Leggi il Topic


meglio 3 o 2 ruote in collina ?
16217922
16217922 Inviato: 3 Apr 2021 7:25
Oggetto: meglio 3 o 2 ruote in collina ?
 



Secondo Voi è più sicuro un Tricity 125 senza controlli elettronici tra le curve e tornanti collinari o un x-max 125 con ABS ed ASR?

Sono indeciso sull’acquisto e la sicurezza è il primo requisito da valutare sorattutto quando non si ha una esperienza rilevante ...potete aiutarmi nella valutazione soprattutto se avete avuto modo di provare entrambi fuori citta.
 
16217925
16217925 Inviato: 3 Apr 2021 8:48
Oggetto: Re: meglio 3 o 2 ruote in collina ?
 

Marcom70 ha scritto:
Secondo Voi è più sicuro un Tricity 125 senza controlli elettronici tra le curve e tornanti collinari o un x-max 125 con ABS ed ASR?

Sono indeciso sull’acquisto e la sicurezza è il primo requisito da valutare sorattutto quando non si ha una esperienza rilevante ...potete aiutarmi nella valutazione soprattutto se avete avuto modo di provare entrambi fuori citta.


opterei per un x max. Le tre ruote danno falsa sicurezza
 
16217946
16217946 Inviato: 3 Apr 2021 12:13
 

Ciao .
Mai provato il 3 ruote Yamaha .
La mia esperienza su 3 ruote è limitata a diversi test su prodotti Piaggio ed uno della Peugeot .
In casa abbiamo avuto diversi scooters ( ultimo l' attuale SH 300 ) , ma sempre a 2 ruote .
E da queste mie esperienze mi sono fatto un' idea precisa , sulle diverse caratteristiche dinamiche relative alla sicurezza di guida .
Secondo me con 3 ruote è più difficile perdere l' anteriore , sia per la doppia impronta a terra , sia perchè l' avantreno può contare su 2 tracce ben distinte .
Se una di queste ha pessima aderenza ( brecciolino , striscia di nafta , ecc. ) , l' altra può metterci una pezza .
La contropartita di un avantreno più saldo e generalmente dotato di ottimo appoggio , è che in certe situazioni il retrotreno sembra inadeguato , o comunque non ben accordato con l' altro asse .
Con tutti i 3 ruote provati , andando a cercarne il limite ( altrimenti che li provavo a fare..... eusa_shifty.gif ) , è sempre stato il posteriore a cedere per primo .
Se su asciutto questo può risultare ( anche ) divertente , sul bagnato le reazioni avvertite non sempre le ho trovate gestibili con relativa semplicità .
Pur con diverse "sfumature" comportamentali , questa caratteristica l' ho riscontrata con tutti i 3 ruote provati .
Perciò alla tua domanda rispondo : si , i 3 ruote offrono maggior sicurezza dei "2" ( il "davanti" è sempre meno facile da controllare , quando inizia a cedere , rispetto al "dietro" ) , ma solo se si tiene conto della particolare caratteristica menzionata .
Cercando di non farsi prendere in contropiede da un retrotreno che , in alcune situazioni , non è accordato altrettanto bene con l' avantreno , rispetto agli scooters convenzionali .


P.S. : colgo l' occasione per augurare una Buona Pasqua a tutti ! icon_smile.gif




doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16218002
16218002 Inviato: 3 Apr 2021 20:03
 

Grazie ansetup. Tutto estremamente chiaro e dettagliato.

Ho guidato un tricity e ti confermo la sensazione di grip con le ruote anteriori ma meno sul posteriore.

Il punto è che X-Max ha si due ruote ma anche il supporto dei controlli elettronici che il tricity invece non ha (ancora per un po). Secondo te sono equiparabili in termini di sicurezza a questo punto?

Auguri a tutti
 
16218008
16218008 Inviato: 3 Apr 2021 20:14
 

Mi intrometto quotando Ansetup.

I 3 ruote sono intrinsecamente stabili. Per questo necessitano di meno controlli elettronici. I quali, generalmente, non salvano dalla cosa più pericolosa: la perdita dell'avantreno.
Che poi, a basse velocità, si debba comunque prestare attenzione, è un altro discorso (comune a tutte le moto o assimilabili).

Se a Parigi (notoriamente piovosa) è pieno di 3 ruote, non è solo per l'ottimo mktg Piaggio.

Al momento ho potuto solo provare il Piaggio MP3 ed il Niken Yamaha: non posso che parlarne bene.

Ma se l'uso è extracittadino, attenzione (per lo scooter a 3) alla luce a terra in curva, specie se si ha il passeggero.
 
