed hanno circa 1 anno.
E' esclusivamente un problema di esperienza? Qualcuno sa aiutarmi?


eusa_think.gif prova a controllare la pressione delle gomme icon_asd.gif icon_asd.gif e poi fai fai tanti km 0510_saluto.gif

doppio_lamp.gif 0510_saluto.gif doppio_lamp_naked.gif
 
8801328
8801328 Inviato: 5 Nov 2009 14:34
 

io fino alla prima non ci scalo neanche con la vespa figuriamoci con una moto... anche in 3a te la puoi fare tranquillamente o al limite in seconda...
 
8835025
8835025 Inviato: 11 Nov 2009 16:35
 

Penso che un rotonda a bassa velocita si debba fare in seconda a velocita un po' piu alta in terza.
In prima si sente troppo l'effetto on-off .

Ciao
 
8840623
8840623 Inviato: 12 Nov 2009 16:06
 

firstdance ha scritto:
Recupero questo topic perché anche io ho dei problemi ad affrontare le rotonde.
Ho pochi km alle spalle, quindi l'inesperienza è la principale responsabile.
Chiedendo a voi, però, forse riesco a capire cosa sbaglio e imparo prima a farle meglio.

E' che non riesco a trovare il punto d'equilibrio. ho provato a girare per una rotonda per un po'...
la moto tende ad allargare, allora inclino un po' di più, ma l'anteriore mi si muove a destra e sinistra, rischio di cadere, allora mi rialzo e mi allargo di nuovo.... allora ripiego e mi sbacchetta, sono quasi per terra. Stavolta provo ad accelerare un po... e finisco largo. Insomma, un continuo tira e molla, ma le mie reazioni sono molto lievi, non pensiate che apro il gas di colpo o che piego alla valentino rossi.
Mi sembra che l'equilibrio giusto sia una quota infinitesimale che non riesco mai a raggiungere.
E' come se dovessi tenere in equilibrio una matita per la punta.
Ho una SV650 a carburatori. Le gomme sono delle michelin pilot in buono stato ed hanno circa 1 anno.
E' esclusivamente un problema di esperienza? Qualcuno sa aiutarmi?


e' strano che la tua sv ti fa questi tiri eusa_think.gif
il mio gioiellino, nonostante abbia l' anteriore originale che sappiamo che non e' il massimo, non si comporta cosi' sulle rotonde altrimenti sa' che poi gli tiro il collo icon_asd.gif
Forse hai le gomme dure o gonfiate male o forse hai un po paura a scendere quel poco che basta e allora la moto scalcia...
doppio_lamp_naked.gif
 
8843852
8843852 Inviato: 12 Nov 2009 23:43
 

A me piacciono moltissimo icon_asd.gif però non ci devono essere macchine o altri tipi di mezzi icon_asd.gif
 
8866492
8866492 Inviato: 17 Nov 2009 20:27
 

firstdance ha scritto:
Recupero questo topic perché anche io ho dei problemi ad affrontare le rotonde.
Ho pochi km alle spalle, quindi l'inesperienza è la principale responsabile.
Chiedendo a voi, però, forse riesco a capire cosa sbaglio e imparo prima a farle meglio.

E' che non riesco a trovare il punto d'equilibrio. ho provato a girare per una rotonda per un po'...
la moto tende ad allargare, allora inclino un po' di più, ma l'anteriore mi si muove a destra e sinistra, rischio di cadere, allora mi rialzo e mi allargo di nuovo.... allora ripiego e mi sbacchetta, sono quasi per terra. Stavolta provo ad accelerare un po... e finisco largo. Insomma, un continuo tira e molla, ma le mie reazioni sono molto lievi, non pensiate che apro il gas di colpo o che piego alla valentino rossi.
Mi sembra che l'equilibrio giusto sia una quota infinitesimale che non riesco mai a raggiungere.
E' come se dovessi tenere in equilibrio una matita per la punta.
Ho una SV650 a carburatori. Le gomme sono delle michelin pilot in buono stato ed hanno circa 1 anno.
E' esclusivamente un problema di esperienza? Qualcuno sa aiutarmi?



Il problema del "mungere" l acceleratore è un problema non solo delle rotonde, ma delle curve strette e dell indecisione su con che velocita affrontarle, ma di pratica e sparisce con l uso icon_biggrin.gif

C'e una cosa che non menzioni mai e che penso sia la soluzione, la FRIZIONE icon_biggrin.gif
quando si va pianissimo in mezzo al traffico anche se non ci si ferma, si gestisce anche con la frizione quando serve , che permette di interrompere "il gas" senza avere l effetto frenata che altrimenti si avrebbe con il gas chiuso e la ruota in trazione...

Se invece intendi passare una rotonda libera e senza macchine e senza fermarti, è una curva stretta come qualsiasi altra (spesso con asfalto liscio...)...come tutte le curve se entri troppo piano poi devi accelerare e se acceleri troppo allarghi e allora devi mollare il gas.... (mungere appunto)icon_biggrin.gif ..man mano affinerai l occhio e saprai entrare alla velocita giusta

ciao
 
11701692
11701692 Inviato: 21 Apr 2011 12:27
Oggetto: Ducati monster 620 consiglio per affrontare rotonde
 

Nota automatica aggiunta dal sistema: i messaggi aggiunti da questo punto in poi sono stati generati dalla fusione di due topic.
______________

Ciao a tutti! icon_biggrin.gif

Ho appena preso un monster ed ogni tanto , soprattutto nelle rotonde,
quando parto ed entro in rotonda con la 1°, la moto è troppo reattiva, cioè mentre curvo
nn riesco a dosare bene l'acceleratore e quindi scatta troppo...

