Moto
Organizzazione motogiri: idee, consigli e considerazioni
Scritto da igor - Pubblicato 31/01/2007 09:48
A quasi un anno dalla mia iscrizione e, dopo aver partecipato a parecchi motogiri, credo di poter dire la mia su quella che dovrebbe essere l'organizzazione e la preparazione di una uscita in gruppo.

Partendo dal presupposto che non tutti abbiamo lo stesso "passo" e la stessa esperienza in moto, quasi inevitabile che, durante un'uscita con molti partecipanti, il gruppo di moto si allunghi e rischi di perdersi, un semaforo rosso o un bivio non visto possono compromettere l'uscita e il divertimento di tutti;
dal mio punto di vista un motogiro riuscito, conta le stesse moto sia alla partenza che all'arrivo/ritorno, nessuno viene abbandonato o lasciato solo.

Parte basilare e, quindi, fondamentale il forum uscite;
colui che propone il giro, dovrebbe aprire un topic con un titolo chiaro, la data e la meta da raggiungere;
all'interno del primo post, le eventuali indicazioni per il ritrovo alla partenza ( luogo e orario ), la lunghezza del giro e/o il tempo stimato per percorrerlo;
Se chi propone, ha gi fatto l'itinerario, pu aggiungere eventuali indicazioni utili come benzinai, velox fissi e, sarebbe il massimo, una cartina del percorso.

Man mano che si aggiungono partecipanti, si dovrebbe creare una lista, inserirla nel primo post e aggiornarla, questo per evitare ad altri utenti di dover leggere troppe pagine; stessa cosa nel caso si modifichi l'itinerario.

Per il ritrovo/partenza, suggerisco dei luoghi "grandi" (parcheggi di supermercati e simili) facilmente rintracciabili anche chiedendo informazioni ai passanti e, se possibile, con un bar nelle vicinanze per aspettare gli eventuali ritardatari davanti ad un caff.

Molto importante, sopratutto nei giri numerosi, la puntualit; 15 minuti di ritardo si tollerano le mezz'ore un po' meno....un sms in caso di ritardo, va pi che bene.
Se il giro organizzato molto lungo, suggerisco di preparare un tot di cartine con l'itinerario da distribuire ai partecipanti, accordarsi su eventuali tappe/punti di ritrovo e, prima della partenza, scambiarsi i numeri di cellulare; il giro non va pi modificato per nessun motivo!

Tutti pronti? Bene!
Si parte e... manca gi qualcuno!
La benzina la si fa prima!

Ok, adesso ci siamo tutti, si riparte;
in strada, sopratutto nei centri abitati, non diamo per scontato che tutti siano passati al semaforo, se il gruppo lungo, possibile che gli ultimi trovino il rosso;
alle rotonde ad ai bivi, uno dei capofila a turno, si ferma, indica la direzione da seguire al resto del gruppo e riparte quando passato anche l'ultimo.
Fuori dai centri abitati, dove iniziano le tanto amate curve, inevitabilmente, gli amanti della piega prenderanno il largo e daranno sfogo ai cavalli lasciando i pi "tranquilli" alla loro andatura;
assolutamente da evitare i "numeri" in mezzo al gruppo, impennate, sverniciate, slalom e stoppie mettono in "crisi" chi vive la moto come mezzo da passeggiata, innervosiscono i meno esperti e sono, sopratutto, pericolosi; una scivolata, senza danni al pilota, compromette la giornata di tutto il gruppo.

Ultima cosa ma che ritengo molto importante, nessuno deve rimanere indietro da solo;
vero, non siamo bambini che piangono se si perdono ma, restare soli molto staccati dal gruppo, senza nessuno che aspetta, provoca un forte senso dell'abbandono, se dovesse succedere qualcosa, anche solo una foratura... oltretutto se qualcuno avesse voluto stare da solo, non sarebbe uscito in gruppo per un motogiro!

So di aver detto cose ovvie, in fondo basta un po' di testa e di rispetto verso gli altri;
abbiamo deciso di stare insieme e di vivere insieme questa passione, la moto polso, testa e cuore!

Lamps a tutti... ci si vede l fuori!!

Igor

 

Commenti degli Utenti (totali: 15)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: Davide il 31-01-2007 09:50
Hai detto molte cose giuste, alcune delle quali le ho notate anch'io ad alcune uscite. Sono consigli che bisognerebbe cercare di rispettare sempre e il motogiro gi met riuscito ;)
Commento di: Vetro il 31-01-2007 10:33
Hai scritto cose giustissime.
Alcune cose valgono per tutti e sempre, che si sia in 5 o in 50...

Come hai scritto, ci vediamo la fuori!
Commento di: arkantos il 31-01-2007 12:57
Io ho fatto poche uscite, ma sono pienamente d'accordo con quello che dici, anche se fortunatamente ho visto che chi organizza cerca di fare le cose al meglio, ci vorebbe solo l'impegno ed il buon senso di tutti i partecipanti!

