Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo
 
Si può fare un airbox per moto a carburatori?
2648017
2648017 Inviato: 7 Ott 2007 14:45
Oggetto: Si può fare un airbox per moto a carburatori?
 



su una moto a carburatori,si puo metterli un airbox che va in pressione?si ha problemi a velocità elevate per compensare l'aumento di aria?

v
 
2649320
2649320 Inviato: 7 Ott 2007 19:36
Oggetto: Re: si può fare un airbox per moto a carburatori?
 

deb ha scritto:
su una moto a carburatori,si puo metterli un airbox che va in pressione?si ha problemi a velocità elevate per compensare l'aumento di aria?

v


Nell'ordine:

1) no;

2) nessun problema: con l'airbox in pressione il motore si spegne e non si possono più raggiungere velocità elevate. icon_mrgreen.gif

Il carburatore, a differenza dell'iniezione, eroga benzina nel collettore solo se in questo c'è una certa depressione, in quanto è la depressione stessa ad aspirare verso l'alto la benzina dalla vaschetta.

Per cui, se nel Venturi (la parte centrale del condotto, la più stretta, dove sbuca il polverizzatore) la pressione sale al valore atmosferico, il carburatore smette di erogare benzina: per questo motivo non è possibile mettere in pressione la mandata dell'aria ad un carburatore:
icon_idea.gif icon_arrow.gif se ci fai caso, proprio per evitare che l'airbox vada in pressione, nelle moto a carburatori le prese d'aria sono rivolte sempre in senso opposto a quello di marcia!
 
2649352
2649352 Inviato: 7 Ott 2007 19:40
Oggetto: Re: si può fare un airbox per moto a carburatori?
 

de_corsa ha scritto:


Nell'ordine:

1) no;

2) nessun problema: con l'airbox in pressione il motore si spegne e non si possono più raggiungere velocità elevate. icon_mrgreen.gif

Il carburatore, a differenza dell'iniezione, eroga benzina nel collettore solo se in questo c'è una certa depressione, in quanto è la depressione stessa ad aspirare verso l'alto la benzina dalla vaschetta.

Per cui, se nel Venturi (la parte centrale del condotto, la più stretta, dove sbuca il polverizzatore) la pressione sale al valore atmosferico, il carburatore smette di erogare benzina: per questo motivo non è possibile mettere in pressione la mandata dell'aria ad un carburatore:
icon_idea.gif icon_arrow.gif se ci fai caso, proprio per evitare che l'airbox vada in pressione, nelle moto a carburatori le prese d'aria sono rivolte sempre in senso opposto a quello di marcia!


quoto
 
2650311
2650311 Inviato: 7 Ott 2007 21:18
 

io possiedo una ducati supersport 750 a iniezione.. come mai tutti i filtri aftermarket per la mia moto eliminano l airbox presente in origine per porre una cornice aperta ?
 
2651631
2651631 Inviato: 8 Ott 2007 0:19
 

io sono di avviso totalmente differente, l'airbox in pressione è utile, soprettutto nei transitori ed anche molto efficace e lo dimostra il fatto che tutte le moto da granpremio, vedi 125cc 250cc 500cc e motogp pre igniezione lo montavano e montano tutt'ora
 
2651961
2651961 Inviato: 8 Ott 2007 8:34
 

De Corsa, ho capito cosa hai detto, ma allora hanno una architettura diversa i carburatori per le auto turbocompresse come ad esempio la R5 Gt Turbo?
 
2652451
2652451 Inviato: 8 Ott 2007 10:23
 

Luk3 ha scritto:
io possiedo una ducati supersport 750 a iniezione.. come mai tutti i filtri aftermarket per la mia moto eliminano l airbox presente in origine per porre una cornice aperta ?


perché evidentemente l'airbox originale non assicura la massima respirazione del motore.
il caso della tua moto non è unico.

