Leggi il Topic


Indice del forumForum Generale

   

Pagina 2 di 3
Vai a pagina Precedente  123  Successivo
 
I cinesi e le due ruote [riflessioni sulla concorrenza]
1198853
1198853 Inviato: 16 Feb 2007 22:46
 



le moto delle varie case giapponesi o europee che siano sono di solito di buona qualita ( anche se è possibile che ci siano difetti ma nulla è perfetto ), ma perché una cosa funzioni bene richiede grandi investimenti : progettazione sperimentazione eec.... e chi investe di solito poi qualcosa ci vuole guadagnare, se però il mercato non lo ripaga degli investimenti perchè ci sono prodotti della concorrenza a prezzi stracciati allora per restare a galla si riducono gli investimenti e di conseguenza la qualità dei prodotti cosa che non credo convenga a nessuno .

ciao icon_cool.gif
 
1238335
1238335 Inviato: 26 Feb 2007 9:41
 

Una volta ho visto uno scooter cinese che che mangiava i cani crudi!!!
 
1238359
1238359 Inviato: 26 Feb 2007 9:48
 

Un mio amico mi ha raccontato di essere stato perseguitato da un motorino cinese che gli appariva improvvisamente con il faro (naturalmente finto) iniettato di sangue e benzina e gli sgommava sulla gola! ......Si! Si!...... Sono d'accordo! .....Dovrebbero vietarli questi scooter cinesi!!! Io non faccio più uscire di casa le mie figlie da quando il mio vicino se ne è comprato uno.....Non si sa mai!
 
1238436
1238436 Inviato: 26 Feb 2007 10:19
 

Il vero pericolo rappresentato dalle moto e dagli scooters cinesi è la concorrenza pesantissima che fanno alle industrie occidentali. Le stesse che poi comprano pagine e pagine di spazi pubblicitari sulle riviste specializzate. Su uno di noi possedesse un giornale che vive anche di clienti con grandi capitali da spendere in pubblicità, e qualcuno che NON spende in pubblicità dasse fastidio a quest'ultimi, da che parte ci schiereremmo? Ho letto l'articolo in questione, ho letto anche gli altri presenti su quel giornale e possiedo proprio quel cinese di cui parla, e posso dire con precise certezze che le valutazioni espresse da chi ha scritto quell'articolo non sono affatto obiettive. I difetti reali vengono amplificati esageratamente, i pregi (enfatizzati in altri servizi su altri scooter) vengono minimizzati o taciuti del tutto e vengono evocate negatività assolutamente pretestuose.
Il livello qualitativo tra i due mezzi è diverso così come il prezzo! Il problema vero sta nella complessiva accettabilità del mezzo associata ad un prezzo fortemente competitivo rispetto all'omologo occidentale, e se la gente valuterà il compromesso prezzo/qualità vantaggioso sarà molto dura per i marchi occidentali. E il giornale che oggi dice peste e corna dei marchi cinesi, vedendo ridursi le commissioni pubblicitarie comincerà a dire che forse poi questi mezzi orientali non sono poi tanto male, ...anzi... se gli comprano un po' di spazi pubblicitari, dirà anche che saranno cresciuti, migliorati, attuali e sicuri .....e non era vero che mangiavano bambini!
 
1239044
1239044 Inviato: 26 Feb 2007 13:13
 

Ancora una volta bisogna dire che il dio denaro tutto puo'.
Infatti non riesco a capire come sia possibile far entrare merce cosi' scadente in Italia e se ci fate caso non solo nel campo auto/moto ma anche in quello alimentare e altro ancora.
Il bello chei le aziende italiane sono sottoposte a controlli rigorosissimi
durante tutto il loro ciclo produttivo e di vendita ,perche'cio' non avviene con i prodotti di origine cinese? icon_rolleyes.gif
 
1239208
1239208 Inviato: 26 Feb 2007 13:49
 

girolimino ha scritto:
Un mio amico mi ha raccontato di essere stato perseguitato da un motorino cinese che gli appariva improvvisamente con il faro (naturalmente finto) iniettato di sangue e benzina e gli sgommava sulla gola! ......Si! Si!...... Sono d'accordo! .....Dovrebbero vietarli questi scooter cinesi!!! Io non faccio più uscire di casa le mie figlie da quando il mio vicino se ne è comprato uno.....Non si sa mai!


