Leggi il Topic


Confronto TSCHUL e JF-Pelle. Ma proteggono davvero?
7258724
7258724 Inviato: 27 Mar 2009 13:05
 



Obersky ha scritto:


Con qualunque abbigliamento siamo sempre insicuri, la tuta ci puo' salvare la pelle, ma se non guidiamo con la testa nemmeno un miracolo ci aiuta!


0509_doppio_ok.gif eusa_clap.gif
 
7258746
7258746 Inviato: 27 Mar 2009 13:09
 

Obersky ha scritto:

Con qualunque abbigliamento siamo sempre insicuri, la tuta ci puo' salvare la pelle, ma se non guidiamo con la testa nemmeno un miracolo ci aiuta!


Basterebbe quest'ultima frase per concludere il discorso!!!

Mi trovo pienamente d'accordo con quello che hai detto!!

E' chiaro che se uno va in pista allora se ne discute sulla validità del prodotto in questione!
A quel livello sicuramente ci sono delle differenze.....e per questo si trovano delle tute adatte a questo scopo (non penserete mica che la tuta di Valentino sia la stessa che troviamo in negozio, vero?!?!).

Il mio discorso sulla validità delle tute TSCHUL era prettamente riportato alla strada.
E strada intesa come uso turistico della stessa e non come uso "Tourist Trophy" cosa secondo il mio punto di vista molto sbagliata!!!
Quindi per uso turistico, anche allegro, l'importante è avere un abbigliamento adeguato con protezioni (su gamnbe, braccia, schiena, mani e testa!!) omologate.
Il resto sono solo scelte personali, che possono essere più o meno condivisibili!!
Per questo motivo non mi sento di sconsigliare questi capi, come non mi sento di sconsigliare il completo in cordura che era in vendita al Lidl l'altra settimana!!!

doppio_lamp_naked.gif
 
7258778
7258778 Inviato: 27 Mar 2009 13:12
 

ilvegliac ha scritto:
non penserete mica che la tuta di Valentino sia la stessa che troviamo in negozio, vero.


Per me sono uguali icon_wink.gif
 
7258834
7258834 Inviato: 27 Mar 2009 13:18
 

ilvegliac ha scritto:

Quindi per uso turistico, anche allegro, l'importante è avere un abbigliamento adeguato con protezioni (su gamnbe, braccia, schiena, mani e testa!!) omologate.
Il problema è proprio questo, a quanto pare di omologato in commercio qui in italia c'è proprio poco o niente (vedi i guanti, la maggior parte dei grandi marchi non sono omologati 0509_si_picchiano.gif )
 
7258994
7258994 Inviato: 27 Mar 2009 13:40
 

brugo84 ha scritto:
Il problema è proprio questo, a quanto pare di omologato in commercio qui in italia c'è proprio poco o niente (vedi i guanti, la maggior parte dei grandi marchi non sono omologati 0509_si_picchiano.gif )


Per quanto rifuarda i guati è vero!
Ma per il resto, casco, paraschiena e protezioni, c'è!!!

doppio_lamp_naked.gif
 
7259653
7259653 Inviato: 27 Mar 2009 14:45
 

Piuttosto di niente, certo, è sempre meglio piuttosto.

La roba pakistana lasciatela ai pakistani. Ce l'ho anch'io, basta annusarla per capire che qualcosa non va, anche se l'aspetto è soddisfacente. Se poi si va a guardare da vicino gli aspetti tecnici si scopre che non ci siamo proprio come progettazione. Comunque non ho espresso una mia opinione, ho riportato le frasi di chi lavora nell'ambiente e sa di cosa parla. Figuratevi che quando mi sono arrivate a me le robe Tschul ero contentissimo. Tranne per l'odore chimico.

Comunque fate quel che volete, mica vi obbligo. Il mio consiglio è solo quello di cercare di meglio, se potete. E se usate Tschul di non illudervi di essere sicuri. Risparmiate per qualcosa di serio, come faccio io.
Poi, ovviamente, la mia parola vale poco niente e io non so niente. E' solo buonsenso.