ypm1 ha scritto:
io sono di avviso totalmente differente, l'airbox in pressione è utile, soprettutto nei transitori ed anche molto efficace e lo dimostra il fatto che tutte le moto da granpremio, vedi 125cc 250cc 500cc e motogp pre igniezione lo montavano e montano tutt'ora


icon_smile.gif differente da che?
icon_exclaim.gif non hai colto il succo del discorso: l'airbox in pressione con un impianto a carburatori NON PUO' ESSERE UTILIZZATO;
mentre con un impianto ad iniezione può fornire addirittura una leggera sovralimentazione sopratutto alle velocità più alte.

sandro ha scritto:
De Corsa, ho capito cosa hai detto, ma allora hanno una architettura diversa i carburatori per le auto turbocompresse come ad esempio la R5 Gt Turbo?


icon_wink.gif ipotizzi bene,
gli impianti di sovralimentazione a carburatori possono essere di due tipi:

- a carburatore "aspirato"

- a carburatore "soffiato"

nel primo caso il compressore agisce a valle del carburatore aumentando la pressione della miscela già formata, per cui per quanto riguarda il funzionamento del carburatore cambia poco o nulla;

nel secondo caso vengono ( icon_rolleyes.gif venivano...) utilizzati degli appositi carburatori "pressurizzati", di nome e di fatto...
 
2652615
2652615 Inviato: 8 Ott 2007 10:55
 

Correggimi se sbaglio... se ho capito bene il carburatore tradizionale per poter funzionare richiede una pressione a monte pari o seppure peggio inferiore ad "1", cioè quella atmosferica perchè se aumentasse oltre la differenza di potenzale tra la pressione in vaschetta e quella nel venturi impedirebbe al carburante la corretta risalita.

Ok per il discorso carburatore "aspirato"...

Per quello "soffiato" invece implica un aumento della presisone in vaschetta (o qualcosa di simile) proporzionale all'aumento di presisone nel venturi.

Ho capito bene?
 
2654420
2654420 Inviato: 8 Ott 2007 14:56
 

sandro76 ha scritto:
Correggimi se sbaglio... se ho capito bene il carburatore tradizionale per poter funzionare richiede una pressione a monte pari o seppure peggio inferiore ad "1", cioè quella atmosferica perchè se aumentasse oltre la differenza di potenzale tra la pressione in vaschetta e quella nel venturi impedirebbe al carburante la corretta risalita.

Ok per il discorso carburatore "aspirato"...

Per quello "soffiato" invece implica un aumento della presisone in vaschetta (o qualcosa di simile) proporzionale all'aumento di presisone nel venturi.

Ho capito bene?


esatto,
i carburatori aspirati necessitano di una pressione, in prossimità dello sbocco del polverizzatore, forzatamente inferiore a quella atmosferica: già a parità non esisterebbe più nessuna forza per la quale la benzina dovrebbe risalire il condotto.
il Venturi, col suo effetto omonimo, serve proprio a questo: in osservanza alla legge del moto dei fluidi, in un condotto a sezione variabile, se diminuisce la sezione aumenta la velocità di flusso e quindi diminuisce la pressione (misurata in prossimità di uno sbocco nella sezione minore).

quindi nel carburatore pressurizzato il presupposto dell'erogazione, come hai già intuito, avviene grazie ad una logica di "spinta" invece che di aspirazione, sfruttando la pressione fornita dal compressore.
nel caso di un compressore centrifugo (turbo) sarà ovviamente necessario prevedere anche un circuito indipendente, a depressione, per i regimi ai quali il compressore non è attivo.
 
2654454
2654454 Inviato: 8 Ott 2007 14:59
 

I carburatori sono sempre dopo l'airbox e quindi devono essere sempre pressurizzari , altrimenti la differenza di pressione tra il venturi e la vaschetta non e' piu' sufficiente a richiamare la benzina .
Basta collegare una tubazione dall'airbox alla vaschetta.
I carburatori sono soffiati e aspirati solo quando c'e' la sovralimentazione (turbo , volumetrico).
Comunque l'airbox deve avere il volume e le bocche d'entrata accuratamente studiate altrimenti invece che aumentare , fanno perdere potenza
 
2655201
2655201 Inviato: 8 Ott 2007 16:07
 

La logica non fa' una piega...