Non dovresti bere alle dieci del mattino... icon_eek.gif
 
1239311
1239311 Inviato: 26 Feb 2007 14:09
 

mah.. che dire...
io a milano all'eicma ho tastat ocon mano (ma non provato ovviamente) gli scooter cinesi... diavolo a pelle cè un abisso dai cinesi ai coreani (ad esempio kimco exciting).. se toccavi con mano i cinesi e i lavori fatti da yamaha honda e suzuki il paragone era davvero miserabile! io parlo di sensazioni. tattile, di materiali, di accoppiaggi, di lavorazioni.
costano davvero poco i cinesi e sicuramente invoglieranno qualcuno ad affrontare la spesa.. ma si vede tuttta la differenza di prezzo!
 
1239919
1239919 Inviato: 26 Feb 2007 15:41
 

Certo che si vede la differenza di prezzo! I prodotti cinesi non hanno gli stessi standard qualitativi dei prodotti occidentali o coreani, fatto sta che se ne vendono sempre di più, forse perchè la gente è disposta a rinunciare alle plastiche raffinate o alle selle di pelle pur di poter andare in giro spendendo meno. Se, di fatto, questi mezzi sono così scadenti non dovrebbero costituire una minaccia per quelli dal marchio famoso! Allora perchè sono così temuti? Chi compra di solito non vuole buttare via il proprio denaro: evidentemente questi prodotti vanno a soddisfare le richieste di un settore del mercato che, senza troppi pregiudizi, li ritiene adatti alle proprie esigenze; il problema è che questa fascia di mercato si sta rivelando più ampia del previsto e sta inglobando anche quella parte di consumatori che finora si erano rivolti all'usato ritenendo i prezzi del nuovo troppo elevati per l'uso che ne avrebbero fatto. Se questi prodotti così "scadenti" non avessero soddisfatto la loro clientela a quest'ora il loro mercato sarebbe già morto, ma non è affatto così!
Ciò che conta è che ognuno abbia quello che ritiene più adatto a se.
 
1239964
1239964 Inviato: 26 Feb 2007 15:49
 

Negli anni '70 in america si parlava enormemente del "pericolo giallo" (basta vedere Blade Runner), che si affacciava e cominciava a dar peso al proprio potenziale proprio in quel continente.
Dopo 30 anni la storia ha dato torto alle malelingue: i cinesi non sono mai entrati a sfondare le porte all'economia americana. Oggigiorno però, con la multiculturalità e il mondialismo in europa che avanza, molti pongono il quesito.
Di fatto la qualità dei prodotti cinesi è sicuramente inferiore per molti motivi. Innanzitutto la cina non è mai stata "progettatrice e costruttrice" sin dai tempi dell'invenzione dei motori, ma semmai scarsamente "copiatrice" e solo negli ultimi anni.
Il fatto poi che uno si prenda un veicolo solo perchè "costa poco" è fattore di una scarsa cultura qualitativa, che si paga anche a caro prezzo quando poi ci si accorge che a conti fatti "era meglio spendere qualcosa in +"

E poi qui dalle mie parti c'è un detto che non mi sembra abbia mai fallito: "chi - spende prima + spende dopo".

Ultima modifica di Motosega il 26 Feb 2007 16:05, modificato 1 volta in totale
 
1240042
1240042 Inviato: 26 Feb 2007 16:02
 

Faremo come si fa oggi per gli altri oggetti tecnologici: scaduta la garanzia, se la riparazione costerà troppo lo butteremo via e ne compreremo uno nuovo!
 
1240058
1240058 Inviato: 26 Feb 2007 16:05
 

Motosega ha scritto:
Negli anni '70 in america si parlava enormemente del "pericolo giallo" (basta vedere Blade Runner), che si affacciava e cominciava a dar peso al proprio potenziale proprio in quel continente.
Dopo 30 anni la storia ha dato torto alle malelingue: i cinesi non sono mai entrati a sfondare le porte all'economia americana.

Mah... a quanto ne so io Cina e Giappone da soli hanno in mano il 40% del debito estero USA....
 
