Leggi il Topic


Indice del forumForum TecnicoTuning e consigli estetica

   

Pagina 2 di 2
Vai a pagina Precedente  12
 
come pulire il SALE?
15922405
15922405 Inviato: 8 Gen 2018 20:24
 

Ho capito. Per tagliare la testa al toro, per non sbagliare arriverò a casa e dopo qualche decina di minuti scendo e le do una passata con secchio e spugna bagnata con acqua tiepida. Più faticoso, meno immediato ma forse più sicuro....
 
15922407
15922407 Inviato: 8 Gen 2018 20:30
 

Così però non arriverai in tutti i punti in cui può essere finito il sale e/o la zozzeria...
 
15922516
15922516 Inviato: 9 Gen 2018 1:21
 

JO74 ha scritto:
Così però non arriverai in tutti i punti in cui può essere finito il sale e/o la zozzeria...


Anche questo è vero. La soluzione ideale sarebbe avere l' idrogetto a casa, magari con pressioni regolabili o comunque gestibili, da usare a piacimento dopo che il motore si è già raffreddato.....ma io non potrei, a casa mia non lasciano lavare auto, altrimenti l' avrei già comprato anche prima della moto. Avrebbero da dire anche se uno usa la canna del giardino. Eh, non si può avere tutto
 
15922541
15922541 Inviato: 9 Gen 2018 9:36
 

Mettiamola così: se il motore deve stare acceso ore prima del lavaggio non è il massimo (senza comunque che succeda nulla), se ha l'autolavaggio a 10 minuti a maggior ragione, dirigiti li senza tirare le marce, quando seri arrivato ti bevi un caffè e vai.

Personalmente, quando lavo le moto, comincio con il programma che usa l'acqua tiepida, ci giro attorno tenendo il getto lontano (quello va fatto sempre, tenere circa 40cm dalla moto) in modo che arrivi prima solo la "nebbiolina" poi mano a mano mi avvicino.

Ecco cosa si intende con usare la testa con la canna dell'autolavaggio.
 
15923091
15923091 Inviato: 10 Gen 2018 12:23
 

Sì probabilmente la soluzione più sensata sarebbe quella. Non so bene nello specifico quanti e quali danni possa fare il sale su una moto ma immagino che a livello di corrosione bene non faccia...... Con l' auto d' inverno non trascuro mai di dare spesso una lavata sotto la scocca e i passaruota, e l' auto è certamente già più protetta di suo; quindi penso che i vantaggi del lavarlo via subito o quasi con una passata di idrogetto siano superiori agli svantaggi indotti dalla temperatura e pressione dell' acqua. Certamente come dite tutti, con la necessaria cautela di non investire comandi elettrici, cablaggi, parti sensibili come le cellette del radiatore, e la altrettanto importante cautela di evitare shock termici quanto possibile
 
16036172
16036172 Inviato: 26 Dic 2018 0:22
 

Buona sera a tutti, e Buon Natale per quelle poche decine di minuti' che rimangono.....

Riporto in primo piano questa discussione perchè la stagione presenta gli stessi problemi , necessità e dubbi dello scorso anno. Allora, in un anno non ho ancora portato la moto al famoso autolavaggio a gettoni, e neppure ho comperato una mia idropulitrice, ma finora ho trovato una soluzione più "minimale" con un ugello da attaccare contemporaneamente ai 6 bar del compressore e al tubo dell' acqua, in modo da rendere il getto della canna da giardino un poco più efficiente. Devo dire che il suo lavoro lo ha fatto. però purtroppo per ragioni condominiali d' inverno non lo potrei proprio usare: già non vogliono che si lavi l' auto durante il resto dell' anno per motivi di spreco acqua e di scolo della sporca, figurarsi d' inverno con rischio ghiaccio: è vero che per la moto sarebbe una cosa molto più rapida e con meno uso, però il rischio gelate rimane......dovrei fare 20 metri, e uscire dal cancello, ma lì ovviamente sarei senza allacciamenti di acqua e corrente, e dovrei fare la spola con i secchi....lo scorso inverno infatti ho fatto così un paio di volte.