Supponendo quindi di collegare un tubo dall'air box alla vaschetta del carburatore ci vorrebbe per logica anche una valvola unidirezionale di non ritorno altrimenti quando è presente nell'air box la depressione proveniente dal motore, fino a quando non aumenta la velocità del veicolo da superare la soglia della pressione atmosferica, automaticamente si avrebbe una depressione anche nella vaschetta che limiterebbe l'afflusso del carburante.

Oppure per il fatto che nell'air box avendo un volume decisamente ampio non si crea una depressione tale da mettere in crisi l'apporto di carburante?
 
2655698
2655698 Inviato: 8 Ott 2007 17:03
 

snowstorm ha scritto:
I carburatori sono sempre dopo l'airbox e quindi devono essere sempre pressurizzari , altrimenti la differenza di pressione tra il venturi e la vaschetta non e' piu' sufficiente a richiamare la benzina .
Basta collegare una tubazione dall'airbox alla vaschetta...


Non è chiaro a quale caso ti riferisci (motori atmosferici o sovralimentati, e nel caso, a carburatore aspirato o soffiato?)

Ad ogni modo, per chiarire il concetto a chi legge, negli airbox per carburatori non esiste mai una pressione uguale o superiore a quella atmosferica se non nel caso di un airbox in pressione (aerodinamica) che alimenti un compressore centrifugo montato a monte del carburatore (che quindi dev'essere - e solo in questo caso - del tipo pressurizzato)

ma quando si utilizzavano i turbo a carburatori, per quanto riguarda la mandata dell'aria non ci si avvaleva di veri airbox in pressione: questi ultimi sono nati, in realtà, per sfruttare le potenzialità offerte dall'iniezione elettronica, capace, a differenza del carburatore e se adeguatamente informata, di adeguare la mandata ai diversi valori di pressione d'alimentazione, negativi o positivi che siano.

sandro ha scritto:
Supponendo quindi di collegare un tubo dall'air box alla vaschetta del carburatore ci vorrebbe per logica anche una valvola unidirezionale di non ritorno altrimenti quando è presente nell'air box la depressione proveniente dal motore, fino a quando non aumenta la velocità del veicolo da superare la soglia della pressione atmosferica, automaticamente si avrebbe una depressione anche nella vaschetta che limiterebbe l'afflusso del carburante.

Oppure per il fatto che nell'air box avendo un volume decisamente ampio non si crea una depressione tale da mettere in crisi l'apporto di carburante?


la supposizione è giusta se ho capito bene del caso di cui stai parlando...

per quanto riguarda il volume dell'airbox, di solito è dimensionato in modo da costituire una zona di quiete barica (pressione quanto più possibile vicina a quella atmosferica) se destinato all'alimentazione di motori atmosferici e a carburatori: in questi casi il risultato si ottiene più facilmente ricorrendo a grossi volumi;
quando si vuole, invece, metterli in pressione lo studio è più orientato sui flussi aerodinamici interni e diventa meno importante o addirittura controproducente ricorrere a grossi volumi.
 
2656222
2656222 Inviato: 8 Ott 2007 17:53
 

Non è vero che le bocchette di aspirazione sono sempre orientate in senso opposto a quello di marcia, sulla mia moto non lo sono, ok che è un 125 (ma ai 170 ci arriva anche lei icon_rolleyes.gif ) e ok che l'airbox non è affatto esposto al flusso d'aria, ma era una precisazione che dato il tuo "sempre" andava fatta icon_wink.gif
 
2658391
2658391 Inviato: 8 Ott 2007 21:04
 

allora per capire bene,un airbox per carburatori è impossibile farlo?o si può aggirare il problema?
poi perche un 125 senza filtro aria va,e una 1000 senza filtro aria non supera i 5000 giri?
è per i carburatori diversi? icon_confused.gif
 
2660141
2660141 Inviato: 8 Ott 2007 23:27
 

magari ricordo male
ma mi pare che il gsx-r 750 del 96-97 avesse i carburatori e le prese d'aria sul cupolino
però non conosco bene la moto quindi potrei sbagliare
ma mi pare che anche lo zxr 750 avesse una sorta di air-box in pressione
poi magari c'erano dei depressori prima di arrivare all'air-box
 