Lamps
Commento di: tillo il 31-01-2007 17:15
...Sante Parole!!!!
Commento di: anto965 il 02-02-2007 18:59
Oh che magone..... tempo fa uscii con un gruppo: con la mia motina sono rimasta indietro e nessuno si sognato di aspettarmi! Da allora non ho pi partecipato..... :(
Dovrei uscire con voi, Igor! ;)
Commento di: 7chakra il 06-02-2007 13:48
non vedo l'ora, Anto, ti aspettiamo!! con noi non avrai di sicuro questi problemi!!
Commento di: nihil_nomen il 06-02-2007 22:45
Ciao,

non abbiamo avuto il piacere di conoscerci almeno per il momento, quello che dici vero, purtoppo la famiglia dei motociclisti si divide in varie categorie, il tipo di moto prevale sulla voglia di 'stare insieme', fui sorpreso da un giro sulle Dolomiti dove vidi una comitiva di ragazzei/e tedeschi viaggiare assieme con qualunque tipo di moto vi erano anche delle Vespa e Lambrettta come Yamaha R6 e custom , generalmente qualcuno dovrebbe fare la 'scopa' perr raccogliere chi si smarrito , chi non sa leggere le carte. Prima di partire un breve incontro per spiegare com' il percorso Questo pu aiutare nella riuscita di un giro.
Commento di: mchanic il 07-02-2007 20:51
Giusto quello scritto ma ancora poco:
1) La puntualita' e' d'obbligo, si parte prima!
2) Prima di partire benza come scritto, ma anke plin plin
a posto!
3)Scambiarsi i numeri di telefono.
4)Ki ha le moto + veloci sta dietro, un colpo di gas e si riprende il gruppo.
5)Darsi degli appuntamenti intermedi, ristorante, bar ecc.
6) Mai abbandonare la comitiva senza avvisare, pena far impazzire gli altri nella ricerca del disperso.
Spero di fare un giro con voi, a presto !!
Commento di: r1passion il 08-02-2007 10:55
sono davvero davvero d'accordo se si parte insieme si arriva insieme, se si esce in gruppo e' per la voglia di stare insieme e per spirito di aggregazione altrimenti si va da soli.
Commento di: shadow830 il 08-02-2007 22:30
bene...sono sempre pi contenta di avervi conosciuto dopo aver letto questo articolo...mi sono gi iscritta al tingarda.....
non vedo l'ora:-)
anna
Commento di: Daimond il 09-02-2007 15:54
hai perfettamente ragione, a noi capita spesso di uscire in gruppo anche con moto o scuter che non possono certo tenere andature veloci, ma non abbiamo mai abbandonato o lasciato in strada nessuno! anzi capita che per problemi ad uno l'intero gruppo o parte di esso lo scorti. Questo non perch non conosca la strada, si partiti insieme ed insieme si rientra sempre. ricordo ad una uscita and male ad uno di noi, per fortuna non si fece nulla di grave, caricato il mezzo sul carratrezzi rientrammo tutti sembrava un corteo funebre!! ci guardavano allbiti, ma il bello che eravamo ancora tutti assieme!
Commento di: KM1500ALGIORNO il 14-02-2007 21:42
Hai detto cose "ovvie", ma sai il mondo bello perch vario. Quando si forma un gruppo..... 20 teste 20 idee. Nelle uscite ci vuole una certa disciplina proprio per poter tornare a casa tutti sani e salvi e contenti. Una variante potrebbe essere spezzare il gruppo, se numeroso, in sottogruppi dove si riconoscono le caratteristiche di guida facendo partire con anticipo i meno veloci per ritrovarsi poi tutti alle varie soste insieme. Ho partecipato in Germania a raduni dove il capogruppo si fermava agli incroci e alle deviazioni bloccando il traffico automobilistico per farci passare tutti e poi risalire. L nessun automobilista protestava, non so se da noi sarebbe possibile. Le tue ultime righe "in fondo basta un po' di testa e di rispetto verso gli altri;
abbiamo deciso di stare insieme e di vivere insieme questa passione, la moto polso, testa e cuore" sono fondamentali. Buona strada a tutti
Commento di: cavaliere64 il 31-07-2007 18:14
ottime parole che trovo giustissime
per quello che puo contare pienamente daccordo su tutto
Commento di: njngia il 31-08-2007 18:07
ciao. volevo sapere, se possibile! cosa devo fare x organizzare in maniera pratica un ritrovo in moto ovviamente!. io sono di bergamo e ho un negozzio di conponenti e rimango su una strada provinciale la quale conduce a diversi passi di montagna .... e in oltre c' un bar in fianco a me, il quale gia collabora in diverse serate.io ritengo che le cose basilari ci sono manca solo sapere come si fa ad organizzare e renderlo pratico..... ti ringrazzio anticipatamente...... forza centauriiiiiiiiii
Commento di: fadip2000 il 01-09-2010 19:11
impennate, sverniciate, slalom e stoppie ....
Stoppie? cosa sono? Questo termine mi manca....
Sar perdonato?
Buona strada a tutti