Ma la domanda é: premesso che qui da me certe strade le salano sempre, supponendo che esca per qualche decina di km un paio di volte la settimana e magari un 100 - 120 la domenica, dovrei lavarla ogni volta? Una volta a settimana? Una ogni due? E se fosse ogni volta, magari sarebbe auspicabile subito dopo il rientro, perchè altrimenti potrebbe cominciare subito corrosione? E presumo che lavarla significhi anche e sopratutto la catena, che poi dopo l' acqua o al posto dell' acqua, va trattata con petrolio bianco e quindi il grasso apposito.....quindi ne consegue che operazioni che normalmente farei ogni 2000 km (pulizia catena), e 7/800 (ingrassaggio), dovrei invece farle sempre? Grazie!
 
16036416
16036416 Inviato: 27 Dic 2018 13:14
 

Ciao, il sale corrode .... se salano le strade non ci sono tante soluzioni ...

Se il fai da te all'inverno non puoi farlo, vai al lavaggio a gettoni.
Comodo, veloce ed economico.
 
16036478
16036478 Inviato: 27 Dic 2018 18:53
 

mozi ha scritto:
Ciao, il sale corrode .... se salano le strade non ci sono tante soluzioni ...

Se il fai da te all'inverno non puoi farlo, vai al lavaggio a gettoni.
Comodo, veloce ed economico.


Detto fatto, proprio oggi. Sono andato nel posto più vicino a casa mia, circa 7- 8 km cercando di arrivarci senza tirare mai..... Prima di lavare ho aspettato un pò di tempo approfittandone per mettere cellophane sotto sella passeggero e sulla marmitta, e in più un bel pò ancora, fatto anche passare prima un auto....Tuttavia il motore era ancora ben caldo, però ho fatto programma di prelavaggio con acqua calda e shampoo e poi saltato tutto il resto fino ad risciacquo finale. Mi aspettavo che il prelavaggio fosse a pressione un pò più bassa invece era già bella alta, mi sono tenuto un pò lontano. Ho passato velocemente tutta la parte sotto e posteriore, comprese ruote, passaruota e forcelle. Non sono invece andato nè sopra, in zona sella / serbatoio / manubrio e neppure davanti. Asciugato sommariamente su posto con stracci spugna che mi sono portato, fatto verifiche accensione, lasciato girare un poco in folle, provato freni e ritornato.

A casa completato asciugatura anche con aria compressa, e poi per forza di cose, ho ripassato la catena con petrolio bianco. Non necessitava in quanto l' ho fatto un mesetto fa, e da allora ho fatto un pò meno di 600 km, ma d' altra parte, avendo spruzzato acqua....Domani farò la lubrificazione.

Certo che se tutte le volte che mi metto in strada in questo periodo poi devo fare tutto ciò, conviene evitare un uso frammentario di poche decine di km per volta....a meno che mi rassicurate dicendo che se faccio 50 km un paio di volte la settimana e magari un giro decisamente più lungo nel weekend, posso aspettare il rientro da quest' ultimo per lavare
 
16036860
16036860 Inviato: 29 Dic 2018 15:23
 

Ciao, vedrei che la prossima volta sarà più semplice. Per la pressione basta stare più distanti ed usare acqua calda, cosa che hai giustamente fatto.
Se non insisti con il getto a pressione sulla catena, puoi anche evitare di lavare col petrolio bianco. Basta lubrificare un po' se serve.
Se utilizzi gli spary in bomboletta per la catena sono resistenti all'acqua, anche se fanno più facilmente morchia.
 
16036870
16036870 Inviato: 29 Dic 2018 16:20
 

Grazie. Sì, ho lubrificato ieri con Motul Spray, adesso non ricordo il nome completo, ma avevo letto proprio qui sul forum che veniva consigliato. E' il terzo prodotto che provo, e per ora mi sembra il migliore: non intendo come prestazioni, non potrei giudicare, ma come facilità di uso e sensazione di pulizia dopo.

Non vorrei andare OT, solo due parole per dire che il prìmo prodotto è stato lo spray Yamalube da mamma Yamaha: sempre facile all' uso, però trovavo sempre una macchiolina sul pavimento che per la posizione di caduta e la consistenza, per un pò ha fatto pensare me e il concessionario che fosse una perdita d' olio motore.....Allora una volta esaurito quello, come secondo prodotto anzichè spray volevo cercare liquido, e invece mi hanno dato un tubetto Motul, ma era troppo denso, una fatica per stenderlo e uniformarlo.....

Comunque, tornando in tema, al di la poi di sgrassaggio e lubrificazione, allora è buona cosa in questo periodo lavare con acqua sempre dopo ogni uscita pur breve, e comunque non fare passare troppo tempo dopo la "salatura"?
 