E' vero che non si è mai del tutto sicuri. Ma c'è differenza dal niente al poco.
 
7259757
7259757 Inviato: 27 Mar 2009 14:53
 

Siccome da quanto ho potuto leggere, quasi tutti i marchi che vengono commercializzati in Italia, non sono omologati, come si può fare per acquistarne uno che abbia l'omologazione?Mi spiego meglio:esiste in Italia un rivenditore di abbigliamento OMOLOGATO, dal quale sia possibile provare qualche capo?
 
7259851
7259851 Inviato: 27 Mar 2009 15:04
 

MrTomy ha scritto:
Siccome da quanto ho potuto leggere, quasi tutti i marchi che vengono commercializzati in Italia, non sono omologati, come si può fare per acquistarne uno che abbia l'omologazione?Mi spiego meglio:esiste in Italia un rivenditore di abbigliamento OMOLOGATO, dal quale sia possibile provare qualche capo?


No... ma se esiste una richiesta vedrai che arriverà anche l'offerta.
 
7259867
7259867 Inviato: 27 Mar 2009 15:06
 

Coniglione ha scritto:
MrTomy ha scritto:
Siccome da quanto ho potuto leggere, quasi tutti i marchi che vengono commercializzati in Italia, non sono omologati, come si può fare per acquistarne uno che abbia l'omologazione?Mi spiego meglio:esiste in Italia un rivenditore di abbigliamento OMOLOGATO, dal quale sia possibile provare qualche capo?


No... ma se esiste una richiesta vedrai che arriverà anche l'offerta.

Per cui, attualmente, non dico il 100%, ma quasi, di tutti i motociclisti italiani, viaggiano con abbigliamento non omologato, giusto?
 
7259876
7259876 Inviato: 27 Mar 2009 15:07
 

Coniglione ha scritto:


A dire il vero con 200 euro non prendi niente di omologato...


Sicuramente ne sai più di me e infatti io non sarei mai in grado di scrivere un post con tanta perizia, del resto per me è un mondo che ho scoperto da poco! icon_wink.gif


Però non è esatto che non 200 euro non compri niente di omologato perchè la Halvarssons Safety Jacket L1 è omologata e costa 179 sterline, al cambio 192 euro + spese. icon_wink.gif


certo poi devi aggiungerci le giacche sopra ed è di livello 1, però è già qualcosa..
 
7259889
7259889 Inviato: 27 Mar 2009 15:08
 

MrTomy ha scritto:
Siccome da quanto ho potuto leggere, quasi tutti i marchi che vengono commercializzati in Italia, non sono omologati, come si può fare per acquistarne uno che abbia l'omologazione?Mi spiego meglio:esiste in Italia un rivenditore di abbigliamento OMOLOGATO, dal quale sia possibile provare qualche capo?

stiamo, forse, organizzando un gruppo d'acquisto per halva....
 
7259909
7259909 Inviato: 27 Mar 2009 15:11
 

Alaxandair ha scritto:
MrTomy ha scritto:
Siccome da quanto ho potuto leggere, quasi tutti i marchi che vengono commercializzati in Italia, non sono omologati, come si può fare per acquistarne uno che abbia l'omologazione?Mi spiego meglio:esiste in Italia un rivenditore di abbigliamento OMOLOGATO, dal quale sia possibile provare qualche capo?

stiamo, forse, organizzando un gruppo d'acquisto per halva....

Ok....Ma dovrei comprare a "scatola chiusa"... eusa_think.gif
Chiedevo se esistesse qualche negozio dove provare qualche capo omologato... icon_wink.gif
 
7259970
7259970 Inviato: 27 Mar 2009 15:19
 

MrTomy ha scritto:

Ok....Ma dovrei comprare a "scatola chiusa"... eusa_think.gif
Chiedevo se esistesse qualche negozio dove provare qualche capo omologato... icon_wink.gif


Si, Roma Gambelli e Darimotor Ivrea, però hanno poco in negozio e niente della linea Safety, per farsi un'idea reale tocca andare all'estero o comprare a scatola chiusa...
 
