Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 1
 
cambio pignone perche si falsa la lettura del tachimetro??
2705487
2705487 Inviato: 14 Ott 2007 21:23
Oggetto: cambio pignone perche si falsa la lettura del tachimetro??
 



ciao
cime ben sapete se si cambia pignone in una moto ,questa e'come se avesse poi un rapporto piu corto per cui accellera piu rapidamente ,va su di giri in maniera piu repentina e di conseguenza diminuisce la sua velocita massima
ebbene c'e qualcuno che sostiene che il tachimetro si sballa ovvero non segna piu la velocita corretta
secondo me questo succede solo in un caso quando il tachimetro rileva la velocita dal motore
o dall'albero del pignone stesso
invece nel caso che la velocita viene rilevata alla ruota es quella anteriore
la velocita e' comunque quella della ruota che e'indipendente dalla rotazione del pignone
potrebbe cambiare se uno ipoteticamente montasse un cerchio piu piccolo di diametro
se qualcuno ha da aggiungere dei pareri in merito sarebbe gentile
aggiungo dicendo che nel monster es:il sensore del tachimetro e' sulla ruota posteriore e rileva la velocita di rotazione del disco del freno
per cui la velocita in quel momento della ruota ,che poi e' la velocita della moto in quel momento
per cui se io cambio pignone ,certamente la moto accelerera di piu andra piu su di giri e avra una velocita max inferiore
pero il tachimetro non dovrebbe risentirne perche comunque rileva la velocita della ruota che dovrebbe essere poi la velocita del mezzo in quel momento
correggetemi se sbaglio
 
2705554
2705554 Inviato: 14 Ott 2007 21:32
 

si hai perfettamente ragione. e comunque anche se misura i giri dall'albero collegato al pignone non cambia niente perchè il motore eroga gli stessi giri. cambiano il pignone varia solamente il rapporto tra i giri del motore e quelli che farà la ruota posteriore, con i conseguenti vantaggi/svantaggi.
 
2706457
2706457 Inviato: 15 Ott 2007 0:16
 

nico1989 ha scritto:
si hai perfettamente ragione. e comunque anche se misura i giri dall'albero collegato al pignone non cambia niente perchè il motore eroga gli stessi giri. cambiano il pignone varia solamente il rapporto tra i giri del motore e quelli che farà la ruota posteriore, con i conseguenti vantaggi/svantaggi.


ti contraddici ragazzo.. icon_wink.gif ...è corretto dire che l'albero del cambio fa gli stessi giri e che quindi la lettura rimarrà invariata...ma a parità di numero di giri la velocità REALE finale è diversa da quella rilevata dal sensore, proprio perchè l'albero rotante è lo stesso ma il pignone che vi è fissato (e che trasmette il moto alla ruota) è diverso...icon_wink.gif
 
2707454
2707454 Inviato: 15 Ott 2007 10:42
 

quindi ?
la velocità è differente o no ?
 
2708749
2708749 Inviato: 15 Ott 2007 13:50
 

Luk3 ha scritto:
quindi ?
la velocità è differente o no ?
si..... icon_rolleyes.gif
 
2712312
2712312 Inviato: 15 Ott 2007 19:34
 

cambiando corona invece ?
 
2712329
2712329 Inviato: 15 Ott 2007 19:35
 

Luk3 ha scritto:
cambiando corona invece ?


anche... icon_wink.gif
 
2714170
2714170 Inviato: 15 Ott 2007 22:09
 

neeko72 ha scritto:


ti contraddici ragazzo.. icon_wink.gif ...è corretto dire che l'albero del cambio fa gli stessi giri e che quindi la lettura rimarrà invariata...ma a parità di numero di giri la velocità REALE finale è diversa da quella rilevata dal sensore, proprio perchè l'albero rotante è lo stesso ma il pignone che vi è fissato (e che trasmette il moto alla ruota) è diverso...icon_wink.gif

si ma cambiano i giri alla ruota posteriore o no? quindi a meno che il sensore sia collocato sula ruota posteriore la velocità rilevata non varierà. correggimi se sbaglio ma a me pare di no. icon_eek.gif
 
2714221
2714221 Inviato: 15 Ott 2007 22:13
 

anzi aspetta.... almeno che tu non intenda che il sensore rilevi la grandezza fisica direttamente dal pignone, quindi chiaramente modificando le dimensioni di quest'ultimo varierà ovviamente il valore rilevato ed in ultima la velocità segnata. è questo che dici?
 