16036873
16036873 Inviato: 29 Dic 2018 17:06
 

Ciao .
Relativamente alla tua ultima domanda , ti offro il mio piccolo contributo .
Ho sempre usato la moto in inverno , anche quando avevo delle SS .
Un paio di gomme più adatte alla brutta stagione e via .
E con ogni moto avuta , mi è capitato in alcune occasioni di non poter/voler sciacquare abbondantemente nelle ore successive al rientro .
A volte ho rimandato al giorno seguente , altre volte mi è capitato di "tenere in salamoia" la moto per diversi giorni .
I risultati ( quasi sempre negativi ) non erano gli stessi .
Perchè ho riscontrato che alcune moto accusavano maggiormente il "trattamento" , rispetto ad altre .
2 esempi fra tutti : BMW R65 del 1984 e Ducati 600 SL del 1983 .
Le ho avute entrambe nello stesso periodo , quindi ricordo molto bene quanto fosse importante sciacquare accuratamente il boxer di Monaco dopo ogni uscita .
E senza nemmeno attendere troppo , perchè nel giro di poche ore ogni parte metallica venuta a contatto col sale iniziava a "fiorire" inesorabilmente .
E ricordo anche il mio stupore nel constatare quanto il "Duca" fosse invece molto meno sensibile al contatto col sale .
Il boxer tedesco , un vero mulo per altri versi , aveva le parti metalliche superficialmente porose , ed evidentemente trattate meno bene di quelle del "desmo" .
In seguito ho avuto molte altre moto ed ogni modello era "sensibile" al problema a modo suo .
Quindi , fermo restando la buona e sacrosanta abitudine a rimuovere prima possibile il sale dalla moto , per quelle che sono le mie esperienze in merito , non si può stabilire un tempo massimo univoco per ogni moto .
Trattamenti protettivi delle superfici più o meno buoni ?
Fortuna nel beccare il modello "nato bene " ?
Ai posteri l' ardua sentenza...... eusa_shifty.gif



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16036881
16036881 Inviato: 29 Dic 2018 18:50
 

Grazie Ansetup per il contributo. Sempre competente ed esauriente.

Però quanto dici mi preoccupa.....addirittura nel giro di ore? Va bene che parliamo di mezzi di 30 anni fa, però insomma....se parliamo di inverni le condizioni climatiche allora erano di certo anche più rigide, a maggior ragione per un prodotto made in Germany e pensato per durare, come del resto si usava a quei tempi....teoricamente avrebbe dovuto essere inattaccabile!!! E quello che mi preoccupa di più è che non parli di catena, che alla fine è una parte di consumo quasi al pari delle gomme, ma alla struttura stessa del motore. Va bene, farò tesoro.

E già che ci siamo, qualche trattamento preventivo, non so, passarci sopra uno straccio unto di qualche tipologia di olio? Se fosse una piccola cosa metterei un velo di vaselina, tipo sui contatti della batteria auto, ma su una superficie estesa e articolata come il sotto di un motociclo la vedo dura. Ho scritto una cavolata?
 
16036898
16036898 Inviato: 29 Dic 2018 20:26
 

Come già ti hanno esaurientemente consigliato , WD40 ed olio di vaselina sono anche per me ottimi prodotti per proteggere le superfici da ogni tipo di agente atmosferico , sale incluso .
Ma non in maniera assoluta .
Nel senso che è buona cosa "mandare in salamoia" una moto preventivamente trattata con i suddetti , come è altrettanto buono rimuovere quanto prima il sale .
Soprattutto da quelle parti che , vuoi perchè raggiungono temperature che fanno rapidamente evaporare la protezione preventiva , vuoi perchè , essendo parti in movimento , tendono ad eliminarli durante il loro lavoro ( vedi , ad es. , il gruppo della trasmissione finale ) .
Anni fà avevo un Husaberg 650 da motard che soffriva abbastanza la "salamoia" .
Non al livello del fido R65 , ma poco ci mancava .
Stufo di veder "fiorire" continuamente cerchi a raggi ( molto noiosi da ripulire ) , carter motore e scarico , interpellai il "conce" dove avevo aquistato l' "Husby" .
Che mi vendette un prodotto spray dalla resa esagerata , valido e tenace anche su parti soggette a temperature relativamente elevate .
Pneumatici , piste frenanti e pasticche esclusi ( ovviamente ) si poteva stendere su ogni parte della moto , compresi motore ed impianto di scarico .
Ebbene , dopo un trattamento di quel prodotto , potevo uscire per 3/4 settimane senza più veder "fiorire" le leghe , anche se non risciacquavo prontamente .
Non ricordo però il nome di quel prodotto , al momento ( forse della Maroil ? eusa_think.gif ) .
Però ho intenzione di provare a ricontattare il "conce" ( Motortrack , di Lucca ) , per chiedergli lumi .
Faccio una piccola ricerca e ti faccio sapere .
Anche perchè mi sono più volte rimproverato di non averlo fatto prima e questo topic potrebbe fornirmi lo stimolo a farlo , finalmente...... eusa_shifty.gif



doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
16036926
16036926 Inviato: 29 Dic 2018 23:20
 

ansetup ha scritto:
Come già ti hanno esaurientemente consigliato , WD40 ed olio di vaselina sono anche per me ottimi prodotti per proteggere le superfici da ogni tipo di agente atmosferico , sale incluso .

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif


Ah no, non ero andato così indietro a leggere quelle righe dove si parlava di prevenzione, ero rimasto ai temi dei pro e contro del lavaggio ad alta pressione. Ho parlato di vaselina perchè so che si mette sui contatti delle batterie o nei meccanismi delle portiere auto, l' ho fatto anche io molte volte, ma io usavo un gel, denso che va bene per ricoprire una piccola parte.

Il WD 40, d' accordo, ma non è un prodotto mi pare, bensì una linea di prodotti, io di quella marca devo avere da qualche parte uno sbloccante generico per accoppiamenti filettati o serrature, stiamo parlando di questo?
 
16036935
16036935 Inviato: 30 Dic 2018 0:00
 

ansetup ha scritto:
Come già ti hanno esaurientemente consigliato , WD40 ed olio di vaselina sono anche per me ottimi prodotti per proteggere le superfici da ogni tipo di agente atmosferico , sale incluso .
Aggiungiamoci anche il teflon.
Personalmente, sono solito dare una passata di vaselina o di teflon (spray) nel periodo invernale.
Al rientro dal giro (solitamente tra i 300 ed i 500 km), passo comunque dal lavaggio per una pulita che, di sicuro, male non fa.
 
16037068
16037068 Inviato: 30 Dic 2018 15:24
 

CBR_125R ha scritto:
Ripeto, quindi tu chiedi alla pioggia di aspettare a cadere?
Ripeto che un materiale caldo venga sottoposto ad un cambiamento repentino di temperatura non è il massimo (a meno che non sia un processo voluto).
Come diceva Jo (e come sostenevo) basta usare la testa: partendo per gradi, quindi pian piano irrorare anche il motore.

Poi se vuoi fare polemica sterile, attaccandoti ai cavilli fai pure.
Ma ripeto NESSUNA delle mie moto ha mai crepato collettori, teste o basamenti per aver preso dell'acqua dopo ore di funzionamento.
Che sia meglio far raffreddare leggermente il motore prima di bagnarlo chiaro che è preferibile, ma specie se le temperature esterne sono ben superiori allo zero sono più che altro pippe mentali.

Per il discorso che la pioggia non sarà mai così violenta permettimi di dissentire, negli ultimi anni, gli ultimi 10 per la precisione, mi è capitato almeno una volta all'anno d'incappare nella tempesta alpina pomeridiana... Non sono mai rimasto a piedi col motore aperto in due.

quoto 0509_up.gif
pensa le moto da enduro in inverno stracalde roventi sempre in prima seconda quando passano in una pozza di acqua e ghiaccio dovrebbero disintegrasi rotfl.gif
anche secondo me il lavaggio non gli fa nulla da calde anzi se vai all'autolavaggio l'acqua è anche calda e il sale prima lo levi e prima eviti che si incrosta
 
16037110
16037110 Inviato: 30 Dic 2018 18:50
 

vins01-09-61 ha scritto:
quoto 0509_up.gif

anche secondo me il lavaggio non gli fa nulla da calde anzi se vai all'autolavaggio l'acqua è anche calda e il sale prima lo levi e prima eviti che si incrosta


Si diciamo che per quanto mi riguarda ho recepito il messaggio: piuttosto che non lavare per nulla, meglio l' idrogetto del lavaggi a gettone, usato naturalmente con coscienza e buon senso. Il discorso è, un conto lavare ogni volta dopo un giro di 300 e più km come diceva Jo poco sopra, altro conto è magari dopo avere fatto solo 10 + 10 km per andare e tornare al lavoro, magari un giorno sì e uno no.....poi ripeto, fosse solo il lavaggio, si può fare anche, ma poi bisogna anche cercare di asciugare al meglio e occuparsi della catena
 