1240078
1240078 Inviato: 26 Feb 2007 16:08
 

questo mi sembra un film già visto, vi ricordate moto e auto made in jap, erano gli stessi discorsi, chi avrebbe mai comprato jap 30/35 anni fà ?????? e coreano (ci vado a pesca con i coreani, (intendo i vermi))????????? oggi i veicoli jap fanno concorrenza ai nostri e i coreani vendono chè un piacere (kimco, ssayoung, kia ecc)
occhio (a mandorla) ai "musi gialli"
 
1240082
1240082 Inviato: 26 Feb 2007 16:09
 

42 ha scritto:
Motosega ha scritto:
Negli anni '70 in america si parlava enormemente del "pericolo giallo" (basta vedere Blade Runner), che si affacciava e cominciava a dar peso al proprio potenziale proprio in quel continente.
Dopo 30 anni la storia ha dato torto alle malelingue: i cinesi non sono mai entrati a sfondare le porte all'economia americana.

Mah... a quanto ne so io Cina e Giappone da soli hanno in mano il 40% del debito estero USA....


Ovvio, ma non mi sono chiarito. Io non parlavo dell'hight tech e delle cose elettroniche e delle materie plastiche, che sono monopolizzate dal "made in china", ma dei veicoli.
 
1240408
1240408 Inviato: 26 Feb 2007 17:21
 

Mah, io ho comprato un Kymco... per il semplice fatto che non ho voglia di spendere 4000 euro per un mezzo che mi deve solo portare in giro...
Il discorso è diverso quando si tratta di passione, per le moto o per le macchine...
Dipende sempre dall'uso che ne si fa, in sostanza i prodotti cinesi vanno più che bene per chi ha bisogno di una macchinetta per portare i figli a scuola o lo scooterello per andare al lavoro. Dubito che qlc con la passione e l'interesse per le moto o le macchine si compri un prodotto fatto male, senza storia ne tradizione ecc ecc...
Io ho preso il cinese per vari motivi diversi dal piacere di possedere un veicolo di qualità.. infatti le rifiniture fanno pena, ma mi basta che cammini.. poi quando ci sarà la possibilità mi comprerò una moto (o una macchina) SERIA...

Non credo che i prodotti cinesi riusciranno presto a scalzare i prodotti di qualità.. in fondo nemmeno adesso uno si prende una Monster o una AlfaRomeo solo come mezzo qualsiasi per andare in giro, c'è sempre la passione, l'interesse o comunque un minimo di piacere ad avere qualcosa di curato e "prezioso".
Non credo esistano o esisteranno mai cose come un "Kymco, che passione club" icon_wink.gif
 
1240424
1240424 Inviato: 26 Feb 2007 17:25
 

girolimino ha scritto:
evidentemente questi prodotti vanno a soddisfare le richieste di un settore del mercato che, senza troppi pregiudizi, li ritiene adatti alle proprie esigenze; il problema è che questa fascia di mercato si sta rivelando più ampia del previsto e sta inglobando anche quella parte di consumatori che finora si erano rivolti all'usato ritenendo i prezzi del nuovo troppo elevati per l'uso che ne avrebbero fatto.


Indubbiamente. La questione però è, il minor prezzo è dovuto a risparmi su design (bene), marketing (benissimo), plastiche (ok), oppure si risparmia anche su elementi fondamentali, che poi vanno ad inficiare la sicurezza globale del mezzo?
Ritengo che da questa invasione cinese possa anche venire del bene, d'altronde la Toyota con le auto portò delle innovazioni di processo che abbassarono di molto il prezzo di vendita, pur nel contempo innalzando la qualità, il che in pratica portò un po' tutte le case, americane ed europee, a darsi una svegliata. Stessa cosa con le moto, le giapponesi sono arrivate con prezzi competitivi e affidabilità superiore e questo ha spinto le case europee a migliorarsi.
In questo caso le cinesi hanno un prezzo stracciato ed una qualità dichiaratamente inferiore ma se la sicurezza non viene messa in discussione potrebbero davvero andare a colmare un segmento di mercato che nel frattempo, rispetto a quando si sono presentate le giapponesi, è diventato ampio. Mentre prima la moto era comunque una passione per pochi, oggi voglia di due ruote ce l'hanno in molti, e sono molti quelli che ne fanno, giustamente, una questione di prezzo. La "rivoluzione" portata dalle cinesi questa volta potrebbe non essere una rivoluzione tecnologica ma di approccio, di punto di vista: nessun fronzolo e prezzo ridotto al minimo.

