Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 3
Vai a pagina 123  Successivo
 
Rapporto CV per litro di cilindrata [possibile 1000 2t?]
791164
791164 Inviato: 29 Ott 2006 0:49
Oggetto: Rapporto CV per litro di cilindrata [possibile 1000 2t?]
 



salve a tutti!
un motore 125cc 2t con potenza libera ha in media 35/40cv, fin quì tutto normale! ma se si và a rapportare la potenza per litro, si hanno valori spaventosi! tipo 320 cv litro!

in teoria e in pratica, sarebbe possibile costruire un motore di 1000cc 2t con tale potenza?????????
o meccanicamente è impossibile?????
 
791195
791195 Inviato: 29 Ott 2006 1:16
 

- un motore 125 2t a piena potenza (non modificato) nn ha più di 30cv.
- un motore 1000 2t anche fosse possibile da costruire meccanicamente avrebbe bisogno di una manutenzione 10volte superiore al normale, consumerebbe quattro volte tanto sia benzina che olio... un 1000cc ha gia di suo una velocità max che va da 220 a 350km/h, una potenza che arriva anche a 180cv e tutto questo a 4t con consumi di carburante non indifferenti... un 2t cosa potrebbe fare? 10m con un pieno?
 
791212
791212 Inviato: 29 Ott 2006 1:40
 

Teo86x ha scritto:
- un motore 125 2t a piena potenza (non modificato) nn ha più di 30cv.
- un motore 1000 2t anche fosse possibile da costruire meccanicamente avrebbe bisogno di una manutenzione 10volte superiore al normale, consumerebbe quattro volte tanto sia benzina che olio... un 1000cc ha gia di suo una velocità max che va da 220 a 350km/h, una potenza che arriva anche a 180cv e tutto questo a 4t con consumi di carburante non indifferenti... un 2t cosa potrebbe fare? 10m con un pieno?


non è proprio così tragica: supponendo di costruire un 1000 a 2tempi col metodo della modularità si potrebbe costruirne uno utlizzando 4 termiche da 250cc di una qualsiasi 250 da cross.
la potenza che esprimerebbe sarebbe all'incirca uguale alla somma delle potenze delle singole termiche: diciamo a partire da 50CV x 4 = 200CV
(ma ci sono 250 che sfiorano i 70Cv...)

icon_confused.gif poi non capisco il discorso della manutenzione:
i 2tempi sono praticamente esenti da manutenzione!

icon_exclaim.gif da notare che questa potenza sarebbe ottenuta a regimi bassissimi rispetto ad un motore a 4tempi di pari cilindrata e potenza: ad un 4tempi da un litro per trovare 200CV deve girare almeno a 13.000giri al minuto
mentre ad un 2tempi ne basterebbero circa 9.000.

il minor numero di giri, assieme al suo minor peso porterebbe il 2tempi a recuperare parecchio rispetto al consumo che ci si aspetterebbe.
in definitiva non dovrebbe superare di oltre il 30% quello del 4tempi, a fronte di un più favorevole rapporto peso/potenza.

i Gran Premi si sono corsi, in passato, anche con 2tempi da 750cc: all'epoca avevano 130-140CV (ed erano tantissimi, per le gomme dell'epoca!) mentre le 500 superavano di poco i 100.
non avevano consumi particolarmente elevati, anche per via dei loro regimi non altissimi: c'erano a quell'epoca dei 4tempi stradali che giravano più forte!

del resto anche le ultime 500 de GP nonostante viaggiassero anche loro sui 200Cv e passa non avevano problemi di consumo diversi da quelli che hanno le 4tempi 990 di pari cavalli.

a tal proposito ricordo che non è corretto parlare di consumi in rapporto alla cilindrata!
i consumi vanno sempre rapportati alla potenza espressa (che a sua volta è ANCHE dipendente dalla cilindrata) e si misurano in gr/Cv/h (grammi di carburante consumato per ogni cavallo di potenza espresso per un'ora di tempo)
 
791238
791238 Inviato: 29 Ott 2006 2:24
 

senza considerare che basterebbe fare un motore plurifrazionato con cubatura unitaria di 125cc per ottenere prestazioni devastanti rispetto un 4t... immaginate un due tempi 6 cilindri 750cc icon_twisted.gif
 
791240
791240 Inviato: 29 Ott 2006 2:32
 

A dire il vero il motore due tempi riesce ad erogare 400 cv/litro, comunque è abbastanza fattibile, dato che un team di ingegneri stava progettando (non so se in via di realizzazione) una derivazione di Cagiva Mito con blocco 500cc. La velocità massima prevista si aggira intorno ai 340 Km/H. E per un quattro cilindri direi che è ottima, in ogni caso un 1000 2T sarebbe impossibile da domare, già i 4T odierni sono belve avendo 180 cv sotto le chiappette, pensate con 400...
 