2660835
2660835 Inviato: 9 Ott 2007 8:31
 

urano88 ha scritto:
Non è vero che le bocchette di aspirazione sono sempre orientate in senso opposto a quello di marcia, sulla mia moto non lo sono, ok che è un 125 (ma ai 170 ci arriva anche lei icon_rolleyes.gif ) e ok che l'airbox non è affatto esposto al flusso d'aria, ma era una precisazione che dato il tuo "sempre" andava fatta icon_wink.gif


senz'altro, ma anche se non sono orientate contro il senso di marcia si preferisce sempre non esporle al flusso diretto dell'aria.
spesso aspirano da un lato oppure anche verso avanti ma ad ogni modo al riparo dal flusso diretto.
su impianti nei quali non è previsto il ricircolo dei vapori d'olio (oggi obbligatorio sui 4tempi) si sono viste anche prese d'aria ricavate nella parte bassa del filtro: ciò permette la massima decantazione delle polveri pesanti in sospensione nell'aria aspirata.

deb ha scritto:
allora per capire bene,un airbox per carburatori è impossibile farlo?o si può aggirare il problema?
poi perche un 125 senza filtro aria va,e una 1000 senza filtro aria non supera i 5000 giri?
è per i carburatori diversi?


come abbiamo visto, un airbox in pressione sarebbe controproducente per un impianto a carburatori, quindi per "aggirare il problema" bisognerebbe ricorrere all'iniezione...
la rimozione del filtro aria (sia che tu intenda della sola massa filtrante che di tutto il cassonetto) altera sempre la carburazione danneggiando le prestazioni sopratutto in ripresa e spesso anche in velocità, ma non si può stabilire una regola certa del suo effetto.
di sicuro, eliminando il filtro da un motore a 2tempi se ne accorcia drasticamente la vita, essendo questo tipo di ciclo estremamente esposto all'azione delle polveri: possono bastare anche pochi km percorsi senza filtro su delle strade polverose per distruggere un 2t.
oltretutto (con qualsiasi tipo di ciclo) lo smagrimento della carburazione che ne consegue comporta sempre un aumento delle temperature di combustione, pericoloso per l'integrità delle termiche nei 2t e per pistoni&valvole di scarico nei 4t
nei 2t a lubrificazione manuale, l'asportazione del filtro comporta anche una peggiore lubrificazione.
con gli impianti ad iniezione, la rimozione del filtro può essere parzialmente compensata, in automatico, dalla variazione di alcuni parametri di alimentazione e dare un risultato, quindi, meno apprezzabile.

dark ha scritto:
magari ricordo male
ma mi pare che il gsx-r 750 del 96-97 avesse i carburatori e le prese d'aria sul cupolino
però non conosco bene la moto quindi potrei sbagliare
ma mi pare che anche lo zxr 750 avesse una sorta di air-box in pressione
poi magari c'erano dei depressori prima di arrivare all'air-box


non ricordi male, ma i condotti di cui parli si limitavano a convogliare l'aria (sicuramente più fresca e quindi più densa di quella che circola attorno al motore) NELLA ZONA della bocchetta d'aspirazione, senza una sigillatura di tutti i condotti che avrebbe comportato un aumento di pressione all'interno dell'airbox!
era utile ricorrere a questo sistema quando nella zona d'aspirazione si verificavano eccessive turbolenze di aria, riscaldata dal motore, che avrebbero peggiorato la respirazione.
 
2667614
2667614 Inviato: 9 Ott 2007 21:25
 

Caro de corsa ,
questa volta non sono d'accordo con te , l'airbox pressurizzato si puo' accoppiare ai carburatori .

Vorrei spiegare un momento cos'e' un airbox e come viene progettato.
L'airbox serve a creare una camera priva di turbolenze , ad alimentare i vari cilindri in modo piu' uniforme possibile e con una pressione interna piu' stabile possibile .
Ci sono vari approcci alla progettazione ,
la piu " semplice" e' il sistema che considera solo il rendimento volumetrico ottimizzando il flusso aerodinamico ,
dopo la bocca d'entrata calcolata in modo che il cassoncino non vada mai in depressione ,il condotto (il piu corto possibile ) si allarga in modo progressivo in modo da abbassare la velocita interna ed aumentare la pressione statica interna ,e si utilizzano delle paratie per migliorare il flusso dell'aria .
In questa configurazione , l'effetto delle pulsazioni sono deleterie e quindi devono essere annullate , utilizzando vari sistemi , come un filtro dell'aria , arrivando a foderare internamente con materiale fonoassorbente , per ottimizzare il tutto "basta" un flussometro.