16037153
16037153 Inviato: 30 Dic 2018 23:49
 

se ti posso dare un consiglio dato che con le moto che uso per lavoro ci faccio una media di 30 mila all'anno
anche in inverno e primavera e spesso passo in montagna a fine stagione con strade stra salate e ghiaiate
Dicevo se procedi in autolavaggio schiuma e fai risciacquo con cera auto asciugante senza spruzzare il getto diretto sulla catena togli sale e pulisci plastiche e cerchi la cera un pò aiuta a tenere un minimo di protezione .
Di solito funziona ,il peggio io lo raccoglievo dopo 2-300 km sulle autostrade perchè sale quella nebbiolina sporca alzata dalle auto che si appiccica anche sulla visiera del casco e lì si devi prestare attenzione a lavare con acqua corrente e non con fazzolettini o righi ...per non parlare del giubbotto 0510_sad.gif 0509_si_picchiano.gif
 
16037536
16037536 Inviato: 1 Gen 2019 23:34
 

Allora, innanzitutto auguro un buon anno a tutta la comunità del Tinga e a chi non lo è ma casualmente è capitato qui....Inutile dire, un anno pieno di salute, felicità, amore, amicizie, lavoro e anche qualche soldo, perchè no? ....ma anche di km macinati e belle piegate per chi ne è capace......

Grazie anche a Vins per il contributo. Io da novellino (dopo 18000 km direi che lo sono comunque ancora), sia che parliamo di tecnica di guida ma anche di tecnica meccanica del mezzo con il necessario corollario della manutenzione e prevenzione, cerco e cercherò di fare tesoro di tutti i consigli, quindi ben venga chi mi parla di trattare con vaselina, spray WD40 e cera lucidante.

Però il dubbio a cui non mi avete ancora risposto è, ma quanto spesso li fate sti lavaggi e trattamenti in inverno? Ad esempio, io lavoro a turni, ma una settimana su 4 sono a giornata; ora, in questo periodo non mi sogno minimamente di uscire alle 5 di mattina in moto per andare al lavoro, oppure di rientrare a casa alle 23 di sera, a meno che non sia per cause di forza maggiore (cioè auto inutilizzabile e nessuna alternativa) . Però quando lavoro a giornata, se le temperature non sono proprio sotto zero, non piove e ovviamente non nevica. almeno un paio di volte la settimana lo faccio. E sono una dozzina di km ad andare e altrettanti al ritorno. Ora, tenuto conto che il lavaggio più comodo ce l' avrei dopo un paio di km dalla fabbrica, avrebbe senso che ogni giorno che esco in moto lavo dopo avere fatto 12 più due km con ancora poi 10 per arrivare a casa (tra l' altro con salita e discesa, quindi più probabilità di trovare il sale)? Con tutto quello che ne consegue, cioè portarsi dietro lo zainetto con stracci per asciugare e cellophan per coprire marmitta e selle, arrivare a casa che è comunque buio, asciugare bene con compressore e prendermi cura della catena?

Ci sarà bene qualcuno tra di voi che per necessità, scelta o anche passione pura, usa il mezzo anche d' inverno per andare al lavoro, o all' università, o dalla ragazza, o alla palestra / piscina / campo sportivo magari per pochi km ma frequenti. E che - senza andare a prendere casi estremi di chi valica i passi alpini, - comunque li faccia in ambiti extraurbani in regioni a rischio gelate e quindi salatura stradale.

Perchè, se voi mi dite che è prassi normale fare così, che sarebbe cosa buona e giusta per la meccanica del mezzo (a cui al di là del valore economico magari non elevato tengo comunque molto, anche se non mi compromettesse la sicurezza), lavare sempre dopo ogni tratta sia pur piccola, allora credo che a malincuore ma dovrei rinunciate all' uso "utilitaristico" del motociclo in questi casi riservandolo solo per giri ben più lunghi nel fine settimana.
 
16037648
16037648 Inviato: 2 Gen 2019 13:13
 

Ciao, hai un po' di ansia .... ma giustamente ritrovarsi con la ruggine ...

Il WD40 è il classico sbloccante tutto fare:

immagini visibili ai soli utenti registrati

immagini visibili ai soli utenti registrati



Una volta lavata ed asciugata la moto, spruzzi il prodotto direttamente sulla moto e ti aiuti con uno straccio a passarlo nei punti interessati.
Il velo lasciato, salvo prendere tanta pioggia, protegge il metallo.
Lo puoi tenere in moto se hai posto, ci sono anche bombolette molto piccole.