7260038
7260038 Inviato: 27 Mar 2009 15:29
 

MrTomy ha scritto:

Per cui, attualmente, non dico il 100%, ma quasi, di tutti i motociclisti italiani, viaggiano con abbigliamento non omologato, giusto?


Ciusto! Capito mo' il succo della faccenda?
 
7260093
7260093 Inviato: 27 Mar 2009 15:36
 

Coniglione ha scritto:
MrTomy ha scritto:

Per cui, attualmente, non dico il 100%, ma quasi, di tutti i motociclisti italiani, viaggiano con abbigliamento non omologato, giusto?


Ciusto! Capito mo' il succo della faccenda?

Allora potremmo fare una miriade di cause.... eusa_think.gif
 
7260178
7260178 Inviato: 27 Mar 2009 15:45
 

senza provare però è un casino... icon_sad.gif
 
7260557
7260557 Inviato: 27 Mar 2009 16:32
 

MrTomy ha scritto:

Allora potremmo fare una miriade di cause.... eusa_think.gif


No no mi spiace, ci avevo pensato ma allo stato attuale non è proprio possibile e ti spiego perchè.


Le case non sono obbligate dalla legge ad offrirti un prodotto omologato, quindi se la legge/stato non obbligano le case ad offrirtelo, l'utente deve rivolgersi verso quello che gli offre il mercato che è specificatamente abbigliamento da "tempo libero" con protezioni omologate, ben diverso dall'abbigliamento omologato che nasce specificatamente per motociclistici professionisti, tester etc, insomma addetti ai lavori.


Nel momento in cui cadi e ti fai male anche per colpa della tua giacca non omologata, intenti causa dicendo che non è omologata, che non lo sapevi e che non ti ha "aiutato" come ci si aspetterebbe, loro ti rispondono che è esattamente così e che non è idonea a proteggere un motociclista, ma che è un semplice indumento in pelle/tessuto con protettori omologati e che se l'acquisti pensando che sia un indumento protettore stai sbagliando tu.


Certo, poi ci sarebbe tutto un discorso legato alle conoscenze di un utente medio che acquista un capo nella profonda convinzione (massificata) che questo invece dovrebbe proteggerlo ed è con tale scopo che lo acquista. In tal senso la casa tacitamente trae vantaggio da questa convinzione.


Ma un avvocato bravo dall'altra parte potrebbe risponderti che sono convinzioni erronee che l'utente (o la massa) si è creato da sè e che la casa non ha mai fatto nulla per incentivare nell'utente l'idea che tale indumenti debbano salvargli la pellaccia..

Ed inoltre se tale discorso vale per una casa dovrebbe valere anche per le altre e questo porterebbe all'insorgere di cause come funghi! (insomma sta dicendo al giudice, te la senti di alzare un polverone di questo tipo?)

Senza considerare che non c'è una legge interna che obbliga chi va in moto (nemmeno la polizia ha questo obbligo) ad indossare un certo tipo di abbigliamento, quindi su quale basi fondi le tue pretese in giudizio? Niente.

E anche il giudice, che deve pronunciare secondo diritto, se non c'è la legge, nell'emanare la sentenza, su cosa fonda la sua decisione? Idem niente.

Insomma secondo me è un buco nero da quale non se ne esce..







0509_down.gif 0510_sad.gif
 
7261588
7261588 Inviato: 27 Mar 2009 19:05
 

MrTomy ha scritto:

Allora potremmo fare una miriade di cause.... eusa_think.gif


Non puoi fare nessuna causa, e se la intenti la perdi. Come dice l'avvocato quassopra.

Se fai attenzione ai talloncini che ci sono assieme alle etichette spesso c'è la dicitura (copio da quella dei miei alpinestars):

Citazione:
-Alpinestars non fornisce garanzie, né dichiarazioni, esplicite o implicite, circa l'adeguatezza dei propri prodotti per qualsiasi uso specifico.
-Alpinestars non fornisce garanzie, né dichiarazioni, esplicite o implicite, circa il grado di protezione dei propri prodotti per persone o cose contro ferite, morte o danni.
-ALPINESTARS DECLINA OGNI RESPONSABILITA' PER DANNI SUBITI INDOSSANDO I SUOI PRODOTTI.


lo stampatello è originale del talloncino.
E si noti che lo allegano agli stivali omologati, che sono quindi un DPI in quanto hanno il marchio CE e la EN 13634 Liv. 1 -1 (Protective footwear for professional motorcycle riders).