791249
791249 Inviato: 29 Ott 2006 2:47
 

400cv/l teorici si potrebbero ottenere solo con un frazionamento unitrio di non oltre 125cc... per vari motivi... ma a quel punto avresti un motore 8cilindri... mica tanto pratico da realizzare ed incastrare su una moto icon_confused.gif icon_confused.gif però sarebbe un bell'azzardo
 
791278
791278 Inviato: 29 Ott 2006 7:55
 

de_corsa ha scritto:


a tal proposito ricordo che non è corretto parlare di consumi in rapporto alla cilindrata!
i consumi vanno sempre rapportati alla potenza espressa (che a sua volta è ANCHE dipendente dalla cilindrata) e si misurano in gr/Cv/h (grammi di carburante consumato per ogni cavallo di potenza espresso per un'ora di tempo)


Ecco perché la mia "mangia" così tanto!! icon_lol.gif icon_lol.gif
(anche se mi rammarico del fatto che, a fronte di modifiche effettuate ho raddoppiato i consumi, ma la potenza, seppur incrementata, non è raddoppiata!)


Citazione:
A dire il vero il motore due tempi riesce ad erogare 400 cv/litro, comunque è abbastanza fattibile, dato che un team di ingegneri stava progettando (non so se in via di realizzazione) una derivazione di Cagiva Mito con blocco 500cc. La velocità massima prevista si aggira intorno ai 340 Km/H. E per un quattro cilindri direi che è ottima, in ogni caso un 1000 2T sarebbe impossibile da domare, già i 4T odierni sono belve avendo 180 cv sotto le chiappette, pensate con 400...


SBAVV.... icon_lol.gif
 
791548
791548 Inviato: 29 Ott 2006 11:38
 

cmq, anche se poco c'entra se non ricoro male ai tempi in cui mio padre gareggiava con i fuoristrada mi parlava spesso di una certa macchina di derivazione "dall'est europeo" che aveva un motore 800cc 2t cattivissimo... ricordo che avevo un nome tipo "munga" o qualche diavoleria simile... e se il mio cervello non è totalmente fritto a praga irava ancora un'automobile iper economica con carrozzeria in cartone multistrato pressato, simile alla bianchina di fantozzi con motore sempre 800 2t e ci buttavano l'olio nel serbatoio... sentirla passare era una goduria benchè non coressero più di tanto... beh, immaginate di montargli un paio di espansioni artigianali, dei carburatori decenti e di lucidare per benino tutto quanto... una bianchina di cartone da 120cv io me la prendrei subito icon_lol.gif icon_lol.gif
 
792358
792358 Inviato: 29 Ott 2006 16:34
 

Conosco molto bene la Munga, e i fuoristrada d'epoca (faccio parte del motor-club Campagnola), l'icona delle auto 2 tempi resta la vecchia TRABANT.. però sognati i 120 cv! icon_lol.gif icon_lol.gif
 
792467
792467 Inviato: 29 Ott 2006 17:17
 

sarebbe impossibile .....
mi ricordo un suzuki 800 (se nn mi ricordo male ) che era 2t ed era problematico in tutti i sensi
 
792833
792833 Inviato: 29 Ott 2006 19:39
 

io non ricordo il nome della moto in questione, ma la honda progetto è fece correre solo per un anno, una enduro 2 tempi per la dakar.la moto non poteva correre perchè era un prototipo, allora l'organizzazione consentì la partecipazione alla gara, ma solo con piloti non di prima categoria.
la moto consumava meno di un 4 tempi, e andava di più.
il primo pilota arrivò sesto, senza mai aver fatto la dakar.
basta che un gruppo di ingegneri ci lavori su, e progettare un 2 tempi da 1000 cc sarà facile
 