16218015
16218015 Inviato: 3 Apr 2021 20:58
 

Marcom70 ha scritto:
Grazie ansetup. Tutto estremamente chiaro e dettagliato.

Ho guidato un tricity e ti confermo la sensazione di grip con le ruote anteriori ma meno sul posteriore.

Il punto è che X-Max ha si due ruote ma anche il supporto dei controlli elettronici che il tricity invece non ha (ancora per un po). Secondo te sono equiparabili in termini di sicurezza a questo punto?

Auguri a tutti




Io sono cresciuto , motociclisticamente parlando , su mezzi totalmente privi di sistemi di sicurezza elettronici .
E devo ammettere che ho faticato un pò ad accettare la loro introduzione sulle 2 ruote , principalmente perchè fuorviato dalle acerbe caratteristiche di cui erano dotati i primi esempi installati .
Ricordo la prima BMW ( K 100 ) di un amico , dotata di ABS , come un mezzo quasi "pericoloso" .
Frenare con quella sul pavè significava allungare gli spazi in maniera spaventosa , con evidenti pulsazioni alla leva , che toglievano ogni feedback sul comando .
Ma si parla di "secoli" fà .
Adesso anche l' ABS più basico ed economico lavora meglio di quel primordiale esempio bavarese .
Perciò sono attualmente molto favorevole ad ogni sistema elettronico che possa salvarci le chiappe .
Quà però si parla di scooter , mezzi a 2 ruote con potenze e ciclistiche relativamente limitate .
Dove è forse difficile valutare se conti più un "occhio" elettronico vigile e puntuale , piuttosto che un' impronta a terra doppia .
Per come la vedo io , anche ( o forse soprattutto ) in considerazione del livello prestazionale dei mezzi in oggetto , preferirei avere un appoggio in più .
Almeno nella stragrande maggioranza delle situazioni .
E fatto salvo un certo periodo di apprendistato per "capire" ( e quindi gestire al meglio ) le diverse dinamiche comportamentali della ciclistica a 3 ruote .


doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16218072
16218072 Inviato: 4 Apr 2021 7:30
 

Premetto che non sono un estimatore delle tre ruote, ma penso che per quello che riguarda il mio stile di guida portino più a svantaggi che a vantaggi. A parte il discorso economico, che non mi pare però sia oggetto del ragionamento, il tre ruote ha il difetto di essere più ingombrante, più pesante e meno pronto e reattivo nel caso di un improvviso cambio di direzione.
Contemporaneamente il tre ruote offre una maggior aderenza all’anteriore, vuoi per la doppia impronta a terra e vuoi per le due tracce ben distinte (come correttamente riportato da Ansetup). Ma, continuando il ragionamento di Ansetup, e andando a ricercarne il limite ci si rende conto che è il posteriore a diventare l’anello debole della catena. E sono perfettamente d’accordo anche con questo.
Ma la mia domanda è: se io guido sempre in modo prudente, per quale strana ragione dovrò mai trovarmi in una situazione cosidetta “al limite”? Potremmo essere in una giornata di pioggia, (come il riferimento a Parigi di Paolo Grandi), e/o su un terreno fatto di sanpietrini o con un bel po’ di brecciolino…….ma a quel punto io non mi metto sicuramente a fare pieghe, ma vado a passo d’uomo, (come se guidassi sulle uova), sia che sotto il fondo schiena abbia 2, 3 o anche 4 ruote.
La stabilità che mi da un buon scooter a 2 ruote credo sia più che sufficiente per il mio stile di guida, e sono assolutamente certo che nel momento stesso in cui vorrò riprovare la sensazione di una bella piega, avrò già venduto lo scooter per ricomprare una moto degna di questo nome.
Mentre, nei confronti di quello che a mio avviso è il pericolo maggiore, e cioè l’urto contro terzi (ad esempio un’autovettura che ti viene contro o ti taglia la strada e ci vai a sbattere), purtroppo non si risolve nulla né con le due né con le 3 ruote.
Parere personale ovviamente.
 