Altro approccio per calcolare il cassonetto , e' considerando le pulsazioni provenienti dai tromboncini ( piu' o meno come lo scarico 4 in 1) , il volume ( e lunghezza) e' determinante e per la progettazione sono necessari dei software appositi ed una lunga messa a punto , ma puo generare una vera e propia sovralimentazione.

Vorrei aggiungere un aneddoto ; negli anni 80 in F1 per limitare la potenza dei turbo sono state adottate delle valvole che limitavano la pressione di sovralimentazione a 4 ( e poi a 2,5) bar .
La honda aveva studiato i cassonetti in modo che si formasse una sacca a bassa pressione e dove venive montata la valvola limitatrice , in questo modo la pressione nella sacca era 4 bar mentre invece nel cassonetto c'erano 4,2 ( ed oltre) bar e questo garantiva un extra di potenza rispetto alla ferrari che aveva progettato il cassonetto in modo tradizionale

ciao ciao
 
2668066
2668066 Inviato: 9 Ott 2007 22:04
 

snowstorm ha scritto:
Caro de corsa ,
questa volta non sono d'accordo con te , l'airbox pressurizzato si puo' accoppiare ai carburatori .

Vorrei spiegare un momento cos'e' un airbox e come viene progettato.
L'airbox serve a creare una camera priva di turbolenze , ad alimentare i vari cilindri in modo piu' uniforme possibile e con una pressione interna piu' stabile possibile .
Ci sono vari approcci alla progettazione ,
la piu " semplice" e' il sistema che considera solo il rendimento volumetrico ottimizzando il flusso aerodinamico ,
dopo la bocca d'entrata calcolata in modo che il cassoncino non vada mai in depressione ,il condotto (il piu corto possibile ) si allarga in modo progressivo in modo da abbassare la velocita interna ed aumentare la pressione statica interna ,e si utilizzano delle paratie per migliorare il flusso dell'aria .
In questa configurazione , l'effetto delle pulsazioni sono deleterie e quindi devono essere annullate , utilizzando vari sistemi , come un filtro dell'aria , arrivando a foderare internamente con materiale fonoassorbente , per ottimizzare il tutto "basta" un flussometro.

Altro approccio per calcolare il cassonetto , e' considerando le pulsazioni provenienti dai tromboncini ( piu' o meno come lo scarico 4 in 1) , il volume ( e lunghezza) e' determinante e per la progettazione sono necessari dei software appositi ed una lunga messa a punto , ma puo generare una vera e propia sovralimentazione.

Vorrei aggiungere un aneddoto ; negli anni 80 in F1 per limitare la potenza dei turbo sono state adottate delle valvole che limitavano la pressione di sovralimentazione a 4 ( e poi a 2,5) bar .
La honda aveva studiato i cassonetti in modo che si formasse una sacca a bassa pressione e dove venive montata la valvola limitatrice , in questo modo la pressione nella sacca era 4 bar mentre invece nel cassonetto c'erano 4,2 ( ed oltre) bar e questo garantiva un extra di potenza rispetto alla ferrari che aveva progettato il cassonetto in modo tradizionale

ciao ciao


purtroppo tutta questa tua (corretta ed indiscutibile) spiegazione, compresa quella dell'effetto RAM (per chi non lo sa: mi riferisco allo sfruttamento delle pulsazioni nei condotti di alimentazione) che c'entra poco e niente con la pressione che si crea nel cassonetto (tanto che inizialmente si utilizzavano e si utilizzano ancora i cornetti accordati anche senza alcun airbox) prescinde dal fatto innegabile che un carburatore tradizionale cessa di funzionare se alimentato con aria a pressione, ovvero se in prossimità dell'ugello del polverizzatore la pressione si alza in prossimità del valore atmosferico!

quindi diciamo che un airbox pressurizzato può essere abbinato ai carburatori solo a patto che la pressurizzazone, ovvero la sua sigillatura e lo studio dei flussi interni, sia mirata all'ottenimento di una ottimizzazione delle turbolenze allo scopo di facilitare la respirazione del motore ma assolutamente non per inviare ai carburatori aria in pressione.