793446
793446 Inviato: 29 Ott 2006 22:00
 

si però ragazzi.....volete mettere un 4t con un 2?? Chiaro le prestazioni sono spaventose per il 2 tempi.....ma il sound che ha il 4t e meraviglioso.....e poi ragazzi....siamo realistici con un 1000 2t fai prima a buttarti sotto un treno o a spararti tanto sai che ti ci ammazzi....niente freno a motore.... icon_eek.gif icon_eek.gif Comunque sarebbe spettacolare un 1000 2t icon_lol.gif
 
793973
793973 Inviato: 30 Ott 2006 0:01
 

Innocentinet ha scritto:
si però ragazzi.....volete mettere un 4t con un 2?? Chiaro le prestazioni sono spaventose per il 2 tempi.....ma il sound che ha il 4t e meraviglioso.....e poi ragazzi....siamo realistici con un 1000 2t fai prima a buttarti sotto un treno o a spararti tanto sai che ti ci ammazzi....niente freno a motore.... icon_eek.gif icon_eek.gif Comunque sarebbe spettacolare un 1000 2t icon_lol.gif



Non sono d'accordo...preferisco il 2t!^^

2 StrOkE NevER DiE!!!
 
794251
794251 Inviato: 30 Ott 2006 8:56
 

Innocentinet ha scritto:
si però ragazzi.....volete mettere un 4t con un 2?? Chiaro le prestazioni sono spaventose per il 2 tempi.....ma il sound che ha il 4t e meraviglioso.....e poi ragazzi....siamo realistici con un 1000 2t fai prima a buttarti sotto un treno o a spararti tanto sai che ti ci ammazzi....niente freno a motore...


icon_smile.gif e perché mai la mancanza di freno motore dovrebbe costituire un pericolo?

un freno motore troppo pronunciato, invece e ad esempio, può essere causa diretta di perdite di aderenza sul bagnato, durante frenate d'emergenza, in staccata, cercando di correggere una traiettoria, ecc..
infatti sulle grosse moto da competizione sono previsti dispositivi per limitarne l'effetto.

poi si da per scontato che un 2tempi dovrebbe per forza avere una potenza assurda. ma perché?
si possono benissimo costruire motori a 2tempi tranquilli e di grossa cilindrata godendo della loro enorme coppia e della loro superiore affidabilità!
in passato, prima che il 2tempi fosse demonizzato e messo al bando per meri motivi di mercato o pseudoecologisti, si sono viste delle ottime (per l'epoca) realizzazioni di tranquille moto a 2T di cilindrata sostanziosa come era, ad esempio il Suzuki GT750: tre cilindri raffreddati a liquido (la prima moto di serie con tale tipo di raffreddamento) e dotata di avviamento elettrico (la prima 2T ad esserne equipaggiata)
sviluppava 52 onesti cavalli a soli 6500giri, sufficienti a farle superare i 170Km/h in pieno relax seduti sulla sua generosa sella.

nello stesso periodo (1975) la rabbiosa (?) Guzzi 750S bicilindrica aste e bilancieri sviluppava 69CV/6900g' e superava di parecchio i 200Km/h...

la stessa famigerata Kawasaki 750 H2 mach IV (detta "bara volante") sviluppava appena oltre 70CV/6800g ed era perfino un pò meno veloce della Guzzi 750, nonostante la sua nomea di moto dalle prestazioni assurde che si porta ancor oggi.
in realtà la gente ci moriva per via della sua ciclistica assurda, non del suo motore!
ma all'epoca le jap, sotto quest'aspetto facevano tutte schifo sol che la Kawasaki esagerò in negativo marchiando per sempre le moto a 2tempi, nell'immaginario collettivo, come moto "pericolose" ...
un pò come dire che le auto BMW di oggi non tengono la strada sul bagnato solo perché fino a metà degli anni '80 era vero che non la tenessero.
ma si sa, è nella nostra psicologia tener conto più di un pessimo passato che di un successivo riscatto!
 
