Leggi il Topic


Indice del forumForum Moto d'Epoca

   

Pagina 3 di 6
Vai a pagina Precedente  123456  Successivo
 
Come costruire un magnetizzatore [con foto]
10044665
10044665 Inviato: 15 Giu 2010 20:35
 



grazie ed entrambi ... con il tornio ho provato ma non restano precise come a mano, vanno bene ugualmente, ma di già che spero di farmele una sola volta investo un po più di tempo e me lo bobino a mano.

se riesci a rilevare il tuo magnetizzatore per volantini non sarebbe brutto farselo, il mio l'ho visto da un amico e ti assicuro che magnetizza forte, del tipo che una volta magnetizzato il pezzo fatichi a staccarlo dai blocchi di ferro...
 
10056879
10056879 Inviato: 17 Giu 2010 15:51
 

primo collaudo del magnetizzatore:
è una bomba! magnetizza anche i cacciavite... ci appoggi un martello sulle piastre, e quando è attivo non lo stacchi nemmeno tirando a due mani!!!!!
...stasera un po di foto....
 
10056953
10056953 Inviato: 17 Giu 2010 16:03
 

enricopiozzo ha scritto:
primo collaudo del magnetizzatore:
è una bomba! magnetizza anche i cacciavite... ci appoggi un martello sulle piastre, e quando è attivo non lo stacchi nemmeno tirando a due mani!!!!!
...stasera un po di foto....


Va a finire che se fai il trattamento ad un volano non riesci più a far girare la pedivella per la messa in moto.... icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif icon_mrgreen.gif
 
10058315
10058315 Inviato: 17 Giu 2010 19:35
 

enricopiozzo ha scritto:
primo collaudo del magnetizzatore:
è una bomba! magnetizza anche i cacciavite... ci appoggi un martello sulle piastre, e quando è attivo non lo stacchi nemmeno tirando a due mani!!!!!
...stasera un po di foto....


speriamo non ci resti attaccato... icon_asd.gif
 
10067081
10067081 Inviato: 19 Giu 2010 10:27
 
 
10067086
10067086 Inviato: 19 Giu 2010 10:29
 

Complimenti!


( ora sapremo a chi mandare i ns magneti... icon_cool.gif )
 
10067413
10067413 Inviato: 19 Giu 2010 11:49
 

certo sarebbe stato carino veder una prova di forza tipo l'ape di enrico incollato al soffitto icon_mrgreen.gif
bravo il nostro marchingegnere, io misa che te ne mando due tra un po icon_rolleyes.gif
 
10067556
10067556 Inviato: 19 Giu 2010 12:15
 

per la prova di forza non so come fare....
comunque, mi han detto che farlo più potente ancora sarebbe inutile, perchè i magneti non riescono a trattenere più di un tot di magnetismo, quindi, pare sia più che sufficiente questo...
 
10071181
10071181 Inviato: 19 Giu 2010 22:59
 

domanda
dato che il magnete non gira mai(penso) nello stesso verso, cioè ogni modello ha il suo verso, premesso che
di solito cè la freccia del senso di rotazione e comunque quando lo smonti basta controllare sul motore, ma cè un verso specifico per collocarlo sui tuoi magneti?
oppure è ininfluente?
spero che tu abbia capito la domanda, io icon_mrgreen.gif mi sono capito
 
10072008
10072008 Inviato: 20 Giu 2010 6:34
 

eolo ha scritto:
domanda
dato che il magnete non gira mai(penso) nello stesso verso, cioè ogni modello ha il suo verso, premesso che
di solito cè la freccia del senso di rotazione e comunque quando lo smonti basta controllare sul motore, ma cè un verso specifico per collocarlo sui tuoi magneti?
oppure è ininfluente?
spero che tu abbia capito la domanda, io icon_mrgreen.gif mi sono capito


Non so se ho ben capito la tua domanda, ma comunque e sicuramente il senso di rotazione non c'entra nulla.
 