è importante fare questa distinzione, senza la quale abbiamo tutti ragione e non si da una risposta chiara alla domanda posta in apertura.
 
2668185
2668185 Inviato: 9 Ott 2007 22:15
 

urano88 ha scritto:
Non è vero che le bocchette di aspirazione sono sempre orientate in senso opposto a quello di marcia, sulla mia moto non lo sono, ok che è un 125 (ma ai 170 ci arriva anche lei icon_rolleyes.gif ) e ok che l'airbox non è affatto esposto al flusso d'aria, ma era una precisazione che dato il tuo "sempre" andava fatta icon_wink.gif


le prese d'aria del tuo airbox sono finte... tira via il serbatoio e guarda che il tubo sottocarena è collegato a... niente... icon_surprised.gif

poi per i 170 se vuoi ti offro volentieri una prova rulli, così ti dimostro che per arrivare a 170 servono qualche 10ina di cv in più su 160kg di peso... icon_wink.gif
 
2698132
2698132 Inviato: 13 Ott 2007 15:35
 

Non sono certo di aver capito cosa intendete per carburatori pressurizzati ma tenete conto che per funzionare un airbox in pressione deve essere applicato a carburatori a depressione e se è vero che alcune moto senza airbox bensì con dei cornetti liberi ha dei guadagni prestazionali è dovuto al fatto che
1) Gli airbox non sempre sono giustamente proporzionati a causa dello spazio limitato e spesso sono conformati per rispettare la normativa antirumore e questo porta i progettisti a fare dei compromessi
2)i motori di serie girano molto grassi per aumentare l'affidabilità dunque aumentare l'afflusso d'eria in alcuni casi genera benefici ma solo ai regimi più alti...
 
2699742
2699742 Inviato: 13 Ott 2007 20:16
 

ypm1 ha scritto:
Non sono certo di aver capito cosa intendete per carburatori pressurizzati ma tenete conto che per funzionare un airbox in pressione deve essere applicato a carburatori a depressione e se è vero che alcune moto senza airbox bensì con dei cornetti liberi ha dei guadagni prestazionali è dovuto al fatto che
1) Gli airbox non sempre sono giustamente proporzionati a causa dello spazio limitato e spesso sono conformati per rispettare la normativa antirumore e questo porta i progettisti a fare dei compromessi
2)i motori di serie girano molto grassi per aumentare l'affidabilità dunque aumentare l'afflusso d'eria in alcuni casi genera benefici ma solo ai regimi più alti...


icon_exclaim.gif non hai letto tutto il topic, se no sapresti cosa sono i carburatori pressurizzati! icon_smile.gif

icon_arrow.gif si tratta di carburatori isolati dalla pressione atmosferica e con la vaschetta sottoposta alla stessa pressione che proviene dall'airbox o, meglio, dal compressore, visto che questo particolare tipo di carburatori fu concepito per l'utilizzo con dispositivi di sovralimentazione.
nel Venturi si crea comunque la differenza di pressione necessaria per risucchiare la benzina verso l'alto, data la maggior velocità del flusso d'aria in una sezione ristretta ("effetto Venturi" appunto...)
Nota: non hanno niente a che vedere con i carburatori "a depressione"

2)
i motori di serie al giorno d'oggi girano molto MAGRI, non grassi!
si spingono a rapporti aria/benzina ben più alti dello stechiometrico, ovvero fino a 17-18:1, quasi al limite dell'accendibilità!
e ciò per rientrare nelle normative anti-pollution
(anche se così facendo producono Biossido di Carbonio, che non può formarsi in combustioni in difetto di ossigeno, come ad esempio nei motori a 2tempi... icon_rolleyes.gif )
il regime stechiometrico (circa 14,6-14,8:1) è di norma previsto solo al minimo, per assicurare un funzionamento stabile e "rotondo" al motore.
icon_idea.gif ciò spiega la facilità con la quale si ottengono cavalli in più solo rimappando le centraline delle iniezioni, e perché rimuovendo il filtro in genere si ottiene un peggioramento delle prestazioni e facilmente degli "scoppi da smagrimento"...
 