794272
794272 Inviato: 30 Ott 2006 9:18
 

he he jack, scerzvo sui 120cv icon_wink.gif icon_wink.gif cmq resta il fatto che il due tempi per me è un motore concettualmnte molto più geniale di un 4 tempi-- voglio dire.. quale mente contorta può immaginare un motore con valvole, fasi passive etc.. il due tempi è la cosa più semplice e logica che verrebbe in mente...


beh, ad ogni modo non nego che anche io a volte ho pensato che se avessero costruito dei 1000 4 cilindri 2tempi ad iniezione da 150cv sarebbe stata una goduria.. ma a quanto pare ogni politico, partendo dai sindaci arrivando al presidente del consiglio è a conoscenza di quanto i motori due tempi siano armi batteriologiche... icon_rolleyes.gif icon_rolleyes.gif icon_rolleyes.gif icon_eek.gif icon_eek.gif


e allora si gira tutti cul 4 tempi, ma sono anche molto convinto che la mia attuale moto inquini forse di più della vecchia due tempi.. il catalizzatore sarà già distrutto per il naturale consumo di olio di lubrificazione... bah...


però si potrebbe recuperare un vecchio motore e costruire un tinga-kart due tempi icon_wink.gif icon_wink.gif



ps: la kawasaki mach IV o come diavolo si chiama me la sono ritrovata in pista ad adria una decina di giorni fa e garantisco che a fronte dei suoi "soli" 70 cv in uscita di curva mi sverniciava e finchè non salivo a oltre 12k giri non la passavo... tant'è che per due-tre giri mi restava li attaccata... spettacolare il suono che faceva, sembrava il mio vecchio 125 solo molto ma molto più cupo...
 
794273
794273 Inviato: 30 Ott 2006 9:19
 

Bisogna mettersi l'animo in pace, solo per una questione di costi di ricerca per un mezzo che non riuscirebbe mai a rientrare nei limiti delle normative anti-inquinamento, le case produttrici non possono buttare via così tanti soldi in prototitpi, devono commercializzare e vendere, non creare sogni non commercializzabili per i motociclisti.

Cmq sarebbe davvero una gran bestia!!!!
La comprerei subito...
 
794723
794723 Inviato: 30 Ott 2006 12:00
 

Gabbo87 ha scritto:
Bisogna mettersi l'animo in pace, solo per una questione di costi di ricerca per un mezzo che non riuscirebbe mai a rientrare nei limiti delle normative anti-inquinamento, le case produttrici non possono buttare via così tanti soldi in prototitpi, devono commercializzare e vendere, non creare sogni non commercializzabili per i motociclisti.


è proprio questo il punto: non c'era bisogno di prototipi tanto futuristi, bastava continuare a sviluppare, a basso costo, quelli che già esistevano:
ad esempio, il problema delle emissioni era già stato quasi completamente risolto (o comunque abbattuto in modo sostanziale) dal brevetto dell'australiana Orbital (una sorta di iniezione diretta) attualmente sfruttato da Aprilia, Piaggio, Evinrude, ecc. e tante altre Case nel mondo per gli ultimi 2tempi della storia dell'umanità!

piuttosto è il continuo sviluppo dei motori alternativi alimentati a prodotti petroliferi, in generale, a rappresentare un costo non sostenibile!
 
795022
795022 Inviato: 30 Ott 2006 13:16
 

Il problema sono le prestazioni. Correggetemi se sbaglio, ma non ho mai sentito parlare fin'ora di un motore a combustibile alternativo ai prodotti petroliferi (compreso ovviamente il GPL) che abbia delle prestazioni che ci facciano sorridere come ci fanno sorridere i nostri bei 2T/4T... e io ho solo 70cv.

SE (e io sinceramente lo spero tanto :p) riuscissero a costruire un bel motore a idrogeno (o cella a idrogeno, anche se quello sarebbe elettrico) o ad acqua o cheneso - con delle prestazioni in termini di coppia e potenza sufficienti o quantomeno paragonabili... beh, la cosa sarebbe diversa.

D'altronde, è inevitabile che in un tempo non lunghissimo dovremo abituarci a fare a meno del petrolio: se cina e india cominciano davvero a industrializzarsi pesantemente, come è probabile, la concorrenza per questa risorsa sarà terribile....

Chiamatemi infettato dalla propaganda: ma io personalmente, e per ragioni assolutamente empiriche, preferisco avere un 4T sotto il sedere.
 