Secondo voi se quando entro in rotonda, mettessi subito 1° e 2°, in seconda dovrebbe essere meno aggressiva la moto e riuscirei a curvare senza problemi..

Voi che ne pensate?!... Grazie a tutti!

Marco
 
11701758
11701758 Inviato: 21 Apr 2011 12:35
 

beh io adoro le rotonde e sinceramente ci vado sempre piegato e abbastanza veloce, ma nn faccio mai caso alla marcia......però credo almeno in seconda con un numero alto di giri in modo da avere una spinta immediata e elevata velocità
poi dipende anche da quanto è grossa sta rotonda, angoli e ampiezza......
 
11701901
11701901 Inviato: 21 Apr 2011 13:02
Oggetto: Re: Ducati monster 620 consiglio per affrontare rotonde
 

marko_48 ha scritto:

Ciao a tutti! icon_biggrin.gif

Ho appena preso un monster ed ogni tanto , soprattutto nelle rotonde,
quando parto ed entro in rotonda con la 1°, la moto è troppo reattiva, cioè mentre curvo
nn riesco a dosare bene l'acceleratore e quindi scatta troppo...

Secondo voi se quando entro in rotonda, mettessi subito 1° e 2°, in seconda dovrebbe essere meno aggressiva la moto e riuscirei a curvare senza problemi..

Voi che ne pensate?!... Grazie a tutti!

Marco


se metti la seconda controlli molto melgio la moto rispetto alla prima... la prima serve necessariamente solo per partire e fermarsi...
perova a mettere la seconda, oppure se ti rendi conto di trovarti in prima prova a giocare di frizione per eliminare gli strappi
 
11703302
11703302 Inviato: 21 Apr 2011 16:49
 

innanzitutto vorrei aggiungere che le rotatorie sono tra le curve più insidiose per i motociclisti. Nella percorrenza e in uscita di rotatoria di solito si è sottoposti al famoso effetto saponetta infatte nelle belle giornate di sole è possibile vedere quasi una patina sulle rotatorie.
detto questo consiglio a tutti di affrontarle in seconda o addirittura in terza a seconda della dimensione e della percorrenza della rotatoria.
L'unica rotatoria da affrontare in prima è quella cittadina che non sembra neanche una rotatoria e una ciambella messa in mezzo ad un'incrocio e comunque lì conviene arrivarci piano ecco perchè la prima .
comunque ragazzi attenti allle rotatorie in entrata ed in uscita a meno che non sia una rotatoria nuova
 
11703342
11703342 Inviato: 21 Apr 2011 16:59
 

mi sento di dare un altro consiglio utile... mai scalare dalla seconda alla prima, oppure dalla terza alla seconda, all'interno di una rotatoria e soprattutto evitare di accelerare a fondo e se c'è da frenare o uno tira su la moto e poi frena con il davanti, oppure se siete piegati frenate con il freno dietro...

un'altra cosa, non cercate il cordolo in una rotatoria perchè le macchine nono vi vedeno e se dovete uscire vi tagliano la strada, cercate di rimanere più larghi possibili.
 
11713644
11713644 Inviato: 23 Apr 2011 14:21
 

ciao

io dove abito direi che e' il regno delle rotonde ve ne sono di tute le fogge e dimensioni persino una fatta ad 8 .
L a prima regola e' affrontarel se e' possibbile a velocita moderata e senza accellerate brusche , in quanto il 90 per cento delle rotonde hanno un asfalto pietoso e se son recenti in poco tempo visto il traffico elevato all'loro interno si formano come dei solchi proprio dove passano i camion e le auto che per le moto sono come dei perocolosi binari , specie dopo l'inverno e le tonnellate di sale sparse.
inoltre molte rotonde non vengono mai percorse per intero nella loro circonferenza per cui vi sono dei settori ""poco sfruttati"che anche se sembrano in buono stato sono mooooolto sporchi vedi polvere depositata sabbia ecc ecc per cui pericolosissime se affrontate in maniera sportiveggiante .
una parola PRUDENZA
 
11749517
11749517 Inviato: 29 Apr 2011 22:28
 

il mio "piccolo contributo" , sul tema del miglior modo per affrontare le rotonde , consiste nel consigliare di affrontarle "piegando la moto sotto" , cioè inclinandola mantenendo il busto più verticale possibile....., con una postura molto simile a quella adottata nel fuoristrada e nel motard , senza togliere però il piede interno alla svolta dalla pedana........
spesso , queste svolte hanno un fondo dall' aderenza piuttosto scarsa , e con una postura , diciamo , fuoristradistica , si migliora il controllo del mezzo in caso di "sgradite sorprese"...... icon_confused.gif



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumTecnica di Guida

Forums ©