16218086
16218086 Inviato: 4 Apr 2021 9:29
 

icon_arrow.gif "Mareblu" , le tue argomentazioni potrei anche condividerle , se non esistesse una cosa che si chiama imprevisto .
Se questo non esistesse , non servirebbe ABS su nessun mezzo , lo stesso sistema in versione cornering non avrebbe senso e , tutto sommato , potrebbero non servire nemmeno tutti gli altri sistemi di sicurezza presenti da ormai molti anni sui veicoli ( a 2 , 3 , o più ruote che siano ) .
Trovare del brecciolino in piena svolta ( ad es. , lasciato cadere da un mezzo da lavoro ) su un tratto dal fondo apparentemente ottimo fino a quel punto , è un imprevisto .
Essere costretti ad una tipica frenata da "panic stop" , ad es. perchè eravamo distrattamente troppo vicini ( in relazione al contesto di guida ) al veicolo che ci precedeva ( capita prima o poi anche ai più previdenti ) , oppure a causa del "furbo" di turno che spunta fuori di lato improvvisamente , è un imprevisto .
Trovare in piena svolta una striscia/chiazza di gasolio lasciata dal furgone passato poco prima di noi , è un imprevisto .
E potrei citarti tante altre situazioni in cui anche il più previdente/prudente pilota di 2/3 ruote potrebbe trovarsi in serie difficoltà.
In tutte queste situazioni , poter contare sulle menzionate caratteristiche ( doppio appoggio anteriore e relativa doppia linea percorsa ) , secondo me è un plus , a livello di sicurezza e gestibilità del mezzo .
Certo , sempre in termini di sicurezza , sarebbe meglio poter disporre sia dell' appoggio in più , sia di sistemi elettronici che permettano anche ai meno smaliziati di gestire in maniera meno complicata situazioni altrimenti difficili .
Quà però si vorrebbe confrontare 2 tipologie di mezzi , entrambi relativamente poco performanti , cercando di definire quali caratteristiche possano far preferire l' uno all' altro in termini di sicurezza .
Che in questo caso può essere vista anche come gestibilità del mezzo in situazioni "imprevedibilmente" pericolose .
E su questo livello prestazionale , secondo me la "terza zampa" potrebbe rivelarsi più efficace dei menzionati aiuti elettronici .



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16218113
16218113 Inviato: 4 Apr 2021 13:39
 

Ciao Ansetup, in linea generale mi sento di condividere la tua analisi, ma come avevo precisato all’inizio del mio intervento io facevo riferimento “al mio specifico stile di guida”.
Infatti, se in gioventù sono andato molto, ma molto forte, ora sono uno di quelli che va molto, ma molto piano. Forse sarà perché ho visto troppe persone farsi del male, per non dire di molto peggio, o forse perché sono diventato vecchio, ma ho imparato che riesco a divertirmi e a rilassarmi anche guidando con estrema prudenza. E specialmente quando ci sono situazioni di maggior pericolo, tipo uno strada di montagna con curve che non mi danno la possibilità di avere una chiara lettura della situazione, una strada bagnata o anche solo umida, un fondo stradale potenzialmente “traditore”, io alzo ancora l’asticella della prudenza.
Ecco perché mi sento in grado di gestire, anche con sole due ruote, le situazioni di imprevisto a cui fai riferimento.
Quello che però non sarei mai in grado di gestire sarebbe ad esempio l’auto che mi urta, ma in quel caso avrebbe poca rilevanza il numero delle ruote, oppure ritrovarmi di colpo con una intera strada completamente ricoperta di olio, ma a quel punto finirei nel fosso anche se fossi seduto su 4 ruote.
La mia perciò rimane solo un’opinione puramente personale, anche se non posso non sottolineare che spesso vedo persone guidare degli scooter come se stessero correndo il Touring Trophy, ma a quel punto più che affidarsi alla maggior efficienza della terza gamba, conviene conquistare la benevolenza della dea bendata.
 
16218137
16218137 Inviato: 4 Apr 2021 17:30
 

Tutto condivisibile.
Ma la domanda e le premesse iniziali sono altre.
Le risposte, date.
Ora tocca solo a Marcon 70 (sulla base delle SUE capacità di guida) decidere.
 
16218148
16218148 Inviato: 4 Apr 2021 19:23
 

Mareblu ha scritto:
Ciao Ansetup, in linea generale mi sento di condividere la tua analisi, ma come avevo precisato all’inizio del mio intervento io facevo riferimento “al mio specifico stile di guida”.
Infatti, se in gioventù sono andato molto, ma molto forte, ora sono uno di quelli che va molto, ma molto piano. Forse sarà perché ho visto troppe persone farsi del male, per non dire di molto peggio, o forse perché sono diventato vecchio, ma ho imparato che riesco a divertirmi e a rilassarmi anche guidando con estrema prudenza. E specialmente quando ci sono situazioni di maggior pericolo, tipo uno strada di montagna con curve che non mi danno la possibilità di avere una chiara lettura della situazione, una strada bagnata o anche solo umida, un fondo stradale potenzialmente “traditore”, io alzo ancora l’asticella della prudenza.
Ecco perché mi sento in grado di gestire, anche con sole due ruote, le situazioni di imprevisto a cui fai riferimento.
Quello che però non sarei mai in grado di gestire sarebbe ad esempio l’auto che mi urta, ma in quel caso avrebbe poca rilevanza il numero delle ruote, oppure ritrovarmi di colpo con una intera strada completamente ricoperta di olio, ma a quel punto finirei nel fosso anche se fossi seduto su 4 ruote.
La mia perciò rimane solo un’opinione puramente personale, anche se non posso non sottolineare che spesso vedo persone guidare degli scooter come se stessero correndo il Touring Trophy, ma a quel punto più che affidarsi alla maggior efficienza della terza gamba, conviene conquistare la benevolenza della dea bendata.