Quindi a norma di legge SONO dispositivi di protezione personale... ma loro dicono che "non sono per uso specifico"... E allora cosa sono? Ciabatte omologate?

Figuriamoci sui capi non omologati.

D'altronde fateci caso sui vostri amici Dainese, Spidi... nelle figose pubblicità dell'abbigliamento. Dicono per caso "proteggono per almeno x metri?", "cuciture antistrappo"?

No dicono "compra la nostra roba e sarai fico come i campioni".
 
7262556
7262556 Inviato: 27 Mar 2009 20:25
 

Coniglione ha scritto:


lo stampatello è originale del talloncino.
E si noti che lo allegano agli stivali omologati, che sono quindi un DPI in quanto hanno il marchio CE e la EN 13634 Liv. 1 -1 (Protective footwear for professional motorcycle riders).

Quindi a norma di legge SONO dispositivi di protezione personale... ma loro dicono che "non sono per uso specifico"... E allora cosa sono? Ciabatte omologate?

Figuriamoci sui capi non omologati.

D'altronde fateci caso sui vostri amici Dainese, Spidi... nelle figose pubblicità dell'abbigliamento. Dicono per caso "proteggono per almeno x metri?", "cuciture antistrappo"?

No dicono "compra la nostra roba e sarai fico come i campioni".

no asp, gli stivali che hai sono omologati e devono proteggere. E' ovvio che alpinestar si para il sederino declinando ogni resp. Ma in ogni caso, per legge, i tuoi stivali proteggono il motociclista.

La questione della causa è una baggianata......
Difatti loro non dicono protettivo, ma dicono più protettivo della pelle, tuta in pelle professionale (non tuta professionale in pelle), più protettivo della cordura etc. Insomma, tutte cose che non vogliono dire un c***o.
Ma anche se fosse omologato en 13595 tu dovresti dimostrare che ha resistito meno dei secondi che loro dichiarano.
Cosa impossibile, se ci pensate al giorno di oggi si vendono protettori quasi non omologabili (dainese wave), ma anche li se cadi e ti fai male, non puoi mica dimostrare che il wave ha rilasciato più kn di quanto loro dichiarano.
 
7263772
7263772 Inviato: 27 Mar 2009 22:19
 

Alaxandair ha scritto:

no asp, gli stivali che hai sono omologati e devono proteggere. E' ovvio che alpinestar si para il sederino declinando ogni resp. Ma in ogni caso, per legge, i tuoi stivali proteggono il motociclista.

La questione della causa è una baggianata......
Difatti loro non dicono protettivo, ma dicono più protettivo della pelle, tuta in pelle professionale (non tuta professionale in pelle), più protettivo della cordura etc. Insomma, tutte cose che non vogliono dire un c***o.
Ma anche se fosse omologato en 13595 tu dovresti dimostrare che ha resistito meno dei secondi che loro dichiarano.
Cosa impossibile, se ci pensate al giorno di oggi si vendono protettori quasi non omologabili (dainese wave), ma anche li se cadi e ti fai male, non puoi mica dimostrare che il wave ha rilasciato più kn di quanto loro dichiarano.


baggianata a chi!!!???

In ogni caso se te scivoli 3 metri e ti si apre la Halvarssons secondo me essi in qualche modo rispondono. Se ti succede con un Dainese no.

O meglio. Scommettiamo che se i poliziotti-motociclisti inglesi iniziano a scivolare e iniziano rilevare che i loro capi omologati si aprono, al produttore del capo omologato gli fanno un mazzo tarallo?
 