2701872
2701872 Inviato: 14 Ott 2007 12:23
 

non si possono trovare dei carburatori presurizzati per la moto?o per quei 10 cv in più che da l'airbox in pressione non vale la spesa e tutte le modifiche? icon_smile.gif
 
2703985
2703985 Inviato: 14 Ott 2007 18:47
 

10 cv in piu' forse li vedi se superi i 350km/h

A 350km/h hai un aumento TEORICO della potenza del 5,5%
 
7639218
7639218 Inviato: 20 Mag 2009 19:19
 

Scusate se riapro un topic così vecchio, ma pur avendo letto la discussione, e altre informazioni, sono ancora incerto.

Allora è chiaro che se la pressione nell'airbox di una moto a carburatore tradizionale, sale sopra la pressione atmosferica, il carburatore, siccome funziona su un gioco di pressioni, tenderebbe a soffiare dentro la vaschetta (dove la pressione è minore) anzi chè all'incontrario (sempre detto che al venturi la pressione non diventi più bassa di quella atmosferica).

Però, perchè non si puo fare come ha detto snowstorm? Ossia collegare l'airbox in pressione (assumiamo comunque pressioni basse dovute, perciò, non da un compressore, ma bensì dal carburatore dinamico) alla vaschetta, magari tramite lo sfiato, aumentando così la pressione anche in questa, annullando il problema. E poi si creerebbe lo stesso problema di prima tra la vaschetta e il serbatoio, che si potrebbe risolvere nello stesso modo.

Insomma quali sono le differenze tra un carburatore pressurizzato e uno tradizionale? Così magari o rimediandosi un carburatore pressurizzato, o midificando uno normale, si potrebbe poi abbinare ad un airbox dinamico, o ad un compressore.

Comqunque ho gia visto foto di airbox per carburatori che prendono l'aria dal muso della moto, ma non saprei dire se fossero completamente sigillati, e quindi fatti così solo per avere aria più fresca oppure se fossero propriamente a pressione. Un esempio di questi è l'Honda RS 125. Infatti in questa moto 2 tempi a carburatore, si usano airbox a pressione, e nel kit danno pure una particolare vaschetta (che non c'entra nulla con quella del carburatore) che collega l'airbox al serbatoio, per far si che abbiano costantemente la stessa pressione (la vaschetta credo serva solo ad accumulare la benzina che finisce nel tubo durante le frenate).

Ecco il link al sito che vende questi airbox, dove spiegano come e perchè si monta la speciale vaschetta: Link a pagina di Sp125racing.com (vedere in fondo alla pagina)

Link a foto dell'airbox dinamico:
Link a pagina di Sp125racing.com


Inoltre, la Yamaha XJ 650 turbo (1982), è una moto con turbo e carburatore. Non sono riuscito a trovare foto del motore, però dalle foto si vedono bene i carburatori dietro i cilindri, e so che monta il turbo sotto al motore, dove infatti i 4 collettori di scarico si uniscono.

Link a foto di Yamha XJ 650 turbo:
Link a pagina di 2ri.de

In conclusione, mi sembra che si possa mettere un compressore o airbox dinamico, prima del carburatore. Solo non so bene quali siano le differenze tra un carburatore pressurizzato e uno normale.
 
7639450
7639450 Inviato: 20 Mag 2009 19:49
Oggetto: Re: si può fare un airbox per moto a carburatori?
 

de_corsa ha scritto:
deb ha scritto:
su una moto a carburatori,si puo metterli un airbox che va in pressione?


Nell'ordine:

1) no;

Il carburatore, a differenza dell'iniezione, eroga benzina nel collettore solo se in questo c'è una certa depressione, in quanto è la depressione stessa ad aspirare verso l'alto la benzina dalla vaschetta.