795124
795124 Inviato: 30 Ott 2006 13:33
 

Calimar ha scritto:
Il problema sono le prestazioni. Correggetemi se sbaglio, ma non ho mai sentito parlare fin'ora di un motore a combustibile alternativo ai prodotti petroliferi (compreso ovviamente il GPL) che abbia delle prestazioni che ci facciano sorridere come ci fanno sorridere i nostri bei 2T/4T...


se circoscriviamo il discorso ai soli motori alternativi, di combustibili che abbiano un Potere Calorifico paragonabile a quello fornito da derivati del pertrolio esistono e sono di derivazione vegetale: gli alcoli etilici e diversi oli combustibili (colza, canapa, ecc.)

il discroso dell'idrogeno è diverso perché, pur essendo il più potente combustibile esistente in natura... in realtà non esiste!
ovvero esiste solo legato ad altri elementi e quindi va prima sistetizzato:
ciò lo rende un vettore energetico e non una risorsa alternativa.

eusa_think.gif certo se parliamo solo di potenza è facile trovarne il 40% in più a parità di cilindrata e di combustibile: basta costruire solo motori a 2tempi icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif

tra l'altro costano meno, durano di più e sono più affidabili con un gran vantaggio, a lungo termine, anche sull'ambiente visto che si ridurrebbe di molto la produzione industriale.
ma è inutile illudersi, questo non lo faranno mai: lo scopo del mercato è venderci quanti più prodotti è possibile, anche se non ne abbiamo bisogno.
in questa ottica la parola d'ordine è "obsolescenza programmata" nessuna cosa è più costruita per durare, tanto meno i delicati, sofisticati e ricchi d'elettronica 4tempi attuali.
 
795859
795859 Inviato: 30 Ott 2006 16:16
 

de_corsa ha scritto:
Calimar ha scritto:
Il problema sono le prestazioni. Correggetemi se sbaglio, ma non ho mai sentito parlare fin'ora di un motore a combustibile alternativo ai prodotti petroliferi (compreso ovviamente il GPL) che abbia delle prestazioni che ci facciano sorridere come ci fanno sorridere i nostri bei 2T/4T...


se circoscriviamo il discorso ai soli motori alternativi, di combustibili che abbiano un Potere Calorifico paragonabile a quello fornito da derivati del pertrolio esistono e sono di derivazione vegetale: gli alcoli etilici e diversi oli combustibili (colza, canapa, ecc.)

il discroso dell'idrogeno è diverso perché, pur essendo il più potente combustibile esistente in natura... in realtà non esiste!
ovvero esiste solo legato ad altri elementi e quindi va prima sistetizzato:
ciò lo rende un vettore energetico e non una risorsa alternativa.

eusa_think.gif certo se parliamo solo di potenza è facile trovarne il 40% in più a parità di cilindrata e di combustibile: basta costruire solo motori a 2tempi icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif

tra l'altro costano meno, durano di più e sono più affidabili con un gran vantaggio, a lungo termine, anche sull'ambiente visto che si ridurrebbe di molto la produzione industriale.
ma è inutile illudersi, questo non lo faranno mai: lo scopo del mercato è venderci quanti più prodotti è possibile, anche se non ne abbiamo bisogno.
in questa ottica la parola d'ordine è "obsolescenza programmata" nessuna cosa è più costruita per durare, tanto meno i delicati, sofisticati e ricchi d'elettronica 4tempi attuali.


Caro "De Corsa" è un po' che mi pongo questa domanda...
É possibile costruire un 2t a lubrificazione separata?
Perché, da quanto ne so (poco), la combustione dell'olio (seppur in piccole quantità) è uno dei grandi problemi di inquinamento dei 2t...
Aspetto ansiosamente un chiarimento
Caronte
 
797014
797014 Inviato: 30 Ott 2006 20:06
 

Quando nei gp si fronteggiavano 4t e 2t (1976 o giu' di li') a parita' cilindrata (500cc) i tecnici avevano notato che il 4t aveva bisogno di minor potenza a parita' di prestazioni grazie alla miglior coppia , infatti la mv che nel massimo sviluppo raggiunse 107cv a 14700g/min se la batteva con le varie suzuki rg e yamaha da 120cv

Nella F1 l'otto cilindri spesso e volentieri davano la paga ai 12 piu' potenti,questo vuol dire che la potenza pura non e' la cosa piu' importante.