Facciamo un esempio: hai lavato, asciugato e trattato la moto con il WD40 e usi la moto per un giro.
Quando arrivi vedi il sale sulla moto ... tiri fuori la bomboletta e ci spruzzi un po' di prodotto. La reazione chimica del sale sara fortemente ridotta.
Occhio sempre che non vada sui dischi e pinze!

Tranquillo che il WD40 non rovina nulla, nè metallo nè plastiche.

0510_saluto.gif
 
16037718
16037718 Inviato: 2 Gen 2019 20:43
 

Guarda il deterioramento e la frequenza dei lavaggi dipende dalla delicatezza del mezzo e dalla qualità dei particolari ,il che vuol dire non avere certezze .
Con l'enduro KTM EXC o IL crf 250 R a volte li lasciavo sporchi anche una settimana anche con il sale e o peggio fango e creta.
Il Trans Alp che avevo e usavo sempre in inverno lo lavavo come ti ho detto in autolavaggio solo il sabato
venduto con 107.000 km nessun problema
con i CBR 1000 rr (2004-2007) quando d'inverno uscivo per un giretto di prova o tanto per muoverli un pochino al rientro sempre all'autolavaggio
Adesso con l'R1 uguale provo la moto rientro la lavo schiuma e cera (con parsimonia) 0510_saluto.gif
 
16037738
16037738 Inviato: 2 Gen 2019 23:09
 

Io uso la moto tutto l'anno anche come utilitaria... in inverno passo dal motolavaggio una volta ogni due settimane, e a bisogno pulisco e olio con olio 80-90 (lo stesso che uso per la catena) le parti cromate tipo steli forche leve freno e frizione e altre parti che possono fare ossido con il sale... un lavoretto da 10 minuti e passa la paura, in ogni caso non più frequente di 1 volta alla settimana quindi un 500 km circa... oltre questo km vedo che l'olio perde la produttività...
Faccio finta di averw una catena più grande eusa_wall.gif eusa_wall.gif
doppio_lamp_naked.gif
 
16037902
16037902 Inviato: 3 Gen 2019 19:13
 

OK. Grazie. Comunque mi pare di avere capito che ci sono degli estremi costituiti anche dalla tipologia del mezzo. Restando a mezzi più o meno dei giorni nostri, leggendo tra le righe quanto scritto da Vins, deduco che moto da cross o enduro che già sono progettate per vivere negli sterrati e quindi anche fango, pozze, magari chiazze di neve sono già per natura più resistenti anche alla ossidazione dal sale; mentre invece mi pare di avere inteso che le più delicate siano le SS....Tutto il resto va nel mezzo, infatti vedo che anche Io88 è sulla mia lunghezza d' onda, ok, uso anche tutti i giorni per poche decine di km, ma il trattamento lo faccio ragionevolmente mi viene da dire, dopo qualche centinaio di km

Comunque questa mattina ho trattato passando con spray WD 40 che sapevo di avere a casa, che però l' etichetta me lo indica come lubrificante, sbloccante, protettivo generico (cioè che va bene sia per sbloccare serrature come anche per i contatti elettrici.....); poi nel pomeriggio giro di 120 km; peccato che alla prima accensione un fumo di bestia e odore di olio bruciato perchè è evaporato subito quello che era a contatto con motore e scarico.....
 
16037980
16037980 Inviato: 4 Gen 2019 0:23
 

Ciao, si è il WD 40 generico, il primo apparso sul mercato.

L'odore e il fumo è normale se lo metti sui collettori. Basta non esagerare con il prodotto.
 
16038054
16038054 Inviato: 4 Gen 2019 9:19
 

Si ecco col WD40 non esageriamo in zona collettori e compagnia... Parliamo pur sempre di un liquido infiammabile...
 
16038267
16038267 Inviato: 5 Gen 2019 12:20
 

Un così risolve anche il problema freddo icon_mrgreen.gif Protezione dalla corrosione e riscaldamento in un unico pacchetto
 
16038411
16038411 Inviato: 6 Gen 2019 8:29
 

E se si hanno le salamelle dietro si fa pure una grigliatina!
Top! eusa_clap.gif eusa_clap.gif eusa_clap.gif

rotfl.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 2
Vai a pagina Precedente  12

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum TecnicoTuning e consigli estetica

Forums ©