Moto
Recensione della Derbi gpr 50
Scritto da xerox - Pubblicato 09/04/2008 11:13
Recensione su uno dei cinquantini sportivi maggiormente venduti.

Scheda tecnica
  • Motore: monocilindrico a due tempi
  • Cilindrata: 49,9 cc
  • Raffreddamento: a liquido
  • Alesaggio corsa: 38,6 x 40 mm
  • Telaio: Doppio trave in alluminio con profilo estruso rinforzato all’interno
  • Alimentazione:carburatore Dell’Orto PHVA - Ø14
  • Cambio: 6 rapporti
  • Frizione: multidisco
  • Sospensione anteriore:Forcella a steli rovesciati Ø 40 mm, corsa 120 mm
  • Sospensione posteriore: Forcellone in alluminio con doppio braccio estruso rinforzato e capriata di di rinforzo, monoammortizzatore idraulico, escursione ruota 110 mm
  • Freno anteriore: pinza radiale a doppio pistoncino contrapposto Ø 28 mm, disco in acciaio inox Ø 300 mm, tubazione in treccia aeronautica
  • Freno posteriore: a disco in acciaio inox Ø 180 mm, pinza a doppio pistoncino contrapposto Ø 25 mm, tubazione in treccia aeronautica
  • Altezza da sella: 810 mm
  • Peso a secco:90kg (dichiarati dalla casa)
  • Serbatoio: 13 litri
  • Euro: 2

La casa spagnola alimenta i sogni dei giovani grazie a questo gioiello di soli 50cc.
Basta esaminare la scheda tecnica, per capire le finezze che Derbi mette a disposizione di tutti i giovani piloti,in particolar modo l’impianto frenante, che vanta una pompa freno con attacco radiale ed una pinza a 4 pistoncini che “lavorano”su di un disco da 300mm;per quanto riguarda il freno posteriore, troviamo una pinza a 2 pistoncini che agiscono su di un disco da 180mm.

La Derbi è riuscita a proporre un'ottima alternativa alle moto fino ad oggi più diffuse, grazie all’attenta cura dei particolari, incitando ed incuriosendo i quattordicenni di tutta l’Europa. Scrutando la GPR si nota la grande cura anche nel minimo dettaglio: leva frizione regolabile, il serbatoio di tipo Avio, strumentazione mista (analogico e digitale) facilmente leggibile, supporto strumentazione realizzato in tecnopolimeri, silenziatore realizzato in acciaio inox ed il comando lampeggio abbaglianti ("passing"). Particolare è inoltre l’applicazione degli indicatori di direzione sugli specchietti retrovisori.

Il motore della gpr è racchiuso da un telaio in alluminio che sfrutta componenti estrusi saldati ad elementi fusi (tecnica adottata anche nelle sportive di maggiore cilindrata). Il telaio della gpr è stato progettato per supportate anche un propulsore di maggiore potenza (infatti la versione 125 monta il medesimo telaio). Il retrotreno è “ornato” ed arricchito da un forcellone bibraccio in allumino, che possiede una capriata di rinforzo del peso di 3 Kg, che permette il movimento di un monoammortizzatore con uno stelo da 14 mm.La forcella è del tipo upside-down con steli da 40 mm.

Come si suol dire, anche l’occhio vuole la sua parte, ed i progettisti Derbi hanno pensato anche a questo. La gpr, oltre ad avere soluzioni tecniche da sportiva “vera”, mostra un design accattivante. Le linee sono particolarmente stilizzate, viene abbandonato lo stile rotondenggiante della carene, adottato fino ad ora. Il codino si protende verso l’alto e “nasconde” lo scarico sottostante.

Il motore (il blocco è il D50B0) è un monocilindrico raffreddato a liquido, discutere sulle prestazioni sarebbe superfluo, poiché la legge italiana obbliga che tutti i ciclomotori debbano avere una velocità massima non superiore ad i 45 km/h.
Ovviamente, una volta eliminati i fermi, le prestazioni variano completamente; la velocità massima indicata sarà all’incirca di 90km/h, mentre quella effettiva sarà all’incirca di 80 km/h.

Come già accennato, pur essendo solamente un cinquantino, è pur sempre una sportiva e come tale la posizione di guida risulta scomoda e caricata sui polsi, ma con il tempo ci si fa l’abitudine.
L’angolo di sterzo è poco ampio e ciò comporta scarsa agilità nel traffico.

Insomma la Derbi (come del resto TUTTE le sportive) non è una moto comoda e quindi non adatta ai viaggi particolarmente lunghi.