7263851
7263851 Inviato: 27 Mar 2009 22:26
 

Alaxandair ha scritto:

La questione della causa è una baggianata......
Ma anche se fosse omologato en 13595 tu dovresti dimostrare che ha resistito meno dei secondi che loro dichiarano.
Cosa impossibile, se ci pensate al giorno di oggi si vendono protettori quasi non omologabili (dainese wave), ma anche li se cadi e ti fai male, non puoi mica dimostrare che il wave ha rilasciato più kn di quanto loro dichiarano.



Esatto, praticamente bisognerebbe riprodurre in laboratorio la dinamica dell'incidente che tra l'altro implicherebbe dei costi parecchio alti e utilizzare tali dati per provare in giudizio la dinamica dell'incidente... e già questi non sono passaggi da poco!

Ammesso che ci si riesca, la casa potrebbe opporre (e sicuramente lo farebbe) una contro perizia e questa può contare su moltissime risorse (laboratori, tecnici, esperti, canali privilegiati...) e avrebbe molta meno difficoltà e costi di un pinco pallino a raggiungere il suo scopo..

dai è la classica causa persa e loro lo sanno.. altrimenti non sarebbero così tranquilli..
 
7263880
7263880 Inviato: 27 Mar 2009 22:29
 

Coniglione ha scritto:

In ogni caso se te scivoli 3 metri e ti si apre la Halvarssons secondo me essi in qualche modo rispondono. Se ti succede con un Dainese no.

O meglio. Scommettiamo che se i poliziotti-motociclisti inglesi iniziano a scivolare e iniziano rilevare che i loro capi omologati si aprono, al produttore del capo omologato gli fanno un mazzo tarallo?


Dimostrare che non ha resistito al tempo di abrasione previsto dal produttore è parecchio difficile... certo capitasse ad un bobby sarebbe un discorso diverso, ma probabilmente chiuderebbero la cosa "diplomaticamente"..

scusate il cinismo.. però dobbiamo difenderci da soli... del resto la storia dei guardrail insegna..
 
7264077
7264077 Inviato: 27 Mar 2009 22:53
 

io comunque credo che ovviamente si compra la tuta x stare tranquilli e a sto punto le marche note sono meglio non solo perchè note come dice anche coniglione(credo)!ma che alla fine una jf limita i danni e il suo lavoro da 200e lo fa! 0509_up.gif
 
7264751
7264751 Inviato: 28 Mar 2009 0:40
 

capodeibriganti ha scritto:
io comunque credo che ovviamente si compra la tuta x stare tranquilli e a sto punto le marche note sono meglio non solo perchè note come dice anche coniglione(credo)!ma che alla fine una jf limita i danni e il suo lavoro da 200e lo fa! 0509_up.gif


Ripeto, per l'ultima volta, non ne sarei così sicuro che una tuta pakistana low cost possa fare il lavoro preposto. Te la paghi 200... il valore iniziale è una manciata di euro (10, 20?). Quando indossiamo Tschul siamo nelle mani del signore.

Le marche note a produzione europea sono meglio.
 
7265315
7265315 Inviato: 28 Mar 2009 11:47
 

capodeibriganti ha scritto:
io comunque credo che ovviamente si compra la tuta x stare tranquilli e a sto punto le marche note sono meglio non solo perchè note come dice anche coniglione(credo)!ma che alla fine una jf limita i danni e il suo lavoro da 200e lo fa! 0509_up.gif

umm allora. la jf non è adatta nemmeno per uso cittadino (non penso resista 4 secondi di abrasione), le protezioni in caso di caduta si possono muovere etc. Quindi che limita i danni è tutto da dimostarare (certo meglio che andare nudi).
Poi una cosa, nessuno dice che se hai una bks lvl 3 non puoi morire, ma ovviamente, dal punto di vista statistico, la probabilità di farti del male (e in alcuni casi morire) si riduce molto.
sgra sgrat

@coniglione: è ovvio che se un poliziotto inglese cadi a 40 kmh e la soctt gli si apre, una causa o indagine la faranno.
Rileggiti il mio intervento, intendevo una cosa diversa icon_wink.gif

0510_saluto.gif
 
8497188
8497188 Inviato: 16 Set 2009 9:02
 

Io ne voglio acquistare una per usarla "da passaggio" (A PIEDI)... ci sono rivenditori "fisici" o solo online?