Nella F1 attuale la potenza specifica e' di circa 300cv/l ed hanno motori che devono durare piu' 2 GP+le prove , oltre 1000km

ciao ciao
 
797018
797018 Inviato: 30 Ott 2006 20:07
 

Caronte ha scritto:
Caro "De Corsa" è un po' che mi pongo questa domanda...
É possibile costruire un 2t a lubrificazione separata?
Perché, da quanto ne so (poco), la combustione dell'olio (seppur in piccole quantità) è uno dei grandi problemi di inquinamento dei 2t...


certo, la Suzuki che ho citato aveva proprio un circuito in modesta pressione che portava il lubrificante solo dove serviva, tipo 4tempi.

solo che da li finiva comunque in camera di manovella per essere poi combusto.

non sarebbe impossibile realizzare un 2t con una vera lubrificazione di tipo permanente (quella "normale" è detta "a perdere") solo che ciò lo renderebbe molto più complesso perché necessiterebbe dell'eliminazione della funzione pompa da parte del carter!

ad ogni modo, con l'attuale stato dell'arte dei motori a 2tempi e degli oli da miscela il problema non è più come una volta: le emissioni sono enormemente più basse di prima e gli stessi oli - spesso non di base petrolifera - sono molto meno inquinanti sia combusti che "crudi" in sospensione gassosa.
e anche quantitativamente non dimentichiamoci che i 2tempi degli anni '60 funzionavano con miscele fisse che di percentuale andavano dal 5 al 10% e una grossa parte di quest'olio non bruciava neanche!
mentre oggi i mixer forniscono un rapporto di miscelazione variabile compreso tra lo 0,75 ed il 3% a gas spalancato, infatti oggi con le candele si fanno 15.000Km e di incrostazioni non si parla più, mentre prima bastava una coda nel traffico per mandare a massa una candela.
ogni 5.000Km poi bisognava rimuovere le incrostazioni almeno dalla luce di scarico (ma anche dalla camera di combustione) se no non si camminava più!
 
797109
797109 Inviato: 30 Ott 2006 20:22
 

de_corsa ha scritto:
Innocentinet ha scritto:
si però ragazzi.....volete mettere un 4t con un 2?? Chiaro le prestazioni sono spaventose per il 2 tempi.....ma il sound che ha il 4t e meraviglioso.....e poi ragazzi....siamo realistici con un 1000 2t fai prima a buttarti sotto un treno o a spararti tanto sai che ti ci ammazzi....niente freno a motore...


icon_smile.gif e perché mai la mancanza di freno motore dovrebbe costituire un pericolo?

un freno motore troppo pronunciato, invece e ad esempio, può essere causa diretta di perdite di aderenza sul bagnato, durante frenate d'emergenza, in staccata, cercando di correggere una traiettoria, ecc..
infatti sulle grosse moto da competizione sono previsti dispositivi per limitarne l'effetto.



Beh oddio.
io personalmente preferisco un bel freno mortore.
che sfrutto molto , in staccata.
ho avuto la "sfortuna" di provare due ruote senza freno motore ( gli scooter icon_biggrin.gif ) e davvero mi trovavo male...



ciaozoaza
 
797193
797193 Inviato: 30 Ott 2006 20:36
 

de_corsa ha scritto:


certo, la Suzuki che ho citato aveva proprio un circuito in modesta pressione che portava il lubrificante solo dove serviva, tipo 4tempi.

solo che da li finiva comunque in camera di manovella per essere poi combusto.

non sarebbe impossibile realizzare un 2t con una vera lubrificazione di tipo permanente (quella "normale" è detta "a perdere") solo che ciò lo renderebbe molto più complesso perché necessiterebbe dell'eliminazione della funzione pompa da parte del carter!

ad ogni modo, con l'attuale stato dell'arte dei motori a 2tempi e degli oli da miscela il problema non è più come una volta: le emissioni sono enormemente più basse di prima e gli stessi oli - spesso non di base petrolifera - sono molto meno inquinanti sia combusti che "crudi" in sospensione gassosa.
e anche quantitativamente non dimentichiamoci che i 2tempi degli anni '60 funzionavano con miscele fisse che di percentuale andavano dal 5 al 10% e una grossa parte di quest'olio non bruciava neanche!
mentre oggi i mixer forniscono un rapporto di miscelazione variabile compreso tra lo 0,75 ed il 3% a gas spalancato, infatti oggi con le candele si fanno 15.000Km e di incrostazioni non si parla più, mentre prima bastava una coda nel traffico per mandare a massa una candela.
ogni 5.000Km poi bisognava rimuovere le incrostazioni almeno dalla luce di scarico (ma anche dalla camera di combustione) se no non si camminava più!