2715140
2715140 Inviato: 16 Ott 2007 0:10
 

nico1989 ha scritto:
anzi aspetta.... almeno che tu non intenda che il sensore rilevi la grandezza fisica direttamente dal pignone, quindi chiaramente modificando le dimensioni di quest'ultimo varierà ovviamente il valore rilevato ed in ultima la velocità segnata. è questo che dici?
facciamo ordine....tu hai chiesto

Citazione:
secondo me questo succede solo in un caso quando il tachimetro rileva la velocita dal motore
o dall'albero del pignone stesso


cercando di semplificare e lavorando per esempi pratici...

ho cambiato la rapportarura alla FZ6 della mia ragazza...mettendo un pignone -1 ed una corona +1.....ora quando prima(per esempio) a 5000 giri la sua moto faceva 100 km/h ora ne fa 90....ma l'indicazione è sempre 100 km/h dato che il numero di giri del motore è sempre quello..icon_wink.gif

per andare in pista cambio il cerchio anteriore della mia sv650..mettendo un pneumatico con una spalla + abbondante(da /60 a /70)...e il sensore è proprio sulla ruota anteriore....la velocità indicata è inferiore di poco a quella reale dato che la ruota, per unità di tempo, fa meno giri a causa della circonferenza maggiore icon_wink.gif
 
2715609
2715609 Inviato: 16 Ott 2007 8:43
 

è molto semplice... il tripcomputer delle moderne moto non legge più la velocità alla ruota ma su alcuni modelli la legge al cambio (come nelle macchine)... mentre in altri la legge all'albero... e ricalcola la velocità in base ai rapporti di rotolamento delle ruote/albero e della rapporto di marcia nel secondo caso...

andando a sostituire corona o pignone, si varia il rapporto finale... quindi la velocità indicata sarà differente... in particolare... inferiore a quella reale se si allungano i rapporti, superiore se si accorciano...

inoltre anche il consumo della gomma apporta errori di questo tipo... oppure la sostituzione di quella di serie con un modello con un differente profilo...

esistono in commercio delle centraline programmabili in grado di modificare le letture del tripcomputer di serie e correggere l'errore inserito dalla modifica della trasmissione finale...

ciao
 
2717873
2717873 Inviato: 16 Ott 2007 13:41
 

simeo ha scritto:
è molto semplice... il tripcomputer delle moderne moto non legge più la velocità alla ruota ma su alcuni modelli la legge al cambio (come nelle macchine)... mentre in altri la legge all'albero... e ricalcola la velocità in base ai rapporti di rotolamento delle ruote/albero e della rapporto di marcia nel secondo caso...

andando a sostituire corona o pignone, si varia il rapporto finale... quindi la velocità indicata sarà differente... in particolare... inferiore a quella reale se si allungano i rapporti, superiore se si accorciano...

inoltre anche il consumo della gomma apporta errori di questo tipo... oppure la sostituzione di quella di serie con un modello con un differente profilo...

esistono in commercio delle centraline programmabili in grado di modificare le letture del tripcomputer di serie e correggere l'errore inserito dalla modifica della trasmissione finale...

ciao



quoto.
 
2719247
2719247 Inviato: 16 Ott 2007 18:30
 

simeo ha scritto:
è molto semplice... il tripcomputer delle moderne moto non legge più la velocità alla ruota ma su alcuni modelli la legge al cambio (come nelle macchine)...

Il tripcomputer delle moto moderne e intelligenti conta i dadi del disco del freno della ruota dietro icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif
Infatti mettendo il filetto del tachimetro sulla ruota davanti capitava spesso, ad esempio impennando, che il cavetto saltasse. Con un lettore digitale sulla ruota dietro non si ha più nemmeno questo problema e viene rilevata direttamente la velocità di rotazione della ruota che è direttamente proporzionale (con il raggio come costante di proporzionalità) alla velocità del veicolo. In questo modo modificando i rapporti non viene sfalsata la lettura, l'unica è cambiare il raggio della ruota, montando ad esempio pneumatici a profilo differente o a diverse pressioni, ma questo è proprio inevitabile...
 