Sempre se c'è la sicurezza...
 
1240803
1240803 Inviato: 26 Feb 2007 18:30
 

Gli scooter cinesi sono insicuri quanto gli altri. L'argomento pericolosità serve a sviarne la voglia di acquistarli sempre per i motivi esposti negli altri post.
Forse non tutti sanno che lo "Ciao" della Piaggio è ancora in vendita: è da ritenersi "sicuro"? Ricordiamo tutti i suoi freni e le sue sospensioni, eppure nessun giornale che pubblicizza i prodotti Piaggio è venuto a dire che è un mezzo anacronistico ed una autentica trappola in caso di frenata brusca!
 
1240905
1240905 Inviato: 26 Feb 2007 18:44
 

icon_lol.gif icon_lol.gif verissimo

Sì, comunque sono d'accordo con te che la cattiva pubblicità che ricevono sui giornali dipende non solo (o non tanto) dalle caratteristiche effettive ma piuttosto dai ragionamenti di cui sopra. Poi per carità, magari in realtà sono effettivamente insicuri, ma ci sono troppi soldi in ballo per credere che le prove siano tutte obiettive.
Tu come ti stai trovando col tuo mezzo?
 
1241074
1241074 Inviato: 26 Feb 2007 19:09
 

Il mio mezzo funziona bene, è ancora nuovo quindi sarà da verificare, ma a parte la poca cura nel montaggio delle plastiche, tutto funziona bene. Io lo uso per gironzolare in città quando il tempo lo consente e, questa estate, ci andrò al mare. Diciamo che non sono un utilizzatore assiduo.
 
1241439
1241439 Inviato: 26 Feb 2007 19:48
 

Stesso problema anche per le minimoto...

Loro puntanto tutto su prezzi inferiori,
visto che,in qualità,gli altri produttori sono superiori.

Riescono nell'intento per il semplice fatto che la manodopera,
in quelle zone,costa nettamente meno che qui,
quindi,grossi numeri di produzione a basso prezzo.

I produttori di qualità di certo sono fortemente svantaggiati.

Mia opione,se per la mini ho presa anch'io una cinese,
per una maxi non ci penserei nemmeno,
solo prodotti di qualità.

icon_surprised.gif icon_lol.gif icon_cool.gif
 
1241520
1241520 Inviato: 26 Feb 2007 19:56
 

girolimino ha scritto:
Gli scooter cinesi sono insicuri quanto gli altri. L'argomento pericolosità serve a sviarne la voglia di acquistarli sempre per i motivi esposti negli altri post.
Forse non tutti sanno che lo "Ciao" della Piaggio è ancora in vendita: è da ritenersi "sicuro"? Ricordiamo tutti i suoi freni e le sue sospensioni, eppure nessun giornale che pubblicizza i prodotti Piaggio è venuto a dire che è un mezzo anacronistico ed una autentica trappola in caso di frenata brusca!


Innanzitutto è IL Ciao, icon_twisted.gif e poi ne ho posseduti 4 nella mia vita di teenager, e hanno fatto tutti il loro dovere! icon_evil.gif
E tra l'altro il Ciao fa i 50 all'ora tirato al massimo e pesa 40 kili. Mettergli 2 freni a disco non mi sembra una scelta vantaggiosa nè per la piaggio, nè per il compratore.
 
1241613
1241613 Inviato: 26 Feb 2007 20:07
 

Ritengo che chi compra una maxi sia un appassionato, quindi consideri le innovazioni tecnologiche, le prestazioni, il prestigio del nome, come dei "must" irrinunciabili che, allo stato attuale, i cinesi non possono dare.
Chi, come me, compra due ruote a benzina per andare al supermercato o all'ufficio postale, non da molta importanza al blasone o all'ultimo tipo ABS in commercio, allora troverà questi prodotti convenienti.
Ciò non toglie che molti marchi tradizionali commissionino forniture di mezzi completi a ditte cinesi per poi reimmetterli sul mercato nazionale con i loro nomi! .......E non lo fa solo la Garelli!...... eusa_shhh.gif
Come ho già scritto: l'importante è che tutti trovino quello che cercano.
 