Per cui, se nel Venturi (la parte centrale del condotto, la più stretta, dove sbuca il polverizzatore) la pressione sale al valore atmosferico, il carburatore smette di erogare benzina: per questo motivo non è possibile mettere in pressione la mandata dell'aria ad un carburatore:
icon_idea.gif icon_arrow.gif se ci fai caso, proprio per evitare che l'airbox vada in pressione, nelle moto a carburatori le prese d'aria sono rivolte sempre in senso opposto a quello di marcia!


NON quoto.

esistono dei sistemi di alimentazione con turbo e carburatore, in cui il carburatore è a valle del compressore.

e poi non conta quanta pressione assoluta ci sia a monte del carburatore ma conta il differenziale di pressione (chiamalo anche gradiente di pressione) tra presa d'aria e bocca d'uscita del carburatore.
Inoltre il venturi si dimensiona anche in funzione della presenza o meno di un'eventuale sovralimentazione. icon_wink.gif

EDIT... ho appena notato che qualcuno ha fatto la mia stessa obiezione... me ne scuso, anche perché era un messaggio scritto un anno e mezzo fa. icon_redface.gif icon_redface.gif icon_redface.gif
 
7641011
7641011 Inviato: 20 Mag 2009 22:16
 

raga, ma allora non è possibile una moto turbo a carburatore?
 
7641207
7641207 Inviato: 20 Mag 2009 22:35
 

Non è proprio corretto il discorso per il quale una moto a carburatori non possa montare airbox in pressione, in quanto è la geometria stessa del carburatore a sfruttare l'effetto Venturi per aspirare benzina dalla vaschetta.
Avete mai provato a soffiare con un compressore in un carburatore? icon_wink.gif
La benzina esce eccome, proprio perchè la spinta generata dalla pressione dell'aria tira dietro la benzina...

Questa è una foto che spiega meglio delle parole come una moto a carburatori sfrutti grosse prese d'aria frontali per portare pressione nell'air-box alle alte velocità...

immagini visibili ai soli utenti registrati



Io stesso stò preparando una special su base VTR F a carburatori, ed ho realizzato un airbox con condotti e presa d'aria dinamica sul frontale, e devo dire che oltre i 200km/h agli alti regimi il guadagno si avverte sensibilmente rispetto alla configurazione originale con air-box di tipo classico.
Se poi andiamo a vedere le maxisportive di una decina d'anni fà o più, prima dell' avvento dell'iniezione, ce ne sono diversi di esempi di moto che sfruttano condotti ram e air-box pressurizzati...
 
7647565
7647565 Inviato: 21 Mag 2009 18:23
 

Scusa Rama_53, ma tu dici allora che senza modifcare i carburatori, si puo mettere un airbox in pressione? Questo mi sembra un pò andare contro il funzionamente di un carburatore. A meno che al venturi si riesca comunque a raggiungere una pressione sotto il livello atmosferico.

Chi sa le differenze tra un carburatore normale e uno pressurizzato??
 
7649320
7649320 Inviato: 21 Mag 2009 21:30
 

io ho un thundercat...ha carburatore; la moto è provvista di airbox con presa d'aria frontale...
 
7651777
7651777 Inviato: 22 Mag 2009 9:03
Oggetto: Re: si può fare un airbox per moto a carburatori?
 

ranabout ha scritto:


NON quoto.

esistono dei sistemi di alimentazione con turbo e carburatore, in cui il carburatore è a valle del compressore.

e poi non conta quanta pressione assoluta ci sia a monte del carburatore ma conta il differenziale di pressione (chiamalo anche gradiente di pressione) tra presa d'aria e bocca d'uscita del carburatore.
Inoltre il venturi si dimensiona anche in funzione della presenza o meno di un'eventuale sovralimentazione. icon_wink.gif


certo che esistono i carburatori a valle dei turbo: si tratta però di carburatori pressurizzati, nei quali la pressione in vaschetta è indipendente dalle condizioni esterne, sullo schema proposto da snowstorm.

corretto per quanto riguarda la differenza di pressioni, ma proprio per questo se arrivi ad azzerarla un normale carburatore cessa di erogare benzina.

gli airbox per carburatori prevedono tutti uno scarico di pressione
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©