2720150
2720150 Inviato: 16 Ott 2007 19:46
 

neeko72 ha scritto:


cercando di semplificare e lavorando per esempi pratici...

ho cambiato la rapportarura alla FZ6 della mia ragazza...mettendo un pignone -1 ed una corona +1.....ora quando prima(per esempio) a 5000 giri la sua moto faceva 100 km/h ora ne fa 90....ma l'indicazione è sempre 100 km/h dato che il numero di giri del motore è sempre quello..icon_wink.gif

per andare in pista cambio il cerchio anteriore della mia sv650..mettendo un pneumatico con una spalla + abbondante(da /60 a /70)...e il sensore è proprio sulla ruota anteriore....la velocità indicata è inferiore di poco a quella reale dato che la ruota, per unità di tempo, fa meno giri a causa della circonferenza maggiore icon_wink.gif

ok ho capito ora. avevo ragionato facendo un calcolo mio ed avevo tralasciato l'ultima parte del ragionamento, l'ultimo dettaglio, il più importante. un banalissimo errore e non me ne ero accorto, scusate, avevo detto un enorme fesseria. si si ora che ci penso mi domando se sono diventato stupido, vabbè pazienza. icon_redface.gif
 
2724902
2724902 Inviato: 17 Ott 2007 13:04
 

neeko, sempre preciso..ovunque sei icon_wink.gif

per quanto riguarda l'errore in funzione del consumo della gomma questo è vero ma è un errore del"secondo ordine" parlando in modo tecnico... cioè è trascurabile rispetto a quelli più grandi... contate che anche con la rapportatura originale tendenzialmente i tachimetri sbagliano per eccesso (per difetto non possono per legge)

Sulla mia vecchia R1 del 2000 ero fuori del 15% ! 6-7% dovuti ad un dente in meno e il resto allo scarto originale... poi si puo' discutere se questo è oo meno grave... però è sempre una percentuale significativa...

Per i correttori... si si...mi sembra che qualcuno li faccia icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif
 
2726697
2726697 Inviato: 17 Ott 2007 16:06
 

Più che la velocità che anche se è sballata non crea grandi complicazioni, il problema sono i km che si accorciano e quindi salgono più in fretta. Con un pignone più piccolo / corona più grande e col sensore posto a monte della trasmissione finale la moto invecchierà precocemente, i tagliandi saranno più frequenti e al momento di rivenderla varrà di meno sebbene abbia percorso meno strada icon_confused.gif

I correttori li fanno, sono di facile impiego e non costano nemmeno carissimi. Io consiglio vivamente di usarli.
 
2728300
2728300 Inviato: 17 Ott 2007 18:36
 

facendoli... direi che li consiglio anche io icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif
 
2728400
2728400 Inviato: 17 Ott 2007 18:44
 

urano88 ha scritto:
simeo ha scritto:
è molto semplice... il tripcomputer delle moderne moto non legge più la velocità alla ruota ma su alcuni modelli la legge al cambio (come nelle macchine)...

Il tripcomputer delle moto moderne e intelligenti conta i dadi del disco del freno della ruota dietro icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif
Infatti mettendo il filetto del tachimetro sulla ruota davanti capitava spesso, ad esempio impennando, che il cavetto saltasse. Con un lettore digitale sulla ruota dietro non si ha più nemmeno questo problema e viene rilevata direttamente la velocità di rotazione della ruota che è direttamente proporzionale (con il raggio come costante di proporzionalità) alla velocità del veicolo. In questo modo modificando i rapporti non viene sfalsata la lettura, l'unica è cambiare il raggio della ruota, montando ad esempio pneumatici a profilo differente o a diverse pressioni, ma questo è proprio inevitabile...



dunque urano... ti sbagli... nelle moto supersportive di adesso... non si misura più nulla alla ruota... dirai tu: perche'???? perchè è inutile misurare una cosa che già conosci... noto il regime (dalla centralina) e noto il rapporto inserito (dal contamarce o da altri trasduttori)... sai già la velocità a cui la moto procede...

inoltre il sistema da te illustrato è adottato da aprilia su alcuni modelli... ma non vi è una valida ragione del collocarlo sulla ruota davanti o di dietro... visto che altrimenti dopo un impennata, ragionando per analogia, dovrebbero cascarti le pinze del freno... icon_rolleyes.gif

comunque la soluzione adottata sulla tua moto non è sempre praticabile, oltre che in alcuni casi (come già spiegato prima) sconveniente... icon_wink.gif
 
2731287
2731287 Inviato: 17 Ott 2007 22:41
 

archimede55 ha scritto:
neeko, sempre preciso..ovunque sei icon_wink.gif

per quanto riguarda l'errore in funzione del consumo della gomma questo è vero ma è un errore del"secondo ordine" parlando in modo tecnico... cioè è trascurabile rispetto a quelli più grandi... contate che anche con la rapportatura originale tendenzialmente i tachimetri sbagliano per eccesso (per difetto non possono per legge)

Sulla mia vecchia R1 del 2000 ero fuori del 15% ! 6-7% dovuti ad un dente in meno e il resto allo scarto originale... poi si puo' discutere se questo è oo meno grave... però è sempre una percentuale significativa...