10072047
10072047 Inviato: 20 Giu 2010 8:37
 

si, bisogna rispettare le polarità del magnete, in pratica lo devi legare con uno spago, lo tieni ad una quarantina di cm dalla macchina, azzioni l'elettrocalamita e il magnete si orienta da solo in modo corretto, allora lo poggi e lo magnetizzi.
alcuni magneti si riescono a magnetizzare senza levarli dal magneto, dipende da come è fatto
 
10073704
10073704 Inviato: 20 Giu 2010 14:37
 

miiiiiiiiii miracolo icon_mrgreen.gif
questa è roba mistica icon_asd.gif
thank della risposta
ancora non abbiamo parlato del tempo mi pare , quanto bisogna tenerlo sotto i ferri?
 
10073962
10073962 Inviato: 20 Giu 2010 15:15
 

5 secondi circa
 
10076622
10076622 Inviato: 20 Giu 2010 22:07
 

Setepericolosi! icon_asd.gif
icon_xd_2.gif icon_xd_2.gif icon_xd_2.gif icon_xd_2.gif icon_xd_2.gif icon_xd_2.gif icon_xd_2.gif icon_xd_2.gif
Pero',se ne avessi bisogno........... eusa_think.gif
Un si sa mai......
 
10076878
10076878 Inviato: 20 Giu 2010 22:46
 

ma lo sapete che nel futuro dei cannoni non cè polvere da sparo, ma una serie di magneti collegati in serie nella canna che vengono attivati fino a portare il proiettile fuori dalla stessa a velocità prossime hai 20000 km orari?
ora escono sui 4000
cioè, per farvi capire, non mi serve più il proiettile esplosivo,comunque già oggi in disuso, basta che ti lancio addosso un euro o poco più a quella velocità e salti in aria con tutto quello che ti circonda icon_asd.gif
vabbe a me pare felicemente conclusa anche questa avventura del nostro marchingegnere, cosa ci riserverà ancora costui, forse il primo buco nero si vedrà a mondovì.
Io aspetto ancora la macchina del moto perpetuo che ti avevo commissionato, vorrei montarla sulla pompa a spalla dell'acqua ramata, purtroppo alla mia età ogni tanto mi si inchioda il gomito icon_mrgreen.gif
e gippiguzzi come al solito il vino se lo beve ma di lavorar la terra nisba 0509_pernacchia.gif
 
10076891
10076891 Inviato: 20 Giu 2010 22:48
 

icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif....sono un po' formica e un po' cicala.....quando mi va..... icon_asd.gif icon_asd.gif

doppio_lamp_naked.gif doppio_lamp_naked.gif
 
10082020
10082020 Inviato: 21 Giu 2010 18:43
 

enricopiozzo ha scritto:
si, bisogna rispettare le polarità del magnete, in pratica lo devi legare con uno spago, lo tieni ad una quarantina di cm dalla macchina, azzioni l'elettrocalamita e il magnete si orienta da solo in modo corretto, allora lo poggi e lo magnetizzi.
alcuni magneti si riescono a magnetizzare senza levarli dal magneto, dipende da come è fatto


Oppure credo che si possa verificare anche con una semplice bussola giocattolo per bambini: avvicinando la bussola ai 4 collettori di un volano per due bobine (sempre per rimanere in questo tema) vedrai che gli stessi segnano alternativamente la sequenza Nord/Sud/Nord/Sud; stessa cosa, azionando brevemente la macchina, vedrai che le bobine producono anche loro dei flussi Nord o Sud (sono infatti contraddistinte dai colori rosso e nero e il rosso dovrebbe convenzionalmente essere il nord).
Una volta individuati e segnati i poli credo che si debbano poi accoppiare in contrasto: la bobina nord con il collettore sud e viceversa; dopo questo corretto accoppimento si potrà azionare la macchina.
 