1241695
1241695 Inviato: 26 Feb 2007 20:17
 

Motosega ha scritto:
girolimino ha scritto:
Gli scooter cinesi sono insicuri quanto gli altri. L'argomento pericolosità serve a sviarne la voglia di acquistarli sempre per i motivi esposti negli altri post.
Forse non tutti sanno che lo "Ciao" della Piaggio è ancora in vendita: è da ritenersi "sicuro"? Ricordiamo tutti i suoi freni e le sue sospensioni, eppure nessun giornale che pubblicizza i prodotti Piaggio è venuto a dire che è un mezzo anacronistico ed una autentica trappola in caso di frenata brusca!


Innanzitutto è IL Ciao, icon_twisted.gif e poi ne ho posseduti 4 nella mia vita di teenager, e hanno fatto tutti il loro dovere! icon_evil.gif
E tra l'altro il Ciao fa i 50 all'ora tirato al massimo e pesa 40 kili. Mettergli 2 freni a disco non mi sembra una scelta vantaggiosa nè per la piaggio, nè per il compratore.




Quindi IL Ciao è sicuro perchè pesa 40 Kg?
Anche io ho tenuto una fantastica Vespa 50 Special 4 marce bianca per 25 anni (anzi ce l'ho ancora e ci sono molto affezionato!) ma non mi sogno di dire che siccome pesava 70 Kg. aveva una frenata paragonabile ad un plasticone attuale ......anche se cinese!
 
1247698
1247698 Inviato: 27 Feb 2007 23:28
 

Io metto a discutere il paragone che tu hai fatto. Non puoi paragonare un ciao ad uno scooter. Uno pesa 40, l'altro minimo minimo 80 kg, cioè il doppio, e viaggia uno ai 40 all'ora e l'altro agli 80. Ti sto dicendo che un ciao di 40 kg, con te che sei 80 kg e raggiungete entrambi 120 kg, purchè sparati ai 50 all'ora due freni a tamburo reggono benissimo la frenata. Anche di emergenza. Sempre che uno rispetti il codice e che non sia uno scemo, hai mai visto qualcuno che ha fatto dei dritti o che ha tamponato un'auto con un CIAO?

Fai un'altro paragone. Di uno scooter con uno scooter.

A proposito, complimenti per la vespetta. Io ho un modello del 72 che mi ha regalato mio nonno. L'ho rimessa a nuovo ed è un gioiellino. icon_wink.gif
 
1247717
1247717 Inviato: 27 Feb 2007 23:33
 

Signori,forse,rispetto all'argomento della discussione,
state andando un pò fuori tema....

Se dovete scambiarvi pareri su altri argomenti,
o in una nuova discussione,o via mp,per rendere leggibile questo topic.

Grazie.

icon_wink.gif
 
1248005
1248005 Inviato: 28 Feb 2007 8:12
 

eymerich ha scritto:
questo mi sembra un film già visto, vi ricordate moto e auto made in jap, erano gli stessi discorsi, chi avrebbe mai comprato jap 30/35 anni fà ?????? e coreano (ci vado a pesca con i coreani, (intendo i vermi))????????? oggi i veicoli jap fanno concorrenza ai nostri e i coreani vendono chè un piacere (kimco, ssayoung, kia ecc)
occhio (a mandorla) ai "musi gialli"


beh... le moto giaps non sono mai state dietro! anzi, hanno sempre dettato tempi mode e rivoluzioni..
 
1248010
1248010 Inviato: 28 Feb 2007 8:15
 

girolimino ha scritto:
Gli scooter cinesi sono insicuri quanto gli altri. L'argomento pericolosità serve a sviarne la voglia di acquistarli sempre per i motivi esposti negli altri post.
Forse non tutti sanno che lo "Ciao" della Piaggio è ancora in vendita: è da ritenersi "sicuro"? Ricordiamo tutti i suoi freni e le sue sospensioni, eppure nessun giornale che pubblicizza i prodotti Piaggio è venuto a dire che è un mezzo anacronistico ed una autentica trappola in caso di frenata brusca!


si ma il ciao prende si e no i 40 all'ora e lo supera pure un ciclista lanciato in rettilineo. fermarlo non ci vuole la pinza radiale!!!
 