Per i correttori... si si...mi sembra che qualcuno li faccia icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif
sei troppo buono archi... icon_redface.gif icon_redface.gif
 
2736939
2736939 Inviato: 18 Ott 2007 17:42
 

simeo ha scritto:
dunque urano... ti sbagli... nelle moto supersportive di adesso... non si misura più nulla alla ruota... dirai tu: perche'???? perchè è inutile misurare una cosa che già conosci... noto il regime (dalla centralina) e noto il rapporto inserito (dal contamarce o da altri trasduttori)... sai già la velocità a cui la moto procede...

inoltre il sistema da te illustrato è adottato da aprilia su alcuni modelli... ma non vi è una valida ragione del collocarlo sulla ruota davanti o di dietro... visto che altrimenti dopo un impennata, ragionando per analogia, dovrebbero cascarti le pinze del freno... icon_rolleyes.gif

comunque la soluzione adottata sulla tua moto non è sempre praticabile, oltre che in alcuni casi (come già spiegato prima) sconveniente... icon_wink.gif

Lo so che sulle supersport attuali non si misura alla ruota ma è una scelta sconveniente dato che hai bisogno di mettere in mezzo dei correttori ogni volta che modifichi il rapporto finale. Il sistema da me illustrato (ovvero con il lettore digitale che conta i dadi) è un po' scomodo montato sul davanti (questioni di ingombro e estetiche), inoltre montandolo dietro riesci anche a leggere la veloctà ad esempio su una prova al banco icon_rolleyes.gif A rompersi montandolo davanti era il vecchio tipo di sensore a cavetto che risentiva delle brusche accelerazioni della ruota quali possono derivare appunto da un'impennata. Le pinze del freno che cadono!? icon_eek.gif Da dove hai preso l'analogia???

Beh alla fine non è che abbia scritto molto più che nel vecchio topic, forse eri un po' di corsa e non hai letto bene icon_wink.gif
 
2737347
2737347 Inviato: 18 Ott 2007 18:26
 

possibile... ho riletto e chiarisco un pò meglio cosa volevo dire icon_wink.gif

considera che il sensore induttivo alla ruota non è sempre utilizzato... (in pratica il pickup che conta i dadi...) perchè costa abbastanza nella realizzazione... inoltre ha dei problemi alle velocità elevate per via di fenomeni di correnti parassite quando la pulsazione (omega) raggiunge valori troppo elevati (quindi per velocità elevate non va più bene)....

lo "sconveniente" che indichi tu.. non lo è così tanto... visto che comunque in pista le strumentazioni sono vietate per motivi di sicurezza... (l'indicatore di velocità)... quindi se modifichi la finale per un uso pista, il disagio è nullo... mentre se lo modifichi per un uso stradale alla fine spendere 80 euro non è un problema... oppure tieni conto che ti indica quei 10km in + o in meno...

io personalmente la strumentazione non la guardo davvero mai se non nei centri urbani col controllo vel... sono uno di quelli che si accorge di essere a riserva quando sente il motore che perde colpi... questo perchè mi concentro sulla strada (che a mio avviso è meglio)...

quando ti ho detto che "ti cascano le pinze" era per dire che una moto è progettata con un minimo di criterio... quindi è già pensata anche per un impennata... inoltre quando impenni la ruota anteriore gira meno... infatti, consiglio che ti danno ai corsi di guida in pista, ti dicono di tener giù la ruota anteriore in uscita... perchè se la alzi perdi aderenza e inevitabilmente accelerazione...
comunque per staccare il rinvio meccanico di un contakm a seguito di un'impennata dovevi atterrare con parecchia ignoranza... e quello era il minore dei danni possibili in quei casi:D

per i rulli... c'è il rullo che ti dice la velocità, altrimenti che ce la porti a fare su... icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif

in generale, esistono varie tipologie di rilevamento dei dati di velocità... quelli illustrati da me, da te e dagli altri... ogni casa sceglie per ciascun modello la più adatta ma soprattutto la più conveniente... icon_wink.gif

ciao
simeo
 
2737632
2737632 Inviato: 18 Ott 2007 18:53
 

simeo ha scritto:
possibile... ho riletto e chiarisco un pò meglio cosa volevo dire icon_wink.gif

considera che il sensore induttivo alla ruota non è sempre utilizzato... (in pratica il pickup che conta i dadi...) perchè costa abbastanza nella realizzazione... inoltre ha dei problemi alle velocità elevate per via di fenomeni di correnti parassite quando la pulsazione (omega) raggiunge valori troppo elevati (quindi per velocità elevate non va più bene)....



ciao
simeo


solo per corregere alcune cose... un sensore di velocità induttivo costerà sui 50 euro e, se scelto correttamente, non ha alcun problema a raggiungere qualunque velocità. Noi vendiamo, e consigliamo sensori di velocità per i nostri sistemi di acquisizione dati per coloro che non hanno (hanno rimosso) il sensore di velocità e non abbiamo ne abbiamo mai avuto alcun problema (ripeto, sceliendo bene il rivelatore).