Visto che ci sono ti vorrei porre un'altra domanda...
I grossi Diesel navali dovrebbero essere fondamentalmente dei 2t, in quel caso è il combustibile (molto oleoso) a fungere direttamente da lubrificante per la parte inferiore del motore o viene utilizzata una lubrificazione separata?
Scusa ma ho un po' questa fissa dell'unione di 2 e 4t... icon_lol.gif
 
797291
797291 Inviato: 30 Ott 2006 20:52
 

Nei diesel navali l'ammissione dell ' aria si effettua da luci sul cilindro (tipo le luci dei travasi ) e lo scarico si effettua con delle normali valvole a fungo . I motori sono tutti sovralimentati , e la lubrificazione e' del tipo a 4 t cioe' con l'olio nella parte inferiore al monoblocco e con il relativo circuito a pressione

ciao ciao
 
797295
797295 Inviato: 30 Ott 2006 20:52
 

ti posso confermare che i grossi diesel navali sono motori a 2 tempi, anzi il 2 tempi diesel era utilizato anche per le macchine agricole.
per la lubrificazione non so risponderti.
 
797367
797367 Inviato: 30 Ott 2006 21:04
 

[quote="snowstorm"]Nei diesel navali l'ammissione dell ' aria si effettua da luci sul cilindro (tipo le luci dei travasi ) e lo scarico si effettua con delle normali valvole a fungo . I motori sono tutti sovralimentati , e la lubrificazione e' del tipo a 4 t cioe' con l'olio nella parte inferiore al monoblocco e con il relativo circuito a pressione

ciao ciao

cex ha scritto:
ti posso confermare che i grossi diesel navali sono motori a 2 tempi, anzi il 2 tempi diesel era utilizato anche per le macchine agricole.
per la lubrificazione non so risponderti.

Grazie a tutti e due per le risposte! icon_wink.gif
 
798445
798445 Inviato: 31 Ott 2006 0:53
 

[quote="Caronte"]
snowstorm ha scritto:
Nei diesel navali l'ammissione dell ' aria si effettua da luci sul cilindro (tipo le luci dei travasi ) e lo scarico si effettua con delle normali valvole a fungo . I motori sono tutti sovralimentati , e la lubrificazione e' del tipo a 4 t cioe' con l'olio nella parte inferiore al monoblocco e con il relativo circuito a pressione

ciao ciao

cex ha scritto:
ti posso confermare che i grossi diesel navali sono motori a 2 tempi, anzi il 2 tempi diesel era utilizato anche per le macchine agricole.
per la lubrificazione non so risponderti.

Grazie a tutti e due per le risposte! icon_wink.gif


ti hanno già risposto correttamente e quindi posso solo aggiungere due note:
- il fatto che i Diesel 2tempi abbiano la lubrificazione di tipo permanente ti fa capire che sono privi di carter pompa: la soluzione della quale parlavo nel post precedente.
- mancando questo componente, la sovralimentazione o, più esattamente, un'alimentazione assistita è indispensabile mancando in questo tipo di motore una vera fase di aspirazione in cui ci sia una depressione che risucchi l'aria.
il pompaggio dell'aria viene quindi ottenuto con i più disparati sistemi: dalle valvole a cassetto (tipo motore a vapore) alle pompe volumetriche per finire a quelle centrifughe (turbine) ove il flusso dei gas di scarico lo consenta.
in passato i Diesel 2T sono stati usati vantaggiosamente anche per il trasporto pesante su gomma (Lancia Esadelta, Ford, ecc.) ma sono stati progressivamente abbandonati per la loro complessità (ingiustificata per motori così "piccoli") e per la loro rumorosità, dovuta anche ai vecchi sistemi di inizione diretta di cui si avvalevano.
 
798575
798575 Inviato: 31 Ott 2006 1:54
 

no aspè deco ke intendi con "i 2t sn praticamente esenti da manutenzione"??!



io ogni 1000/1500 km devo tirarlo giu e farne di manutenzione e anke parekkia!
 
798586
798586 Inviato: 31 Ott 2006 2:10
 

Ho capito che qua siam solo in tre (io Andrea e De_Corsa) i nostalgici dei Suzuki da "scippo" (con quel magnifico RAM AIR SYSTEM) e dei Kawa serie Match...ma anche le Gamma 500 e le virtuose aspirazioni a disco rotante delle Aprilia 125 e 250cc.. i pacchi lamellari... icon_wink.gif

E soprattutto , please, non venitemi a dire che l'estinzione del due tempi è stata decisa per motivi ecologici!
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 3
Vai a pagina 123  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©