Sulla vita non si risparmia, ma sarò protettissimo camminando per il centro!

rispondetemi in pvt se sapete qualcosa...

vi ringrazio in anticipo!

lamps!
 
8497303
8497303 Inviato: 16 Set 2009 9:26
 

Si certo..gia' che ci sei mettiti pure il casco gia' che sei a passeggio 0509_si_picchiano.gif
 
9380144
9380144 Inviato: 24 Feb 2010 9:26
 

Coniglione ha scritto:


Ripeto, per l'ultima volta, non ne sarei così sicuro che una tuta pakistana low cost possa fare il lavoro preposto. Te la paghi 200... il valore iniziale è una manciata di euro (10, 20?). Quando indossiamo Tschul siamo nelle mani del signore.

Le marche note a produzione europea sono meglio.


Ma quali marche note a produzione europea? Dove sono? La maggior parte dei capi delle NOTE MARCHE EUROPEE sono prodotti in CINA,PAKISTAN e COREA. Possiedo una tuta intera della TSCHUL ed è fatta bene, con protezioni omologate e con pelle più spessa rispetto alle tute di marca (ne ho confrontate alcune). Certo non ha alcuna omologazione, come peraltro non ne possiedono le tute delle NOTE marche... Non ci sono dati oggettivi da confrontare per stare veramente sicuri. E il fatto di essere di marca nota non è una garanzia! Ultimamente mi sono stufato di comprare oggetti per la moto di marca perchè non ho voglia di farmi prendere per il naso. E allora vado su marche poco note. Certo non sempre è possibile provare il capo, quindi lo ordino e se, una volta arrivato a casa, lo reputo sicuro lo indosso, se no avrò buttato via dei soldi. Però finora non mi sono sbagliato. A parte la tuta intera della TSCHUL pochi giorni fa ho comprato on line una giacca estiva della STANDING fatta in Pakistan, con protezioni omologate, che mi è costata 61 euro con le spese di spedizione. Precedentemente ero stato in un negozio specializzato e avevo provato una giacca estiva della REVIT che IN SALDO costava 120 euro ed era prodotta in CINA!!! Bene, vi dico che la qualità costruttiva percepita di entrambe le giacche è la stessa!!
Il marchio noto non fa la differenza...


P.S. E' di pochi giorni fa la notizia che la DAINESE chiude lo stabilimento di Molvena (VI) lasciando a casa 80 persone...
 
9380789
9380789 Inviato: 24 Feb 2010 12:07
 

capirobi ha scritto:


Ma quali marche note a produzione europea? Dove sono? La maggior parte dei capi delle NOTE MARCHE EUROPEE sono prodotti in CINA,PAKISTAN e COREA.

P.S. E' di pochi giorni fa la notizia che la DAINESE chiude lo stabilimento di Molvena (VI) lasciando a casa 80 persone...


allora, ci sono case che importano tutto quanto da Cina e Pakistan già bell'e pronto e ci appiccicano su la loro etichetta, e altre che anche se producono all'estero si preoccupano comunque di fare in casa la progettazione del capo (tra cui Clover, e anche Dainese), investendoci su un bel po' di soldi.
e questa è una differenza che volenti o nolenti incide sulla qualità del prodotto, e si VEDE, anche se a molti piace dire: la mia tuta è pakistana, quella di dainese è cinese, quindi pari sono.
 
9382178
9382178 Inviato: 24 Feb 2010 16:25
 

coniglione non si riferiva di certo alle marche NOTE alla massa, ma alle marche note a chi sene intende di sicurezza.

parlava di BKS Leather, in primis, che omologa tute LIVELLO 2, e Cambridge leveel 3, sono tute da alta velocita.

ERGO SONO oggettivamente meglio, di tutto il resto.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 3
Vai a pagina Precedente  123  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumAbbigliamento Tecnico e Accessori per Mototurismo

Forums ©