La casa spagnola la propone nelle seguenti versioni :

Derbi GPR 50

Derbi GPR 50

Derbi GPR 50

Derbi GPR 50
 

Commenti degli Utenti (totali: 6)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: THCR il 09-04-2008 15:08
Bravo Xerox, ora ti prendi l'sh però...
Commento di: CorriFiero il 09-04-2008 18:54
Complimentoni per l'articolo, calcolando che hai solo 16anni sai già scrivere.....poi considerando che l'articolo l'hai scritto per un sito informale come il nostro.....

Però se non la prendi come un offesa vorrei soffermarmi su alcune tue parole....giusto per darti qualche diritta su come scrivere meglio una recensione....per quella poca esperienza che ho accumulato in 2 anni di recensioni e miniarticoli per ditte del settore motociclistico:


Se metti per dettaglio il peso si una parte di telaio di un mezzo, ti converrebbe citarne il peso della restante parte: la capriata di rinforzo del peso di 3 kg avrebbe senso se citassi il peso dell'intero telaio...credo sui 15 kg...
Dire: "viene abbandonato lo stile rotondeggiante delle carene adottato fin'ora" presuppone da parte di chi ti legge una buona conoscenza del vecchio modello anni '90. Inoltre la vecchia GPR 50 è uscita di produzione un bel pò di anni fa..ergo lo stile rotondeggiante la Derbi l'ha abbandonato da parecchio tempo.
Sarebbe stato piu corretto dire "il motore derivante dal bloco D50B0", che mettere tra parentesi le specifiche del pezzo.
Secondo il sottoscritto avrebbe "suonato" meglio dire: "...è un monocilindrico raffreddato a liquido, limitato per legge a velocità non superiori ai 45 km/h, anche se una volta ripotenziato le prestazioni salgono ulteriormente fino a far raggiungere al GPR la velocità approssimativa di 80km/h." Ti sconsiglio di parlare della velocità massima indicata....è ovvio che ogni moto ha un bag di km/h indicati superiori all'effettiva velocità.

Se vuoi parlare di posizione di guida evita di inserire considerazioni personali come "col tempo ci si fa l'abitudine" piuttosto in quella frase inserivi: "ma a 14 anni è difficile aspettare...".

Eviterei di concludere l'articolo la seguente frase: "Insomma la Derbi (come del resto TUTTE le sportive) non è una moto comoda e quindi non adatta ai viaggi particolarmente lunghi."
Innanzitutto a che pubblico ti stai rivolgendo?? Ad una fascia molto giovane di possibili acquirenti, ergo non concludere in maniera posticcia buttando li la comodità dei viaggi, perchè il pubblico non è quello adatto, perchè uno può viaggiare comunque, anche affrontando trasferte di 100 km giornalieri (molti piu chilometri di certi motociclisti da bar) e poi perchè se volevi parlare del viaggio dovevi spendere qualche riga in più a parte, e non integrata al discorso della comodità del mezzo.


Questa mia, non vuol essere un offesa, ma solo un modo per metterti di fronte al problema della scrittura,
nn mestiere che richiede impegno, dedizione e tanto studio, stilistico e conoscitivo.

Leggi alcune recensioni fatte da autorevoli giornalisti di mensili, come Ungaro o Aliverti, per citarne due a me vicini; studia i loro testi nella loro struttura e capirai come si imposta una recensione...

Ultima considerazione: la GPR 50 l'hai mai provata? e se si perchè non hai parlato delle sensazioni di guida?

Le cose le dico un pò per esperienza, un pò perchè mi occupo di giornalismo e perchè ho avuto l'opportunità di lavorare con un professore, nonchè giornalista, che insegna all'Università di Pavia che mi ha aiutato nell'analisi della scrittura giornalistica.

Mi raccomando, esercitati!!!!!

Mattia
Commento di: xerox il 09-04-2008 19:38
ma quale offesa, apprezzo le critiche costruttive, anzi mi piacerebbe discuterne in modo più approfondito se ti va. E' Il primo articolo di questo genere che scrivo e spero di migliorare.
Commento di: rallysta_pazzo il 22-04-2008 13:17
gran bell articolo, molto dettagliato... ma, senza offesa do in parte ragione al giornalist( non penso che a 14 anni un ragazzo pensi alla comodita ) comunque hai fatto un bel lavoro data la tua eta( anchie io ho 16 anni e non scrivo neanhe i compiti di scuola) complimenti!!!!!!!!
Commento di: neoben il 10-04-2008 16:02
complimenti.........articolo molto completo!
continua così
Commento di: fvakiller il 13-04-2010 21:44
Bella recensione complimenti!