10145943
10145943 Inviato: 1 Lug 2010 19:51
 
 
10148562
10148562 Inviato: 2 Lug 2010 8:17
 

a 230€ potrei farli in serie veramente icon_mrgreen.gif
in ogni caso, pare mooolto simile al mio, credo siano più o meno tutti uguali, il mio è stato copiato dall'attrezzatura di un vecchio elettrauto...
ora occorrerebbe farsi la macchina per testare le bobine, pensa che lui ne ha ancora una a valvole icon_eek.gif
 
10150121
10150121 Inviato: 2 Lug 2010 12:11
 

enricopiozzo ha scritto:
ora occorrerebbe farsi la macchina per testare le bobine, pensa che lui ne ha ancora una a valvole icon_eek.gif

Quella si che sarebbe utile !
Penso più del magnetizzatore, però dovrebbe testare sia quelle in CC che quelle in CA
 
10282335
10282335 Inviato: 23 Lug 2010 13:47
 
 
10289121
10289121 Inviato: 24 Lug 2010 18:55
 

Tempo fa avevo visto un vecchio strumento ad ago che posizionato sopra un magnete da moto ne indicava lo stato di "carica". Ne sapete niente se si può replicare o dove si può reperire?
 
10296132
10296132 Inviato: 26 Lug 2010 13:02
 

in pratica misura la magnetizzazione.
 
10301159
10301159 Inviato: 27 Lug 2010 8:10
 

PassioneV7 ha scritto:
Tempo fa avevo visto un vecchio strumento ad ago che posizionato sopra un magnete da moto ne indicava lo stato di "carica". Ne sapete niente se si può replicare o dove si può reperire?


In commercio esiste il "gaussmetro" che dovrebbe misurare l'intensità del flusso magnetico ma è uno strumento professionale che costa parecchio.
(nell'ordine, credo, di qualche centinaio di €uro).
Lo strumento cui probabilmente ti riferisci tu e che avevano in dotazione i vecchi elettrauto o le officine autorizzate di qualche marca come Innocenti, ad esempio, dovrebbe essere qualcosa di molto più semplice basato sostanzialmente su un meccanismo con molla tarata che si oppone all'attrazione magnetica.
(questo strumento non dovrebbe però darti l'effettiva e scientifica misura in "gauss" della forza rilevata bensì, grossomodo ed in base al settore in cui si ferma la lancetta, un'idea sulla bontà del magnete).
Io per un pò di tempo mi sono divertito ad adoperare una bilancia molto precisa sul piatto della quale posizionavo un pezzo di ferro sporgente dal piatto stesso; al di sotto avvicinavo il volano e vedevo quanti grammi tirava ogni polo; è fondamentalmente ovvio che per avere un dato di raffronto il pezzo di ferro (sempre quello) che metti sul piatto deve essere sempre posizionato in un punto ben preciso e che anche la distanza tra il polo che vai a misurare ed il pezzo di ferro deve sempre essere esattamente quella.
Partendo da un volano di magnetizzazione ottima ti assicuro di aver visto belle differenze tra questo ed altri meno efficienti.
 
10303207
10303207 Inviato: 27 Lug 2010 13:43
 

Si credo anche io che fosse uno strumento che indicasse la bontà o meno del magnete. Ricordo che la base era arcuata in modo da poter essere appoggiata sulla curvatura stessa del magnete.


eusa_think.gif un bilancino ce l'ho... lo usava mio nonno per dosare la polvere da sparo quando si faceva le cartucce per andare a caccia. Un giorno provo.
 
12257764
12257764 Inviato: 10 Ago 2011 20:05
 

Riprendo questa vecchia discussione per comunicare che ho fatto funzionare il magnetizzatore di cui dispongo con un caricabatterie a 24 V con funzione "avviamento" e quindi con buona corrente di spuntio in luogo delle classiche 2 batterie da 12 V in serie.
Il tutto funzione e i volani "rinfrescati" denunciano incrementi di magnetismo anche se misurati in modo empirico.
 