Per la strumentazione in pista... sarà sconsigliata (l'indicatore di velocità) ma sicuramente non è vietata icon_wink.gif icon_biggrin.gif
 
2738091
2738091 Inviato: 18 Ott 2007 19:33
 

ho visto solo ora il link in firma... eh..eh..eh.. icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif
"qualcuno li fa... mi pare..." eh..eh..eh.. furbetto...

per la pista, prima di distruggere la moto, mi avevano fatto coprire il tachimetro col nastro americano... nella seconda (ho un motard) mi avevano addirittura fatto staccare l'interruttore ausiliario... (niente frecce, luci e altro...) icon_cool.gif

comunque per esperienza ho visto gente andare lungo e giustificarsi con un "cavolo ho buttato un occhi per vedere un attimo e mi sono ritrovato fuori..." icon_wink.gif

comunque di certo in pista, anche avendolo non lo guardo certo... nn lo guardo su strada figuriamoci in pista... icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif

per i rilevatori induttivi, grazie per la dritta... sono ancora uno studentello di queste cose, non ho una cognizione lavorativa... dimensionare le cose è un iter molto teorico all'uni... spero migliori al lavoro... icon_confused.gif
 
2738448
2738448 Inviato: 18 Ott 2007 20:03
 

Visto che sono un docente universitario ti poss dire che in effetti solo negli ultimi anni avrai veramente una visione completa unendo un po' tutte le competenze..ma quando succede è spettacolare icon_wink.gif

per il furbetto... icon_biggrin.gif io il link l'ho messo chiaro, se potessi anche più grosso icon_wink.gif per chiarire che ovviamente è il punto di vista di uno che queste cose le fa... sarebbe peggio nasconderlo no icon_wink.gif ?

per la velocità in pista concordo sul fatto che è pericoloso mettersi a guardarla...contestavo solo che non è "vietato" è solo "fortemente sconsigliato" icon_wink.gif
 
2738901
2738901 Inviato: 18 Ott 2007 20:46
 

Confermo e implemento la parte riguardante i costi minimizzando il prezzo fino a 34€ del sensore ORIGINALE (forse cinese icon_lol.gif ) Aprilia, che in ogni caso regge bene senza incertezze fino ai 170, oltre non lo so... potrei mettere la moto su un rullo ( icon_lol.gif icon_lol.gif icon_lol.gif ) o cavalletto, montare un pignone enorme e provare ma mi sa che è dura. Per quanto riguarda la rottura del cavetto anteriore ho testimonianze dirette: non è tanto come scendi (che interessa soprattutto le forcelle) infatti appena la ruota sfiora il terreno tende in brevissimo tempo a portarsi in moto di rotolamento, altrimenti ti sfido a scendere tenendo per alcuni secondi la ruota anteriore a qualche decimo di mm dalla strada icon_eek.gif

Alle correnti parassite non avevo assolutamente pensato, mea culpa icon_redface.gif però in che ordine di grandezza intervengono?

Per quanto riguarda l'uso del tachimetro durante la guida devo dire che lo uso un bel po'... e molto anche il contagiri, non vorrei rischiare di sbiellare! Una volta mi sono ritrovato all'inizio di un giro col sensore morente e mi sono fatto 200km a 0km/h indicati, nei paesi mi dava davvero fastidio, e spesso anche in inserimento, anche se dopo un po' l'occhio mi ha aiutato... In molte strade che conosco so le velocità di ingresso e percorrenza sia tranquille che cattive e senza tachimetro spesso mi ritrovo un po' spaesato. In pista mi capita di buttare un'occhiatina in percorrenza giusto per avere un riferimento in più e provare il giro successivo ad alzarla un attimo, ma non sono un pistaiolo efferato...

Anch'io voglio la spettacolare visione completaaa! Mi sa che me ne manca ancora un bel po'... icon_redface.gif
 
2739287
2739287 Inviato: 18 Ott 2007 21:17
 

archimede55 ha scritto:
Visto che sono un docente universitario...


OPS.... eusa_shifty.gif eusa_shifty.gif eusa_whistle.gif icon_sad.gif

@ urano... presto lascerai stare la velocità e guarderai regime e marcia... icon_biggrin.gif icon_biggrin.gif comunque un pò alla volta, non strafare... icon_wink.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©