1248435
1248435 Inviato: 28 Feb 2007 10:53
 

Il presunto problema per i cinesi non è rappresentato dalla sicurezza passiva, come nel caso in questione del Ciao. Se una macchina ti entra di lato con un Ciao, anche a bassa velocità, finisci a cento metri tu e il motorino, entrambi con abbondanti rotture varie, perchè non c'è carenatura ad assorbire l'urto ma se lo beccano tutto le gambe. Più che i freni il problema vero del Ciao è quello (oltre alle ruote larghe due millimetri icon_biggrin.gif)
I cinesi, come d'altronde gli scooter originali da cui sono copiati, da questo punto di vista invece sono ok.
Il problema è, i freni sono efficienti, come prontezza e potenza? Possono subire rotture gravi, potenzialmente pericolose mentre in marcia? Onestamente non so che pensare. Costi di progettazione ridotti quasi a zero, forza lavoro infinitamente meno costosa e spese di marketing ridicole potrebbero già da soli giustificare dei prezzi così bassi, senza quindi che sia intaccata la qualità minima necessaria del prodotto. Dubito comunque che la verità ce la verranno a raccontare a breve i nostri giornali del settore.
 
1248537
1248537 Inviato: 28 Feb 2007 11:21
 

Mio padre mi racconta spesso che quando aveva sui 14 anni lui aveva un italjet 50 sportivo (diciamo l'equivalente di una rs 50 attuale)...

Ovviamente le moto italiane, italjet, benelli, morini ecc. avevano dei punti in comune...

2 ruote 1 motore 2 fari e 1 blocchettino cromato da 5cm x 3cm dove c'erano devioluci clacson e pulsante per spegnere la moto.

Un suo amico prese una honda 125 e tutti lo prendevano in giro perchè aveva le frecce (tra l'altro giganti) e comandi al manubrio tipo le moto attuali.... tra le altre cose aveva anche un disco all'anteriore...

Tutta questa storia noiosa per dire che le giapponesi sono entrate nel mercato con delle novità mentre la cina si presenta con prodotti già visti e senza alcuna innovazione....
 
1248794
1248794 Inviato: 28 Feb 2007 12:22
 

Husky666 ha scritto:
Il presunto problema per i cinesi non è rappresentato dalla sicurezza passiva, come nel caso in questione del Ciao. Se una macchina ti entra di lato con un Ciao, anche a bassa velocità, finisci a cento metri tu e il motorino, entrambi con abbondanti rotture varie, perchè non c'è carenatura ad assorbire l'urto ma se lo beccano tutto le gambe. Più che i freni il problema vero del Ciao è quello (oltre alle ruote larghe due millimetri icon_biggrin.gif)
I cinesi, come d'altronde gli scooter originali da cui sono copiati, da questo punto di vista invece sono ok.
Il problema è, i freni sono efficienti, come prontezza e potenza? Possono subire rotture gravi, potenzialmente pericolose mentre in marcia? Onestamente non so che pensare. Costi di progettazione ridotti quasi a zero, forza lavoro infinitamente meno costosa e spese di marketing ridicole potrebbero già da soli giustificare dei prezzi così bassi, senza quindi che sia intaccata la qualità minima necessaria del prodotto. Dubito comunque che la verità ce la verranno a raccontare a breve i nostri giornali del settore.


COME GIà SCRITTO in precedenza in questo blog io ho avuto la fortuna nel mio settore di lavorare con i cinesi proprio per abbattere icosri. risultato? si è dovuto spendere di più perchè tutto il materiale da loro fatto faceva letteralmentre schifo. alluminio di terza scelta, materiali ferrosi senza il minimo trattamento termico che si sbriciolavano. devono imparare a non solo copiare (esteticamente non sembrava male) ma anche a aumentare il criterio di qualità
 
1248924
1248924 Inviato: 28 Feb 2007 12:48
 

Eppure proprio il modello di cui si parlava nell'articolo di motociclismo è certificato ISO 9002 ed omologato dal TUV.
Che sia stata una svista dei due istituti? .....O del solo giornale?
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 3
Vai a pagina Precedente  123  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Generale

Forums ©