12626270
12626270 Inviato: 2 Nov 2011 14:53
 

Salve, ho un "attrezzo" del genere anch'io e volevo chiedere a voi:
come bisogna fare per sapere quale dei due poli da ricaricare(se prendiamo in considerazione un volano a due poli) va sul nord e quale sul sud?
ho letto che accostando ad una bussola il volano, o sospendendolo in aria e dando tensione all' impianto dovrebbe fornirci polo nord e polo sud, a questo punto, per ricaricare magneticamente il volano bisogna ricaricarlo sui poli indicati da quest' ultima prova o sui poli opposti?

Vorrei domandarle, infine, un' ultima cosa: lei sa se è possibile scaricare completamente un volano(per poi rimagnetizzarlo)? se si, potrebbe gentilmente fornirmi informazioni a riguardo?

grazie a tutti
 
12626998
12626998 Inviato: 2 Nov 2011 17:30
 

per orientare il magnete lo devi tenere con uno spago a 40-50cm dal magnetizzatore, lo accendi e vedrai il magnete orientarsi autonomamente dalla parte giusta.
una volta trovato il verso lo appoggi sulle piastre e lo magnetizzi!

per smagnetizzare completamente un magnete, a parte che non capisco cosa possa servire, poi, non mi viene in mente come fare... se lo scaldi lo smagnetizzi, ma penso che lo potresti anche rovinare.
 
12628660
12628660 Inviato: 2 Nov 2011 22:36
 

Per quel che sono riuscito a sapere è tutto piuttosto semplice da verificare con una semplice bussola, anche tipo "giocattolo".
Io non ho mai visto volani a due poli ma considerando invece un volano a 4 poli (o meglio, espansioni) che forse è il più diffuso, bisogna accostare la bussola in prossimità di ogni espansione (che di per sé non è magnetica ma raccoglie e convoglia il magnetismo delle calamite permaneti vicine/sottostanti), verificare che tipo di polarità ha (nord/sud) segnandola con un pennarello sul volano stesso.
Questo è importante perché poi, in base all'attrezzo di ricarica che hai, l'accoppiamento dovrai farlo in modo che ogni bobina dell'attrezzo sia accoppiata in modo inverso all'espansione (bobina "nord" con espansione "sud" e viceversa); per verificare la polarità delle bobine (che di norma sono comunque colorate rosso/nero per distinguerne la polarità) potrai alimentare l'attrezzo anche con bassa tensione e corrente (un caricabatterie a 12V, ad esempio) per poi contrassegnare sulle bobine stesse il tipo di polarità, sempre accostando la famosa bussola alla bobina.
Quanto sopra, ovviamente, in base alle esperienze e al magnetizzatore che conosco e posseggo io.
Per quanto riguarda la smagnetizzazione, credo che tu ti riferisca al fatto che qualcuno sostiene necessario provvedere alla smagnetizzazione del volano prima di procedere ad una nuova magnetizzazione.
Oltre al calore (che dovrebbe essere piuttosto elevato e che comunque non vedo come idea valida) credo si possa procedere (ma non ne sono certo) con una alimentazione dell'attrezzo a polarità combacianti (nord con nord e sud con sud); dando una sola scarica di questo tipo, probabilmente, (ma è tutto da verificare perché non sono riuscito a saperne di più) probabilmente la calamite si azzerano, o quasi.
Attendo anch'io più esperti in materia.
 
12639226
12639226 Inviato: 5 Nov 2011 13:00
 

si, ciao motomista, il discorso della smagnetizzazione l'ho capito, si, volevo provare perché mi è stato consigliato di smagnetizzare prima di rimagnetizzare.
Quello che non ho ben capito è sulla magnetizzazione, praticamente mi stai dicendo di fare la prova con la bussola e posizionare il lato indicatomi dalla bussola come NORD sulla bobbina SUD e viceversa giusto?
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 3 di 6
Vai a pagina Precedente  123456  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Moto d'Epoca

Forums ©