il linea di massima condivido entrambe le posizioni,ma nessuno dei 2 ha considerato il fattore "brain",mi spiego,dal 2006 (primi MP3 250) ad oggi ho visto e sentito parecchi clienti che si sono "accartocciati" per eccesso di fiducia nelle 3 ruote,spesso questi clienti venivano dalle 4 ruote senza alcuna esperienza su 2/3 ruote,di conseguenza continuano a guidare come se avessero 4 ruote,senza avere la minima idea degli spazi d'arresto,ecco io questo lo chiamo effetto "brain",cioe' quello che manca...

PS confermo l'handicap al posteriore,classico il caso binari tram bagnati in curva,come il posteriore ci finisce sopra,impari il significato di drifting icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif
 
16218371
16218371 Inviato: 6 Apr 2021 7:47
 

Non sono in grado di dare una opinione ben motivata alla precisa questione, oggetto del topic.
Ma posso provare a dare un mio contributo.
Ero potenzialmente interessato ad un Tricity 155, principalmente come alternativa all’auto per il casa-lavoro.
Ho chiesto di effettuare un test drive.
In mancanza (in quel momento) del modello richiesto, la concessionaria locale mi ha messo a disposizione un Tricity 125.
PREMESSA DOVEROSA/NECESSARIA: 47 anni... MAI usato (prima) uno scooter di qualsiasi tipo, in vita mia... ex motociclista che ha dismesso l’enduro stradale 12 anni fa circa.
Morale: mi sono approcciato alla prova con un certo “timore reverenziale”, visto il notevole “arrugginimento” e/o mancanza di esperienza. E non lo ho certamente messo alla corda, con "tentativi di pieghe estreme"

Cosa mi è piaciuto:
- la sensazione di stabilità dello anteriore, con la doppia ruota. Appare “granitico”, piantato a terra. Da quel punto di vista sorprende nello infondere sicurezza. Ci vanno prese un pochino le misure; l’avantreno oppone – intuibilmente – una certa inerzia ai cambi di direzione... ben maggiore rispetto alle due ruote... nella prima curva, son andato un po’ largo... ma ci si abitua in fretta ...l'agilità non è affatto male...e quella sensazione positiva di stabilità dell'anteriore, può “dare dipendenza”.
- la presenza di tre freni a disco, con possibilità di frenata combinata, si avverte (positivamente inteso).

Cosa non mi è piaciuto:
- il motore è fiacco... parecchio fiacco. Pure uno come me, con la sua scarsa "disinvoltura" (= all'atto del test drive), si è trovato a pensare: “Ma vai o no!?”. E la prova la ho effettuata su un percorso completamente pianeggiante.
- definire le sospensioni posteriori mediocri, equivale a fargli un complimento. Risposta a qualsiasi disconnessione od asperità, (almeno per me) del tutto insoddisfacente . Le senti TUTTE sulla bassa schiena. Davvero scarse. La presenza del motore oscillante e la tipica postura da scooter (notoriamente) peggiorano il tutto. Il giorno dopo, avevo il mal di schiena.

Alla fine ho lasciato perdere. Non aspettandomi alcun salto di qualità particolare, del 155 rispetto al 125.

Personalmente (azzardo una opinione) valuterei il Tricity 125, solo come mezzo per spostamenti urbani (o comunque a ben corto raggio). Ed a patto di non avere problemi lombo-sacrali, come li ha il sottoscritto... E/o di non dover aver a che fare con "voragini urbane"... Altrimenti, per il fondoschiena, è un massacro.

Se la previsione di utilizzo, comporta tratte extraurbane, curve e saliscendi collinari... Beh...Volendo rimanere sulle tre ruote, salirei certamente di livello. Tipo un Piaggio MP3 HPE 300, con maggiore cavalleria, dotazioni aggiuntive di sicurezza (traction control in primis) e sospensioni auspicabilmente migliori. Guidabile pure con la sola Patente B.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Maxi-ScooterMaxiscooter - Anteprime, consigli pre-acquisto e confronti

Forums ©